Un’esperienza VR performante con M4 VIRTUAL REVIEW

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Industria, Tecnologia

Milano, Italia – 11 Giugno 2019: Con la possibilità di importare modelli 3D di dimensioni ancora più grandi, e nuovi strumenti permette di ottimizzare al meglio l’esperienza virtuale (VR). La nuova versione del visualizzatore VR M4 VIRTUAL REVIEW è ora disponibile.

Prestazioni più elevate per una migliore esperienza VR
Con la nuova versione del Virtual Reality Viewer, M4 VIRTUAL REVIEW è ora possibile caricare modelli ancora più grandi, molto più dettagliati e di visualizzarli con prestazioni eccezionali. Ciò è reso possibile dal pieno supporto dei sistemi a 64 bit. Questo consente all’utente di caricare anche layout 3D o modelli CAD molto grandi, in modo che possano essere visualizzati in dettaglio nella realtà virtuale.

Nastro di misura per lo spazio virtuale
Nella realtà virtuale è anche molto utile poter misurare le distanze tra i singoli oggetti nello spazio. Con il nuovo strumento di misura presente in M4 VIRTUAL REVIEW è ora possibile misurare le distanze tra diversi punti. Il sistema supporta l’utente allineando le dimensioni con i bordi del modello o degli assi XYZ. Le dimensioni possono essere visualizzate in metri o millimetri.

Note 3D e screenshot direttamente in VR
La nuova versione del VR Viewer include ora uno strumento di disegno. Con questo strumento è possibile inserire direttamente in 3D note e sottolineature colorate. Con gli occhiali VR l’ambiente virtuale diventa un enorme foglio di lavoro. L’utente può disegnare linee di spessore variabile o cambiare il colore delle eventuali sottolineature direttamente nella realtà virtuale. Queste informazioni vengono salvate nel modello e sono disponibili ogni volta che esso viene visualizzato. E’ inoltre presente lo strumento “cancella” per eliminare linee e le sottolineature inserite in precedenza. Con il nuovo strumento screenshot in M4 VIRTUAL REVIEW, l’utente può ora facilmente scattare foto della scena attualmente visibile in realtà virtuale. Questi vengono poi salvati come file immagine e possono essere comodamente utilizzati per scopi di documentazione o di marketing.

Spostare le singole parti del modello ancora più facilmente
Lo strumento “Muovi” è uno dei più importanti strumenti presenti in M4 VIRTUAL REVIEW. Viene utilizzato ogni volta che si desidera spostare, ruotare o nascondere un modello. Nella nuova versione del Visualizzatore VR, lo strumento “Muovi” è stato rielaborato. Ora il modello può essere spostato liberamente o ad una certa distanza. Allo stesso modo un singolo modello può essere ruotato con un determinato angolo di rotazione. Le distanze e gli angoli possono essere modificati manualmente dall’utente. Lo strumento “Muovi” tiene inoltre conto della gerarchia del modello, in modo da poter spostare solo una parte di un singolo modello o un gruppo di modelli.

Formati 3D ancora più supportati
L’uso di texture offre molte possibilità per la rappresentazione di un modello 3D realistico. Nella nuova versione di M4 VIRTUAL REVIEW, i modelli e le loro texture possono essere caricati in realtà virtuale (VR). Ciò significa che le singole scene o modelli possono ora essere rappresentati in modo ancora più realistico, migliorando ulteriormente il risultato della visione virtuale. Inoltre, i modelli possono ora essere caricati direttamente nella realtà virtuale in formato OBJ, che è supportato da molti sistemi CAD. CAD Schroer offre ora un convertitore da STEP a FBX opzionale
per i modelli in formato STEP. Il software permette di semplificare notevolmente i modelli in STEP attraverso un processo separato per poi convertirli automaticamente in formato FBX. Il grado di semplificazione può essere impostato manualmente dall’utente.

>> Per saperne di più sul VR-Viewer M4 VIRTUAL REVIEW

Riguardo CAD Schroer
Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.

Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40
USA: +1 866-SCHROER (866-724-7637)

Fatturazione Elettronica, il giusto approccio

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

A nostro avviso è fondamentale carpire i diversi vantaggi (e i rischi) che la fattura elettronica comporta e più in generale esaminare la trasformazione sostanziale del rapporto tra cliente e commercialista che ne sarà diretta conseguenza:

  1. Ottimizzazione dei tempi
  2. Riorganizzazione ed automazione dei processi
  3. Recupero della produttività
  4. Fidelizzazione e soddisfazione della clientela
  5. Ampiamento servizi offerti
  6. Canale unico per gestire i rapporti con i propri clienti
  7. Abbattimento errori umani in registrazione contabile
  8. Responsabilizzazione della clientela
  9. Riduzione degli adempimenti in carico

Formando i propri clienti e mettendoli nelle condizioni di gestire in autonomia la fatturazione tramite una piattaforma integrata con il gestionale del commercialista, è possibile importare per ciascuna ditta una quantità significativa di dati per alimentare la prima nota contabile di numerose tipologie di documenti ed allo stesso tempo limitare le azioni di data entry, che al giorno d’oggi non producono valore aggiunto.

