Miami meets Milano in partnership con Broker Insurance Group

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Miami meets Milano, la mostra internazionale d’arte italiana all’Hotel Victor, nel cuore della city e accanto a villa Versace, si è chiusa ieri con grande consenso di pubblico e critica. Dal 6 al 10 dicembre l’esposizione è volata oltreoceano, nel contesto della più grande fiera del mondo, la Miami Art Basel.
L’evento aveva suscitato notevole interesse già tre settimane fa con la conferenza stampa alla Camera dei Deputati, presentata dal manager della cultura Salvo Nugnes, dall’onorevole Ignazio La Russa, Vittorio Sgarbi, Alberto d’Atanasio del Museo Modigliani, Veronica Ferretti del Museo Buonarroti e dall’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì.
A garantire lo svolgimento dell’esposizione, da prima del vernissage a dopo la sua chiusura, è stata l’importante partnership con Ciaccioarte – insurance services della BIG – Broker Insurance Group. Il leader – consigliere e AD, nonché fondatore della società d’intermediazione assicurativa con sede a Milano – Massimo Ciaccio, affiancato dal figlio Gabriele, ha collaborato per rendere un successo la mostra.
All’evento hanno offerto il loro prezioso contributo anche il direttore generale del Ministero degli Affari Esteri Andrea Meloni, l’ex sindaco di Miami Philip Levine, il console generale d’Italia a Miami Adolfo Barattolo e i già citati Alberto d’Atanasio, Veronica Ferretti, Vittorio Sgarbi, José Dalì, l’onorevole Ignazio La Russa, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e il Sindaco di Milano Giuseppe Sala.
A conferma dell’orizzonte culturale di cui l’esibizione si fa portavoce, Vittorio Sgarbi così commenta: «L’iniziativa offre l’opportunità di ammirare le opere di maestri dell’arte antica, moderna e contemporanea che hanno già lasciato un segno evidente nella storia. Tra gli altri Antonio Canova, Filippo De Pisis, Fausto Pirandello, Renato Guttuso, Gino De Dominicis, accostate ai lavori di artisti emergenti».

