Jabra acquisisce Altia Systems

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Economia, Tecnologia Personale

GN Audio (società madre di Jabra) annuncia l’acquisizione di Altia Systems, sviluppatore leader nel campo delle soluzioni innovative di comunicazione video premium che utilizzano la tecnologia delle lenti multi-camera e l’Intelligenza Artificiale.

La novità consentirà a Jabra di migliorare l’esperienza della conference call unendo audio e video, per un’efficienza sempre maggiore. In seguito all’acquisizione di BlueParrott e a quella della proprietà parziale della società audEERING, questa operazione rafforza ulteriormente l’impronta di Jabra nel mercato audiovisivo delle Unified Communications.

Il portfolio di Jabra include soluzioni che migliorano la produttività, inclusa la gamma audio leader di mercato per le Huddle rooms (un ambiente per piccoli gruppi di lavoro) denominata Speak – ben oltre 3 milioni le unità speaker Jabra vendute in tutto il mondo – e soluzioni per cuffie e software che migliorano la concentrazione, la conversazione e la collaborazione.

La nuova acquisizione implica che ora Jabra sarà in grado di offrire la più collaborativa esperienza di conference call sul mercato, combinando la sua esperienza di 150 anni nel suono con la tecnologia visiva avanzata di Altia Systems – veicolata con il marchio PanaCast.

In breve, Jabra mira a ritagliarsi una posizione di leadership nel migliorare qualsiasi esperienza di riunione in una Huddle room, aggiungendo la funzionalità video alla collaudata esperienza di suono di conferenza mobile plug and play.

Poiché sempre più aziende in tutto il mondo stanno adottando soluzioni guidate da servizi come Microsoft Teams e Zoom, Jabra ha l’ambizione di assumere un ruolo guida nel mercato delle soluzioni integrate di comunicazione audio e video. Ciò contribuirà a incrementare la produttività aziendale e a ridurre i costi offrendo un’esperienza di conference call che risulterà altrettanto efficace rispetto alla presenza fisica.

Con Acronis, DS TECHEETAH è in pole position anche nella protezione informatica

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Informatica

DS TECHEETAH, scuderia cinese che prende parte al campionato di Formula E, è lieta di annunciare la nuova alleanza strategica con Acronis, leader globale della protezione informatica e dello storage in cloud ibrido. La scuderia e Acronis hanno sottoscritto una partnership di tre anni. Nel campionato FE19, il logo Acronis sarà presente sulla monoposto DS E-TENSE, a partire dall’E-Prix di Hong Kong che si è tenuta il 10 marzo 2019.

Le soluzioni di backup, storage e disaster recovery di Acronis proteggeranno i dati più importanti di DS TECHEETAH, che tante volte hanno consentito al team di essere in testa rispetto agli avversari. La partnership con Acronis metterà a disposizione della scuderia i cinque vettori della sicurezza informatica: salvaguardia, accessibilità, privacy, autenticità e sicurezza (SAPAS), che garantiscono la protezione completa dei dati dalle più recenti minacce informatiche, senza alterarne accessibilità e verificabilità.

Con sede aziendale in Svizzera e sede internazionale a Singapore, Acronis è leader globale della protezione informatica. Oltre 5 milioni di utenti e 500.000 aziende in tutto il mondo hanno adottato i prodotti Acronis per proteggere i propri dati, inclusi 79 dei principali 100 marchi mondiali.

Una tra le squadre principali del campionato ABB FIA Formula E, DS TECHEETAH sa di doversi avvalere di servizi forniti dai leader del settore backup e recovery per proteggersi dalle minacce informatiche sempre più aggressive e per venire incontro alle complesse esigenze di accesso ai dati durante i viaggi compiuti in tutto il mondo. Con la sottoscrizione di questa partnership tecnica, DS TECHEETAH compie uno straordinario passo in avanti per garantire la sicurezza e l’affidabilità dei propri dati.

