Nasce Next Auto, il portale italiano esclusivamente dedicato alle auto elettriche

Scritto da Next Auto il . Pubblicato in Auto/Moto, Aziende, Nuovo Sito Web

Il sito nasce dall’esigenza di informare il pubblico italiano sul mondo dell’automotive elettrico, in maniera chiara e informale

Next Auto punta ad essere il riferimento in Italia per l’informazione sulle auto elettrichee tutto quello che orbita attorno al mondo automotive sostenibile. Il progetto, ideato da due giovani marketer, Francesco Pastoressa e Daniele Bardella, nasce dalla consapevolezza che quello dell’elettrico non sia un semplice trend momentaneo, ma una vera e propria necessità sociale.

Oggi sono sempre più i progetti e i prodotti che mettono in primo piano la sostenibilità, in primis il settore dell’automotive che in questi ultimi anni sta investendo risorse e capitali per ricreare la mobilità del futuro.

Next Auto si inserisce in questo panorama per fornire al lettore, ovvero a tutto il pubblico italiano, un riferimento oggettivo ma informale su tutto quello che riguarda la mobilità elettrica. Nel portale sono già presenti numerosi articoli verticali e sono già in programma guide, approfondimenti, recensioni e partnership con player e influencer del settore.

A un giorno dal lancio, il sito conta già qualche centinaio di lettori e i numeri sono in crescita, confermando la necessità di andare a coprire un settore informativo che non è più di nicchia.

Siamo partiti semplicemente dalle nostre passioni” afferma uno dei creatori, Francesco Pastoressa, “le auto e la tecnologia. Intrecciandole, ci siamo presto resi conto che il panorama dell’informazione italiano non ha un vero punto di riferimento in questa nicchia, che sta crescendo sempre più. Così abbiamo deciso di dare il nostro contributo, unendo le forze per rendere tutto questo possibile, insieme”.

Next Auto è la concretizzazione di una generazione che vuole sperare nel cambiamento climatico.” dichiara Daniele Bardella, “E il percorso di due giovani follemente innamorati delle auto. Ho realizzato anche plusrew.com, portale di informazione tecnologica. Perché? Amo la tecnologia. Mi piace guidare. Uniamo i due settori…e bam: auto elettriche. Modelli (non più giocattoli) di cui parlare, raccontare e credere come futuro. L’arrivo di un partner, un amico di lunga data come Francesco Pastoressa, ha soltanto reso concretizzabile il progetto.”

Next Auto è più di un sito. È la consapevolezza che uomo e natura debbano collaborare per poter convivere assieme proficuamente. È la dimostrazione di come una passione possa anche fare del bene al mondo – in questo caso all’ambiente. Ecco perché abbiamo scelto di creare Next Auto, perché sappiamo che la sostenibilità (in tutti i sensi) non è solo un trend passeggero, ma la direzione che l’umanità sta prendendo. È la consapevolezza che è necessario fare di più non solo per noi, ma anche per chi verrà dopo di noi. Nella vita di tutti i giorni, come nelle passioni. Passione come quella dell’automobilismo e quella della tecnologia: è quando le abbiamo volute unire che ci siamo accorti che oggi questo incrocio, questa opportunità, è tutt’ora inesplorata e c’è ancora molta strada da fare. Intanto, cerchiamo di dare il nostro contributo così, raccontandovi delle nostre passioni. Delle passioni che possono davvero cambiare le sorti del pianeta. Vi presentiamo Next Auto: il primo portale italiano interamente dedicato alle auto elettriche. Niente fronzoli, 100% passione.

Daniele Bardella è Founder di Sarti Digitali e di PlusRew, consulente, formatore in ambito marketing e digital.
https://www.linkedin.com/in/daniele-bardella-78a27b99/

Francesco Pastoressa è Digital Content & Communication Specialist in un’agenzia di marketing, scrive per This MARKETERs Life ed è membro di AIMB2B e di PA Social. In passato è stato coinvolto in realtà come PRime Trieste, PlusRew e diversi progetti di comunicazione e digitale. Ha un blog dove parla solo di marketing (www.fpastoressa.it)
https://www.linkedin.com/in/fpastoressa/

Next Auto è raggiungibile all’indirizzo www.next-auto.it.

Next Auto
www.next-auto.it
redazione@next-auto.it

Team Pedercini Racing: WORLDSSP un weekend decisamente insolito in Olanda

Scritto da Pr24News il . Pubblicato in Auto/Moto, Sport

Una stupenda prima gara ha contraddistinto il weekend del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions sul TT Circuit di Assen (NL) con Jordi Torres che ha conquistato l’ottavo posto assoluto e primo dei piloti indipententi. Il pilota spagnolo e la sua Kawasaki Ninja ZX-10RR #81 hanno poi rischiato di concedere il bis con un altrettanto positivo decimo posto in gara due al secondo posto tra gli indipendenti, per un soffio.

