Boom per Miami meets Milano: quasi 1000 visitatori al giorno

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Grandissima affluenza per la mostra Miami meetsMilano che si è tenuta dal 5 al9 dicembre 2018 durante Art Basel, una delle fiere d’arte più importanti al mondo, presso l’esclusivo Victor Hotel, in Ocean Drive a Miami,un innovativo spazio espositivo, nel cuore della città.

La mostra, ideata e organizzata dal manager di noti personaggi Salvo Nugnes, ha chiuso ieri col botto:tra coloro che hanno ammirato le opere c’erano molti amanti dell’arte osemplicemente curiosi provenienti da tutto il mondo. Durante il weekend hannovisitato l’esposizione collezionisti d’arte, imprenditori, giornalisti e vipche si sono prestati ai numerosi selfie, regalando molti autografi.

I capolavori esposti sono stati davvero tanti e hanno spaziato dalle opere degliartisti della scuderia di Spoleto Arte di Vittorio Sgarbi alle opere degliartisti storicizzati, come Alighiero Boetti, Renato Guttuso, Marco Lodola –questi due molto apprezzati –, Gino De Dominicis e molti altri.

Durante il vernissage erano presenti il prof. AlbertoD’Atanasio, direttore del Premio Modigliani, e Valentina Orlando,scrittrice e giornalista che con la sua voce ha accompagnato, in veste canoraquesta volta, la frizzante serata. In visita anche Eduardo Pastrana,ballerino vincitore della versione americana di Ballando con le Stelle, AlexanderDiaz Gonzalez, famoso cantante cubano e Rolando Polo, tenore di famainternazionale.

La mostra ha inoltre i contributi del direttore generale del Ministero degli Affari Esteri, del console italiano a Miami, del presidente della Regione Lombardia, del sindaco di Milano e di Miami Beach, che si è espresso in maniera favorevole in merito all’evento. Si citano inoltre anche il prof. Vittorio Sgarbi, l’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì, Roberto Villa di Casa della Fotografia, qui anche espositore, e Antonietta Di Vizia della RAI.

Per maggiori informazioni èpossibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a org@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.

Miami meets Milano: spettacolare vernissage in riva all’oceano di Miami Beach

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

C’era tutto mercoledì 5 dicembre al Victor Hotel in Ocean Drive. Luci, arte, artisti, vip, atmosfera… La mostra Miami meets Milano è stata inaugurata in gran gala, esattamente in contemporanea con Art Basel, una delle fiere d’arte più apprezzate al mondo. A Miami Beach sono arrivate per l’occasione diverse personalità del mondo della cultura e dello spettacolo. Presenti il prof. Alberto D’Atanasio, direttore del Premio Modigliani, e Valentina Orlando, scrittrice e giornalista che con la sua voce ha accompagnato, in veste canora questa volta, la frizzante serata. In visita anche Eduardo Pastrana, ballerino vincitore della versione americana di Ballando con le Stelle, Alexander Diaz Gonzalez, famoso cantante cubano e Rolando Polo, tenore di fama internazionale.

Ma i contributi sono da cercare anche nell’apporto critico del direttore generale del Ministero degli Affari Esteri, del console italiano a Miami, del presidente della Regione Lombardia, del sindaco di Milano e di Miami Beach. Si citano inoltre anche il prof. Vittorio Sgarbi, l’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì, Roberto Villa di Casa della Fotografia, qui anche espositore, e Antonietta Di Vizia della RAI.

Quella di Miami meets Milano, è un’esposizione che rimane una conferma del ruolo dell’arte come ponte tra culture e mondi diversi. Si dice soddisfatto della kermesse il presidente di Spoleto Arte e organizzatore dell’evento Salvo Nugnes e aggiunge: «Le due città hanno un forte legame simbolico. Sono entrambe fulcro della promozione dell’arte e della cultura a livello mondiale […]. L’intenzione è quella di consolidare la centralità della grande arte italiana nel mondo allargando l’orizzonte del panorama contemporaneo».