Secondo l’osservatorio del politecnico di Milano, la transizione da un modello tradizionale di gestione del ciclo attivo ad un modello digitale, comporta un risparmio che si aggira dai 7,50 € a 11,50 € a fattura all’anno, dovuto in gran parte alla riduzione dell’impiego di manodopera (per attività di creazione, invio, relazione con il cliente, riscossione e per l’eliminazione dell’archivio cartaceo).

Analizziamo insieme vantaggi e svantaggi di 3 macro modelli organizzativi che si sono creati grazie all’evoluzione delle soluzioni tecnologiche:

  1. Lo studio opta per continuare a gestire la fatturazione del cliente (TRADIZIONALE)
  2. Il cliente utilizza già un gestionale di fatturazione, che però non comunica con il programma dello studio (SEMI-DIGITALIZZAZIONE)
  3. Il cliente utilizza già un gestionale di fatturazione integrato al programma dello studio (DIGITALIZZAZIONE)

Caso n° 1: lo studio opta per continuare a gestire la fatturazione del cliente (TRADIZIONALE)

  • Il cliente contatta il personale di studio n° volte per la gestione del ciclo attivo (emissione)
  • Lo studio contestualmente alla creazione del documento contabile produce anche la registrazione in contabilità
  • Il personale di studio deve sistematicamente richiedere al cliente la documentazione riferita al ciclo passivo (ricezione)

Continuando a lavorare con questa modalità “classica”, il commercialista è consapevole di assumere il carico amministrativo del cliente, oltre a essere depositario delle scritture contabili e responsabile della conservazione sostitutiva.

Non solo: il traffico di chiamate in ingresso e in uscita può rallentare il ciclo produttivo e limitare la possibilità di dedicarsi all’aggiornamento professionale o al trattamento di pratiche più complesse.

Sono tutti oneri che devono essere valutati, poiché possono influire sulla competitività dello studio, oltre a sottrarre tempo e risorse all’attività di consulenza…

Caso n° 2: il cliente utilizza già un gestionale di fatturazione, che però non comunica con il programma dello studio (SEMI-DIGITALIZZAZIONE)

  • Per esigenze organizzative il cliente ha cercato una soluzione autonoma per la gestione del ciclo attivo

  • Lo studio non si occupa della creazione del documento contabile e richiede la documentazione attiva e passiva al cliente

  • Il personale di studio ricarica la documentazione contabile, investendo tempo nel reperimento dei documenti e nella registrazione manuale delle fatture

Alcune realtà imprenditoriali per necessità organizzative sono dotate di programmi per emettere le fatture, ma lo strumento utilizzato non è integrato con la soluzione del proprio commercialista.

Con una clientela organizzata in questo modo lo studio è obbligato ad adattarsi alle ditte, senza un flusso di lavoro definito, poiché l’utilizzo di soluzioni non condivise costringe il personale dipendente a dover ricaricare i dati manualmente, esponendosi al rischio di eventuali errori in fase di trascrizione.

Lo scambio di dati che si stabilisce con il cliente non è automatizzato nella fase di registrazione contabile, detto ciò lo studio non ha l’onere di essere il depositario delle scritture contabili e soprattutto il costo legato alla parte amministrativa è contenuto.

Va considerato inoltre che molte soluzioni di fatturazione (sia gratuite che a pagamento) non gestiscono un piano dei conti, il che costringe il professionista a dover comunque “interpretare” le fatture per una corretta registrazione in contabilità.

Immaginiamo una classica obiezione: “Ma per registrare una fattura occorrono solo 30 secondi!”

È vero, ma è sufficiente moltiplicare il numero di fatture per i secondi e aggiungere il tempo impiegato per la correzione di eventuali errori in fase di input, per rendersi conto che l’affermazione è corretta solo in parte

Pro:

  • Riduzione del traffico di chiamate tra studio e clienti

  • Ristabilimento del ruolo esclusivo di consulente nei confronti del cliente

  • Recupero di tempo prezioso spendibile nell’aggiornamento professionale

  • Nessun obbligo di conservazione delle fatture.

Contro:

  • Mancanza di un piano dei conti, conseguente impossibilità di contabilizzazione automatica

  • Tempo recuperato dalla gestione amministrativa riassorbito dalla fase di registrazione delle fatture

  • Reperimento dei documenti con tempistiche e modalità incerte

Il cliente utilizza già un gestionale di fatturazione integrato al programma dello studio (DIGITALIZZAZIONE)

In teoria la situazione più auspicabile per uno studio: interruzioni del cliente ed imprevisti ridotti al minimo, possibilità di predisporre in fase iniziale i modelli di fatturazione in base alle necessità della singola ditta, predisposizione del processo automatico di contabilizzazione.

Il risparmio di tempo e risorse è notevole. Ogni impresa si occupa della propria fatturazione attiva e passiva, il gestionale condiviso provvede alle registrazioni contabili e il commercialista si occupa a tempo pieno della consulenza ai clienti (tassello fondamentale per una corretta gestione di adempimenti e dichiarazioni).

