DAL 17 AL 31 MAGGIO 2013 LA “MILANO ART GALLERY” OSPITA LA MOSTRA PERSONALE DI ANTONELLA STALTARI DAL TITOLO “SOGNI DI CARTA”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

Dal 17 al 31 Maggio 2013, la “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in Via Alessi 11, a Milano, ospita la mostra personale “Sogni di carta” di Antonella Staltari. L’esposizione verrà inaugurata Venerdì 17 Maggio, alle ore 18.00 ed è organizzata dal manager Salvo Nugnes, Direttore di Promoter Arte.

Antonella Staltari vive e lavora a Torino. Nasce come artista nel 1994, quando presenta il suo primo libro ad una casa editrice di Verona, specializzata in testi per l’educazione all’arte. Da allora ha prodotto moltissimi lavori manuali ed artistici usando sia materiali di recupero, sia raffinate carte fiorentine e giapponesi. I suoi lavori, originali ed a tiratura limitata sono periodicamente presentati in gallerie d’arte e in negozi specializzati. Pur seguendo dei corsi di pittura presso un atelier di un artista torinese, rimane fondamentalmente un’autodidatta per la quale, citando César, “l’arte è un “savoir-faire” quasi artigianale e implica “sofferenza”.

L’artista non rinnega con snobismo la “materia” artistica, è orgogliosa di creare opere d’arte che siano oggetti e non solo concetti. Ancora una volta, l’arte come strumento utilizzato per dare forma al mondo, e non per distaccarsene o per fuggirne; al massimo per esplorarlo, saltando su una mongolfiera alla ricerca di sensazioni nascoste.

Antonella nel mare magnum dell’arte costruisce oggi con fervore il suo universo, ritagliandolo nella carta (crespa, di giornale, velina, di riso, dorata, striata, da parati, damascata, papiro, quadrotta, da lucidi e da stampa, da sacchetti e da taccuini, indiana e da filtro, vergata, a fiorami, da disegno, da lettere, patinata, assorbente, copiativa, olandese) che strappa, piega, aggrinzisce, svolge, tagliuzza, bagna, accartoccia, spela, lega, dipinge, incolla, trafora nel suo laboratorio all’ombra della Mole.

GRANDE ATTESA PER LA CONFERENZA DI MINA GREGORI ALLA “MILANO ART GALLERY” POSTICIPATA AL 15 MAGGIO 2013

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

L’evento con ingresso libero è organizzato dal manager Salvo Nugnes

E’ stata posticipata a Mercoledì 15 Maggio 2013, alle ore 18.00, l’attesissima conferenza di Mina Gregori, professoressa emerita e pietra miliare della storia dell’arte italiana, che sarà ospite del rinomato Spazio Culturale “Milano Art Gallery” in via G. Alessi n. 11, a Milano, con un incontro intitolato “Caravaggio e dintorni”.

L’evento si colloca nel ricco calendario di “Cultura Milano.it” il Festival Artistico Letterario ideato e organizzato da Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter, per rendere la cultura accessibile a tutti con iniziative ad ingresso libero che coinvolgono esponenti di spicco come Bruno Vespa, Paolo Limiti, Margherita Hack, Francesco Alberoni, Vittorio Sgarbi, Silvana Giacobini.

Ho cominciato i miei studi dell’arte dal Seicento, quindi era inevitabile che cominciassi con il Caravaggio che reputo un pittore molto difficile, perché si serviva di procedimenti esecutivi innovativi che sono quelli che fanno di lui il primo pittore moderno” afferma la Gregori e continua “Per chi lo conosce profondamente, è possibile andare oltre le citazioni delle fonti e proporre nuove opere, attribuibili al suo percorso artistico, portando argomentazioni ben fondate“.

Storica dell’arte ed esperta del Caravaggio di fama mondiale, Mina Gregori è considerata la “Rita Levi Montalcini dell’arte“. È stata allieva del grande Roberto Longhi, che le ha trasmesso la radicata passione per il maestro lombardo. La cosiddetta “Signora del Caravaggio” è considerata un’esperta di fama mondiale con una vita dedicata allo studio e alla ricerca, una donna che ha percorso un lungo tragitto segnando la nostra evoluzione culturale ed influenzando il nostro modo di assaporare e interpretare i testi e i saggi artistici. Una “Signora della Cultura” con lo sguardo curioso e vivace di una ragazzina piena di vitalità ed entusiasta di tutte le meraviglie circostanti, ancora da scoprire.

