Cibo e Tradizione, motori d’innovazione e sviluppo del territorio

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Locale, Turismo

E’ il tema  “Il Cibo nei Borghi ospitali”  a portare una delegazione giapponese all’incontro con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì per approfondire le tematiche del progetto “Romagna, Terra del Buon Vivere”. La delegazione, composta da amministratori e giovani universitari, in visita-studio sul nostro Territorio con l’obiettivo di conoscere ed approfondire la governance pubblico-privato realizzate in Romagna è frutto di una collaborazione ventennale intrapresa da Fausto Faggioli con le Università giapponesi. La visita-studio è stata progettata dalla professoressa Hiroko Kudo, anche coordinatrice del gruppo.

Nella sede forlivese, Paolo Rambelli, responsabile dell’Area Relazioni ed Eventi, portando i saluti del vice presidente Monica Fantini, ideatrice e curatrice della “Settimana del Buon Vivere”, ha fatto gli onori di casa presentando al gruppo l’azione della Fondazione per lo sviluppo della promozione turistica ed economica del territorio realizzate attraverso azioni congiunte a livello locale ed internazionale. Un’economia moltiplicatrice di idee che nella ricerca e nella spinta al conoscere sviluppa scelte consapevoli, coltiva bellezza e crea attrattività facendo della sua tradizione il motore primo del suo innovare e del suo sviluppo. L’ospitalità diventa apertura, confronto, partecipazione, creatività e progetto. Di qui nasce “Romagna Terra del Buon Vivere”, progetto su cui la delegazione si è particolarmente focalizzata per i tanti temi che il Paese del Sol Levante ha in comune con il territorio romagnolo.

Presente all’incontro Alberto Zattini, direttore della Confcommercio di Forlì che già da tempo collabora ad iniziative comuni con la Fondazione mettendo in campo un’intensa attività finalizzata alla promozione e valorizzazione dei territori del forlivese. Una testimonianza di rilievo, quella di Zattini che incontrando la delegazione nipponica ha sottolineato: ”Oggi, il territorio è una grande opportunità per la crescita delle nostre imprese. Noi vi abbiamo sempre creduto e abbiamo portato avanti in Confcommercio l’intersettorialità attraverso molteplici progetti anche procedendo “in cordata” con la Fondazione. Con entusiasmo abbiamo proceduto sull’input ministeriale che ha proclamato il 2018 anno nazionale del cibo italiano  con il nostro progetto “Il Cibo nei Borghi Ospitali”, considerandolo un fatto culturale positivo capace di coinvolgere ed unire in modo innovativo gli imprenditori e i principali stakeholders cittadini. Progetto che dedicherà particolare attenzione al grande potenziale offerto dalla straordinaria ricchezza e varietà di attività legate alla gastronomia e alla bellezza  dei Borghi Autentici delle valli forlivesi individuate in 3 fil rouge di grande rilevanza che ricalcano a fondo le vocazioni e le propensioni del Territorio: un Cibo che sia Racconto, un Cibo che sia Abbraccio, un Cibo che sia Emozione”

Quindi – conclude Fausto Faggioli – togliamoci gli auricolari, abbassiamo la musica ed entriamo in sintonia con i racconti  del nostro cibo che rappresenta per il nostro territorio, un valore aggiunto inestimabile dal punto di vista storico, culturale e soprattutto turistico, offrendo ai turisti  un modello alimentare mediterraneo ad alto grado emozionale perché anche frutto di tradizioni e conoscenze tramandate di generazioni in generazione.”

Presidenza Apt Emilia Romagna: Il Gal L’altra Romagna sostiene la candidatura di Davide Cassani

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Politica, Sport, Turismo

Il Gal L’Altra Romagna, nella persona del Presidente Bruno Biserni, sostiene la candidatura avanzata dalla Regione Emilia Romagna per la nuova presidenza di Apt Emilia Romagna, l’Azienda di promozione del turismo regionale, il cui rinnovo degli organismi e delle cariche societarie è previsto per il prossimo 8 maggio 2018.

Davide Cassani rappresenta il candidato ideale per la successione di Liviana Zanetti, presidente uscente a cui vanno i più sentiti ringraziamenti professionali e personali per l’impegno profuso e gli obiettivi raggiunti in questi anni.