Un weekend decisamente insolito in Olanda. Dopo che la prima gara di sabato è stata posticipata a causa di una inaspettata nevicata, della pista bagnata e delle temperature basse della pista, la sfida è stata recuperata domenica mattina, al posto della Tissot Superpole Race. Gara due si è invece svolta regolarmente alle 14:00 come previsto e così il weekend è vissuto in via del tutto eccezionale su due gare della durata completa di 21 giri.

Torres e il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions hanno dimostrato competitività e passo gara in ogni sessione, ma il momento clou si è vissuto in gara uno, dove la Kawasaki Ninja ZX-10RR #81 ha artigliato ancora una volta la top ten e la zona punti. Torres ha chiuso a soli tre secondi da una delle moto ufficiali Ducati e con un vantaggio di 0.049 secondi sull’oramai diretto avversario in campionato, Toprak Razgatlioglu. La seconda gara è stata influenzata da alcune vibrazioni della moto di Torres, ma nonostante questo il caparbio pilota si è riconfermato al decimo posto a solo mezzo secondo da Razgatlioglu, come a dire che la battaglia tra i due è ancora lungi dall’essere conclusa.

Con solo due gare disputate, ma con l’ottavo e il decimo posto finali, Jordi è nel complesso decimo nella classifica del Campionato Mondiale Motul FIM Superbike, un solo posto dietro all’ex campione del mondo e pilota ufficiale Tom Sykes e con un importante vantaggio di tre punti proprio sul già citato Razgatlioglu.

Il prossimo appuntamento sarà la gara di casa del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions, a Imola, dal 10 al 12 maggio.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“Due grandi gare nello stesso giorno, speravo in questa giornata da molto tempo. Entrambe le gare di domenica sono per me il weekend perfetto e devo dire che siamo stati molto veloci, specie nella prima gara, e mi sono molto divertito a combattere con Toprak e Sykes. L’ottava posizione è stata grandiosa, è stato un bel risultato per tutto il team. In gara due abbiamo provato a fare lo stesso, ma la moto era più nervosa sia all’anteriore che al posteriore e non sono riuscito ad entrare nelle curve come avrei voluto. Ho dovuto frenare prima e cercare di essere più pulito in ingresso curva, ma la cosa più importante è che abbiamo riportato la moto intera al box in decima posizione raccogliendo informazioni molto importanti. In ogni caso continuiamo ad imparare gara dopo gara”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Sono molto contento per la forte prestazione di Jordi, tutto il team ha avuto grande soddisfazione per il risultato di gara uno, che ripaga ovviamente del grande lavoro svolto per preparare questa moto e per consentire a Jordi di essere competitivo in pista. A metà della seconda gara ha avuto un problema con le vibrazioni e non ha potuto spingere molto, ma era ancora vicino a Razgatlioglu. Ogni weekend di gara miglioriamo e siamo molto ottimisti per il futuro. Abbiamo avuto poche occasioni di test durante l’inverno, ma ogni gara che affrontiamo i meccanici e Jordi migliorano il feeling con il pacchetto. Sapevo che sarebbe successo, ma è bellissimo vederlo accadere per davvero in pista”.


WORLDSSP
Gara sfortunata in WorldSSP con Badovini e Smith che non hanno potuto raccogliere quanto meritato

La nuova line-up del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions in WorldSSP ha visto protagonisti anche ad Assen Ayrton Badovini (ITA) e Kyle Smith (GB) in quello che senza dubbio si è rivelato uno degli appuntamenti più tosti fino ad ora disputati in questa stagione.

Dopo l’intenso lavoro delle prove libere, sabato si è rivelata una sfida per tutti con la tempesta di neve, le temperature dell’aria e dell’asfalto molto rigide e alcuni incidenti che hanno fatto sventolare la bandiera rossa durante la Superpole. Una situazione che ha visto quindi Badovini 11° e Smith 16° sulla griglia di partenza.

La gara è stata particolarmente difficile per Ayrton che ha preso l’influenza e ha perso sangue dal naso in mattinata, una condizione che ha reso la sua performance di gara difficile ed estenuante. Nonostante questa situazione, il pilota italiano ha dimostrato il suo grande valore chiudendo all’11° posto in sella alla Kawasaki Ninja ZX-6R #86 e conquistando punti importanti.

Il nuovo pilota ufficiale del team, Kyle Smith, ha faticato con i cambi di assetto della moto nelle prove libere e nelle qualifiche, ma con un set-up della gara migliore era riuscito ad entrare nella lotta per la top ten. Sfortunatamente un altro pilota ha colpito il suo manubrio mentre tentava di risuperarlo e Kyle è caduto, dovendosi ritirare dalla gara.

Nella classifica del campionato WorldSSP Kyle è ora 15° con sette punti mentre Ayrton è 17° con sei punti.

Il prossimo appuntamento sarà la gara di casa del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions, a Imola, dal 10 al 12 maggio.

