Posts Tagged ‘La via della felicità’

Il giardino dei giochi a Padova: la scorsa domenica dedicata ai bambini

Scritto da Loredana Boschetti il . Pubblicato in Religione

Gonfiabili, campo da basket e tanti altri svaghi con La via della felicità

La scorsa domenica è stata interamente dedicata ai bambini ed al divertimento presso la prima edizione de “Il giardino dei giochi” a Padova. Un percorso che, partito dalla Giornata Internazionale della Felicità, dello scorso 20 marzo, è giunto a completamento domenica, con giochi e banchetti ideati per i più piccoli.

La giornata a porte aperte ha favorito l’accesso gratuito di bambini e famiglie a giochi, giostre gonfiabili, campo da basket, pista da bowling, caccia al tesoro, macchina dello zucchero filato e tanto altro, per un pomeriggio interamente dedicato al divertimento.

L’iniziativa è stata creata dall’associazione La via della felicità nata dopo la scoperta dell’omonima guida al buon senso laica scritta da L. Ron Hubbard, forse il primo codice morale non religioso, completamente basato sui sani principi. Uno di questi riguarda proprio i più piccoli e recita “Ama ed aiuta i bambini”, in quanto saranno la civiltà del domani.

I volontari ispirati da questo, hanno deciso di organizzare un’occasione di svago, divertimento e condivisione, che ha riscontrato un notevole successo, per ricordare l’importanza della felicità nella vita di tutti i giorni. Durante l’evento Il giardino dei giochi infatti sono giunti numerosi cittadini per partecipare alle diverse attività in giardino. Incredibile la gioia dei bambini che hanno preso parte attiva ai giochi, ma anche degli stessi genitori presenti.

Inoltre ai più piccoli è stato spiegato un ulteriore precetto de La via della felicità ovvero “Rispetta ed aiuta i tuoi genitori”, creando così un momento di vera armonia per tutti i partecipanti.

“Benché non si possa garantire che tutti gli altri siano felici, si possono aumentare le loro possibilità di sopravvivenza e di felicità. E, con le loro, aumenteranno anche le tue”.

Rimbocchiamoci le maniche per ripulire la città – nuovo appuntamento sul lungo mare di Marotta

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

I volontari della Via della felicità Senigallia torneranno di buona lena a dedicarsi alla cura dell’ambiente con una pulizia del degrado, e domani sarà la volta del lungomare di Marotta. 

Nei giorni scorsi è stato effettuato un intervento nella zona di via Brodolini dove sono state raccolte cartacce, lattine ecc…, ma a distanza di qualche giorno i volontari  hanno programmato un’ulteriore operazione, stabilita per domani pomeriggio alle 15.00 sul lungomare della bellissima cittadina marchigiana.

Oltre a rendere più piacevole e pulita la zona frequentata dai passanti e abitanti della zona, l’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare le persone ed essere  più partecipi  nel mantenere la città pulita ed è anche  un invito agli abitanti per la segnalazione di eventuali zone da ripulire.
Comunque l’invito è esteso a chiunque voglia partecipare agli interventi di  pulizia, dando così il buon esempio, come dice anche il filosofo L. Ron  Hubbard, a cui i volontari si ispirano, che sostiene: “Ci sono molte cose che le persone possono fare per aiutare ad avere cura del pianeta. Si inizia con l’ impegno personale, si prosegue suggerendo agl’altri di fare altrettanto”.
La pulizia e l’igiene nelle nostre città, sono ingredienti indispensabili ad  elevare lo standard di vita.  Per segnalazioni o per partecipare puoi contattare il numero  071 659373 o consulta il sito dei volontari: www.laviadellafelicita.org

Pulizia dell’area verde di via Brodolini a Marotta; piccole azioni sull’ambiente che fanno la differenza

