Posts Tagged ‘arte’

Il linguaggio simbolico e metaforico nell’arte di Graziano Ciacchini

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte, Cultura, Lifestyle

A seguito delle molteplici mostre e manifestazioni alle quali ha partecipato in questi ultimi tempi, siamo ancora una volta ad intervistare il pittore e poeta, Graziano Ciacchini. Avvicinatosi alla pittura, nel 2002, l’artista ha perfezionato una forma espressiva personale ed originale, fatta di elementi simbolici, che custodiscono la chiave di accesso ad un mondo onirico nel quale Ciacchini esplora il contatto tra la realtà ed il trascendente.

D: Quanto influisce la componente onirica del sogno per interpretare e recepire al meglio le tue opere pittoriche?
R: Nei miei lavori, penso di materializzare un luogo nel quale il pensare ed il sentire, si contaminano fino a “rappresentarsi” attraverso immagini che nel loro aspetto, pur farcite di componenti reali, sfiorano il terreno della percezione e dell’immaginazione. Possiamo chiamare tutto questo sogno? E se sì, in quale accezione? Non so. Io che non sono esperto di queste materie ma mi affido a ciò che suggerisce la sensibilità, direi che è una ricerca inconscia di una “essenza” reale della quale sento la presenza, ma della quale mi sfugge il disvelarsi. Come una ricerca di radici;come un cercare di dar senso a qualcosa che forse, senso non deve avere, almeno nel significato terreno. Ecco allora che spesso nei miei lavori, si disegna un percorso ed i personaggi che popolano le tele, guardano fiduciosi nell’attesa di quel disvelarsi che spero (ma a loro non va detto, mi raccomando!) non arrivi mai.

D: Quanto influisce il linguaggio simbolico e metaforico nel tuo fare arte?
R: Influisce molto, come ho già spiegato rispondendo alla domanda precedente. Spesso nei miei lavori ho l’ardire di raccontare storie, illustrare situazioni e generare domande quindi in un certo senso, tutto è simbolo o almeno, io così lo ritengo. Ogni tanto mi piace anche inserire piccoli elementi, apparentemente senza significato, che rimandano a qualcosa o a qualcuno, ma questo in fondo è secondario, un gioco, una licenza poetica.

Milano Art Gallery: elegante vernissage di Daniela Delle Fratte con Roberto Villa e Daniela Testori

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Vernissage che rende onore al talento dell’artista Daniela Delle Fratte, conosciuta con il suo pseudonimo DiDiF, quello indetto mercoledì 11 luglio. Alle 18.30, in via G. Alessi, la Milano Art Gallery si è infatti illuminata per le opere della pittrice.

L’esposizione è stata organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, direttore di Milano Art Gallery. Si colloca nella galleria storica di Milano, conosciuta da molti per essere stata luogo di riferimento del Maurizio Costanzo Show e per aver visto un giovane Vittorio Sgarbi agli albori della sua carriera. Proprio qui hanno esibito i loro lavori i grandi maestri italiani, riconosciuti a livello internazionale come Renato Guttuso, Gino De Dominicis, Mario Schifano e altri ancora.

Poste queste premesse, sempre in questa location, per la personale di DiDiF, sono intervenuti diversi ospiti, tra cui il fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e Dario Fo, nonché la responsabile di Testori Comunicazione, Daniela Testori, e, ovviamente, Salvo Nugnes, in veste di moderatore.

La pittrice, nata nel 1961, conta numerose esposizioni nazionali e internazionali, toccando, tra le altre città, anche Berlino, Malta, Barcellona, Miami, New York, Arles, Figueres, San Pietroburgo e Mosca. Nelle sue creazioni paesaggistiche Daniela Delle Fratte riversa la propria sensibilità, permettendo alla luce di originare un canto poetico che lo spettatore è in grado di cogliere e assaporare a sua discrezione.

Di lei hanno scritto critiche lusinghiere diversi critici, tra cui Vittorio Sgarbi e Paolo Levi. Definita poetessa della luce per le straordinarie composizioni evocative, l’artista descrive un viaggio interiore nell’anima dell’universo. Chi osserva rimane senza dubbio coinvolto dal suo stile e avrà tempo per esplorarlo gratuitamente fino al 25 luglio.