I nostri articoli sulla fatturazione sono disponibili presso il sito del software fattura elettronica FATTURE GB

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 23 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

Redditi Enti non commerciali 2019: rilascio applicazione (03/06/19)

L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n.23572 del 30 gennaio 2019 ha approvato il modello e le istruzioni della dichiarazione Redditi Enti non Commerciali 2019 anno imposta 2018.

Effettuando l’update del software da oggi è disponibile l’applicazione Redditi Enti non Commerciali 2019.

La dichiarazione Redditi Enti non Commerciali deve essere presentata per via telematica, direttamente dal dichiarante o tramite un intermediario abilitato.

Paghe Gb Web 2019: Gestione ANF e nuove modalità di presentazione delle richieste (04/06/19)

L’INPS con circolare n° 45/2019 e messaggio n°1777 fornisce le istruzioni operative necessarie alla gestione degli ANF alla luce delle nuove modalità di presentazione delle richieste.

A decorrere dal 1° aprile 2019 le domande finora presentate dal lavoratore interessato al proprio datore di lavoro utilizzando il modello “ANF/DIP (SR16) dovranno essere inoltrate esclusivamente all’INPS in via telematica. Questo al fine di garantire all’utenza il corretto calcolo dell’importo spettante e assicurare una maggiore aderenza alla normativa vigente in materia di protezione dei dati personali.

La domanda di assegno per il nucleo familiare deve essere presentata dal lavoratore all’INPS, esclusivamente in via telematica, mediante uno dei seguenti canali: WEB tramite il servizio online dedicato, accessibile dal sito inps.it, se in possesso di PIN dispositivo, di una identità SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), almeno di Livello 2 o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Oppure Patronati e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Redditi 2019: gestione addizionale Comunale (05/06/19)

La gestione Addizionale comunale, come indicato dal nome, gestisce il calcolo dell’imposta addizionale comunale in saldo e in acconto che tutti i contribuenti, titolari e non di partita IVA, devono versare a favore del Comune nel quale hanno il proprio domicilio fiscale.

La gestione si trova sia all’interno dell’applicazione Modello 720 (quadro 730_3 Riepilogo) che nell’applicazione Redditi PF (quadro RV)

Poichè i dati per il calcolo dell’addizionale comunale si differenziano da Modello 730 a Redditi PF, la gestione si presenta con delle differenze tra le due applicazioni.

Paghe GB Web: gestione Quattordicesima (06/06/19)

La Quattordicesima mensilità è una retribuzione aggiuntiva che il lavoratore precepisce una volta all’anno. Ha origine contrattuale tra le parti sociali, pertanto è prevista soltanto nei settori dell’economia in cui le parti (lavoro e impresa) si sono esplicitamente accordate su di essa nella relativa collettiva del settore.

La contrattazione collettiva fissa con precisione la data in cui viene erogata dal datore di lavoro al lavoratore dipendente e i criteri di calcolo.

La quattordicesima è distribuita ai lavoratori una volta all’anno nel periodo di giugno/luglio. La data di pagamento della quattordicesima è solitamente fissata dalla contrattazione collettiva. Ha natura contrattuale tra le parti e non legale. La disciplina della stessa si riferisce esclusivamente agli accordi intercorrenti tra le parti sociali.

Addizionale Comunale 2019: esenzioni particolari (07/06/19)

A seguito della news del 5 giugno “redditi 2019: gestione Addizionale comunale” oggi andiamo a vedere come si comporta la gestione in presenza di un comune che applica delle esenzioni particolari.

Se siamo in presenza di un Comune con esenzioni particolari, la gestione esegue determinate verifiche al fine di stabilire se l’esenzione può essere applicata oppure no, tenendo conto di quanto previsto dalla particolarità

In tale circostanza, all’interno delle gestione si attiva la tab “Verifica condizioni per l’applicazione dell’esenzione particolare” per eseguire la verifica di applicabilità. Per spiegare al meglio il funzionamento della gestione proponiamo di seguito degli esempi di compilazione…

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software per importare fatture elettroniche INTEGRATO GB per commercialisti.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

Imperator Rome, la recensione di Giampaolo Sutto

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Videogame

Giampaolo Sutto ha recentemente recensito sul suo blog Imperator Rome, videogioco strategico ambientato durante l’ascesa dell’Antica Roma.

Giampaolo Sutto recensisce Imperator Rome

Per la maggior parte dei videogiocatori, il mondo del gaming è rappresentato dai titoli più famosi come Fifa o Call of Duty. Esiste tuttavia una nicchia agguerrita in cui il proprio passatempo preferito rappresenta anche un momento dove ampliare la propria cultura e ritrovarsi in epoche passate. È il caso di Giampaolo Sutto, blogger appassionato di videogiochi strategici e gestionali. Tra gli ultimi prodotti disponibili del settore e da lui recensiti, ha recentemente fatto capolino Imperator Rome, disponibile dalla fine di aprile. Ambientato a pochi decenni dalla scomparsa di Alessandro Magno, consente ai giocatori di prendere il controllo su una civiltà qualsiasi dell’epoca con lo scopo di portarla alla grandezza attraverso oltre 300 anni di storia. È così possibile scegliere tra la stessa Roma, tra i regni successori di Alessandro, le tribù barbare del nord, la potente Cartagine, o anche una delle tante popolazioni celtiche. In imperator Rome si viene chiamati a guidare le sorti dello Stato attraverso la guerra, la diplomazia e il commercio, con differenti sfaccettature a seconda del governo adottato, come nel caso delle monarchie o delle repubbliche, o della religione dei nostri sudditi.