In allestimento fino al 9 dicembre le opere fisiche di Milena Aere, Manuela Andreoli, Patrizio Arabito, Massimiliano Bellinzoni, Lorenza Bini, Eugenio Bonaldo, Maria Brunaccini, Antonello Capozzi, Franco Carletti, Carlito T, Margherita Casadei, Sergio Cavallerin, Rosanna Cecchet, Domenico Cialone, Bruno Colla, Vincenzo Cossari, Claudia Crestani, Lina De Demo, Guy De Jong, Gloria De Marco, Daniele Digiuni, Giorgio Fagotto, Francesca Fiore, Jacqueline Gallicot-Madar, Alessandra Greco, Bruno Greco, Pinella Imbesi, Maria Elisa Loletti, Luigi Lucernini, Alfredo Lucifero, Francesca Malatesta, Massimo Mariano, Luigina Massaria, Mario Mattei, Andreas McMuller, Graziella Modanese, Susanna Murgia, Alessandro Negrini, Giovanna Orilia, Orlando Rosa, Gisella Rosmini, Rolando Rovati, Paola Ruggiero, Saladino Donatella, Elisa Scuccimarra, Maria Pia Severi, Elettra Spalla Pizzorno, Fedor Kuz’mic Suskov, Fredericha Taccari Taira, Fernando Tam, Carlà Tomatis, Maria Turra, Fiorenzo Vaccaretti, Domenico Villano, Toni Zarpellon e Flavio Zoner.

Tra i nomi degli artisti in video esposizione, si distinguono Antonio Anastasia, Franco Anfuso, Marco Appicciafuoco, Gianni Balzanella, Paolo Barichello, Olga Belsito, Patrizia Borrelli, Alessandra Candriella, Loredana Caretti, Marina Corso, Angela D’Alessandro, Amalia Di Domenico, Anna Di Francesco, Italo Duranti, Giancarlo Flati, Diana Giusto, Jorge Goncalves Romero, Margaretha Gubernale, Mariarita Gubernale, Mariarita Ioannacci, Driss Lahna, Angiolina Marchese, Lino Marchitto, Silvana Mascioli, Carmine Mastronicola, Susanna Nagy, Silvano Ottaviani, Antonio Pamato, Silvia Polizzi, Emel Vardar, Carlo Vercelli, Roberto Villa e Mariagrazia Zanetti.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a org@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.

Intervista all’artista Graziano Ciacchini: colore, ispirazione, opere

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte, Cultura

Ancora una volta abbiamo intervistato Graziano Ciacchini, pittore contemporaneo di grande talento creativo. L’artista toscano ci racconta la creazione delle sue opere, dalla fase ideativa e progettuale all’utilizzo del colore alle sue fonti di ispirazione.

D: Nell’utilizzo della gamma tonale vibrante e incisiva dai particolare risalto al blu e all’azzurro nelle varie declinazioni cromatiche; da cosa deriva questa scelta coloristica?
R: Vi svelo un segreto: curo lo stress quotidiano con la cromoterapia per la quale, come risaputo, il blu è il colore più adatto a ritrovare calma ed equilibrio. Aldilà dell’affermazione ironica (fino a che punto poi, mi chiedo) ho cominciato a dipingere “in blu” fin dall’inizio, sono rare le eccezioni, ed anche nei lavori in cui sono presenti in forze altri colori, è sempre il blu a farla da padrone. Fino a che punto poi, mi chiedevo… Mentre realizzo i miei lavori stendere quel colore, mi trasmette un senso di serenità tangibile al punto che spesso, elementi che nascono di altri colori spesso sono modificati durante la realizzazione. Diciamo che io provo ad utilizzare i tanti tubetti di colore ancora nuovi, ma per adesso non ci riesco. Credo che il passo successivo, che ogni tanto si palesa alla mente, sarà quello di ricreare un equilibrio con l’utilizzo di una gamma più ampia di colori, sempre nella direzione della crescita e della scoperta.

D: Ci racconti come avviene la fase ideativa e progettuale delle opere; usi anche dei disegni di prova e delle bozze preparatorie di spunto?
R: Ho una serie di quaderni, uno almeno dei quali è sempre con me. Sulle pagine di quei quaderni fermo le idee in piccoli disegni che spesso contengono già la versione finale. Se necessario rielaboro poi quei bozzetti in modo da ottimizzare posizione e proporzioni degli elementi che faranno parte dell’immagine. Non faccio mai prove delle tonalità di colore le quali sono sempre individuate ed armonizzate col tutto, mentre dipingo.

