Posts Tagged ‘Festival di Sanremo’

Milano Art Gallery: Sanremo apre il Festival con Spoleto Arte di Sgarbi

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Mancano pochi giorni all’apertura della prestigiosa mostra dal titolo “Festival dell’Arte”, il prossimo appuntamento di Spoleto Arte, a cura del noto critico, il professor Vittorio Sgarbi. L’evento, che si terrà dal 9 febbraio al 6 marzo, in concomitanza con il 68° Festival di Sanremo, avrà luogo nell’esclusiva sede ligure della storica Milano Art Gallery, la galleria Bonbonniére. Situata nel cuore di Sanremo, in Corso degli Inglesi, 3, di fronte al famoso Casinò, l’esposizione è stata ideata e organizzata dal manager della cultura e direttore di Milano Art Gallery, Salvo Nugnes.
Il vernissage è previsto per le ore 18.00 di venerdì 9 febbraio e vedrà la partecipazione di molte personalità di spicco, tra cui Alberto D’Atanasio, direttore del museo Modigliani, l’attore Enio Drovandi, protagonista del film culto Amici miei e Maria Elena Bececco, presidente del Festival di Spoleto. La serata continuerà poi con un momento conviviale.
“La mostra si svolge proprio in concomitanza con il celebre Festival della Canzone. Questa scelta – spiega l’organizzatore Salvo Nugnes in riferimento alla concezione del Festival dell’Arte – non è ovviamente casuale. Abbiamo voluto dare ulteriore visibilità alle opere dei talentuosi artisti e creare un simbolico ponte di collegamento tra arte e musica, due linguaggi da sempre fondamentali, che non hanno barriere di condizionamenti e possono penetrare libere nel cuore e nell’anima di tutti”.
Per qualsiasi informazione potete chiamare il numero 0424525190, scrivere all’indirizzo org@spoletoarte.it o visitare i siti di Milano Art Gallery o di Spoleto Arte.

Salvo Nugnes porta le foto di Maria Pia Severi alla Milano Art Gallery sanremese

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Fotografia

Maria Pia Severi, talentuosa artista modenese, sta continuando con successo il suo percorso nel mondo dell’arte contemporanea, esponendo le sue originali fotografie artistiche in mostre di prestigio a livello internazionale e ricevendo ottimi riscontri di apprezzamento. Da Miami a New York, da Rio de Janeiro a Praga, da Londra a Spoleto e Biennale di Venezia, i suoi scatti d’autore riscuotono sempre interesse e curiosità. Le sue opere saranno esposte nella mostra organizzata dal manager Salvo Nugnes alla Milano Art Gallery di Sanremo, in concomitanza con il Festival della Canzone, dal 10 al 24 febbraio. La Severi ha trovato una formula espressiva sua propria davvero inedita e sui generis, che le permette di realizzare immagini fotografiche con una cornice di misteriosa e intrigante evanescenza e di ricavarsi uno stile inconfondibile. La sua vivace vena creativa e l’acuto spirito d’inventiva completano e rafforzano le innate capacità strumentali. La sua fotografia è libera da accademismi, ricca di richiami e rimandi fantasiosi e pregnante di emozioni e sentimenti, alimentando anche il sogno e la componente onirica.

Salvo Nugnes, rinomato manager produttore di eventi, e il suo punto di vista sull’attesissima kermesse musicale sanremese

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica

Sta per prendere avvio sul famoso palcoscenico del Teatro Ariston l’edizione 2015 del mitico Festival di Sanremo, che compie ben 65 anni, dimostrando il suo inossidabile valore. In una recente intervista fatta al manager produttore di grandi eventi Salvo Nugnes gli è stato chiesto di esprimere un suo autorevole commento di riflessione sull’imminente kermesse musicale sanremese.

Nugnes spiega “Il Festival di Sanremo nella sua esclusiva unicità gode di un’incredibile risonanza mediatica sempre in crescendo e riesce a catalizzare l’attenzione e a far parlare l’opinione pubblica prima, durante e dopo il suo svolgimento, catturandone e conquistandone nel tempo il positivo apprezzamento”.

E prosegue nel sottolineare come “Non bisogna poi dimenticare il prezioso contributo del Festival per la valorizzazione del mercato commerciale dell’industria discografica, che risentendo della crisi economica e della concorrenza sleale esercitata dalle varie forme di pirateria, viene intaccato e danneggiato fortemente e sta attraversando una fase critica molto delicata. Tramite il Festival viene trasmesso un efficace e concreto stimolo a livello popolare, che incentiva l’acquisto dei cd e tutela i canali ufficiali di vendita e distribuzione”.