GRANDE SUCCESSO PER STEFANO SOLIMANI IN MOSTRA ALLA “MILANO ART GALLERY” ORGANIZZATA DA SALVO NUGNES

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

Stefano Solimani ha ottenuto un meritato successo di pubblico e critica all’inaugurazione della sua mostra personale “Il mistero dell’assoluto” svoltasi Giovedì 2 Maggio nella storica “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11, a Milano, organizzata dal Manager Salvo Nugnes Direttore di Promoter Arte. L’esposizione durerà fino al 16 Maggio 2013 e raccoglie una vasta produzione di notevole impatto, in cui emergono appieno estro creativo, talento innato e acquisite capacità strumentali.

 Il percorso artistico di Solimani inizia in età adolescenziale e lo porta a crearsi uno stile personalizzato e inconfondibile. Utilizza una tecnica minuziosa e sapiente, costruisce le opere studiando la disposizione delle masse in rapporto alle cromie e alla luce. Nulla è lasciato al caso. Dipinge una luce filtrata dalla sua coscienza e dosata in modo che risaltino i colori in relazione alle figure che rimangono statiche nell’incanto della rivelazione, come avvolte in una dimensione di realismo onirico.

Su di lui Sgarbi afferma “è un pittore dallo spirito antico, un artista che ha scelto di muoversi dentro la tradizione, ha tratto evidentemente dalla lezione luminosa della scuola manieristica e barocca, ma del tutto contemporaneo nel piglio veloce e nella scenografia volutamente allusiva“.

Solimani spiega “Il mio percorso ideale, un viaggio nello spirito attraverso immagini evocative fatte di tecnica, di regole rigide e immutabili e soprattutto di fedeltà incrollabile all’arte, come messaggio universale e purissimo che va oltre la forma o l’oggetto rappresentato e ci trasporta in una dimensione al di fuori dello spazio e della storia, dove regna solo il mistero dell’assoluto“.

“Palazzo ConTemporaneo, 2043 qui”, l’innovativo progetto culturale in corso a Udine supera le 8000 presenze nei primi tre weekend di apertura

Scritto da Associazione culturale ETRARTE il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Locale

Un calendario ricco d’appuntamenti quello del 3, 4 e 5 maggio: incontri, workshop e performance “live-panting” per il penultimo weekend d’apertura dell’ Ex Palazzo Upim.

L’eterogeneo pubblico di Palazzo conTemporaneo – il contapersone ha raggiunto ormai gli 8.000 ingressi, fra cui numerosi sono anche bambini e ragazzi – avrà un’ampia offerta di appuntamenti tra cui scegliere per il quarto fine settimana di apertura. Da venerdì 3 a domenica 5 maggio lo spazio di via Cavour vedrà avvicendarsi ben 5 performance, 3 incontri e 1 workshop: un intenso weekend animato da progetti di spicco made in FVG. Una carrellata di nomi: Cristian Finoia, Massimiliano Gosparini, Massimo Premuda, Massimiliano Santarossa, Barbara Stimoli, Simone Zanin e I Fantasmi del Coro Anni Dieci.

Dalla letteratura alla fotografia, passando per l’illustrazione e la ricerca sonora, spunti per tutti i gusti e tutti i pubblici. É possibile consultare il programma completo sul sito palazzocontemporaneo.tumblr.com.

Sabato 4 maggio, alle ore 15:00, un importante incontro approfondirà proprio il tema del pubblico dell’arte, della fruizione della cultura, degli spazi e della sostenibilità economica dei progetti: questioni centrali su cui il Comitato Udine Prova a Immaginarti Migliore e l’Associazione Etrarte vogliono approfondire attraverso l’esperimento Palazzo conTemporaneo. Un confronto aperto sulle necessità dell’arte di ritrovare un contatto con il suo pubblico, dal titolo “Quando l’arte contemporanea entra nel quotidiano. Opportunità o necessità?”. Intervengono: Antonella Bukovaz, una delle anime di Topolò, festival indipendente che ha ottenuto riconoscimenti a livello internazionale; Daniele Capra, curatore indipendente e direttore artistico di Comodamente, collabora con istituzioni pubbliche e private; Gianluca d’Incà Levis, ideatore e curatore del progetto Dolomiti Contemporanee, dialoga con il territorio recuperando spazi destinati all’oblio; Manuele Ceschia, organizzatore di Home Page Festival, coniuga proposte artistiche e intrattenimento.