D: Quali sono le fonti principali da cui attingi per individuare i titoli dei tuoi quadri?
R: Il titolo spesso, molto spesso, arriva assieme all’immagine che fermo sul quaderno. Esprime il concetto di quel che dipingo o semplicemente descrive l’immagine. Non ho mai avuto nessuna difficoltà in tal senso, perché l’immagine, secondo me, nasce da un concetto che poi sarà espresso con i colori.

Broker Insurance Group per Miami meets Milano: partnership confermata

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Aziende, Cultura

Si ripropone con l’edizione del 2018 la collaborazione vincente tra BIG – Broker Insurance Group e Spoleto Arte per la realizzazione della mostra Miami meets Milano. L’esposizione, che si terrà dal 5 al 9 dicembre a Miami Beach, nel prestigioso Hotel Victor, verrà suddivisa in un allestimento di opere fisiche e in una videoesposizione. L’evento si tiene inoltre in concomitanza con Art Basel, una delle più importanti fiere d’arte contemporanea a livello internazionale.

Miami meets Milano si staglia in un contesto dinamico e frizzante, riconfermandosi come mostra di punta per Spoleto Arte, che da sempre mira a portare l’arte in primo piano, facendo largo ad artisti affermati ed emergenti. Per questo motivo si affida anche per quest’occasione a BIG – Broker Insurance Group, società d’intermediazione assicurativa con sede a Milano.

La realtà, fondata negli anni Settanta da Massimo Ciaccio, ora consigliere e AD del gruppo, si è sviluppata notevolmente nel corso degli anni, divenendo Coverholder dei Lloyd’s di Londra. A partire dagli anni Duemila, Gabriele Ciaccio ricopre il ruolo di Responsabile delle divisioni “Fine Art” e “Special Risks”, nonché i rapporti con il mercato assicurativo internazionale, confermando l’apertura di BIG a nuove frontiere.

La specializzazione della società nelle coperture delle opere d’arte è consolidata da un’esperienza pluriennale. È la divisione interna, la Ciaccioarte, a tutelare galleristi, case d’aste e collezionisti, eventi culturali e commerciali grazie alla stretta partnership con musei, fondazioni, organizzatori di mostre, esperti, trasportatori e restauratori.

Con Miami meets Milano i lavori che verranno esposti al Victor Hotel possono contare su un ente in continuo confronto con il mercato internazionale, capace di tutelare al massimo i suoi clienti offrendo loro un rapporto qualità-prezzo eccellente.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a org@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.

Capodanno nella capitale per chiudere un meraviglioso 2018 all’insegna di Spoleto Arte

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Le belle sorprese non finiscono mai con Spoleto Arte, che prepara una festa per salutare un anno denso di emozioni e accogliere il nuovo assieme ai suoi artisti. E cosa meglio della mostra Capodanno ad Arte può accompagnare la chiusura e l’apertura di un momento così speciale? L’appuntamento da segnare sul calendario è fissato per le 18 di sabato 29 dicembre 2018, giorno del vernissage dell’esposizione che durerà fino al 26 gennaio 2019. Il luogo scelto per celebrare il momento è il prestigioso Piram Hotel di Roma (in via Giovanni Amendola 7), a pochi passi dal Teatro dell’Opera e dalla Basilica Santa Maria degli Angeli.
All’inaugurazione saranno presenti inoltre numerose personalità di spicco, tra cui Antonietta Di Vizia della RAI, l’artista José Dalí, figlio di Salvador Dalí, il prof. Alberto D’Atanasio, direttore del Premio Modigliani, l’attore Enio Drovandi, protagonista del film culto Amici miei, e l’organizzatore dell’evento, il presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes.

Capodanno ad Arte celebrerà dunque nella capitale, in posizione centrale, l’avvento del 2019 con noti vip del mondo dell’arte e della cultura. Anche in quest’occasione di allegria e festeggiamenti l’arte rimane il cuore pulsante che muove Spoleto Arte e che la spinge a mettere sempre in evidenza i talenti del panorama contemporaneo. Sarà pertanto un’ottima occasione per ricordare le manifestazioni che hanno contrassegnato il 2018 di Spoleto Arte, come L’arte delle donne, la Pro Biennale, Spoleto Arte e il Premio Hack, il Premio Modigliani, Spoleto Arte incontra Venezia e Miami meets Milano. Ma sarà anche un motivo per guardare al futuro con nuovi progetti e incontri imperdibili, tra cui il Carnevale dell’Arte a Venezia, il Festival dell’Arte a Sanremo e molto altro ancora. Tutto accompagnato da un pianoforte a coda e da musica dal vivo.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, il 388 7338297, scrivere a org@spoletoarte.it o visitare il sito www.spoletoarte.it.

