Posts Tagged ‘francesco’

Padre Enzo Fortunato presenta il nuovo libro alla Mondadori, presenti l’Avv. Marco Carra, Caterina Caselli, Giorgio Mulé e Riccardo Cavallero

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Cultura, Italia, Libri

Il Direttore della Sala Stampa Sacro Convento di Assisi, Padre Enzo Fortunato ha presentato, con grande successo e riscontro di pubblico, il suo ultimo successo letterario “Vado da Francesco”, Lunedì 31 Marzo 2014, presso la libreria Mondadori Multicenter Duomo di Milano. Ospite all’incontro l’Avvocato mantovano Marco Carra, Consigliere della Regione Lombardia, tra i rinomati personaggi che sono intervenuti: la cantante e volto TV Caterina Caselli, il Direttore di Panorama Giorgio Mulé, il noto manager Salvo Nugnes e lo storico saggista italiano Franco Cardini.

Carra si è dichiarato molto compiaciuto di avere partecipato alla presentazione di Padre Fortunato e sul libro afferma “Lo ritengo un libro autentico e colmo di significato. Le storie che racconta sono esperienze di vita vissuta, di gente comune ed importanti personalità che hanno visitato la Basilica ed il Sacro Convento di Assisi, per ritrovare se stessi e rispondere alle domande esistenziali che ognuno di noi si pone ogni giorno della propria vita”.

Presente all’incontro letterario di Padre Enzo Fortunato la consulente del lavoro Nicoletta Fiorese assieme a Caterina Caselli, Giorgio Mulé e Riccardo Cavallero

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Cultura, Libri

Nicoletta Fiorese, rinomata consulente del lavoro,  Lunedì 31 Marzo 2014, è stata ospite alla presentazione dell’ultimo successo letterario di Padre Enzo Fortunato, dal titolo “Vado da Francesco”, tenutasi presso la libreria Mondadori Multicenter Duomo di Milano. Intervenuti all’incontro di Fortunato, Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, numerose illustri personalità, tra le quali la cantante e volto tv Caterina Caselli, il Direttore di Panorama Giorgio Mulé, il noto manager Salvo Nugnes e lo storico saggista italiano Franco Cardini.

Dopo la presentazione, la Dott.ssa Fiorese, che svolge la sua professione nel suo studio privato di Cassola (VI) in via Valsugana 88 e conosciuta per la sua professionalità, diligenza e competenza, ha asserito “Sono rimasta piacevolmente colpita e compiaciuta di aver partecipato a questo interessante evento, tra tanti personaggi noti. Vado da Francesco è un libro dal forte significato e di scorrevole lettura. Il tema principale sono le esperienze reali di persone che hanno visitato il Sacro Convento e la Basilica di Assisi per rispondere ai loro importanti quesiti“.

Intervista a Padre Enzo Fortunato in occasione dell’uscita del suo nuovo libro “Vado da Francesco” (Mondadori)

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Cultura, Libri, Religione

Intervistato Padre Enzo Fortunato, direttore della Rivista San Francesco d’Assisi, riguardo la sua ultima pubblicazione “Vado da Francesco” edito da Mondadori. In questo emozionante libro sono raccolti e raccontati numerose visite ufficiali ed incontri riservati, vissuti da personaggi famosi o da semplici donne, uomini e ragazzi arrivati fino alla soglia della Basilica di San Francesco per placare la loro ansia e cercare risposte non effimere ai loro interrogativi sul vivere.

1) Padre Fortunato ci racconta quali tematiche affronta nel suo nuovo libro?
Il tema principale è la tensione spirituale di Dio presente in ogni uomo, questa è la grande consapevolezza che emerge dagli uomini e le donne credenti e non credenti che hanno incontrato San Francesco, da questa tensione spirituale emergono tre stelle: la prima è quella del dialogo, pensando anche agli incontri che i Papi hanno vissuto in Assisi con i leader religiosi, la seconda è l’incontro, ove pensieri, parole e speranze si intersecano tra di loro divenendo di fatto crocevia, ove realtà e persone differenti si abbracciano e le mani si uniscono in un segno di pace e di operosità comune.  Questo incontro ci ricorda la celebre affermazione di John Donne “Nessun uomo è un’Isola completo in se, ciascuno di noi fa parte di un continente, è un pezzo di terra ferma”. E infine la terza stella, il cammino che descrive gli antichi pellegrinaggi verso i santuari che custodivano i corpi degli Apostoli e dei martiri.

