Posts Tagged ‘andrea pinketts’

Milano Art Gallery: “Riflessioni Contemporanee” presentata da Sgarbi prorogata a grande richiesta

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

A fronte del grande consenso che sta riscuotendo la mostra milanese “Riflessioni Contemporanee”, presentata da Vittorio Sgarbi e allestita presso la storica “Milano Art Gallery” in via Alessi 11, in pieno centro alla fine di Corso Genova, verrà prolungata fino al 10 febbraio 2017. L’esposizione è organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes e raccoglie un’interessante selezione di opere appartenenti a talentuosi artisti contemporanei, italiani e stranieri. In occasione della proroga, in data domenica 15 gennaio, è previsto un evento, che avrà come ospite d’onore il noto scrittore noir Andrea Pinketts, conosciuto anche come popolare volto televisivo per la trasmissione “Mistero” in onda su Italia 1.
L’organizzatore Nugnes, ha spiegato: “Abbiamo deciso di prorogare la mostra a grande richiesta, visto i tanti apprezzamenti che stiamo ricevendo. L’evento con protagonista Pinketts, sarà un modo per dare ancora più visibilità alle creazioni esposte e consentire agli artisti espositori di avere un ulteriore ritorno d’immagine e di potersi relazionare con questo carismatico personaggio, che è un vero appassionato ed estimatore d’arte e ha già visionato la mostra, esprimendo un parere positivo generale”.
La Milano Art Gallery, si trova proprio nel cuore della città, a pochi minuti dal duomo. In quasi 50 anni di attività questo spazio è stata ed è una vera fucina creativa e ha accolto iniziative di forte risonanza e ospitato nomi di spicco del panorama attuale, del calibro di Umberto Veronesi e Margherita Hack, entrambi indimenticabili. Inoltre è stato per parecchi anni la sede artistica di riferimento del Maurizio Costanzo Show. Tra le principali esposizioni allestite in loco, le personali di Dario Fo, Amanda Lear, Gino De Dominicis, Gillo Dorfles curate da Sgarbi, passando da Renato Guttuso, Pirandello e altri illustri maestri di fama internazionale, che hanno portato lustro al contesto.

Milano Art Gallery: grandi apprezzamenti per Gabriella Martino alla mostra presentata da Sgarbi

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Nel selezionato gruppo di artisti rinomati, partecipanti alla prestigiosa mostra collettiva dal titolo “Riflessioni Contemporanee” la talentuosa Gabriella Martino propone una serie di dipinti di interessante proiezione suggestiva, che hanno ricevuto particolari apprezzamenti da parte dei numerosi visitatori, tra cui anche nomi di spicco del calibro dello scrittore e noto volto televisivo Andrea Pinketts e dello stilista internazionale Alviero Martini, che hanno osservato con attenzione le opere ed espresso positivi commenti a favore. L’esposizione, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, è allestita nello storico spazio milanese della Milano Art Gallery, in via Alessi 11, nel cuore della città, dove in quasi 50 anni hanno esposto i grandi maestri dell’arte come De Dominicis, Guttuso, Dario Fo, Pirandello e ha visto la presenza straordinaria dell’autorevole critico Vittorio Sgarbi durante il vernissage inaugurale, svoltosi con successo lo scorso 16 dicembre.
La curatrice Elena Gollini, nello spiegare i tratti salienti dello stile espressivo della Martino, ha scritto: “Ogni quadro diventa una sintesi perfetta di messaggi e di significati, lasciando libero chi guarda di trovare la dimensione di lettura più affine e congeniale al proprio pathos, alle sensazioni e ai sentimenti più intimi e introspettivi. È una pittura colta e di approfondita ricerca, che però non vuole trasmettere concetti complicati ed elucubrazioni macchinose, ma vuole conquistare lo spettatore in maniera empatica, con una sintonia e una compartecipazione diretta e immediata. La componente riflessiva avvalora l’impianto narrativo nel suo insieme e la tavolozza cromatica, sempre ben calibrata e armoniosa nella partitura, diventa elemento protagonista, per rafforzare il potere rievocativo visionario e generare un linguaggio comunicativo, in cui immergersi e abbandonarsi nel risveglio e nel tripudio dei sensi, all’insegna di un approccio completo e molto gratificante”.
E inoltre ha evidenziato: “All’interno di un comparto sempre più multiforme e sfaccettato, come è quello dell’arte moderna e contemporanea, Gabriella Martino si colloca in perfetta linea con lo spirito innovatore, ma al tempo stesso si dimostra attenta custode nel conservare quei principi cardine e quei pilastri portanti di riferimento, provenienti da una tradizione di insegnamenti sempre attuali e imprescindibili”.