Festival di Sanremo: i probabili primi tre posti secondo l’esperto musicista campano Luca Maris

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica

Tra i nomi di spicco dell’attuale panorama artistico campano si può a buon conto annoverare Luca Maris, cantautore e musicista di autorevole esperienza, dotato di talento innato, nonché di elevato spessore comunicativo e intensa sensibilità. In una recente intervista rilasciata ha commentato con interessanti considerazioni in merito all’imminente Festival di Sanremo, che a breve prenderà ufficialmente il via sul coreografico palcoscenico del Teatro Ariston.

Azzardando nel formulare un ipotetico pronostico su primi tre posti Maris afferma “Non ho delle particolari preferenze sui big che si esibiscono in questa edizione del Festival, ma se dovessi fare una previsione di vittoria designando i primi tre vincitori direi nell’ordine: Malika Ayane, Chiara Galiazzo e Nina Zilli. Se mi proponessero in futuro un duetto sanremese con una cantante donna, vorrei al mio fianco per l’esibizione la straordinaria cantante e attrice napoletana Angela Luce”. Sulla presenza eccezionale di Al Bano e Romina Power, in qualità di super ospiti durante la Kermesse, dice “Al Bano e Romina sono due artisti, che fanno parte della storia della musica italiana e sicuramente sarà un piacere rivederli cantare insieme come ospiti e questo contribuirà anche a suscitare l’interesse maggiore del pubblico a seguire il Festival”. 

E prosegue “La canzone del Festival, che mi è rimasta più nel cuore è quella cantata da Mino Reitano nel 1988 dal titolo ‘Italia’ con testo e musica di Umberto Balsamo. La canzone sanremese, che avrei voluto scrivere è stata cantata da Toto Cotugno nel 1983 dal titolo ‘L’italiano’ con il testo scritto da Cristiano Minellono e la musica composta da Cotugno“.

Il manager Salvo Nugnes: “Sanremo è uno strumento per la diffusione di un messaggio sulla musica, concepita come linguaggio universale di comunicazione”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Musica, Opinioni / Editoriale, Spettacolo

Conto alla rovescia iniziato per il mitico Festival di Sanremo, giunto alla sua 64° edizione con una storia, che si è intrecciata con quella dell’ Italia, nelle sue evoluzioni sociali e nelle trasformazioni dell’assetto strutturale avvenute negli anni.

Il noto manager produttore di grandi eventi Salvo Nugnes, interpellato in merito asserisce “Sanremo è uno strumento autorevole per la diffusione di un messaggio sulla musica, concepita come linguaggio universale di comunicazione e offre un intrattenimento piacevole, adatto a tutti i target di fruitori.  Poi, detiene una valenza simbolica, che va oltre quella di essere una prestigiosa manifestazione musicale di rilievo internazionale. Infatti, l’atmosfera del Festival scalda i cuori di tutti gli italiani, è strettamente legata a ricordi, pensieri, episodi, situazioni particolari, che ciascuno nutre e conserva, ricollegandoli in qualche modo a questo speciale spettacolo, che continua a mantenere il suo primato da record di kermesse più seguita d’ Italia. nel mondo è considerato un evento distintivo della nostra eccellenza musicale e nella sua unicità esclusiva, gode di un’incredibile risonanza mediatica e riesce sempre e comunque a fare parlare l’opinione pubblica, catturandone l’attenzione e conquistandola nel tempo“.

E proseguendo, sottolinea come non bisogna dimenticare il prezioso contributo del Festival per la valorizzazione del mercato commerciale nell’industria discografica, che risentendo della crisi economica e della concorrenza sleale esercitata dalle varie forme di pirateria, viene intaccato e danneggiato fortemente e sta attraversando una fase critica molto delicata. Attraverso il Festival sanremese, viene trasmesso un efficace e concreto stimolo a livello popolare, che incentiva l’acquisto dei cd e tutela i canali ufficiali di vendita e distribuzione.

Il manager Salvo Nugnes presente al Festival di Sanremo

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Musica, Opinioni / Editoriale, TV

Continua la sfida tra i migliori cantanti affermati ed emergenti al Festival della Canzone italiana, giunto alla 64° edizione e come ogni anno, organizzato nella splendida cornice dell’Ariston di Sanremo. Avvistato assieme ad illustri personalità del mondo della musica, il rinomato manager Salvo Nugnes, agente di personaggi di spettacolo e cultura, che sta seguendo da molto vicino la kermesse.

