Posts Tagged ‘arte padova’

Fiera Arte Padova: le originali fotografie di Maria Pia Severi allestite nello stand della Milano Art Gallery

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Fotografia

Grande attesa per l’imminente inizio di Fiera Arte Padova 2014, che si terrà dal 14 al 17 Novembre del contesto fieristico cittadino. Al suo interno lo stand presso il Padiglione 7 della “Milano Art Gallery” (ubicata in via Alessi 11 a Milano, in zona centro storico) accoglie gli scatti d’autore di Maria Pia Severi, poliedrica artista modenese. In particolare le immagini proposte sono dedicate a Milano, città da lei molto amata e sono state anche raccolte in un interessante volume intitolato “Milano – Il fascino di una metropoli” (Artestampa editore) contenente la prefazione introduttiva del direttore Alessandro Sallusti.

Sulla Severi è stato scritto “Nelle istantanee della severi la banale e rigida realtà viene magicamente trasfigurata e assume quell’infinitezza e indeterminazione, che la sublimano, le tolgono materialità, pesantezza e inerzia e la elevano, attraverso l’imprecisione dello sfumato, il vago e l’indefinibile, verso una più alta percezione della sua misteriosa essenza”.

In occasione della sua recente partecipazione alla prestigiosa mostra di “Spoleto incontra Venezia” con la curatela di Vittorio Sgarbi, il noto critico ha dichiarato “La Severi opera una sorta di frammentazione della realtà, che regala una stupefacente intensità. Le sue fotografie colpiscono per i giochi di luce e l’assenza di nitidezza. Presentano tratti impressionistici e sono arricchite da rimandi al dinamismo e alla celerità, che rapiscono lo sguardo muovendolo all’interno di un vortice, in cui la città rievocata smette di essere solamente l’ambito del quotidiano e del comune per arrivare a conquistare anche colui, che la osserva per la prima volta, rendendola città universale e magnifica”.

Sallusti ha commentato “Le immagini raffigurate suscitano immediata curiosità proprio per la non voluta nitidezza, per quell’intenzionale dimensione di non completa visibilità percettiva, che le rende -entità evanescenti- avvolte da una magica atmosfera onirica, determinata dalla loro -visione imperfetta-“.

Trionfa il colore nei dipinti di Annemarie Ambrosoli presentati dalla Milano Art Gallery in occasione della Fiera Arte Padova 2014

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Cultura

Sta per aprire i battenti la prestigiosa Fiera Arte Padova, che si terrà dal 14 al 17 Novembre. Presso lo stand n. 74 (Padiglione 7) della Milano Art Gallery, che ha sede a Milano in via Alessi 11, in zona centralissima, si potranno ammirare le coinvolgenti creazioni pittoriche di Annemarie Ambrosoli, con l’organizzazione del manager produttore Salvo Nugnes.

È recente la positiva partecipazione dell’Ambrosoli alla grande mostra di “Spoleto Arte” tenutasi nel secolare Palazzo Leti Sansi a Spoleto, sotto l’esperta curatela di Vittorio Sgarbi e la direzione di Salvo Nugnes. Su di lei il noto critico ha sottolineato con positivi commenti “Il tachisme è vivace e festoso, in una tessitura cromatica, che richiama gli arazzi”.

È alla natura e all’Alto Adige, che si ispirano i dinamici giochi di colore delle sue tele. Al riguardo l’artista spiega “La natura è il mio principale modello di riferimento, da cui traggo l’ispirazione per realizzare i miei animati giochi cromatici. In primis desidero trasmettere emozioni e sentimenti con la mia arte. Il soggetto rappresentato passa per così dire in secondo piano, seppur rivestendo una posizione importante nell’insieme compositivo della narrazione pittorica”. E prosegue “Gli alberi sono una tematica primaria, soprattutto durante la stagione fredda. Passeggiando in cerca di stimoli per la mia ispirazione, scopro nei loro rami dei movimenti conosciuti, che riescono ad infondermi particolari emozioni, che poi imprimo e trasferisco nelle opere”.