Milano Art Gallery: in visita il famoso stilista Alviero Martini e Andrea Pinketts di Italia 1

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è aperta con successo la mostra collettiva Riflessioni Contemporanee presentata da Vittorio Sgarbi, allestita presso lo storico spazio milanese della Milano Art Gallery in via Alessi 11 e organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes. Tra i personaggi noti, che stanno visitando l’interessante esposizione, lo scrittore noir Andrea Pinketts, conosciuto come popolare volto televisivo della trasmissione Mediaset “Mistero”, grande appassionato e intenditore d’arte e Alviero Martini, l’eclettico stilista e creativo di fama internazionale. Nell’occasione Pinketts ha espresso positivi apprezzamenti per le opere e ha commentato l’iniziativa in tono molto favorevole, congratulandosi per l’elevato livello qualitativo. Alviero Martini si è soffermato con interesse a visionare la selezione di opere, esprimendo valutazioni di generale consenso. La mostra, nel cuore di Milano, raccoglie una selezione di creazioni eterogenee e versatili nello stile, realizzate da artisti contemporanei di talento, italiani e stranieri e ha un’impronta cosmopolita. L’elenco nominativo degli espositori è: Giuseppe Oliva, Elettra Spalla Pizzorno, Franco Carletti, Maurilio Iembo, Luciana Palmerini, Piero Boni, Giacomo Frigo, Antonio Mazzetti, Michele Toniatti, Maurizio Saletti in arte Maus, Giusy Milone, Giacomo Premoli, Gabriella Di Natale, Silvana Mascioli, Caterina Loia, Maria Franca Grisolia, Roberto Bonetti, Ugo Mainetti, Luisella Abbondi, Luca Tridente, Ferdinando Valentini, Lia Caracciolo, Antonella Carraro, Lucio Palumbo, Rolando Rovati, Liana Bolaffio, Gianfranco Massimi, Rosangela Giusti, Anna Laura Raffa in arte Diane Bonjour, Parid Dule, Emanuela Corbellini, Gabriella Ventavoli, Gabriella Martino, Sergio Acerbi, Carla Monti.

Francesco Alberoni, Cristiano De André, Barbara De Rossi, Giorgio Forattini, Andrea Pinketts…Bovolato Timbri realizza targhe premio per importanti personaggi della cultura

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Aziende

Bovolato Timbri, azienda situata in via Col di Lana 48 a Belluno, nasce nel 1922 con la fabbricazione di timbri in gomma. Durante il corso degli anni, decide di ampliare la propria produzione ed inizia con la realizzazione di targhe, porta targhe, striscioni e grafiche in vinile per vetrine e automezzi. Diventata un vero e proprio punto di riferimento nella provincia di Belluno e non solo, la ditta si distingue per la pregiata qualità dei prodotti e dei materiali utilizzati, nonché l’ineccepibile servizio alla clientela.

Partner certificato Trodat dal 2007, Bovolato Timbri di Daniele Galligani, è da più di due anni entrata in collaborazione con alcune importanti realtà come Agenzia Promoter, azienda leader nel settore management, eventi e comunicazione, e Spoleto Arte, associazione che organizza grandi iniziative artistiche e culturali, per la realizzazione di prestigiose targhe di riconoscimento alla carriera consegnate ad illustri personalità del calibro di Francesco Alberoni, Cristiano De André, Barbara De Rossi, Giorgio Forattini, Andrea Pinketts e molti altri.

