Posts Tagged ‘Luigi Ferraris’

Luigi Ferraris, Terna: la semestrale conferma la solidità delle azioni manageriali intraprese

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

L’AD e DG di Terna Luigi Ferraris commenta i dati del primo semestre 2019, approvati lo scorso 30 luglio: gli utili in crescita a 366 milioni e margini all’80% dei ricavi.

Luigi Ferraris, AD e DG di Terna

Luigi Ferraris: la crescita di Terna nei primi sei mesi dell’anno

I risultati del primo semestre confermano la solidità delle azioni manageriali intraprese“: l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna Luigi Ferraris si è espresso sulla performance del Gruppo nei primi sei mesi del 2019. Numeri che ne confermano la positività: ricavi a 1,09 miliardi di euro, in crescita del 3,3% rispetto allo stesso periodo del 2018, Ebitda a 846,2 milioni (+3,8%) e utile netto di gruppo a quota 366,6 milioni (+1,8%). In aumento anche gli investimenti del periodo, pari a 396,3 milioni (+17,3% sul primo semestre dello scorso anno), mentre l’indebitamento finanziario netto si attesta a 8,3 miliardi dai 7,9 al 31 dicembre 2018. Nel commentarli, l’AD e DG di Terna Luigi Ferraris pone l’accento su “redditività e investimenti in significativa accelerazione, a sostegno del processo di decarbonizzazione già avviato dal Paese“.

Terna, i risultati al 30 giugno 2019: l’analisi dell’AD e DG Luigi Ferraris

L’incremento della redditività, il mantenimento di soddisfacenti livelli di efficienza e i maggiori investimenti ci consentono di guardare con fiducia al perseguimento degli obiettivi indicati nel Piano Strategico che coniugano crescita e generazione di valore per i nostri azionisti” osserva l’AD e DG di Terna Luigi Ferraris che nella conference call con gli analisti ha tenuto a ribadire che “il mercato domestico regolato resta la nostra priorità“. Luigi Ferraris ha inoltre confermato che tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 è prevista l’entrata in esercizio delle interconnessioni con il Montenegro e la Francia.

Terna: la crescita professionale di Luigi Ferraris

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Originario di Legnano, paese della provincia di Milano, Luigi Ferraris ha alle spalle un background di matrice economico-commerciale. Laureatosi presso l’Università di Genova, oggi è Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Terna.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: l’iter professionale dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna

Luigi Ferraris, originario di Legnano, paese della provincia di Milano consegue la laurea in Economia e Commercio presso l’Università di Genova. Muove i primi passi professionali nel 1988 presso Price Waterhouse e gli anni successivi matura diverse esperienze all’interno di importanti aziende internazionali quali Agusta, Piaggio VE, Sasib Beverage, Elsag Bailey Process Automation, Enel e il Gruppo Poste Italiane, dove si occupa del monitoraggio della quotazione in Borsa della società. Nell’aprile del 2017, ottenuta la nomina di Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna S.p.A., si impegna a incoraggiare e agevolare il processo di innovazione, digitalizzazione e sostenibilità. Luigi Ferraris ha all’attivo esperienze in campo accademico: è docente di “Corporate Strategy” presso la LUISS Business School, dove è stato altresì docente di numerosi corsi come quelli di “Energy Management” e “Strategie d’impresa” nell’ambito del Master in Business Administration. In passato ha tenuto i corsi di “Planning and Control”, “Sistemi di controllo di Gestione”, “Corporate finance avanzato” e “Corporate Strategy” presso il dipartimento di Impresa e Management dell’Università LUISS Guido Carli di Roma.