“Acronis è leader mondiale nel settore del software per la protezione informatica e il disaster recovery, ed è entusiasmante dare il benvenuto a questa società nella famiglia DS TECHEETAH. La partnership prevede nuovi meccanismi di analisi dei dati e capacità predittive su misura per i ritmi convulsi della Formula E. Puntiamo a cementare una relazione vincente, tanto in pista quanto nel mondo della tecnologia globale”, ha affermato il direttore commerciale di DS TECHEETAH, Keith Smout.

“La tecnologia Acronis è perfetta per l’ambiente altamente dinamico dei team automobilistici. È un privilegio aderire alla community dei partner di DS TECHEETAH per occuparci di tutti gli aspetti della protezione informatica sfruttando la tecnologia più avanzata al mondo. Siamo orgogliosi di entrare a far parte di una squadra vincente come questa, e ci impegneremo per costruire una partnership lunga e costellata di successi”, ha concluso Dan Havens, Chief Growth Officer di Acronis.

Nuovi Jabra Elite Active 45e: pensati per musica, chiamate e sport in modalità wireless

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia Personale

Jabra lancia il nuovo modello della gamma Elite Active, una serie di auricolari sportivi che è stata annunciata al CES 2019. Gli auricolari impermeabili Elite Active 45e offrono un design che garantisce vestibilità sicura e confortevole.

Con nove ore di vita della batteria è garantita agli utenti la possibilità di svolgere una settimana di allenamenti con una singola carica. Il modello si presenta come uno dei più validi dispositivi sportivi wireless nella categoria inferiore ai 100 euro.

Gli auricolari Jabra Elite Active 45e sono progettati per la fruizione wireless della musica, per le chiamate e per lo sport. Che si tratti di una corsa, di un giro in bicicletta o di un esercizio in palestra, essi permettono di godersi la qualità audio di Jabra wireless, mentre le componenti Earhooks e Earwings garantiscono comfort e sicurezza.

Dotati di certificazione IP67 e garanzia di due anni contro sudore e polvere, sono i perfetti compagni di ogni allenamento outdoor: si può prestare attenzione a ciò che ci circonda, grazie a un design “a orecchio aperto” che lascia filtrare i suoni ambientali. Avere consapevolezza dell’ambiente circostante mentre si corre all’aperto, è una funzione di sicurezza assai richiesta da molti utenti.

Con gli Elite Active 45e ci si può collegare istantaneamente ad Alexa*, Siri® o Google Assistant™, e avere l’opportunità di fare molte cose velocemente con i comandi vocali, tra cui l’impostazione degli appuntamenti, la ricerca di eventi vicini o la lettura dei messaggi ricevuti.

La tecnologia a due microfoni degli auricolari offre un’efficace riduzione del rumore durante le chiamate, garantendo conversazioni incredibilmente chiare, e altoparlanti avanzati da 12 mm per un’esperienza audio più ricca e potente.

Con una durata della batteria fino a nove ore con una singola carica, gli Elite Active 45e supportano una settimana di allenamenti, mantenendo la musica in riproduzione e la funzione di risposta alle chiamate. Gli auricolari hanno anche una funzione di ricarica rapida di 15 minuti per quelle volte in cui si ha bisogno di un’ora extra.

L’app Jabra Sound + consente di personalizzare i profili musicali, scegliere il proprio assistente vocale, monitorare l’utilizzo della batteria e altro ancora, offrendo la migliore personalizzazione d’uso.

Calum MacDougall, SVP di Jabra, ha dichiarato: “Questi nuovi auricolari sportivi sono progettati per coloro che desiderano una vestibilità comoda e sicura durante l’allenamento e la pratica sportiva. Il design resistente e l’esperienza superiore di chiamata e fruizione della musica fanno si che gli Elite Active 45e siano l’ideale strumento per ogni tipo di allenamento. Inoltre, i nuovi Elite Active 45e beneficiano dell’esperienza wireless di Jabra e della comprovata esperienza di un’eccellente connettività senza fili.”