Ho avuto questa ottima opportunità attraverso il contatto e la collaborazione con il manager Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e Presidente dell’Associazione Spoleto Arte, che mi ha coinvolto nel positivo progetto delle targhe personalizzate destinate a personaggi importanti del panorama contemporaneo” afferma il titolare e prosegue “Sono davvero soddisfatto e compiaciuto di questa sinergia commerciale per il notevole ritorno d’immagine che ne ottiene la mia Azienda e poi queste targhe sono simbolicamente un segno tangibile di stima e ammirazione che posso dimostrare ai nomi prestigiosi premiati con esse, sapendo che le conserveranno nel tempo”.

Milano Art Gallery: Presenti in questi giorni le opere di Alessandro Novellino

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Continua la mostra collettiva in allestimento dal 20 dicembre 2014 al 9 gennaio 2015 presso la storica galleria milanese “Milano Art Gallery” in via Alessi 11, con l’organizzazione del manager produttore Salvo Nugnes. Al vernissage, tenutosi in data Sabato 20 Dicembre, è stato presente come ospite speciale il rinomato scrittore giallista Andrea Pinketts, popolare volto tv della trasmissione “Mistero” in onda su Italia Uno. Nel novero esclusivo degli artisti partecipanti all’importante esposizione, Alessandro Novellino espone alcune significative opere caratterizzate dall’innovativo e moderno sperimentalismo.

Sull’originale ricerca stilistica alla base del suo percorso evolutivo nel mondo dell’arte è stato commentato “Il suo messaggio viene espresso attraverso centinaia di oggetti da lui trovati per le strade e raccolti, poi accumulati e catalogati per materia e colore. Questi oggetti vengono in seguito riproposti, secondo l’istinto del momento, nella creazione dell’opera, possono mutare di forma attraverso trattamenti oppure rimanere come quando sono stati raccolti. Attraverso le sue opere Novellino conversa con chiunque le osservi, perché ogni oggetto ha una sua storia, come ogni individuo che lo guarda. Mediante perforazioni della tela e l’utilizzo di schiume poliuretaniche esprime il continuo evolversi nello sperimentare nuove tecniche, per andare oltre il suo ‘conosciuto’”.

Novellino spiega “Da sempre l’uomo è venuto a contatto con infiniti agenti esterni. I miei studi consistono nel riscoprire e riproporre gli oggetti con tutto quello che trovo, al fine di proteggerli al meglio e per sempre. Piccoli oggetti di ogni origine trovati per le strade, salvati da un destino ormai certo, poi rielaborati secondo l’istinto e le sensazioni del momento, agglomerati con precisione e tempo. Dal momento in cui le mie sculture nascono al momento in cui hanno preso forma possono mutare anche radicalmente. Un pezzo fissato giorni prima può essere staccato e ricollocato da un’altra parte rispetto all’emozione che riesce a trasmettermi. Risulta perciò impossibile sapere dove si ‘fermerà’ questa mutazione”. E prosegue sottolineando “Ogni corpo è testimone di continui cambiamenti evolutivi all’interno di sé, quindi è in continua evoluzione. Per questo ogni oggetto che seziono resta pressoché immutato nella parte esteriore. Tramite il sezionamento del corpo blocco un fotogramma di quella ‘metamorfosi’: colgo il momento antecedente alla trasformazione della materia e lo blocco all’infinito. Solo durante il taglio, la frantumazione, l’inclusione posso bloccare il tempo”. Negli oggetti sezionati agglomerati sulla tela viene applicata una particolare patina protettiva, in modo da bloccarne l’evoluzione e per impedire che agenti esterni possano intaccarli nella loro perfetta integrità conservativa.

Milano Art Gallery presenta “Evoluzioni artistiche”: mostra collettiva con rinomati artisti fra cui Annalisa Picchioni, e la presenza eccezionale al vernissage di Andrea Pinketts

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Ha inaugurato il 20 Dicembre e terminerà il 9 Gennaio, la mostra collettiva “Evoluzioni artistiche” organizzata dal manager produttore Salvo Nugnes, nell’elegante contesto milanese della “Milano Art Gallery” in via Alessi 11, vicinissima al Duomo e alle zone nevralgiche della città. Il vernissage ha visto la presenza d’eccezione del noto scrittore e personaggio televisivo Andrea Pinketts. Nel selezionato novero dei partecipanti Annalisa Picchioni propone opere frutto di un’originale ricerca basata sull’informalismo pittorico rivisitato con una formula di proiezione tridimensionale di coinvolgente impatto.