Nato a Faenza, ex ciclista professionista (vincitore, tra le altre cose, di 2 tappe del Giro d’Italia), noto e apprezzato commentatore televisivo delle gare ciclistiche per Rai Sport, Davide Cassani attualmente ricopre importanti ruoli dirigenziali in ambito sportivo, in quanto dal 2014 è Commissario tecnico della nazionale italiana maschile di ciclismo su strada e coordinatore di tutte le squadre nazionali.

La sua figura è strategica per trascinare la Regione Emilia Romagna (è proprio il caso di dirlo) verso nuovi traguardi, ancora da tagliare e perseguire, grazie a doti, capacità e competenze maturate durante la carriera dirigenziale e dimostrate in sedici anni di competizioni, nei grandi Giri e nelle classiche così come nei circuiti meno noti.

A Davide Cassani vanno riconosciuti i meriti per il ritorno del Giro d’Italia Under 23 in Emilia-Romagna l’anno scorso, nel giugno 2017, quando qui si disputarono tre tappe, con la regione protagonista della 40esima edizione insieme a Marche e Abruzzo, per un tracciato che volle essere anche un segno di vicinanza e solidarietà ai territori colpiti negli ultimi anni da drammatici terremoti.

Inoltre, molto conosciuta e frequentata è la Gran Fondo da lui organizzata che porta il suo nome che si svolge nel suo paese natale Faenza, che è considerata a tutti gli effetti,  la classicissima d’apertura della stagione del ciclismo amatoriale, giunta quest’anno alla 24esima edizione e con una grande attenzione al ciclismo giovanile finalizzata anche alla diffusione di una buona educazione alla salute e alla sicurezza sulla strada.

“L’individuazione di Davide Cassani come nuovo Presidente di Apt Servizi, avanzata dal Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e dall’assessore regionale al turismo Andrea Corsini è la giusta investitura- afferma il Presidente Bruno Biserni – e la giusta scelta.

“Davide Cassani possiede requisiti professionali e umani straordinari”

“La sua candidatura è una scelta “fuori dagli schemi”, che porta con sé allo stesso tempo un bagaglio di innovazione, visione, tenacia, carisma, competenza, passione, elementi indispensabili non solo per confermare quanto di buono Apt Emilia Romagna stia già facendo nel comparto turistico, ma rafforzarne ulteriormente il trend positivo”

“In quanto Presidente del Gruppo di Azione Locale dell’Appennino romagnolo, ritengo che la figura e il curriculum di Davide Cassani centralizzerebbero l’attenzione sulle tematiche legate allo sviluppo turistico e sportivo peculiari delle aree rurali gestite all’interno del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna”.

“Il nostro Appennino –prosegue Biserni – è caratterizzato da un movimento sempre più crescente di attività legate all’escursionismo, cicloturismo, al turismo sostenibile che vanno senza dubbio valorizzate e amplificate rappresentando un traino collaterale ma di forte valenza per la promozione turistica dell’intero territorio.

“ Mi auguro che il prossimo 8 maggio 2018, giorno del rinnovo organi e cariche di Apt– conclude Biserni – la candidatura di Davide Cassani divenga ufficialmente elezione, riconoscendo che tale elezione costituirebbe un fortissimo elemento propulsore di promozione e sviluppo del comparto turistico del nostro Appennino, della nostra Regione, della nostra terra”.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

Quando il CIBO è filo conduttore di un incontro

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Turismo

“Hospitality management” e “Restaurant business” sono due Corsi biennali post-diploma attualmente in svolgimento a Jesolo (VE) che hanno l’obiettivo di creare profili professionali con competenze tecniche all’avanguardia adeguate alle esigenze del settore turistico ricettivo. Organizzati dalla Fondazione ITS Turismo di Jesolo (VE), composta da Scuole, Università, Imprese, Enti locali e di Formazione, permetteranno ai futuri manager di relazionarsi con il mondo dell’impresa, confrontandosi con le strategie che trasformano le risorse e le attrattive del territorio in offerte e prodotti turistici integrati e organizzati.  Enrica Scopel è la direttrice ITS Jesolo (VE), i percorsi formativi sono coordinati da Maria Carla Furlan.

E’ stata una giornata di formazione alle Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC) a permettere ai giovani di rendersi conto che l’intera relazione con la “destinazione ospitale”  deve essere sempre più condivisa tra entrambi i sistemi, pubblico e privato.