2) Una riflessione su Papa Francesco e Giovanni XXIII?
Il volume si apre con Giovanni XXIII e si chiude con Papa Francesco, due Papi che si sono rifatti a San Francesco in maniera diversa. Giovanni XXIII era terziario francescano, Papa Francesco invece ha scelto proprio di farsi chiamare con il nome del Santo. L’uno e l’altro hanno tracciato sfaccettature diverse di uno stesso prisma. Giovanni XXIII ha parlato di Francesco come modello “del vivere bene”; Bergoglio, invece, ha accolto le istanze programmatiche del Santo di Assisi: “E’ per me l’uomo della povertà, l’uomo della pace, l’uomo che ama e custodisce il creato“.

4) Ci spiega cosa intende per comunicazione sull’esempio di San Francesco?
Era desiderio di San Francesco la possibilità di interagire e coesistere con tutti, un uomo accanto all’altro. La Chiesa è chiamata a partecipare nel mondo della comunicazione perché di essa fa parte l’uomo e dove c’è l’uomo c’è la Chiesa. Con quale stile? Con quale metodo? Le risposte le trovo sintetizzate profondamente nel discorso di Papa Benedetto XVI dell’8 dicembre 2009: «Quanto abbiamo bisogno di questa bella notizia! Ogni giorno, infatti, attraverso i giornali, la televisione, la radio, il male viene raccontato, ripetuto, amplificato, abituandoci alle cose più orribili, facendoci  diventare insensibili e, in qualche maniera, intossicandoci, per ché il negativo non viene pienamente smaltito e giorno per giorno si accumula. Il cuore si indurisce e i pensieri si incupiscono. Per questo la città ha bisogno di Maria, che con la sua presenza ci parla di Dio, ci ricorda la vittoria della Grazia sul peccato, e ci induce a sperare anche nelle situazioni umanamente più difficili».
5) Abbiamo avuto notizia di una sua intervista fatta ad Adriano Celentano. Cosa ha detto il noto cantante riguardo il Pontefice?
Celentano durante l’intervista ha affermato, quasi commosso, che si emoziona ogni volta che Papa Francesco parla di Gesù, “avverto due sensazioni fra di loro contrastanti: da un parte la gioia insaziabile di ascoltare qualunque cosa delle meravigliose gesta di Gesù, dall’altra una sorta di nostalgico dolore quasi come se Gesù l’avessero crocifisso ieri sera e io non avessi fatto in tempo ad incontrarlo prima“. Inoltre ha definito Papa Francesco come un’autentica svolta, sottolineando che credenti e non credenti ne sono attratti e le chiese si riempiono anche grazie a lui.

6) “Vado da Francesco” è la storia di uomini noti e di tanti invisibili, perché questa scelta?
Uno dei principi della filosofia francescana è “nulla è grande di fronte a Dio, ma tutto ugualmente degno“. Proprio da qui la mia scelta di includere nel racconto personaggi noti e non.

7) Qual è la storia, l’incontro che più l’ha colpita?
La storia di un signore che accompagnava la moglie paralizzata immobile sulla sedia a rotelle. Sul volto sprigionava un sorriso, che lasciava trasparire la grande speranza che era in lui, quasi come se  la sofferenza avesse impresso sul suo viso i tratti della bontà, tratti che difficilmente si dimenticano e facilmente segnano le nostre esistenze, facendole diventare più profumate, perché è il dono di sé agli altri che rende la vita bella.