Per ulteriori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a info@milanoartgallery.it o visitare il sito www.milanoartgallery.it.

Successo della coppia lirica Lupoli De Maio per il fantastico recital lirico ” bel canto ed incanto liberty” a Sorrento

Scritto da Noi per Napoli il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica, Teatro

Un’autentica magia a Sorrento sabato 30 giugno 2018, tra l’incanto dell’affascinante Salotto d’epoca fin de siecle dello Storico Circolo Sorrentino 1874 ed il trionfo del bel canto degli artisti, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, che ha letterapmente ammaliato come una sirena i tanti spettatori accorsi ad assistere al loro recital “Bel canto ed incanto liberty “.

Gli artisti hanno interpretato le più belle romanze da Salotto di fine 800, ed inizi 900, passando dall’operetta fino ad arrivare alla canzone classica napoletana ed all’opera con le note del famosissimo Libiam ne lieti calici da La Traviata di G.Verdi: hanno tratteggiato dei veri e propri ” quadri d’epoca” in costume liberty, illustrati dalle note storiche e dagli aneddoti raccontati dal Giuseppe Giorgio nei panni di un cronista liberty.

Hanno suscitato le emozioni e le passioni di un pubblico attento che ha affollato non solo la sala del salotto Sorrentino di Piazza Tasso ma anche lo spazio antistante, rapito ed estasiato appunto dalla magia e dalle suggestive esecuzioni dei bravi interpreti.

Tra i brani eseguiti non poteva certo mancare per la tradizione ed omaggio alla terra sorrentina la famosa ” Torna a Surriento ” impeccabilmente interpretata dal soprano Olga De Maio, che ha commosso l’attento pubblico.

Da cornice al concerto dell’associazione Noi per Napoli vi era anche un pregevole quadro del M° Nicola De Maio,raffinato ottocentista dell’800 napoletano, apprezzato ed affermato in campo internazionale.

I prossimi programmi in cui gli artisti dell’Associazione Culturale Noi per Napoli saranno presenti sono: il 19 luglio con un Recital ” Appuntamento con il Bel canto di sera” che inaugurerà le ” serate in Villa Floridiana a Napoli, il 26 luglio al Parco Martuscelli in Via Cilea a Napoli con un Recital ” Dal bel Danubio blu a Marechiaro” dedicato alle pagine dell’operetta e della canzone classica napoletana per la Rassegna “Cinemarte“, il 7 agosto presso la terrazza borbonica del fortino di Gaeta con il Recital lirico ” Le pagine d’oro del bel canto ”

Tutte le informazioni le potrete trovare sempre sul sito www.noipernapoli.it e sulla pagina fb https://www.facebook.com/AssociazioneNoiPerNapoli/.

Visioni d’arte – Mostra collettiva dal 5 al 11 luglio 2018 a Spazio40 Galleria d’arte

Scritto da spazio40 il . Pubblicato in Arte, Cultura

Visioni d’ arte è una mostra collettiva a cura di Federica Di Filippo organizzata in collaborazione con L’Associazione Culturale Ta-Chance presso la Galleria Spazio40 a Trastevere dal 5 al 11 luglio 2018.

Alla rassegna partecipano gli artisti: Guido Aurisicchio, Aster Carpenelli, Alberto Mussi, Roberto Bellucci, Luca Zogno, Mauro Massari, Eleonora D’Uffizi, Mauro D’Uffizi, New Afric Style Maison de mode.

Durante il Vernissage, il 5 luglio alle 19.30, l’artista Aster Carpenelli realizzerà un’opera in live painting.

Presentazione di Federica Di Filippo: “Visioni d’Arte è una collettiva ricca di diversità. Pittura, fotografia e moda saranno insieme in una cornice romana, Trastevere, dove si può apprezzare e ammirare la bellezza e la magia di stradine, vicoli, fiori, persone e storia.

Visioni d’Arte è l’insieme di  punti di vista differenti, quindi di traduzione in opere differenti.

Ogni artista ha la propria storia, il proprio vissuto, la propria cultura, la propria espressione e preferenza nel manifestare il proprio mondo interiore in ” Arte”, ognuno di loro vuole raccontarci qualcosa, in un modo unico.