Tra le numerose performance di qualità che Palazzo Contemporaneo ha la fortuna di ospitare segnaliamo Ferrage, sempre sabato alle ore 18:00. Un commento musicale di Giorgio Pacorig (tastierista di livello nazionale) e Alan Malusà Magno (istrionico chitarrista dei Mocambo Swing) che con sonorità jazz commenteranno una sceneggiatura dipinta dal vivo dell’autore Massimiliano Gosparini. Il live painting racconta di Ferrage, un robot che incarna il rapporto dell’uomo con la macchina e le sue contraddizioni.

L’accesso a Palazzo conTemporaneo è gratuito e i 24 progetti espositivi ospitati sono visitabili con i seguenti orari: venerdì 16:00 – 22:00, sabato 10:00 – 22:00, domenica 10:00 – 20:00. Le visite guidate si effettuano tutte le domeniche, alle ore 15:00: è possibile parteciparvi gratuitamente previa prenotazione con almeno 1 giorno di anticipo; per riservare il proprio posto telefonare al numero 370 3225902 o scrivere all’indirizzo email palazzocontemporaneo@gmail.com.

PROGRAMMA

venerdì 3 maggio

ore 18:00

Una parola, mille storie: un mondo da raccontare racchiuso dentro un suono

Workshop con Simone Zanin, in collaborazione con Associazione Vastagamma (iscrizione obbligatoria all’indirizzo simone.zanin.77@gmail.com)

ore 19:30

HIC SUNT LEONES: la Città Radiosa e gli Spazi Opportunità

partecipano

Marco Barbariol architetto, progetto Spazi Opportunità, ManifeTSo2020

Fabiola Faidiga artista, progetto Ultima, Gruppo78

Lucia Krasovec Lucas architetto, progetto TVV Ti Voglio Verde, Gruppo78

Paola Pisani videoartista, progetto Ultima, Gruppo78

Marco Svara urbanista, progetto Spazi Opportunità, ManifeTSo2020

Paola Vattovani fotografa, progetto Rifugio Aquila alternativa zer(0), Gruppo78

modera Massimo Premuda, curatore HIC SUNT LEONES – i nuovi territori della mappatura

ore 20:45

OUT_iepolo

Performance a cura di Espressione Est. Idea: Cristian Finoia, coreografie: La Compagnia degli Specchi, letture: Rosalba Piccini.

Una cornice per letture ed azioni performative in un crescendo di sensi che faranno vivere allo spettatore la sensazione di trovarsi all’interno di un opera del Tiepolo. La performance si ispira ai grandiosi spaccati di cielo dei quadri del Tiepolo, arricchiti di angeli e figure allegoriche. L´azione scenica porta in una dimensione onirica popolata da elementi del quotidiano che diventano “straordinari”. Suoni, letture, oggetti ordinari si popolano di figure del cielo, trasformando così, la loro visione ordinaria in visione extra-ordinaria.

sabato 4 maggio

ore 15:00

Quando l’arte contemporanea entra nel quotidiano. Opportunità o necessità?

Intervengono: Gianluca D’Incà Levis, Daniele Capra, Antonella Bukovaz, Manuele Ceschia

ore 18:00

Performance Ferrage

Live painting con Massimiliano Gosparini, sonorità Alan Malusà Magno e Giorgio Pacorig

ore 19:00

Performance teatrale

Stefano Fanzutti ed Enrico Bergamasco leggono “Viaggio nella notte”, romanzo pluripremiato di Massimiliano Santarossa – Hacca edizioni.