 Altro filone ricorrente è quello dei “Nudi e ritratti”. Non emerge soltanto la raffigurazione del viso, ma si evince la personalità peculiare e caratteristica del modello riportato nel quadro. L’Ambrosoli dice “Nei nudi, come insegnano i pittori impressionisti Renoir, Manet, Degas non è la sola rappresentazione del corpo di interesse, ma l’essere in quanto individuo, i suoi sentimenti, le emozioni, i sogni, le paure, le speranze”.

ARTE PADOVA 2013: IL RINOMATO SOCIOLOGO FRANCESCO ALBERONI ESPRIME IL SUO APPREZZAMENTO PER LA FIERA

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

In occasione del suo intervento in conferenza a tema “La scienza dell’amore” ad Arte Padova 2013, Francesco Alberoni rilascia una straordinaria dichiarazione sulla 24° Mostra Mercato d’Arte Moderna e Contemporanea, tenutasi dal 15 al 18 Novembre 2013, nel contesto fieristico di Padova.

Francesco Alberoni dichiara: “Sono stato molto compiaciuto di intervenire nel prestigioso contesto espositivo di fiera Arte Padova 2013, in occasione della mia conferenza a tema su “La scienza dell’amore” e ho apprezzato da parte dell’organizzazione il grande impegno nel dare il massimo risalto all’arte e alla cultura, anche in questo difficile periodo di crisi sociale ed economica molto incalzante, in cui è senza dubbio più arduo realizzare iniziative di così elevata portata e offrirle a disposizione dell’opinione pubblica, oltre che degli addetti ed esperti di settore.

Ho percepito tanta passione ed energia positiva, nell’intento di mantenere in primo piano il prezioso patrimonio artistico culturale, attribuendo il giusto e meritato valore e offrendo ai numerosi fruitori ed estimatori molteplici eterogenee opportunità per soddisfare ogni esigenza e preferenza specifica.

Formulo i miei sinceri complimenti allo staff organizzativo per l’ottimale riuscita della manifestazione fieristica e per il significativo contributo fornito nella divulgazione di un messaggio collettivo per la tutela e la salvaguardia dei beni artistico culturali nazionali e internazionali, che costituiscono una risorsa inestimabile per ciascuno di noi”.

Il manager Salvo Nugnes porta ad Arte Padova 2013 i prestigiosi dipinti di Lorenzo Dondi ospite della “Milano Art Gallery”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

Il poliedrico pittore parmense Lorenzo Dondi sarà ospite della “Milano Art Gallery” (ubicata in via Alessi 11 a Milano) durante l’evento di fiera Arte Padova 2013 con un’esposizione di originali opere organizzata dal manager Salvo Nugnes agente di nomi di spicco in ambito arte, cultura e spettacolo.

La rinomata manifestazione si terra’ a Padova presso i padiglioni di via Niccolò Tommaseo 59 dal 15 al 18 novembre con vernissage in data Giovedì 14 Novembre alle ore 18.00.

Il linguaggio surrealista per Dondi è un punto di vista critico per comunicare messaggi ben inseriti nella vita e nel suo divenire. Ogni quadro racchiude un peculiare messaggio, che va decifrato da parte dell’osservatore attraverso il proprio comparto culturale, l’esperienza esistenziale è quanto l’artista imprime sulla tela e trasmette. Questa sorta di fraseggio simbolico talvolta risulta sarcastico, talvolta delicatamente ironico, ma anche intriso da amarezza, satira e sfumature drammatiche. I significati da interpretare possono essere connessi all’attualità sociopolitica così come ad argomentazioni in stile meta-artistico.

Dondi ha realizzato un ritratto dedicato al presidente Giorgio Napolitano, destinato in dono al Quirinale, sul quale spiega  “L’idea mi è venuta mentre riflettevo sulla realtà politica ed economica attuale. Mi è venuto il desiderio di rappresentare l’unico uomo, che marca davvero la differenza da questa classe politica, litigiosa e inadeguata a governare un paese come l’Italia, che per me è il più bello del mondo. Il presidente Napolitano va amato, perché è ancorato ai valori. Bisogna rinvigorire lo spirito nazionale, ci sono milioni di persone, che sono morte per l’Italia democratica e adesso c’è persino chi la vuole dividere in due. L’Italia nella storia è stata simbolo di civiltà e dignità“.