Imperator Rome: l’opinione di Giampaolo Sutto

Dopo averlo giocato per svariate ore, Giampaolo Sutto esprime la convinzione che Imperator Rome sia un titolo riuscito solo a metà. Dopo le fasi iniziali in cui si può esultare per via delle prime espansioni territoriali, ben presto si intuisce che il meccanismo di gioco è destinato a ripetersi: crea un casus belli, dichiara guerra al nemico, vinci e annetti le sue province. E nell’intermezzo? Nulla. L’impressione del blogger, condivisa da moltissimi utenti sui forum e sulla pagina ufficiale di Steam del Gioco, è quella di una versione Beta, ovvero ancora in fase di sviluppo. Basti pensare che in effetti gli sviluppatori hanno reagito alle cattive recensioni promettendo un rigoroso piano di nuove patch gratuite in arrivo, una in particolare rilasciata dopo pochi giorni l’uscita sul mercato. La Paradox d’altronde ha già abituato i suoi fans alla politica dei dlc, ovvero parti aggiuntive di gioco da comprarsi separatamente a caro prezzo. Tale modus operandi non è disdicevole a priori: molti sono coloro che sostengono come questa sia una strategia utile a far si che un gioco possa migliorare continuamente. Tuttavia, in questo caso sembra che l’incompletezza del gioco sia voluta dalla partenza, proprio per obbligare i videogiocatori a comprare i dlc per potersi godere a pieno il titolo. Secondo Giampaolo Sutto Imperator Rome, allo stato attuale risulta deficitario su molti punti: gameplay, grafica, colonna sonora e ricchezza di dettagli.

Sbullit Action si prepara alla Camera dei Deputati: a fine Giugno la presentazione dell’ app di prevenzione contro il bullismo

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Informatica, Società, Tecnologia Personale

Grazie all’appoggio dell’On. Riccardo Marchetti, Fondazione Vento Onlus e Digital Ideators presenteranno alla Camera dei Deputati Sbullit Action, l’app game sviluppata per sensibilizzare le nuove generazioni al fenomeno del bullismo e stimolare le competenze per la vita: cittadinanza attiva, spirito critico, creativo, capacità di collaborazione e iniziativa

A fine Giugno Sbullit Action, l’app game di prevenzione contro il bullismo promossa e realizzata dalla Fondazione Vento Onlus in sinergia con Digital Ideators web agency di Pesaro specializzata in servizi web a 360 gradi -, sarà presentata alla Camera dei Deputati. L’iniziativa resa possibile grazie all’appoggio dell’On. Riccardo Marchetti, Vice Presidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, e del Dr. Angelo Bertoglio presidente dell’ass. AVRI, nasce con lo scopo di portare il progetto educativo nelle scuole di tutta Italia a partire già dal prossimo anno (2019-2020).

Sbullit Action, che gode del patrocinio della regione Marche, della provincia di Pesaro e Urbino, del comune di Fano e di altri enti tra cui Scout d’Europa FSE e Comitato Italiano Paralimpico, si è fatta carico del disagio giovanile e di quella che oggi è una delle sue forme più acute e inquietanti, il bullismo: un fenomeno che ha un peso sociale sull’intera collettività e genera danni non solo nei confronti delle vittime ma anche di chi lo pratica, familiari inclusi.

 Accattivante, giocosa, informale e facilmente fruibile. L’app mira a coinvolgere milioni di adolescenti in un percorso educativo che comprende diverse tematiche: dall’uso sobrio e corretto dello smartphone, al comportamento etico nei confronti dei propri coetanei, fino al riconoscimento del proprio ruolo nello sviluppo dei rapporti familiari, interpersonali e sociali. La strada per raggiungere questi obiettivi è ovviamente il gioco e la competizione.

L’app dispone di tre principali funzioni: Mega Quiz, Caccia all’Invisibile e Social. La prima permette agli studenti di darsi battaglia in un quiz a tempo con domande in materia di educazione civica e tematiche sociali. Caccia all’Invisibile, invece, è una rivisitazione in chiave moderna della classica caccia al tesoro. Si configura come gioco di gruppo in cui le squadre si sfidano andando alla scoperta delle città altrui, con l’obiettivo di rispondere ad una serie di domande.

Infine, c’è la fruizione SOCIAL, uno spazio sicuro nei quale tutti i fruitori dell’app possono condividere storie e racconti di solidarietà e amicizia, esempi virtuosi diametralmente opposti all’odio.