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

Marotta: Lunedì 18 marzo, i volontari de La via della felicità, riprendono le raccolte del degrado nell’ area verde di via Brodolini.
Queste raccolte che da diversi anni sono indirizzate al degrado delle zone verdi e delle spiagge libere della zona, sono un segno e un esempio dell’impegno dei volontari a sostegno dell’ambiente; ma in primo luogo al miglioramento dello standard di vita.
L’iniziativa si svolgerà lunedì nel dalle 15.00, con i volontari armati di guanti, pinze e sacchi per la raccolta dei rifiuti abbandonati.
Il vento dei giorni scorsi ha portato nell’area verde cartacce, buste di plastica e pacchetti di sigarette vuoti, ecc. … obiettivo di bonifica dei volontari; oltre alle lattine abbandonate che normalmente vengono raccolte nella zona.
Notoriamente le affermazioni sono “Ci deve pensare… !!! “,”Gli altri sporcano !!! ” ma la realtà dei fatti è che una maggiore attenzione da parte dei cittadini e un’informazione ed incremento di educazione, andrebbe sostenuta a forza.
“Sono diverse le persone di buona volontà oltre a noi che si dedicano a questa città, ma non basta.” sostiene Renata Aiudi, organizzatrice dell’iniziativa. “Non è facile raccogliere una carta gettata da ‘un’altro’, ma va fatto se vogliamo invertire l’andamento che appare sotto i nostri occhi. Anno dopo anno le cose stanno degenerando. Sempre di più ci riesce facile dare la colpa al governo, alla regione, alla provincia, tra un po’ non ci resterà più nessuno da incolpare, e allora …?!!!. Noi volontari crediamo sia meglio fare qualcosa al riguardo per risolvere velocemente la situazione, e quando qualcosa non va chiedersi :”Cosa potrei fare io ?!!”
L. Ron Hubbard, nell’opuscolo La via della felicità scrisse: “L’idea che ognuno di noi possieda una parte del pianeta e che possa e debba aiutare a prendersene cura, può sembrare esagerata e, a qualcuno, piuttosto irreale….
“La cura del pianeta comincia con il cortile di casa tua. Si estende alla zona che si percorre per andare a scuola o al lavoro. Comprende anche i posti dove si va a fare un picnic o dove si va in vacanza. Non è necessario aumentare la sporcizia che inquina la terra e le falde acquifere, né aumentare i pericoli d’incendio nelle boscaglie, anzi, nel tempo libero si può fare qualcosa di costruttivo.”

Chiunque può partecipare all’iniziativa, o anche segnalare zone che necessitano di qualche intervento di pulizia straordinaria del verde, piste ciclabili, spiagge libere ecc… telefonando al numero 071 659373.

La via della felicità al Carnevale di Cento

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

La vera gioia e la vera felicità non hanno prezzo. La tua felicità può esser trasformata in tragedia e dolore dalla disonestà e cattiva condotta degli altri.

Ritornano domenica al carnevale di Cento i volontari con la distribuzione di copie degli opuscoli La via della felicità.
La scelta di azioni e decisioni richiede capacità e saggezza, non solo l’interesse personale o l’interesse del gruppo. Con 21 precetti, La Via della Felicità aiuta una persona nelle scelte da prendere nel corso della vita. Potrebbe trattarsi del primo codice morale non religioso basato interamente sul buon senso.
FATTI:
IL QUADRO GENERALE
Il fascino universale de La Via della Felicità descritto dalle cifre.
21 PRECETTI
Impartire i valori morali da “Abbi Cura di Te Stesso”, a “Sii Degno di Fiducia”, a “Fiorire e Prosperare”.
115 LINGUE
La Via della Felicità detiene un record del Guinness dei primati come libro non religioso tradotto in più lingue.
187 LE NAZIONI
in cui si trovano sostenitori e distribuzione coordinata della Via della Felicità.
118 MILIONI DI OPUSCOLI
distribuiti in tutto il mondo dalla sua pubblicazione nel 1981, fornendo una bussola morale da seguire nella vita.
La Fondazione della Via della Felicità opera per invertire il decadimento morale della società, ripristinando fiducia e onestà attraverso l’ampia distribuzione dei 21 precetti.
“Benché non si possa garantire che tutti gli altri siano felici, si possono aumentare le loro possibilità di sopravvivenza e di felicità. – scrisse L. Ron Hubbard nell’introduzione- E, con le loro, aumenteranno anche le tue.”
Usando questo libro si può senza troppe difficoltà, aiutare le persone a sopravvivere e a condurre una vita più felice.
Per informazioni visita il sito: www.laviadellafelicita.it