Agenzia Promoter: emozionante conferenza di Francesco Alberoni nel carcere di Milano Bollate

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Cultura

Il professor Francesco Alberoni ha tenuto un’emozionante conferenza in stile lectio magistralis, affiancato dall’agente Salvo Nugnes direttore di Agenzia Promoter, nella Casa di Reclusione Circondariale di Milano Bollate dinanzi ad un’ampia platea di detenuti e detenute, in presenza del Direttore del Carcere Massimo Parisi.

Durante l’incontro, svoltosi il 28 giugno scorso, il famoso sociologo ha parlato di educazione sentimentale, rapporti amorosi e innamoramento instaurando un dibattito di notevole spessore e attualità.

Di recente Alberoni ha pubblicato il nuovo saggio “L’arte di amare” (Sonzogno) che affronta il tema del grande amore erotico duraturo, concepito come la strada maestra della conoscenza e della felicità.

Alberoni dice “L’amore erotico non viene preso sul serio, le persone non ci credono, non credono che la passione possa durare ed essere la base di un rapporto stabile. La nostra civiltà ha concepito la fedeltà come un obbligo imposto dai vincoli sociali, mentre nel libro io affermo, che la fedeltà può essere un piacere, una scelta che si accompagna a una passione durevole. Il piacere erotico si costruisce solo nel tempo con il proprio partner, perciò sostengo che l’amore erotico può sopravvivere allo scorrere del tempo“.

E spiega “Alla fine del libro indico una serie di regole da seguire, che sono poi quelle regole a cui ci atteniamo spontaneamente quando siamo innamorati. Se non ci discostiamo da questi principi e seguitiamo a farci guidare da questi, possiamo vivere un amore erotico durevole, altrimenti la passione si affievolisce e si spegne“.

Agenzia Promoter: Francesco Alberoni in conferenza al Long Lake Festival di Lugano accompagnato dal manager Salvo Nugnes

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Cultura

Il professor Francesco Alberoni è atteso in conferenza a tema sull’arte di amare al Long Lake Festival di Lugano, presso piazza riforma a Lugano, in data domenica 30 giugno 2013 alle ore 18.00 con ingresso libero al pubblico.

Venerdì 28 giugno alle ore 17.00 il noto sociologo farà un intervento affiancato dall’agente Salvo Nugnes, direttore di Agenzia Promoter, in stile lectio magistralis sull’educazione sentimentale, per parlare dinanzi ai detenuti nella Sala Teatro della II Casa di Reclusione Circondariale di Milalo Bollate, in via Cristina Belgioioso 120 a Milano.

Nel nuovo saggio “L’arte di amare” (Sonzogno) Alberoni evidenzia interessanti riflessioni sul grande amore erotico, che dura nel tempo e indica un percorso con cui si può riaccendere il fuoco dell’inizio, rinnovare l’ardore della passione. Alberoni afferma “l’amore che dura è la conseguenza di un rapporto ingenuo e sincero, del candore, della libertà, della capacità di parlare, del desiderio di piacere. E può rinascere continuamente se sappiamo coglierne l’occasione“.

E sottolinea “l’innamoramento è nato libero, si possono firmare tutti i contratti che si vogliono, ma quando viene meno l’amore la famiglia è finita. Oggi non c’è più neppure una forza sociale a tenerla unita. L’unico collante è il fatto che due persone si vogliano bene, per questo è diventato ancora più importante che l’amore duri“.

Per Alberoni basta un gesto, un abbraccio, una carezza, un ricordo e il fuoco dell’amore si risveglia, perché l’amore ha lo straordinario potere di rinascere e di rivitalizzarsi. Ma, di solito non facciamo nulla perché si riaccenda, lasciamo cadere l’occasione, dimentichiamo l’invito.

PAOLO LIMITI OSPITE ALLA MILANO ART GALLERY DURANTE LA CONFERENZA DEL PROFESSOR FRANCESCO ALBERONI – Agenzia Promoter

Scritto da PromoterArte il . Pubblicato in Celebrità, Comunicati Stampa, Cultura, Libri

Al Festival Artistico Letterario “Cultura Milano.it” presso la “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in Via Alessi 11, a Milano, Paolo Limiti è stato ospite straordinario alla serata del professor Francesco Alberoni, la quale ha ottenuto numerosi consensi di pubblico e stampa.