Al Teatro Bianconi Edith Piaf torna a cantare con la voce di Melania Giglio

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Arte, Musica, Spettacolo, Teatro

Carbognano, 2 dicembre 2018: La Direzione del Teatro Bianconi ha sempre incluso nel proprio cartellone, tra tante commedie divertenti e argute, almeno uno spettacolo diverso dagli altri; delle vere e proprie “chicche”, grandi prove di autore e di attore a cui ogni amante del teatro non può assolutamente mancare. Il prossimo appuntamento di domenica 9 dicembre alle ore 17:30 è proprio uno di questi spettacoli immancabili. E’ stata la diva indomabile per eccellenza; carismatica, dispotica, talentuosa e fragile, malata, nevrotica, fascinosa. Édith Piaf si è imposta anche al di là della sua voce, delle memorabili canzoni che ha lasciato. La sua personalità, la parabola della sua vita, il complicato rapporto con gli uomini, la solitudine, ne hanno fatto una leggenda e Melania Giglio ne ha tratto un intenso e immancabile spettacolo: ÉDITH PIAF . L’usignolo non canta più con la regia di Daniele Salvo e con Melania Giglio e Martino Duane sul palcoscenico.

Siamo nel 1960, nell’appartamento di Édith. Una serie di eventi si sono susseguiti nella vita di questa piccola donna: lutti, incidenti, amori, liti, solitudine, alcool, gioie, successi e canzoni. Tutto si è abbattuto sull’usignolo come un uragano. L’usignolo non canta più. L’artrite l’ha resa gobba, l’alcool e i medicinali l’hanno resa gonfia e senza capelli, i lutti hanno ferito la sua voglia di vivere. Ma improvvisamente qualcuno bussa alla sua porta e arriva a profanare questo “buio”. È Bruno Coquatrix, l’impresario dell’Olympia. Tra un bicchiere “proibito” e l’altro e una rivisitazione del tempo che fu ma che può ancora essere, Bruno la convincerà ad esibirsi utilizzando al meglio urla e abbracci . Trionfa il sogno, trionfa la speranza.

Lo spettacolo ripercorre i giorni che precedettero la storica esibizione di Édith Piaf sul palco dell’Olympia, dalla fine del 1960 sino alla primavera del 1961. Questo racconto, arricchito da canzoni eseguite rigorosamente dal vivo, vuole essere un omaggio a una delle voci più belle e strazianti della canzone moderna.

Perfetta nell’interpretazione e superba nel canto, la Giglio, riconsegna con rigore ogni sfumatura dell’interiorità di un’anima tormentata eppure nobile, apparentemente infantile eppure profonda, sorprendentemente vitale ma altrettanto fragile. Tutte le canzoni , da “Milord” a “Non, je ne regrette rien“ passando per “La vie en rose”, sono eseguite magistralmente dal vivo. Grande anche l’interpretazione di Martino Duane per un duetto di artisti che consegneranno al fortunato pubblico emozioni e sentimenti semplicemente indimenticabili.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Florida: gli artisti di Spoleto Arte premiati con l’International Art Prize Dalì

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Venerdì 30 novembre diventa un giorno speciale per una ristretta cerchia d’artisti. Questi ultimi vedranno premiato il loro percorso artistico con un riconoscimento dal sapore internazionale. Dove? Niente meno che al Salvador Dalì Museum in Florida (One Dalì Bvld, St. Petersbourg). L’International Art Prize Dalì è stato infatti attribuito oggi a pittori, scultori, fotografi, ad artisti la cui strada è ormai consolidata e ad altri che ancora sono in ascesa e vanno per questo appoggiati.

