Posts Tagged ‘alessandra fornasiero’

Alessandra Fornasiero: il percorso professionale nel settore dell’economia circolare

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Manager con due decenni di lavoro nella responsabilità sociale d’impresa e nella Green Economy, Alessandra Fornasiero ha avviato CSRValue Srl e Circularity, realtà attive nella consulenza per servizi sostenibili verso l’ambiente.

Alessandra Fornasiero

Alessandra Fornasiero: i primi incarichi professionali

Alessandra Fornasiero nasce nel 1975 a Milano: qui studia presso l’Università degli Studi, dove discute la tesi in Matematica a 24 anni. Successivamente, termina la scuola di specializzazione all’insegnamento secondario, ruolo che ricopre fino all’anno seguente. Tenendosi costantemente aggiornata, porta avanti metodicamente lo studio della disciplina manageriale, del project management e della risoluzione delle relative criticità: questi argomenti saranno per lei fondamentali nei successivi ruoli ricoperti. Nel 1999 chiude un accordo operativo con Arthur Andersen S.p.A., dove fino al 2002 si occupa di Analisi e Sviluppo di software; in seguito, nel 2003, lavora presso il Gruppo Unendo, attivo nel settore dei servizi ambientali: qui diviene Responsabile dell’Organizzazione con deleghe alla gestione integrata di Progetti sui sistemi informativi e procedurali. Nel 2004 Alessandra Fornasiero avvia la unit di CSR (Corporate Social Responsibility) del Gruppo e ne diviene la principale figura di spicco. Nel 2008 inizia a lavorare presso il Gruppo Sostenya: qui riveste le posizioni di Direttore della Comunicazione, Responsabile dell’Organizzazione delle CSR e dei progetti speciali. Inoltre, è la Responsabile dell’Ufficio londinese del Gruppo, che contribuisce in prima persona ad avviare.

Alessandra Fornasiero: gli incarichi rappresentativi e la fondazione di CSRValue Srl e Circularity

Tra gli incarichi rappresentativi ricoperti da Alessandra Fornasiero sono da annoverare quelli in qualità di componente del CdA dell’organizzazione no profit Crazy for Digital Marketing tra il 2012 e il 2015, consigliere del board di Gruppo Green Power S.p.A. da novembre 2015, membro del Consiglio di Amministrazione di Innovatec S.p.A. tra il 2013 e il 2016, e infine del Comitato Controllo e Rischi e del board di Gruppo Waste Italia (prima noto come Kinexia S.p.A.) a decorrere da settembre 2012. Da dicembre 2012 è altresì componente del Consiglio di Amministrazione di Waste Italia S.p.A. e da giugno 2016 del board di Fondazione Pier Lombardo. Nel gennaio del 2017 lancia sul mercato una nuova realtà attiva nella consulenza di servizi afferenti alla responsabilità sociale d’impresa. In quel periodo, infatti, fonda CSRValue Srl, con lo scopo di creare un network di realtà di primo piano attive negli ambiti della responsabilità sociale aziendale e della comunicazione sulla sostenibilità ambientale. Nel 2018 Alessandra Fornasiero fonda con altri tre soci Circularity, startup che punta a diventare la piattaforma digitale di riferimento per tutte le realtà italiane attive nella Green Economy.

Alessandra Fornasiero: dagli studi alla fondazione di CSR Value Srl

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

La carriera di Alessandra Fornasiero, dall’insegnamento nelle scuole superiori allo studio di problematiche manageriali ed imprenditoriali che l’hanno condotta alla fondazione di Circularity, startup finalizzata a diventare un punto di riferimento nel mondo dell’economia ambientale sostenibile.