Jabra Elite Active 45e, le principali caratteristiche: 

  • Vestibilità comoda e sicura con le componenti Earwings e Earhook che rimangono salde quando ci si muove
  • Assistente vocale abilitato con accesso one-touch ad Amazon Alexa, Siri® o Google Assistant™
  • Certificazione IP67 di durata impermeabile con garanzia di 2 anni contro sudore e polvere **
  • Corsa sicura con auricolari progettati per tenere informato l’utente sull’ambiente circostante
  • Telefonate in movimento con tecnologia a 2 microfoni per un’esperienza di chiamata di alto livello
  • Possibilità di scegliere il colore preferito: Mint, Navy o Black
  • 9 ore di batteria con una singola carica
  • Possibilità di personalizzare il dispositivo con la app Jabra Sound+

Per maggiori informazioni: www.it.jabra.com

Prezzo e disponibilità

Gli auricolari saranno disponibili da marzo 2019 presso selezionati rivenditori, a un prezzo di vendita suggerito di 99 euro in tre tonalità: Black, Navy and Mint e online su www.it.jabra.com.

Start-up: software 3D a prezzi accessibili per la costruzione di impianti e il layout di fabbrica

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Economia, Industria, Informatica, Italia

Milano, Italia – 7 Marzo 2019: La società CAD Schroer, produttrice di software CAD, ha appena annunciato il suo programma a sostegno delle startup e delle nuove società che, potranno acquistare la suite software MPDS4 per il disegno impiantistico ed il layout di impianti con il 50% di sconto sul prezzo di listino.

Le start-up e le nuove società che operano nel campo della costruzione di impianti o della pianificazione industriale devono affrontare grandi ostacoli. Gli strumenti software corretti sono essenziali, i prestiti bancari sono difficili da ottenere e le piccole imprese non hanno il potere di contrattazione che porta ad ottenere sconti sul software,” dice Michael Schroer. “Questo ci ha fatto pensare. Dopo tutto, è nel nostro interesse incoraggiare le piccole imprese. La fedeltà dei clienti è uno dei nostri punti di forza, e creare questa fedeltà significa condividere la tecnologia e le competenze per creare opportunità a lungo termine per le aziende in crescita”.

Gli strumenti giusti portano ad una rapida crescita
“Le giovani aziende sono flessibili e spesso offrono ai loro clienti condizioni particolarmente buone. Questo è il loro vantaggio competitivo”, dice il General Manager di CAD Schroer, Michael Schroer. “Il software deve essere immediatamente pronto all’uso e fornire risultati in tempi brevi. Questo è l’unico modo per estendere questo vantaggio a lungo termine. Ed è proprio attraverso questo approccio che i clienti possono realizzare con il nostro software MPDS4, la costruzione di impianti e la pianificazione di fabbrica. Con il software vengono forniti cataloghi adeguati, che possono anche essere rapidamente implementati e personalizzati, se necessario. La qualità della progettazione è garantita dai controlli di collisione e di consistenza e dalla generazione automatica delle distinte materiali,”.

Strumenti Giusti a Basso Costo
“E’ quello che vogliamo promuovere,” dice Michael Schroer.“ Vogliamo permettere alle nuove società di acquistare sin dall’inizio una soluzione scalabile. Con il 50% di sconto sul software MPDS4 per il disegno impiantistico a tutti coloro che sono ancora nel primo anno di attività, dando alle nuove società una base solida sulla quale costruire il proprio successo.” Le start-up possono ottenere uno sconto del 50% sul software MPDS4 per il layout di impianti e la pianificazione di fabbrica.

>> A tutte le Start-up: 50% di sconto

Riguardo CAD Schroer
Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.

Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40
USA: +1 866-SCHROER (866-724-7637)

Trasferire contatti da Cellulare a Cellulare? Da iRiparo trovi il software giusto!