Fabrizio Vimari, CAT Ascom Servizi Forlì, che il gruppo ha incontrato nella sede forlivese di Confcommercio: “In questo 2018 anno nazionale del cibo italiano siamo in particolare sintonia con i vostri Corsi, avendo promosso il progetto “Il Cibo nei Borghi Ospitali”. Un progetto che sostiene forme di “rete” fra tutti gli operatori economici appartenenti a diversi settori e che dedicherà particolare attenzione al grande potenziale dei Borghi Autentici delle valli forlivesi. E’ un incontro di sinergie, spinte propulsive, di idealità nelle quali il talento dei futuri professionisti del turismo avrà un ruolo importante per la loro capacità d’innovazione anche nel settore digitale.”

“Il turismo – sottolinea Fausto Faggioli, docente nell’ambito del Corso – è una risorsa strategica per i piani di sviluppo di ogni Paese, Italia inclusa naturalmente che  fino a metà anni ’90 era la seconda destinazione turistica del pianeta con una quota del 7% e oggi si ritrova ad essere la 5° destinazione con una quota del 4,2%. Per invertire questa tendenza servono giovani preparati e “talentuosi” perché questo, in definitiva è un settore in cui tutti abbiamo “una parte”, “un ruolo” più o meno intercambiabile di operatore, viaggiatore, turista.”

“Un territorio – aggiungono Enrica Scopel, direttrice formazione ITS Jesolo ITS e Maria Carla Furlan, coordinatrice – è un insieme di fattori strettamente interconnessi che trasmettono conoscenza e settori come il turismo, l’accoglienza, la cultura, i servizi alla persona sono giacimenti di sviluppo economico e benessere da mettere a frutto. Questi percorsi formativi sono infatti strutturati ai fini di permettere ai giovani di esprimere il proprio valore nel mondo dell’impresa.”

Termina il gruppo dei giovani manager: “Siamo pronti a investire su noi stessi per valorizzare la destinazione e i suoi prodotti d’eccellenza con un sistema innovativo e per una riscossa del turismo nel nostro territorio.”

 

Pedalare in Valmarecchia: la ciclabile che collega Rimini a Novafeltria

Scritto da valerio il . Pubblicato in Ciclismo, Turismo

La bicicletta può essere uno strumento per vivere con intensità le bellezze di un territorio sconosciuto e regalare alla propria vacanza un giornata a stretto contatto con la natura e la storia. In Romagna questa possibilità è concreta e da prendere in considerazione; alle spalle del litorale più famoso d’Italia, si estende un territorio ricco di fascino e di bellezza. Stiamo parlando della Valmarecchia e della possibilità di scoprirla attraverso un piacevole giro in mountain bike. Dal ponte di Tiberio (località Rimini) ha inizio una pista ciclabile che in un graduale mutamento di vegetazione e paesaggi conduce fino a Novafeltria attraversando splendidi borghi medievali come Santarcangelo di Romagna, Villa Verucchio, Torriana, Montebello, Pietracuta e Talamello.

Si tratta di un percorso che non presenta particolari difficoltà, accessibile a chiunque non si rifiuti di pedalare per la modesta distanza di 37 km. L’unica accortezza da prendere riguarda l’utilizzo di una mountain bike, a causa della superficie ghiaiosa che interessa tutta il tragitto, e ovviamente una piccola scorta di bevande e di cibo per non rimanere a secco di energie. Ma adesso conosciamo meglio il percorso che da Rimini conduce a Novafeltria.

Il primo tratto, il più turistico, si snoda dal Ponte di Tiberio fino a Villa Verucchio. Si tratta di 15 km lungo i quali le acque del fiume scorrono lente e con regolarità. Inoltre, man mano che ci si allontana dalla costa il paesaggio si fa più rurale, la vegetazione si infittisce ed in alcuni punti il fiume crea piccoli e suggestivi canyon. Chi decide di concludere la propria escursione può approfittarne per rinfocillarsi con un gustoso e abbondante pranzo in uno delle tante osterie che si trovano a Villa Verucchio.

Invece, per chi non volesse fermarsi la ciclabile prosegue per altri 22 km incontrando frequenti salite e tratti più insidiosi. Ma la fatica è davvero relativa se confrontata con le bellezze del paesaggio circostante: vedute e scorci memorabili come le torri di Toriana abbarbicate su uno sperone di roccia che si affaccia direttamente sul litorale.

La ciclabile della ValMarecchia è percorribile tutto l’anno, anche se il periodo più ottimale, sia in termine di sicurezza che di godibilità, è quello primaverile-estivo.

