Posts Tagged ‘incontri’

Veloce e non Impegnativa, la Chat Gratis senza Registrazione

Scritto da Davide Ruggeri il . Pubblicato in Lifestyle

Per chattare e conoscere tante persone, non sempre è necessario registrarsi: con le chat gratis senza registrazione si può parlare con tantissime persone senza dover fornire un indirizzo email.

Chat gratis senza registrazione: per limitare lo spam ma non i contatti

Spesso quando inseriamo il nostro indirizzo email per registrarci ad una chat, questo indirizzo viene registrato e va a far parte di archivi tramite i quali verranno successivamente inviati alla nostra casella di posta elettronica moltissimi messaggi, alcuni promozionali, altri vero e proprio spam che ci va ad intasare inutilmente la casella di posta.

Per ovviare a questo inconveniente, senza per questo limitare le nostre possibilità di fare nuove conoscenze, possiamo usufruire delle più comode e sicure chat gratis senza registrazione.

Sono molti i siti che mettono a disposizione dei propri utenti, in modo totalmente gratuito, servizi di chat gratis senza registrazione.

Lo scopo non è infatti quello di raccogliere indirizzi email per un successivo invio di mail pubblicitarie, ma è proprio quello di tenere gli utenti sul sito. La pubblicità delle chat gratis senza registrazione, infatti, è diretta, immediata e visibile sul sito. Una volta lasciata la pagina web che ci offre la chat, nessuna ulteriore pubblicità verrà ad infastidirci.

Gli utenti delle diverse chat variano e capita di non trovare subito una atmosfera adatta ai nostri gusti, in cui sentirci a nostro agio e in cui chiacchierare tranquillamente: con le chat senza registrazione avremo modo di provare divere room senza per questo consegnare il nostro, privato, indirizzo email a diversi siti e a diverse chat, magari solo per scoprire che i frequentatori non sono di nostro gradimento.

Le chat gratis senza registrazione, quindi, sono il modo più comodo e più veloce di fare, in totale privacy, quattro chiacchiere con gli amici che troveremo online e gli avvisi pubblicitari del sito saranno nulla più che un contorno momentaneo, esattamente come la pubblicità che si trova in giro nella quasi totalità dei siti internet.

Questa domenica festa per single a Roma

Scritto da marcsellier il . Pubblicato in Italia, Lifestyle

In un’era bersagliata da nuove tecnologie e nuovi modi di “incontrare” virtualmente gli amici potrebbe essere utile fare riferimento a qualcosa di nuovo ed innovativo. Ed ecco quindi che per spezzare la routine che ci vede protagonisti di un mondo fittizio dettato da regole e ambienti digitali e da colossi del web che ci impongono di stare davanti ad un freddo computer a capo chino davanti ad uno schermo piuttosto che uscire all’aria aperta con amici a godersi il sole o la pioggia, sarebbe meglio andare ad incontrare gente reale nel mondo vero con cui è possibile conversare faccia a faccia.

Per chi si ritrova ad essere single, un’abitudine del genere può essere un toccasana perchè si moltiplicano notevolmente le possibilità di conoscere nuove persone. Proprio su questa base, sulla voglia di fare nuove esperienze, di avere nuovi flirt o più semplicemente nuovi amici, nasce l’idea dello speed date.

Lo speed date proviene direttamente dagli USA. E’ in pratica un gioco molto originale che ha il solo scopo di abbattere le barriere formali che ci siamo imposti in questa società sempre più distaccata dalle relazioni sociali. Se ad esempio gli organizzatori dello speed date riescono a far riunire 60 single in un locale, ci si ritrova ad avere mediamente il 50% di partecipanti single di sesso opposto al proprio! Attraverso il gioco si dispone di 3 minuti per parlare con ogni partecipante sperando che la persona che ci si ritrova di fronte segni una preferenza per l’interlocutore. Grazie ad un confronto delle schede e dei vari risultati, si conosceranno tutte le “coppie” createsi nell’arco della serata. Grazie a questo meccanismo sarà quindi possibile procedere allo scambio dei numeri di telefono. Per ulteriori domande in merito al funzionamento del gioco vi rimandiamo a questo link di approfondimento.

Il prossimo speed date a Roma sarà disponibile questa domenica alle ore 20.00 presso il The Club 98, grazioso locale situato in zona Monteverde (Roma). Nel prezzo di entrata e partecipazione (15 euro donne, 20 euro uomini)  è inclusa anche un’apericena con consumazione a scelta.