E’ un insieme di  Universi singoli  che insieme raccontano qualcosa di più grande. 

Visioni d’Arte rappresenta innanzitutto una melodia creata dal suono di  diversi strumenti che messi insieme regalano emozioni e riflessioni”.

———————————————————- 

VISIONI D’ARTE

5 – 11 luglio 2018

Spazio40 Galleria d’arte

Via dell’ Arco di San Calisto, 40 – Roma

Orario 12.00 – 22.00

Mercoledì chiuso

Intervista: l’artista Graziano Ciacchini parla del Tuscania Art Festival

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte, Cultura

Il 26 e il 27 Maggio 2018, l’artista Graziano Ciacchini è stato uno dei protagonisti dello storico Tuscania Art Festival, evento di importante valenza, tenutosi a Peccioli, nella splendida cornice delle colline di Pisa. Di seguito l’intervista realizzata in occasione della sua partecipazione all’interno della sezione artistica del festival.

D: Di recente hai partecipato al rinomato Tuscania Art Festival, è stata un’esperienza positiva?
R: Direi molto positiva, sia per il contesto urbano e per la qualità delle esposizioni, sia per la possibilità di partecipare direttamente ad una esperienza fatta di tanti apporti artistici anche molto diversi tra loro. Queste manifestazioni fanno uscire il gesto artistico da contesti più specifici per portarlo in mezzo alle persone, le quali ripagano con la nutrita presenza e con la partecipazione attenta.

D: Come è nata l’occasione di questa tua partecipazione?
R: Lo scorso anno sono andato da spettatore, perché esponevano alcuni amici. Ho scoperto allora che c’era una richiesta da fare ed una selezione da superare. Ho inviato il materiale nel mese di marzo e sono stato selezionato per l’edizione 2018. Con grande gioia da parte mia, aggiungerei.

D: Quali opere hai esposto e in che contesto?
R: Ogni artista selezionato aveva uno spazio definito da sfruttare al meglio. Ho allora pensato di dare spazio ai miei azzurri. Tra le opere esposte mi piace ricordare “La casa della fata” e “Fly”.

D: Come consideri la simbolica sinergia tra arte e musica del Tuscania Art Festival?
R: Considero la sinergia e la contaminazione tra diverse forme espressive qualcosa di assolutamente vincente, sia dal punto di vista della qualità sia dal punto di vista emotivo; punto di vista, quest’ultimo che si legge in modo decisamente chiaro sui volti del pubblico che dimostra di apprezzare una lettura a più voci della creazione artistica.

La poesia cromatica nella pittura di Graziano Ciacchini

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte, Cultura

Le opere pittoriche realizzate da Graziano Ciacchini possiedono una grande portata scenica rafforzata e avvalorata dalla componente cromatica, che assieme all’elemento figurativo costituisce il nucleo centrale della sua poetica espressiva. Graziano infonde nelle combinazioni tonali un profondo potere evocativo e riesce abilmente ad imprimere uno stile cromatico ad hoc ben definito e ben qualificante per la composizione d’insieme. La valenza primaria del colore si evince anche dalla perizia nella stesura che Graziano concepisce come fase cruciale.

Il colore viene scelto con ponderata selezione e viene utilizzato come prezioso strumento. Il risultato ottenuto offre allo sguardo dello spettatore un corollario colorato di armonia ed equilibrio, dominato dalla densa corposità che accentua l’effetto plastico della superficie pittorica ed esalta le raffigurazioni riprodotte in modo ottimale. Le opere attraverso il colore si animano, prendono vita, si accendono di luce propria e acquistano un fattore distintivo caratterizzante, che le rende permeanti a tutto tondo come se uscissero dai limiti della tela ed espandessero la loro ammaliante visionarietà tutto intorno. Questa è la magia che si sprigiona dalla pittura di Graziano.

Alessio Di Franco parla del reportage dedicato ad Antonio Ligabue

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte, Cultura, Fotografia

In occasione della mostra fotografica personale del talentuoso Alessio Di Franco, in allestimento dal 26 Maggio al 17 Giugno 2018, a Gualtieri (RE), il paese del famoso Antonio Ligabue, abbiamo intervistato il fotografo, attualmente impegnato in un progetto dedicato al rinomato artista.

