Posts Tagged ‘benessere’

Più felicità per la città!

Scritto da Valentina il . Pubblicato in Religione

I volontari della fondazione alle prese con la distribuzione di opuscoli gratuiti dal titolo “La Via della Felicità”.

Domenica 13 gennaio nel pomeriggio i volontari della Fondazione “La Via della Felicità”, si sono impegnati nella città di Padova con un’operazione specifica in zona Arcella per la distribuzione di opuscoli intitolati “La via della felicità”.

“Il potere di indicare la via verso una vita meno pericolosa e più felice è nelle tue mani”. L. Ron Hubbard

I volontari, ispirati dalla citazione di L. Ron Hubbard hanno portato per le strade di questo speciale quartiere multietnico di Padova, un opuscolo nel quale sono indicati numerosi principi ideali per vivere nel pieno rispetto di se stessi e degli altri, raggiungendo in questo modo la “via della felicità”.

Un libro scritto da L. Ron Hubbard che è messo gratuitamente a disposizione dei cittadini nel corso della distribuzione pomeridiana, con al suo interno numerosi principi di buona condotta che consentono di vivere serenamente e con dignità.

Inoltre esiste il Kit di Risorse per l’Insegnante che fornisce strumenti potenti ed efficaci per insegnare i principi basati sul buon senso de La Via della Felicità. Grazie ai curriculum de La Via della Felicità, i giovani imparano ad applicare i concetti fondamentali di rispetto, decenza e umanità.

Per maggiori informazioni visita il sito: www.laviadellafelicita.org

Come Mantenersi Giovani Consigli Utili e Buone Abitudini

Scritto da florencetours il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Salute

Mantenersi giovani è da sempre in cima alla lista dei desideri delle persone, in ogni epoca ricorre il mito dell’eterna giovinezza per il quale molti si sono adoperati in modi diversi alcuni dei quali improbabili e privi di ogni base scientifica.
Alla base di mantenere un aspetto giovane c’è sicuramente la pelle ed in particolare modo quella viso che rappresenta la nostra parte del corpo più vista ed osservata dagli altri.
Per riuscire a mantenersi giovani la pelle del viso è un aspetto determinante, l’invecchiamento della pelle oltreché di tutte le altre parti del corpo è un aspetto ineluttabile per il quale nessuno ha mai trovato una soluzione se non per rallentare o nascondere i segni del tempo.
Una delle persone che meglio di altri conoscono il problema e possano fornirci consigli su cosa fare per mantenersi giovane è la nostra estetista di fiducia che oltre a fornirci i trattamenti estetici anti age che mitigano gli effetti del tempo possono suggerirci consigli utili.
Il primo passo è quello di effettuare una regolare pulizia del viso, detergere la pelle del viso è importante poiché ogni tipo di trattamento estetico o naturale avrà un effetto maggiore se eseguito con i pori liberi pronti ad accogliere le sostanze e veicolarle profondamente.
Per mantenersi giovani è importante anche agire dall’interno attraverso un’alimentazione che preveda tutti quei nutrienti fondamentali per il benessere dell’organismo, i cibi che non devono mancare sono: frutta, verdura, fibre e cereali integrali.
Oltre all’alimentazione dalle ultime ricerche è stata rilevata una tendenza ad invecchiare meno nelle persone che praticano attività fisica in modo sufficiente e costante.
Una ricerca americana eseguita su 1500 donne in menopausa ha rilevato un diverso comportamento dei telomeri nelle donne che praticano sport, risultando essere maggiormente funzionali nel tempo.
I telomeri rappresentano la parte terminale dei cromosomi e trasportano le informazioni cellulari durante la rigenerazione cellulare veicolandole nelle cellule nuove che vanno a sostituire quelle vecchie.
Anche la meditazione risulta avere effetti analoghi a quelli di chi pratica attività sportiva, le tecniche di meditazione aiutano sia lo spirito sia la regolarità della respirazione producendo effetti benefici di cui non si conoscono ancora in modo specifico i dettagli ma che come nel caso dello sport risultano dare effetti benefici reali.
Un altro aspetto di grande importanza per mantenersi giovani è quello di dormire almeno 7-8 ore ogni notte senza interruzioni, la regolarità del sonno è un grande aiuto per l’organismo per recuperare le energie favorendo la normale rigenerazione cellulare.