Anche quest’anno arriva il secolare Carnevale Centese – presenti anche i volontari de “La via della felicità”.

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

Anche quest’anno arriva il secolare Carnevale Centese – presenti anche i volontari de “La via della felicità”.

La Via della Felicità è ricca di indicazioni preziose per invertire il decadimento della società, ripristinando fiducia e onestà.

Anche per questo anno si riparte con lo storico Carnevale di Cento, che inizierà domenica 10 febbraio e si concluderà il 10 marzo 2019; proprio a Cento, località che per quest’occasione si trasforma con coloratissimi carri, sfavillanti costumi, musiche, feste in ballo, concerti con tanti vip, travestimenti… e tanto, tanto divertimento.
Come per tradizione e per ciò che rappresenta oggi il carnevale, nella giornata di domenica 10 Febbraio, i volontari de “La via della felicita” regaleranno al vasto pubblico una copia dell’opuscolo “La via della Felicità”, con l’augurio di poter vivere più felicemente ogni istante della propria vita.
Ispirati dagli insegnamenti del filantropo L. Ron Hubbard, allo scopo di riportare in vita quei principi tanto antichi ma sempre attuali alla base di una migliore convivenza fra le persone, e di una vita più felice per tutti, una quindicina di volontari si sono attivati per effettuare una mega distribuzione per le vie del centro, proprio domenica prossima dalle ore 13.30 all’ingresso del circuito carnevalesco in via I Maggio e via XX Settembre  – e a seguire presso gli altri ingressi – con migliaia di copie di opuscoli che verranno distribuite mano per mano al vasto pubblico.

Questa guida scritta dal filosofo umanista L. Ron Hubbard contiene 21 punti
per avere una vita felice.
I 21 precetti della Via della Felicità promuovono la gentilezza, l’onestà e forniscono
gli strumenti di base del vivere, aiutano nella prevenzione all’uso di stupefacenti e
salvaguardano l’unità familiare. È un messaggio che ha cambiato milioni di vite, non con prediche, ma attraverso il buon senso, facendo appello alla bontà fondamentale di ogni individuo.
Gli opuscoli invitano e promuovono a prendersi responsabilità per i propri simili, per il vicinato, le comunità e, di fatto, per il mondo.

Estremamente popolare sin dalla sua prima pubblicazione avvenuta nel 1981,
è stata distribuita in più di 100 milioni di copie in 205 paesi e territori, fornendo a tutti una bussola morale su cui basare la propria vita.
La Via della Felicità ha dimostrato risultati nel creare un impatto positivo sui giovani e ridurre la violenza nella comunità. È stata usata efficacemente come strumento di educazione per i giovani e ha dato loro la guida di cui hanno bisogno per riuscire nella vita.

Tiziana Bonazza

Pulizia Parco Pubblico di via Brodolini a Marotta

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione, Società

Pulizia Parco Pubblico di via Brodolini a Marotta

Prendersi cura dell’ambiente che ci circonda è un azione che va a beneficio dell’intera comunità e del pianeta.

Grandi sostenitori dei principi  menzionati nelle opere del filosofo L. Ron Hubbard sono i volontari di Scientology di Senigallia che si attiveranno nuovamente per ripulire il Parco Pubblico di via Brodolini a Marotta.

L’iniziativa è prevista per l’inizio della prossima settimana per rimuovere cartacce, bottiglie e quant’altro sia presente nel verde pubblico adibito come area attrezzata.