Scritto da Massimo Tegon il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia Personale

Una volta che si acquista un telefono nuovo, soprattutto se siamo utenti poco esperti, dobbiamo davvero accettare l’idea di dover dire addio a foto, contatti e quant’altro contenuti nel vecchio dispositivo? NO! Finalmente arrivano i servizi software di iRiparo, un’azienda tutta italiana, in grado di risolve tutti i tuoi problemi con il trasferire contatti da iPhone a Android, ma più in generale, il trasferimento dati da cellulare a cellulare, ma anche da IOS a Android o altri sistemi operativi.

Trasferire dati da cellulare a cellulare iRiparo ti aiuta!

Secondo l’analisi predittiva stilata dall’International Data Corporation (IDC), prima società mondiale specializzata in ricerche di mercato, nel 2019 è previsto un aumento della vendita di telefoni pari al +2,6% rispetto al 2018.

Ma, una volta che tutti questi smartphone nuovi saranno acquistati, che fine faranno i dati contenuti nei telefoni posseduti precedentemente? È possibile eseguire un trasferimento dati da cellulare a cellulare?
E una volta cambiato telefono, è possibile effettuare un recupero delle password salvate nel vecchio smartphone? O ancora, come fare se si passa da un dispositivo Android a un dispositivo IOS o viceversa?
Dobbiamo davvero dire addio a contatti, foto, messaggi e quant’altro?
Di certo tutte queste domande da mal di testa sono entrate nei pensieri di chi decide di cambiare smartphone. Fortunatamente oggi c’è una positiva, risolutiva e univoca risposta a tutto: i servizi software iRiparo.

Prima di descriverne le soluzioni, completiamo la lista dei problemi che possono sorgere dopo il cambio telefono. Se dobbiamo aggiornare le app che abbiamo scaricato sul nuovo telefono o dobbiamo aggiornare il software, non sempre sappiamo come eseguire la procedura. E se per lavoro abbiamo bisogno di configurare immediatamente l’account mail? Chi ci può aiutare a verificare e inserire dei parametri per utilizzare la casella di posta elettronica e sincronizzare il proprio account con il dispositivo?

Scopriamo ora come e perché iRiparo, franchising italiano leader nel campo della telefonia mobile, è la soluzione ai più comuni problemi di trasferimento contatti da iPhone a Android, foto e passaggio di tutti i dati e le app.
È dall’ascolto attivo dei numerosi clienti che hanno manifestato le seguenti esigenze che iRiparo ha messo a punto non solo un servizio di consulenza in cui uno specialista iRiparo fornisce consigli e spunti per approfondire la conoscenza sul mondo degli smartphone e tablet, ma anche un servizio di aggiornamento app, aggiornamento software, recupero password, trasferimento dati e altro ancora.

Grazie ai servizi software di iRiparo sarà possibile, quindi:

  • eseguire il trasferimento dati da cellulare a cellulare per non perdere i numeri salvati,
  • salvare i dati presenti nel dispositivo o trasferirli da un dispositivo a un altro,
  • resettare e ripristinare ai dati di fabbrica di un dispositivo,
  • eseguire il download, configurazione e aggiornamento app,
  • aggiornare il software del telefono all’ultima versione disponibile per il dispositivo,
  • fare il recupero password ed eventualmente cambiarle,
  • effettuare il primo avvio del dispositivo con le prime configurazioni e parametri per poterlo utilizzare,
  • verificare e inserire dei parametri per utilizzare la propria casella di posta elettronica e sincronizzare il proprio account con il dispositivo,
  • partecipare a una sessione di consulenza con uno specialista iRiparo per addentrarsi meglio dentro il mondo dei telefoni e dei tablet.

Grazie agli interventi dei tecnici specializzati e ai servizi software di iRiparo, anche gli utenti meno esperti possono dare valore al proprio smartphone o tablet. Che tu debba eseguire l’aggiornamento app, l’aggiornamento software, il recupero password o trasferire contatti da iPhone a Android, iRiparo ti aiuta ad avere un dispositivo sempre al top.

