Visto Italia per Stranieri per Studio e Lavoro o Ricongiungimento Familiare

Scritto da agenziavistifirenze il . Pubblicato in Affari, Italia, Turismo

Per venire in italia è necessario fare richiesta di visto italia per stranieri presso le ambasciate o le sedi consolari italiane presenti nel paese di residenza del cittadino straniero che desidera entrare in italia.
In tutti quei casi in cui il visto viene richiesto per motivi di immigrazione contestualmente al visto deve essere rilasciato il permesso di soggiorno.
Nonostante siano presenti ambasciate e consolati italiani in tutti i paesi stranieri presso le quali un cittadino straniero può richiedere la documentazione e fare personalmente richiesta per avere un visto per italia esiste la possibilità di rivolgersi direttamente ad un’ agenzia visti Firenze o di altre città italiane presso le quali previo il pagamento del servizio si può ottenere in modo facile e veloce il visto necessario ad entrare e permanere sul territorio italiano.
Il rilascio del permesso di soggiorno in italia è competenza delle questure di riferimento del luogo dove si trova lo straniero, dopo aver eseguito le procedure di richiesta sono necessari meno di dieci giorni lavorativi per ottenere il documento che fornisce l’autorizzazione di restare in italia.
Per ottenere il permesso di soggiorno è necessario stipulare un accordo con lo stato italiano dove si certifica la propria volontà di integrazione, unica prerogativa per stipulare tale richiesta è quella di avere più di 16 anni.
Per quanto riguarda il visto per italia ne esistono di varie tipologie che sono suddivisi seconda dei motivi per i quali si richiede l’ingresso.
Il visto per studio ha una validità che corrisponde al periodo necessario per la frequentazione del corso, questo deve essere dimostrato per mezzo di una documentazione specifica rilasciata dalla scuola o dall’ente presso cui si terrà il corso di studio.
Il visto per il ricongiungimento familiare di cittadini stranieri dura per un anno partire dalla data del suo rilascio, questo genere di visto per stranieri viene concesso ai cittadini stranieri che ottengono il un nulla osta al ricongiungimento familiare.
Il visto per lavoro viene rilasciato ai cittadini stranieri per i quali il datore di lavoro regolarmente residente in italia presentare a proprio nome una richiesta di nulla osta per il lavoro presso lo sportello unico per l’immigrazione presente nella provincia di riferimento al luogo dove si svolgerà l’attività lavorativa.
Solo una volta ottenuto il nulla osta dallo sportello unico per l’immigrazione il visto per lavoro verrà autorizzato.
Nei casi si abbia necessità di ottenere un visto per lavoro autonomo è necessario presentare i requisiti professionali e morali necessari per svolgere analoga professione al pari di un qualsiasi altro cittadino italiano che svolga lo stesso tipo d professione.
Anche in questo caso è necessario ottenere un permesso di soggiorno che dovrà essere rinnovato presso la questura competente almeno 60 giorni prima della scadenza, in modo che la questura possa verificare le condizioni previste dalla legge del cittadino straniero.
Una volta entrati in italia le motivazioni per cui si desideri continuare a resta nel paese possono variare con il tempo ed il variare degli obbiettivi per cui si intende rimanere in italia.
In questi casi quando dovremo rinnovare il permesso di soggiorno potremo variare la tipologia di permesso in modo che questo soddisfi in modo più adeguato al prolungamento della permanenza in italia.
Per effettuare una conversione del permesso di soggiorno è necessario rivolgersi presso lo sportello unico per l’immigrazione della prefettura territoriale competente, la risposta dell’ente preposto deciderà se accettare la conversione facendo riferimento alla disponibilità delle quote di ingresso previste dal decreto flussi.
Per il permesso di soggiorno rilasciato per motivi di studio può essere richiesta la conversione in un permesso di soggiorno per attività lavorative di vario genere.
Avendo già un permesso di soggiorno per lavoro stagionale è possibile richiedere la conversione in un permesso di soggiorno per un lavoro continuativo a patto che si abbia un contratto di lavoro di almeno un anno.
In casi particolari il visto per entrare in italia può essere richiesto direttamente anche presso la frontiera purché si soddisfi precisi criteri che fanno riferimento a leggi specifiche sia italiane che in base all’accordo di schengen.
Di seguito elenchiamo alcuni casi in cui è prevista la deroga alla possibilità di richiedere un visto di ingresso in italia direttamente alla frontiera:
Documentazione giustificativa che dimostra l’esistenza di motivi eccezionali per cui è necessario l’ingresso nel paese oltre alla motivazione per la quale non è stato possibile fare richiesta anticipatamente.
La necessità di transitare in italia per fare ritorno nel proprio paese di origine, in questi casi in cui si fa richiesta di visto direttamente alla frontiera è prevista la possibilità di derogare l’obbligo di disporre di un’assicurazione sanitaria in tutti quei casi in cui non è disponibile al valico di frontiera di riferimento.
Si deve comunque tenere conto che un visto rilasciato alle frontiere non da gli stessi diritti di un visto regolarmente richiesto presso le ambasciate o ai consolati.
I visti rilasciati le frontiere per casi eccezionali autorizzano il titolare ad un periodo di soggiorno per una durata massima di quindici giorni, nei casi in cui il vostro sia richiesto solo per avere il transito presso il proprio paese di origine o altri paesi la durata del soggiorno corrisponde solo al tempo necessario per arrivare nei paesi di destinazione.