Il verde, come altre superfici comuni, è un bene della comunità e in quanto tale va mantenuto e conservato con questo spirito, e a maggior ragione va reso più sicuro e pulito.

Il filosofo L. Ron Hubbard scrisse diverse cose riguardanti l’uomo tra cui dare il buon esempio: ”noi influenziamo molte persone. Questa influenza può essere buona o cattiva. Se vivi seguendo delle buone regole, darai un buon esempio. Non sottovalutare gli effetti che puoi avere sugli altri semplicemente parlando di queste cose e dando tu stesso un buon esempio.”

Infatti oltre a rendere più piacevole e pulita la zona frequentata dai passanti ed abitanti del luogo, l’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare le persone ad essere  più partecipi  nel mantenere la città pulita, utilizzando gli appositi contenitori per rifiuti e più educazione nel vivere in società.

Il valore che queste aree ricoprono per il gradevole aspetto sono tutti ingredienti  molto apprezzati dalle migliaia di persone  che vivono nella località balneare, specialmente in estate ricca  di turisti e stranieri.

Per maggiori informazioni consulta il sito: www.laviadellafelicita.org

Più felicità per la città!

Scritto da Loredana Boschetti il . Pubblicato in Religione

I volontari della fondazione alle prese con la distribuzione di opuscoli gratuiti dal titolo “La Via della Felicità”.

Domenica 13 gennaio nel pomeriggio i volontari della Fondazione “La Via della Felicità”, si sono impegnati nella città di Padova con un’operazione specifica in zona Arcella per la distribuzione di opuscoli intitolati “La via della felicità”.

“Il potere di indicare la via verso una vita meno pericolosa e più felice è nelle tue mani”. L. Ron Hubbard

I volontari, ispirati dalla citazione di L. Ron Hubbard hanno portato per le strade di questo speciale quartiere multietnico di Padova, un opuscolo nel quale sono indicati numerosi principi ideali per vivere nel pieno rispetto di se stessi e degli altri, raggiungendo in questo modo la “via della felicità”.

Un libro scritto da L. Ron Hubbard che è messo gratuitamente a disposizione dei cittadini nel corso della distribuzione pomeridiana, con al suo interno numerosi principi di buona condotta che consentono di vivere serenamente e con dignità.

Inoltre esiste il Kit di Risorse per l’Insegnante che fornisce strumenti potenti ed efficaci per insegnare i principi basati sul buon senso de La Via della Felicità. Grazie ai curriculum de La Via della Felicità, i giovani imparano ad applicare i concetti fondamentali di rispetto, decenza e umanità.

Per maggiori informazioni visita il sito: www.laviadellafelicita.org

Volontari a Castelplanio per augurare un buon 2019 con un codice morale basato unicamente sul buon senso – La via della felicità di L. Ron Hubbard.

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

Per augurare un buon 2019 all’insegna dei valori e del buon senso, che storicamente hanno delineato gli argini della via verso una vita migliore per tutti, i volontari della Missione di Senigallia sabato saranno presenti al centro commerciale di Castelplanio, paese medievale marchigiano detto Castello, presentando le opere di L. Ron Hubbard e distribuendo gratuitamente copie de La via della felicità augurando a tutti pace e felicità per il nuovo anno!

Ma L. Ron Hubbard, chi era veramente? E ancora: perché scrisse questo codice privo di connotazioni religiose, la cui punta di diamante è probabilmente un libretto intitolato La Via Della Felicità?

Un’analisi quantitativa riportata nella rivista dello Smithsonian Institution  colloca il Fondatore di Scientology tra le figure religiose più importanti della storia degli Stati Uniti.

Nella sua edizione 2015 per collezionisti, la rivista dello Smithsonian Institution ha posizionato L. Ron Hubbard, fondatore della religione di Scientology, tra i 100 americani più influenti di tutti i tempi.
La rivista lo ha inoltre incluso tra le 11 personalità più importanti della storia americana in ambito religioso, menzionando il suo storico bestseller, Dianetics, la forza del pensiero sul corpo, e la conseguente nascita di Scientology, una religione che oggi conta 11.000 chiese, missioni e gruppi in 167 nazioni.