L’Hotel Columbia(www.hcolumbia.com) ed il Villa Saba Hotel(www.villasaba.it) sono due ottime strutture alberghiere a poca distanza da Rimini. Il personale dell’albergo potrà fornire indicazioni e consigli per organizzare al meglio un escursione lungo la ciclabile. Per maggiori informazioni su entrambi gli hotel visitate il sito www.hotelfamily.it

Come anticipare le scelte di un turista “super connesso”

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Cultura, Locale, Turismo

E’ il progetto  “La Destinazione Ospitale del territorio ravennate” promosso da Confcommercio Ravenna, a portare un gruppo d’imprese balneari all’incontro con il Comune di Forlì per un confronto sulle strategie più efficaci da adottare per soddisfare un viaggiatore/turista che desidera sempre più un’esperienza personalizzata che lo veda usufruire di servizi organizzati sulla base dei suoi gusti e dei suoi spostamenti sul territorio.

“Dai risultati sui comportamenti dei viaggiatori – sottolinea Fausto Faggioli, attuatore del progetto – emerge un interessante trend, quello dell’interesse verso i beni esperienziali, rispetto ai prodotti materiali. Una tendenza che sottolinea il nuovo carattere del viaggiatore del futuro, guidato dai più svariati interessi: dal relax ai social network, alla gastronomia, alla cultura e molti altri ma tutti legati dal file-rouge dell’esperienza arricchente in se stessa.”

“In questo progetto, come nel nostro progetto “Il Cibo nei Borghi Ospitali” – continua Alberto Zattini, direttore di Confcommercio Forlì che ha intrapreso da anni una felice collaborazione con i colleghi ravennati – la costa e l’entroterra, creano un’offerta turistica condivisa, capace di esistere sul mercato, con la consapevolezza che oggi per stare sul mercato ci vogliono forti sinergie tra pubblico e privato e un’efficace coesione interna di chi opera nel settore.”

“La possibilità di realizzare gli obiettivi del progetto “La Destinazione Ospitale del territorio ravennate ”  – prosegue Mauro Mambelli, presidente Confcommercio Ravenna – viene garantita dalla collaborazione con le  imprese  del programma “Happy Bio”, in cui si integra la potenzialità estiva della costa ravennate con le stagionalità dell’entroterra.  L’idea progettuale è quella di dare al territorio ravennate un’attrattività turistico-culturale-ambientale-enogastronomica, che susciti nel turista la voglia di vivere l’esperienza di un soggiorno memorabile in uno scenario suggestivo e raro, immerso nella cultura e nelle atmosfere di territori unici nel loro genere, con una storia antica e in una natura affascinante ed intatta.”

Termina il gruppo delle imprese balneari: “Già ora nei nostri ospiti, vediamo quanto grande sia desiderio di condividere in rete  l’esperienza che stanno vivendo. La vacanza di questi ospiti super connessi, inizia con il viaggio e “strada facendo” le aspettative si fanno sempre più alte, dobbiamo quindi essere in grado di anticipare le loro scelte e offrire prodotti specifici in tempo reale per le loro esigenze. Con queste premesse, il cambiamento potrà solo accelerare e nei prossimi anni, comprendere le necessità degli ospiti sarà vitale per tutti i fornitori, buyer e venditori. In questo modo, potremo essere certi che vengano prese le giuste decisioni di investimento e attività finalizzati alla promozione e valorizzazione dei territori ravennate e forlivese.”

Il 7 aprile a La Thuile 23^ edizione di DIAMO UNA MANCHE AL TELEFONO AZZURRO

Scritto da HALO COMUNICAZIONE il . Pubblicato in Turismo

La Thuile, 23 febbraio 2018 – Il felice connubio tra sport e charity trova espressione a La Thuile in una giornata di gare e di festa, a favore di Telefono Azzurro, associazione che promuove il rispetto dei diritti dei fanciulli e degli adolescenti e li tutela da abusi e violenze che possono pregiudicare il benessere e il percorso di crescita. DIAMO UNA MANCHE AL TELEFONO AZZURRO è un evento che da anni richiama a La Thuile un nutrito numero di partecipanti, tutti in gara in nome della solidarietà.

Arrivata alla sua 23^ edizione, quest’anno, la manifestazione -che sottolinea la vocazione solidale di La Thuile- si svolgerà il 7 aprile sulle nevi del comprensorio internazionale Espace San Bernardo.

Due le gare -una di sci alpino, specialità Slalom Gigante, e una di Snow-Board, specialità Slalom Gigante- alle quali possono partecipare bambini adulti, maestri di sci e punteggiati (ogni gara di una manche). Le gare si svolgeranno su due piste, la n. 16 Standard per le categorie super-super baby, baby e lo snowboard e la n. 9 Chaz Dura per tutte le altre categorie. Il primo concorrente scenderà alle ore 9:30 circa.