Tecnologie 4.0 per valorizzare le risorse del territorio

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Aziende, Istruzione, Turismo

A Cesena, hanno preso il via le attività formative del biennio “Tecnico Superiore Esperto di Marketing 4.0 per lo Sviluppo Turistico dei Territori”, organizzato dalla Fondazione I.T.S. “Turismo e Benessere”, composta da Scuole, Università, Imprese, Enti locali e di Formazione per garantire uno stretto legame con il mondo produttivo e della ricerca. Un’opportunità per i giovani, un’occasione per le imprese che potranno contare su figure specializzate in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico.

Una testimonianza di grande rilievo quella di Alberto Zattini, direttore Confcommercio Forlì, che incontrando il gruppo ha sottolineato: ”Il territorio è una grande opportunità per la crescita delle nostre imprese. Noi vi abbiamo sempre creduto e abbiamo portato avanti in Confcommercio l’intersettorialità attraverso molteplici progetti anche procedendo “in cordata” con altri settori. Abbiamo sempre sostenuto gli input ministeriali che hanno “battezzato” ogni anno con una tema sempre diverso. Questo è l’anno del “turismo lento” e il nostro progetto è “Slow Tourism nei Borghi Autentici”. Un profilo slow che non deve essere interpretato come un innovativo prodotto turistico, ma come una filosofia di vita, un movimento per migliorare le capacità degli attori locali pubblici e privati di salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale, naturale, enogastronomico in un quadro che integri la sostenibilità economica, ambientale e sociale.”

“Il marketing – rileva Fausto Faggioli, docente di marketing territoriale e coordinatore del progetto “Slow Tourism nei Borghi Autentici” – è una materia in continua evoluzione  e  le imprese, siano esse grandi o piccole a conduzione familiare, non possono più permettersi di sbagliare. Oggi, per capire la grande trasformazione in atto, semplicemente dobbiamo entrare nelle imprese, dove si sta vivendo l’integrazione con le nuove tecnologie. Un vero e proprio salto di qualità a livello organizzativo al fine di implementare nuovi modelli di business per competere sul mercato e trasformare le esigenze degli ospiti in benefici.”

“Il Corso – aggiunge Marco Piva, tutor e coordinatore del percorso formativo – è nato per rispondere alle richieste espresse dalle imprese di nuove professionalità e oltre alle lezioni prevede: formazione outdoor, laboratori pratici con software specialistici, stage e project work in azienda, work shop e seminari di approfondimento e specializzazione.”