Dondi ha potuto conoscere di persona Napolitano molti anni fa quando era ancora onorevole in occasione dell’inaugurazione di una sua mostra alla quale era presente. Di quell’incontro emozionante ricorda “Ebbi l’impressione di trovarmi davanti a una persona educatissima, garbata e di grande cultura, un uomo da ascoltare“.

 

 

TONI ZARPELLON PARTECIPA AD ARTE PADOVA 2013 NELLO STAND DELLA “MILANO ART GALLERY” CON L’ORGANIZZAZIONE DEL MANAGER SALVO NUGNES

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

L’affermato artista bassanese Toni Zarpellon sarà presente con i suoi originali quadri alla fiera Arte Padova 2013 presso lo stand prestigioso di “Milano Art Gallery” (sita in via Alessi 11 a Milano) con l’organizzazione del manager Salvo Nugnes agente di illustri personalità del panorama artistico culturale. L’esposizione fieristica si svolge in via Niccolò Tommaseo 59 a Padova dal 15 al 18 Novembre con inaugurazione in data Giovedì 14 Novembre alle ore 18.00.

Sul concetto di arte Zarpellon dice “Io concepisco l’arte e il mio percorso artistico come un cammino di rinascita, con una scoperta di una spiritualità e fisica per ridare il senso alla realtà circostante. Il senso di vuoto e la mancanza di consapevolezza della realtà sono legati alla struttura e allo spazio mentale, nei quali deve essere ristabilito un equilibrio di armoniosa rinascita, seppur con tutte le inquietudini e i disagi interiori presenti“.

Il famoso imprenditore Renzo Rosso amico di vecchia data e convinto estimatore di Zarpellon dichiara “Penso, che toni non abbia riferimenti ne’ imitazioni, è unico. Per me è molto realista, le sue opere sono molto forti e caratteristiche e c’è sempre il rapporto con la terra e con le cose in cui è cresciuto. Ci accomuna la grande creatività“.

Zarpellon ha ideato e realizzato il progetto d’arte delle cave di rubbio, sul quale spiega “Questo progetto a livello concettuale rappresenta lo sprofondamento dello spazio piatto della tela e il concepimento di uno spazio mio e dei visitatori delle cave, insito in un contesto di silenzio quasi irreale e in un luogo aperto della natura, in contrapposizione alla gabbia dell’uomo costituita da una società ipermodernizzata e ipertecnologica. Ho voluto esprimere un richiamo ancestrale e un mutamento antropologico. Pertanto, il conflitto esistenziale, che provoca riflessioni interiori di non accettazione permane, ma si prospetta l’opportunità di un mondo diverso basato sull’utopia“.

ARTE PADOVA 2013: FRANCESCO ALBERONI AFFIANCATO DAL MANAGER SALVO NUGNES PARLA IN CONFERENZA A TEMA SU “LA SCIENZA DELL’AMORE”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Libri

Si preannuncia come evento straordinario collocato nell’ambito di Arte Padova 2013, la conferenza a tema “La scienza dell’amore” che il professor Francesco Alberoni terrà Sabato 16 Novembre alle ore 17.00, con accanto il noto manager Salvo Nugnes in qualità di relatore. La prestigiosa iniziativa si svolgerà presso il padiglione 7 della struttura fieristica sita a Padova, in via Niccolò Tommaseo n. 59.

La conferenza si ispira alla collana edita dalla casa editrice Sonzogno e diretta da Alberoni, intitolata proprio “La scienza dell’amore” che racchiude testi di illustri autori ed è stata inaugurata con il saggio di acclarato successo del professore “L’arte di amare“.