La sala gremita ha accolto una lectio magistralis di Alberoni sull’arte dell’amare e sul grane amore erotico duraturo. Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e manager di diversi personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, ha ideato e organizzato “Cultura Milano.it”  per rendere la cultura accessibile a tutti, con eventi ad ingresso libero che, ospitano nomi importanti del panorama contemporaneo, tra cui Margherita Hack, Umberto Veronesi, Mogol, Corrado Augias, Vittorio Feltri, Antonino Zichichi, Silvana Giacobini, Vittorio Sgarbi.

Esperto conoscitore di movimenti collettivi, il Professore, usando una metafora molto significativa spiega “Volendo usare un’immagine marinaresca noi sappiamo che, per partire con una barca a vela dobbiamo aspettare che, ci sia un po’ di vento e quando siamo in bonaccia basta una folata per poterci muovere, ma in tutti i casi dobbiamo essere pronti a coglierlo e abili nella manovra. Anche l’amore, è un succedersi di onde e folate che, ora ci spingono, ora ci rallentano, ma il bravo navigante le sa utilizzare come vuole. Questa, è l’arte di amare“.

GRANDE SUCCESSO PER FRANCESCO ALBERONI OSPITE IN CONFERENZA A “CULTURA MILANO.IT” DURANTE IL VERNISSAGE DELLA MOSTRA D’ARTE DI LODOVICO MORANDO PRESSO “MILANO ART GALLERY”

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Arte

Al Festival Artistico Letterario “Cultura Milano.it” presso la “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in Via Alessi 11, a Milano, il Professor Francesco Alberoni è stato accolto da una sala gremita, per una lectio magistralis sull’arte di amare e sul grande amore erotico duraturo.

L’incontro, che si è tenuto in concomitanza con l’inaugurazione della mostra d’arte commemorativa “Ricordi” del maestro Lodovico Morando, noto pittore del veronese, è stato organizzato da Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e ideatore di “Cultura Milano.it” il Festival che si propone di rendere la cultura accessibile a tutti, con eventi ad ingresso libero che, ospitano nomi importanti del panorama contemporaneo, tra cui Margherita Hack, Umberto Veronesi, Mogol, Corrado Augias, Vittorio Feltri, Antonino Zichichi, Silvana Giacobini, Vittorio Sgarbi.

La serata, che ha ottenuto numerosi consensi di pubblico e stampa, ha visto la partecipazione straordinaria del grande Paolo Limiti, Patrick Ray Pugliese (inviato di Striscia la Notizia) e Martina (ex concorrente del Grande Fratello).

Il 7 Marzo, Francesco Alberoni, accompagnato da Salvo Nugnes, ha ricevuto un prestigioso riconoscimento alla carriera, come “Mentore dell’educazione sentimentale” dal Prefetto di Belluno, in occasione della conferenza sul tema “Ieri, oggi, domani. La donna, la famiglia, la coppia” svoltasi nel contesto del Centro Congressi Giovanni XXIII.

7 MARZO – CONFERENZA DI FRANCESCO ALBERONI “IERI, OGGI, DOMANI. LA DONNA, LA FAMIGLIA, LA SOCIETÀ” A BELLUNO CON L’AGENTE SALVO NUGNES E MARCELLA DE PRA

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Si terrà Giovedì 7 Marzo 2013, alle ore 18.00, presso il Centro Congressi Giovanni XXIII di Belluno, la conferenza, ad ingresso libero, del Prof. Francesco Alberoni dal titolo “Ieri, oggi, domani. La donna, la famiglia, la società” con la Dott.ssa Marcella De Pra, responsabile dello Spazio Incontro ULSS 1 Belluno e relatrice dell’incontro con il noto professore, coordinato da Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter.