Equilibrium Detox Retreat A La Thuile dal 18 al 25 Novembre, presso l’Hotel Chalet Eden con la speciale partecipazione dello chef Simone Salvini, pioniere italiano dell’alta cucina naturale

Scritto da HALO COMUNICAZIONE il . Pubblicato in Aziende, Beauty & Wellness, Turismo

“Take care of your body. It’s the only place you have to live.” Questo è lo slogan di Equilibrium, un progetto che nasce dall’intenzione di portare alla consapevolezza che l’equilibrio del corpo e della mente è il primo passo verso la salute. Sette giorni Detox nei quali dedicare del tempo solo a sé stessi. Un programma personalizzato che include una combinazione di pasti detox, estratti, yoga, pranayama (respirazioni), meditazione, terapia somato-emozionale e cranio-sacrale.

Equilibrium Detox Retreat si svolgerà a La Thuile dal 18 al 25 novembre 2018, presso l’Hotel Chalet Eden di La Thuile, in Valle d’Aosta.

Immerso nella natura, questo ecohotel è la destinazione ideale per il relax e il ringiovanimento. Un rifugio sereno per nutrire il completo benessere di spirito mente e corpo, un luogo speciale, dove la ricerca di colori, materiali, tessuti e complementi d’arredo donano ad ogni camera un’atmosfera incantevole, intima e accogliente ma, allo stesso tempo, esaltano la vocazione naturale dell’hotel.

Perché è importante questo programma detossinante? Le tossine sono una presenza molto sgradita per l’organismo, che diventa veramente dannosa per la salute, quando il loro quantitativo supera la capacità fisiologica di espulsione delle stesse. Questo surplus di tossine crea le basi per molte patologie.

La settimana disintossicante costituisce pertanto una buona alternativa per poter liberare l’organismo da tossine e sostanze nocive, e anche un modo per rigenerare la mente e sentirsi meglio.

Equilibrium Detox Retreat offre un approccio olistico alla persona e al benessere attraverso un programma Detox personalizzato, studiato dalla dottoressa Grace Mason sulla base di un’accurata valutazione dell’anamnesi di ogni soggetto. Il programma prevede: una sessione di yoga, guidata dall’insegnate Céline Raclot, il lavaggio totale del tratto digerente (Shankprankshalan), il lavoro emozionale per la comprensione e risoluzione dello stress e la terapia cranio-sacrale. Il tutto combinato a gustosi alimenti e succhi a base vegetale.

Negli ultimi tre giorni della settimana disintossicante il famoso chef Simone Salvini, pioniere italiano dell’alta cucina naturale, sarà presente per accompagnare gli ospiti in un percorso di profonda conoscenza e consapevolezza di come nutrirsi in modo sano. Partendo dal concetto che il cibo è medicina e, in totale sintonia con il programma Detox, lo chef proporrà ai partecipanti menu speciali che conciliano il benessere con il gusto, condividendo le sue ricette, con l’obiettivo di aiutare le persone a rimanere vibranti e in salute.

Per informazioni www.chaleteden.it

Tutti i tipi di yoga Milano in base allo stile di vita

Scritto da RemigioLordi il . Pubblicato in Beauty & Wellness

Per chi abita a Milano lo yoga dovrebbe essere una disciplina obbligatoria: non solo crea una sensazione di leggerezza, tranquillità e relax a chi lo pratica, bensì è un alleato nell’eliminare lo stress aumentando concentrazione e forza. Per ottenere il massimo da questa disciplina antichissima, è obbligatorio cercare di trovare uno stile e un insegnante adatto alle proprie esigenze. La tecnica olistica per i milanesi è composto da varie sfaccettature: esistono di molti tipi e la scelta non è certo semplice, fino a che non si provano tecniche e stili diversi e si comprendono alla perfezione le differenze. Come un vestito su misura deve necessariamente aver avuto il bisogno di un intervento sartoriale, lo stile di vita e le abitudini di ciascuna persona che pratica yoga a Milano potrà focalizzarsi su uno stile per iniziare al meglio questa attività.