Termina il gruppo dei giovani futuri manager: “Siamo un gruppo eterogeneo per provenienza, percorsi di studio, età, esperienze di vita: siamo “Giovani 4.0” e la grande sfida che ci attende o meglio il nuovo binomio su cui ci impegneremo sarà proprio questo: bisogni del consumatore e trend tecnologici. Crediamo nella collaborazione, nello studio, nel lavoro e vogliamo dare il nostro contributo per promuovere e valorizzare le risorse del territorio. Unendo le nostre conoscenze siamo in grado di trasmettere il giusto spirito e positività al fine di conciliare la cultura locale con l’avanzare della globalizzazione. Per riuscire nel nostro obiettivo ci serviranno e non ci mancano, entusiasmo e passione perché solo con queste due condizioni potremo raggiungere il risultato che ci siamo posti.”

Il gruppo di lavoro: MARCO PIVA, FAUSTO FAGGIOLI, BOSI DAVIDE, CAMACARO MARIA CAROLINA, CAPPELLI FRANCESCA, CASADEI DAVIDE, CASADEI ALBERTO, CECCACCI ROBERTO, FOSCHERI VALENTINA, GIOVAGNOLI SIMONA,GRASSI EMMANUELA, GREGORIO SAMUELE, KOUNGOURSTEVA SVETLANA, MAGALOTTI NICOLAS, MARGIOTTA MATTEO, MAZZOTTI AMOS, MILIANI EMILIANO, RECIAK GRAZYNA, RECINE  MARIA FILOMENA, ROBERTI LUCA, VENTURI SIMONA, VIAN ELISA, VITA CONSUELO, ZANNINI ALESSANDRO RUSLAN.

IL GAL L’ALTRA ROMAGNA ORGANIZZA UN RADUNO NAZIONALE DI CAMPERISTI IN VALLE DEL SAVIO

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Locale, Turismo

Dopo la realizzazione della guida di promozione territoriale realizzata con Edizioni Plein Air e distribuita in 90.000 copie in tutta Italia, consultabile e scaricabile dal nostro sito cliccando qui, il progetto “L’Altra Romagna en plein air” entra nel vivo con l’organizzazione di momenti d’incontro tra luoghi della Romagna e il popolo dei camper d’Italia.

Il primo incontro sarà nella Val Savio cesenate, raduno itinerante a numero prefissato in occasione della storica Sagra della Pagnotta Pasquale, uno splendido carosello tra storia, arte, ambiente ed enogastronomia tipica attorno ai borghi di Sarsina, Mercato Saraceno e Bagno di Romagna, Comuni della Provincia di Forlì-Cesena.

I camper aderenti all’iniziativa sono oltre 30 equipaggi, mentre il programma dell’iniziativa è stato concertato con le Amministrazioni comunali e Pro loco di Bagno di Romagna, Mercato Saraceno e Sarsina.

I camperisti, provenienti in maggioranza dal Nord Italia e dall’Emilia, si ritroveranno nel tardo pomeriggio di venerdì 5 aprile presso il parcheggio Sandro Pertini di Mercato Saraceno, accolti dalla Pro loco e dalle Associazioni locali con distribuzione di materiale informativo divulgativo.

In serata saluto del Sindaco Monica Rossi, breve visita guidata alla Pieve di San Damiano per chiudere con un aperitivo -ristoro conviviale.

Sabato mattina 6 aprile, il gruppo si sposterà in direzione Bagno di Romagna per la visita guidata al centro storico, per poi partecipare all’incontro “Il Plein air volano di sviluppo turistico dell’Altra Romagna” organizzato dal GAL L’Altra Romagna, che vedrà i saluti del Vicesindaco Alessia Rossi, l’intervento del Presidente Bruno Biserni, del collaboratore di progetto Roy Berardi, e le testimonianze di addetti al lavoro specialisti del turismo itinerante quali Maria Cristina Santucci – Presidente del Cammino di San Vicinio, Marco Magalotti – Camper club il Gabbiano.