I riflettori dell’arte puntati sul vernissage di Miami meets Milano

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è aperta mercoledì 6 dicembre la mostra internazionale Miami meets Milano, che si è tenuta nel rinomato Hotel Victor in Ocean Drive, nel cuore di Miami Beach. Forte del consenso generale e della critica, che ha dimostrato numerosi apprezzamenti, l’evento – che porta con fierezza la grande arte italiana a livello internazionale – si è svolto infatti in contemporanea (fino al 10 dicembre) con la fiera del settore più importante al mondo: Art Basel.
Si dice soddisfatto del successo riscontrato anche l’organizzatore della mostra e manager della cultura Salvo Nugnes, che poche settimane fa ha presentato Miami meets Milano alla Camera dei Deputati. La conferenza stampa ha visto coinvolti anche l’onorevole Ignazio La Russa, Vittorio Sgarbi, Veronica Ferretti del Museo Buonarroti, Alberto d’Atanasio del Museo Modigliani e l’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì.
Alla mostra hanno contribuito invece il direttore generale del Ministero degli Affari Esteri Andrea Meloni, l’ex sindaco di Miami Philip Levine, l’ex console generale d’Italia a Miami Adolfo Barattolo, il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala.
Tra le opere selezionate per l’esposizione ci sono quelle di Stefania Gonzato Buccio, Giuliana Maddalena Fusari, Giovanna Angela Giovanetti, Federica Marin e Valeria Mariotti, Enrica Mazzuchin, Carla Moiso e Alvaro Moroni, Daniela Rebuzzi e Margaretha Gubernale, Loredana Caretti, Flora Castaldi, Maurizio Faggion, Anna Izzo e Roberto Proietti, Silvano Persoglia, Karin Monschauer, Angela Nasone, Maria Franca Grisolia, Corrado Avanzi, Filippo Bigoni, Elena Borboni, Cinzia Bulone, Margherita Casadei, Sergio Cavallerin, Alberto Curtolo, Daniela Delle Fratte (in arte Didif), Domenico Salvatore Dore, Giammarco Derosas, Amalia Gil-Merino, Giovanna Angela Giovanetti, Maria Teresa Guala, Stephanie Holznecht, Valeria Mariotti, Gabriella Martino, Silvana Mascioli, Carla Monti, Katiuscia Papaleo, Renato Paparelli, Francesco Passero, Damisela Pastors, Giuseppe Piccolo, Emanuela Raneri, Maria Antonietta Sparano (Miretta Sparano), Giacomo Susco.
L’onorevole Ignazio La Russa, ringraziando l’art director Salvo Nugnes per il suo grande spirito d’iniziativa e imprenditorialità, afferma che l’arte italiana non è seconda a nessuno e con “Miami meets Milano” si portano grandi nomi all’estero: «non è un caso che anche oltre oceano l’evento sia stato accolto con molto clamore dalla stampa e dalla critica, con il benestare del sindaco di Miami». Ed è proprio Salvo Nugnes a spiegare le finalità dell’ambiziosa iniziativa che lega due città dal forte legame simbolico artistico e culturale: «L’intenzione è quella di consolidare la centralità della grande arte italiana nel mondo allargando l’orizzonte del panorama contemporaneo». Vittorio Sgarbi commenta così: «L’iniziativa offre l’opportunità di ammirare le opere di maestri dell’arte antica, moderna e contemporanea che hanno già lasciato un segno evidente nella storia. Tra gli altri Antonio Canova, Filippo De Pisis, Fausto Pirandello, Renato Guttuso, Gino De Dominicis, accostate ai lavori di artisti emergenti».

Tv, i quarant’anni di Antenna3 Lombardia: il focus di Paolo Campiglio

Scritto da articoli news il . Pubblicato in TV

Le riflessioni di Paolo Campiglio sul convegno del 15 novembre dedicato al quarantennale di Antenna3 Lombardia, emittente privata che ha battezzato diversi talenti oggi conosciuti in tutto il Paese.

Paolo Campiglio

Antenna 3 Lombardia a Palazzo Pirelli: la partecipazione di Paolo Campiglio

Apprezzato commentatore televisivo e musicale, Paolo Campiglio ha partecipato lo scorso 15 novembre al convegno organizzato nella Sala Gonfalone di Palazzo Pirelli sulla nascita di Antenna3 Lombardia e sul suo ruolo nell’evoluzione del linguaggio televisivo. L’emittente di Legnano, fondata il 3 novembre 1977, compie infatti quarant’anni, come sottolinea il Presidente di Daclé SA sul suo blog nell’articolo in cui ripercorre la giornata dedicata ai festeggiamenti, coronati da una mostra fotografica e dalla proiezione del docu-film “Via per Busto 15: la tv commerciale è nata qui”. Nel suo approfondimento, Paolo Campiglio riporta le tappe fondamentali della storia della rete televisiva a cui hanno dato vita Renzo Villa ed Enzo Tortora: nei suoi studi sono nati e cresciuti molti talenti che successivamente hanno ottenuto popolarità a livello nazionale. Teo Teocoli e Massimo Boldi ma anche Giorgio Faletti, Ettore Andenna, Cino Tortorella, I gatti di vicolo miracoli e Ric e Gian per citarne alcuni. Non solo: in diversi programmi trasmessi sul Canale 52 si possono intravedere i prodromi di molti format oggi di grande successo. “Cos’era in fondo “Il pomofiore” con Lucio Flauto (1977) se non una prima versione della “Corrida” o di un moderno “X Factor”? E “La Bustarella” (1978-84) se non “Giochi senza frontiere” o più recentemente quelli che sarebbero diventatati i cosiddetti “Pacchi”? Se gli autori avessero brevettato i format sarebbero ricchissimi” osserva nel suo articolo Paolo Campiglio, confermando ulteriormente quanto Antenna3 Lombardia abbia contribuito a costruire la storia della televisione nel nostro Paese.