Nel pomeriggio, invece, alle ore 15:00, sul palco allestito nella piazza delle Funivie, verranno premiati i primi 3 classificati di ogni categoria ma, al di là dei risultati, saranno chiamati anche tutti i bambini partecipanti alla gara (fino alla categoria dei cuccioli), per ricevere un piccolo dono. Per chiudere in bellezza è prevista la consueta ricca estrazione di premi tra tutti coloro che saranno in possesso del pettorale.

La quota d’iscrizione, se effettuata entro venerdì 6 aprile 2018, è di 25,00 euro, mentre, oltre tale giorno, il costo sarà di 30,00 euro. Coloro che si iscriveranno alle gare avranno diritto ai gadget messi a disposizione dagli sponsor e potranno contare anche su un’agevolazione per l’acquisto dello skipass giornaliero che da 40,00 euro passa a 34,00 euro (per ottenere la riduzione è necessario presentarsi alle casse delle Funivie Piccolo San Bernardo con il pettorale e nominativo con il quale è stata fatta l’scrizione).

Radio Number One sarà presente con la sua carica di musica e divertimento per animare la giornata.

Questo evento, il cui ricavato verrà devoluto a Telefono Azzurro, è patrocinato dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta-Presidenza della Giunta e realizzato in collaborazione con la Società Funivie Piccolo San Bernardo, il Comune di La Thuile e il Consorzio Operatori Turistici La Thuile.

Comitato organizzatore “UNA MANCHE PER TELEFONO AZZURRO”

Presidente: Renato Piumatti

Fraz. P.Goletta 11016 La Thuile (Ao)

c/o Funivie Piccolo San Bernardo S.p.A. 11016 La Thuile (Ao) Tel. 0165 / 88.41.50 – Fax. 0165 / 8840.52

telefonoazzurro@lathuile.net

Contatti per la stampa

Halo Comunicazione

Rosanna Cognetti

Mob. +39 335 8149782

Dai giovani talenti, nuove energie per il futuro turistico dei territori

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Turismo

Organizzato dalla Fondazione I.T.S. “Turismo e Benessere” di Rimini, composta da Scuole, Università, Imprese, Enti locali e di Formazione per garantire uno stretto legame con il mondo produttivo e della ricerca, è in svolgimento il percorso formativo I.T.S. “Tecnico Superiore per la gestione di strutture turistico ricettive” con l’obiettivo di creare profili professionali con competenze tecniche adeguate alle esigenze del settore turistico ricettivo, pronti a operare anche a livello internazionale.

“Un momento importante nell’ambito del percorso formativo – rileva Fausto Faggioli, docente di marketing territoriale – è costituito dall’incontro con professionisti del settore turistico e con gli amministratori locali che permetterà ai futuri manager di relazionarsi con il contesto socio-economico del territorio per creare una proposta fatta di emozioni ed esperienze, quali valore aggiunto per la scelta di una destinazione.”

Incontrando i giovani, Luciana Garbuglia, sindaco del comune di San Mauro Pascoli (FC), ha presentato i due progetti di Villa Torlonia e di Casa Pascoli come esempi vincenti di riqualificazione di tesori nascosti della Romagna, oggi baluardi del nostro territorio.

”Sono temi – sottolinea Luciana Garbuglia – che possono rendere le nostre Comunità luoghi vivi e interessanti, per chi li abita, per chi vuole conoscerli per pochi giorni o tornarci nel tempo per qualche giorno e grazie alla tematica di ispirazione prettamente pascoliana si parlerà, oltre che di musica, di un territorio, di un paese, radici e luoghi dove nascono storie e racconti.”

Un secondo incontro ha coinvolto Ilia Varo, presidente del G.A.L. Valli Marecchia e Conca (RN), che ha spiegato come fondamentale sia l’unione di intenti tra i piccoli Comuni dell’entroterra che oggi offrono concretamente all’ospite un’esperienza alternativa alla tradizionale vacanza al mare.

“Una delle operazioni portate avanti dal G.A.L. – continua la Varo, rivolta ai giovani  – consiste nel finanziamento concesso a quelle start-up che presenteranno progetti realizzabili in concreto per lo sviluppo economico e occupazionale nel territorio. E’ fondamentale che i giovani concentrino le proprie conoscenze, esperienze e abilità in questa direzione.”