Al termine dell’incontro farà seguito un ristoro conviviale.

Nel pomeriggio visita al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e breve escursione guidata al Sentiero degli Gnomi, per poi spostarsi a Sarsina dove il gruppo verrà accolto a tardo pomeriggio dal Sindaco Enrico Cangini con accompagnamento musicale e aperitivo in piazza.

Domenica 7 aprile ultima giornata dedicata alla visita guidata del centro storico di Sarsina, con la sua Basilica e il Suo Museo archeologico Nazionale, per poi concludere con un aperitivo di commiato, al termine del quale i camperisti partecipanti potranno pranzare liberamente all’interno della Sagra della Pagnotta per poi programmare in autonomia il viaggio di ritorno.

I raduni proseguiranno nelle prossime settimane anche nel territorio forlivese (dal 26 al 28 aprile), e nel territorio faentino (dal 10 al 12 maggio) entrambi con la formula del raduno diffuso ad afflusso libero, con adesione scritta all’indirizzo e-mail: comunicazione@altraromagna.net.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

Sulle nevi di La Thuile 24^ edizione di DIAMO UNA MANCHE AL TELEFONO AZZURRO appuntamento il 30 marzo 2019

Scritto da HALO COMUNICAZIONE il . Pubblicato in Italia, Turismo, Viaggi

La Thuile, 4 febbraio 2019 – La solidarietà è di casa a La Thuile e scende in pista il 30 marzo con la 24^ edizione di Diamo una manche al Telefono Azzurro, il consueto appuntamento che vedrà, anche quest’anno, tanti appassionati di sci e snowboard sfidarsi in due appassionanti gare in nome di Telefono Azzurro, l’associazione che da oltre 30 anni è impegnata nella difesa e nel supporto dei bambini e degli adolescenti vittime di abusi e maltrattamenti e si batte perché la società rispetti i diritti dell’infanzia. 

Alle due le gare -una di sci alpino, specialità Slalom Gigante, e una di Snow-Board, specialità Slalom Gigante- possono partecipare bambini, adulti, maestri di sci e punteggiati (ogni gara di una manche). I concorrenti delle categorie super-super baby, baby e snowboard saranno impegnati sulla pista n. 16 Standard, mentre le altre categorie correranno sulla n. 9 Chaz Dura. Il via alle ore 9:30. 

Le premiazioni dei primi tre classificati avverranno nel pomeriggio, alle ore 15:00, sul palco allestito nella piazza delle Funivie e, a seguire, la ricca estrazione di premi tra tutti coloro che saranno in possesso del pettorale. 

Quota d’iscrizione di 25,00 euro fino a venerdì 29 marzo 2019, il giorno della gara, il costo sarà di 30,00 euro. Tutti i partecipanti alle gare riceveranno un sacchetto con i gadget messi a disposizione dagli sponsor e potranno contare anche su un’agevolazione per l’acquisto dello skipass giornaliero che da 42,00 euro passa a 36,00 euro (per ottenere la riduzione è necessario presentarsi alle casse delle Funivie Piccolo San Bernardo con il pettorale e nominativo con il quale è stata fatta l’scrizione). 

Questo evento, il cui ricavato verrà devoluto a Telefono Azzurro, è patrocinato da Regione Autonoma Valle d’Aosta-Presidenza della Giunta e realizzato in collaborazione con Società Funivie Piccolo San Bernardo, Scuola di Sci La Thuile, Comune di La Thuile e Consorzio Operatori Turistici La Thuile. 