Fonte: marketinginformatico.it

Kirill Tatarinov entra nel Consiglio di amministrazione di Acronis con l’intento di accelerare l’espansione sul mercato

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Tecnologia

Acronis, leader globale della protezione informatica e dello storage nel cloud ibrido, ha annunciato l’ingresso nel Consiglio di amministrazione di Kirill Tatarinov, businessman del settore tecnologico con oltre 30 anni di dirigenza nell’industria del software di fascia enterprise.

Tatarinov vanta una cospicua esperienza nell’attuazione di efficaci strategie di sviluppo del prodotto e ha una profonda conoscenza dell’IT per le aziende, competenze che potranno accelerare l’espansione di Acronis nei settori aziendali e della pubblica amministrazione.

“È un onore accogliere nel Consiglio direttivo un leader di tale prestigio. La grande esperienza maturata da Kirill nell’identificare le opportunità e nel promuovere la redditività aiuterà Acronis a raggiungere i propri obiettivi strategici. Acronis rende disponibili i cinque vettori della sicurezza informatica – salvaguardia, accessibilità, privacy, autenticità e sicurezza (SAPAS) – oggi richiesti in tutto il mondo da aziende di ogni dimensione. L’esperienza di Kirill ci aiuterà ad accelerare l’espansione sul mercato”, ha dichiarato Serguei “SB” Beloussov, fondatore ed Executive Officer di Acronis.

Di recente, Tatarinov ha ricoperto il ruolo di Presidente e CEO di Citrix Systems. Sotto la sua leadership, Citrix ha rinnovato visione e strategia, ottenendo un netto progresso della cultura aziendale incentrato sul progresso e sulla trasformazione nel cloud. Nel corso del suo mandato, l’azienda ha messo a segno sei trimestri consecutivi di progressi operativi che hanno superato le aspettative di Wall Street, generato un rendimento azionario superiore al 50%, dato nuova vita ai principali prodotti dell’azienda e incentivato nuove acquisizioni e iniziative cloud.

Tatarinov ha trascorso 13 anni in Microsoft Corporation, ricoprendo diversi incarichi esecutivi. È stato Presidente della divisione Microsoft Business Solutions (MBS) con responsabilità integrale per Microsoft Dynamics. In precedenza ha occupato il ruolo di Vice presidente della divisione Management and Solutions, supervisionando la gestione delle tecnologie e dei prodotti Microsoft Windows, incluso Microsoft System Center e le soluzioni Windows Server.

“Acronis è un’azienda straordinaria che propone tecnologie innovative. Sono entusiasta di farne parte. La visione aziendale e la roadmap dei prodotti occupano una posizione d’eccellenza sul mercato e aiuteranno le aziende di ogni dimensione a proteggere le proprie risorse digitali”, ha dichiarato Tatarinov.

Telefonia mobile: tariffe in calo del 22% in un anno

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Aziende, Economia, Tecnologia, Tecnologia Personale

Il 2018 è stato per il settore della telefonia mobile un anno di grandi cambiamenti; l’ingresso di nuovi operatori sul mercato italiano ha spinto le compagnie telefoniche ad una vera e propria gara nell’accaparrarsi nuovi clienti e, secondo l’analisi di Facile.it, la competizione ha portato, in 12 mesi, ad un calo del 22% delle tariffe medie. Se a gennaio 2018 occorrevano in media circa 15 euro al mese per un piano ricaricabile, a gennaio 2019 il prezzo è sceso a 12 euro.

La rincorsa ai potenziali clienti, si legge nell’analisi realizzata confrontando le migliori tariffe disponibili su Facile.it, si è giocata anche su un altro terreno, quello del traffico dati offerto dagli operatori e anche in questo caso a beneficiarne sono stati i consumatori. Se a gennaio 2018 i principali pacchetti ricaricabili prevedevano, in media, 12 GB, a gennaio 2019 la quantità di dati offerta con le nuove promozioni è aumentata addirittura del 130%, raggiungendo, in media, i 28 GB.