Un viaggio dentro la notte della contemporaneità di un giovane operaio riletta ed interpretata in uno spazio come Palazzo conTEMPORANEO per darci i segnali della lacerazione di un umanità che non riesce, oggi, tra i drammi della disoccupazione e dei luoghi di lavoro rimasti emotivamente fermi alla fine dell’800, a trovare la vera via di un progresso troppe volte annunciato da politici, imprenditori, sindacalisti ecc. ecc. È un urlo contro una religione che si è fatta sistema inesistente. E’ un occasione per sentire alcuni estratti della carne viva della letteratura contemporanea di uno degli autori più interessanti del panorama del cosiddetto nord est da due attori che sono anche a loro volta autori e un momento per riflettere su come vogliamo ricostruire le macerie del lavoro di questo paese con una prospettiva che tenga conto della memoria e dell’esperienza lacerante dei suoi protagonisti. Sarà presente l’autore di Viaggio nella notte: Massimiliano Santarossa.

ore 20:30

Lesson no.1 – un’azione ideale

Improvvisazione su musica di Glenn Branca, Lesson no. 1 for electric guitar, durata 8’13”

Un’azione danzata, un’improvvisazione che vive della suggestione data da una musica e della fondamentale presenza dell’altro, della proiezione nello sguardo di chi osserva, della relazione con gli spazi.

Domenica 5 Maggio

ore 17:00

Setteminuti conTEMPORANEO “C’è sempre una seconda occasione”

Presentazione di progetti creativi (iscrizioni tramite email a palazzocontemporaneo@gmail.com )

ore 18.00

Performance I Fantasmi del Coro Anni Dieci

Palazzo ConTemporaneo è un’iniziativa promossa dal Comitato U.P.I.M. (Udine Prova a Immaginarti Migliore) all’interno degli spazi inutilizzati del “Palazzo UPIM” situato a Udine tra piazzetta Belloni, via Cavour e via Savorgnana. Il sito, attualmente di proprietà del gruppo Rizzani De Eccher, verrà ricostruito nell’estate 2013. In vista di tale cambiamento del panorama della città, il Comitato ha ottenuto dalla proprietà dell’immobile il permesso di accedere e sfruttare i locali del palazzo al fine di renderlo un spazio artistico temporaneo.

IL MANAGER SALVO NUGNES SOSTIENE IL PROGETTO CULTURALE DELL’ASSOCIAZIONE GRUPPO ACCA ALBISOLA DEL PRESIDENTE ONORARIO GILLO DORFLES

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

Tra i sostenitori del progetto culturale di Gianluca Anselmo, presidente del gruppo Acca Albisola, il manager Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e Promoter Arte, ha rilasciato dichiarazioni di favorevole adesione e sincero apprezzamento per le importanti iniziative finalizzate a promuovere il territorio ligure come patria della ceramica.

 L’Associazione Culturale vanta, come Presidente Onorario il decano ultracentenario della critica dell’arte Gillo Dorfles, e tra gli altri soci fondatori nomi di grande spicco del panorama contemporaneo, tra cui Arturo Schwarz e Gino Di Maggio. Questa si pone come obiettivo principale la rivalutazione della ceramica nell’arte contemporanea, sviluppando anche una sinergia collaborativa con gli enti e le istituzioni in loco, per realizzare delle strutture residenziali destinate agli artisti, creativi e designer che desiderano approcciare e approfondire le tecniche di lavorazione della ceramica e del vetro.

Inoltre, c’è l’intenzione di produrre, per l’edizione 2013, un docu/reality denominato “La libera Repubblica delle Arti: Albisola” che possa contribuire a divulgare e documentare in concreto quanto avviene nel contesto artistico, coinvolgendo attivamente, attraverso scambi collettivi, altre realtà associative di professionisti ed esperti d’arte e di design. Il sito di riferimento è www.gruppoacca.it.

Salvo Nugnes ha commentato “Reputo molto utile e stimolante, a livello artistico culturale, questa iniziativa ideata e promossa da Gianluca Anselmo, insieme al Gruppo Acca, perché incentra l’attenzione su una preziosa risorsa del territorio ligure, la ceramica che rappresenta anche una fondamentale eccellenza del made in Italy, da promuovere e valorizzare in tutto il mondo come prodotto doc“.

