Posts Tagged ‘MAG’

MAG-Milano Art Gallery: Francesco Alberoni e Salvo Nugnes inaugurano la mostra Amore e Arte

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Amore e Arte alla Milano Art Gallery: al via domenica 26 novembre la nuova mostra con la partecipazione straordinaria di Francesco Alberoni.

Inaugurerà domenica 26 novembre, alle ore 17, negli spazi della Milano Art Gallery (via Alessi, 11) la nuova mostra, dedicata al tema Arte e Amore.  L’evento inaugurale, organizzato dal direttore della Milano Art Gallery, Salvo Nugnes, vedrà la partecipazione straordinaria del professor Francesco Alberoni: sociologo, docente, scrittore, giornalista de La RepubblicaIl Corriere della Sera e ora de Il Giornale, rettore dell’università di Trento, ideatore dell’Università IULM di Milano, fondatore della sociologia dei consumi in Europa e pioniere degli studi sull’amore. Il suo volume Innamoramento e amore (1979) è stato tradotto in  trenta lingue, e approfondito in numerose pubblicazioni negli anni.

Arte e Amore è un accostamento forte e imprescindibile; l’amore è da sempre uno degli argomenti più indagati e rappresentati dagli artisti, in ogni epoca storica. La sua complessità, la sua potenza, le molteplici sfumature e le possibilità di rappresentazione che il tema offre, hanno ispirato le più grandi creazioni in ambito artistico e continua ad animare l’operato degli autori contemporanei, rappresentati in mostra.  L’esposizione sarà visitabile fino al 14 dicembre 2017.

In questa occasione, il professore presenterà il nuovo web magazine L’amore e gli amori, l’unica rivista europea pensata per trattare scientificamente il tema delle relazioni amorose in tutte le sue forme, per ampliare la comprensione sul tema, risolvere le questioni e i problemi ad esso legati, associando ad una base scientifica un linguaggio divulgativo, chiaro e comprensibile. La rivista nasce con un fine didattico e terapeutico, con l’intento di studiare i diversi fenomeni dell’”innamoramento”, i comportamenti nel campo delle relazioni, delle emozioni, delle sofferenze, definendo una tassonomia delle forme amorose.

Sotto la direzione del professor Alberoni, la redazione si avvale della consulenza di diversi esperti, tra cui sociologi, psicologi, psicoterapeuti, consulenti filosofici, esperti di comunicazione, legali.

MAG – Milano Art Gallery: nella storica galleria di Guttuso, De Dominicis e Schifano in mostra le opere di Damisela Pastors Lugo

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Libri

La talentuosa artista Damisela Pastors Lugo sarà presto protagonista di una prestigiosa mostra personale, dal titolo “Art is life” allestita a Milano, presso lo storico spazio della Milano Art Gallery, in via Alessi 11, nel cuore del centro cittadino. La galleria esiste da quasi 50 anni ed è stata la sede di riferimento del Maurizio Costanzo Show, con un giovane Vittorio Sgarbi che dava i consigli per gli acquisti delle opere d’arte. Inoltre è stata teatro delle esposizioni dei più grandi maestri italiani famosi in tutto il mondo, quali Renato Guttuso, Gino De Dominicis e Mario Schifano. L’iniziativa espositiva, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes verrà inaugurata in data lunedì 3 aprile alle ore 18.00 e resterà in loco fino al 28 aprile 2017, con ingresso libero al pubblico. Il vernissage vedrà la partecipazione speciale della Signora della moda, Roberta Camerino che presenterà il suo libro “Schegge di R” in cui racconta del suo rapporto con la madre. Nel commentare gli aspetti distintivi e caratteristici della vena creativa dell’artista in mostra, la Dott.ssa Elena Gollini ha scritto: “Quella di Damisela Pastors Lugo è un’arte che recupera dalla tradizione del naif il comparto delle combinazioni cromatiche accese e marcate e dalla pop art quell’insieme di elementi e componenti di inusuale proiezione scenica, che vengono riuniti sotto il comune denominatore dell’effetto aggregante inaspettato e sorprendente”. E ancora, ha evidenziato: “Una commistione di richiami e riferimenti di articolata formulazione e dai significati sfaccettati, diventa la trama del fitto ordito compositivo. La sfera dell’immaginario concorre ad alimentare e incentivare la vena creativa e la solida preparazione a monte permette una resa finale sempre efficace, mai banale e mai ripetitiva. Lo spettatore diventa protagonista di scenari tra reale e irreale, dominati da immagini collocate in un’ottica spazio-temporale dilatata, che esce e si espande al di fuori dei limiti delimitanti e acquista un effetto visivo tridimensionale a tutto tondo”.