Ayrton Badovini #86 – Pilota:
“Siamo stati sfortunati in Superpole perché le bandiere rosse sono state esposte prima che potessimo spingere per un tempo migliore con la gomma più performante, ma passo dopo passo stiamo migliorando e sono stato decisamente contento di finire la gara perché l’influenza ha reso tutto più difficile. Questa mattina, durante il riscaldamento, ho iniziato a perdere sangue dal naso, quindi è stata una giornata complicata per me. Negli ultimi quattro giri ero completamente sfinito, ma allo stesso tempo anche contento perché sto iniziando a sentire che la moto funziona molto bene. In gara abbiamo provato soluzioni nuove per arrivare ad Imola pronti e penso che stiamo andando nella direzione giusta”.

Kyle Smith # 11 – Pilota:
“Abbiamo lavorato molto sul set-up della moto, ripartendo praticamente da zero, ma abbiamo iniziato il weekend lavorando nella direzione sbagliata. La moto sembrava troppo alta all’anteriore, quindi ho chiuso al 19° posto il warm-up che non era esattamente dove volevo essere. Per questo per la gra abbiamo fatto delle variazioni importanti e le cose sono subito andate meglio. Ho avuto una discreta partenza e stavo costruendo la mia gara con un buon passo nel mezzo del gruppo e sono arrivato al sorpasso di un’altro pilota. L’ho superato alla prima curva, ma alla seconda mi è entrato all’interno e mi ha buttato giù”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Spiace per Ayrton, ma nelle condizioni in cui era ha fatto un ottimo lavoro. Con Kyle abbiamo lavorato molto nel weeend per trovare un set-up bilanciato della moto perché non si sentiva a suo agio in sella. In gara ha avuto questo contatto, ma sono sicuro che arriveremo ad Imola pronti per dare il nostro meglio. Avremo occasione di fare un test a Misano alla fine di maggio, quindi sono sicuro che da Jerez potremo quasi iniziare una nuova stagione”.

Global Service Solutions Spa

Un unico interlocutore per tutti i servizi.​ Global Service Solutions Spa è lo specialista del Facility Management sostenibile in Italia. Presente anche sul mercato internazionale, offre una vasta gamma di soluzioni integrate per la gestione dei progetti, la manutenzione, la bioedilizia, l’ingegneria meccanica, la pulizia e la sanificazione.

​La ricerca continua unita al rispetto per l’ambiente sono alla base della mission aziendale. ​L’azienda ha un approccio strategico sostenibile ed eco-compatibile. Questo significa beneficiare di molti vantaggi operativi: design integrato sempre coordinato, efficienza operativa e garanzie di mantenimento degli standard.

Global Service Solutions Spa offre un servizio eco-innovativo in linea con tutte le normative ambientali europee.

Fontepr24.news

Ufficio Stampa – Pr24.news
Salvatore Ponticelli
ponticelli@pr24.news
+393928394600

#GlobalServiceSolutions: Team Pedercini Racing dati positivi al termine del primo round 2019

Scritto da Pr24News il . Pubblicato in Auto/Moto, Sport

Il Team Pedercini Racing by #GlobalServiceSolutions esce con dati importanti dalla prima prova del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike 2019 e del Campionato Mondiale FIM Supersport.

Una domenica più complessa del previsto ha impedito al Team Pedercini Racing by #GlobalServiceSolutions di raccogliere quanto sarebbe stato possibile sul circuito di Phillip Island (AUS), round di apertura del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike 2019 e del Campionato Mondiale FIM Supersport.

Dopo le ottime sensazioni del sabato, con un risultato appena fuori dalla top ten, e gli altrettanto positivi dati raccolti nel warm-up, Jordi Torres (ESP) si è presentato in pista per la Tissot Super Pole Race carico e determinato a proseguire la crescita prestazionale del team italiano in sella alla Kawasaki ZX-10RR #81.

Nella nuova gara sprint di 10 giri che caratterizzerà tutti gli appuntamenti 2019 e che oltre ad attribuire punti stabilisce le prime nove posizioni di gara due, Torres ha rotto subito gli indugi e si è portato ben presto al nono posto, rendendosi protagonista di un’emozionante bagarre con Mercado (#36) e Razgatlioglu (#54). Proprio quando il pilota catalano stava iniziando a pregustare il risultato, un errore di Mercado ha costretto il terzetto a terra alla curva quattro, complicando non poco la gara del portacolori Team Pedercini Racing by Global Service Solutions che si è dovuto accodare al gruppo e ha chiuso la gara in ultima posizione.

Grazie al lavoro dei meccanici del team, la Kawasaki ZX-10RR #81 è stata rimessa in sesto per gara due, dove Torres è quindi scattato dalla dodicesima posizione in virtù della qualifica di sabato. Il pilota spagnolo ha cercato di tenersi lontano dai guai per non compromettere anche l’ultima gara del weekend, ma per evitare Sykes (#66) che ha rallentato inaspettatamente, Torres è stato costretto ad allungare la traiettoria perdendo secondi preziosi che non gli hanno poi consentito di rientrare sul gruppo, chiudendo in quattordicesima posizione.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“Il nostro weekend si è un po’ inaspettatamente complicato oggi, ma in fondo è stata la nostra prima gara, dobbiamo ancora adattare diversi aspetti, abbiamo del lavoro importante da fare sulla moto e dovremo continuare a spingere per ottenere i risultati che vogliamo. La concorrenza è molto agguerrita, ma sono sicuro che già dalla Tailandia potremo vedere dei miglioramenti”.