Terna: il profilo della società guidata da Luigi Ferraris

Guidata dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris, Terna è uno dei più grandi operatori di reti per la trasmissione dell’energia elettrica e si inserisce tra le realtà d’eccellenza italiana. Nello specifico, si occupa della programmazione, sviluppo e manutenzione della Rete coniugando competenze, tecnologie e innovazione in linea con le best practices internazionali. Il Gruppo gestisce 72.900 km di linee in alta tensione ed è responsabile della trasmissione e del dispacciamento dell’energia, e pertanto della gestione in totale sicurezza dell’equilibrio tra la domanda e l’offerta di energia elettrica in Italia. La società guidata da Luigi Ferraris ha conseguito importanti traguardi e risultati durante gli ultimi anni di attività, riuscendo ad essere inclusa in prestigiosi indici di sostenibilità, tra cui il Bloomberg Gender Equality Index, che la pone tra le 230 aziende al mondo che contribuiscono a creare ambienti di lavoro più equi e inclusivi. Grazie al Piano di Sviluppo decennale approvato nel 2017, Terna ha portato avanti, sotto la guida di Ferraris, il processo di integrazione delle fonti energetiche rinnovabili, creando un profondo cambio di marcia a livello ambientale ed economico. Nel marzo 2019, è stato presentato il nuovo piano strategico quinquennale del Gruppo che prevede 6,2 miliardi di investimenti sulla rete elettrica italiana, l’impegno economico più alto di sempre.

Luigi Ferraris: Terna partecipa al convegno per la sostenibilità nelle piccole isole

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Piccole isole, da territori inefficienti a modelli sostenibili: questo l’obiettivo centrale dell’incontro svoltosi a Palermo e organizzato da Cnr e Legambiente. Terna, società guidata da Luigi Ferraris, ha già messo a disposizione le proprie risorse e competenze per far fronte a questa sfida.

Luigi Ferraris, profilo professionale

Luigi Ferraris: Terna e il progetto per le piccole isole

Tra i progetti che contribuiscono a migliorare l’approvvigionamento di energia pulita e la gestione virtuosa dei rifiuti e dell’acqua, vi è quello che punta a trasformare le isole minori in modelli innovativi. Se ne è discusso durante un incontro organizzato a Palermo da Legambiente e Cnr, a cui ha preso parte anche Terna, il gestore della rete elettrica nazionale attualmente guidato dall’AD e DG Luigi Ferraris. Il convegno, dedicato proprio alle sfide climatiche e ambientali che le isole si trovano ad affrontare, è risultato un’importante occasione per discutere delle grandi potenzialità di questi territori: le rinnovabili sono ancora poco utilizzate, così come ci sono grandi margini di miglioramento anche per quanto riguarda la raccolta differenziata. In tre quarti delle isole minori non esiste alcun sistema di trattamento, oppure quello esistente non è ottimale. Per questo Terna e l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris si impegnano a innescare il processo di cambiamento che le trasformi da territori inefficienti a modelli innovativi per sistemi sostenibili e approvvigionamento di energia pulita e acqua, nonché per la raccolta dei rifiuti e la mobilità a zero emissioni.

Luigi Ferraris: Terna per Giannutri e Pantelleria

Tra i principali obiettivi sui quali lavorare nei prossimi anni c’è quello di far crescere la produzione di energia verde. A questo proposito, Luigi Ferraris e Terna si impegnano già da alcuni anni a migliorare la situazione nelle isole non interconnesse. I tecnici presenti al convegno hanno approfondito l’argomento, spiegando che la società ha sottoscritto due protocolli di intesa, uno con Giannutri e l’altro con Pantelleria. Nell’isola di Giannutri, Terna ha riqualificato una discarica e ha realizzato una pensilina fotovoltaica sotto la quale depositare i rifiuti. Grazie a tale operazione, l’isola è passata dalla totale dipendenza di energia da fonti fossili al 30% di produzione da rinnovabili. A Pantelleria invece ha agito Terna Plus, mettendo a punto “Pantelleria smart island”: il progetto mira a trasformare l’isola in un esempio di sostenibilità. In questo senso, la società guidata da Luigi Ferraris ha stipulato un protocollo d’intesa con il Comune di Pantelleria e S.Med.E. Pantelleria, l’impresa che si occupa di produrre e distribuire energia elettrica sull’isola. Si punta ad aumentare la diffusione delle energie pulite su tutto il territorio isolano, limitando l’impiego di fonti fossili.

Premio Manager Utility a Luigi Ferraris: Terna protagonista della transizione energetica

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

In occasione del XIX Workshop annuale di Agici e Accenture, Luigi Ferraris ha ricevuto l’importante riconoscimento come Manager Utility 2018 per “l’impegno profuso in Terna quale abilitatore verso un modello energetico sempre più sostenibile, efficiente, sicuro e innovativo”.