Accademia di Belle Arti di Brescia, incontro col manager della cultura Salvo Nugnes

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Manager di personaggi noti, gallerista ed organizzatore di grandi eventi, Salvo Nugnes, titolare di Agenzia Promoter, si appresta a festeggiare 30 anni di attività e a raccontare la sua storia di successo agli studenti e ai docenti dell’Accademia di Belle Arti Santagiulia di Brescia. Un’aula magna gremita di ragazzi per l’incontro col giovane agente, per sentire dalla viva voce di una persona tenace e intraprendente, quali possano essere gli ingredienti per raggiungere gli obiettivi che ci si prefissa nella vita. Coltivare sogni e riuscire a realizzarli, individuando con perseveranza strade e percorsi senza scoraggiarsi di fronte alle difficoltà che inevitabilmente si incontrano.
Arte, marketing, spirito d’impresa, sono stati gli argomenti affrontati nel corso dell’incontro di oggi, mix strategico di passioni che Nugnes ha saputo coniugare con il lavoro, facendole diventare un’attività gratificante e redditizia. Il sociologo di fama mondiale Francesco Alberoni, la grande cantante, presentatrice ed attrice Amanda Lear, Katia Ricciarelli, Romina Power, l’indimenticabile Margherita Hack e tanti altri sono solo alcuni dei personaggi famosi di cui è stato o è manager Salvo Nugnes e dei quali ha raccontato aneddoti ed esperienze, nel corso della conferenza.
Di grande importanza l’incontro con Vittorio Sgarbi, con il quale ha fondato Spoleto Arte, di cui è presidente e con il quale organizza i più grandi eventi in Italia e all’estero. Da alcuni anni ha, inoltre, rilevato la MAG – Milano Art Gallery, nel cuore della città, galleria di riferimento del Maurizio Costanzo Show, con quasi 50 anni di storia, dove un giovane Sgarbi dispensava consigli per gli acquisti di opere d’arte. Il brand MAG ha aperto in franchising diverse altre sedi in tutto il territorio nazionale e straniero. Tante le domande e gli interventi degli studenti nel dibattito finale, focalizzate in particolare sulla storia personale, quali opportunità e quali ostacoli ha incontrato e come è riuscito ad ottimizzare i punti di forza. A conclusione dell’evento, Salvo Nugnes, ha proposto di effettuare prossimamente presso l’Accademia di Belle Arti una mostra fotografica dell’artista Maria Pia Severi curata da Vittorio Sgarbi ed ha dato la disponibilità ad accogliere alcuni studenti in attività di stage presso le proprie aziende.

MAG – Milano Art Gallery: successo per la mostra col contributo di Ricciarelli, Parietti e Giacobini

