Posts Tagged ‘Enel’

Capital Markets Day 2017: Francesco Starace presenta il Piano Strategico 2018-2020 di Enel

Scritto da office fsonline il . Pubblicato in Economia

Al Capital Markets Day 2017 l’Amministratore Delegato Francesco Starace ha presentato il piano strategico 2018-2020 di Enel, sottolineando come gli obiettivi del precedente piano siano stati raggiunti con largo anticipo, facendo del Gruppo “un’organizzazione più redditizia, efficiente e sostenibile”.

Francesco Starace: AD Enel

Francesco Starace e il piano strategico 2018-2020 di Enel

Sarà un futuro all’insegna della digitalizzazione, dei servizi al cliente e dello sviluppo delle reti e delle rinnovabili: emerge questo dalla presentazione del piano strategico 2018-2020 di Enel, tenutasi a Londra in occasione del Capital Markets Day 2017. L’AD Francesco Starace ha illustrato gli obiettivi del Gruppo, soffermandosi inizialmente sui risultati raggiunti nel 2016, con un aumento del dividendo del 44% rispetto al pay-out dell’anno precedente derivato da un incremento della generazione dei flussi di cassa e della redditività. In uno scenario complesso Enel ha saputo configurarsi come una realtà “all’avanguardia nella transazione energetica globale”, in particolare nelle rinnovabili e nelle reti di distribuzione digitalizzate, macro-aree fondamentali per la crescita sostenibile. Il Gruppo andrà avanti inevitabilmente su questa strada, investendo in maniera ancora più efficiente sulle proprie strategie e puntando in primis sulla digitalizzazione, un aspetto diventato oggi “una dimensione concreta e tangibile del nostro business”. Come sottolineato da Francesco Starace, il piano prevede infatti un investimento di circa 5,3 miliardi di euro in questo settore, 600 milioni di euro in più rispetto a quanto previsto nel precedente.

Francesco Starace: Enel X, la nuova business line globale

Un altro aspetto che ha permesso a Enel di distinguersi negli anni è quello dell’attenzione riservata al cliente. Francesco Starace si è soffermato infatti sul lancio di una nuova business line globale che “aprirà opportunità per creare ulteriore valore”. Tale offerta arriverà sui mercati a partire dal 2018 e prenderà il nome di Enel X, andando ad arricchire la proposta del Gruppo nell’ambito della digital economy e dell’e-business. e-Industry, e-Mobility, e-Home ed e-City saranno le quattro nuove linee di prodotti e servizi commercializzate per rispondere alle esigenze dei clienti. La presentazione del piano strategico si è conclusa con un messaggio da parte dell’AD, il quale ha sottolineato come il miglioramento degli obiettivi finanziari sia un propellente di entusiasmo e rafforzi la fiducia “con cui guardiamo al futuro e al ruolo di Enel, oggi come negli anni a venire”.

Francesco Starace: il piano di Enel per l’installazione di 14.000 colonnine per auto elettriche

Scritto da office fsonline il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia

È avvenuta all’Autodromo di Vallelunga la presentazione del piano di Enel che rivoluzionerà la E-Mobility. Soddisfatto l’Amministratore Delegato Francesco Starace che ha sottolineato come la realizzazione dell’infrastruttura rappresenti un importante passo avanti per il Paese a livello tecnologico.