Durante l’incontro Alberoni, sociologo di fama internazionale e grande esperto di movimenti collettivi e educazione sentimentale, spiegherà le caratteristiche distintive peculiari della prestigiosa collana. Nella saggistica viene evidenziata l’acuta e approfondita analisi del processo amoroso, nella narrativa vengono raccontate le storie di vita e di amore. Per molto tempo il processo d’innamoramento, l’amore e la vita erotico-amorosa della coppia non sono state oggetto di studio attento e sistematico. Una rivoluzione in questo campo è arrivata con il saggio “Innamoramento e amore” di Alberoni, tradotto in trenta lingue e diffuso in tutto il mondo, che ha introdotto un innovativo paradigma mettendo al centro dell’attenzione la coppia amorosa.

Nell’occasione, Alberoni presenterà in anteprima due suoi nuovi libri inseriti nella collana dal titolo “Evita” e “Faust“. “Evita” tratta delle vicende esistenziali di una donna, che rinuncia all’amore per il potere, mentre “Faust” descrive il caso di un uomo, che rinuncia alla ricchezza per l’amore.

AGENZIA PROMOTER: ATTESISSIMA CONFERENZA DI FRANCESCO ALBERONI SU “LA SCIENZA DELL’AMORE” AFFIANCATO DAL MANAGER SALVO NUGNES IN FIERA ARTE PADOVA 2013

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Libri

Ospite speciale molto atteso alla prestigiosa manifestazione della 24° Mostra Mercato d’Arte Moderna e Contemporanea Arte Padova è l’affermato sociologo Francesco Alberoni, che affiancato dal manager Salvo Nugnes in qualità di relatore, Sabato 16 Novembre alle ore 17.00 terrà una conferenza a tema su “La scienza dell’amore” presso la sala convegni del Padiglione 7 di Padova Fiere, in via Niccolò Tommaseo 59.

Durante l’evento, il professore presenterà in anteprima due nuovi libri appena pubblicati dal titolo “Evita” e “Faust” appartenenti alla collana di Sonzogno da lui diretta, denominata “La scienza dell’amore” contenente opere di narrativa e saggistica composte da vari autori, che offrono stimolanti spunti di riflessione sul tema dell’amore e della coppia. I romanzi inseriti nella collana consentono al lettore di conoscere e capire i meccanismi dei sentimenti amorosi e al contempo creano un momento di evasione e divertimento costruttivo.

In “Faust” Alberoni racconta una vicenda appassionante dove la sua teoria sull’amore è applicata ad una storia intrigante. Leggendolo si impara qualcosa di fondamentale per vivere con consapevolezza la passione, il cambiamento, il sesso, il desiderio. Alberoni spiega “Il vero amore fa rinascere e così Ivan il protagonista amando Malena ritorna a vivere“.

Su “Evita” Alberoni dice “È una storia d’amore e potere come recita il sottotitolo. Protagonista è una giovane donna argentina di umili origini, Eva detta Evita, che seppur fidanzata non conosce l’emozione di un vero amore se non prima di incontrare Max, un regista teatrale. Ma non sempre il grande amore, che ci cambia la vita e in grado di renderci felici e allora tutta quell’energia può essere dirottata altrove“.

ALESSANDRA TUROLLI IN FIERA ARTE PADOVA 2013 CON “MILANO ART GALLERY”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

La Fiera Arte Padova 2013 si terrà dal 15 al 18 Novembre con vernissage inaugurale Giovedì 14 Novembre alle ore 18.00. Nello stand della prestigiosa galleria milanese “Milano Art Gallery” (con sede in via G. Alessi 11) saranno presenti i suggestivi quadri di Alessandra Turolli, talentuosa artista di spicco del panorama contemporaneo. L’esposizione è organizzata dal manager Salvo Nugnes, agente di importanti personaggi in ambito arte, cultura e spettacolo.