Sfilano i nomi di note personalità che hanno contribuito a rendere il premio in nome di uno dei più grandi e apprezzati artisti del Novecento qualcosa di unico. Non potevano infatti mancare l’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì, e Alberto D’Atanasio, il direttore del Premio Modigliani. Vi sono poi le firme del direttore dell’orchestra del Teatro La Fenice Silvia Casarin Rizzolo, di Roberto Villa di Casa della Fotografia e del manager di personaggi noti Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte.

Proprio a quest’ultimo si deve l’organizzazione della premiazione oltreoceano. La motivazione della scelta risiede nella volontà di dare risalto a un valore, come l’arte, che non riconosce frontiere. Spoleto Arte intende così avvicinare il premio a un contesto multiculturale come Art Basel e alla mostra Miami meets Milano, che di lì a poco alzeranno il sipario. Si resta comunque legati al nome da cui il premio trae motivo di pregio con la scelta della location. Il nuovo museo, costruito nel 2011, espone un’ampia collezione di manufatti artistici, foto e documenti del grande Maestro. Si possono difatti contare più di 2.100 “tesori” lasciatici da Dalì.

Ma passiamo ai veri protagonisti, gli artisti a cui è stato conferito il premio: Milena Aere, Patrizio Arabito, Paolo Barichello, Maria Brunaccini, Margherita Casadei, Rosanna Cecchet, Bruno Colla, Claudia Crestani, Anna Di Francesco, Daniele Digiuni, Jacqueline Gallicot Madar, Bruno Greco, Pinella Imbesi, Antonella Laganà, Daniela Leghissa, Francesca Aurora Malatesta, Massimo Mariano, Andreas McMuller, Susanna Murgia, Alessandro Negrini, Giuseppe Pasqualetto, Giulia Quaranta Provenzano, Orlando Rosa, Gisella Rosmini, Rolando Rovati, Donatella Saladino, Elisa Scuccimarra, Maria Pia Severi, Fedor Kuz’mic Suskov, Carlà Tomatis, Maria Turra ed Emel Vardar.

Per ulteriori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a org@spoletoarte.it o visitare il sito www.spoletoarte.it.

Mostra Collettiva Arte: PICCOLE EMOZIONI

Scritto da COSARTE il . Pubblicato in Arte, Cultura

Il 07 dicembre si apre la seconda edizione dell’esposizione Collettiva d’arte di opere di piccole dimensioni. La mostra ‘Piccole Emozioni’  si terrà dal 07 al 22 Dicembre 2018 presso Cosarte, spazio espositivo nel cuore di Garbatella.

L’obiettivo della mostra, approfittando del Natale in arrivo, è quella di chiedere agli artisti di esprimersi attraverso sei piccole opere da proporre al pubblico come ‘finestra’ dell’arte. Una vetrina espositiva aperta sia alla dimensione tradizionale, sia alle nuove ricerche e tendenze dell’arte contemporanea.

Le piccole opere in esposizione potranno essere vendute dagli artisti ad un ‘piccolo’ prezzo prefissato. L’idea è quella di avvicinare il pubblico all’arte, molto spesso nei piccoli quadri ci sono grandi emozioni e una piccola opera può essere un’ottima idea per un regalo artistico.

Il vernissage si terrà venerdì 07 Dicembre 2018, a partire dalle ore 18.30.

Artisti partecipanti:

Maurizio Campitelli – Calogero Carbone – Cinzia Carlomusto  – Giorgia Catapano – Roberto Fantini – Emanuele Fasciani – Livia Garibaldi – Simona Gloriani –  Marilena La Mantia – Maria Grazia Lunghi – Walter Necci –  Roberto Serrao – Gabriella Tirincanti – Paolo Viterbini

Info mostra:

Orari:

Martedì e Giovedì 16.30/19.30

Mercoledì, Venerdì e Sabato 11.00/13.30 – 16.00/19.00

Ingresso libero

COSARTE Spazio Creativo

Via Nicolò da Pistoia, 18 – Roma (Garbatella)

Contatti:

Tel. 3290567987 (Simona Gloriani) – 06/64010660

Email: cosarte@libero.it – Pagina Facebook: Cosarte Spazio Creativo

Milano Art Gallery: Renata Bertolini presentata da Salvo Nugnes e Roberto Villa

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

A Milano l’artista Renata Bertolini presenterà la personale dal titolo “La pittura dell’anima”. La mostra, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, direttore delle Milano Art Gallery, avrà luogo nello spazio culturale “La Porta Verde”, in via Ampère 102. L’inaugurazione è prevista per venerdì 11 gennaio, con la presenza di Roberto Villa, fotografo di fama internazionale.