Trattenuto dietro le quinte per un breve commento, Nugnes ha affermato che “il Festival di Sanremo è un tassello e una vetrina imprescindibile della canzone d’Italia nel Mondo ed è strettamente legata a ricordi, pensieri, episodi, situazioni particolari, che ciascuno nutre e conserva” proseguendo “Quest’anno, come sempre, ho sentito dei bei pezzi, anche da parte delle giovani proposte. Tra i big tifo per De André, un amico che ritengo molto talentuoso. Vediamo chi sarà il più fortunato!“.

Le considerazioni del manager Salvo Nugnes sull’imminente Festival di Sanremo

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Musica, Opinioni / Editoriale, TV

1) Innanzitutto, le piace il Festival di Sanremo?

Da grande amante, appassionato da sempre di musica, sono un estimatore del Festival, perché è una vetrina importantissima della canzone italiana nel Mondo ed è portavoce del talento canoro nazionale e internazionale. Poi, Sanremo è diventato un tassello imprescindibile nella storia del Paese, essendo giunto trionfalmente alla 64° edizione, una presenza ufficiale e direi quasi -istituzionale- nella tradizione, che negli anni si è profondamente radicata. E’ ancora attesissimo e seguitissimo dal pubblico di fedeli spettatori, che lo seguono di generazione in generazione.

2) Un commento sulla conduzione della coppia professionale già collaudata con successo Fabio Fazio e Luciana Littizzetto;

Direi, che insieme formano una perfetta squadra di lavoro vincente: entrambi sono degli esperti professionisti, simpatici, carismatici, affiatati tra loro in sinergica complicità. Essendo già degli acclamati beniamini del pubblico, certamente la loro popolarità è garanzia di successo per il Festival e poi il loro lato di ironia sagace e arguta comicità, talvolta anche improvvisata sul momento, risulta sempre accattivante e nel contesto sanremese sarà un ulteriore piacevole intrattenimento, intervallato all’ascolto delle canzoni e a quanto previsto nella scaletta del programma.

3) Quali novità l’attirano di più in questa edizione?

Mi incuriosisce molto il pre Festival affidato a Pif, Alias Pierfrancesco Diliberto, ex -iena- e personaggio di MTV.

Un volto televisivo già noto e apprezzato, ma che per la prima volta si cimenta con questa kermesse, dando il suo contributo con un’anteprima introduttiva alle varie puntate, realizzata in giro per il paese, tra le vie e i luoghi più caratteristici, con monologhi e dichiarazioni in stile filmato, che fungeranno da apri pista simbolico alle serate sul palcoscenico dell’ Ariston. Senza dubbio, lo stile di Pif, acuto, tagliente, ma nel contempo esilarante e coinvolgente saprà conquistare la platea nazional-popolare.

4) C’è una fase del Festival, che attende di più oltre alla finalissima del sabato, ovviamente?

Direi, che la serata celebrativa di Venerdì 21 febbraio, dedicata al Sanremo Club in omaggio alla canzone d’autore genovese sarà un momento canoro di emozionante suggestione nel ricordo di grandi artisti, come Fabrizio De Andre’. Mi sembra un’ottima iniziativa far cantare ai big in gara gli intramontabili classici della canzone italiana, duettando con altre star della musica. Inoltre, reputo molto significato l’omaggio preparato in onore dell’esimio maestro Claudio Abbado, scomparso di recente, che lascia un segno indelebile nella storia dell’evoluzione musicale.

5) Un suo parere sulla particolare scenografia predisposta all’ Ariston?

Mi sembra azzeccata e originale nell’impatto, la scenografia ispirata all’elemento romantico, con l’accostamento congiunto di due tematiche per rievocare il concetto di bellezza e celebrare l’anniversario dei 60 anni di storia della tv. 

Nuovo Volto Della Musica: Andrea Galderisi alle Selezioni del Festival di Sanremo

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Film, Musica

Partecipa alle importanti selezioni del Festival di Sanremo, il nuovo volto emergente della musica italiana, Andrea Galderisi. Cantante, musicista, nonché compositore, Galderisi fin da piccolo coltiva la passione per la musica e lo spettacolo. Con il suo talento innato e le sue originali ed avvolgenti sonorità, con il suo primo singolo “Rainbow” ha conquistato il popolo del web ed ora conquisterà il piccolo schermo italiano. Non solo televisione, ma anche cinema. Andrea infatti è anche attore e lo vedremo recitare a Febbraio accanto a Romina Power, nel nuovo film di Antonello Bellucco “Il segreto”.

Ormai lo studio di registrazione è la mia seconda casa. A breve usciranno tre esclusivi brani” afferma Andrea Galderisi, che tra le sue esperienze professionali, ricorda con entusiasmo la partecipazione da chitarrista, alle finali di Amici di Maria De Filippi, tenutesi nel prestigioso contesto dell’Arena di Verona.