Il rinomato sociologo, apprezzato in tutto il mondo, come esperto conoscitore dei movimenti collettivi e dei sentimenti amorosi, nonché per l’indiscusso contributo dei suoi saggi ad elevato contenuto pedagogico, in occasione della sua lectio magistralis, analizzerà i concetti di donna, famiglia e società e le loro evoluzioni nel corso degli anni. Dall’emancipazione femminile alla discriminazione sessuale, dall’amore puro alla fine di un rapporto, dalla famiglia patriarcale alle coppie di fatto, al rapporto genitori-figli.

C’è tanta gente che si preoccupa della crisi della famiglia, della crisi del matrimonio, delle conseguenze che esse hanno sui figli, ma ho l’impressione che ci si dimentichi che oggi la famiglia e fondata e tenuta insieme da un solo fattore: l’amore di chi ha liberamente deciso di sposarsi o di convivere” afferma Alberoni e continua “Un tempo no, un tempo ci si doveva sposare, la ragazza che non lo faceva diventava una zitella, il matrimonio era un sacramento inviolabile, sostenuto dalle famiglie, l’adulterio punito dalla legge. I due sposi erano tenuti insieme da questi vincoli istituzionali, da queste ferree proibizioni. Oggi i giovani che decidono di sposarsi o di andare a convivere lo fanno solo perché si amano e pensano che il loro amore durerà anche in seguito”.

 

SABATO 16 FEBBRAIO FRANCESCO ALBERONI SARA’ PRESENTE ALLA FIERA ARTE GENOVA 2013

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Libri

Sabato 16 Febbraio, alle ore 17.00, il noto sociologo Francesco Alberoni, sarà ospite alla Fiera Arte Genova 2013, per presentare il suo nuovo saggio “L’arte di amare” (Sonzogno) presso il Padiglione C, con l’organizzazione di “Cultura Milano.it” Festival Artistico Letterario che si propone di rendere la cultura accessibile a tutti, realizzando conferenze ed incontri letterari con personalità di spicco del panorama contemporaneo, del calibro di Margherita Hack, Vittorio Sgarbi, Bruno Vespa e Corrado Augias.

L’insegnamento di questo saggio, indica una strada, con cui si può riaccendere il fuoco dell’inizio, rinnovare l’ardore della passione. Essa ci dice che, l’amore che dura è la conseguenza di un rapporto ingenuo e sincero, del candore, della verità, della libertà, della capacità di parlare, del desiderio di piacere. E può rinascere continuamente, se sappiamo coglierne l’occasione” afferma il Prof. Alberoni che, accompagnato dal manager Salvo Nugnes, terrà una lectio magistralis sul concetto del grande amore erotico, che dura nel tempo e che considera, la strada maestra della conoscenza e della felicità. Un amore forte e appassionato, che conserva in sé il brivido dell’innamoramento e che, nonostante gli ostacoli, regala una felicità erotica indicibile, che si intensifica con il tempo.

CONVENTION “DILLO A MARONI”: IL SEGRETARIO DI LEGA NORD INGAGGIA FRANCESCO ALBERONI.

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Comunicati Stampa

“È sempre affascinante ascoltarla Professore” afferma Roberto Maroni entusiasta, dopo il quesito postogli da Francesco Alberoni, durante la convention Dillo a Maroni e continua: “Si consideri arruolato nella squadra di governo per dare un contributo di saggezza e di grande innovazione”.

Un gran benvenuto per il noto sociologo, ospite, accompagnato dal manager Salvo Nugnes, del “think tank” tenutosi Mercoledì 16 Gennaio 2013, presso lo storico contesto di Villa Erba, alla presenza di numerosi politici, tecnici, imprenditori, amministratori, esponenti della società civile e migliaia di cittadini italiani, che hanno avuto la possibilità di seguire e partecipare al convegno tramite streaming web, Google, YouTube e Canale 5, che ne ha dedicato un ampio servizio nell’edizione del Tg 5, del 17 Gennaio 2013.

Il “Maestro” Alberoni, definito tale da Roberto Maroni, ha posto una questione molto importante e attuale, relativa all’educazione infantile e a un progetto di sostegno dello Stato per i genitori, durante primi anni del bambino.

Agenzia Promoter