Ayrton Badovini #86 – Pilota:
“La prima gara della stagione è andata, ma non posso dirmi completamente soddisfatto. Abbiamo perso circa 20 secondi durante il flag-to-flag e non fosse stato per questo episodio probabilmente avremmo potuto chiudere nei primi dieci. Non è comunque l’aspetto più importante, sono sicuramente fiducioso perché la moto inizia ad essere veloce, oggi in pista il feeling è stato decisamente migliore e questo è sicuramente un punto fondamentale per proseguire la sfida”.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“Peccato, oggi abbiamo avuto un po’ di sfortuna di troppo. In WorldSSP abbiamo pagato un po’ di inesperienza per quanto riguarda il flag-to-flag, ma sapevamo che era una gara di rodaggio e tutto sommato i tempi di Ayrton sono stati molto buoni, quindi il lavoro svolto da tutto il team ha dato i suoi frutti. In WorldSBK l’incidente nella Tissot Superpole Race ci ha privato di un risultato sicuramente meritato, mentre in gara due Jordi ha confermato che il livello è davvero molto alto e non ci si possono permettere sbavature. Siamo comunque soddisfatti, è stato un weekend positivo, ci sono aspetti da migliorare, ma ne siamo consapevoli così come lo eravamo prima di Phillip Island”.

Giordano Mozzi – Team Manager:
“Non male, ci siamo divertiti molto, ma soprattutto oggi abbiamo avuto una chiara chance per chiudere con un risultato finale tra l’ottava e la nona posizione in WorldSBK con Jordi, dimostrando passo e competitività. Anche la seconda gara è stata un po’ sfortunata, ma specie nella seconda parte abbiamo segnato degli ottimi tempi e questo è un aspetto che ci permette di guardare alla Tailandia con fiducia. Anche in WorldSSP Badovini ha finalmente avuto la possibilità di guidare una moto competitiva e questo significa che tutti hanno lavorato nella direzione giusta”.

La stagione del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions proseguirà dal 15 al 17 marzo con il Pirelli Thai Round sul Chang International Circuit di Buriram, in Tailandia.

Team Pedercini Racing by #GlobalServiceSolutions | Calendario 2019:
22-24 Febbraio | Australia | Phillip Island
15-17 Marzo | Thailandia | Buriram
5-7 Aprile | Aragon | Aragon
12-14 Aprile | Olanda | Assen
10-12 Maggio | Italia | Imola
7-9 Giugno | Spagna | Jerez
21-23 Giugno | San Marin | Misano
5-7 Luglio | Gran Bretagna | Donington
12-14 Luglio | Stati Uniti | Laguna Seca
6-8 Settembre | Portogallo | Portimao
27-29 Settembre | Francia | Magny-Cours
11-13 Ottobre | Argentina | Villicum
24-26 Ottobre | Qatar | Losail

Fontepr24.news

Ufficio Stampa – Pr24.news
Salvatore Ponticelli
ponticelli@pr24.news
+393928394600

Team Pedercini Racing by Global Service Solutions Spa presentato al Motor Bike Expo

Scritto da Pr24News il . Pubblicato in Auto/Moto

Davanti ad una platea numerosa e appassionata, il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions Spa ha presentato oggi all’interno di Motor Bike Expo la nuova livrea per la stagione 20 vedrà la squadra italiana impegnata nel Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike e del Campionato Mondiale FIM Supersport.

La ripresa delle competizioni nell’ambito del Campionato Mondiale Superbike e Supersport 2019 assume un significato speciale per il Team Pedercini Racing con l’ingresso di un’importante azienda, la Global Service Solutions Spa, con sedi a Roma, Piacenza, Milano e Napoli, che riassume l’esperienza ventennale di aziende operanti nel settore dei servizi di Facility Management e di Gestione del Patrimonio Immobiliare di grandi Clienti.

Già presente dal 2018 nel settore Racing del Campionato Mondiale Superbike e Supersport, da oggi Global Service Solutions Spa interverrà nel Team Pedercini brandizzando con i propri loghi e colori aziendali, le tute dei piloti del team e le Kawasaki.

Global Service Solutions Spa promuoverà la propria immagine in veste di “Title Sponsor del Team Pedercini Racing nel Campionato del mondo di Superbike e Supersport” Il Team Owner Lucio Pedercini, il Team Manager Giordano Mozzi e i due piloti Jordi Torres ed Ayrton Badovini hanno finalmente tolto il velo sui programmi 2019, che vedranno Team Pedercini Racing by Global Service Solutions Spa lanciare una doppia sfida in due dei più appassionanti campionati motociclistici del mondo.