Per Fondazione Vento Onlus e Digital Ideators, l’incontro che si terrà alla Camera dei Deputati a fine Giugno rappresenta un momento fondamentale per dare visibilità nazionale al progetto e cominciare a perseguire il suo scopo: costruire e diffondere tra le nuove generazioni il seme di una nuova cultura, basata su valori come solidarietà, collaborazione e iniziativa.

Servizi Prink: Ecco come funziona il nuovo TUTTOincluso Plus

Scritto da Massimo Tegon il . Pubblicato in Aziende, Informatica

Sei un professionista con partita IVA? Vuoi risparmiare sui costi di gestione e manutenzione delle stampanti? Prink TUTTOincluso Plus è il servizio di noleggio di stampanti e multifunzione di ultima generazione delle migliori marche: Samsung, Epson, HP e Utax. Ti aiutiamo a scegliere la stampante a noleggio più adatta, in base al carico di lavoro, le funzioni richieste e al formato di stampa.

noleggio-stampanti-Prink-tutto-incluso-2019-PR

Sei un professionista con partita IVA? Vuoi risparmiare sui costi di gestione e manutenzione delle stampanti? Prink è da anni al fianco di aziende e professionisti con il suo servizio di noleggio stampanti Prink TUTTOincluso, che da oggi si potenzia e diventa Prink TUTTOincluso Plus per offrire una gamma di macchine in grado di rispondere a tutte le esigenze, dalla stampante monocromatica alla grande multifunzione a colori anche per formato A3.

Come funziona il servizio di noleggio stampanti Prink? Presso uno dei nostri 600 negozi troverai uno specialista Prink pronto per formulare un’offerta TUTTOincluso Plus personalizzata per le tue esigenze. Invece che acquistare costose stampanti, affidati al nostro servizio di noleggio. Con una stampante a noleggio, non dovrai più preoccuparti di acquisto, manutenzione, ricambio e smaltimento toner: pensa a tutto Prink.

I costi del servizio TUTTOincluso Plus sono davvero vantaggiosi! Con un leggero canone mensile calcolato sulle tue reali esigenze di stampa abbatterai notevolmente il costo copia ed oltre ai toner ti verranno forniti stampante o multifunzione professionale a noleggio, consegna e installazione della stampante, estensione della garanzia e assistenza tecnica per tutta la durata del contratto.

La garanzia della stampante a noleggio copre anche eventuali pezzi di ricambio. Se la tua stampante ha un guasto o si rompe, puoi chiamare il numero verde dedicato per ricevere assistenza. Non ti sarà addebitato nessun costo per la riparazione o la sostituzione dei pezzi.

Il canone mensile potrà anche essere pagato tramite finanziaria a condizioni davvero vantaggiose e con la massima flessibilità: in questo modo i liberi professionisti potranno avere in locazione costose attrezzature senza doverle acquistare.

Perché scegliere il noleggio stampanti di Prink? Prink è il numero uno in Europa nella distribuzione di consumabili per stampanti con oltre 1.500 punti vendita in 13 paesi, punto di riferimento per qualunque esigenza di stampa. TUTTOincluso Plus è il servizio di noleggio stampanti e multifunzione all-in-one che ti fa risparmiare tempo e denaro sui costi di stampa, ottimizzando i consumi e l’impatto ambientale. Scopri tutte le informazioni sul nostro sito nella sezione Prink TUTTOincluso Plus, il servizio di noleggio stampanti per professionisti affidabile ed efficiente.

Fonte: marketinginformatico.it

Software CAD per piccoli artigiani ad un prezzo equo

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Milano, Italia – 04 giugno 2019: Il software CAD è diventato uno strumento indispensabile per molti artigiani. Con una soluzione professionale, i singoli componenti possono essere progettati e prodotti con precisione. Ma che dire dei costi?

Software CAD adatto per gli artigiani
Le imprese artigiane e le altre piccole imprese sono sempre soggette a un’enorme pressione concorrenziale sui costi. Per resistere a questo, sono tenuti a reagire sempre più rapidamente e con maggiore precisione ai desideri dei clienti. Allo stesso tempo, si devono sempre tenere d’occhio i costi. Per questo motivo CAD Schroer mette a disposizione degli artigiani un software CAD che offre le basi ottimali per la progettazione.

Ma che dire del costo?
Che si tratti della pianta di una stanza, della progettazione di un mobile o del layout di un giardino, gli artigiani hanno sempre più bisogno di una soluzione di progettazione semplice e professionale. Dove si trova un software professionale artigianale per il CAD poco costoso?

Gli artigiani sfruttano tutto il loro potenziale
MEDUSA4 Personal è un software CAD particolarmente apprezzato dagli artigiani. Questo software offre alle piccole imprese un’impressionante gamma di funzionalità CAD per una varietà di applicazioni. Poiché MEDUSA4 Personal è la versione gratuita della versione professionale di MEDUSA4, gli artigiani beneficiano integralmente di tutti gli strumenti e funzionalità. Ciò significa che gli artigiani hanno gli strumenti ottimali per affrontare le sfide del mercato e possono concentrarsi sul loro vero e proprio lavoro di artigiani specialisti.