Come scegliere bene il corso yoga Milano adatto a te

Scegliere lo yoga a Milano non è poi così difficile, basta usare il buonsenso: se si sta già facendo del movimento fisico o addirittura un allenamento intensivo, si può optare per uno stile focalizzato sulla flessibilità. In questo modo si possono prendere i classici due piccioni con una fava: ci si mantiene allenati e mantenersi rilassati allo stesso tempo. Diverso il discorso per chi è alle prese con un infortunio o un problema fisico specifico: esiste la possibilità di frequentare yoga terapeutico nei centri olistici milanesi. L’alternativa per chi ha problemi di orario sono delle lezioni private in modo che l’insegnante si possa concentrare sul malessere specifico e cercare di attenuarlo e debellarlo. Anche la persona abituata al business milanese ha bisogno di questa attività, specie per ritrovare il proprio lato spirituale: la pratica di questa attività olistica deve essere orientata più sullo spirito piuttosto che la parte fisica. Prima di prendere una decisione definitiva, anche per non perdere soldi, l’unica maniera è provare sulla propria pelle: i centri di yoga e i circoli privati del capoluogo lombardo offrono la possibilità di partecipare a dimostrazioni e incontri gratuiti.

Box doccia idromassaggio per una doccia rigenerante

Scritto da Davide Ruggeri il . Pubblicato in Aziende, Beauty & Wellness, Casa e Giardino

I moderni box doccia idromassaggio sono progettati per regalare un benessere totale ed avvolgente. Infatti, i nuovi box doccia idromassaggio consentono di godere di momenti di puro relax tra le pareti domestiche e di creare una piccola spa dando la sensazione di essere in un vero centro benessere. Concedersi una doccia rigenerante grazie all’azione massaggiante dell’acqua, in grado di distendere il corpo e la mente è quanto di meglio possono offrire i box doccia idromassaggio.

Tra le migliori aziende di box doccia idromassaggio si distinguono Jacuzzi, Teuco, Ideal Bagno, Dimensione Bagno e tanti altri produttori che hanno lanciato sul mercato numerosi modelli di box doccia idromassaggio con molteplici funzioni. Per la maggior parte si tratta di cabine doccia sviluppate nel design e nelle prestazioni per inglobare in una semplice doccia tutte le potenzialità di un piccolo centro benessere da installare ovunque ci sia un collegamento idrico ed elettrico, sempre da valutare a seconda dello spazio disponibile.

Vari tipi di box doccia idromassaggio

L’offerta di box doccia idromassaggio è arricchita con trattamenti tipo bagno di vapore, aromaterapia, cromoterapia e musicoterapia, per avvolgere in un mondo di profumi e suoni armoniosi. Tra i modelli più sofisticati di Jacuzzi la linea Frame 100 offre un nuovo modo di vivere la doccia, appagante e coinvolgente. I getti Jacuzzi permettono di scegliere diversi tipi di idromassaggio tra cui: massaggio Shiatsu, nei due programmi Tonic e Relax; massaggio sequenziale, che permette di selezionare la velocità desiderata. Il Cromodream Jacuzzi permette di scegliere tra 6 colori che si fondono nell’acqua e accarezzano dolcemente il corpo. La tastiera Touch Screen Jacuzzi permette di accedere alle numerose funzioni della doccia con facilità estrema. Anche il box doccia idromassaggio sauna TEUCO MULTIFUNZIONE NEXT 161 è un prodotto di alta qualità e di elevate prestazioni: resistente e completo di funzioni doccia e bagno turco, ha vasta scelta di allestimenti e semplicità di installazione. Infatti, si pone ad incastro senza utilizzo di silicone. Il massaggio erogato dal box doccia Teuco riattiva e potenzia la circolazione, creando un diffuso senso di sollievo da gonfiori e pesantezza. Il box è dotato di doccia scozzese, che consiste in una rapida alternanza di getti caldi e getti freddi, cromoterapia, aromaterapia e bagno turco, che apporta tanti benefici alla pelle e alle vie respiratorie.

GAMBE GONFIE E CELLULITE

Scritto da Andrea Lopez il . Pubblicato in Salute

IL CALDO E I SUOI EFFETTI POSI(NEGA)TIVI.