E’ curioso che per descrivere l’immenso lavoro, i campi d’interesse e le opere di L. Ron Hubbard, il fondatore di Scientology, sia stato necessario un immenso lavoro di ricerca.

A colmare questa lacuna ha provveduto la recente pubblicazione di una sua biografia, molto estesa e sui generis al punto da essere chiamata “enciclopedia biografica”. Sono ben 16 volumi, corredati da foto e da suoi scritti originali, alcuni inediti.

A differenza di altre biografie di personaggi famosi, che si dilungano a volte morbosamente su dettagli spesso riportati da terze persone, questa invece dà la parola alle opere del protagonista, mettendo in primo piano il suo pensiero e le varie diramazioni dei suoi interessi e attività.

Alcuni dei volumi, ad esempio, rivelano che nell’arco della sua vita Hubbard aveva portato avanti una serie di ricerche nel sociale, toccando vari settori chiave quali l’istruzione, il recupero dalla droga e la riabilitazione dei criminali. Ricerche che sono sfociate in una serie di pubblicazioni e di metodologie usate oggi con successo in scuole, centri di riabilitazione e istituti carcerari di vari paesi.

È un filone a sé stante rispetto a Scientology, privo di connotazioni religiose, la cui punta di diamante è probabilmente un libretto intitolato La Via Della Felicità, un codice morale basato unicamente sul buon senso. Tra tutte le opere di Hubbard, vanta in assoluto il maggior numero di ristampe, avendo superato i 100 milioni di copie pubblicate in 97 lingue. In una ipotetica classifica dei libri più venduti di sempre, il cui podio è occupato dalla Bibbia, dalle Citazioni di Mao e dal Corano, si piazzerebbe subito dopo i primi dieci. Niente male per un libro che ha poco più di trent’anni di vita (è stato scritto da Hubbard nel 1980 e pubblicato per la prima volta nel 1981).

Uno dei motivi di una così rapida diffusione è stato il suo utilizzo da parte di varie istituzioni, associazioni ed enti in zone di forti tensioni o ad alto tasso di criminalità, come strumento di educazione e di prevenzione. Attualmente ne stanno facendo ampio uso i corpi di polizia di Ecuador e Colombia, distribuendolo in modo massiccio tra la popolazione delle aree più esposte al crimine. Potrà sembrare strano, ma si possono ottenere risultati inaspettati parlando alle persone di onestà, valori morali e integrità personale senza minacce o bacchettate, ma facendo leva sul buon senso e sul potere di scelta individuale.

La libertà di scelta è un motivo conduttore in molte opere di Hubbard, un ingrediente essenziale secondo lui per la crescita di individui e nazioni. Uno dei volumi biografici riporta suoi articoli e saggi sul ruolo della giustizia e sugli effetti negativi della punizione, oltre ai retroscena della nascita del libretto La Via Della Felicità.

Per conoscere veramente la figura e le opere di L. Ron Hubbard visita il sito www.lronhubbard.it.

Distribuzione di opuscoli “La via della felicità” a Cesenatico

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

Martedì 8 gennaio i volontari “La via della felicità Cervia – Amici di L. Ron Hubbard “della Romagna fanno una distribuzione di opuscoli su “La via della felicità”, una guida al buon senso per una vita migliore. Questa distribuzione viene fatta ai commercianti di Cesenatico.

Si parla tanto di felicità quasi come un sogno! Ma che cos’è la felicità e come si può raggiungere?

La felicità consiste nell’impegnarsi in attività di valore.

In fondo esiste solo una persona che può dire con certezza cosa ti farà felice: te stesso.