“Nell’arco del biennio – aggiunge Monica Masotti, coordinatrice del percorso formativo – si affrontano materie di studio pensate per le nuove esigenze del settore, con 1200 ore di lezione frontale, 800 ore di stage in aziende e si concludono con l’elaborazione di un project work.”

Termina il gruppo dei futuri manager: “Siamo “le nuove energie del Turismo”, un gruppo di giovani con l’ambizione di portare innovazione nel settore turistico, per il quale l’equilibrio tra la nostra tradizione romagnola e l’offerta di esperienze emozionali sono garanzia di successo. Una maggiore cooperazione tra le imprese del settore ricettivo, un prodotto turistico di alta qualità e l’intenzione di offrire un servizio “a misura dell’ospite”, sono i pilastri fondamentali di un turismo all’avanguardia e in sintonia con i nuovi mercati. Questi sono gli obiettivi che vogliamo raggiungere e nei quali crediamo fortemente.”

Il gruppo di lavoro: Monica Masotti, Marco Piva, Fausto Faggioli, Bianco Marzia, Bucci Letizia, Casalboni Giulia, Casella Francesca, Cloroformio Martin, Del Monaco Loredana, Di Liddo Andrea, Di Virgilio Doriana, Ercoli Beatrice, Hannoun Nervana, Lopez Michael, Pecci Alice, Pozzi Alberto, Rossi Giacomo, Santarini Elena, Savini Giulia, Scardovi Maria Giulia, Scivoli Gaetano, Vitale Cosimo Emanuele, Bregasi Arselda, Bucci Gaia.

 

Passa dei momenti indimenticabili con Silk Motel! Vicino Bergamo, scopri le sue offerte

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Aziende, Turismo

Un motel a ore tra Milano, Bergamo e Torino, facilmente raggiungibile, massima privacy e le più belle camere a tema che puoi trovare: scegli Silk Motel di San Martino in Strada (Lodi)

I motel non sono tutti uguali! C’è un motel tra Bergamo, Milano e Torino che ti offre un’ampia scelta di bellissime camere a tema per darti la sensazione di immergerti nella fresca atmosfera artica, lasciarti accarezzare da una frizzante brezza di un paesaggio naturale asiatico o accarezzare da bollenti temperature del Grand Canyon.
Solo da Silk Motel trovi le suite spa, con cascate d’acqua, sauna, vasche idromassaggio, aromaterapia, cromoterapia, suoni ambientali, luci d’atmosfera e molto altro.
Lasciati trasportare dalle emozioni e vivi dei momenti magici con chi vuoi, da Silk Motel!

Silk Motel e le camere a tema tra Torino, Milano e Bergamo

Scegliere una delle meravigliose camere a tema di Silk Motel non sarà facile, avrai l’imbarazzo della scelta!
Il motel a ore vicino Milano e Bergamo, a San Martino in Strada (Lodi), ti propone un variegato ventaglio di proposte: suite, supersuite, suite spa, deluxe e dungeon.
Ogni camera è dotata di ogni comfort, TV LCD con pacchetto premium, riscaldamento e aria condizionata, frigobar, wi-fi e molto altro.
Massima riservatezza sempre garantita grazie all’insonorizzazione, parcheggi privati dotati di chiusura a tenda e check-in effettuabile direttamente dall’auto.

Tantissimi servizi aggiuntivi per le camere a tema tra Torino e Milano di Silk Motel

Con Silk Motel puoi arricchire la tua permanenza con tantissimi servizi aggiuntivi!
Tra i tanti servizi che Silk Motel ti offre potrai:
– Scegliere una torta dal gusto personalizzato e una frase d’amore;
– Gustare stuzzicherie salate, pizzette, salatini;
– Deliziarti con una selezione di vini dal millesimato Made in Italy al raffinato Champagne Dom Perignon;
– Un mazzo di rose rosse per stupire la persona che ami;
– Pacchetto Mon Amour, con suite, supersuite, spa & room deluxe allestite con petali di rose per un momento romantico che rimanga nei vostri ricordi;
– Organizzare una sorpresa per un addio al celibato/nubilato o una prima notte di nozze, con servizi personalizzati per rendere unici i vostri momenti.
Silk Motel è unico e ti offre le più belle camere a tema. Tra Torino, Milano e Bergamo, a San Martino in Strada, dovrai solo scegliere la camera, i servizi e lasciarti trasportare dalle emozioni!