Luigi Ferraris, amministratore delegato terna

Premio Manager Utility 2018: il commento di Luigi Ferraris

“Accolgo con grande soddisfazione questo prestigioso premio che rappresenta il riconoscimento dell’impegno mio e di Terna per rendere la rete elettrica sempre più efficiente, sicura e sostenibile”: sono le parole di Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, in occasione della consegna del Premio Manager Utility 2018 – Energia. Il manager ha ricevuto l’importante riconoscimento in occasione del XIX Workshop annuale di Agici e Accenture, svoltosi a Milano. Il tema principale dell’evento è stato definito col titolo Utilities, un patrimonio per la crescita del Paese – Quali politiche per accelerare gli investimenti”. Le motivazioni dell’assegnazione del premio a Luigi Ferraris risiedono nell’impegno per trasformare Terna in un modello sostenibile, efficiente, sicuro e innovativo per la produzione di energia. “Il sistema elettrico rappresenta un fattore fondamentale e abilitante per lo sviluppo sostenibile della società e del territorio, e dovrà essere sviluppato attraverso investimenti volti alla sicurezza delle nostre collettività, da attuare con modalità nuove e innovative di collaborazione e dialogo”, ha commentato il manager, definendo la società tra i “protagonisti” della transizione energetica. “Desidero condividere questo premio con tutti i miei collaboratori”, ha concluso, ringraziandoli per l’impegno e la passione impiegati nel lavoro quotidiano.

Luigi Ferraris: la carriera del manager alla guida di Terna

Luigi Ferraris ha iniziato la sua carriera nel settore auditing di PriceWaterhouse. Dopo aver ricoperto diverse posizioni manageriali in importanti aziende industriali italiane e internazionali, entra nel Gruppo Enel e vi rimane dal 1999 al 2015 con ruoli di crescente rilevanza: è stato Chief Financial Officer del Gruppo e al contempo Presidente di Enel Green Power. Ha svolto il ruolo di Consigliere di Amministrazione della controllata cilena Enersis e, in seguito, di Responsabile dell’Area America Latina, nonché Amministratore Delegato della stessa fino a gennaio 2015. È stato Consigliere di Amministrazione della controllata spagnola Endesa S.A. e di altri importanti società facenti parte del Gruppo. Nel 2015 diventa Consigliere Indipendente della società energetica ERG S.p.A. e Consigliere di Gruppo PSC S.p.A., leader italiana nel settore dell’impiantistica per infrastrutture. Da febbraio dello stesso anno ad aprile 2017 è Chief Financial Officer del Gruppo Poste Italiane, di cui ha guidato il processo di privatizzazione e quotazione in borsa. Luigi Ferraris ha ricevuto l’incarico di Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna nel maggio 2017.

Terna Next Energy: vince il progetto Windcity

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Terna sostiene i progetti innovativi in campo energetico attraverso il programma Next Energy, promosso insieme a Fondazione Cariplo e Cariplo Factory. Giunti alla terza edizione, quest’anno è Windcity ad aggiudicarsi la vittoria, ricevendo dalla Presidente Catia Bastioli un voucher di 50mila euro da spendere in ulteriori servizi di accelerazione.

Terna

Terna Next Energy: vince Windcity

Terna, l’azienda italiana che gestisce le reti per la trasmissione dell’energia elettrica, in collaborazione con Fondazione Cariplo e Cariplo Factory sostiene le startup e i progetti innovativi in campo energetico attraverso il concorso Next Energy. Giunti alla terza edizione, è Windcity ad aggiudicarsi la vittoria. Tutte le idee, focalizzate sul concetto di sostenibilità ambientale, sono state presentate a gennaio nel contesto della “Call for Ideas” e le migliori 10 si sono contese i 50.000 euro in palio. Windcity, il progetto vincitore, come spiega Terna, rappresenta la nuova frontiera delle rinnovabili, trattandosi di una turbina a geometria variabile, composta da mini-turbine auto-adattive capaci di generare energia da vento e acqua, dal nome “V-Stream”. Importante sottolineare come la turbina consenta di utilizzare tali fonti in contesti urbani.