Del suo percorso di evoluzione stilistica la Picchioni racconta “Ho approfondito la tecnica dell’incisione grazie al metodo Hayter con la stampa simultanea a colori. Negli anni è aumentata la passione per la fotografia e ho proseguito il costante esercizio di sperimentazione inserendo nei quadri delle particolari lastre di plexiglass, che ne accentuano la visione in proiezione tridimensionale. Attraverso le mie opere voglio fare emergere quel mondo interiore ricco di sogni e magie e metterlo in contrapposizione con quello ‘costruito’ che è ben visibile e alla luce di tutti”.

Nel commentare le peculiari caratteristiche della sua produzione è stato scritto “Il virtuosismo, frutto del geniale spirito d’inventiva e di rielaborazione, si contrappone alla banale ricerca copiativa producendo un vivace e variegato scenario fantastico. Attraverso un linguaggio narrativo elegante, articolato, armonico, coerente si indulge verso moduli d’espressione  nei quali la pittrice immette in metafora una sintesi magmatica esistenziale del proprio vissuto, assemblandone ogni singolo frammento, che entra a far parte di un racconto omogeneo e unitario impresso nei dipinti. Si inseriscono una serie di rimandi incrociati tra i dati percepiti e i contenuti sostanziali, sedimentati ai ricordi di vita, congiunti agli echi profondi dell’inconscio introspettivo, che lascia emergere fantasie e sogni in un avvincente ‘gioco onirico’ da condividere con il fruitore. Dimostra un’acquisita maturità espressiva tra sperimentazione e memoria supportata dalla sfera sensoriale soggettiva, in una doviziosa ricerca fatta direttamente all’interno della pittura e dei suoi elementi costitutivi primari, finalizzata a evidenziare tramite l’innata forza energetica delle immagini rievocate la meraviglia di uno spettacolo visionario nel quale l’amore, la poesia, il sentimento, l’emozione si sono ‘magicamente’ dati appuntamento tutti insieme”.

Milano art Gallery presenta le innovative opere di Mario Tonino nell’imperdibile mostra collettiva “Evoluzioni artistiche”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Mario Tonino è tra i rinomati artisti protagonisti della mostra collettiva allestita nell’esclusivo contesto storico della galleria milanese “Milano Art Gallery” in via Alessi 11, adiacente alla zona del Duomo e del centro cittadino. L’evento espositivo, organizzato dal manager produttore Salvo Nugnes, con durata fino al 9 gennaio 2015, ha inaugurato in data sabato 20 dicembre con Andrea Pinketts, scrittore di successo e popolare volto televisivo di Mediaset, in qualità di ospite d’eccezione.

Tonino ha ideato e sviluppato una peculiare ricerca di sperimentazione stilistica applicata all’espressività della materia nel suo essere energia, stimolandolo a fondare nel 2010 un movimento artistico denominato “Dunstschleier Kunst” concepito come un simbolico contenitore innovazioni creative ed esperienze avveniristiche. Sull’origine del termini da lui scelti spiega “Il termine -Dunstschleier- è composto dall’unione dei sostantivi -dunst- che significa vapore e -schleier- che significa -velo-. Nel linguaggio comune viene utilizzato per indicare quella foschia luminosa delle mattine estive o tardo primaverili e per sintetizzare la luminosità diffusa, leggera e vibrante. Ricondotto alla mia formula di sperimentazione, si traduce nella rappresentazione rievocativa della luce, concepita come protagonista assoluta e dominante”. E proseguendo nel commentare il suo originale percorso dice, quasi declamando in versi poetici “Attratti ruotiamo fagocitando dolore e luce, niente ci resiste mentre molli ruotiamo nel mondo. Fuoco di colore arde il volto di plastica, brucia l’ipocrisia che ci fa da cornice”.