Questo opuscolo contiene 21 precetti, in realtà, i margini della carreggiata. Violandoli si è come l’automobilista che esce di strada : il risultato può essere la rovina di un attimo, di un rapporto, di una vita. Solo tu puoi dire dove porta la strada. Spetta a ciascuno stabilire i propri obbiettivi per ogni momento, ogni relazione, ogni fase della propria vita.

A volte ci si può sentire come foglie trascinate dal vento, ci si può sentire insignificanti come un granello di sabbia lungo una strada sporca. Ma nessuno ha mai detto che la vita era una cosa calma e ordinata ; non lo è. Una persona può, in misura più o meno grande, tracciare il proprio percorso e seguirlo. Naturalmente si avranno occasionalmente delle sconfitte cercando di applicare e di far applicare questo libro. Se si rimane entro i margini di questa vita non si può sbagliare di troppo. L’emozione positiva, la felicità e la gioia vere, non vengono da vite spezzate, ma da altre cose.

La via della felicità è un’autostrada per coloro che ne conoscono i margini.

Tu sei il guidatore.

Buon viaggio

Aspettando il Natale: conclusa l’iniziativa di beneficenza natalizia di Scientology

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Si è tenuta sabato pomeriggio la festa di beneficenza “Aspettando il Natale” dei volontari dell’associazione “La via della Felicità” alla presenza di autorità, rappresentanti di associazioni

«E’ ormai tradizione per noi celebrare il Natale all’insegna della beneficenza e della solidarietà – ha detto Tiziana Bonazza della Chiesa di Scientology – E questa sera, come da tradizione, abbiamo ospitato l’iniziativa natalizia dei Volontari de La Via della felicità, che da anni si ispirano all’omonima alla guida al buon senso, per una vita migliore, del filosofo L. Ron Hubbard. Anche quest’anno l’iniziativa ha visto impegnati molti volontari per dei mesi per poter dare un sorriso alle famiglie meno fortunate della nostra città».

L’iniziativa:

Nel quartiere, da un paio d’anni, l’iniziativa si svolge in collaborazione all’associazione Nuova Arcella, e commercianti del quartiere che si son adoperati, non solo personalmente, ma sensibilizzando i propri clienti a fare un dono. Uno speciale ringraziamento va dell’Angolo della Biancheria per aver contribuito, oltre con dei doni, anche con le borse che son state consegnate.

Ettore Botter coordinatore dell’attività dei volontari, ha dato un grosso riconoscimento a tutti coloro che hanno sostenuto e lavorato impegnandosi nella riuscita dell’iniziativa, dicendo: «Grazie alla sensibilità dei cittadini, aziende e negozianti del quartiere, anche quest’anno son stati realizzati più di 200 borsoni come quelli che vedete …che verranno consegnati prima di Natale, e di questo devo veramente ringraziare tutti. E’ un piccolo gesto, ma fatto con il cuore, per far sentire la vicinanza dell’intera comunità a chi ne ha più bisogno».

Da oltre 20 anni i volontari de La via della felicità si adoperano per raccogliere doni da distribuire; inizialmente erano solamente persone più anziane oppure ospiti delle case di riposo, da qualche anno però l’attività si è estesa alle famiglie che per la crisi si son trovate in difficoltà. Alla fine della serata, i doni raccolti e impacchettati son già stati consegnati direttamente ad amministratori, associazioni e parrocchie che pensano poi alla consegna.

Importanti e sentite le parole di encomio per l’iniziativa da parte del Sindaco di Grantorto Luciano Gavin presente a nome di alcune associazioni del suo comune, oltre che a quelle dei rappresentanti delle associazioni di beneficenza tra cui Flora Grassivaro l’Associazione delle Donne per la Pace nel mondo, Ibrahim Azakay dell’associazione Assais, e e di Angelo Chirulli rappresentante dell’Associazione delle Famiglie per la Pace nel mondo. Per il pubblico erano anche disponibili copie gratuite dell’opuscolo La via della felicità di L. Ron Hubbard che i volontari hanno distribuito durante la raccolta doni, a cui i volontari si sono ispirati per la realizzazione dell’evento di beneficenza.