Francesco Starace

E-Mobility Revolution: il piano di Enel presentato dall’AD Francesco Starace

Un programma di infrastrutturazione molto ambizioso quello che Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel, ha presentato all’Autodromo di Vallelunga. Il Gruppo si è dato un obiettivo ben preciso: arrivare all’installazione in Italia di 7.000 colonnine per auto elettriche entro il 2020 e di 14.000 entro il 2022. Il raggiungimento di una copertura capillare in tutte le Regioni italiane farà da traino alla diffusione dei veicoli elettrici e di quelli ibridi. Una vera a propria E-Mobility Revolution che allontanerà dai possessori di auto elettrica la cosiddetta “range anxiety”, ovvero la paura di rimanere a secco di energia. Vallelunga è destinato a diventare il primo polo tecnologico di Enel in tutta Italia, un punto di riferimento per la ricerca e lo sviluppo di soluzioni per far progredire il mercato di riferimento. Saranno investiti tra i 100 e i 300 milioni di euro per agevolare la realizzazione di questa rete capillare di ricarica che sarà composta da colonnine Quick (22kW) nelle zone urbane e da colonnine Fast (50 kW) e Ultra Fast (150 kW) nelle aree extraurbane. L’avvio è previsto già a partire dal 2018 con la copertura di circa 250 comuni.

Francesco Starace: “Un importante passo avanti per il Paese dal punto di vista tecnologico”

“La realizzazione in tutta Italia di questa avanzata infrastruttura di ricarica rappresenta un importante passo avanti per il Paese dal punto di vista tecnologico”: con queste parole Francesco Starace ha iniziato il suo discorso di presentazione del piano di Enel. Il Gruppo, da sempre impegnato ad agevolare l’evoluzione di un sistema di mobilità sostenibile, ha investito molto nella E-Mobility Revolution perché “il futuro è nell’elettrico da rinnovabili, non più nel fossile”. Enel vuole essere leader di mercato ma anche tecnologico, il business sarà di chi saprà prepararsi meglio al cambiamento. “Nei prossimi anni avremo il progressivo abbattimento dei costi dell’energia elettrica”, ha proseguito Francesco Starace, “le fonti fossili saranno sostituite e anche l’Italia dovrà seguire questa strada”. Una cosa è certa, con il piano presentato all’Autodromo di Vallelunga “non vedremo più la copertina di un giornale tedesco con l’immagine di un’auto bloccata per strada e l’invito ad andare in vacanza altrove, non in Italia”. Il futuro è alle porte.

Climate A List: Enel, guidata da Francesco Starace, ammessa tra le 112 aziende virtuose

Scritto da office fsonline il . Pubblicato in Aziende, Economia

Enel entra nel gruppo delle 112 aziende selezionate per la Climate A List: la società guidata da Francesco Starace conferma la sua attenzione verso lo sviluppo sostenibile con l’obiettivo di arginare i rischi climatici.

Francesco Starace

Enel nella Climate A List: la soddisfazione di Francesco Starace

Un risultato importante quello raggiunto da Enel, da sempre impegnata nello sviluppo sostenibile e nella lotta al cambiamento climatico. Il Gruppo guidato dall’Amministratore Delegato Francesco Starace è stato inserito, infatti, nella Climate A List stilata dalla piattaforma ambientale globale no profit CDP (ex Carbon Disclosure Project). Enel è stata selezionata tra le oltre 2mila aziende che partecipano al programma per la divulgazione di dati sul cambiamento climatico grazie alla consapevolezza, ai metodi e ai progressi compiuti nell’adozione di misure atte a contrastare tale pericolo. Sono 112 le società ammesse nella lista, a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto in questi anni dal Gruppo che, investendo nel settore delle energie rinnovabili, punta ad azzerare le emissioni di CO2 entro il 2050, come previsto dal 13mo Sustainable Development Goal delle Nazioni Unite. Molto soddisfatto l’AD Francesco Starace che ha sottolineato come la lotta al cambiamento climatico sia “una delle sfide più urgenti per il mondo intero”. Una prova che “necessita dell’impegno totale da parte delle aziende”.