“MILANO ART GALLERY”: STEFANO SOLIMANI INAUGURA LA SUA MOSTRA CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI MINA GREGORI

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Celebrità, Comunicati Stampa, Cultura

Il vernissage e la conferenza si terranno Giovedì 2 Maggio 2013 ore 18.00 con ingresso libero

Stefano Solimani, artista di spicco del panorama contemporaneo, ha scelto la storica “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11, a Milano, per allestire una prestigiosa mostra personale, dal titolo “Il mistero dell’Assoluto” organizzata dal manager Salvo Nugnes, Direttore di Promoter Arte. L’inaugurazione si terrà Giovedì 2 Maggio 2013, alle ore 18.00. Durante il vernissage sarà presente anche Mina Gregori, professoressa emerita e pietra miliare della storia dell’arte italiana, che terrà una conferenza dal titolo “Caravaggio e dintorni“.

Questo evento di singolare importanza che sarà presentato nella prestigiosa “Milano Art Gallery”, vedrà la Gregori parlare del grande Maestro Caravaggio con il suggestivo sfondo delle opere di Stefano Solimani, artista riconosciuto internazionalmente per la sua bravura.

L’iter evolutivo pittorico di Solimani è caratterizzato da fasi di ricerca e di studio approfondito, con grande valore formativo. Si dedica ad una delineazione personalizzata della figura umana, anche a tema sacro, con particolare attenzione per quella femminile, raggiungendo una rappresentazione di scultorea consistenza e una connotazione simbolica molto significativa. Nelle opere, attraverso la forma e il colore, emerge una dimensione reale, viva e palpitante, ricca di spiritualità ravvivata dal dirompente cromatismo che trascende la realtà stessa per elevarsi e sogno, in una visione onirica.

Mentre Solimani possiede una raffinata cultura e un forte temperamento espressivo la Gregori, conosciuta anche come la “Signora del Caravaggio” è considerata un’esperta di fama mondiale con una vita dedicata allo studio e alla ricerca, una donna che ha percorso un lungo tragitto segnando la nostra evoluzione culturale ed influenzando il nostro modo di assaporare e interpretare i testi e i saggi artistici. Una “Signora della Cultura” con lo sguardo curioso e vivace di una ragazzina piena di vitalità ed entusiasta di tutte le meraviglie circostanti, ancora da scoprire.

A GRANDE RICHIESTA TONI ZARPELLON PROLUNGA LA SUA MOSTRA ALLA “MILANO ART GALLERY”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

L’esposizione organizzata dal manager Salvo Nugnes è prorogata fino al 1 maggio 2013

A fronte del grande successo ottenuto, la mostra “I Colori della Realta’” del maestro Toni Zarpellon, presso la “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11, a Milano, è stata prorogata fino al 1 Maggio 2013. L’esposizione, organizzata dal manager Salvo Nugnes, direttore di Promoter Arte, raccoglie un’ampia quantità di opere del poliedrico artista bassanese che ha fatto della radicata passione per l’arte e del talento innato una fonte d’ispirazione inesauribile, per dedicarsi ad un’intensa ricerca di sperimentazione.

Le creazioni di Zarpellon sono complete, emblemi di ricerca stilistica e di indagine psicologica. Viene individuato un linguaggio essenziale, in una sorta di nuova ontologia sulla ricerca dell’essere e dell’esistere. Ha la capacità di scrutare la realtà attraverso una ritrovata verità introspettiva per spiegare il cuore umano e cancellare il dolore che, lo trafigge.

La sofferenza e il tormento interiori vengono trasferiti sul piano della poetica del segno, come un diario virtuale e un linguaggio intimo che catturano e penetrano lo sguardo e l’animo dell’osservatore per trasportarlo oltre l’apparenza visiva e materica.

Zarpellon afferma “Io credo che un rapporto primario con la realtà possa costituire l’inizio di un nuovo modo di essere nel mondo“.

LA “MILANO ART GALLERY” OSPITA LA MOSTRA DI STEFANO SOLIMANI ORGANIZZATA DAL MANAGER SALVO NUGNES

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa

Inaugurazione Giovedì 2 Maggio 2013 ore 18.00 ad ingresso libero

La “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11, a Milano, ospita la mostra “Il mistero dell’Assoluto” di Stefano Solimani, organizzata dal manager Salvo Nugnes, Direttore di Promoter Arte, che sarà inaugurata Giovedì 2 Maggio, alle ore 18.00 e durerà fino al 16 Maggio 2013.