La prima grande novità delle livree che coloreranno la Kawasaki ZX-10RR #81 affidata a Torres e la Kawasaki ZX-6R #86 di Badovini è la predominanza del colore blu a richiamare l’identità d’immagine del title sponsor Global Service Solutions Spa. Un grande inedito che per la prima volta innova la classica colorazione verde Kawasaki, in combinazione con i particolari neri e bianchi sulla carena e l’affascinante rosso fluo dei cupolini che riprende anche le grafiche dei due numeri.

La seconda grande novità è la partecipazione del team italiano non solo al Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike 2019, dove Team Pedercini Racing vanta la più lunga esperienza del circus, ma anche al nuovo Campionato Mondiale FIM Supersport con la prima Kawasaki motorizzata 600cc. Una doppia esaltante sfida che ben rappresenta il nuovo corso che la squadra italiana vuole intraprendere a partire da questa stagione.

Lucio Pedercini – Team Owner:
“È l’inizio di un cambiamento totale per il nostro team. L’’arrivo di Giordano Mozzi come Team Manager e la partnership fondamentale con una grande azienda come Global Service Solutions Spa ci permettono di guardare a questa stagione con grande fiducia. Questo sarà il mio ventottesimo anno di Campionato del Mondo, ma mi sento ancora un ragazzino pieno di emozione. È di certo un momento molto importante per la scuderia”.

Giordano Mozzi – Team Manager:
“È bellissimo essere qui e per me è un grande onore ricoprire questo ruolo nel team di Lucio Pedercini con il quale c’è una grande amicizia e del quale stimo il grande spessore umano. Abbiamo messo in piedi un progetto significativo e molto ambizioso di crescita del team con collaborazioni strategiche non solo per questa stagione ma anche sul medio e lungo periodo, come quella con il title sponsor Global Service Solutions Spa. Ci tengo a ringraziare anche I.M.C. Trading, e in particolare il Sig. Antonello, che ha permesso questa collaborazione, e lo Studio Costa che da tanti anni ci segue per gli aspetti legali e contrattualistici. La stagione è alle porte, abbiamo acquistato un nuovo camion officina e una doppia hospitality dove, nel rispetto della filosofia del Team Pedercini Racing, vi invito tutti sin da ora. Sono sicuro che quest’anno ci divertiremo”.

Roberto Colombo – Presidente Global Service Solutions Spa:
“Sono nato a Monza, patria dei motori, mio padre correva in moto e mi ha trasmesso questa passione. Con Lucio Pedercini c’è stato subito affiatamento e abbiamo impostato un progetto industriale legato al mondo delle corse con uno sviluppo triennale concentrato sia sull’aspetto tecnico e che sulla promozione e sul marketing. Ci credo molto, il clima che si respira è famigliare e condividiamo ogni passo, preparando le cose affinché Phillip Island sia il primo tassello di un grande mosaico”.

Jordi Torres #81 – Pilota:
“Non vedo l’ora di salire sulla moto, iniziare a spingerla, sentirla, viverla ma anche capirne le criticità e lavorare insieme alla squadra per superarle. Sono tanto fiducioso, la base di partenza è ottima, il Team Pedercini Racing by Global Service Solutions Spa ha fatto un cambiamento incredibile quest’anno quindi vi invito a seguirci lungo tutta questa esaltante stagione”.

Ayrton Badovini #86 – Pilota:
“La livrea è davvero molto bella, e la partnership con Global Service Solutions Spa qualcosa di incredibile. Siamo al top, personalmente sono carichissimo e non vedo l’ora di cominciare. Ci attendono due giornate di test dove cercheremo di sfruttare ogni situazione per imparare più cose possibili in vista dell’Australia dove si inizierà a fare sul serio”.

L’impegno sportivo del Team Pedercini Racing by Global Service Solutions Spa inizierà ufficialmente dal 22 al 24 febbraio sulla pista di Phillip Island (AUS) per il primo round del campionato, ma prima di allora ci sarà tempo per una doppia sessione di test invernali Superbike, a Portimao (P) il 27-28 gennaio e proprio a Phillip Island il 18-19 febbraio.

Fonte: pr24.news

Ufficio Stampa – Pr24.news
Salvatore Ponticelli
ponticelli@pr24.news
+393928394600

Caschi moto jet: dove trovare i migliori!

Scritto da marianna alicino il . Pubblicato in Auto/Moto, Aziende, Viaggi

Pratici, indistruttibili, sicuri! I caschi moto jet sono alla portata di tutti e pratici in ogni occasione di viaggio. Si indossano molto facilmente e si adattano a qualsiasi situazione (per viaggi di piacere o gare). Il costo dei caschi moto jet è davvero molto accessibile. Se state cercando un buon casco cominciate a fare una ricerca sul web per capire quali e quanti modelli sono disponibili. Una volta fatto ciò stilate un elenco delle caratteristiche che vi sembrano più importanti e poi passate alla scelta. Partite dalle dimensioni e dal peso, poi dalla qualità dei materiali, poi delle funzionalità e dagli accessori. Infine, non dimenticate di dare risalto all’estetica. Il vostro casco sarà vostro fedele compagno, pertanto deve essere molto piacevole. Se avete dubbi non esitate a chiedere informazioni, consultare recensioni e pareri sul web e a prendervi il giusto tempo per decidere senza fretta. Nel viaggio dovete essere comodi e i caschi moto jet consentono molta libertà di movimento ma fate le dovute considerazioni anche sulle altre tipologie. È importante la vostra sicurezza.