Lo speed date è quindi un’utile alternativa alle possibilmente noiose serate tra amici. E’ sicuramente qualcosa di diverso ed originale a cui, una volta partecipato, è difficile rinunciare. Le risate ed il divertimento sono infatti assicurati grazie all’alta concentrazione di tantissime diverse personalità con cui chiacchierare nel corso della serata.

“Cultura Genova”: attesissimo il festival artistico letterario ideato dal manager Salvo Nugnes

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Celebrità, Cultura, Libri

A fronte del grande successo che sta riscuotendo “Cultura Milano”, si preannuncia un calendario di eventi imperdibili quello del Festival Artistico Letterario “Cultura Genova” promosso e organizzato dal manager agente dei vip Salvo Nugnes.

La data d’inaugurazione ufficiale è fissata per venerdì 4 aprile con la presentazione dell’ultimo coinvolgente romanzo della nota giornalista scrittrice Silvana Giacobini, dal titolo “Il leone di Terracotta” (Cairo).

Gli appuntamenti, tutti con ingresso libero, avranno un’alternanza ciclica di incontri in stile conferenze e presentazioni editoriali, con esponenti illustri del panorama attuale come Bruno Vespa, Umberto Veronesi, Francesco Alberoni, Corrado Augias, Giorgio Forattini, Vittorio Sgarbi, Katia Ricciarelli, Patty Pravo, Claudio Brachino e molti altri. Le tematiche affrontate saranno di grande attualità e interesse pubblico e sarà possibile intavolare anche un dibattito aperto con i rinomati personaggi ospiti.

Salvo Nugnes patron di “Cultura Genova” spiega compiaciuto “Sono davvero soddisfatto di portare questo prestigioso programma di iniziative a Genova. Abbiamo già ampiamente vinto la scommessa con -Cultura Milano- e -Cultura Padova- e sono convinto, che saremo premiati anche nella magnifica città marinara. Il nostro obiettivo primario è da sempre proiettato alla divulgazione della cultura alla portata di tutti, con una formula ormai positivamente collaudata negli anni”.

Come sedurre nuove ragazze

Scritto da marcsellier il . Pubblicato in Lifestyle

Viviamo in un’era in cui tutto è fin troppo superficiale e scorrevole e, tra lavoro ed impegni vari, ci resta pochissimo tempo a disposizione per i rapporti interpersonali e per allacciare nuove amicizie. Le uniche 3-4 ore a disposizione sono lasciate pressochè nel weekend tra una mangiata in pizzeria con i cari e vecchi amici e la passeggiata in famiglia o con qualche amico la domenica pomeriggio. Queste sono le abitudini che hanno la maggior parte di noi.

E’ normale che in questo modo riuscire a crearsi nuove amicizie, fare nuove conoscenze e avere così la possibilità di conoscere nuove donne con cui magari flirtare o instaurare un rapporto duraturo nel tempo, diventa molto difficile e meno probabile. Il tempo a disposizione per questo tipo di attività risulta essere sempre di meno e così, paradossalmente nonostante la tecnologia dovrebbe aiutarci in questo tra chat, social network e siti di incontri, ci si ritrova sempre più soli e sempre più davanti ad un freddo schermo intenti a premere inutili pulsanti e a chattare magari con chi si ritrova dall’altro lato del pianeta non concludendo così nulla di concreto.

Non tutti sanno però che ultimamente un gioco proveniente dall’America è stato ideato appositamente per questo tipo di società che va sempre di corsa e non ha il tempo per realizzare una famiglia o più semplicemente vivere un’avventura d’amore senza alcun obiettivo prefissato: stiamo parlando degli speed date, un simpatico ed innovativo modo di conoscere nuove persone che negli ultimi anni è approdato anche da noi riuscendo ad avere un discreto successo. Chi ad esempio ha partecipato alle serate per single organizzate dal sito www.speeddatemilano.it spiega che ne è rimasto pienamente soddisfatto. In molti sono riusciti ad avere anche più di un abbinamento: il gioco in pratica vuole che un certo numero di single uomini e donne si riuniscano in un locale accogliente e che, trovandosi seduti gli uni di fronte agli altri, abbiano ogni volta 5 minuti a disposizione per chiacchierare e conoscersi riuscendo così ad avere una prima idea su chi sta dall’altro lato del tavolino. Tutte le preferenze vengono annotate e così a fine serata si sa quali abbinamenti, quali coppie, si sono create. In seguito è compito degli organizzatori ricontattare le coppie per fornire loro i contatti dell’altra persona.

Si tratta di una tecnica efficace per riuscire a conoscere nuove donne coetanee e possibilmente riuscire a sedurle in appena 5 minuti. Ad ogni serata c’è letteralmente l’imbarazzo della scelta, basta solo saper scegliere in base ai propri gusti ed alle proprie aspettative.