È ufficiale, con l’arrivo delle temperature miti arrivano di pari passo week-end in spiaggia o in piscina, happy hour per rilassarsi e incontrare gli amici oppure serate con annesso barbecue pantagruelico. Ma quando in padella sfrigola il calore, il nostro corpo reagisce! In questo periodo molti lamentano eccessiva ritenzione idrica o, in casi più evidenti, gonfiore. A causa dell’effetto di gravità, il gonfiore si localizza maggiormente ai piedi, al bacino o alle gambe, diventando così uno spiacevole effetto collaterale della nostra amata estate! Fortunatamente, seguendo qualche accorgimento, riusciremo ad alleviare questo fastidio stagionale.

Perché le gambe si gonfiano? Quando il gonfiore è da imputare a condizioni temporanee non patologiche ci si riferisce ad esso chiamandolo edema, ovvero accumulo di liquidi fuori dalle cellule e dai vasi sanguigni (comunemente conosciuto come ritenzione idrica). Vi sono diversi tipi di edema, qui analizzeremo quelli fisiologici cioè quelli di cui non dobbiamo preoccuparci e che di solito regrediscono con la regressione della condizione che ne ha favorito l’insorgenza.

1°- Edema da sovraccarico ortostatico: si presenta quando siamo costretti a mantenere la posizione seduta o in piedi per un lungo periodo senza poterci muovere più di tanto (es. lunghi viaggi in aereo o in terno, lavori che ci costringono a stare seduti per lungo tempo o fermi in piedi, ecc.). In genere sparisce completamente e spontaneamente in breve tempo quando la persona ricomincia a muoversi.

2°- Edema da ciclico premestruale: può manifestarsi nelle donne qualche giorno prima della mestruazione. Questo tipo di edema non è localizzato in una sola parte del corpo, ma è generalizzato e non visibile ad occhio nudo. Le donne lamentano senso di tensione e di pesantezza, con un aumento di peso di 2 – 3 kg e minore produzione di urina (quindi una ritenzione di liquidi). Regredisce durante la mestruazione.

3°- Edema in gravidanza: dovuto ad un aumento degli estrogeni, che hanno funzione di trattenimento dei liquidi. Questo edema però non deve superare i 7 litri. Quindi 7 dei 12 – 13 kg che la donna acquista in gravidanza sono di liquidi. Regredisce con il parto.

4°- Edema da calore: è un edema che compare in conseguenza delle alte temperature in estate. Per esempio il gonfiore delle gambe e dei piedi la sera avviene perché con il calore i capillari si dilatano. È un edema generalizzato ma più consistente agli arti inferiori. Regredisce completamente con l’abbassarsi della temperatura.

(La fonte dei 4 punti summenzionati è: http://www.linfedematorino.it/2013/04/04/edema-fisiologico)

STOP ALLE GAMBE GONFIE E ALLA CELLULITE!

Ritenzione idrica e cellulite sono strettamente correlati. La probabilità di accumulare cellulite a causa di prolungati periodi di ristagno dei liquidi è altissima. Considerando che a causa delle variazioni climatiche in Europa il periodo caratterizzato da alte temperature si è allungato mediamente di un mese, la redazione Marion ha deciso di parlare dei motivi per cui è bene non trascurare il problema delle gambe gonfie a causa di ritenzione idrica e come porvi rimedio.

Perché si forma la cellulite? Benché vi siano diversi fattori che danno origine alla cellulite, è importante capire che è causata da un’alterazione del microcircolo. Soffrire di ritenzione idrica è il fattore primario che contribuisce alla formazione di cellulite in quanto altera la normale circolazione di sangue, linfa, ossigeno e sostanze nutritive.

Quali sono i fattori aggravanti?
• Indossare spesso i tacchi alti (Quanto sei disposta a sacrificare le ultime Peep Toe che hai comprato? ;-D)
• Condurre una vita sedentaria (Magari è meglio non rinnovare il prossimo abbonamento alla Pay TV?)
• Mangiare cibi ricchi di grassi e di sale (Ebbene si, ti abbiamo visto su Facebook quando hai postato le foto della tua cena con gli amici!)
• Indossare abbigliamento troppo stretto (Forse gli ultimi jeans che ti ha consigliato il commesso andavano meglio di una taglia in più?)
• Postura errata (Se sei comodamente seduto, sei più tipo Snoop Dogg o Riccardo Muti?)
•Essere in sovrappeso (Chiedi alla tua collega di passarti il numero di Jill Cooper! ;-P)
• Fumare (Se stai facendo l’ultimo tiro, fa che sia l’ultimo dell’anno!)
• Dormire poco (Il consulente Marion può farti visita quando vuoi!)