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è svolto con successo l’opening inaugurale della mostra collettiva dal titolo “L’Arte è Donna” volutamente organizzato in data mercoledì 8 marzo, in concomitanza con la giornata dedicata alla festa della donna e nel contempo per rendere un tributo in memoria della grande scienziata astrofisica Margherita Hack. Ospite speciale intervenuto al vernissage, è stato il Professor Alessandro Meluzzi, autorevole e noto personaggio televisivo, esperto opinionista, spesso ospite di trasmissioni come Quarto Grado e Matrix. L’organizzatore della pregevole iniziativa è il manager della cultura Salvo Nugnes, che ha spiegato: “In occasione della festa della donna, abbiamo selezionato un gruppo di artisti contemporanei, dei quali abbiamo esposto le opere, per omaggiare la memoria della mitica “Signora delle stelle” alla quale sono stato legato da profonda amicizia. La presenza d’eccezione del prof. Meluzzi, ha consentito di approfondire, anche grazie alla sua competenza tematiche di grande interesse e forte attualità, evidenziando l’importanza di salvaguardare e rispettare il ruolo della donna nella sua dignità e identità. Purtroppo, il crescente fenomeno dei maltrattamenti incombe in tutti gli strati sociali e va combattuto con determinazione”. Tra i significativi commenti a supporto dell’evento quello giunto da, Katia Ricciarelli, che ha dichiarato: “L’8 marzo deve fare emergere un dibattito e una discussione sullo stato attuale della condizione della donna, sulla discriminazione ancora molto forte e sul gravissimo dilagare delle violenze e dei femminicidi, che colpiscono tutti noi e lasciano atterriti per la crudeltà e la ferocia, con cui si consumano. È fondamentale non restare in silenzio passivo, ma dichiarare, proclamare, diffondere e comunicare le notizie su questi crimini orribili. Bisogna fare sapere alla gente e all’opinione pubblica la verità dei fatti e delle notizie, per ridare dignità alle vittime dei soprusi e per promuovere con forza una denuncia e una protesta sociale efficace”. L’esposizione resterà allestita fino al 2 aprile 2017 presso Milano Art Gallery, conosciuta con l’acronimo di MAG, che si trova a Milano, in via Alessi 11, posizione centralissima, a due passi dal Duomo, da San Babila e dalle zone più frequentate della città.

Il Gruppo Milano Art Gallery presentato da Vittorio Sgarbi al Salone del Franchising

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Aziende, Cultura

Il Gruppo Milano Art Gallery partecipa al Salone del Franchising di Milano edizione 2016, presentando l’innovativo progetto della formula in franchising, che sta riscuotendo ampio consenso, a livello nazionale e internazionale ed in crescente espansione. Attualmente, le sedi della Milano Art Gallery in franchising sono a Milano, Venezia, Roma, Spoleto, Siena, Bassano del Grappa e sono previste imminenti nuove aperture a Belluno, Vicenza, Padova, Bologna, Torino e anche in ambito estero, a Londra, Monte Carlo, Miami, Amsterdam e New York. La storica manifestazione fieristica, che festeggia con successo il suo 31° compleanno, si svolgerà dal 3 al 5 novembre 2016.

L’ideatore del prestigioso progetto, nonché direttore della Milano Art Gallery, è Salvo Nugnes, conosciuto come Manager della Cultura e agente di nomi di spicco. Intervistato sull’argomento, spiega “il Gruppo MAG, vuole proporre un innovativo concetto di -galleria-. Non si tratta di uno spazio nel quale esporre e vendere solo opere d’arte, ma bensì di un vero e proprio -emporio- concepito come un -contenitore- di opportunità, che nascono e si sviluppano per la promozione dell’arte e della cultura in generale e per il supporto a tutto tondo degli artisti”.

E ancora proseguendo rimarca “Milano Art Gallery, è Art Business, è un luogo dove l’arte e la cultura camminano di pari passo con il mondo dell’imprenditoria. Essa si rinnova diventando vetrina: dalle opere esposte alla mobilia, dai libri al brand merchandise, fino ad arrivare ad un’ampia gamma di servizi per artisti, professionisti, imprenditori e aziende. Nella situazione economica odierna, così instabile e incostante, grazie ad una nuova visione dell’art shop nata con il gruppo MAG, vengono ampliati gli orizzonti d’investimento e vengono offerte concrete possibilità di guadagno. Il nostro scopo, è quello di appoggiare e supportare chiunque sia interessato a fare della propria passione un’attività all’avanguardia e in continua evoluzione positiva, fonte di grande rinnovamento personale e professionale”.