Comitato organizzatore “UNA MANCHE PER TELEFONO AZZURRO” 

Fraz. P. Goletta 11016 La Thuile (Ao) 

c/o Funivie Piccolo San Bernardo S.p.A. 11016 La Thuile (Ao) Tel. 0165 / 88.41.50 – Fax. 0165 / 8840.52 

telefonoazzurro@lathuile.net 

Come scegliere un albergo dove alloggiare: consigli base

Scritto da Danilo De Luca il . Pubblicato in Aziende, Turismo

Quando si prenota un viaggio, la cosa successiva a cui pensare è sicuramente il luogo del pernottamento. C’è chi sceglie di alloggiare in un bed & breakfast perché magari ama stare in strutture a conduzione familiare; chi invece preferisce appartamenti autonomi ed indipendenti; e chi invece va sul classico decidendo di alloggiare in un albergo vero e proprio.
Ebbene, se fate parte di questa terza categoria, abbiamo deciso di darvi giusto qualche dritta per scegliere l’hotel dei vostri sogni, senza sbagli o peggio, pentimenti.

1. Valutate il fattore budget

Si parte sempre dal fattore budget, uno degli elementi più differenzianti nella scelta di un hotel. Partite sempre dal presupposto che più scegliete un albergo in centro, con un tot di stelle e di comfort, più il prezzo va ovviamente a salire. Di contro, rinunciare ad una serie di servizi accessori aiuta comunque a contenere un po’ le spese. Tuttavia, esistono comunque strutture che offrono offerte o comunque prezzi accessibili a tutti nonostante la fama dell’hotel o il lusso che gli appartiene. Basta solo saper cercare e farlo con pazienza e costanza.

2. Considerate la zona

Se avete intenzione di fare un viaggio, ad esempio, a Londra, dovrete sicuramente tenere in conto la zona in cui desiderate alloggiare per non trasformare la vostra vacanza in un incubo. Quando parliamo di zona, non intendiamo se si tratta o meno di quartieri cosiddetti malfamati, bensì se abbiamo o no i servizi richiesti per spostarsi senza fare troppo km a piedi o spendere una fortuna in taxi.
Per valutare il luogo dove è ubicato l’albergo, ponetevi queste domande:

  • Qual è il servizio metro più vicino? QUal è la fermata dell’autobus più vicina?
  • Quanto dista dai monumenti e dalle attrazioni più importanti?
  • Ci sono luoghi dove mangiare come bar e ristoranti?
  • L’albergo quanto è lontano dall’aereoporto, se viaggiate con l’aereo?

3. Considerate che tipo di vacanza volete fare

Chi si occupa di arredo hotel Milano lo consiglia sempre. Se volete viaggiare armati di bambini e famiglia, sicuramente l’hotel che fa per voi è attrezzato per l’appunto per le family. Detiene quindi una serie di comfort perfetti per chi ha bimbi piccoli e desidera comunque attrazioni per tenerli buoni. Chi invece non ama il tipico chiasso dei bambini, dovrebbe scegliere un hotel Adults Only, cioè pensato appositamente per coppie, viaggiatori di lavoro o da soli, che desiderano relax e tranquillità.
Insomma, valutate il tipo di vacanza che volete fare per scegliere quindi la struttura alberghiera perfetta per le vostre esigenze.

Sostenibilità e valore sociale: parole chiave del Turismo

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Turismo

Sono in corso a Rimini le attività del biennio formativo I.T.S. “Tecnico Superiore per la gestione di strutture turistico–ricettive” che ha l’obiettivo di creare profili professionali con competenze tecniche all’avanguardia adeguate alle esigenze del settore. Il Corso è organizzato dalla Fondazione I.T.S. di Rimini “Turismo e Benessere”, composta da Scuole, Università, Imprese, Enti locali e di Formazione per garantire uno stretto legame con il mondo produttivo e della ricerca,  quindi innovazione e qualità.

In una giornata full immersion alle Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC), significativo e al tempo stesso impegnativo, l’incontro del gruppo con Davide Drei, sindaco di Forlì, Giorgio Frassineti, sindaco di Predappio, Mauro Guerra, sindaco di San Leo, che ha permesso ai futuri manager di relazionarsi con il contesto socio-economico del territorio per creare una proposta fatta di emozioni ed esperienze, quali valore aggiunto per la scelta di una destinazione.