«L’ingresso di nuovi player nel settore della telefonia mobile è stato un evento positivo per i consumatori italiani, che oggi non solo hanno la possibilità di scegliere tra un numero più elevato di operatori, ma possono anche godere di una riduzione generale dei costi legata alla competizione tra le aziende», spiega Lodovico Agnoli, Responsabile new business di Facile.it. «Una condizione che si traduce in un importante vantaggio economico per le tasche dei cittadini se si considera che il 90% della popolazione adulta ha un contratto di telefonia mobile e, tra questi, il 37% ha più di una scheda SIM*.».

Che gli italiani non fossero pienamente soddisfatti dei fornitori di telefonia mobile era già emerso da una recente indagine* realizzata per Facile.it da mUp Research secondo la quale, nel 2018, più di un cliente su tre (36%) ha cambiato il proprio operatore mobile e, addirittura, il 14% ha dichiarato di aver cambiato compagnia più di una volta nel corso dello stesso anno. E se i prezzi troppo alti (88%) e il traffico dati non sufficiente (23%) sono state le prime due ragioni che hanno spinto al cambiamento, è importante considerare che, tra chi ancora non ha detto addio al proprio fornitore, quasi uno su tre (30%) lo farà non appena troverà un’offerta più convincente.

L’ingresso di nuovi player nel mercato mobile ha sortito inoltre effetti interessanti anche sul fronte broadband e telefonia fissa. I principali attori in gioco offrono pacchetti che comprendono, oltre ai servizi di ADSL o fibra, prodotti di telefonia mobile. Il meccanismo di trasmissione dei prezzi su queste tecnologie, pertanto, non ha tardato ad arrivare e alcune compagnie hanno iniziato a offrire pacchetti Internet + Mobile a prezzi particolarmente aggressivi.

* Metodologia: n. 1.023 interviste CAWI con individui in età 18 anni ed oltre su un campione rappresentativo della popolazione italiana adulta in età 18-74 anni + n.411 interviste CAWI ad un campione di individui in età compresa fra 18 e 74 anni, rappresentativo della popolazione dell’area metropolitana di Milano. Indagine condotta a novembre 2018.

Videosorveglianza plug & play e Wifi con la nuova Camera IP di Thomson

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Tra i provvedimenti più urgenti su cui il governo italiano si è concentrato fin dal giorno del suo insediamento, spicca di sicuro quello legato al cosiddetto Decreto Sicurezza, approvato dopo l’iter parlamentare alla fine dello scorso anno. A dimostrazione di quanto la tecnologia possa essere di supporto a tematiche così delicate, che hanno a che fare con la tutela della persona e del suo ambiente abitativo, il decreto ha messo a disposizione dei comuni italiani specifiche risorse per l’acquisizione di telecamere super tecnologiche per il monitoraggio di zone considerate particolarmente pericolose. 

Questo scenario, naturalmente, induce i produttori di soluzioni di videosorveglianza a ideare prodotti sempre più elaborati e in grado di garantire sicurezza contro intrusioni o infrazioni a danno dell’ambito domestico. In tale direzione s’inserisce la nuova proposta di Thomson, marchio di Smart Home Italia riconosciuto a livello mondiale per la qualità dei propri prodotti innovativi e di facile utilizzo nel campo della sicurezza.

Oggi Thomson presenta una Camera IP Wifi da esterno, con rilevatore di movimento e di presenza luminoso. La telecamera, connessa a Internet, consente di monitorare facilmente la propria casa o altro luogo. Ovunque ci si trovi, da smartphone o tablet (iOS e Android), è possibile visualizzare video a distanza, scattare una foto in diretta o avviare una registrazione video.

