Posts Tagged ‘attrezzature agricole’

Dalla terra al cuore con Campagnola

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Agricoltura, Aziende, Locale, Società, Spettacolo

Forte dello sviluppo internazionale e della consolidata presenza sul mercato estero, l’’azienda emiliana non perde di vista il legame con il territorio e sceglie di abbracciare alcuni importanti progetti solidali.

Dalla mobilità alla ricerca scientifica, dalla salute alle manifestazioni locali volte alla sponsorizzazione del territorio e delle sue infinite potenzialità.

L’azienda Campagnola, da oltre 60 anni a Zola Predosa, nelle immediate vicinanze di Bologna, dove avvenne la fondazione nel 1958 da parte del Comm. Pio Vittorio Ferretti, continua lungo il percorso dell’impegno responsabile appoggiando alcune iniziative locali dal forte valore e dall’effettiva utilità sociale.

Una delle prime occasioni del 2019 si ripresenterà martedì 26 marzo, quando presso il Teatro Comunale L. Betti di Casalecchio di Reno (in Piazza del Popolo 1) avrà luogo lo spettacolo di danza e l’incontro con Simona Atzori, talentuosa ballerina e pittrice nota, tra le altre cose, per aver ricoperto il ruolo di Ambasciatrice per la danza nel corso del Giubileo 2000. Lo spettacolo artistico che la vedrà protagonista verrà messo in scena a favore della campagna solidale #LOTTOANCHIO, indetta dell’A.G.E.O.P. (Associazione Genitori Ematologia Oncologica Pediatrica) con l’obiettivo di realizzare una “Teen Room” nel Reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico Sant’Orsola Malpighi.

Una sponsorizzazione che non vuole rappresentare un caso isolato, per l’azienda di Zola Predosa: da molti anni prosegue il sostegno a una preziosa iniziativa del territorio ascrivibile all’universo della mobilità, volta a consegnare dei mezzi attrezzati per agevolare il trasferimento di anziani e persone con disabilità motorie. Analogo obiettivo, per Campagnola, ha la sovvenzione al Centro Ambulanze del Comune che ospita la sede dell’azienda, per garantire alla cittadinanza una tempestiva assistenza in caso di urgenza e primaria necessità.

Un’attenzione particolare sarà riservata anche alla divulgazione scientifica, grazie all’esperienza e alla professionalità del gastroenterologo Prof. Roda che si impegnerà a diffondere, mediante un ciclo di incontri informativi, l’importanza della prevenzione e delle terapie mediche per un corretto approccio alla propria salute. Per chi vive la natura e opera per essa, il collegamento tra nutrizione e benessere è quotidianamente percepito.

Non mancherà inoltre lo spazio per le manifestazioni locali, da sempre momento di aggregazione e condivisione delle più antiche tradizioni gastronomiche. Ad inserirsi in questa direzione sarà la Festa della Domenica in Albis (concorso Torta di Riso) organizzata dall’Osteria del Pignotto con il supporto del Comune di Zola Predosa. Il ricavato della kermesse – che si terrà il 28 aprile presso la suggestiva cornice di Palazzo Albergati con l’attiva partecipazione di Campagnola, grazie a un corner dedicatole – verrà devoluto a FANEP per aiutare i bambini affetti da patologie neuropsichiatriche e da disturbi del comportamento alimentare.

La responsabilità sociale dell’azienda emiliana ha radici antiche e costituisce uno dei valori fondanti della sua espansione, rivolta al mercato nazionale e internazionale per diffondere la qualità del made in Italy e il know-how di una realtà continuamente sottoposta a innovazione e ricerca, ma anche strettamente legata alla terra che l’ha vista compiere i primi passi nel campo della meccanica agricola professionale. Senza confini, Campagnola spazia dalle iniziative locali a quelle nazionali ed internazionali, valutando le esigenze, l’incidenza e la contingenza delle situazioni bisognose di supporto.

www.campagnola.it

Macchine agricole, Deutz-Fahr inaugura la sua nuova casa

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

Produzione all’avanguardia all’insegna di efficienza e sostenibilità: si può descrivere in questo modo la nuova fabbrica di Deutz-Fahr, il colosso tedesco del gruppo SDF specializzato nella produzione di trattori agricoli altamente tecnologici e leader nel mercato internazionale.

Ed è proprio la tecnologia avanzata il leitmotiv di questo nuovo impianto, inaugurato lo scorso 10 maggio nella sede storica di Launingen (Baviera), progettato nell’ottobre 2014 e già pronto per essere considerato un modello nel campo dell’industria meccanica. Costato 90 milioni di euro, Deutz-Fahr Land è stato costruito proprio per la produzione di trattori avanzati con potenza superiore a 130 cavalli, ovvero le serie 6,7,9 e dal prossimo anno 11. Un mega stabilimento di 150 mila mq immerso nel verde bavarese, strutturato in quattro mega aree per raggiungere massimi livelli di efficienza produttiva.