Paolo Campiglio: ritratto professionale del Presidente di Daclé

Manager specializzato in internazionalizzazione di impresa con diverse esperienze in ambito farmaceutico, Paolo Campiglio è oggi Presidente di Daclé SA e guida inoltre la società capogruppo. Si forma al liceo commerciale a indirizzo giuridico amministrativo, iscrivendosi in seguito alla Facoltà di Farmacia nell’Università degli Studi di Pavia. Poco più che ventenne fonda uno studio associato che fornisce consulenze a imprese negli investimenti sui mercati esteri. Successivamente entra in Carmax-Pro Srl nel ruolo di Chief Financial Officer. È il 2003 quando arriva a Daclé SA: inizialmente in qualità di Direttore Commerciale del Gruppo gli viene affidata la gestione del settore esteri. Si occupa di consolidare il brand sui mercati già esistenti e di coordinarne l’espansione in Europa Orientale. Non a caso viene anche scelto come Vicepresidente esecutivo della Camera di Commercio Italo-Polacca. Nel Gruppo cresce professionalmente arrivando a ricoprire le posizioni di Responsabile del patrimonio immobiliare e di Direttore Esecutivo della società capogruppo. Nel 2015 la nomina a Presidente di Daclé SA. Nel tempo libero coltiva la passione per lo spettacolo e la musica: commentatore e speaker radiofonico, Paolo Campiglio ha seguito diverse edizioni del Festival di Sanremo e della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

MaveRik, Per non essere da meno

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

in radio il singolo apripista dell’Ep Petali

“Per non essere da meno”, atmosfere acustiche e melodie dolci, vanno pian piano a fondersi con un sound sempre più marcato e corposo, arricchito da un tappeto sonoro ricco e mai banale che avvolge l’ascoltatore fin dalle prime note…buon viaggio!
Estratto dall’Ep “Petali” che nasce come naturale prosecuzione del progetto MaveRik cominciato nel 2014. E’una prima raccolta di inediti che descrive il suo modo di scrivere nelle sue varie sfaccettature.
Non è casuale  la scelta del nome, l’EP nel complesso ha un suo stile omogeneo, ma se si guarda o meglio se si ascolta più da vicino si possono notare ed apprezzare varie sonorità ed atmosfere che vibrano forti nei 5 Petali di questo primo fiore musicale…
Il progetto MaveRik prende vita  nel 2014 da una chitarra e qualche idea. Dopo una  lunga militanza in gruppi rock e due album autoprodotti alle spalle, decide  di mettersi alla prova come solista;“con diverso materiale pronto ma nulla di “registrato” mi sono detto: perché no…”
Scrive canzoni da sempre e questa volta i brani nascono principalmente in forma acustica. Nel settembre del 2014 esce il primo singolo dal titolo “Senza più alibi”, disponibile su Youtube e sulle principali piattaforme online (iTunes, Amazon, Spotify, etc.).
Il 2015 vede la pubblicazione (sempre tramite social) di altri  due brani acustici: “Io non so e “Aspetta immobile.
Nell’ottobre 2016 esce il singolo “La parte migliore” (già presentato in acustico al “Tica Tica” di Perugia) interamente autoprodotto e registrato “Al Fondino” di Gubbio, masterizzato allo studio “Maestà” di Giovanni Versari e accompagnato dal videoclip realizzato da Francesco Biccheri.
Visto l’ottimo riscontro del pezzo prosegue a scrivere e registrare, ed ecco che  nel dicembre 2017 vede la luce l’ EP “Petali”, contenente 5 brani (4 inediti più “La parte migliore”), prodotto e registrato con gli stessi musicisti, fonici e registi de “La parte migliore” e   presentato dal vivo al festival Rock for Life di Ponticelli (PG). Il singolo/video apripista è “Per non essere da meno”.

 https://www.facebook.com/MaveRik-322494451240990/?fref=ts

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it 

Il 15 dicembre si terrà il Premio Giuliano Gemma

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Film, Spettacolo

Un omaggio al grande “Campione di Vita” amico della Boxe attraverso le eccellenze dello Sport, del Cinema, dell’Arte e dello Spettacolo.