Gli incontri occasionali sul web

Scritto da occasionali il . Pubblicato in Nuovo Sito Web

Una tendenza che si sta diffondendo anche in Italia è quella legata agli incontri on line. Sempre più spesso si cerca il proprio partner sul web o anche soltanto per avere una relazione piccante. Gli strumenti come i social network o le community on line sono sempre più frequentate dagli internauti in cerca di incontri.

Ma quali tipi di incontri vengono maggiormente ricercati? Cosa cercano maggiormente gli italiani quando navigano alla ricerca del partner? Per rispondere a questa domanda abbiamo navigato parecchio in rete ed abbiamo scoperte alcune cose interessanti che vogliamo segnalarvi.

Esistono tantissimi siti e community on line che propongono incontri occasionali e relazioni senza impegno e questo sembra essere la nuova tendenza degli italiani. Non più incontri per trovare l’anima gemella e la storia della vita ma semplici e magari piccanti relazioni occasionali senza impegno. Una tendenza che trova le sue giustificazioni in un modificato approccio ai rapporti interpersonali. Tutto e soprattutto sul web si consuma in maniera veloce ed anche i rapporti interpersonali e gli incontri vanno vissuti in maniera molto veloce ed il più possibile appagante.

Tra i tanti siti che abbiamo visionato vi vogliamo segnalare uno , in particolare, che sembra essere molto gettonato. Il sito dal nome già parla molto chiaro: incontri-occasionali.com . La registrazione è gratuita e consente incontri occasionali senza impegno e senza compromessi.

Se volete vedere il sito cliccate sul link

PROMOSSA A PIENI VOTI LA PRIMA EDIZIONE DI BUSINESS MEETS ART ORGANIZZATA DA ETRARTE

Scritto da Associazione culturale ETRARTE il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura, Italia

Grande affluenza di pubblico da tutta la Regione: molti i temi del dibattito che ha animato le due giornate

Gli appuntamenti udinesi di venerdì 19 e sabato 20 ottobre di Business Meets Art, primo convegno nazionale su arte e impresa curato dall’Associazione ETRARTE in coprogettazione con il Comitato Trieste Contemporanea hanno centrato un tema che si sapeva di grande dibattito nel campo degli addetti ai lavori ma che si è dimostrato di grande interesse e attualità anche per il pubblico più largo. Sia le sessioni di confronto svoltesi in Sala Ajace, che l’incontro dedicato al design presso il Friuli Future Forum hanno visto la partecipazione di un pubblico davvero folto e motivato, così anche l’appuntamento serale con il format Accento ospitato al Visionario e la visita guidata a Casa Cavazzini.

Quale ruolo giocano l’arte e più in generale la cultura nella sfida economica contemporanea del nostro paese? E nella nostra regione? Ne hanno parlato 18 relatori provenienti da tutto il paese, tra imprenditori, docenti e professionisti della cultura, cui si sono aggiunti i 10 speaker protagonisti della serata con Accento, connessioni creative. Una tematica ampia, trasversale e quanto mai necessaria, che ha suscitato l’interesse di una platea eterogenea per età, professione e punti di vista. Il dibattito si è svolto parallelamente anche via web, raccogliendo molti contributi soprattutto tramite Twitter (attorno all’hashtag #BMA2012), dove si trovano tutte le testimonianze più importanti e i punti salienti affrontati.

La frase di apertura dei lavori “niente cultura, niente sviluppo” è stata discussa in tutti gli interventi e pur nella diversità degli approcci, l’analisi dei relatori ha concordato che niente cultura significa niente futuro, niente made in Italy, niente turismo, niente consapevolezza e valorizzazione della bellezza che il mondo ci riconosce. Gli approfondimenti sono stati molti e gli spunti emersi importantissimi.

Gli osservatori a convegno hanno detto che il consumo di cultura è destinato ad aumentare e la cultura e il business possono integrarsi e convivere. Lo ha sottolineato nel primo panel di venerdì mattina il giornalista de Il Sole 24 Ore Stefano Salis, d’accordo con l’Assessore regionale Elio De Anna, che nel suo intervento ha detto che l’impresa deve sposare il progetto culturale e che si deve ora parlare di partnership e non di semplice sponsorship. Stefano Micelli dell’Università Ca’ Foscari ha fatto presente che non bisogna pensare che la cultura della conoscenza è immateriale, come oggi si tende a fare: bisognerebbe creare direttamente in azienda un dipartimento di ricerca e di sviluppo che si occupi della crescita culturale interna all’organizzazione.