Presentando il progetto “Autunno in Romagna”, rileva Giorgio Frassineti, anche presidente dell’Unione dei Comuni della Romagna forlivese: “Credo che la stagionalità sia una chiave di lettura molto importante che porterà risultati ottimi e sorprendenti per  questi 15 Comuni che vanno dalla Via Emilia al Crinale appenninico con un grande potenziale di autenticità.”

“In questa giornata c’è stato anche uno scambio di buone pratiche con il gruppo OSFIN di Rimini – sottolinea Fausto Faggioli, docente del Corso – per una nuova economia in cui la continua produzione di cultura e conoscenza, viene utilizzata per creare benefici a favore di tutti gli attori del Territorio. La collaborazione iniziata anni fa con la Fondazione ci ha portato nel tempo a formare nuovi tecnici e fra gli obiettivi di questo percorso formativo prioritario sarà quello di allinearci alle linee guida del “turismo lento” che prevede una valorizzazione della qualità dell’esperienza turistica e un’immersione del viaggiatore nella cultura locale del territorio, basandosi prima di tutto sul rispetto.”

Per il costante impegno e competenza sull’innovazione turistica, un grazie al presidente della Fondazione, Andrea Babbi: ”Il tema del “turismo lento” è un focus su cui confrontarsi per far sì che sia fonte di molteplici opportunità, non ultima quella di far diventare l’eco-sostenibilità un’occasione di promozione.”

“Un’opportunità per i giovani, un’occasione per le imprese che potranno contare su figure specializzate in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico e produttivo. – continuano i tutor Marco Piva, Gianpietro Cannone e Monica Masotti coordinatrice del corso –

Laboratori pratici con software specialistici  visite, stage e project work in aziende, workshop e seminari di approfondimento sono solo alcune delle attività che i ragazzi affronteranno in questo percorso formativo. Inoltre verrà data la possibilità di svolgere parte delle attività di stage o tirocinio all’estero.”

Termina il gruppo dei corsisti: ”Siamo un gruppo eterogeneo per provenienza, percorsi di studio, età, esperienze di vita che ci portano a parlare anche molte lingue: italiano, inglese, russo, francese, arabo, spagnolo, albanese, tedesco. Siamo convinti che queste caratteristiche costituiscano una grande ricchezza e siano i nostri punti di forza. Crediamo nella collaborazione, nello studio serio e nel duro lavoro. Amiamo la bella Italia in cui viviamo, amiamo tutti i Paesi del mondo e vogliamo dare il nostro contributo per migliorare la nostra cara Terra. Intendiamo promuovere un turismo ecologico, sostenibile, intelligente, che valorizzi le risorse del territorio e tutti i suoi aspetti, da quello enogastronomico a quello culturale a quello naturalistico, solo per citarne alcuni. Un turismo “lento” – parola d’ordine dell’anno turistico 2019 – che permetta di assaporare ogni cosa e che lasci il ricordo di vere esperienze di crescita vissute in prima persona.”

Cosa rende l’Italia una destinazione turistica così popolare

Scritto da Rometta Sprint il . Pubblicato in Aziende, Turismo, Viaggi

Mare blu, gente simpatica, cultura, buon cibo, città e paesaggi interessanti rendono l’Italia una destinazione turistica molto popolare. Il modo migliore per conoscere il folclore e le italiche abitudini, è quello fornito dalle case vacanza per stranieri.

A tal proposito, sul sito www.italicarentals.com sarà possibile trovare i migliori affitti settimanali ed esclusive ville di lusso in affitto.

Indubbiamente, il sito italicarentals.com, è una eccezionale vetrina virtuale su ville e casali in affitto. Motivo per cui, è divenuto un importante punto di riferimento per chi è alla ricerca di ville e casali di lusso per trascorrere un rilassante periodo di vacanze in Italia. Oltre a ciò, è da valutare positivamente le proposte di ville da affittare presenti sul portale italicarentals.com, dato che permettono di andare alla scoperta delle tante meraviglie presenti in Italia.