D: Come nasce l’idea di creare un reportage fotografico dedicato ad Antonio Ligabue?
R: L’idea nasce passeggiando per le vie di Gualtieri e di Guastalla. A partire dal 26 maggio fino al 17 giugno, presso lo spazio artistico “Arte In Bottega 78” di Maurilio Iembo, è allestita la mia mostra fotografica. Ho scelto di dedicare parte della mia permanenza a Gualtieri alla realizzazione di un reportage in onore del grande artista Antonio Ligabue. Si tratterà di una serie di fotografie, che raccontano il rapporto di questo artista con la vita quotidiana del paese ai giorni nostri. Ora, come tutti sanno, si sta lavorando ad un nuovo film dedicato al “Tony” quindi è sembrato curioso ripercorrere il sistema di pubblicità e appunto di relazione con la civiltà odierna. Infine, durante il finissage che si terrà sabato 16 giugno a partire dalle ore 18, sarà presente anche il Professor Giuseppe Caleffi, direttore della Casa-Museo Antonio Ligabue.

D: Come valuti questo artista grande maestro del naif che ha avuto un percorso esistenziale così sofferto e travagliato?
R: Credo che lui non sia solamente un maestro inteso in senso artistico, ma che sia soprattutto un maestro di vita. Ligabue insegna che con convinzione si può arrivare ad essere ciò che si vuole. Mi viene da pensare ai giovani d’oggi che alla prima delusione, alla prima difficoltà, decidono di cambiare strada perché non saranno mai ciò che vogliono. Insomma, forse oggi siamo un po’ una società che vuole tutto o niente. Con la tecnologia e il benessere di vita, siamo abituati ad aver sempre tutto subito e alla portata di mano, tal volta senza nemmeno spostarci dal divano. Antonio Ligabue è questo, un uomo che nella sua fragilità aveva una forza immensa.

Bel canto ed incanto liberty a Sorrento

Scritto da Noi per Napoli il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica, Spettacolo, Teatro

Musica nella terra del Tasso

Postato il giugno 11, 2018

L’Associazione Culturale Noi per Napoli presenta per sabato 30 giugno 2018 alle h.20.00 un nuovo appuntamento di Luoghi Storici e Musica,questa volta,dopo i recenti successi della ” Passeggiata liberty “al Teatro Sancarluccio A Napoli, in tour a Sorrento,nella splendida cittadina delle sirene,meta turistica internazionale, sempre in veste “Liberty “,il Recital lirico Bel canto ed incanto liberty” in collaborazione e presso lo storico” Circolo Sorrentino 1874″, autentico ” salotto d’epoca” che farà da raffinata e naturale cornice alle interpretazioni da “Belle époque ” degli artisti dall’Associazione Culturale Noi per Napoli ed artisti del teatro San Carlo Olga De Maio soprano,Luca Lupoli tenore,accompagnati al pianoforte dalla pianista Natalyia Apolenskaja, in un ricco repertorio che va dalle romanze da Salotto,all’operetta, fino alla canzone classica napoletana da salotto, tutti in abiti d’epoca e con gli interventi storici e curiosità narrati dalla voce del giornalista Giuseppe Giorgio, nei panni anche lui di un cronista dell’epoca liberty.

Gli artisti e la loro musica faranno rivivere i bei momenti e le emozioni di un’epoca magica di fin de siecle, proprio nella città di Sorrento che alla fine dell’800 ed agli inizi del nuovo secolo già si collocava come meta del turismo aristocratico insieme con le prestigiose città turistiche italiane e straniere .
All’inizio del XX secolo, negli anni della Belle Epoque, Sorrento era già pronta a rivaleggiare, grazie al prestigio dei suoi due piu antichi alberghi e all’opera del sindaco Tramontano e come esempio citiamo un brano che fara’ parte del repertorio eseguito dagli artisti nel loro recital, Torna a Surriento ,celebre melodia che l’ allora presidente-sindaco,proprietario del Grand Hotel Tramontano,al cui nome è legato il mito della canzone, composta dai fratelli De Curtis nel 1894, il 15 settembre 1902, quando volle che venisse eseguita in omaggio ad un ospite importante della città e dell’albergo, l’onorevole Giuseppe Zanardelli, Presidente del Consiglio dei Ministri del Regno d’Italia,cominciò il suo successo in tutto il mondo.