Guanti riscaldati moto: online trovi il modello adatto a te!

Scritto da marianna alicino il . Pubblicato in Auto/Moto, Aziende, Turismo, Viaggi

Sono utilissimi per chi cerca comfort e praticità, un toccasana per affrontare viaggi di qualsiasi destinazione. Comfort e praticità d’uso sono le parole d’ordine per un prodotto che non tramonta mai. I guanti riscaldati moto sono indispensabili durante l’inverno e consentono la massima protezione. Non sempre è facile trovare al primo colpo il modello più adatto, per questo occorre prendersi un po’ di tempo e fare la scelta giusta. Recensioni e pareri sul web di persone che già usano il modello che vi piace di più possono essere di grande aiuto. Per questo armatevi di pazienza e cominciate a fare una accurata ricerca online. Forme, colori, materiali, dimensioni e tanto altro sono tra i tanti aspetti da valutare nella scelta. Grazie alla loro forma ridotta non occupano spazio e possono essere indossati facilmente. Considerate la forma della vostra mano per scegliere la taglia giusta e fate considerazioni sul fatto di scegliere una taglia in più o meno.

Cosa indossare sotto le giacche da moto?

Scritto da marianna alicino il . Pubblicato in Auto/Moto, Aziende, Turismo, Viaggi

Sotto le giacche da moto è consigliato usare delle magliette di cotone molto comode e traspiranti. Le giacche da moto sono da sempre indispensabili per gli amanti della moto e dei viaggi on the road. Pratiche, comode e funzionali offrono vestibilità e praticità. Dopo aver valutato le vostre esigenze procedete con la scelta tra i tanti modelli. Il web offre numerose opportunità di scelta. Un confronto tra il prezzo e la qualità dei materiali vi può aiutare a capire quale modello può risultare più consono a voi. Se avete dubbi non esitate a consultare recensioni e pareri di chi già utilizza il modello da tempo e può darvi preziosi suggerimenti. Oltre al comfort, agli accessori, al peso, alla taglia, al design, verificate la presenza di accessori che possono rendere ancora più agevole il suo utilizzo. In merito ai materiali di solito vengono utilizzate fibre sintetiche come Kevlar o Cordura oppure tessuti impermeabili traspiranti come Gore-Tex o Windstopper che permettono una buona tenuta e protezione da eventuali urti.

La Land of Joy Scrambler® inaugura a ritmo di musica

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Auto/Moto, Gastronomia e Cucina, Lifestyle, Locale, Turismo

Ha tagliato il traguardo la seconda tappa del viaggio Scrambler Ducati Food Factory nel centro di Bologna: il 6 giugno il locale ha proposto al pubblico una serata scandita dalla degustazione delle sue specialità food and beverage e dalle note del dj Ringo, il tutto nell’esclusiva cornice della duecentesca Corte de’ Galluzzi.

Dopo la riuscita esperienza di via Stalingrado e il successo registrato in occasione della Press Opening Preview del 24 maggio, il progetto Scrambler Ducati Food Factory prosegue e ottiene un altro importante traguardo.

Mercoledì 6 giugno, il secondo punto vendita della Land of Joy Scrambler® – risultato della collaborazione tra Ducati e la società bolognese specializzata nel food retail Sviluppi Urbanisi è presentato ai suoi futuri avventori attraverso un evento inaugurale dedicato all’intrattenimento. Le porte del locale di via D’Azeglio 34 si sono aperte alle 20.00 per accogliere gli ospiti della serata e accompagnarli lungo un percorso degustativo fatto di sapori e tipicità dell’Emilia Romagna, ma anche di piatti americani, tapas, elaborazioni gastronomiche customizzabili e birre artigianali.

Alle 21.00 è entrata in scena la musica, con una coinvolgente performance del noto dj e conduttore radiofonico Ringo chiamato ad animare la serata d’apertura.

Ad impreziosire il tutto, una location suggestiva ricreata tra le mura di un imponente organismo architettonico del XIII secolo, Torre Galluzzi, una delle poche torri gentilizie bolognesi ancora esistenti, eretta a ridosso dell’allora abitazione dei nobili Galluzzi, prospiciente l’omonima corte. Completa e distingue il look elegante e ricercato del locale di via D’Azeglio l’elemento motoristico e sportivo, percepibile distintamente nell’ingresso principale ma anche sulle pareti interne e in tutti i dettagli dell’allestimento. Un design vintage e curato che non rinuncia al buon gusto e alla raffinatezza, modernizzato dallo stile della tradizione Scrambler Ducati: il punto di ritrovo ideale per chi desidera vivere il centro di Bologna a qualsiasi ora, concedendosi una pausa ristorativa o sfruttando la sala privé ricavata all’interno del punto vendita.

