Posts Tagged ‘Microsoft Azure’

Al via la nuova EVA per la cybersecurity firmata Stormshield

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Italia, Tecnologia

Con la nuova linea di soluzioni per la sicurezza IT virtualizzate il produttore offre sostegno concreto ai reparti IT incaricati di ottimizzare i costi operativi dell’infrastruttura cloud attraverso una gestione più appropriata delle risorse.

Parigi – Con la nuova gamma di firewall UTM/IPS modulari e ad alte prestazioni SN2100, SN3100 e SN6100 per la tutela proattiva delle reti aziendali annunciati lo scorso ottobre, Stormshield ha posto il primo tassello di una strategia di più ampio respiro, attraverso cui il produttore europeo di soluzioni per la cybersecurity intende offrire ai propri clienti tecnologie di sicurezza evolutiva che favoriscano un più rapido ritorno sull’investimento.

Conformemente a questa strategia, Stormshield annuncia oggi la disponibilità immediata di EVA (Elastic Virtual Appliance), la nuova a linea di soluzioni per la  sicurezza delle aziende che affrontano il percorso della virtualizzazione della propria infrastruttura IT come estensione o in sostituzione alle infrastrutture tradizionali.

Trasformando i costi d’acquisto in costi operativi, l’inarrestabile migrazione su piattaforme cloud private o pubbliche di servizi altrimenti fruibili attraverso infrastrutture classiche, comporta sia un cambiamento di paradigma nell’allocazione dei budget IT, sia modifiche in termini di contabilizzazione dei canoni, dovute alla variazione della modalità di fatturazione dei servizi”, spiega Marco Genovese, Product Manager Stormshield Network Security. Le proposte degli operatori cloud sono sempre più spesso elastiche, ovvero basate sulle risorse e sulla potenza di calcolo effettivamente utilizzate. “Si tratta di formule che rappresentano una nuova sfida per i reparti IT, a cui viene demandata l’ottimizzazione dei costi operativi attraverso una gestione più appropriata delle risorse, come la CPU dei sistemi virtualizzati, la RAM o lo spazio di archiviazione”, aggiunge Genovese.

Marco

Marco Genovese, Product Manager Stormshield Network Security

Le soluzioni Stormshield Elastic Virtual Appliance sono state sviluppate appositamente per consentire di modificare rapidamente e in maniera semplice le risorse allocate al sistema in base alle esigenze del momento, adeguando il consumo delle risorse nel cloud alle effettive necessità. Lato prestazioni e potenza, le soluzioni Stormshield Elastic Virtual Appliance si adeguano automaticamente alle capacità di vRAM e vCPU allocate dall’hypervisor.

L’adattamento automatico alle risorse dedicate a EVA ne semplifica ulteriormente il roll-out, permette di integrare la soluzione facilmente nel corso dell’implementazione di nuovo servizio virtualizzato,  e le conferisce la necessaria flessibilità per adattarsi ai futuri sviluppi dell’infrastruttura cloud aziendale. La varietà di ambienti virtualizzati supportati (Citrix, VMware, KVM and Hyper-V) assicura al reparto IT la massima libertà di scelta dell’infrastruttura, la possibilità di variare facilmente la piattaforma cloud impiegata ove necessario (Amazon Web Services o Microsoft Azure) e di migrare la propria soluzione di cybersecurity in concomitanza con la migrazione di altri servizi.

1 Click: Managed Security! G DATA MES ora su piattaforma Azure

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Tecnologia, Tecnologia Personale

Disponibile da giugno la nuova formula a consumo per servizi di sicurezza gestiti su piattaforma Microsoft Azure. Con G DATA Managed Endpoint Security powered by Azure il vendor assicura nuove opportunità di business a qualsiasi operatore di canale che desideri avvicinarsi alla sicurezza gestita in maniera semplificata.