Dal momento che l’Italia ha sia montagne così come regioni costiere, il clima è di conseguenza vario ed è considerato particolarmente salubre, il che la rende una meta turistica fruibile in ogni stagione dell’anno. Con la proposta di affitto ville Toscana, poi, il turista straniero ha la possibilità di ammirare un patrimonio di raro valore.

L’Italia è anche molto apprezzata per la solida tradizione enogastronomica. Infatti, oltre che la pizza, in Italia si possono degustare ottimi piatti accompagnati da celebri vini come, ad esempio, il Barolo, il Barbera e il Lambrusco.

In conclusione, sono infinite le motivazioni che rendono l’Italia una destinazione turistica così popolare e tutte potranno essere meglio comprese proprio grazie alle proposte del sito www.italicarentals.com, così ricco di offerte di case vacanza per stranieri.

Bnbidea, per reclamizzare e trovare un affitto vacanze

Scritto da Rometta Sprint il . Pubblicato in Italia, Turismo, Viaggi

Chi si occupa di far conoscere le proprie offerte di affitti vacanza, sa che deve affrontare numerose difficoltà e spese. Tuttavia, grazie alla presenza del sito www.bnbidea.com, oggi come oggi è possibile reclamizzare un affitto vacanze senza spendere un euro.

La serietà del sito www.bnbidea.it, è, poi, testimoniata dal fatto che, oltre a non richiedere alcun costo a chiunque voglia pubblicizzare il proprio affitto vacanze, anche per chi effettua la prenotazione non è previsto alcun costo aggiuntivo. Quindi, perché non approfittare di quanto è proposta da bnbidea.com?

In linea generale, è noto che quanto si propone, deve anche essere visibile ai viaggiatori che cercano soluzioni per le vacanze o per un fine settimana. Ragione per la quale, sarebbe davvero un peccato non ricorrere alla esperienza e alla professionalità di bnbidea.com.

È importante lavorare bene, e le referenze di questo sito sono tutte di alta qualità, sotto ogni punto di vista. Indiscutibilmente, la rete è uno dei migliori strumenti che si possono utilizzare per promuovere offerte di affitto stagionale e a breve termine. Non a caso, internet è considerato un eccellente mezzo tanto da chi cerca affitti vacanze e chi offre affitti vacanze.

Perciò, per avere successo, per essere attivi, per promuovere e pubblicizzare le proprie offerte, è bene scegliere una piattaforma capace, come lo è quella di bnbidea.com.

In conclusione, se da un lato è bene assicurarsi che la propria offerta possa apparire nelle prime pagine dei risultati dei motori di ricerca, dall’altro non è male ottenere i medesimi risultati senza, per questo, dover spendere un capitale.

Un B&B a Caserta, la soluzione perfetta per dormire bene al giusto costo

Scritto da Rometta Sprint il . Pubblicato in Aziende, Turismo, Viaggi

Per un prossimo fine settimana, per la nostra prossima vacanza, per un appuntamento di lavoro, per risolvere il problema di dove dormire a Caserta, scegliamo un b&b Caserta come il B&B Caserta Deluxe.

Soggiornare in un b b Caserta, è la scelta di alloggio perfetta quando si ha bisogno di una vacanza rilassante, se si desidera oziare dopo aver visitato, ad esempio, la favolosa Reggia di Caserta, se si vuole riposare dopo un incontro di lavoro. Inoltre, è da valutare che il bed and breakfast Caserta è in grado di offrire un valore aggiunto superiore rispetto ad ogni altra soluzione relativa al dove dormire a Caserta.

Infatti, il Caserta b&b, b b Caserta, rispetto agli altri hotel e via dicendo presenti nella città campana, permette di ricevere una attenzione maggiormente personalizzata. Un eccellente esempio per poter comprendere ancora più in dettaglio i vantaggi offerti da un b&b Caserta, è dato dal sito del B&B Caserta Deluxe www.casertadeluxe.com, il portale perfetto per chi vuole trovare la soluzione migliore per dormire bene al giusto costo.