L’area logistica, costituita da un magazzino perfettamente idoneo a sostenere qualsiasi volume di produzione; un’area interamente dedicata all’assemblaggio pre-verniciatura interamente ergonomica; il Paint Shop, ovvero l’area di assemblaggio post verniciatura in grado di garantire un  processo di verniciatura e asciugatura semplicemente perfetto in quanto robotizzato; infine, l’area Test, dedicata a collaudare il funzionamento di tutti i componenti installati.

Ma la particolarità di questo grande impianto si chiama Deutz-Fahr Arena, ossia lo spazio pensato per accogliere i clienti. Dotato di caffetteria, sale riunioni, area baby , sala conferenze e addirittura di cinema da 70 posti, questo centro è estremamente interessante soprattutto perché ospita al suo interno un museo dedicato ai trattori storici della casa di produzione, oltre ai tanti showroom espositivi.

Insomma, la Deutz-Fahr Land è un esemplare di complesso industriale ultramoderno, capace di coniugare produzione all’avanguardia ed ecosostenibile con attività di intrattenimento; ma è anche un esempio di come pianificare un futuro fruttuoso a livello produttivo e commerciale. Un motivo d’orgoglio anche per Cordini Srl, leader nella vendita macchine agricole e storico rivenditore della grande casa tedesca.

Tecnologia e sostenibilità in agricoltura: al via la 36.ma Fiera della meccanizzazione agricola

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende, Economia, Italia

È tutto pronto per l’apertura della 36.ma edizione della Fiera nazionale della meccanizzazione agricola (dal 16 al 19 marzo), l’evento di caratura internazionale dedicato all’esposizione di macchinari e attrezzature agricole tecnologiche e non solo. Anche quest’anno tutti gli operatori del comparto si daranno appuntamento presso l’Area Fieristica della città di Savigliano, in provincia di Cuneo: ben 350 gli espositori di macchine agricole pensate per i lavori in campo aperto (collina, montagna e pianura) e il giardinaggio.

Una kermesse che vede l’Italia assoluta protagonista, alla luce della straordinaria crescita avuta nel 2016 dal punto di vista della produzione e dell’export, e che quest’anno punta fortemente all’internazionalizzazione delle imprese del settore; una crescita che le stime ufficiali danno ancora in aumento, con un +5,3% nel 2017 e un +5,8% nel triennio successivo.

Ovviamente, l’attenzione principale sarà rivolta all’innovazione e alla tecnologia in agricoltura. Da segnalare, a tal proposito, la presenza in fiera dell’Area Eco-Tech, l’enorme padiglione dedicato interamente alle soluzioni ecologiche in agricoltura, utile a capire in che modo aumentare l’efficienza energetica e sfruttare al massimo le energie rinnovabili. Ma come già anticipato, l’innovazione applicata all’agricoltura non è l’unica tematica di approfondimento.

Nel corso della quattro giorni fieristica, infatti, numerosi sono gli argomenti da affrontare e le  iniziative da svolgere. Anzitutto, ci si soffermerà sul tema dell’agricoltura biologica e biodinamica, con un focus particolare sulle nuove tecnologie agronomiche in grado aumentare la sostenibilità delle filiere di produzione e dell’utilizzo degli agro-farmaci. Importanti sono anche gli aggiornamenti normativi che verranno illustrati: dalla questione abilitazione alla guida delle macchine agricole (trattori gommati e cingolati), alla nuova normativa inerente l’origine obbligatoria sulle etichette per latte e formaggi (se ne parlerà nel corso del convegno “Quale latte bolle in pentola”).

E ancora, la giornata “Business to Business”, dedicata all’incontro di operatori di Francia, Iran e Tunisia con i produttori, e il premio “Imprenditore dell’anno”, in collaborazione con Arproma e Enama. Insomma, la 36° fiera della meccanizzazione agricola è un appuntamento importante e ricco di avvenimenti non solo per gli addetti al commercio mondiale di macchine agricole e giardinaggio, ma altresì per tutta l’imprenditoria agricola italiana, alla ricerca delle soluzioni migliori per incrementare la competitività delle imprese.