L’iter evolutivo pittorico di Solimani è caratterizzato da fasi di ricerca e di studio approfondito, con grande valore formativo. Si dedica ad una delineazione personalizzata della figura umana, anche a tema sacro, con particolare attenzione per quella femminile, raggiungendo una rappresentazione di scultorea consistenza e una connotazione simbolica molto significativa.

Nei dipinti gli sguardi sono intrisi di forza ed energia irrefrenabili, trasmettono un fascino che, colpisce nel profondo e stimola intense riflessioni. Le immagini coinvolgono più delle parole, trafiggono i pensieri e generano importanti interrogativi e risposte esistenziali. Solimani possiede una raffinata cultura e un forte temperamento espressivo. Nelle opere, attraverso la forma e il colore, emerge una dimensione reale, viva e palpitante, ricca di spiritualità ravvivata dal dirompente cromatismo che trascende la realtà stessa per elevarsi e sogno, in una visione onirica.

Il Professor Vittorio Sgarbi spiega “Stefano Solimani si distingue per le invenzioni tecniche e la forte percezione della corporeità, ma la padronanza della materia pittorica non è l’unica misura della sua autenticità, perché è l’afflato poetico a trattenergli la mano prima che sconfini sul terreno periglioso del virtuosismo e a conferire solennità iconica alla sua immaginazione, fervidamente sensuale“.

Boom di presenze a Udine per “Palazzo conTemporaneo”: superate le 3.000 persone solo nel primo weekend

Scritto da Associazione culturale ETRARTE il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura, Fotografia, Italia, Locale, Spettacolo

Architettura, fotografia, narrativa e performance: moltissimi appuntamenti in calendario anche per il secondo fine settimana di apertura (19-21 aprile 2013)

Più di mille persone venerdì scorso all’inaugurazione di “Palazzo conTemporaneo”, rimaste in coda anche due ore per visitare l’inedito spazio urbano di Udine dedicato alle realtà culturali del territorio. Complessivamente sono state superate le 3.000 presenze nel primo fine settimana di apertura: gli organizzatori del Comitato U.P.I.M. non possono che dirsi estremamente soddisfatti del brillante bilancio. I sei trentenni friulani che coordinano il progetto (Paolo Ermano, Elena Tammaro, Gloria Deganutti, Dario Francescutto, Federica Manaigo e Alessandra Petruccelli) assieme all’Associazione ETRARTE, si augurano inoltre che tale interesse favorisca un dibattito in città e in Regione sulla necessità di spazi pubblici per tutti e sulle potenzialità, risorse e professionalità dei moltissimi giovani coinvolti.

Questi gli orari di visita: venerdì 16:00 – 22:00; sabato 10:00 – 22:00; domenica 10:00 – 20:00. L’accesso è Palazzo conTemporaneo è gratuito e la partecipazione a tutte le attività è libera fino ad esaurimento posti.
Tra il pubblico, oltre ad artisti e creativi, presenti molte famiglie, bambini, universitari, imprenditori, pensionati: tale successo e attenzione diffusa dimostrano come “Palazzo conTemporaneo” non sia solo un luogo dedicato all’arte e alla cultura, ma una vera azione partecipativa di riqualificazione urbana che ha dato vita a un luogo – seppur temporaneo – di condivisione. Ricordiamo che l’evento è autogestito e autofinanziato, grazie alla partecipazione di oltre venti associazioni culturali e gruppi artistici di tutto il Friuli Venezia Giulia. Indispensabile inoltre il supporto dei molti soggetti che hanno sostenuto l’iniziativa, ovvero i numerosi donatori privati e gli sponsor: A.F.A. Azienda Friulana Antincendi, AMGA Energia & Servizi, Arteventi, Banca di Credito Cooperativo di Manzano, Associazione Future Factory, Spazio Cultura del Gruppo Autostar, Italian Chair District, QBell Technology, Savio bar e ristorantino e Unipol Assicurazioni di Cervignano.

Un successo senza precedenti che non ricorda “eventi indipendenti” di tale portata negli ultimi 30 anni. Punta ad affluenza record anche il secondo weekend d’apertura di “Palazzo conTemporaneo”, considerando anche la concomitanza con il Far East Film Festival.