­La funzione di rilievo di movimento consente di ricevere una notifica push in caso di intrusione. La sua installazione è interamente Plug & Play, semplice e veloce tramite QRCode presente sulla telecamera e tramite smartphone o tablet. La funzione di presenza luminosa si attiva nel momento in cui la telecamera rileva un movimento.

Queste le principali caratteristiche tecniche del prodotto:

  • ­ 1 telecamera IP Plug and Play da esterno, connessione a internet Wi-Fi
  • ­ Immagine: fino a 1280×720 pixel (720p) fino a 20 fotogrammi
  • ­ Sensore ottico CMOS ¼ ” a colori, angolo di visione : 110 ° regolabile
  • ­ Portata della visione notturna: fino a 10 m
  • ­ Slot per scheda di memorizzazione video microSDHC fino a 32 GB (non inclusa)
  • ­ Notifiche via push su rilievo di movimento, impostazione della sensibilità

La Camera IP Wifi è disponibile sul sito di e-commerce http://www.avidsenstore.it e presso i migliori negozi dedicati all’elettronica, al bricolage e al fai da te. Il prodotto è coperto da garanzia di tre anni.

Orange si unisce alla ULE Alliance

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Orange entra a far parte della ULE Alliance e opta per la tecnologia ULE per la propria proposta di dispositivi per la casa interconnessa.

In occasione del DECT Forum annuale e dell’incontro dei membri della ULE Alliance a Norimberga, Orange ha annunciato il suo ingresso nella ULE Alliance. Questa decisione segue l’intenzione formulata dal Gruppo di focalizzarsi sull’impiego della tecnologia ULE per gestire gli oggetti interconessi facenti parte dell’offerta “smart home” dell’operatore francese.

Per consentire ai suoi clienti di gestire facilmente i dispositivi smart presenti nelle abitazioni in modo sicuro, Orange lancerà un nuovo servizio “Connected Home” disponibile in Francia a partire dalla primavera. Scegliere la tecnologia ULE per questo servizio consente ai circa tre milioni di clienti residenziali attualmente dotati del Livebox più recente di avvalersene sin da subito senza dover acquistare alcun equipaggiamento aggiuntivo.

Questa offerta, disponibile in modalità gratuita, consentirà agli utenti di gestire le componenti domotiche tramite una singola app per dispositivi mobili o attraverso Djingo, l’assistente vocale che Orange lancerà nel prossimo futuro.

Pronta quindi una serie di dispositivi smart basati sul protocollo ULE che saranno commercializzati sotto il marchio Orange. Tra questi un sensore di movimento, una presa intelligente, una lampadina intelligente e un sensore di apertura porta o finestra. Questi oggetti sono stati sviluppati in collaborazione con Deutsche Telekom.

L’impiego del protocollo ULE assicura anche la fruibilità di benefici aggiuntivi quali il basso consumo energetico, una portata molto ampia all’interno delle abitazioni e procedure di installazione estremamente semplificate.

“Siamo convinti che il protocollo ULE sia la tecnologia migliore, in grado di facilitare largamente l’adozione di soluzioni per la casa interconnessa tra i nostri clienti. Orange si unisce quindi a Deutsche Telekom all’interno della ULE Alliance e lavorerà insieme agli altri membri per dar vita ad un vero e proprio ecosistema industriale. Oltre 5 milioni di clienti di Orange e Deutsche Telekom sono dotati di router compatibili con lo standard ULE, sono quindi già in grado di supportare un’ampia gamma di dispositivi sviluppati appositamente per l’uso domestico,” afferma Sylvaine Aublanc, Smarthome Marketing Director di Orange.

