Posts Tagged ‘Arte Padova 2013’

Francesco Alberoni si complimenta per l’ottima riuscita di Arte Padova 2013

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Libri

In occasione del suo intervento in conferenza a tema “La scienza dell’amore” ad Arte Padova 2013, Francesco Alberoni rilascia una straordinaria dichiarazione sulla 24° Mostra Mercato d’Arte Moderna e Contemporanea, tenutasi dal 15 al 18 Novembre 2013, nel contesto fieristico di Padova.

Francesco Alberoni dichiara: “Sono stato molto compiaciuto di intervenire nel prestigioso contesto espositivo di fiera Arte Padova 2013, in occasione della mia conferenza a tema su “La scienza dell’amore” e ho apprezzato da parte dell’organizzazione il grande impegno nel dare il massimo risalto all’arte e alla cultura, anche in questo difficile periodo di crisi sociale ed economica molto incalzante, in cui è senza dubbio più arduo realizzare iniziative di così elevata portata e offrirle a disposizione dell’opinione pubblica, oltre che degli addetti ed esperti di settore.

Ho percepito tanta passione ed energia positiva, nell’intento di mantenere in primo piano il prezioso patrimonio artistico culturale, attribuendo il giusto e meritato valore e offrendo ai numerosi fruitori ed estimatori molteplici eterogenee opportunità per soddisfare ogni esigenza e preferenza specifica.

Formulo i miei sinceri complimenti allo staff organizzativo per l’ottimale riuscita della manifestazione fieristica e per il significativo contributo fornito nella divulgazione di un messaggio collettivo per la tutela e la salvaguardia dei beni artistico culturali nazionali e internazionali, che costituiscono una risorsa inestimabile per ciascuno di noi”.

Arte Padova 2013: straordinario incontro con Francesco Alberoni affiancato dal manager Salvo Nugnes

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

Grande successo e pubblico numeroso per la conferenza che ha tenuto Sabato 16 Novembre 2013, nel contesto fieristico di Arte Padova, il rinomato e apprezzato sociologo Francesco Alberoni, che affiancato dal manager Salvo Nugnes in qualità di relatore, ha presentato in anteprima i suoi due libri di ultima pubblicazione “Evita” e “Faust” appartenenti alla collana Sonzogno “La scienza dell’amore” da lui diretta.

Durante l’incontro Alberoni, grande esperto di movimenti collettivi e educazione sentimentale, ha spiegato le caratteristiche distintive della prestigiosa raccolta, che contiene opere di narrativa e saggistica composte da vari autori, che offrono stimolanti spunti di riflessione sul tema dell’amore e della coppia. I romanzi inseriti nella collana consentono al lettore di conoscere e capire i meccanismi dei sentimenti amorosi e al contempo creano un momento di evasione e divertimento costruttivo.

Per molto tempo il processo d’innamoramento, l’amore e la vita erotico-amorosa della coppia non sono state oggetto di studio attento e sistematico. Una rivoluzione in questo campo è arrivata con il saggio “Innamoramento e amore” di Alberoni, tradotto in trenta lingue e diffuso in tutto il mondo, che ha introdotto un innovativo paradigma mettendo al centro dell’attenzione la coppia amorosa.

Nei suoi due ultimi libri, l’affermato sociologo racconta due storie appassionanti e avvincenti. “Evita” tratta delle vicende esistenziali di una donna, che rinuncia all’amore per il potere, mentre “Faust” descrive il caso di un uomo, che rinuncia alla ricchezza per l’amore.

 

ARTE PADOVA 2013: GRANDE FERMENTO PRESSO LO STAND DELLA MILANO ART GALLERY PER L’ESPOSIZIONE DELLE OPERE DI AMANDA LEAR E DI RINOMATI ARTISTI

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

C’è stato un grande fermento quest’anno alla Fiera Arte Padova, per lo stand della rinomata e storica galleria milanese “Milano Art Gallery” che, con l’organizzazione del manager Salvo Nugnes, agente di numerosi personaggi del panorama cultural artistico, ha esposto le prestigiose opere della mitica Amanda Lear e di grandi nomi dell’arte come Gillo Dorfles, Alessandra Turolli, Luigi Galligani, Svetlana Nikolic, Toni Zarpellon, Lorenzo Dondi e Anna Sticco.

Abbiamo voluto creare un allestimento corposo ed eterogeneo selezionando artisti di elevato calibro, che hanno esposto le loro creazioni all’interno del nostro stand” afferma Salvo Nugnes “Come valore aggiunto abbiamo ospitato la mostra, in chiave antologica e storicizzata, della straordinaria Amanda Lear, nome di fama internazionale e apprezzata pittrice contemporanea, che contiene dipinti di notevole pregio e intensa originalità. Senza dubbio, è stata un’ottima opportunità offerta al nutrito gruppo dei visitatori di questa rinomata fiera di poter visionare la poliedrica produzione di una donna così carismatica e vulcanica“.

Lo stand è stato uno dei più visitati del contesto fieristico e i numerosissimi visitatori hanno potuto consultare ed acquistare anche il catalogo dedicato alla Lear. Nugnes spiega “È un’opera omnia davvero completa, con le immagini dei quadri, foto inedite di Amanda, il tutto corredato da testi critici, dichiarazioni a commento e interviste di personalità illustri come Vittorio Sgarbi, Achille Bonito Oliva, Philippe Daverio, Duccio Trombadori, Giordano Bruno Guerri, Elio Fiorucci, Giuliano Pisapia“.