Alessandra Fornasiero

Alessandra Fornasiero: laurea in matematica e prime tappe del percorso professionale

Alessandra Fornasiero nasce a Milano nel 1975. Dopo aver frequentato l’Università degli Studi della città, si laurea in Matematica nel 1999. Inizia la sua carriera come docente nelle scuole superiori, dopo aver ottenuto la specializzazione SILSIS per l’insegnamento. Durante quest’anno, si dedica a fondo agli studi di problematiche imprenditoriali che si riveleranno fondamentali nel suo percorso manageriale. Dopo aver allacciato una collaborazione con Arthur Andersen S.p.A. come analista e sviluppatrice di software, diventa Responsabile dell’Organizzazione del Gruppo Unendo, società attiva nel settore dei servizi ambientali. Nel 2004 ne fonda la divisione Corporate Social Responsibility, diventandone dirigente. Quattro anni dopo, ricopre il ruolo di Responsabile della Comunicazione, dell’Organizzazione delle CRS e Direttore dei Progetti Speciali del Gruppo Sostenya, società che opera nel campo della Green Economy. Riesce, inoltre, a dar vita alla sede londinese del Gruppo, curandone le fasi di avvio. Tra il 2012 e 2015, Alessandra Fornasiero partecipa a diversi Consigli di Amministrazione, come quello dell’associazione no profit Crazy for Digital Marketing, del gruppo Green Power S.p.A, Innovatec S.p.A. e della Fondazione Pier Lombardo.

Alessandra Fornasiero: i nuovi progetti di CSR e l’avvio della startup Circularity

Nel settembre del 2012, Alessandra Fornasiero entra a far parte del Comitato di Controllo e Rischi del Gruppo Waste Italia, (ex Kinexia S.p.A) e pochi mesi dopo viene nominata membro del Consiglio di Amministrazione. A giugno del 2016, il Comune di Milano la sceglie come Consigliere di Amministrazione della Fondazione Pier Lombardo. Da ricordare anche il ruolo di Presidente di Innovatec Power e di consigliere del Gruppo Green Power. Dopo aver maturato buone competenze, Alessandra Fornasiero fonda a gennaio 2017 CRS Value Srl, un progetto che si pone come obiettivo quello di mettere in rete i migliori professionisti del settore della Corporate Social Responsibility e sui temi della sostenibilità. L’anno successivo, insieme ad altri tre soci, riesce a fondare e ad avviare la startup Circularity, finalizzata a diventare un punto di riferimento nel mondo dell’economia ambientale sostenibile.

Alessandra Fornasiero tra i partecipanti della convention “Turisti sentinelle del mare”

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Società, Turismo

“Turisti sentinelle del mare” è il nome dell’evento tenutosi a margine della fiera TTG Travel Experience, che ha avuto luogo nella capitale della riviera romagnola lo scorso 11 ottobre e ha visto anche l’intervento di Alessandra Fornasiero

Alessandra Fornasiero

Alessandra Fornasiero e l’importanza del turismo green

Alessandra Fornasiero, manager da lungo tempo focalizzata in progetti imprenditoriali legati alla responsabilità sociale e corporate e alla sostenibilità ambientale a forte carattere innovativo, è intervenuta in occasione del workshop “Turisti sentinelle del mare”, organizzato all’interno della fiera TTG Travel Experience di Rimini lo scorso 11 ottobre da Confturismo-Confcommercio in partnership con l’Università di Bologna. Mente creatrice di CSRValue e della startup Circularity, ha illustrato ai presenti i risultati di un progetto durato da maggio a settembre 2018 con il coinvolgimento in prima persona dei residenti di 27 località costiere italiane al fine di proteggere la biodiversità marina al largo. Dall’ intervento di Alessandra Fornasiero e dal questionario somministrato per conto di CSRValue è emersa una rinnovata necessità da parte degli intervistati di un sistema Paese che dal punto di vista del turimo sia amico dell’ambiente, nella misura in cui per una percentuale piuttosto elevata dei turisti la sostenibilità influenza in maniera decisiva la scelta verso una destinazione environment friendly.