RIMEDI

A differenza della cellulite ostinata, l’edema da ritenzione idrica può essere eliminato immediatamente e facilmente con piccoli accorgimenti. Per sfuggire al fastidioso problema delle gambe gonfie basterà seguire i suggerimenti indicati di seguito apportando così benefici anche agli inestetismi della cellulite.

MASSAGGIA DELICATAMENTE I MUSCOLI DELLA ZONA GONFIA in modo da stimolare la circolazione del sangue ed evitare il ristagno delle tossine

MANGIA CIBI DIURETICI (es. patate, mela, finocchi, cipolla, carciofi, ecc.) che favoriscono l’eliminazione delle tossine

EVITA IL CALORE mantenendo il corpo al fresco per ridurre la vasodilatazione dei capillari delle gambe. A tal proposito è utile direzionare il getto d’acqua fredda della doccia sugli arti inferiori

SOLLEVA LE GAMBE. Una tecnica semplice ed efficace da seguire anche a casa. Tenere le gambe sollevate rispetto al resto del corpo favorisce il drenaggio dei fluidi di scarto e combatte l’effetto della gravità sulle vene. Approfittatene la sera, stendendovi sul divano o sul letto, appoggiando le gambe su dei cuscini. Per chi, invece, ne ha la possibilità sarebbe preferibile concedersi un buon sonno ristoratore su di un sistema di riposo con alzata piedi regolabile.

A noi di Marion piace il comfort e, soprattutto, piace renderlo accessibile a tutti. Dai prodotti offerti in telepromozione ai modelli di rete a doghe continuativi, Marion vanta diversi dispositivi con alzata della porzione testa/gambe manuale o elettrica per assecondare i gusti di qualsiasi cliente. Belle esteticamente, funzionali e coadiuvanti per specifiche patologie o problemi fisiologici tipo la ritenzione idrica, sono la scelta ideale per chi ama ottenere il comfort assoluto con un semplice movimento.

La cucina antiaging a “Piacere Modena”

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Gastronomia e Cucina, Libri, Salute

Conferenza di presentazione del libro “Antiaging con gusto. A scuola di cucina per restare giovani” con l’autrice Chiara Manzi il 28 maggio a Modena presso i Giardini Ducali in occasione della rassegna “Piacere Modena – I giardini del gusto e delle arti”.

Il 28 maggio, alle ore 18.00, Chiara Manzi presenterà il libro “Antiaging con gusto. A scuola di cucina per restare giovani”, edito da Sperling&Kupfer, a Modena nella cornice dei Giardini Ducali. L’evento fa parte dei numerosi appuntamenti di “Piacere Modena – I giardini del gusto e delle arti”, che, da maggio a settembre, celebra l’arte culinaria e le eccellenze del territorio emiliano in numerosi incontri con autori, artisti, viaggiatori, filosofi, agronomi, scienziati e ricercatori. Tra gli organizzatori, Massimo Bottura, noto chef stellato di casa a Modena.

La Dott.ssa Chiara Manzi è la massima esperta europea in Culinary Nutrition, la branca della nutrizione che si applica alla cucina e alla pasticceria. Attraverso la ricerca e lo studio delle preparazioni, dei metodi di cottura, degli abbinamenti e delle dosi, è possibile permettere agli alimenti di esprimere al meglio tutte le potenzialità benefiche per l’organismo: dall’unione di scienza e arte culinaria nascono piatti squisiti e, al contempo, salutari e ricchi di proprietà antiaging.

È infatti ormai acclarato che il benessere comincia dal cibo e il sogno di Chiara Manzi è quello di dare una nuova interpretazione alle più celebri ricette della cucina italiana, e portare in tavola piatti sani senza rinunciare al piacere della buona tavola. Per questo motivo nel 2012 ha creato Cucina Evolution, progetto che esprime in pieno questa nuova vocazione culinaria.