Terna Next Energy: le parole della Presidente Catia Bastioli

Terna rende noto che il team vincitore, insieme agli altri nove, selezionati nel corso della “Call for Ideas” ha avuto l’opportunità di accedere ad un percorso di due mesi adottato per ottimizzarne la fruizione. In occasione della cerimonia di premiazione la Presidente di Terna, Catia Bastioli ha parlato così: “Anche questa terza edizione di Next Energy conferma che l’iniziativa, cresciuta nel tempo, si è conquistata uno spazio riconoscibile nell’ambito dell’open innovation, della sostenibilità e del supporto alle realtà territoriali. In uno scenario in cui innovazione e digitalizzazione si confermano come fattori abilitanti per una gestione del sistema elettrico più smart e flessibile, Next Energy è oggi per Terna una vera e propria opportunità strategica, per accedere a progetti innovativi in grado di supportare questa fase di transizione energetica, attraverso soluzioni frutto della sinergia tra aziende, startup e mondo accademico”.

Luigi Ferraris: l’intervista de “Il Mattino” all’AD e DG di Terna

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Terna investe in Campania: l’AD e DG Luigi Ferraris illustra a “Il Mattino” il piano di investimenti quinquennale per quella che si conferma essere una “regione strategica” per il gruppo.

Luigi Ferraris

Terna, investimenti e progetti in Campania: intervista all’AD e DG Luigi Ferraris

Un piano di investimenti per la Campania per 536 milioni di euro nei prossimi cinque anni. Ne parla l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna Luigi Ferraris a “Il Mattino”. Nell’intervista si evidenzia in particolare il progetto di ammodernamento della rete elettrica regionale, a conferma del valore strategico che la Campania riveste per il gruppo. Uno dei principali interventi riguarderà la rete di Napoli, città a cui “appartiene il 50% dei consumi energetici della regione“. È già in corso di realizzazione: “La rete elettrica di Napoli è particolarmente complessa. Ha degli impianti e dei cavi che hanno una certa età e che richiedono interventi di sostituzione e di manutenzione”. Nel piano anche i progetti di realizzazione del collegamento Sorrento-Capri e dell’elettrodotto Bisaccia-Deliceto, che unirà l’Irpinia con i Monti Dauni, sul territorio pugliese. Come spiega l’AD e DG Luigi Ferraris, il programma di investimenti di Terna in Campania “è focalizzato anzitutto, come in tutta l’Italia, a favorire una corretta integrazione delle rinnovabili e quindi a consentire uno sviluppo che ci dia stabilità di rete”.

Luigi Ferraris a “Il Mattino”: il valore del dialogo con le comunità locali nella progettualità

Circa 15 km di vecchi elettrodotti aerei demoliti, oltre 20 km di vecchi cavi interrati in olio fluido sostituiti con cavi tecnologicamente avanzati e sostenibili per l’ambiente: “Li doteremo di sensoristica e di fibra ottica per poter monitorare e identificare più rapidamente i guasti”. Nell’intervista a “Il Mattino”, l’AD e DG di Terna Luigi Ferraris sottolinea come il piano preveda inoltre l’installazione di linee nuove per 14 km anch’esse interrate. “Il completamento di queste attività è previsto entro il 2023. Stiamo parlando di interventi mirati per i quali ci sono già delle autorizzazioni” aggiunge l’AD e DG specificando come a Napoli si lavorerà su un tessuto cittadino per cui “è molto importante avere un dialogo costante con le istituzioni e con le comunità”. In merito Luigi Ferraris cita “un bell’esempio di questa interazione” sperimentato recentemente dal gruppo: “Abbiamo rivisto un progetto che originariamente prevedeva la costruzione di una nuova stazione a Fuorigrotta. Grazie alla possibilità di usare soluzioni tecnologiche diverse ed all’interazione con il territorio, abbiamo individuato una soluzione che non prevede più la costruzione di una stazione, ma ci consente di utilizzare linee e, soprattutto, una cabina già esistente. In questo modo, oltre al miglioramento dell’affidabilità e continuità del servizio elettrico per cittadini e imprese, grazie all’impiego di nuove tecnologie nell’impianto esistente, abbiamo potuto recepire le istanze dei napoletani”. Un approccio “applicato non solo a Napoli ma in tutta Italia, dove nel 2018 Terna ha avuto più di 300 incontri con le comunità locali”.