Ma è necessario affrontare adesso il problema, in veri e propri termini di emergenza. Sia Giuseppe Furlanis del Ministero dell’Università, Istruzione e Ricerca che Luca Dal Pozzolo direttore dell’Osservatorio Culturale del Piemonte sono stati chiarissimi: l’Italia ha ancora 4-5 anni per giocare questa partita, per salvare la leadership che il mondo riconosce al suo storico “brand culturale”, dopodiché avrà completamente abdicato e noi saremo fuori dai nuovi scenari che verranno proposti dalle nuove economie del sud est asiatico, che in cultura spendono moltissimo.

Dopo aver analizzato tutti i contributi raccolti, ovvero gli interventi dei relatori, ma anche tutte le opinioni espresse del pubblico, i commenti lasciati sui questionari, le email e tutti i materiali inviati tramite internet, ETRARTE comunicherà quali saranno i prossimi passi concreti di questo percorso, le iniziative future che possano proseguire l’approfondimento e i progetti da sviluppare. Come nelle intenzioni iniziali dell’associazione, Business Meets Art non è che il primo momento di confronto nella costruzione di un dialogo tra il mondo economico e il settore culturale in Friuli Venezia Giulia che deve divenire permanente.

Per rendere accessibile il dibattito anche a chi non era presente a Udine alcuni estratti video verranno pubblicati sul canale YouTube dell’Associazione Etrarte (http://bit.ly/UHf1XA) e, anche per rispondere alle molte richieste già pervenute, verranno pubblicati gli atti del convegno.

Per rimanere aggiornati sulle iniziative di Etrarte e sul progetto Business Meets Art è possibile consultare il sito ufficiale, www.businessmeetsart.it, o seguirci su Facebook (www.facebook.com/BusinessMeetsArt) e Twitter (@_BMA2012; #BMA2012).

Per maggiori informazioni scrivere a: posta@businessmeetsart.it o telefonare al 329 4575456.

CONTATTI

Ufficio stampa FVG >> Ass. ETRARTE

Gloria Deganutti

gloria.deganutti@gmail.com

Federica Manaigo

federica@associazionetrarte.it

tel. 329 4575456

Referente stampa nazionale >> Agenzia Aipem

Francesca Ferro

fferro@aipem.it

tel. 0432-504433

Business Meets Art. FVG >collaborazioni creative

un progetto a cura dell’Associazione ETRARTE

BUSINESS MEETS ART, IL PRIMO CONVEGNO NAZIONALE PROMOSSO DA ETRARTE

Scritto da Associazione culturale ETRARTE il . Pubblicato in Arte, Aziende, Comunicati Stampa, Cultura

CULTURA È SVILUPPO: il tema dell’anno arriva in Friuli Venezia Giulia
A Udine il 19 e 20 ottobre professionisti ed esperti da tutta Italia raccontano le collaborazioni creative del futuro

Udine, 27/09/2012

Ha iniziato il Sole 24Ore e a ruota ne hanno parlato in tutta la penisola: la cultura genera sviluppo ed è una delle chiavi vincenti per uscire dalla crisi. Ma come fare?
Se ne parlerà a Udine venerdì 19 e sabato 20 ottobre nel primo convegno nazionale “Business Meets Art”, un momento di incontro tra arte e impresa organizzato dall’Associazione culturale ETRARTE. L’evento sarà completamente gratuito e aperto a tutti. L’iniziativa è realizzata in coprogettazione con il Comitato Trieste Contemporanea, con il contributo della Regione – Assessorato alla Cultura, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Udine, delle associazioni Confartigianato e Confcommercio Udine, di Confindustria Friuli Venezia Giulia e Turismo FVG.

Professionisti ed esperti di tutta Italia saranno ospiti di ETRARTE in Sala Ajace e in altre location della città per raccontare le eccellenze italiane ed europee: un primo passo per favorire il dialogo tra soggetti pubblici e privati e stimolare la creazione di nuove reti e partnership.
Alcuni tra i relatori confermati: la dott.ssa commercialista Lucia Starola esperta in materia di sponsorizzazioni, il Presidente dell’Osservatorio della Cultura del Piemonte e Vicepresidente della Fondazione Fitzcarraldo Luca Dal Pozzolo, il docente di Ca’ Foscari e autore di “Futuro artigiano” Stefano Micelli, il cultural manager e direttore di “Tafter Journal” Stefano Monti, l’ideatore del Festival Città Impresa Filiberto Zovico. Nella mattinata di venerdì 19 ottobre interverranno inoltre gli Assessori regionali Elio De Anna e Federica Seganti.