 

Sollevatore telescopico Manitou MT 625 H: grandi risultati in piccoli spazi

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

Tra le diverse esigenze di chi gestisce un’attività economica, quella di lavorare in tutta sicurezza e comodità rappresenta senza dubbio una tra le più importanti. Purtroppo però, non sempre è semplice coniugare lavoro e comfort, salvo nei casi in cui ci si affida a prodotti di sicura qualità e affidabilità. Le attrezzature agricole e giardinaggio che propone Cordinisrl.com sono sempre concepite per fornire risultati eccellenti, sia in termini di produttività che in quelli di praticità. E il prodotto che andiamo a presentare in questo articolo rispetta pienamente questi parametri: MANITOU MT 625 H, il sollevatore telescopico potente e intelligente.

Ideale non solo per le attività agricole, questa macchina è in grado di assicurare massima manovrabilità grazie alle sue dimensioni compatte. La larghezza di appena 1,80 m e l’altezza non superiore ai 2 m, infatti, le consentono di operare in spazi molto ridotti, soprattutto nei cantieri ingombri. Dotata di ECS – Easy Connect System – un sistema che consente un più agevole ricambio degli accessori, può vantare un raggio di sterzata di 3,30 m e movimenti idraulici veloci. Il suo utilizzo è reso agevole non solo dalle tre modalità di direzione, ma anche dai suoi comandi. La cabina, infatti, confortevole e interamente insonorizzata, dispone del dispositivo Joystick Switch & Move, che lo rende estremamente manovrabile anche nei punti più scomodi sul luogo di lavoro.

Il sollevatore telescopico Manitou MT 625 H non ha solo compattezza e agilità di manovra dalla sua parte ma anche i numeri, in virtù di una capacità di 2,5 T e, soprattutto, di un’altezza di sollevamento massima di 5,85 m. Insomma, tutto ciò che occorre per ottenere maggiore rendimento e competitività. Da ricordare, infine, che questo modello di sollevatore può contare su un motore 75 cavalli che gli consente di raggiungere una velocità di 32 Km/h, in ottemperanza degli standard legislativi attualmente in vigore nel nostro Paese.

Maggiori dettagli relativi al prodotto sono facilmente consultabili su questo sito nella categoria agricoltura e alla pagina telescopici.

Semovente SICMA F3: tecnologia e funzionalità in agricoltura

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

Contribuire alla crescita del settore agricolo per Cordinisrl.com non significa solo diversificare la propria offerta nella vendita macchine agricole, ma soprattutto proporre sul mercato strumenti idonei a raggiungere importanti risultati e di elevata qualità. Non per questo, la sua mission nel corso della sua lunga esperienza è stata anche quella di seguire la sua clientela nella scelta degli investimenti giusti da fare, suggerendo la soluzione più adeguata in base al tipo di esigenza. Sappiamo bene come sia possibile trovare una risposta concreta a qualsiasi tipo di richiesta all’interno di questo negozio online. Ad esempio, una delle attività maggiormente produttive in campo agricolo in diverse regioni italiane, è senza dubbio la raccolta delle olive.

Anche se bisognerà attendere ancora qualche mese all’inizio della campagna olivicola, è già ora di pensare a come renderla proficua e remunerativa. Ecco che Cordini srl ha pensato di proporvi uno strumento in grado di garantire prestazioni importanti, ovvero la macchina semovente SIMCA F3, il top per questo tipo di mansione. Dotata di sistema idraulico in grado di trasmettere il movimento dal motore termico alle ruote, questa macchina è interamente a trazione integrale su 3 ruote (la singola posteriore sterzante), ma soprattutto un esemplare di efficienza e avanguardia per merito della testata vibrante New Generation. Il suo braccio testata vibrante sfilabile con sistema telescopico, infatti, assicura ottimi risultati nella raccolta del frutto, resa più agevole dai suoi facili comandi per la vibrazione e la movimentazione (joystick e due leve).

SICMA F3 è anche un modello all’avanguardia di sicurezza, grazie al suo sofisticato sistema frenante, costituito da un freno di servizio automatico al rilascio del pedale di avanzamento, e da un freno di soccorso e stazionamento con mozzi ruota dotati di freni lamellari in negativo, capaci di bloccare le ruote nel caso di mancata pressione nel circuito idraulico di distacco. Essa, inoltre, è sinonimo di potenza, perché può vantare un peso totale di 4.950 Kg e una carrozzeria in elementi di tubi acciaio, oltre a un motore IVECO a 4 cilindri (93 Kw) a 2300 giri al minuto.

La macchina semovente SICMA F3, infine, è anche sinonimo di comfort: l’operatore può lavorare su un comodo sedile con braccioli provvisto ovviamente di cintura di sicurezza (omologazione TUV).

Questi sono solo alcuni dettagli di questo efficientissimo macchinario. Per conoscere molto altro, Cordini srl suggerisce come sempre di entrare a visitare il suo negozio online che, a una serie infinita di articoli in agricoltura e giardinaggio, riserva anche offerte interessanti riguardanti l’usato e il noleggio.