Un evento davvero unico che vale la pena non perdere, per godersi una serata in compagnia della musica e del canto di un’altra d’epoca in un’ambientazione davvero eccezionale, quale quella dello Storico Circolo Sorrentino 1874″ nella splendida Piazza Tasso a Sorrento!

Vi invitiamo numerosi e vi raccomandiamo di prenotare dato il limitato numero di posti !

*info e prenotazioni Associazione Culturale Noi per Napoli tel 3394545044 /3277589936

Email noipernapoliart@gmail.com sito web http://www.noipernapoli.it

Circolo Sorrentino 1874 Piazza Tasso Sorrento tel 081 8781022

Contributo associativo 13€

Per prenotazioni online si può inviare una mail all’indirizzo indicato ed allegare il pagamento del contributo effettuato a mezzo bonifico bancario intestato ad

Associazione Culturale Noi per Napoli Banca Unicredit Agenzia Napoli Nicolardi IBAN IT92E0200803483000102972804

indicando come causale concerto 30 giugno Sorrento ed il cognome dei prenotati .

Tickets online https://billetto.it/e/bel-canto-ed-incanto-liberty-biglietti-294849

https://youtu.be/Q3bDaWS9Y90

Mostra Aria, luce e spirito

Scritto da Chiara Bazzani il . Pubblicato in Arte, Cultura, Fotografia

La mostra “ Aria, Luce e Spirito “ sarà aperta dal 20 Giugno al 30 ottobre 2018 presso lo spazio d’arte contemporanea Sotto Le stelle nel ristorante I Monaci, in via San Zeno n.119 a Brescia. Realizzata da myunesco con il sostegno dell’ unione europea, della regione lombardia, dell’ associazione cibartisti, di FESR, del ristorante Mondo liquido e del ristorante i Monaci sotto le stelle.La mostra è stata possibile grazie anche alla collaborazione di Amerigo viaggi emotion, Exaudit, Mr map, Tao B e Terramica.

L’ inaugurazione si svolgerà mercoledì 20 Giugno alle ore 19.00 alla presenza dei diciassette artisti esposti e di tre performer dell’ associazione cibartisti che creeranno un’ esperienza sensoriale sul tema dell’ evento. In contemporanea ci sarà, anche, l’ inaugurazione, nella chiesa del Santo Spirito, ex chiesa di San Zeno , del ciclo di opere dal titolo “ Scale di luce ” dipinte dall’artista cibartista Lia Fantoni.

All’ inaugurazione sarà possibile “ vivere “ l’ elemento aria grazie alle performance dal vivo dell’ attrice Giulia Melis, alla make-up Artist Valeria Orlando, alle invenzioni di Maox Occoffer e al contributo della regia olfattiva emozionale di Oikos Fragrances.

Gli artisti che parteciperanno esponendo una loro opera sul tema dell’ aria, che fa parte del ciclo di mostre istituzionali dell’ associazione cibartisti sui quattro elementi, saranno : Cinzia Bianucci, Sandro Borroni, Margherita Caliendo, Luigi Camarilla, Claudio Carli, CUT- Carlo Cazzaniga, Oliviero Dell’ Asta, Manuela De Pregi, Adriano D’ Ostuni, Rino De Terlizzi, Lia Fantoni, Cesare Gozzetti, Erika Kant, Killer, Romana Marzaduri, Armando Rebatto e Fabrizio Tedeschi.

“Aria, luce e spirito” coinvolge diciassette artisti italiani in una performance scenografica che rende visibile la fisica quantistica raffigurante la nascita della materia nel principio dell’ Apeiron del tutto, o universo, come vibrazione cosmica di atomi. In questo campo quantico il pensiero, l’ azione e l’ opera sono un tutt’uno nella rete di stringhe d’atomi. La luce è l’inizio di ciò che è visibile e l’ opera d’arte è l’ immagine che manifesta le forme della natura. L’ artista plasma l’abito “ il velo di Iside o della Veronica ” che veste il divenire del tutto. Nella performance teatrale il velo dell’ arte é la veste della musa dell’ aria/spirito che spira la creatività agli umani perché siano “uomini simbolici”.