Luigi Ferraris: Torino ospita il primo Innovation Hub di Terna

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Terna lancia a Torino il suo primo Innovation Hub: un progetto fortemente sostenuto dall’AD e DG Luigi Ferraris che all’inaugurazione spiega come per il gruppo sia fondamentale promuovere e condividere idee di sviluppo, cambiamento e innovazione.

Luigi Ferraris, Terna

Terna inaugura a Torino il primo Innovation Hub: la partecipazione dell’AD Luigi Ferraris

Un laboratorio dove creare, sviluppare e testare concretamente nuove idee in ambito energetico attraverso l’interazione e lo scambio con realtà esterne come Università, centri di ricerca, startup e imprese. Terna ha aperto a Torino il primo “di otto Innovation Hub che abbiamo intenzione di fare su tutto il territorio italiano”: l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris lo ha ripetuto lo scorso 9 aprile intervenendo all’inaugurazione insieme al Presidente del gruppo Catia Bastioli e al Sindaco Chiara Appendino. “È focalizzato sulla condivisione dell’innovazione applicata alla nostra attività core, quindi alle nostre reti” ha spiegato l’AD: le attività, ascritte prevalentemente all’ambito dell’Internet of Things, riguarderanno i processi di monitoraggio evoluto degli impianti di trasmissione dell’energia. Il gruppo guidato da Luigi Ferraris infatti punta a incentivare ulteriormente la digitalizzazione degli asset e a individuare soluzioni e tecnologie innovative per lo sviluppo e l’ammodernamento della rete di trasmissione nazionale. Il polo di Torino è parte di un quadro più ampio che guarda alla creazione di “sinergie tra le persone e le professionalità di Terna e le eccellenze del territorio per sviluppare idee e percorsi innovativi a beneficio di una rete elettrica sempre più moderna, efficiente, flessibile e sostenibile”.

Terna, il progetto degli Innovation Hub nelle parole dell’AD e DG Luigi Ferraris

Droni, sensoristica avanzata, Iot (internet of things) e satelliti sono alcuni dei progetti intorno a cui si lavorerà nell’Innovation Hub di Torino. “Abbiamo celebrato l’avvio di una cooperazione stretta tra tecnici di Terna, startup innovative e Politecnico di Torino, con l’obiettivo di creare una piattaforma comune, dove condividere idee di sviluppo, cambiamento e innovazione” ha aggiunto l’AD e DG Luigi Ferraris, specificando come l’impegno del gruppo si rifletta nel Piano Strategico 2019-2023. Oltre 6 miliardi di investimenti nei prossimi cinque anni in Italia, di cui 700 milioni indirizzati all’innovazione e alla digitalizzazione: “In particolare per soluzioni innovative a supporto dell’attività di Terna come transmission operator, system operator e la digitalizzazione dei processi di staff che dovranno essere migliorati e ottimizzati in un’ottica di un pieno utilizzo delle tecnologie esistenti di digitalizzazione”. In particolare, come precisato da Luigi Ferraris, 50 milioni verranno investiti per “testare nuove soluzioni un po’ più di confine, sempre coerenti col nostro core business, che se avranno successo potranno essere industrializzate e capitalizzate nelle nostre attività”.

Terna: Luigi Ferraris commenta i risultati della trimestrale

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Crescita dei ricavi del 2,7% per Terna: il CdA del gruppo ha approvato i risultati del primo trimestre del 2019. Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore Generale da maggio 2017, spiega che questa crescita conferma il virtuoso percorso già delineato nel Piano Strategico 2019-2023.