Il tributo al gusto e alla ricercatezza è rintracciabile nell’intera offerta culinaria dello Scrambler Ducati Food Factory, declinata sui vari momenti della giornata: dalla colazione alla cena, passando per il brunch, l’aperitivo e il pranzo, il menù del format ristorativo mette a disposizione dei suoi clienti dolci prodotti di pasticceria e una vasta scelta di piatti salati, tra cui non possono mancare pasta fresca, taglieri misti e hamburger di manzo (classici o double) in perfetto stile americano.

Aperto 7 giorni su 7 bar lun-gio 08:00-00:00 ven-sab 08:00-01:00 dom 10:00-00:00 cucina 7/7 dalle 12:00 alle 14:30 e dalle 19:00 alle 23:00.

Sviluppi Urbani srl nasce a Bologna trent’anni fa dall’unione di professionisti con esperienze di successo nel settore immobiliare, nella consulenza retail e nella gestione e commercializzazione di complessi commerciali. Negli anni si è occupata anche di progetti di start up legati al retail e alla ristorazione nei quali è stato ideato il concept architettonico e l’immagine interna, definito il format, e realizzato il locale, grazie ad un team di architetti interni in grado di seguire le fasi di progettazione, costruzione e allestimento dei punti vendita.

Scrambler Ducati. Scrambler® è un nuovo brand nato all’interno di Ducati per interpretare i valori dell’iconica Scrambler Ducati degli anni ’70, nata negli Stati Uniti e poi divenuta in pochi anni un successo mondiale. Anticonformista, accessibile ed essenziale, Scrambler Ducati identifica il mix perfetto di tradizione e modernità ed è un ritorno alla pura essenza del motociclismo: due ruote, un manubrio largo, un motore semplice e tanto, tanto divertimento. Scrambler® si presenta in tante differenti versioni, per venire incontro alla “self-expression” di ognuno. Icon, disponibile in giallo, rosso e nella colorazione Silver Ice, Classic, Sugar White, Mach 2.0, Street Classic, Full Throttle, Scrambler Sixty2 400 cm3 con la nuova Hashtag, Desert Sled, una versione dichiaratamente off-road, e la Café Racer, interpretazione Scrambler® delle leggendarie moto che hanno dato vita ad una vera e propria rivoluzione nel mondo delle due ruote che, nella sua colorazione “Black Coffee”, porta gli anni ’60 nella Land of Joy di oggi. Oltre a questi modelli, il 2018 ha visto il lancio della gamma 1100, una mota che amplifica l’indole creativa di Scrambler in linee più mature e ricercate, dal solido equilibrio tra muscoli e compattezza.

Scrambler Ducati Food Factory

Via D’Azeglio 34, Bologna Tel. 0514683535

Via Stalingrado 27/6, Bologna Tel. 051362777

www.scramblerducatifoodfactory.it

dazeglio@scramblerfoodfactory.it

Hashtag ufficiali: #ScramblerDucati #FoodFactory

Press office BORDERLINE srl T. 051/4450204

Communication manager & p.r.: Matteo Barboni – M. 349/6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Auto: uomini e donne al volante, ancora grande la distanza

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Auto/Moto

Quanti sono gli italiani con più di 15 anni che hanno una patente di guida attiva per auto o moto? Dove abitano? Quanti gli uomini al volante e quante le donne? Secondo l’analisi di Facile.it (https://www.facile.it/assicurazioni-auto.html), in Italia ci sono 38,6 milioni di patenti attive* intestate agli over 15, equivalenti al 73,8% della popolazione.

Il sito, specializzato nel confronto delle polizze RC auto e moto, rielaborando i dati ufficiali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, è riuscito a tracciare la mappa delle patenti di guida attive in Italia.

La geografia dei guidatori, Campania ultima in classifica

Se si analizza il rapporto tra residenti over 15 e patenti attive a guidare classifica è la Valle d’Aosta, dove il 79,64% della popolazione ha la patente di guida; segue il Veneto, con il 78,21% e le Marche, con il 78,16%. Leggendo l’elenco nel senso opposto, invece, emerge che le aree con il rapporto più basso tra licenze di guida e residenti sono la Campania (67,43%), la Calabria (69,18%) e la Liguria (70,12%).

Se si guarda al numero totale di patenti intestate agli over 15, emerge una classifica differente e tutto sommato in linea con la distribuzione della popolazione sul territorio italiano; al primo posto si trova la Lombardia, che da sola conta ben 6,43 milioni di patentati, pari al 16,6% del totale, seguita dal Lazio, con 3,74 milioni di guidatori (9,7%) e dalla Campania con 3,35 milioni (8,7%). Nelle ultime posizioni si trovano invece la Valle d’Aosta, con solo 87 mila guidatori abilitati, il Molise (198 mila) e la Basilicata (358 mila).

Uomini e donne alla guida, ancora grande il divario

Facile.it ha poi analizzato la distribuzione delle patenti in base al sesso, rilevando importanti differenze di genere; secondo i dati, a livello nazionale, solo il 63,21% della popolazione femminile over 15 ha una licenza di guida attiva, mentre se si guarda agli uomini, la percentuale sale di oltre 20 punti, arrivando a 85,16%.