Il software CAD completa i progetti delle piccole imprese artigiane
Una volta che il progetto è stato completato, i disegni vengono poi utilizzati per varie applicazioni. Alle imprese artigiane viene offerto un modo particolarmente conveniente per l’utilizzo commerciale dei loro disegni. Se un disegno deve essere utilizzato in formato PDF per documentare un prodotto commerciale inviato ad un cliente o deve essere inviato ad un fornitore in formato DXF per la produzione, esso deve essere convertito online nel formato richiesto. Per questo viene richiesto il pagamento di una piccola quota per il rilascio ad uso commerciale. Ciò significa che le imprese artigiane non devono sostenere alcun costo per l’acquisto del software e non devono sostenere i costi di gestione del software stesso. Con questo ingegnoso modo di utilizzare il software, gli artigiani hanno una panoramica completa dei costi dei loro progetti.

Rilascio di un nuovo video tutorial
E’ stato appena rilasciato un nuovo video tutorial. Contiene una breve descrizione video per una rapida introduzione all’utilizzo del software. Sono inoltre disponibili esempi di disegni da scaricare e provare, in modo da poter avviare rapidamente e facilmente il vostro primo progetto con il software CAD. Il titolo del video è: Il modo più semplice per passare da uno schizzo a matita ad un modello 3D con MEDUSA4 Personal.

Come l’artigiano ottiene il programma CAD MEDUSA4 Personal quasi gratuitamente >>

Riguardo CAD Schroer
Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.
Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40
USA: +1 866-SCHROER (866-724-7637)

Intelligenza artificiale: un supporto indispensabile per la sicurezza digitale

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Aziende, Informatica

Sai che il livello di protezione dei tuoi dati aziendali potrebbe non essere adeguato, come rivela la maggioranza dei professionisti IT? Non è una nostra opinione, ma la risposta sincera fornita da un’elevata percentuale (62%) di professionisti IT di tutto il mondo, che ha riferito di disporre di un’infrastruttura di sicurezza le cui lacune consentirebbero agli hacker di superare le linee di difesa aziendali.
La rivelazione non è che uno degli allarmanti risultati emersi dal recente rapporto dell’istituto Ponemon sulle lacune della sicurezza IT e sul contributo che intelligenza artificiale e machine learning possono offrire per colmarle. Dal rapporto emerge anche che:

  • Il 45% degli intervistati ha difficoltà nel proteggere perimetri IT evanescenti, nell’era dell’Internet of Things, del BYOD, del mobile e dello storage cloud.
  • Il 46% degli intervistati annovera la persistenza, le capacità sempre più sofisticate, l’esperienza e i finanziamenti degli hacker tra le principali ragioni per la straordinaria diffusione delle violazioni a danno dei dati.
  • Il 64% degli intervistati, infine, individua nelle nuove tecnologie quali intelligenza artificiale e machine learning la strada obbligata per rilevare, comprendere e contrastare le minacce.

Innovazioni come l’IA offrono l’opportunità di anticipare le mosse dei criminali informatici esterni all’azienda e i metodi sempre nuovi che usano per estorcere, manipolare e distruggere i dati strategici.
Nuove difese per contrastare nuove minacce

Eseguire regolarmente il backup di sistemi, applicazioni e file è tuttora il miglior metodo per limitare l’interruzione delle attività aziendali e disporre di una strategia di disaster recovery più affidabile. La capacità dei cybercriminali di adeguarsi a queste forme di difesa resta tuttavia elevata. Numerosi sono infatti oggi gli attacchi malware, in particolare quelli ransomware, che puntano ai file, al software e agli agenti di backup per eliminare qualsiasi possibilità di ripristinare i sistemi senza dover pagare il riscatto richiesto.

Un’efficace protezione dei dati aziendali non può quindi prescindere da una soluzione di protezione moderna e proattiva, progettata per far fronte ai rischi odierni e capace di contrastare le principali minacce che gravano sull’intero ambiente dati per difendere tanto i file originali quanto quelli di backup.
Intelligenza artificiale: cosa offre in termini di sicurezza

Acronis Active Protection, funzionalità inclusa in tutte le soluzioni di backup Acronis sia per uso personale che per gli utenti business, adotta modelli di intelligenza artificiale e machine learning per riconoscere e contrastare in tempo reale gli attacchi ransomware.

I modelli di machine learning vengono generati nell’infrastruttura di intelligenza artificiale cloud dedicata di Acronis, dove vengono analizzati centinaia di migliaia di processi informatici, tanto legittimi quanto dannosi. Questi modelli vengono quindi incorporati in Acronis Active Protection, che monitora i sistemi in tempo reale e analizza i comportamenti di ogni processo per rilevare attività insolite, come la crittografia non autorizzata.

Non appena viene identificato un processo sospetto, la tecnologia Acronis arresta l’attacco e invia una notifica immediata agli utenti o agli amministratori IT, garantendo un netto risparmio di tempo e accelerando le eventuali reazioni agli attacchi.
Modelli di machine learning funzionali al rilevamento delle minacce

Le soluzioni che si basano sulla ricerca di ceppi di ransomware noti riescono a proteggere i sistemi solo da un gruppo limitato di attacchi, lasciando i dati aziendali vulnerabili alle violazioni sferrate dai ransomware di nuova generazione.