Luigi Ferraris, AD Terna

Luigi Ferraris, AD e DG di Terna, commenta i risultati della trimestrale

Il CdA di Terna ha approvato i risultati relativi al primo trimestre del 2019: i ricavi sono aumentati del 2,7%, passando a 537 milioni di euro dai 523,1 milioni dello stesso periodo del 2018. Questo risultato è attribuibile all’incremento delle attività regolate che riflette l’adeguamento del tasso di remunerazione del capitale investito. “Sono molto soddisfatto dei risultati del primo trimestre dell’anno che confermano il virtuoso percorso di crescita già delineato nel piano strategico 2019-2023”, ha commentato l’AD e DG Luigi Ferraris. “La forte accelerazione impressa agli investimenti pone ancora una volta Terna al centro del processo di transizione energetica verso la completa decarbonizzazione e la piena integrazione in rete dell’energia prodotta da fonti rinnovabili”. L’Ebitda si attesta a 420,2 milioni (+2,7%) e l’utile netto di gruppo del periodo sale a 186 milioni (+1,8%). “Attraverso questi investimenti prosegue inoltre il forte impegno di terna nell’innovazione anche attraverso l’apertura di innovation hub sul territorio per favorire lo sviluppo di una rete sempre più sicura, resiliente e sostenibile”, conclude Luigi Ferraris.

La carriera di Luigi Ferraris: da PriceWaterhouse a Terna

Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna da maggio 2017, Luigi Ferraris è un manager dalla consolidata esperienza professionale. La sua carriera inizia nel settore auditing di PriceWaterhouse. In seguito ricopre diverse posizioni manageriali in aziende industriali italiane e internazionali come Elsag Bailey Process Automation, allora appartenente al Gruppo Finmeccanica e quotata al NYSE. Tra il 1998 al 1999 è Chief Financial Officer in Elsacom, sempre del Gruppo Finmeccanica e attiva nel settore della telefonia satellitare. In seguito, fino al 2015, fa parte del Gruppo Enel e ricopre varie posizioni di crescente importanza. È Chief Financial Officer del Gruppo e finalizza importanti operazioni di Capital market a livello mondiale. È Presidente di Enel Green Power nel medesimo periodo e ne cura il processo di quotazione, oltre a essere Consigliere di Amministrazione della controllata cilena Enersis. Successivamente è Responsabile dell’Area America Latina e AD della stessa, nonché Consigliere di Amministrazione della spagnola Endesa S.A e di altre importanti società del Gruppo. Luigi Ferraris è Consigliere indipendente della società energetica ERG S.p.A. e Consigliere del Gruppo PSC S.p.A. dal 2015 al 2017. Prima di entrare in Terna, da febbraio 2015 ad aprile 2017, il manager è Chief Financial Officer di Poste Italiane.

Luigi Ferraris: Terna come driver di innovazione nella transizione energetica

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

Il 9 aprile 2019, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris, ha inaugurato a Torino, assieme alla Presidente Catia Bastioli, il primo Terna Innovation Hub italiano, un progetto ad altissimo livello di innovazione tecnologica dedicato a droni, sensoristica avanzata, internet delle cose e satelliti.

Luigi Ferraris, amministratore delegato Terna

Terna: Luigi Ferraris, innovazione e digitalizzazione come elementi imprescindibili per abilitare la transizione energetica

Il primo Terna Innovation Hub, come spiegato dallo stesso Luigi Ferraris, in occasione dell’evento inaugurale dello scorso 9 aprile, è focalizzato “sulla condivisione dell’innovazione applicata alla nostra attività core, quindi alle nostre reti”. Il top manager ha ricordato l’importante cifra stanziata sul territorio nazionale dal nuovo Piano Strategico 2019-2023, presentato lo scorso marzo. Il “piano di investimento più alto di sempre nella storia di Terna”, ha sottolineato, ricordando gli oltre 700 milioni di euro destinati a progetti di innovazione e digitalizzazione, che secondo Luigi Ferraris e Terna rappresentano “elementi imprescindibili per abilitare la transizione energetica”. Attualmente si assiste a un sostanziale cambiamento del settore elettrico in direzione di obiettivi che, a livello nazionale, europeo e su scala planetaria, puntano sulla decarbonizzazione e lo sviluppo delle energie rinnovabili. È proprio in questo scenario che Terna, come evidenziato da Luigi Ferraris, “si pone l’obiettivo di esercitare un ruolo guida per una transizione energetica sostenibile, facendo leva su innovazione, competenze e tecnologie distintive, a beneficio di tutti gli stakeholder rilevanti e in particolare delle comunità”.