Esaminando più da vicino le differenze territoriali, emerge che le aree con la percentuale maggiore di donne con più di 15 anni intestatarie di patente di guida sono la Valle d’Aosta (70,32%), il Veneto (69,24%) e il Friuli Venezia Giulia (68,34%). Le regioni con le percentuali di guidatrici più basse sono invece la Campania (solo il 54,37% della popolazione femminile ha la patente), la Calabria (57,27%) e la Liguria (57,71%).

Guardando agli uomini, invece, le regioni con il rapporto più alto sono la Valle d’Aosta, dove l’89,56% della popolazione maschile over 15 ha la patente, le Marche (89,22%) e l’Umbria (88,50%). Le ultime posizioni in classifica sono invece occupate da Campania (81,47%), Calabria (81,80%) e Puglia (82,86%).

Se la patente di guida risulta quindi essere più comune tra gli uomini, ci sono aree nel Paese dove il divario tra i due sessi è più evidente; la Campania, ad esempio, è la regione dove il distacco si fa più sentire, con una distanza di oltre 27 punti percentuali a favore degli uomini. Seguono in classifica la Liguria (26,3 i punti percentuali di distanza) e il Molise (25,9 punti percentuali).

* Patenti considerate: AMS | CS | AM | C | BS | AS | D | BE | B | CE | F | DS | A1 | A2 | A3

MotoGP: Qui Foundation di Gregorio Fogliani al Gran Premio d’Italia con Pasto Buono

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Auto/Moto, Aziende

Fondata da Gregorio Fogliani, Presidente di Qui! Group, Qui Foundation ha aderito all’iniziativa “Kiss Mugello – Keep it Shiny and Sustainable”, approdando al Gran Premio d’Italia di MotoGP.

Gregorio Fogliani, Presidente di Qui! Group

Pasto Buono: nuove iniziative per il progetto di Gregorio Fogliani

QUI Foundation, la onlus fondata dal Presidente di QUI! Group Gregorio Fogliani per sostenere progetti solidali in ambito sociale, ha aderito all’iniziativa “KiSS Mugello – Keep it Shiny and Sustainable”, coordinata dall’innovativa start-up milanese Right Hub. L’impegno delle due realtà nel promuovere la sostenibilità si è manifestato anche durante il Gran Premio d’Italia di MotoGP: all’Autodromo del Mugello è sceso in pista Pasto Buono, progetto ideato e sostenuto dal gruppo che si batte contro gli sprechi e che trasforma le eccedenze alimentari in risorse per famiglie in difficoltà e indigenti.
Quelle recuperate da QUI Foundation in occasione dell’evento sportivo che si è tenuto nel weekend del 4 giugno sono state donate alle organizzazioni non profit del territorio: la onlus si è avvalsa anche del contributo dell’Emporio della Solidarietà. Il programma “KiSS Mugello”, progettato dalla milanese Right Hub certificata BCorp e promosso da FIM (Federazione Internazionale del Motociclismo), DORNA, IRTA, è giunto quest’anno alla quinta edizione: per Gregorio Fogliani rappresenta un’opportunità di “sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica nella lotta allo spreco alimentare, aiutando ancora più persone. Il tutto senza dimenticare l’impatto ambientale, grazie all’abbattimento dei costi di smaltimento dell’organico e alla riduzione dello spreco energetico”.
“Per noi aiutare chi ha più bisogno è un dovere civile” ha aggiunto il Presidente e fondatore di QUI! Group, specializzato in servizi di welfare aziendale, sistemi di pagamento e programmi di fidelizzazione, sottolineando che dal 2008, anno di nascita di Pasto Buono, sono stati raccolti e distribuiti più di 850.000 pasti sani, invenduti e perfettamente conservati. Quotidianamente i “volontari delle Onlus e degli enti con cui collaboriamo, tra cui Caritas, Comunità di Sant’Egidio, City Angels e Croce Rossa, ritirano il cibo invenduto presso gli esercizi commerciali per donarlo a chi ha più bisogno”. Oltre a Milano, il progetto ha raggiunto anche Genova, Roma, Cagliari, Firenze, Napoli, Civitavecchia e Porto Torres.
Gregorio Fogliani ha inoltre ricordato gli intenti con cui ha dato vita a questa iniziativa, partner del FAO Save Food Program e riconosciuta dalla Commissione UE come best practice nella lotta allo spreco alimentare: “È nata nel 2008 anche per dare una risposta alla crisi finanziaria globale: oltre che combattere lo spreco aiutando il pianeta, aiutiamo anche la comunità civile. Se tutti i pubblici esercizi mettessero a disposizione almeno 20 pasti al giorno, si potrebbero distribuire oltre 7 milioni di pasti quotidianamente”. In quest’ottica anche il Gran Premio d’Italia rappresenta “l’occasione perfetta per far entrare in pista la solidarietà e la sostenibilità”.