In data 3 novembre, Milano Art Gallery organizza la conferenza del professor Francesco Alberoni, noto sociologo ed esperto di movimenti sociali e collettivi di fama mondiale, che parlerà del tema, coinvolgendo il pubblico in interessanti riflessioni e stimolando un dibattito di vasta portata e forte attualità.

Two – Max Papeschi’s Institutional Solo Show

Scritto da Salvatore Marsiglione il . Pubblicato in Arte, Cultura

MAG
presenta
TWO
MAX PAPESCHIs institutional solo show

a cura di Salvatore Marsiglione

 Inaugurazione giovedì 3 luglio ore 19:00

dal 4 al 27 luglio 2014

Doppia personale in due sedi:
San Pietro in Atrio, Via Odescalchi, 3 Como
MAG Via Vitani, 31 Como

info: 3287521463
info@marsiglioneartsgallery.comwww.magcomo.it

Con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Como.
Con il Patrocinio dell’Associazione Archivio Luigi Russolo.

orari apertura: tutti i giorni dalle 11 alle 20:00 giovedì, venerdì e sabato fino alle 22:30

La MAG – Marsiglione Arts Gallery con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Como presenta la doppia mostra personale istituzionale del controverso e politicamente scorretto artista milanese Max Papeschi.

Universalmente riconosciuto come vero protagonista della giovane arte contemporanea italiana, smentite le aspre critiche del passato, interprete di molte mostre in gran parte del mondo e ora anche scrittore, con l’uscita nello scorso aprile del suo libro autobiografico Vendere svastiche e vivere felici, edito da Sperling & Kupfer.

Rappresentato dalla MAG e presentato a Como in San Pietro in Atrio, un luogo istituzionale e magico del centro storico; l’ex chiesa dalla sua origine è sempre stata un fulcro importante per la città, al centro del circuito dell’abituale passeggiata di comaschi e turisti, ha una storia incredibile quanto misteriosa, gli ultimi scavi, hanno fatto riemergere un lastrico paleocristiano risalente al V°sec. D.C. oggi visibile attraverso una pavimentazione trasparente, invece la struttura della Basilica è risalente all’XI°sec.

I resti degli affreschi alle pareti, hanno la loro genesi nel romanico fino ad arrivare al settecento. Nel XIX°sec. è stata sede della Prefettura e da circa trent’anni un polo espositivo tra i più importanti del lago di Como.

È quasi un ossimoro vedere le opere di Max Papeschi in una chiesa, seppure sconsacrata come San Pietro in Atrio, ma anche questo èMax. Lui è il personaggio, lui è quello che ha venduto la madre all’asta, quello che ha esposto una svastica enorme nel centro di una città polacca e quello che ha organizzato un matrimonio riparatore con Minnie dopo averla posseduta.

Sempre spiazzante con la sua graffiante ironia, rivela una profonda conoscenza della storia moderna e contemporanea, affianca icone mediatiche a figure storiche esprimendo una denuncia sociale e politica mettendoci di fronte a quello che di negativo c’è nella società globalizzata.

L’artista in questa doppia personale, San Pietro in Atrio in Via Odescalchi n°3 e alla galleria MAG di Via Vitani n°31, presenta una vasta espressione delle sue opere tratte dalle serie che hanno girato il mondo: le copertine del magazine Life rivisitate della serie A Life Less Ordinary, le opere in bianco e nero di From Hiroshima With Love, i profumi e le vittime del consumismo di The Nightmare Before Nothing, la serie dei grandi del mondo in versione baby di Smile, Relax & Hate e gran parte della ultima serie a fondo bianco La Société du Spectacle, che dopo il grande successo della mostra di maggio a San Francisco e successivamente alla grande mostra di Como, verrà esportata a settembre a Kyoto per la sua prima personale in terra nipponica nella sede giapponese della MAG.

Salvatore Marsiglione