Tra le opere, la Turolli ha scelto di esporre anche l’originale dipinto intitolato “Endless” che ha voluto dedicare all’indimenticabile scienziata astrofisica Margherita Hack, come gesto simbolico di sincera stima e ammirazione in occasione della sua recente scomparsa, insieme a “Panta Rei 2” che è conservato in mostra permanente presso la “Milano Art Gallery“. Proviene da una famiglia di artisti e nella sua espressione pittorica la passione e il bisogno di fare arte non l’hanno mai abbandonata.

La Turolli spiega “Il mio linguaggio all’inizio si e mosso in ambito figurativo per poi passare ai territori dell’informale, dove mi sento più libera di agire ed esprimermi. Ogni volta, che mi pongo davanti a una tela bianca seguo la forte passione e l’emozione, che il mio cuore richiede. E’ come un richiamo verso qualcosa , che viene dal mio profondo. Entro in un sogno inconsapevole, ancestrale dove  ritrovo me stessa con i colori delle mie ansie, delle mie ombre, della mia luce, della poesia e dell’amore“.

Senza dubbio rifugge i ferrei e i rigidi preconcetti, i canoni dogmatici e gli stereotipi concettuali predefiniti e si diverte in questa dimensione dinamica di fare arte, che diventa un suo modo di essere e stare nel mondo, per fornire un contributo tangibile e concreto sul dare e sul dire qualcosa al mondo. La scelta consapevole di percorrere la strada di artista multiforme e magmatica, protesa in una continua tensione di ricerca la rendono unica e mai banale e individuano uno stimolo guida talmente istintivo e irrazionale da evocare l’estasi mistica, come una sorta di “delirio artistico” di ispirazione divina e soprannaturale nell’intento di comunicare, emozionare, coinvolgere.

Arte Padova 2013 presenti grandi nomi portati dalla Milano Art Gallery

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Aziende

La storica “Milano Art Gallery” con sede in via G. Alessi 11 a Milano, partecipa alla 24° Mostra Mercato d’Arte Moderna e Contemporanea Arte Padova 2013, che si svolge in via Niccolò Tommaseo 59, a Padova dal 15 al 18 Novembre con inaugurazione ufficiale Giovedì 14 Novembre alle ore 18.00. L’organizzazione è gestita dal manager Salvo Nugnes, agente di personalità importanti del panorama culturale.

Nello stand saranno presenti talentuosi artisti contemporanei con una selezione di opere esposte in collettiva di forte risonanza. Tra questi Svetlana Nikolic, Alessandra Turolli, Luigi Galligani, Toni Zarpellon, Giorgio Pastorelli e altri nomi di spicco. Inoltre, sarà allestito uno spazio apposito dedicato alla mostra pittorica “Visioni” di Amanda Lear, con un’ampia carrellata di suoi dipinti in formula antologica e storicizzata, che ne delineano il variegato e camaleontico percorso nel mondo dell’arte ed esprimono tutta la carica e l’energia vitale di un personaggio da sempre sulla cresta dell’onda e che ha fatto della sua profonda e radicata passione artistica una ragione di vita.

Salvo Nugnes sottolinea “La Milano Art Gallery ha finora ospitato personalità del calibro di Bruno Vespa, Vittorio Sgarbi, Mario Luzzatto Fegiz, l’indimenticabile Margherita Hack, Paolo Limiti, Corrado Augias, Umberto Veronesi, Silvana Giacobini, Claudio Brachino, Roberto Vecchioni e Katia Ricciarelli. Funge infatti anche da spazio culturale e ospita i prestigiosi appuntamenti inseriti nel ricco ed eterogeneo calendario del Festival Artistico Letterario Cultura Milano da me ideato e organizzato per rendere la cultura accessibile a tutti con incontri ad ingresso libero “.

E annuncia “Proprio in occasione di questa rinomata manifestazione fieristica abbiamo pensato ad un evento prestigioso da offrire al pubblico dei visitatori, con la presentazione in anteprima, che si terrà Sabato 16 Novembre alle ore 17.00, dei due nuovi libri del Prof. Francesco Alberoni appartenenti alla nota collana di Sonzogno Editore da lui diretta, denominata la scienza dell’amore. Sarà un’ottima occasione per assistere a una sublime lectio magistralis dell’affermato sociologo, grande esperto di movimenti collettivi e di educazione sentimentale“.