Esattamente a otto mesi dalla pubblicazione del Manifesto per la Cultura pubblicato sul Sole 24 Ore (del 19 febbraio), nell’anno che ha visto l’occupazione del Teatro Valle a Roma e del Forum delle Culture di Napoli, il contenzioso Tod’s – Colosseo, la presa di posizione del Ministro Ornaghi sulla defiscalizzazione e l’intervento del Presidente della Repubblica – solo per citare alcuni degli esiti più conosciuti – ed esattamente mentre Lucca ospita il prestigioso Lu.Be.C., anche a Udine si parlerà di quali siano i possibili percorsi comuni tra il mondo della cultura e le realtà imprenditoriali per crescere insieme.

Un progetto che vuole gettare uno sguardo oltre la crisi, con la lente d’ingrandimento puntata però sulla nostra regione, come recita il sottotitolo del progetto: “FVG collaborazioni creative”. «Il progetto nasce come base di ricerca – dice l’ideatrice di ETRARTE Federica Manaigo – per promuovere lo scambio culturale e contemporaneamente veicolare le eccellenze aziendali della regione, condividendo spazi organizzativi, circuiti territoriali e canali promozionali, superando i confini territoriali delimitati dalle singole città o province. Il progetto risponde alle caratteristiche di innovatività – continua la Presidente dell’associazione Elena Tammaro – perché si propone di migliorare i rapporti fra settore produttivo e settore culturale creando un plus valore per entrambi i partner.»

“Business Meets Art” sarà un momento di dialogo e approfondimento: una piattaforma di comunicazione tra universo creativo e mondo dell’impresa. La partecipazione è libera e aperta a tutti, previa registrazione. Per avere tutte le informazioni, gli aggiornamenti sul programma e sugli eventi collaterali consultare il sito: www.businessmeetsart.it

Per seguirci on-line:
Facebook www.facebook.com/BusinessMeetsArt
Twitter @_BMA2012 #BMA2012

Per iscriversi gratuitamente al convegno:
http://businessmeetsart.eventbrite.it/

CONTATTI

Ufficio stampa FVG / Ass. ETRARTE
Gloria Deganutti
gloria.deganutti@gmail.com
Federica Manaigo
federica@associazionetrarte.it

Referente stampa nazionale / Agenzia Aipem
Francesca Ferro
fferro@aipem.it

Business Meets Art. FVG > collaborazioni creative
un progetto di Elena Tammaro e Federica Manaigo
a cura dell’Associazione ETRARTE

L’Associazione Culturale ETRARTE sioccupa della promozione e del sostegno alla ricerca artistica in ambito Contemporaneo. L’Associazione è particolarmente attenta alle produzioni culturali e agli artisti legati al territorio della Regione Friuli Venezia Giulia. Sin dal 2006, le attività realizzate dal ETRARTE si sono sviluppate attorno alle produzioni artistiche, ma anche al loro contesto, cercando di creare un dialogo costruttivo e reciproco fra chi produce arte e il suo pubblico. Negli anni ETRARTE ha sviluppato importanti collaborazioni, ottenendo il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia per la celebrazione del quinquennio STICEBORIS; manifestazione che si è svolta dal 2006 al 2010 e che ha coinvolto più di sessanta giovani artisti legati al territorio regionale. ETRARTE ha inoltre curato tre edizioni della famosa manifestazione “Immaginare il tempo”, che si tiene annualmente, al cadere dell’Equinozio d’Autunno, nel bellissimo Borgo di Clauiano (UD). Dal 2009 ETRARTE sta sviluppando nuovi percorsi che legano l’attività imprenditoriale e le realtà culturali d’eccellenza. Nel 2010 ha realizzato il progetto BERNARDI MEETS ART, coinvolgendo l’azienda Bernardi Group in un’iniziativa a cadenza annuale che ha permesso la creazione di una “collezione” legata all’arte contemporanea. Nuovo input a questa interazione fra impresa e realtà creative, viene proprio dalla Comunità Europea, che intende stimolare ed implementare queste relazioni come dichiarato nelle linee guida del “libro verde” 2014-2020. Con “Business Meets Art” ETRARTE intende dunque promuovere occasioni di dialogo tra il mondo dell’imprenditoria e le eccellenze culturali del territorio. Recentemente l’associazione ha inoltre curato le esposizioni d’Arte Contemporanea in occasione della manifestazione Vicino/Lontano, Premio Tiziano Terzani ed ha ricevuto il Premio Città Impresa in occasione del Festival Città Impresa promosso da Nordest Europa e Corriere della Sera.