Francesco Starace: il percorso professionale dell’AD di Enel

Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel da maggio 2014, Francesco Starace entra a far parte del Gruppo nel 2000, anno in cui viene chiamato a ricoprire importanti posizioni in ambito dirigenziale. Prima di assumerne la guida, opera infatti in qualità di Responsabile dell’Area di Business Power (luglio 2002 – ottobre 2005), di capo della Divisione Mercato (2005 – 2008) e di Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel Green Power (2008 – 2014), controllata specializzata nel settore delle energie rinnovabili. Precedentemente alle sue attività in Enel, Francesco Starace lavora per altre società del mercato energetico, in particolare General Electric e ABB Group, occupandosi della gestione e della costruzione di impianti di generazione elettrica. Responsabile, inoltre, delle vendite globali per la Divisione turbine a gas di Alstom Power Corporation, il manager in questi anni matura un’esperienza professionale su scala internazionale, viaggiando tra Stati Uniti, Arabia Saudita, Egitto e Bulgaria. Laureatosi in Ingegneria Nucleare presso il Politecnico di Milano, attualmente è anche Componente del CdA del Golbal Compact delle Nazioni Unite, membro dell’Advisory Board di Sustainable Energy 4 All, sempre organizzata dalle Nazioni Unite, Co-Presidente dell’Energy Utilities and Energy Technologies Community del World Economic Forum, Co-Presidente della B20 Climate & Resource Efficiency Task Force e Presidente di Eurelectric.

E-mobility: Francesco Starace presenta lo studio di Enel e Symbola

Scritto da office fsonline il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia

Presentando a Bruxelles il report ‘100 Italian e-mobility stories’ realizzato insieme a Fondazione Symbola, l’AD di Enel Francesco Starace ha ribadito che l’Italia possiede “energie e talenti” per affermarsi su scala internazionale nel settore della mobilità elettrica.

Francesco Starace, AD di Enel

Mobilità elettrica: l’AD di Enel Francesco Starace a Bruxelles con ‘100 Italian e-mobility stories’

“Il momento è adesso, la tecnologia è arrivata”: Francesco Starace, AD di Enel, non nasconde l’entusiasmo nell’annunciare che il futuro sarà all’insegna delle auto elettriche e che il gruppo ha un ruolo fondamentale in questa prospettiva. Il boom arriverà da qui a “due anni” e Enel si sta impegnando per completare in tempo l’infrastruttura di ricarica necessaria. In occasione dell’evento “Unleash e-mobility”, il manager lo scorso 30 maggio all’Autoworld Museum di Bruxelles, ha presentato ‘100 Italian e-mobility stories’, studio realizzato insieme a Fondazione Symbola, che include progetti ed esperienze sviluppati in Italia in materia di mobilità elettrica. Dal quadro tracciato si evince che il Paese non si sta facendo trovare impreparato di fronte a questa sfida e che possiede il potenziale necessario per superarla al meglio, sia in termini di competenze che di tecnologie. “Abbiamo energie e talenti per partecipare da protagonisti in questa grande trasformazione del modo di concepire la mobilità” ha dichiarato Francesco Starace, facendo riferimento alle piccole e grandi aziende coinvolte: dalla componentistica al design, fino alla progettazione dei sistemi di ricarica; sono parti di una filiera che contribuirà significativamente allo sviluppo dell’intero settore a livello globale. Enel crede fortemente nella e-mobility, anche perché funzionale a contrastare inquinamento e cambiamenti climatici. Lo confermano gli investimenti: 300 milioni per 12mila punti di ricarica oltre alla realizzazione di 180 colonnine ‘veloci’ sulle autostrade italiane nell’ambito di un progetto con finanziamenti UE. “La e-mobility sancisce la rinascita dell’automobile” ha ribadito l’AD Francesco Starace nel suo intervento a Bruxelles.