L’opera della Bertolini inizia dal caos dello scarabocchio per attraversare, crescendo, rappresentando, eliminando sintomi attraverso la produzione. Una proiezione grafica che prende coscienza di sé attraverso diversi stili. Tutti che si ritrovano nel vocabolario dell’inconscio collettivo, dunque nella storia dell’arte umana, dunque nel vocabolario della sua anima e dell’anima di ciascuno.

Il Prof. Vittorio Sgarbi, in riferimento alla sua produzione artistica, scrive: “Il caso della Bertolini è quello di una singolare coincidenza tra il linguaggio dei segni da lei inventato, quindi totalmente suo, e un linguaggio verbale che è quello che noi comunichiamo, cioè a dire che questi quadri come avviene hanno un titolo. L’artista parte dall’idea che il linguaggio del segno, assolutamente suo, alla fine si può identificare con il linguaggio della parola, e quindi i titoli che le opere d’arte hanno corrispondono al contenuto che autonomamente il suo segno ha costruito. La Bertolini ha dato dimostrazione di metodo molto importante, cioè che ogni mano, in particolare la sua, ha una lingua. Io credo che le sue opere comunichino in maniera assolutamente perfetta quello che poi il linguaggio verbale traduce”.

L’esposizione delle opere di Renata Bertolini si terrà fino a venerdì primo febbraio 2019.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a info@milanoartgallery.it oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.

” La Rocca dei Poeti ” – IV edizione Festival Nazionale di poesia

Scritto da michele gentile il . Pubblicato in Arte, Cultura

Il prossimo 15 dicembre 2018, con inizio alle ore 16, presso la prestigiosa  Sala Conferenze ex Tempio di Santa Croce nella Città di Tuscania ( VT ),  si terrà la IV edizione del Festival Nazionale di poesia “ La Rocca dei Poeti”. Partecipano poeti da tutta Italia e dall’estero e quattro prestigiosi  relatori. La poesia al centro di questo evento come nobile arte della parola e come spunto attraverso il quale ragionare su diversi, importanti temi della nostra società; cultura, sociale, educazione, diritti, solidarietà. La manifestazione gode del Patrocinio della Città di Tuscania. La Masciulli Edizioni pubblicherà un’antologia di questa edizione.

Poeti partecipanti al reading :

Lucianna Argentino – Monica Baldacchino –  Pietro Benedetti

Rita Bompadre –  Ciro Cianni – Annalena Cimino

Antonio Corbo – Daniel Gahnertz – Francesca Gallus

Paola Gaspardis – Valerio Gentile – Antonio Girardi – La Banda del Drago

Lou Retra – Rosa Mannetta – Matteo Marangoni

Beatrice Mezzone – Genni Morganella – Marcello Muccelli

Francisco Muñoz Soler – Ndjock Ngana – Alfonso Ottomana

Simona Pasquali – Andrea Petricca – Luciana Raggi

Annagrazia Ruscitti – Bice Sabatini – Silvana Stremiz

Bogdana Trivak – Nello Zaino

Ospiti

Umberto Coro,  Guido Casadei e Riccardo Tiberi

Relatori :

Gianni Maritati – Giornalista – scrittore – Vice Capo Redattore TG1 Redazione Cultura e Spettacolo – Presidente Ass.culturale “ Clemente Riva “

Maria Anna Patti – Giornalista – ideatrice e curatrice di @CasaLettori – collabora con Robinson Repubblica e con Espresso

Stefania Nicolosi – Presidente del Consiglio Comunale di Tuscania e delegata alla Cultura e Turismo, Urbanistica e Centro Storico

Alessio Masciulli – Scrittore – Responsabile Masciulli Edizioni

Accompagnamento musicale a cura di Rodolfo Benedetti

Presenta

Aldo Marinelli – Scrittore – fotografo – giornalista – ideatore e curatore del Periodico on line “ La Mia Ostia “

Caffè e Brindisi finale con il pubblico presente     

INGRESSO GRATUITO 

Sito internet: https://laroccadeipoeti.jimdo.com/

Pagina facebook : https://it-it.facebook.com/laroccadeipoeti/