Agenzia Promoter – Nicola Rossi presidente e organizzatore di Arte Padova: rilancio con Amanda Lear e Francesco Alberoni

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

In occasione della 24° edizione della Mostra Mercato d’Arte Moderna e Contemporanea “Arte Padova”, che si terrà dal 15 al 18 Novembre 2013, è stato intervistato il Presidente e organizzatore dell’evento, Nicola Rossi, che quest’anno affronta la crisi a testa alta e porta due grandissime novità: la straordinaria esposizione di Amanda Lear e l’interessante incontro letterario col Prof. Francesco Alberoni.

D- Da quanti anni è promotore e organizzatore di Arte Padova?
R- Dal 1990.

D- Quali altri importanti manifestazioni in ambito fieristico organizza dedicate al mondo dell’arte e della cultura?
R- Arte Genova e Antiquaria Padova.

D- Quali sono le novità previste a Padova per questa prestigiosa fiera di settore con fama internazionale?
R- Dal 1990 ci teniamo ogni anno a fare qualcosa di nuovo. Quest’anno, per fare una battuta direi che la novità del 2013 è che si farà Arte Padova, nonostante la crisi, il calo di consumi sia nel settore alimentare (-4,2%) che del settore automobilistico ( -50%). Se si consuma meno, si spende meno. Anche il mercato dei collezionisti è un po’ in difficoltà , ma Arte Padova si fa! Ci sarà una sorta di saloncino del libro, con una cinquantina di case editrici, quaranta appuntamenti nei tre giorni previsti, abbiamo aperto alla cultura enogastronomica, avremo dei giovani artisti con performance artistico-musicali che lavoreranno in presa diretta. Ed infine avremo uno spazio dedicato a Tex Willer e abbiamo creato un forum su di  lui.

D- È compiaciuto, che tra gli illustri artisti ci sia anche una presenza altisonante come Amanda Lear? Come è nata l’opportunità di creare questa importante esposizione in chiave antologica e storicizzata dei suoi dipinti?
R- Certo che sono soddisfatto di poter esporre in fiera le opere di Amanda Lear. La straordinaria mostra della Lear si proporrà in fiera, un contesto molto concreto e di rilievo.

D- Durante lo svolgimento di Arte Padova, il 16 novembre, è prevista l’anteprima nazionale di presentazione di due nuovi saggi del famoso sociologo e mentore di educazione sentimentale Francesco Alberoni. Lo considera un evento simbolico di inno alle donne e al romanticismo, all’amore in un periodo di gravi violenze, stalking e femminicidi dilaganti?
R- Si, purtroppo viviamo in un periodo in cui la violenza sulle donne è all’ordine del giorno. La presenza del Prof. Alberoni è di certo fondamentale per cercare di capire meglio tutto ciò che sta capitando e trovare una soluzione.

D- Come nasce la sua passione per l’arte e quando è avvenuto il suo primo approccio con il mondo dell’arte?
R- Nasce nell’85 con l’arte antica. La folgorazione per l’arte contemporanea subito dopo visitando fiere di settore.

D- Una riflessione sul concetto di arte e sulle evoluzioni dell’arte moderna e contemporanea?
R- L’arte moderna e contemporanea è in continua evoluzione, lenta, costante, capillare, continua con nuove tecnologie e virtualità dell’immagine.

D- Come è cambiato l’approccio del pubblico delle fiere di settore in questa fase di crisi economica generale? C’è stato un calo di presenze? Quali suggerimenti da esperto organizzatore vuole dare in proposito?
R- Non è previsto un calo di presenze, anzi forse un aumento. Quello che è cambiato è l’approccio all’acquisto all’opera d’arte, proprio perché la classe media si è contratta. Chi aveva tanti soldi oggi ne ha ancora di più. Mi sentirei di dire come consiglio che bisogna non smetter mai di fare ricerca di nuovi talenti, per trovare i grandi nomi del futuro.