Gruppo Enel: il ritratto professionale dell’AD Francesco Starace

L’impegno per la crescita sostenibile contraddistingue l’attività di Francesco Starace da quando nel 2014 è stato nominato AD di Enel. La recente riconferma alla guida del gruppo è un’ulteriore dimostrazione dell’efficacia del percorso tracciato dal manager, che ha iniziato la sua carriera laureandosi in Ingegneria nucleare presso il Politecnico di Milano. Nel 1981 entra in NIRA Ansaldo con il ruolo di analista della sicurezza degli impianti elettronucleari. L’anno successivo passa a General Electric dove, fino al 1987, svolge diversi incarichi sia in Italia che all’estero: lavora anche in Egitto, Arabia Saudita e negli Stati Uniti. Tra il 1988 e il 1998 guida alcune società di ABB Group. Nel 1998 diventa Senior Vice President delle vendite globali e impianti chiavi in mano per la divisione turbine a gas di Alstom Power. Nel 2000 Francesco Starace approda ad Enel: inizialmente Responsabile Energy Management di Enel Produzione, nel 2002 viene chiamato a dirigere l’Area Business Power all’interno della divisione Generazione ed Energy Management. Tra il 2005 e il 2008 guida la Divisione Mercato Italia: lo stesso anno nasce Enel Green Power, la divisione del gruppo specializzata nello sviluppo e nella gestione di attività legate all’energia da fonti rinnovabili. Il manager viene scelto per dirigerla: in soli sei anni la porterà ad affermarsi come uno dei player di riferimento del settore a livello mondiale. Nel maggio del 2014 il CdA gli conferisce il mandato di Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Enel, riconfermandogli la fiducia nel 2017. Francesco Starace dal 2015 fa parte del consiglio del Global Compact, organismo delle Nazioni Unite nato per incentivare le aziende ad adottare strategie sostenibili. Nel 2016 è stato insignito delle cariche di Copresidente delle comunità Energy Utilities e Energy Technologies del World Economic Forum. Nel giugno 2017 è stato nominato Presidente di Eurelectric, l’associazione europea dei produttori elettrici. Vincitore del Premio Manager Utilities 2010 e del Premio Energia Sostenibile 2013, è stato eletto “Uomo dell’anno” dalla rivista Staffetta Quotidiana nel 2016.

Enel investe in Australia: la società guidata da Francesco Starace realizzerà il maggior parco solare del Paese

Scritto da office fsonline il . Pubblicato in Aziende, Economia

Dopo Europa, America Latina, Asia e Africa, Enel punta a espandersi anche in Australia: il gruppo guidato da Francesco Starace si prepara a investire 157 milioni per la realizzazione del più grande progetto fotovoltaico del Paese.

Francesco Starace, AD di Enel

Enel investe in Australia: la soddisfazione dell’AD Francesco Starace

“L’acquisizione del più grande progetto fotovoltaico dell’Australia è un importante progresso per il Gruppo Enel”: sono queste le parole utilizzate dall’Amministratore Delegato Francesco Starace per presentare un importante investimento del colosso energetico, sempre più proiettato verso una diversificazione sui mercati internazionali. L’operazione sarà gestita dalla controllata Enel Green Power che, in joint venture con DIf, fondo infrastrutturale olandese attivo nel settore delle rinnovabili, realizzerà un impianto da 275 megawatt. Un’iniziativa da 315 milioni di dollari in totale (157 per Enel) che prevede anche il coinvolgimento di banche. L’impianto dovrebbe entrare in funzione nel terzo trimestre del 2018 e andrà a generare circa 570 gigawatt di energia elettrica ogni anno, una produzione in grado di soddisfare la richiesta di 82mila famiglie australiane. Dopo Europa, America Latina, Asia e Africa, la società guidata da Francesco Starace si affaccia su un mercato che garantisce importanti prospettive grazie all’abbondanza di risorse naturali e alla domanda in crescita. Dagli studi dell’Università di Melbourne è emerso, infatti, che il Paese punterebbe a dotarsi al 100% di energia green.