Su di lui è stato scritto “Concepisce l’arte come un tramite simbolico, un ponte di collegamento virtuale tra l’anima universale e l’interiorità dell’Io. Durante la fase creativa il tempo scorre senza interruzioni in un fluire non scandito, non controllato, talmente dilatato da sembrare molto più lungo quasi interminabile, nel quale il flusso emotivo e quello pittorico diventano speculari e stabiliscono tra loro una spontanea reciprocità d’intercomunicazione. Utilizza i preziosi tasselli di conoscenza individuale e di ricognizione percettiva, ma ascolta e accoglie anche altre realtà sensoriali, che affiorano direttamente dal cuore, dalla mente, dalla sfera spirituale. Ogni creazione idealizza e riafferma una sua -peculiare verità intrinseca- e l’attualizza lasciando emergere i sentimenti appartenenti alla storia umana nella sua condizione di vissuto quotidiano, rafforzandone la connotazione di allusiva simbologia impressa dall’autore”.

La realizzazione delle opere prevede due momenti: prima la scelta e la composizione dei supporti e dei pigmenti, quindi un momento di rispettosa attesa della risposta della materia, che viene lasciata libera di svelare la propria energia attraverso il manifestarsi della forma. Uno studio estetico delle dinamiche della materia permeata di intrinseca spiritualità.

Milano Art Gallery: in esposizione le opere di Maria Franca Grisolia, con la straordinaria partecipazione al vernissage inaugurale di Andrea Pinketts

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Maria Franca Grisolia rientra nel selezionato gruppo di artisti, in esposizione in collettiva all’interno della rinomata galleria milanese “Milano Art Gallery” in via Alessi 11, nel cuore della città a due passi dal Duomo. L’evento è organizzato dal manager produttore Salvo Nugnes dal 20 dicembre 2014 a 9 gennaio 2015. Il vernissage inaugurale, tenutosi in data sabato 20 dicembre, ha visto la partecipazione straordinaria di Andrea Pinketts, noto scrittore e personaggio televisivo.

Le basi culturali domenicane di Maria Franca Grisolia si fondono con la formazione e l’attività artistica sviluppata in Italia. La sua variegata produzione spazia dalla pittura a olio, al disegno, alla china. Dipinge per esprimere idee e concetti frutto di profonde riflessioni interiori e propone una ricerca sull’universo femminile, sull’identità e la rappresentazione della donna in un mondo in cui sessualità, fantasia e sentimento si congiungono ad intreccio. Forma e colori sono utilizzati come strumento per esternare uno stato interiore attraverso il superamento dell’improvvisazione. La rappresentazione pacata ed austera, con la sua umanità dignitosa, è la celebrazione dell’essere umano con le sue debolezze e le sue diversità. Nei suoi lavori c’è una costante analisi, che alimenta la tradizione figurativa classica, nella consapevolezza che la conoscenza dell’arte antica è presupposto fondamentale per conoscere ed amare quella moderna.

Sullo stile peculiare, che la contraddistingue è stato scritto “Nelle opere si aprono architetture di contorno fantastiche, scene e prospettive di vedute metafisiche e surreali, esaltate e valorizzate dalla luce e dai sapienti effetti tonali chiaroscurali. Lo spettatore viene indirizzato verso la memoria, alimentando la connessione con immagini acquisite dalla coscienza in una scrittura narrativa luminosa, che sorregge l’articolazione spaziale in una visione emotiva, che attinge suggestioni dall’inconscio. Lo spazio lascia filtrare nuove gamme cromatiche annunciate da luci colorate, che si inseriscono e si insinuano nei piani della figurazione, conferendo all’insieme forte impatto. Il colore mette in gioco emozioni che la mente non riesce sempre a porre sotto il suo controllo. Le figure si fanno metafore attraverso il segno, le cromie, la matericità densa e corposa. La costruzione nella quale la coscienza sfugge al suo stesso inganno visionario, si affida alla referenzialità tattile della materia senza però estraniarsi dall’elemento onirico e porgendo attenzione a un’analisi, che accoglie e lascia affiorare un dettato intimista frutto di una pittura intesa non soltanto come ‘lente d’ingrandimento’ con cui vedere il mondo, come arguto approccio conoscitivo verso l’altro da se'”.