“Lo Sport mi ha sempre affascinato molto. Invito i giovani a fare Sport perché richiede sacrificio ed il sacrificio servirà anche in altri momenti della vita”. Più che una riflessione una regola di vita che ci ha lasciato l’indimenticabile Giuliano Gemma, attore di fama internazionale, scultore, stuntman e sportivo, scomparso il 1 ottobre 2013. A lui è dedicato il “Premio Giuliano Gemma 2017 – Forza, Passione, Identità“, nato nel 2016 in occasione del Centenario della Federazione Pugilistica Italiana ed organizzato anche quest’anno dalla FPI, grazie al Presidente Vittorio Lai, in collaborazione con la Tiziana Rocca Production e Vladimiro Riga e con il supporto di BabaRicherme, Vera e Giuliana Gemma. L’omaggio al “Campione di Vita” verrà celebrato il 15 dicembre a Roma presso la prestigiosa Sala Autorità dello Stadio Olimpico del CONI, ente patrocinante dell’iniziativa, attraverso i personaggi più rappresentativi e meritevoli del Pugilato Italiano e dello Sport, nonché coloro che, con maestria e professionalità, nel 2017 hanno contribuito a diffondere i valori di Gemma e della noble art attraverso il Cinema, la Tv, l’Arte e lo Spettacolo. Un percorso artistico e valoriale che coinvolgerà anche il mondo della Scuola, con la Campagna Social FPI #iocimettolafaccia, al pari dei Social Partner FPI, con l’intento di trasmettereun messaggio forte e chiaro alle nuove generazioni; ma anche solidale, nello stile di Gemma, ed enogastronomico “kitchen solidarity” con dedica speciale alle Marche ed ai paesi del “cratere del terremoto”, a cui l’attore romano era molto legato dalla stessa caparbietà, coraggio e sensibilità. L’evento, di fronte ad un ricco parterre di autorità istituzionali e sportive e personaggi famosi, sarà presentato da Andrea Fusco, giornalista e conduttore RAI che ripercorrerà la carriera di Gemma attraverso molti dei suoi amici, in particolare l’amico fraterno, Campione e Ambasciatore del Pugilato Italiano nel Mondo Nino Benvenuti. Le categorie in gara per il Premio Giuliano Gemma saranno cinque: Pugilato, Cinema/Tv, Teatro, Arte e Scuola. Una sezione sarà dedicata ai Premi Speciali, primo fra tutti il Premio al Presidente del CONI Giovanni Malagò. Dall’Eccellenza nella Boxe, dal ring ai vertici, a quella nello Spettacolo, nello Sport, con grandi Campioni, e nel Giornalismo. Per il giornalismo il premio verrà consegnato a Gianni Minà. Pel il Cinema saranno premiati Adriano Giannini e il regista Marco Pontecorvo per la fiction “Il Coraggio di Vincere”. Per la Tv sarà premiato Massimo Giletti. Premio alla carriera all’attore Lino Banfi. Verrà premiato anche Alessio Boni, grande amico di Giuliano Gemma. Per il mondo della scherma verranno premiate Valentina Vezzali e Margherita Granbassi. Ed anche Massimo Vanni, come miglior Stuntman e Enzo Castellari, come miglior regista internazionale riceveranno il premio. Per il Pugilato riceveranno l’ambito riconoscimento Alessia Mesiano, Emanuele Blandamura, Vittoria De Carlo; Premi Speciali al Presidente AIBA Franco Falcinelli ed al Campionissimo Roberto Cammarelle. Per la sezione documentari, i premi andranno al Premiate anche le Onlus Salvamamme e Sport Senza Frontiere. Presenti tantissimi altri VIP per omaggiare il grande attore Giuliano Gemma. Emozioni ed adrenalina anche per il Premio Speciale “Doc”, dedicato ai documentari con i “guantoni”: il campione Emiliano Marsili ed i registi Alessio Di Cosimo, Tony Saccucci e Roberto Palma. Al giornalista Peter Lerner andrà il Premio “Fighter”. La kermesse si concluderà con un abbraccio finale, come quello dei pugili alla fine di un incontro, e la consegna del Premio Speciale “Hug”, destinato alle Onlus Salvamamme e Sport Senza Frontiere.