Chiara Manzi, laureata in nutrizione umana e dietetica, è fondatrice e direttrice dell’Art joins Nutrition Academy, prima scuola europea per cuochi, medici e nutrizionisti dedicata alla Culinary Nutrition, presidente di Assic, Associazione per la Sicurezza Nutrizionale in cucina, docente del master di medicina estetica all’Università di Tor Vergata di Roma. Oltre ad aver scritto “Antiaging con gusto. A scuola di cucina per restare giovani”, alla fine del 2014 ha pubblicato “Gusto e Benessere, la tradizione diventa antiaging”, compendio di 50 ricette che rivisitano la cucina tradizionale italiana seguendo gli insegnamenti della nutrizione culinaria.

Per maggiori informazioni:
Art joins Nutrition Academy
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Allarme influenza: qualche suggerimento per riposare bene

Scritto da Andrea Lopez il . Pubblicato in Salute

Naso chiuso. Tosse. Mal di gola. Quando l’influenza incombe, tutto ciò che si desidera è rintanarsi a letto e dormire per almeno i successivi dieci giorni. Ma questi fastidiosissimi sintomi impediscono in tanti casi di riposare serenamente ma soprattutto con continuità. Ma facciamo un passo indietro: dormire poco o male incide molto sul nostro sistema immunitario. Se esposti al virus, i soggetti che dormono meno di 7 ore a notte sviluppano 3 volte tanto più facilmente l’influenza rispetto ai soggetti che dormono almeno 8 ore. È importante considerare che il sonno consente al sistema immunitario di rigenerarsi e, dunque, fare da scudo all’organismo da eventuali virus esterni: perciò, soprattutto durante questo periodo, è importante dare priorità al riposo e, nel caso sia troppo tardi, dormire bene in cagionevole salute aiuterà certamente a riprendersi in fretta. Fatta questa premessa, abbiamo preparato una breve lista di piccole misure da seguire per alleviare i classici fastidi da influenza e migliorare il sonno. Prima di tutto eliminare la congestione, vale a dire il muco che ostacola la respirazione, con l’aiuto dei lavaggi nasali con una soluzione salina in acqua distillata. I kit per le irrigazioni nasali si reperiscono facilmente e sono pratici e indolore.

Anche mantenere fresca la camera da letto è importante. Quando la temperatura corporea si abbassa, il cervello si predispone al sonno. È, infatti, consigliabile mantenere la temperatura della camera da letto tra 12,2 °C e 23,8 °C. Mantenerla al buio è altrettanto importante, in quanto la luce segnala al cervello di svegliarsi. È bene, pertanto, impedire ai raggi di sole di raggiungere gli occhi, al mattino, magari attraverso della tende scure o indossando una mascherina da notte. Usare un umidificatore, diluendo con l’acqua qualche goccia di mentolo, per impedire alle vie respiratore di asciugarsi ulteriormente. Fare una doccia calda, prima di andare a letto, è un altro valido aiuto. Uscendo dalla doccia, la riduzione della temperatura del corpo aiuterà il cervello a prepararsi per il sonno. Vantaggio: il vapore ha potere decongestionante e idratante per le vie nasali e la gola. Indossare dei calzini, prima di andare a letto. Il riscaldamento dei piedi aiuta l’organismo a rilassarsi ed ad approcciarsi al sonno. Mantenere la testa sollevata mentre si dorme, con l’ausilio, ad esempio, di un guanciale in più o scegliendo un sistema di riposo di qualità, dotato di rete con alzata testa-piedi che conferisce un maggiore comfort rispetto alle reti classiche e che permette, a prescidere dallo stato di salute, di avere un sonno sempre rigenerante e quindi una vita più salutare. Dormire con la testa sollevata contribuisce ad alleviare la pressione toracica e a facilitare la respirazione. In ultimo tranquillizzare la mente che, talvolta, soprattutto quando non si è in gran forma, è possibile presenti qualche blocco, che impedisce un riposo sereno. Per aiutare la mente ad entrare nella modalità sonno, sono consigliabili alcuni passatempi rilassanti quali la meditazione, la lettura di un libro, l’annotazione dei propri pensieri su un diario personale o l’ascolto di musica rilassante.