3CX aiuta Avignon Tourisme a decollare

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Tecnologia, Turismo

Con un numero di dipendenti che a seconda della stagione varia di 70 unità, diverse sedi dislocate nella città e l’esigenza di erogare un servizio d’eccellenza ai viaggiatori, Avignon Tourisme ha selezionato la piattaforma UC completa di 3CX per rinnovare la propria infrastruttura telefonica, ormai non più in grado di soddisfare le esigenze dell’ente.

Cipro – Quale località con una storia di secoli e ricca di monumenti, Avignone, città della Francia sudorientale, pullula di turisti di provenienza internazionale. Che si visiti il Palazzo dei Papi o che si sia diretti per lavoro al Centro Congressi Internazionale del Parco delle Esposizioni, si può sempre contare sugli uffici di Avignon Tourisme, che si occupa della gestione e della manutenzione di tutti i siti caratteristici di Avignone ed offre ai turisti l’assistenza necessaria per godere appieno di tutte le meraviglie che questa città ha da offrire.

Tuttavia, gestire il patrimonio culturale di Avignone utilizzando un sistema telefonico altrettanto datato si stava rivelando un compito decisamente arduo. Avignon Tourisme conta tra le 130 e le 200 persone a seconda della stagione e per crescere in termini di efficienza economica e operativa, necessitava di rinnovare la piattaforma per le telecomunicazioni con un sistema all’avanguardia, che favorisse la mobilità degli operatori e soprattutto assicurasse la massima flessibilità nell’implementazione di interni aggiuntivi nella sede centrale e nelle sedi remote e facilitasse la gestione delle linee telefoniche a disposizione dell’ente.

Pascal Borel, responsabile dei sistemi informativi di Avignon Tourisme conferma: “La nostra infrastruttura telefonica constava di un centralino per ogni singola sede, con tutti i costi di noleggio, per le conversazioni e la manutenzione di sistemi separati che ciò comportava. Peraltro il sistema non supportava le moderne funzionalità delle Unified Communications”.

Dopo aver passato in rassegna numerosi altri sistemi, Pascal Borel scoprì che 3CX offriva la soluzione in grado di soddisfare tutte le esigenze della sua organizzazione, che oggi si avvale di connettività Internet in fibra ottica e 20 linee telefoniche tramite SIP trunk con un enorme risparmio sui costi per le chiamate tra le sedi e verso l’esterno. L’ente impiega oltre 100 telefoni IP Snom, telefoni Cisco e 3CX client per smartphone per gli operatori stagionali e quelli sul campo. Per Avignon Tourisme era altresì importante poter assegnare linee telefoniche con un click a qualsivoglia sede a seconda del fabbisogno, impostare centralmente in pochi minuti le code di chiamata più efficaci per offrire ai turisti un servizio d’eccellenza, grazie al 3CX call flow designer integrato e gestire centralmente la configurazione del sistema per poi trasmettere via autoprovisioning tutte le impostazioni ai terminali dislocati nelle differenti sedi.

Installazione senza interruzione del servizio a garanzia di un completo rinnovamento del sistema

Nel mondo del turismo il servizio clienti è la chiave del successo. Anche per questo Pascal Borel era consapevole che la transizione a 3CX doveva essere implementata senza interrompere l’operatività degli utenti, evitando downtime che si sarebbero ripercossi sui viaggiatori. Dato che 3CX gira sui più comuni sistemi operativi, sia l’installazione sia l’impiego pratico risultano particolarmente semplici. E grazie all’intuitività di utilizzo della soluzione 3CX, non fu necessario sottoporre il personale di Avignon Tourisme ad alcun training.

La trasformazione tecnologica di Avignon Tourisme

Grazie a 3CX e all’impiego della telefonia VoIP via SIP Trunk, Avignon Tourisme ottenne immediati benefici, a partire dalla dismissione di centralini e all’azzeramento dei costi di leasing e manutenzione. Secondo Borel, l’impiego della piattaforma UC di 3CX ha assicurato na necessaria flessibilità per la configurazione e l’utilizzo della telefonia, restituendo alla società il pieno controllo del proprio sistema telefonico. Il personale riconobbe anche un miglioramento in termini di mobilità tra i diversi siti, incluse le località più remote.

*.*

Chi è 3CX (www.3cx.it)

3CX sviluppa un centralino telefonico IP software e open standard in grado di rinnovare le telecomunicazioni e di rimpiazzare i centralini proprietari. 3CX taglia i costi telefonici ed aumenta la produttività e la mobilità aziendale. Le soluzioni 3CX sono commercializzate esclusivamente attraverso il canale.