Bologna – A poco più di sei mesi dal lancio della soluzione G DATA Managed Endpoint Security, suite studiata per soddisfare le esigenze di rivenditori specializzati e MSSP dotati di una propria infrastruttura per l’erogazione di servizi di sicurezza gestita a consumo, il vendor teutonico ha raccolto importanti riscontri sul mercato italiano. Tra questi, la forte domanda di una diversa declinazione del MES che consenta a qualsiasi rivenditore di avvicinarsi al mondo della sicurezza gestita con la massima semplicità o agli MSSP con clientela di alto profilo che già si avvale dei servizi cloud di Microsoft di beneficiare della formula MES con la massima immediatezza. Un suggerimento del mercato che G DATA coglie e fa proprio annunciando la disponibilità della suite G DATA Managed Endpoint Security su piattaforma Azure a partire da giugno.

1 Click: Managed Security!

Con G DATA MES powered by Azure la sicurezza gestita è a un click di distanza. La declinazione della suite G DATA Managed Endpoint Security su piattaforma Azure ripropone tutti i vantaggi della formula originale già a partire da un parco installato complessivo di 50 licenze (cfr. MES tradizionale disponibile a partire da 250 licenze). Accedendo al G DATA Action Centre e acquistando la licenza per il management server multitenant, il sistema crea automaticamente il server virtuale su piattaforma Azure attraverso cui distribuire le applicazioni client sulle macchine da gestire, configurare le policy e tutti i parametri per i diversi clienti seguiti dall’operatore. Il canone per l’accesso a Azure e a tutti i benefici in termini di continuità del servizio e flessibilità che caratterizzano la piattaforma è già integrato nella licenza G DATA MES il cui prezzo risulta estremamente concorrenziale. Ma non solo. A differenza della formula MES tradizionale, che prevede l’attivazione o disattivazione delle licenze a consumo con cadenza mensile, con il G DATA MES powered by Azure il rivenditore può disattivare i servizi in tempo reale con un click. Una tutela aggiuntiva benvenuta tra gli operatori di canale che desiderano abbattere quanto più possibile il proprio rischio economico affacciandosi a un nuovo mercato, indipendentemente dal tipo di clientela a cui erogano i propri servizi.

Sicurezza gestita tramite Microsoft Cloud tedesco

Un altro beneficio della nuova declinazione della soluzione G DATA Managed Endpoint Security è la perfetta conformità alle nuove normative europee sulla protezione dei dati. La suite MES powered by Azure è infatti ospitata nel nuovo datacenter Microsoft in Germania, progettato per soddisfare i più rigorosi requisiti di protezione dei dati e certificazioni dell’Unione Europea: l’accesso fisico e logico ai dati viene gestito esclusivamente da un Trustee tedesco, la stessa Microsoft non ha accesso alcuno alle informazioni ivi archiviate.

Informazioni su GDATA

Fondata nel 1985 a Bochum, G DATA vanta una storia di oltre trent’anni nella lotta e prevenzione contro le minacce informatiche ed è uno dei principali fornitori al mondo di soluzioni per la sicurezza IT, insignite di numerosi riconoscimenti per la qualità della protezione fornita e l’intuitività d’uso.

G DATA produce e commercializza soluzioni di sicurezza totalmente aderenti alle normative europee sulla protezione dei dati. Il portafoglio prodotti G DATA comprende soluzioni di sicurezza per le imprese, dalle micro alle grandi aziende, e applicazioni rivolte all’utenza consumer.

Partner tecnico di Ducati Corse per la MotoGP, G DATA ha il compito di proteggere i sistemi IT di pista del team Ducati. L’azienda patrocina altresì il Teatro Comunale di Bologna e diversi eventi volti all’accrescimento culturale e all’aggregazione sociale tra cui mostre e corsi presso istituti scolastici per favorire un uso consapevole del web e dei social media.