Francesco Starace: le tappe del percorso professionale dell’AD di Enel

Da maggio 2014 alla guida di Enel in qualità di Amministratore Delegato e Direttore Generale, Francesco Starace è laureato in Ingegneria Nucleare presso il Politecnico di Milano. Prima di entrare a far parte del colosso energetico, ha ricoperto importanti incarichi dirigenziali in altre società del settore: General Electric, ABB Group e Alstom Power Corporation. In questo periodo ha avuto l’opportunità di formarsi anche al di fuori dell’Italia, in particolare negli Stati Uniti, in Arabia Saudita, in Egitto e in Bulgaria. Il 2000 segna il suo ingresso in Enel, inizialmente in qualità di Responsabile dell’Area di Business Power (2002 – 2005). Passato alla Divisione Mercato (2005 – 2008), viene nominato successivamente Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel Green Power, nuova controllata che opera nel settore delle rinnovabili. Grazie agli ottimi risultati conseguiti nei 6 anni di gestione, nel 2014 il CDA lo nomina AD e Direttore Generale del Gruppo Enel. Francesco Starace è anche Componente del Consiglio di Amministrazione del Global Compact delle Nazioni Unite, membro dell’Advisory Board dell’iniziativa Sustainable 4 All delle Nazioni Unite, Co-presidente dell’Energy Utilities and Energy Technologies Community del World Economic Forum e Co-presidente del B20 Climate & Resource Efficiency Task Force.

Francesco Starace presenta il piano investimenti del Gruppo Enel in Sicilia

Scritto da office fsonline il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia

Enel ha annunciato un investimento di 100 milioni di euro per lo sviluppo di 3Sun, società gestita da Enel Green Power con sede a Catania e per la realizzazione di un Innovation lab a Passo Martino. Francesco Starace: “Grazie a questo investimento da oltre 100 milioni di euro riusciremo a portare sul mercato soluzioni energetiche sempre più affidabili e sostenibili”.

Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel

Enel scommette sulla Sicilia: il commento di Francesco Starace

Un investimento da 100 milioni di euro nell’arco di due anni. È questo l’importo destinato a 3Sun, fabbrica di pannelli fotovoltaici con sede a Catania e gestita da Enel Green Power. Parte dell’investimento sarà invece dedicata alla realizzazione di un Innovation Lab a Passo Martino, centro strategico nella sperimentazione di tecnologie innovative legate all’eolico, allo storage, alle microgrid, al solare termico e al fotovoltaico. Il piano è finalizzato alla trasformazione dell’attuale laboratorio in un campus tecnologico all’avanguardia, che sarà di stimolo per la ricerca e l’innovazione nel settore energetico. Il campus ospiterà centri di ricerca di rilevanza nazionale e internazionale oltre a start up regionali e nazionali.
L’importanza dell’investimento in 3Sun è legata poi alla possibilità di mantenere attiva una linea di produzione che dà lavoro a 300 dipendenti e ad altre 600 persone nell’indotto. Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel, sottolinea come, grazie all’investimento previsto, il Gruppo riuscirà a portare sul mercato soluzioni energetiche sempre più sostenibili e affidabili. Nello specifico, l’investimento servirà a mettere in produzione una tecnologia innovativa che renderà più efficienti i pannelli fotovoltaici, sostituendo il film sottile usato in precedenza con una tecnologia a eterogiunzione di silicio amorfo e cristallino.

Francesco Starace: biografia

Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel. Il percorso professionale nel settore energetico inizia all’interno di General Electric e ABB Group, aziende dove si occupa della gestione e della costruzione di impianti di generazione elettrica. In seguito viene scelto per assumere la posizione di responsabile delle vendite globali per la Divisione turbine a gas di Alstom Power Corporation. Durante questi anni il manager ha modo di sviluppare una forte esperienza a livello internazionale, lavorando in Egitto, Arabia Saudita e negli Stati Uniti. Il 2000 è l’anno che segna l’ingresso del manager nel Gruppo Enel, società per la quale ricopre diversi incarichi: fino al 2005 è capo dell’Area di Business Power, per poi passare alla Divisione Mercato. Successivamente, nel 2008, viene scelto come nuovo Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel Green Power, società del Gruppo specializzata nella produzione di energia elettrica derivata da fonti rinnovabili. Francesco Starace fa inoltre parte dell’Advisory Board per l’iniziativa Sustainable Energy 4 All delle Nazioni Unite, del CDA del Global Compact delle Nazioni Unite, è Co-Presidente del B20 Climate & Resource Efficiency Task Force e Co-Presidente dell’Energy Utilities and Energy Technologies Community del World Economic Forum.