Grazie alla webconference basata su WebRTC integrata nella soluzione, ai client per Mac e Windows ed alle app per Android, iOS e Windows phone, 3CX offre alle aziende una piattaforma completa per le Unified Communications pronta all’uso.

Oltre 50.000 clienti nel mondo hanno scelto 3CX, compresi, Boeing, McDonalds, Hugo Boss, Ramada Plaza Antwerp, Harley Davidson, Wilson Sporting Goods e Pepsi. Presente su scala globale tramite la sua rete di partner certificati, 3CX ha sedi in U.S.A., Inghilterra, Germania, Hong Kong, Italia, Sud Africa, Russia e Australia.

Il Gestionale per Hotel sarà di scena al BTM 2018

Scritto da Michele Cervi il . Pubblicato in Aziende, Turismo

La quarta edizione di BTM Puglia, uno degli eventi più importanti di Business Tourism Management, si terrà a Lecce il 22, 23 e 24 febbraio 2018 all’interno dell’ex Convento degli Agostiniani, un affascinante complesso storico recentemente restaurato.

Questo evento internazionale ha lo scopo di mettere a contatto i settori in campo di comunicazione turistica, digital marketing, social media e finanza agevolata.

BTM Puglia offre la possibilità di partecipare a potenziali occasioni di incontro, tra compratori e venditori di prestigiose aziende e di assistere ai panel tenuti dagli esperti del settore, che vi consentiranno di accrescere le vostre competenze.

Saranno presenti 120 espositori e 50 buyer tra cui: albergatori, ristoratori, blogger, influencer e agenti di viaggio.

Sono previste convention, workshop e meeting per approfondire tematiche riguardo web marketing e il revenue management.

Grazie alla partecipazione di speaker specializzati nel settore della formazione turistica, OTA e molti altri ancora, l’intento sarà quello di discutere su ciò che sta accadendo nel mondo del turismo, un universo sempre in evoluzione.

La nuova versione di Virgil

Durante questo evento potrete scoprire Virgil, una Web App presentata durante l’ultima edizione di BTM Puglia.

Virgil è un gestionale pensato per hotel e strutture ricettive che consente di gestire accuratamente, in modo efficiente e immediato le prenotazioni e documenti degli ospiti.

Il software, a differenza dei classici gestionali, è un’applicazione web-based, che non necessita quindi di lunghe e macchinose installazioni, ma è facilmente accessibile da dispositivi come computer, tablet e smartphone.

Inoltre, tra i servizi offerti troviamo anche la possibilità di gestire il personale, ottenendo dettagliate statistiche riguardo la vostra struttura, facilitandovi il controllo delle risorse al fine di migliorare la vostra produttività nel settore.

La gestione documentale semplificata consente di tenere sotto controllo la contabilità (fatture, ricevute e voucher), rapporti ISTAT e Alloggiati Web con un unico strumento.

Virgil facilita anche l’invio di preventivi tramite posta elettronica, alleggerendo il carico della corrispondenza via e-mail.

In caso di più strutture ricettive da gestire, la Web App può supervisionare più alberghi contemporaneamente, grazie alla modalità multi-utente disponibile anche con diversi gradi di operatività.
Virgil gestisce singolarmente le prenotazioni, evitando l’assillo dell’overbooking, inoltre fornisce periodicamente statistiche volte a migliorare le strategie di prezzo, tramite l’ausilio di indici e report indicativi.

In aggiunta, questo software provvede a conservare lo storico utenti, creando delle sezioni dedicate a ogni cliente in modo da accedere facilmente alle mail scambiate. Questa funzione è particolarmente importante, visto che il successo si basa soprattutto sulla fidelizzazione del cliente.

Ultimamente le OTA (Online travel agency) hanno acquisito sempre più importanza, posizionandosi come fondamentali intermediari tra fornitori di servizi turistici (specialmente nel settore alberghiero) e cliente finale. Grazie al Channel Manager presente nella Web App Virgil, avrete a portata di click tutti i mezzi e gli strumenti necessari per gestire velocemente i portali di distribuzione online, tra questi ne avrete oltre 250 a disposizione.

È rilevante notare come la Web App di Virgil abbia riscontrato un grande successo tra gli albergatori di tutta Italia, semplificando aspetti cavillosi come la contabilità e consentendo di aumentare profitto e redditività delle strutture ricettive.