Acronis Active Protection svolge un’attività di analisi continua dei dati che consente di riconoscere le nuove minacce prima che gli esperti del settore possano identificarle e sviluppare sistemi di difesa adeguati. I nostri modelli di machine learning definiscono le minacce in base a comportamenti sistematici e non al codice che le caratterizza; questa differenza permette di riconoscere i processi anormali in tempo reale.

Il modello, applicabile a tutti i dispositivi, i sistemi e i file di backup, impedisce agli hacker di danneggiare la soluzione Acronis, il contenuto del file di backup e il record di avvio principale nei computer Windows.
Ripristino automatizzato e difesa gestita

Commentando la ricerca Ponemon, gli esperti di sicurezza concordano che i maggiori benefici offerti dalle soluzioni basate su intelligenza artificiale vanno individuati nella riduzione del tempo e dell’impegno necessario per svolgere indagini sui rischi di sicurezza. Acronis Active Protection anticipa questo aspetto segnalando con notifiche immediate l’avvio di un attacco e fornendo possibili azioni per una reazione istantanea; il prodotto offre soluzioni anche per gli altri aspetti evidenziati dalla ricerca.

Il campione intervistato individua tra gli altri vantaggi la riduzione dei falsi allarmi, l’arresto degli attacchi prima che provochino danni e l’automazione delle attività di ricerca e reazione agli attacchi.
I modelli di machine learning, che consentono alla tecnologia Acronis di arrestare un attacco in tempo reale, sono già concepiti per ridurre i falsi allarmi. Vengano aggiornati frequentemente ma gli amministratori possono intervenire ulteriormente con una whitelist intuitiva e di facile utilizzo, alla quale è possibile aggiungere i programmi che devono eseguire determinate azioni, così che possano funzionare normalmente senza essere erroneamente contrassegnati come ransomware.

Acronis Active Protection è già un passo avanti anche in termini di automazione della risposta agli attacchi: qualora i file vengano modificati o danneggiati durante un attacco, la difesa può ripristinarli automaticamente, recuperandone la copia pulita dai file di backup.

La possibilità di automazione ottimizzata integrata nella difesa di Acronis consente agli amministratori IT di riportare i sistemi in operatività prima ancora che chiunque altro possa realizzare che è stato sferrato un attacco.
Considerazioni finali

I criminali informatici adeguano continuamente i propri metodi di attacco per infiltrarsi nei sistemi di difesa più moderni. Con il progredire delle loro strategie, saranno necessarie soluzioni nuove e innovative per contrastarne l’operato. Acronis Active Protection, integrata in tutte le soluzioni di backup di Acronis, utilizza metodi di intelligenza artificiale e machine learning all’avanguardia per individuare e difendere attivamente la tua azienda da queste minacce, prima che possano mettere a rischio i tuoi dati.

***

Sette anni di Borderline Agency: cambia la veste ma non il cuore

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Internet, Nuovo Sito Web

L’agenzia di comunicazione Borderline Agency, nata nel 2012 a Bologna, rinnova il proprio aspetto con un sito web nuovo di zecca.

L’inizio di giugno porta con sé l’occasione per festeggiare i traguardi dell’agenzia, che decide di celebrare questo compleanno con una novità. Al compiersi del suo settimo anno di età la metamorfosi in casa Borderline arriva con un nuovo design del sito web.

“Il nostro carburante sono le idee, gli strumenti digitali il nostro mezzo.” Il team di Borderline padroneggia codici e parole per operare su forma, stile e contenuto, per trasformare la propria essenza in un’esplosione di colori e in un’identità rinnovata ma familiare mettendoci la cura e la qualità che riserva quotidianamente ai propri clienti.

Anni ed esperienza insegnano soprattutto l’arte del cambiamento: così l’agenzia saluta il vecchio sito che l’ha accompagnata fino ad oggi per trovare, attraverso una forma ancora più frizzante, vie inesplorate nel mondo della comunicazione.

Borderline si affida alle parole per raccontarsi – poche ma buone, incisive, che arrivano dritte al punto – e al visuale per mostrarsi al massimo dello splendore. Sul sito web si può gustare un assaggio di cosa l’agenzia ha in serbo per le aziende che affidano la propria comunicazione al team di professionisti: grafica, web&digital, foto&video, ufficio stampa, eventi, marketing.

Qualunque sia la destinazione, Borderline ci mette fantasia e professionalità.

Il sito web, totalmente originale, creativo e dinamico, rispetta i principi dell’usabilità e della praticità di navigazione. Definite le bozze grafiche è stato creato da zero un tema per WordPress senza l’appoggio di template o framework esistenti. Il progetto è stato seguito con un occhio attento alla semplicità di gestione dei contenuti da backend e con l’altro concentrato sulla veste grafica, sul responsive (RWD, Responsive Web Design) e sulla compatibilità con i vari browser.