Luigi Ferraris: Terna Innovation Hub, focus su Internet of things e sul monitoraggio evoluto degli impianti di trasmissione di energia

Digitalizzazione degli asset e ricerca di soluzioni e tecnologie innovative, finalizzate allo sviluppo e all’ammodernamento della rete di trasmissione nazionale, sono al centro del primo Innovation Hub a livello nazionale presentato da Terna e del suo Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris lo scorso 9 aprile a Torino. “Abbiamo celebrato l’avvio di una cooperazione stretta tra tecnici di Terna, startup innovative e Politecnico di Torino, con l’obiettivo di creare una piattaforma comune, dove condividere idee di sviluppo, cambiamento e innovazione”, ha spiegato Luigi Ferraris. Attraverso appositi sensori e infrastrutture di raccolta dati installati sulla rete, associati a piattaforme che consentono di processare ed analizzare i dati attraverso strumenti di Advanced Analytics, si punterà all’identificazione di nuovi trend e al lancio di nuovi progetti, ai quali saranno dedicati circa 700 milioni di euro dei 6,2 miliardi previsti dal piano strategico presentato lo scorso marzo da Terna. Luigi Ferraris ha inoltre aggiunto che circa 50 milioni di euro saranno destinati a “testare nuove soluzioni un po’ più di confine sempre coerenti col nostro core business, che se avranno successo potranno essere industrializzate e capitalizzate nelle nostre attività”.

Luigi Ferraris (Terna): 6,2 miliardi da investire nella rete elettrica italiana entro il 2023

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Approvato il nuovo piano strategico di Terna: tra il 2019 e il 2023, la società guidata da Luigi Ferraris investirà 6,2 miliardi nel miglioramento della rete elettrica nazionale. Una cifra che – come afferma l’AD – rappresenta l’impegno economico più alto di sempre.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: Terna investirà 6,2 miliardi nella rete elettrica italiana

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il nuovo piano strategico di Terna: si investiranno 6,2 miliardi di euro nel rinnovamento della rete elettrica italiana. Non solo, l’obiettivo della società guidata da Luigi Ferraris è quello di integrare e, di conseguenza, promuovere energia prodotta da fonti non rinnovabili. L’Amministratore Delegato ha, inoltre, presentato i risultati consolidati del 2018, che indicano una crescita rispetto all’anno precedente: “Ci affacciamo all’inizio di questo piano, che è il 2019, in ottima salute. Abbiamo chiuso il consuntivo con risultati in crescita rispetto al 2017, che è un’ottima base di partenza per verificare e testare la nostra capacità di realizzare il piano 2019-2023”. Concretamente il gruppo di Ferraris intende impegnarsi nello sviluppo della rete di trasmissione nazionale, delle interconnessioni con l’estero, attività di rinnovo degli asset e miglioramento della qualità del servizio ed efficienza.

Luigi Ferraris: un investimento per promuovere le rinnovabili

Tra i valori distintivi di Terna spicca la sostenibilità. La società di Luigi Ferraris, infatti, ha ricevuto diversi riconoscimenti, quali il Premio Manager Utility per l’impegno e la professionalità dimostrata nel rendere la rete elettrica sempre più efficiente, sicura, ma soprattutto sostenibile. In particolare, Terna vuole affermarsi come protagonista della transizione energetica; di conseguenza il piano si focalizzerà sulle strategie legate alla sostenibilità, con un incremento di fonti di energia rinnovabili e attenzione al territorio. A confermarlo sono le parole di Luigi Ferraris: “L’investimento previsto per l’Italia nei prossimi cinque anni è il più alto di sempre e punta ad accelerare la transizione energetica del Paese verso un sistema con più auto elettriche, più pompe di calore, minore capacità produttiva da fonti fossili e maggiore da fonti come il vento e il sole, che non permettono di variare la produzione in base alla domanda del momento”.