INTERVISTA ALLA PITTRICE SVETLANA NIKOLIC -LA PITTRICE SVETLANA NIKOLIC ESPONE CON LA MILANO ART GALLERY AD ARTE PADOVA 2013

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

La rinomata pittrice Svetlana Nikolic, quest’anno esporrà alcuni dei suoi prestigiosi ed originali dipinti alla Fiera Arte Padova 2013, presso lo stand della storica galleria Milano Art Gallery, con l’organizzazione di Salvo Nugnes, direttore di Promoter Arte. La rinomata fiera di settore sarà allestita dal 15 al 18 Novembre 2013 presso la zona fieristica ubicata in via Niccolò Tommaseo 59 a Padova, con vernissage d’inaugurazione in data Giovedì 14 Novembre alle ore 18.00.

Di seguito l’intervista all’artista.

– QUANDO NASCE LA PASSIONE PER L’ARTE?

Nasce quando frequentavo le Scuole Elementari. Avrò avuto sei anni quando ho preso il mio primo premio per il disegno e da quel momento, ho continuato su questa strada. Già a quell’età sapevo che avrei fatto la pittrice ed era proprio ciò che rispondevo quando me lo chiedevano.

– COM’E’ INIZIATA LA SUA CARRIERA ARTISTICA?

Ho avuto un normale percorso artistico. Ho frequentato l’Accademia, sia pure in un paese con un regime comunista (dove per ovvi motivi il tema religioso era off limits) e poi ho cominciato con le prime mostre ed i primi bandi di concorso. Ho iniziato a viaggiare a Parigi e poi in Italia, dove ho deciso di fermarmi.

– UN COMMENTO SUL SIGNIFICATO DEL CONCETTO DI ARTE?

L’arte per me è tutto. È vita, gioco, pensiero, è il leitmotiv della mia giornata, anche quando cucino ad esempio. L’arte e il dipingere sono sempre nei miei pensieri.

– QUALI TECNICHE PITTORICHE PREDILIGE?

La mia tecnica prediletta è l’olio: olio su tela e olio su tavola principalmente, ho lavorato anche con tecniche miste e pastelli.

– A QUALI TEMATICHE SI ISPIRA NEI SUOI DIPINTI?

Per me è fondamentale il contatto con la gente, la gente è fonte di ispirazione. Sento l’esigenza per poter creare, di parlare con le persone, di dialogare, di scambiare opinioni e pensieri e a volte amo andare in metropolitana ed osservare la gente… semplicemente osservandola cerco di capire, immaginare ciò che può pensare. Ecco, per me l’arte è vita!

– SU QUALI PRINCIPI CARDINE SI BASA LA CORRENTE DEL NUOVO UMANESIMO DI CUI E’ CAPOSTIPITE?

L’uomo è al centro per me. Dobbiamo dapprima star bene con noi stessi, per poi star bene con gli altri ed eventualmente aiutare gli altri.

– IN CHE MODO IL SUO STILE PITTORICO SI ACCOSTA A GIOTTO E IN COSA INVECE SI DIFFERENZIA?

Mi attribuiscono il paragone con lo stile pittorico di Giotto, ma io onestamente non lo vedo, se non in certi particolari forse. Il pavimento a scacchiera potrebbe essere, ma i miei sono tutti simboli. C’è sempre una simbologia nei miei quadri, ad esempio il pavimento a scacchi bianco e nero richiama il fatto che io ho vissuto fino ad un certo periodo della mia vita sotto il regime comunista, con l’impossibilità di fare alcun riferimento alla religione e poi una volta giunta in Italia (ma anche all’estero), ho potuto finalmente sentirmi libera di esprimermi. Gli abiti rinascimentali che si ritrovano nei miei quadri sono maschere di come vogliamo apparire e gli elementi architettonici stanno a simboleggiare il percorso di vita e il vissuto di ciascuno di noi. Si nota sempre un dualismo, che esiste anche nella mente umana: l’emisfero destro e l’emisfero sinistro. Se si osservano i miei dipinti e si guarda a destra si vede una luce, una strada che ci conduce oltre e che ci invita ad andare oltre… verso l’infinito.

– E’ COMPIACIUTA DI ESPORRE NELLO STAND DELLA NOTA GALLERIA MILANESE “MILANO ART GALLERY” DURANTE LA PRESTIGIOSA MANIFESTAZIONE DI FIERA ARTE PADOVA?

Si, sono molto contenta. Il Dott. Nugnes è una persona molto gentile e professionale.

– QUALI OPERE PORTERA’ IN ESPOSIZIONE DURANTE QUESTO EVENTO FIERISTICO?

Porterò tre opere, una di queste dal titolo “Discesa” mi è stata chiesta espressamente dal Dott. Nugnes che l’aveva notata nella mostra londinese tenutasi nel 2008 “Cento anni di pittura italiana”. Le altre due opere sono una sorpresa: venite a scoprirle!

– COM’E’ NATA L’OPPORTUNITA’ DI CREARE QUESTA SINERGIA COLLABORATIVA CON LA “MILANO ART GALLERY”?

Grazie alla mostra londinese nella quale il Dott. Nugnes ha notato la mia opera e da allora siamo riamasti in contatto.

– E’ LA PRIMA VOLTA, CHE ESPONE IN MOSTRA A PADOVA NELL’AMBITO DELLA RINOMATA FIERA DI SETTORE?

Sono compiaciuta di esporre alla Fiera Arte Padova, anche se nella mia vita ho partecipato a numerose fiere tra cui Arte Fiera a Bologna.