Non a caso, uno dei punti di forza offerti da un b b Caserta, oltre che essere certi di ricevere un servizio e una attenzione assolutamente personalizzata, è quello relativo al rapporto qualità-prezzo. Quando si soggiorna presso un bed and breakfast Caserta come quello del sito casertadeluxe.com, si disporrà di soluzioni di alloggio confortevoli e si potranno usufruire di molti servizi gratuiti.

Quindi, in conclusione, se si desidera trovare confort e qualità, visitiamo il sito www.casertadeluxe.com, il portale interamente riservato al miglior Caserta b&b.

Alessandra Fornasiero tra i partecipanti della convention “Turisti sentinelle del mare”

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Società, Turismo

“Turisti sentinelle del mare” è il nome dell’evento tenutosi a margine della fiera TTG Travel Experience, che ha avuto luogo nella capitale della riviera romagnola lo scorso 11 ottobre e ha visto anche l’intervento di Alessandra Fornasiero

Alessandra Fornasiero

Alessandra Fornasiero e l’importanza del turismo green

Alessandra Fornasiero, manager da lungo tempo focalizzata in progetti imprenditoriali legati alla responsabilità sociale e corporate e alla sostenibilità ambientale a forte carattere innovativo, è intervenuta in occasione del workshop “Turisti sentinelle del mare”, organizzato all’interno della fiera TTG Travel Experience di Rimini lo scorso 11 ottobre da Confturismo-Confcommercio in partnership con l’Università di Bologna. Mente creatrice di CSRValue e della startup Circularity, ha illustrato ai presenti i risultati di un progetto durato da maggio a settembre 2018 con il coinvolgimento in prima persona dei residenti di 27 località costiere italiane al fine di proteggere la biodiversità marina al largo. Dall’ intervento di Alessandra Fornasiero e dal questionario somministrato per conto di CSRValue è emersa una rinnovata necessità da parte degli intervistati di un sistema Paese che dal punto di vista del turimo sia amico dell’ambiente, nella misura in cui per una percentuale piuttosto elevata dei turisti la sostenibilità influenza in maniera decisiva la scelta verso una destinazione environment friendly.

Alessandra Fornasiero e le cifre del sondaggio di CSRValue

Il sondaggio “Turismo sostenibile ed ecoturismo” diffuso per conto della società CSRValue di Alessandra Fornasiero da Fondazione Univerde IPR a un pubblico di circa mille viaggiatori italiani differenziati per sesso, età e residenza ha sottolineato una sempre più profonda coscienza etica dei turisti in merito agli errori commessi in tema di abusivismo edilizio e inquinamento, entrambi originati da un turismo di massa spesso fuori controllo. Partendo da questi dati, la manager ha evidenziato la crescita costante negli ultimi anni di queste nuove esigenze da parte del campione interpellato, che spesso prima dell’arrivo nella struttura ricettiva o direttamente al bancone della reception non manca di informarsi sul perseguimento o meno di politiche green. Alessandra Fornasiero, a supporto di un’etica ambientale che sia anche e soprattutto vantaggiosa per le tasche degli albergatori, si è inoltre concentrata sul fatto che quasi la metà degli intervistati ha dichiarato di poter spendere fino al 20% in più per spostamenti di piacere che siano sostenibili sotto il profilo ambientale. Anche per quanto concerne l’alimentare, circa un intervistato su due si è espresso favorevolmente in merito all’acquisto di prodotti bio o a filiera corta, ma solo a parità di prezzo con quelli provenienti da agricoltura convenzionale. A tal proposito, è però d’obbligo sottolineare come rispettivamente il 34% e il 41% dei rimanenti utenti intervistati privilegerebbe a qualsiasi costo prodotti biologici e a kilometro zero.