Insonnia: l’automassaggio per combattere le tensioni e favorire un buon riposo

Scritto da Andrea Lopez il . Pubblicato in Salute

Non è più necessario contare le pecore o assumere prodotti rilassanti naturali o farmacologici. Adesso per sconfiggere l’insonnia è sufficiente un bel massaggio! E per chi non può permettersi sedute costanti presso centri specializzati, c’è un’alternativa: l’automassaggio per conciliare il sonno. Aiuta a rilassare mente e muscoli, favorendo un miglior riposo. Come funziona? È consigliabile effettuarlo, prima di andare a letto. Armarsi di crema idratante e partire dai piedi, massaggiandone lentamente la pianta, facendo delle pressioni con i pollici e dedicando attenzione e cura alle dita, a partire dall’alluce. Si raccomanda di farlo avendo le mani sempre calde e con movimenti lenti, ma profondi. Passare, dunque, a mani e polsi, eseguendo anche in questo caso un massaggio delicato ma deciso, sciogliendo le articolazioni del pollice e del polso, manipolando bene il palmo delle mani e dedicando attenzione alle dita, massaggiandole singolarmente.

Per ultimo spostarsi sul collo, effettuando un massaggio alla nuca, alternando le mani con cui si pratica il massaggio. Muovere piano la testa, al fine di sciogliere le articolazioni del collo e non trascurare i muscoli delle spalle che nella maggior parte dei casi sono fortemente contratti, soprattutto nel caso di chi fa un lavoro sedentario. A questo punto coricarsi e, sotto le coperte, con la punta delle dita, massaggiare e accarezzare fronte e tempie. Un’alternativa, per i meno pigri, è quella di eseguire l’intera operazione in una vasca d’acqua calda. Il vapore e il contatto con l’acqua, aiuteranno ad abbassare il livello di stress e tensione accumulati del corpo e di conseguenza ad addormentarsi con maggiore facilità.

Lo sapevi che il riposo influenza la crescita del tuo bambino?

Scritto da Andrea Lopez il . Pubblicato in Lifestyle, Salute

Cara mamma, una vita sana si costruisce sin dalla prima infanzia. In questa fase il sonno è determinante per lo sviluppo del tuo bambino. Per crescere bene è fondamentale dormire bene e tanto. Molteplici studi si occupano di comprendere il motivo per il quale l’uomo ha necessità di dormire tutti i giorni per vivere: si sostiene sia il cervello a necessitare del sonno per riorganizzare le idee elaborate durante il giorno. Ma come già anticipato, il buon riposo è un elemento importante nella vita di ogni essere umano, ma in particolar modo nei primi anni di vita. Pare, infatti favorisca il processo di crescita.

Durante il sonno, notturno o diurno, viene stimolata la produzione dell’ormone della crescita, fondamentale per il corretto sviluppo fisico dei più piccoli. Proprio per questo gli esperti raccomandano di non interrompere mai il sonno del bambino, nemmeno se è giunta l’ora della pappa, così come sconsigliano di non fargli mai saltare il pisolino pomeridiano. Ma perché il momento della nanna diventi piacevole e costruttivo è importante che avvenga in un ambiente confortevole. Ingredienti indispensabili: silenzio, luci soffuse, atmosfera tenue ed una temperatura esterna in grado di favorire il sonno.

D’inverno è bene che la temperatura della sua cameretta non scenda al di sotto dei 20 gradi, mentre d’estate, quando è impossibile regolare la temperatura, è importantissimo controllare il livello di umidità, che non deve superare il 60%. Sia il caldo troppo secco, sia il caldo esageratamente umido possono, infatti, favorire una sensazione di malessere, che può essere controllata attraverso l’uso degli apparecchi umidificatori. Con pochi piccoli accorgimenti è possibile rendere ideale l’ambiente in cui riposa il tuo bambino:

Arieggiare sempre la stanza in cui dorme, prima dell’uso;
Cambiare spesso lenzuola e coperte;
Esporre all’aria il materasso periodicamente;
Distanziare correttamente i listelli del lettino (4 — 6 cm);
Nessuna fodera salva pipí in plastica e nessun rivestimento in gomma per il materasso;
Materasso: elastico, ergonomici, naturale e anti acaro.