Posts Tagged ‘casa di riposo’

Vitamina C e K, un toccasana soprattutto per le Senior

Scritto da presseurorunner il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Salute

Le vitamine allungano la vita e ne migliorano la qualità, soprattutto dopo i 65 anni, quando si iniziano a contrarre disturbi dell’apparato scheletrico e del sistema cognitivo.

La vitamina C contribuisce a rafforzare le ossa ed è un ottimo modo per prevenire l’osteoporosi, una patologia degenerativa che colpisce per la maggior parte le persone anziane ed in particolare le donne.

Una donna anziana su tre soffre di osteoporosi ed è inoltre più a rischio di infortuni domestici rispetto ad un uomo, in quanto passa molto tempo ad occuparsi della casa e della cucina, un luogo ad alto rischio di incidente.

Fratture all’anca, al femore e alle giunture sono la sfortunata ma evitabile conseguenza causata dagli incidenti domestici e dall’osteoporosi, un danno che si può prevenire con l’assunzione quotidiana di alimenti che contengono vitamina C, oltre che ovviamente con un maggiore grado di attenzione e di cautela nello svolgere le mansioni casalinghe senza affaticarsi e senza mettersi in pericolo.

Secondo uno studio condotto negli Stati Uniti dalla Framingham Osteporosis Study, l’assunzione di vitamina C riduce del 44% il rischio di fratture alle ossa in quanto contribuisce a prevenire l’osteoporosi.

Nuove ricerche inoltre rivelano l’importanza di un’altra vitamina utile alle persone anziane: la vitamina K, che svolge effetti benefici sul sistema cognitivo e aiuta a migliorare lo scambio di informazioni tra i neuroni.

La vitamina K è contenuta in maggio parte nelle verdure a foglia, che hanno inoltre un alto contenuto di acido folico, utile ad coadiuvare inoltre i disturbi femminili dovuti alla menopausa.

Areasenior è un ricettacolo di consigli sul benessere e il life style dei Senior. Sul portale di Areasenior sono presenti infatti tutte le News e le informazioni utili per una vita sana e corretta; inoltre, tramite un motore il ricerca situato nell’home page del sito, è possibile trovare tutte le migliori strutture assistenziali e case di cura per anziani, nonché un elenco completo di annunci e offerte di lavoro di badanti referenziate, un database di profili di badanti qualificate, affidabili e disponibili.

Detrazione casa di riposo

Scritto da casediriposo il . Pubblicato in Economia

Tutti gli anni facciamo la dichiarazione dei redditi e raccogliamo tutte le spese che possiamo detrarre/dedurre. Ci chiediamo se i costi che si riferiscono al soggiorno in una casa di riposo possono essere detratti? Quali sono i costi che posso essere dedotti per l’assistenza ad anziani in case di riposo?

Da dire innanzitutto possiamo detrarre solo una parte della spesa complessiva del soggiorno e non tutta. Tale cifra va infatti sgravata del costo mensile della retta relativa alla degenza presso la casa di riposo; tale onere non rientra purtroppo tra quelli per cui è prevista la detrazione o la deduzione in sede di dichiarazione dei redditi.

Si possono detrarre le spese sanitarie e di assistenza specifica sostenute che, nel caso di anziani non autosufficienti, possono risultate piuttosto ingenti: fanno parte del primo ad esempio i costi per medicinali, analisi, visite specialistiche mentre rientrano nel secondo gruppo l’assistenza infermieristica e riabilitativa, quelle sostenute dal personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale, sempreché esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona.

La differenza che esiste in sede di deduzione/detrazione e’ dovuta a chi beneficia di tale strumento: nel caso di anziano a carico si potranno detrarre nel caso invece di anziano portatore di handicap che usufruisce di tali strumenti nella propria dichiarazione questi potra’ quindi dedurle.

Ci sono dei casi a parte, per esempio quello in cui il soggetto ricoverato in una casa  di riposo non sia autosufficiente nell’espletamento degli atti di vita quotidiana, come da certificazione, oltre alla detrazione delle spese mediche e di assistenza specifica, potranno essere detratte, nella misura del 19%, le spese per l’ assistenza personale, come specificato dall’Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 10 del 16 marzo 2005 e con la successiva Risoluzione n. 397 del 22 ottobre 2008.

Da quanto sopra detto quindi sembrerebbe possibile detrarre almeno una parte delle spese relative all’assistenza da parte di personale qualificato a patto sia esterno alla casa di riposo e quindi non rientri nei costi della retta vera e propria

Si possono trovare maggiori aggiornamenti ed informazioni su case di riposo presso il sito: http://www.casariposo.org.

Dalla casa domotica alle associazioni di quartiere: qual è il futuro dei Senior ?

Scritto da presseurorunner il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Non solo in Italia, ma anche negli USA la tendenza dei Senior è quella di voler trascorrere il proprio tempo in casa propria e non in una casa di cura pubblica o in una casa di riposo per anziani, circondati dai loro ricordi e da un ambiente familiare.

Se questa potrebbe sembrare una propensione prevalentemente italiana, per via del forte attaccamento alla casa e alla famiglia tipica della cultura del nostro Paese, si scopre invece che anche negli USA i Senior americani scelgono la propria casa come luogo privilegiato dove trascorrere le proprie giornate.

Tale dato è stato rilevato dalla AARP, la maggiore associazione per gli anziani degli Stati Uniti che si occupa delle varie tematiche Senior inerenti la salute, il benessere e il life style. Secondo la AARP infatti, il 90% dei Senior americani preferiscono gestire la propria vita all’interno delle mura domestiche, sperando di rimanere indipendenti ed autosufficienti il più a lungo possibile.

Questo è un aspetto molto importante e un diritto assoluto; resta il fatto che in presenza di situazioni difficili date da malattie o problemi di ordine sociale, come un basso tenore di vita o l’assenza di punti di riferimento stabili quali la famiglia, è necessario poter usufruire di servizi alla persona e servizi di assistenza adeguati, come ad esempio i servizi di assistenza a domicilio dati dagli assistenti domiciliari o i servizi di sostegno alla persona dati da colf e badanti qualificate.

Negli Stati Uniti è stato messo a punto un servizio capillare di associazioni di quartiere che si occupano degli anziani, offrendo servizi a coloro che  necessitano di assistenza e un valido supporto per la community Senior del quartiere di riferimento.

Questa potrebbe essere una valida soluzione da adottare anche in Italia, così come applicare le nuove tecnologie avanzate in ambito della domotica per realizzare case intelligenti e prevenire quella che risulta essere la prima causa di infortunio tra gli anziani, ovvero gli incidenti domestici.

Areasenior da sempre riflette su misure adeguate per migliorare la qualità della vita di Senior e Ultrasenior, una fetta di popolazione che soprattutto in Italia rappresenta la maggioranza, nonché una community di persone che meritano di trascorrere il meritato riposo dopo una vita di lavoro in modo dignitoso e sereno.

Sul portale di Areasenior è possibile usufruire di un motore di ricerca facile e intuitivo per consultare tutte le schede relative alle varie offerte di assistenza agli anziani date da: case di riposo migliori in base alla zona di riferimento; residenze per anziani diurne; residence per anziani estivi. Inoltre, un servizio capillare sul territorio è offerto da badanti serie e qualificate.