Alessandra Fornasiero e le cifre del sondaggio di CSRValue

Il sondaggio “Turismo sostenibile ed ecoturismo” diffuso per conto della società CSRValue di Alessandra Fornasiero da Fondazione Univerde IPR a un pubblico di circa mille viaggiatori italiani differenziati per sesso, età e residenza ha sottolineato una sempre più profonda coscienza etica dei turisti in merito agli errori commessi in tema di abusivismo edilizio e inquinamento, entrambi originati da un turismo di massa spesso fuori controllo. Partendo da questi dati, la manager ha evidenziato la crescita costante negli ultimi anni di queste nuove esigenze da parte del campione interpellato, che spesso prima dell’arrivo nella struttura ricettiva o direttamente al bancone della reception non manca di informarsi sul perseguimento o meno di politiche green. Alessandra Fornasiero, a supporto di un’etica ambientale che sia anche e soprattutto vantaggiosa per le tasche degli albergatori, si è inoltre concentrata sul fatto che quasi la metà degli intervistati ha dichiarato di poter spendere fino al 20% in più per spostamenti di piacere che siano sostenibili sotto il profilo ambientale. Anche per quanto concerne l’alimentare, circa un intervistato su due si è espresso favorevolmente in merito all’acquisto di prodotti bio o a filiera corta, ma solo a parità di prezzo con quelli provenienti da agricoltura convenzionale. A tal proposito, è però d’obbligo sottolineare come rispettivamente il 34% e il 41% dei rimanenti utenti intervistati privilegerebbe a qualsiasi costo prodotti biologici e a kilometro zero.

Alessandra Fornasiero tra i relatori di Modena Smart City

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Economia

“Da Smart City a Smart Land con le imprese al centro” è il titolo della tematica centrale del ciclo di conferenze che ha
avuto luogo a Modena il 28 settembre scorso e che ha ospitato l’intervento di Alessandra Fornasiero.

Alessandra Fornasiero

Alessandra Fornasiero e l’importanza dell’economia circolare per cittadini e imprese

Alessandra Fornasiero, imprenditrice il cui focus di attività risiede nella corporate e social responsability e nella sensibilizzazione verso le tematiche ambientalistiche, è intervenuta nel corso del convegno Modena Smart City, organizzato da CNA Modena e dall’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile in partnership con Energia Media e che ha avuto luogo il 28 settembre scorso. Fondatrice di CSRValue e più recentemente della startup Circularity, Alessandra Fornasiero è intervenuta sul tema a lei congeniale dell’economia circolare privilegiando l’aspetto relativo alla sua importanza per le aziende e per le Smart Land. Nei suoi numerosi interventi, ha spesso portato in seno all’opinione pubblica i temi dell’efficientamento energetico, concentrandosi in particolare sulle metolodogie meno impattanti attualmente disponibili, e delle politicy di recupero e riciclaggio dei materiali scarto di lavorazione all’interno delle realtà aziendali. In questo secondo caso, la coscienza civica dei cittadini italiani ha già in linea di massima assorbito l’inesorabile passaggio da una economia di tipo lineare a una circolare, mentre al contrario per le imprese, anche a causa di una ancora elevata antieconomicità del procedimento, il riutilizzo dei materiali di scarto è ancora decisamente sfavorito rispetto all’uso di materie prime vergini.

Alessandra Fornasiero e la Smart Land

L’obiettivo degli eventi legati a Modena Smart City, al cui interno si inserisce anche lo speech di Alessandra Fornasiero, è quello di puntare i riflettori sui differenti attori che devono confrontarsi per lanciare una realtà imprenditoriale dentro una Smart Land, dove i dati sono una ricchezza essenziale per dare risoluzioni. Le risorse di diversa provenienza, sia dentro che fuori dal proprio sistema di produzione, sono un valido mezzo per uno studio fattivo e strategico non solo per aziende ed utilities ma anche per le municipalità che devono assicurare il benessere delle proprie comunità. Nell’ambito della Smart Land infatti il buon vivere della collettività è anche diretta conseguenza dall’evolversi dei sistemi di tipo industriale. Il nuovo sistema dei valori d’impresa deve obbligatoriamente interfacciarsi con il governo dei territori, per mettere a fattor comune principi valoriali e servizi oltre che per infondere nuova vita all’economia utilizzando riferimenti eticamente sostenibili. Quello che emerge dai workshop di Modena Smart City, e che sottende anche all’intervento di Alessandra Fornasiero, è che la valorizzazione di idee e saperi è di sempre maggiore e di centrale rilievo in questa circostanza dove concentrarsi solamente su strumenti e tecnologie non è più sufficiente.