Milano Art Gallery: Un agglomerato di applausi per le “Evoluzioni Artistiche” inaugurate da Andrea Pinketts

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Il noto scrittore Andrea Pinketts, popolare volto televisivo della trasmissione di successo “Mistero” in onda su Italia Uno, ha inaugurato con ottimo successo di pubblico, la prestigiosa collettiva “Evoluzioni Artistiche” alla Milano Art Gallery, storico spazio culturale sito in via G. Alessi 11, nel cuore del capoluogo lombardo. Organizzata dal manager e produttore Salvo Nugnes, la mostra resterà aperta al pubblico, con ingresso libero, fino al 9 Gennaio 2015, e vede in esposizione le opere di talentuosi artisti provenienti da ogni parte d’Italia. Alessandro Novellino, Alessandro Testa, Alessio Serpetti, Annalisa Picchioni, Daniela Grifoni, Giuseppe Oliva, Maria Franca Grisolia, Mario Tonino e Rolando Rovati sono i protagonisti di questa iniziativa dall’alto livello artistico.

In occasione del vernissage, tenutosi Sabato 20 Dicembre 2014, anche Patrick Ray Pugliese, direttamente da Striscia la Notizia, Grande Fratello e altri programmi di successo, ha colto l’occasione di visitare la mostra e porgere i suoi auguri per le festività natalizie agli artisti e a tutti i presenti.

A conclusione del grande evento, Pinketts ha ricevuto una targa premio firmata “Cultura Milano” in riconoscimento ad “una carriera coronata dalle pregevoli pubblicazioni editoriali”. Cultura Milano è il Festival Artistico Letterario, che vuole rendere la cultura accessibile a tutti, con incontri che coinvolgono personalità di spicco del calibro di Corrado Augias, Bruno Vespa, Francesco Alberoni, Vittorio Sgarbi, Philippe Daverio, Katia Ricciarelli, Mario Luzzatto Fegiz, Umberto Veronesi, Mogol, Silvana Giacobini, Paolo Crepet e molti altri.

 

Milano Art Gallery: Luca Maris, cantante appassionato del mondo dell’arte, presenzia al prestigioso vernissage di “Evoluzioni artistiche” inaugurato da Andrea Pinketts

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è svolto con successo il vernissage inaugurale della prestigiosa mostra collettiva “Evoluzioni artistiche” in data 20 dicembre 2014, presso la storica galleria milanese “Milano Art Gallery” in via Alessi 11, con la partecipazione d’eccezione di Andrea Pinketts, popolare scrittore e volto televisivo Mediaset. L’esposizione, organizzata dal manager produttore Salvo Nugnes ha riunito un gruppo di talentuosi artisti del panorama contemporaneo e resterà allestita in loco fino al 9 gennaio 2015. All’evento d’inaugurazione è intervenuto nel parterre esclusivo di ospiti il talentuoso cantante Luca Maris, da sempre cultore e appassionato del mondo dell’arte.

Nel commentare le pregiate opere Maris ha apprezzato il variegato ed eterogeneo stile espressivo degli autori dichiarando “Queste creazioni hanno come filo conduttore trainante la passione viscerale degli artisti, tutti guidati dal desiderio di mettersi in gioco con ricerche e sperimentazioni interessanti e originali per imprimere i propri sentimenti, le proprie emozioni e condividerle con i fruitori. In ciascuno si può trovare e delineare un’impronta distintiva esclusiva e personalizzata, che rende le opere inconfondibili e stimola la vivace e dinamica interpretazione. Ogni artista riesce a infondermi delle percezioni molto intense e delle suggestioni, che vanno oltre l’impatto visivo ed estetico, ma entrano direttamente nella sfera interiore e spirituale in modo assai compenetrante, sollecitando profonde percezioni sensoriali”.

Maris, parlando dei numerosi progetti, che lo vedranno coinvolto nel nuovo anno racconta “Nel 2015 ho in ballo delle situazioni davvero sorprendenti, che a breve si verranno a concretizzare con forte richiamo per l’opinione pubblica oltre che per gli addetti di settore. Tra esse possono rivelare l’inizio imminente di una straordinaria collaborazione con il mitico Tony Esposito, con cui più volte in passato ho già avuto l’onore di lavorare e per il quale ho un’autentica ammirazione, considerandolo un maestro modello encomiabile di riferimento nel mio percorso musicale e canoro. Poi ho in serbo una serie di mie presenze televisive distribuite su più fronti, dove ci sarà anche l’occasione per il mio fan club di intervenire tra gli spettatori e di ascoltare le mie esibizioni stile concerto dal vivo”.