Ulteriori informazioni su G DATA e sulle soluzioni di sicurezza del vendor teutonico sono consultabili sul sito www.gdata.it

G DATA partner esclusivo per il lancio del Microsoft Cloud tedesco

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Legale, Tecnologia

Logo-Claim-2015-3c-highresLo specialista teutonico delle soluzioni per la sicurezza IT consolida la propria partnership strategica con Microsoft

CloudBochum (Germania) – Nel post “Safe-Harbor“, tema particolarmente caldo su tutto il continente europeo, e particolarmente in Germania, a fronte delle normative estremamente restrittive su trattamento e accesso ai dati da parte di operatori cloud, è già enorme la percentuale delle aziende (83%) che si aspetta che il data center impiegato risieda fisicamente in Germania (fonte Bitkom). Con l’annuncio del Microsoft Cloud tedesco il produttore statunitense rende disponibile una piattaforma fisicamente basata in Germania, soggetta e assolutamente conforme alle normative per la protezione dei dati vigenti in Germania. Quale cofondatore dell’iniziativa TeleTrust “IT-Security Made in Germany“ G DATA supporta il lancio del Cloud tedesco di Microsoft ed ha un compito esclusivo: G DATA è l’unico produttore di software per la sicurezza IT coinvolto attivamente nel progetto e fornirà, in concomitanza con la disponibilità del servizio Microsoft sul suolo tedesco, un servizio di MANAGED ENDPOINT SECURITY sviluppato ad hoc per architetture Microsoft Azure.

Walter Schumann, membro del CdA, GDATA Software AG

Walter Schumann, membro del CdA, GDATA Software AG

“Molti dei nostri clienti business erano in attesa di un’offerta Cloud che poggiasse esclusivamente sulle normative locali. Vediamo quindi in questo passo da parte di Microsoft un forte commitment verso il mercato tedesco ed europeo“, ha commentato Walter Schumann, membro del CdA della G DATA Software AG, a posteriori del vertice di due giorni fa con il CEO di Microsoft Satya Nadella a Berlino. “La solidità della collaborazione tra le due aziende a questo progetto di indubbia rilevanza strategica è testimoniata anche dall’esclusiva presenza di G DATA, quale produttore di soluzioni per la sicurezza IT, nelle attività di lancio del Microsoft Cloud in Germania e trova un’ulteriore conferma nel fatto che il prodotto G DATA Managed Endpoint Security sarà l’unico integrato nell’offerta.“

Dati tutelati contro l’accesso di terzi
G DATA ritiene imprescindibile la conformità alle severe normative sulla tutela dei dati implementate sul suolo tedesco. Attraverso i data center Microsoft dislocati a Francoforte e Magdeburgo per il servizio Microsoft Cloud in Germania, l’azienda statunitense assicura che i dati aziendali sensibili di partner e clienti saranno protetti H24 contro l’accesso da parte di terzi.

Informazioni sul Microsoft Cloud in Germania
(Fonte Microsoft Germany)

L‘offerta

  • L’erogazione dei servizi Microsoft Azure, Office 365 e Dynamics CRM Online ha luogo attraverso i data center di Magdeburgo e Francoforte sul Meno
  • Lo scambio dei dati attraverso reti private assicura la permanenza degli stessi sul luogo tedesco
  • T-Systems, azienda di proprietà della Deutsche Telekom, è tutore legale dei dati e in quanto tale controlla l’accesso ai dati dei clienti (non accessibili a Microsoft stessa) nel pieno rispetto delle normative tedesche.

I benefici

  • Opportunità di scelta: I clienti in Germania e in Europa avranno in futuro l’opportunità di scegliere tra i servizi Cloud Microsoft erogati a livello globale o locale
  • Sicurezza: Vengono assicurati gli stessi elevati standard di sicurezza applicati a tutti i centri di calcolo Microsoft
  • Trasparenza: I clienti europei possono contare sulla massima trasparenza riguardo a come e dove i propri dati vengono elaborati
  • Compliance: I clienti hanno la certezza di adempiere alle normative locali
  • Innovazione: I clienti fruiscono dei servizi Microsoft avvalendosi dell’ultima release di Azure, Office 365 e Dynamics CRM Online