Fare Sociologia è ora in libreria

Scritto da Marco il . Pubblicato in Libri

E’ uscito in questi giorni in libreria, edito da Edizioni Altravista, il nuovo libro con curatela e traduzione di Enrico Caniglia, Andrea Spreafico e Federico Zanettin, dal titolo Harvey Sacks – Fare Sociologia.

Scopo di questa antologia è quello di presentare e discutere gli aspetti fondativi della riflessione di Harvey Sacks. Per questo abbiamo selezionato un gruppo di saggi che riguardano la prima fase del pensiero sacksiano – ben distinti per stili e contenuti da quelli più famosi dedicati al sistema dei turni conversazionali e alle categorie di appartenenza. Ciò che li accomuna è una serrata riflessione volta a ridefinire l’impresa conoscitiva della sociologia, anche se ciò non esclude importanti implicazioni per la psicologia, l’antropologia culturale e la linguistica. Quello dello studioso newyorkese costituisce infatti uno dei più approfonditi tentativi di descrizione di cosa voglia dire fare sociologia, una questione che spesso viene ingiustamente accantonata. Al centro della sua proposta vi è la doppia funzione del linguaggio: da un lato è la principale forma di agire sociale, dall’altro partecipa alla costruzione formale del ragionamento volto a fornire strumenti metodologici per la ricerca.

Enrico Caniglia è professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, dove insegna Comunicazione politica e Sociologia della devianza. Tra le sue più recenti pubblicazioni, “Devianza e interazione sociale” (Maggioli 2016) e “Forme della comunicazione politica” (Utet 2013).

Andrea Spreafico è professore associato presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre, dove insegna Metodologia della ricerca sociale e Sociologia corso avanzato. Tra le sue pubblicazioni, “Tracce di ‘sé’ e pratiche sociali. Un campo d’applicazione per una sociologia situata e visuale delle interazioni incarnate” (Armando 2016).

Federico Zanettin è professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, dove insegna Lingua e traduzione inglese. Tra le sue pubblicazioni, il volume “Translation-Driven Corpora” (Routledge 2012) e il saggio “Giornalista o donna? Traduzione e categorizzazione di appartenenza” (Bononia University Press 2016).

Il libro fa parte della collana “Teoria e ricerca sociale e politica”, che ha come obiettivo il voler fornire uno spazio nuovo, fresco, alle opinioni sulle più recenti tematiche sociali e politiche nazionali e internazionali.

Scopri la scheda del libro >>>

“Natale con l’arte in Via della Spiga”, Guido Cicero espone a Milano nel “quadrilatero” della moda

Scritto da inpress il . Pubblicato in Arte, Cultura

Milano – Dal 15 al 31 dicembre un’opera dell’artista modicano Guido Cicero, dal titolo “Esser donna”, sarà esposta in mostra nei locali della Galleria d’arte contemporanea D Studio, in Via della Spiga 7, nell’ambito della collettiva “Natale con l’arte in Via della Spiga”, a cura di Giorgio Gregorio Grasso, critico d’arte e curatore di alcuni padiglioni della Biennale di Venezia. La mostra sarà inaugurata venerdì 15 alle ore 18, alla presenza dell’artista modicano. Hanno assicurato la loro partecipazione anche diverse Associazioni di siciliani a Milano, tra cui “Casa Giara” con il suo presidente Pippo Puma.