Il ciclo di opere “ Scale di luce ” nella chiesa del Santo Spirito, realizzate dalla cibartista Lia Fantoni, è ispirato dalla Bibbia. La scala di Giobbe verso il cielo è l’espressione di tutti gli archetipi del sacro: l’ altare, la torre, la piramide e quindi la salita dell’ anima verso lo Spirito Divino.

Dal 20 Giugno al 30 Ottobre 2018

ORARI : dalle 12.00 alle 15.00 e dalle 19.00 alle 23.00, Giorno di Chiusura Martedì

Luoghi Storici e Musica nella terra del Tasso

Scritto da Noi per Napoli il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica, Turismo

L’Associazione Culturale Noi per Napoli presenta per sabato 30 giugno 2018 alle h.20.00 un nuovo appuntamento di Luoghi Storici e Musica,questa volta,dopo i recenti successi della ” Passeggiata liberty “al Teatro Sancarluccio A Napoli, in tour a Sorrento,nella splendida cittadina delle sirene,meta turistica internazionale, sempre in veste “Liberty “,il Recital lirico Bel canto ed incanto liberty” in collaborazione e presso lo storico” Circolo Sorrentino 1874″, autentico ” salotto d’epoca” che farà da raffinata e naturale cornice alle interpretazioni da “Belle époque ” degli artisti dall’Associazione Culturale Noi per Napoli ed artisti del teatro San Carlo Olga De Maio soprano,Luca Lupoli tenore,accompagnati al pianoforte dalla pianista Natalyia Apolenskaja, in un ricco repertorio che va dalle romanze da Salotto,all’operetta, fino alla canzone classica napoletana da salotto, tutti in abiti d’epoca e con gli interventi storici e curiosità narrati dalla voce del giornalista Giuseppe Giorgio, nei panni anche lui di un cronista dell’epoca liberty.

Gli artisti e la loro musica faranno rivivere i bei momenti e le emozioni di un’epoca magica di fin de siecle, proprio nella città di Sorrento che alla fine dell’800 ed agli inizi del nuovo secolo già si collocava come meta del turismo aristocratico insieme con le prestigiose città turistiche italiane e straniere .
All’inizio del XX secolo, negli anni della Belle Epoque, Sorrento era già pronta a rivaleggiare, grazie al prestigio dei suoi due piu antichi alberghi e all’opera del sindaco Tramontano e come esempio citiamo un brano che fara’ parte del repertorio eseguito dagli artisti nel loro recital, Torna a Surriento ,celebre melodia che l’ allora presidente-sindaco,proprietario del Grand Hotel Tramontano,al cui nome è legato il mito della canzone, composta dai fratelli De Curtis nel 1894, il 15 settembre 1902, quando volle che venisse eseguita in omaggio ad un ospite importante della città e dell’albergo, l’onorevole Giuseppe Zanardelli, Presidente del Consiglio dei Ministri del Regno d’Italia,cominciò il suo successo in tutto il mondo.

Un evento davvero unico che vale la pena non perdere, per godersi una serata in compagnia della musica e del canto di un’altra d’epoca in un’ambientazione davvero eccezionale, quale quella dello Storico Circolo Sorrentino 1874″ nella splendida Piazza Tasso a Sorrento!

Vi invitiamo numerosi e vi raccomandiamo di prenotare dato il limitato numero di posti !

*info e prenotazioni Associazione Culturale Noi per Napoli tel 3394545044 /3277589936

Email noipernapoliart@gmail.com sito web http://www.noipernapoli.it

Circolo Sorrentino 1874 Piazza Tasso Sorrento tel 081 8781022

Contributo associativo 13€

Per prenotazioni online si può inviare una mail all’indirizzo indicato ed allegare il pagamento del contributo effettuato a mezzo bonifico bancario intestato ad

Associazione Culturale Noi per Napoli Banca Unicredit Agenzia Napoli Nicolardi IBAN IT92E0200803483000102972804

indicando come causale concerto 30 giugno Sorrento ed il cognome dei prenotati.