Nuova vita anche al logo e alla business card: seguendo lo stile della nuova veste grafica si è optato per uno stile più pulito e lineare che elimina gli sbaffi che caratterizzavano la versione precedente. Il restyling del logo vede mantenute le informazioni essenziali in una cornice più ariosa che dimentica le squadrature del passato. Tolta la gabbia che racchiudeva i quattro colori, Borderline è pronta a liberare tutta la sua creatività.

Da oggi l’agenzia di Bologna si identifica ancora di più attraverso il suo sito, una vetrina che mette in bella mostra i risultati guadagnati e le competenze acquisite.

www.borderlineagency.com

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 22 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Internet, Tecnologia

Spese universitarie pubbliche e private 2019: detrazione (27/05/19)

L’art. 15, comma 1, lett. e), del Tuir prevede la possibilità di detrarre nella dichiarazione dei redditi (Modello 730 e PF) le spese per l’istruzione universitaria , sia statale che non statale, sostenute nel proprio interesse o dei familiari fiscalmente a carico.

La detrazione spettante è del 19%, calcolata sull’intera spesa sostenuta se l’università è statale, mentre per l’università privata l’importo ammesso in detrazione non deve essere superiore a quello stabilito annualmente per ciascuna facoltà universitaria con apposito decreto del MIUR.

La detrazione, in particolare, spetta per le spese sostenute per la frequenza di corsi di istruzione universitaria, corsi di perfezionamento, master universitari, corsi di dottorato di ricerca, spese per la frequenza di Istituti tecnici superiori (ITS) in quanto equiparati alle spese universitarie, nuovi corsi istituiti ai sensi del DPR n.212 del 2005 presso i Conservatori di musica e gli Istituti musicali pareggiati.

Fatture Web 2019: creare una disposizione di bonifico da Console Web (28/05/19)

Con un recente aggiornamento è stata introdotta la possibilità di creare distinte di pagamento elettroniche per le fatture ricevute tramite Console GB Web.

Grazie a questa funzione è possibile generare un file XML contenente le disposizioni di pagamento con e informazioni inerenti le fatture ricevute, in modo da evitare perdite di tempo per il reinserimento dei dati nel proprio programma di Home Banking.

E’ infatti sufficiente caricare il file per avere già pronte e precariate tutte le informazioni necessarie alla propria banca per dar seguito alla disposizione del bonifico.

Caso Pratico: Bilancio esercizio 2018 con 2017 inserito in un secondo momento (29/05/19)

“Ad inizio anno per cominciare a gestire una contabilità 2018 ho inserito i saldi patrimoniali all’ 01.01.2018 senza gli economici, poi ho tenuto tutta la contabilità regolarmente. Ora il bilancio al 31.12.2018 è corretto ma non ho il 2017. Come faccio per la comparazione con l’esercizio precedente?”

I saldi di bilancio dell’esercizio precedente possono essere inseriti anche in un secondo momento senza blocchi o impedimenti, in modo da assicurare la giusta elasticità nello svolgimento degli adempimenti Bilancio Europeo/ Contabilità in diverse fasi di lavoro.

Il primo gennaio del 2018 sono stati inseriti i saldi patrimoniali 2018 per la nuova contabilità di un’azienda già esistente e per l’urgenza si è evitato di inserire gli economici. Vediamo i passaggi che sono stati compiuti: preliminarmente si è creata la ditta in Anagrafica, quindi si è abilitata la contabilità 2018…

Paghe GB Web 2019: Incentivo Occupazione Garanzia Giovani (30/05/19)

In seguito al Decreto Direttoriale 581/2018 dell’ANPAL, l’INPS con la circolare n.54 del 17/04/2019 disciplina la proroga dell’incentivo occupazione NEET, relativo alle assunzioni effettuate nel 2019 di giovani iscritti al programma Garanzia Giovani.

Il beneficio si applica ai datori di lavoro privati che a partire dal 01/01/2019 assumono giovani iscritti al programma “Garanzia Giovani” di età compresa tra i 16 e 29 anni ed è inserito alle assunzioni effettuate entro il 31/12/2019.

Tale beneficio si applica ai lavoratori assunti a tempo indeterminato tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2019 nella misura pari al 100% dei contributi a carico del datore di lavoro. Sono esclusi dall’agevolazione, i contratti di lavoro domestico ed i contratti di lavoro intermittente; i contratti di apprendistato invece sono compresi solo se rientrano nell’apprendistato professionalizzante e solo durante il periodo formativo.

Spese sportive ragazzi 2019: regole di detrazione (31/05/19)

Nella dichiarazione dei redditi 2019 (Modello 730 o Redditi PF) è possibile detrarre le spese sportive praticate dai familiari a carico nel corso dell’anno di imposta 2018.

La detrazione spetta nella misura del 19% per le spese sostenute dai ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni per l’attività sportiva svolta presso associazioni sportive e impianti sportivi.

L’importo massimo che il contribuente può portare in detrazione è pari a 210 euro, da ripartire tra i genitori. Con la news di oggi riepiloghiamo in breve le principali regole per la detrazione delle attività sportive.

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software contabilità INTEGRATO GB per commercialisti.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.