Vediamo il calendario: si parte venerdì 19 alle ore 18:00 con il workshop Una parola, mille storie: un mondo da raccontare racchiuso dentro un suono di Simone Zanin e Massimiliano Santarossa in collaborazione con Associazione Vastagamma. Si prosegue con una doppia performance: alle 19:00 con Mentelocale + IOSHI e alle 20:00 D-25 BRANEMET a cura di Espressione Est su progetto di Shenika. La serata di venerdì si conclude con i vincitori del premio Artelaguna 2011 sezione performance – Fabrizio Zamero e La Badini – che alle ore 20.30 presentano La teoria delle stringhe con Barbara Stimoli. Sabato 20 aprile, alle ore 18:00 avremo un incontro con l’architetto Adalberto Burelli intitolato Udine, dal paese col tram alla ZTL: trasformazioni urbane nel corso del ‘900. Alle ore 20:00 Palazzo conTemporaneo si animerà con la performance  Kriptoscopia 2043 qui di Enzo Comin e il collettivo Dritomr. Mentre nella mattinata di domenica 21, a partire dalle ore 10:30, sono protagonisti i nuovi media: “invasione digitale” di Palazzo ConTemporaneo e workshop con il gruppo Igers FVG (iscrizione obbligatoria su igersfvg2043qui.eventbrite.it). Nel pomeriggio, alle ore 16:00 visite guidate con l’Associazione Kaleidoscienza (per prenotazione scrivere a info@kaleidoscienza.it) e alle ore 18:00 si chiuderà il weekend con la performance Felici ma Furlans con gli autori Alessandro di Pauli e Tommaso Pecile.

Maggiori informazioni sul sito palazzocontemporaneo.tumblr.com.

Palazzo ConTemporaneo è un’iniziativa promossa dal Comitato U.P.I.M. (Udine Prova a Immaginarti Migliore) all’interno degli spazi inutilizzati del “Palazzo UPIM” situato a Udine tra piazzetta Belloni, via Cavour e via Savorgnana. Il sito, attualmente di proprietà del gruppo Rizzani De Eccher, verrà ricostruito nell’estate 2013. In vista di tale cambiamento del panorama della città, il Comitato ha ottenuto dalla proprietà dell’immobile il permesso di accedere e sfruttare i locali del palazzo al fine di renderlo un spazio artistico temporaneo.

Nasce MOVEORAMA, progetto per la promozione dell’arte underground

Scritto da Stefano Cavalli il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura, Film, Musica, Nuovo Sito Web, Spettacolo

Inizierà a muovere i suoi primi passi a partire da Maggio 2013, Moveorama, progetto internazionale completamente gratuito per la promozione dell’arte underground, che permetterà agli artisti indipendenti di tutto il Mondo di avere visibilità internazionale. L’idea di questo progetto nasce dalla consapevolezza di un movimento artistico sotterraneo che, malgrado le numerose possibilità offerte dal web e dai siti specializzati, fatica ad emergere pienamente.

Moveorama si svilupperà come database interattivo, dove, accanto ai classici servizi di consultazione e inserimento, si integrerà un servizio di promozione, mediante video-interviste, backstage, disponibili sul canale Youtube dedicato, attraverso la produzione di contenuti sul blog, già attivo, moveoramablog.com e sui già noti social network (Facebook, Twitter, Pinterest). Moveorama si offre di diventare un punto di riferimento unico e chiaro anche per gli utenti/fruitori che potranno interagire, sia mediante il contatto diretto con gli autori, sia con la possibilità di aggiungere e modificare le schede.

Le menti dietro Moveorama sono italiane, precisamente toscane, e sono quelle di Stefano Cavalli, autore di produzioni cinematografiche indipendenti, televisive, radiofoniche nonché critico cinematografico e scrittore, responsabile per la sezione Cinema e Sara Parigiani, tecnico del suono qualificato, montatrice e curatrice di contenuti grafici, ideatrice e regista di produzioni televisive, web e radiofoniche, responsabile per la sezione Musica.

La realizzazione tecnica del database è affidata alla 4tunelab s.a.s. di Genova.

La data ufficiale di pubblicazione del database verrà resa ufficiale tramite un ulteriore comunicato stampa.

Per ulteriori informazioni: moveorama@hotmail.com tel. 334 7949538