“Sono estremamente lieto di dare il benvenuto a Orange quale membro della ULE Alliance”, commenta Ulrich A. Grote, Presidente di ULE Alliance. “Sono fiducioso che Orange, uno dei maggiori operatori europei, contribuirà in maniera sostanziale alla ULE Alliance in termini di incremento dell’adozione della tecnologia ULE su scala globale. Le alacri attività di Orange all’interno dell’Alliance ci aiuteranno indubbiamente ad estendere la conformità e l’interoperabilità con lo standard ULE sul mercato globale della smart home.”


About Orange

Orange is one of the world’s leading telecommunications operators with sales of 41 billion euros in 2017 and 150,000 employees worldwide at 30 September 2018, including 92,000 employees in France. The Group has a total customer base of 261 million customers worldwide at 30 September 2018, including 201 million mobile customers and 20 million fixed broadband customers. The Group is present in 28 countries. Orange is also a leading provider of global IT and telecommunication services to multinational companies, under the brand Orange Business Services. In March 2015, the Group presented its new strategic plan “Essentials2020” which places customer experience at the heart of its strategy with the aim of allowing them to benefit fully from the digital universe and the power of its new generation networks.

About ULE Alliance

The ULE Alliance mission is to assist its members in developing IoT specifications and solutions that build on ULE’s technological superiority in communication range, interference free operation, voice and video capability. The ULE Alliance is committed to ensure that ULE technology is the leading infrastructure and standard for home wireless networks, enabling a safer and more convenience lifestyle for everyone.
The ULE Alliance has almost 150 members, and the ULE community continues to grow steadily. More information: www.ulealliance.org

Deliverart: da oggi i ristoratori potranno finalmente potenziare le consegne a domicilio

Scritto da 20TaskForceItaly il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Aziende, Tecnologia

Arriva in Italia Deliverart, il channel manager per i ristoratori che rivoluziona la gestione delle consegne a domicilio, digitalizzando i flussi di lavoro del food delivery.

Con un software creato sul campo dai ristoratori per i ristoratoriDeliverart introduce la digitalizzazione nei flussi di lavoro delle consegne a domicilio. Deliverart è infatti un channel manager del food delivery, nato con l’obiettivo di aggregare tutti i diversi canali di ricezione degli ordini – app di consegna a domicilio, sito web e telefono – in un’unica piattaforma in cloud.

“Abbiamo dotato i ristoratori di tool sviluppati appositamente per il loro lavoro” – ci spiega il CEO di Deliverart Eleonora Bove – “tra questi abbiamo strumenti per la gestione dei corrieri, creazione dei turni ed il monitoraggio delle consegne”.

Il mercato del food delivery sta vivendo un momento di piena espansione, ma c’è una problematica di cui nessuno parla: la coesistenza di molti canali e concorrenti – anziché accompagnare i ristoratori alla modernizzazione – ha finito con l’interessare esclusivamente il cliente finale, creando un caos nei flussi di lavoro. “In pochi sanno che nei ristoranti per ogni canale di ordinazione, c’è un diverso device di ricezione che non comunica con gli altri” rivela Bryan Natavio, COO di Deliverart.

Quando arriva un ordine, è Deliverart a consigliare in automatico al ristoratore l’orario migliore per le consegnea seconda della reale disponibilità della cucina: questa soluzione solleva il ristoratore da una drenante operatività e consente alle piattaforme di food delivery di avere un quadro sempre aggiornato di ciò che sta accadendo nel ristorante.

Deliverart è concesso in abbonamento mensile a circa 1€ al giorno e include tutte le features necessarie a gestire l’intero ciclo del delivery ed anche una app per il tracking dei corrieri e tool che generano in automatico report di facile consultazione.
Per registrarsi è sufficiente visitare il sito http://www.deliverart.it e creare il proprio profilo. I primi 30 giorni di utilizzo del software sono gratuiti.

Deliverart nasce e si sviluppa sul territorio di Roma, ma ci sono tutte le premesse per pensare che diventerà in breve tempo un importante riferimento internazionale del mercato del food delivery management.

FonteDeliverart

DELIVERART SRL
348 0585458
Eleonora Bove
info@deliverart.it