Per Cicero si tratta di un’importante vetrina, dal momento che lo spazio espositivo ha sede in una delle vie più lussuose dello shopping e dell’alta moda, nel celebre “quadrilatero” milanese. L’invito a esporre è arrivato a compimento di un anno ricco di soddisfazioni per l’artista modicano, che ha già “collezionato” la partecipazione alla mostra allestita a Palazzo Ca’ Zenobio degli Armeni a Venezia nell’ambito della 57 Biennale e al “Premio Internazionale d’Arte Contemporanea” della MAG – Mediolanum Art Gallery di Padova. L’opera esposta vuole essere appunto un omaggio alla donna, nel cuore milanese dell’alta moda.

“Esser donna”, dipinta con colori acrilici su tela, è stata realizzata in occasione della scorsa giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ritrae una figura femminile assorta nei suoi pensieri. L’artista affida la trasposizione su tela di tali sentimenti ed emozioni ai veloci colpi di pennello, agli spruzzi di colore e alle tinte accese che “illuminano” lo sfondo scuro, aprendo un varco che consente allo spettatore di cogliere l’anima e l’essenza del soggetto rappresentato. Nel suo stile pittorico si fondono, in una sintesi originale, suggestioni del post impressionismo e dell’astrattismo, del dripping pollockiano e del realismo.

Inoltre, alcune opere di Guido Cicero dedicate al binomio arte ed eleganza si potranno ammirare dall’8 al 25 dicembre nelle vetrine del negozio di abbigliamento Azzarrelli, sul Corso Umberto I a Modica.

Info e contatti
sito web: http://guidocicero.guidocicero.it/
mail: guidocicero52@gmail.com
cell: 338 8614677

Un Natale speciale a Cinecittà World

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Cultura, Film

Cinecittà World, il Parco divertimenti del Cinema e della Tv di Roma, ha riaperto per la stagione di Natale con un grande party d’inaugurazione organizzato dalla Tiziana Rocca Production. Al ciak ufficiale tanti vip, Matilde Brandi, Danilo Brugia, Fanny Cadeo, Paolo Calissano, Nathalie Caldonazzo, Kaspar Capparoni, Sebastiano Somma, Valeria Zazzaretta, Daria Baykalova, Sabina Stilo, Sharon Alessandri, Cosetta Turco, Katia Greco, Chiara Leonetti, Micaela, Sara Galimberti, Brazo Crew, Erika Marconi, Massimo Coglitore, Francesca De Martini, Jacopo Olmo Antinori, Katia Greco, Morgana Lengfeld.

Gli ospiti hanno prima assistito a Gangs of Musical, il main show al Teatro 1, che attraverso una sequenza mozzafiato di brani tutti dal vivo racconta alcuni tra i Film musicali più famosi della storia.

Poi hanno potuto vedere in anteprima nazionale il film DICKENS – L’uomo che inventò il Natale di Bharat Nalluri, un coinvolgente biopic letterario che rivela gli aspetti meno noti della vita dello scrittore inglese Charles Dickens, autore di uno dei capolavori della letteratura di tutti i tempi: Canto di Natale. Il film, distribuito da Notorius Pictures, uscirà nelle sale il 21 dicembre. Alla giornata di festa hanno partecipato anche alcuni dei bambini e delle mamme seguite da Salvammame, l’associazione che da oltre 20 anni è in prima linea per il supporto concreto delle famiglie in difficoltà socio-economica.

Cinecittà World rimarrà aperto fino al 7 gennaio. Una volta entrati nel Parco gli ospiti attraverseranno la Cinecittà Street dove suoni e luci regaleranno la magica emozione di trovarsi davvero su una strada di New York e dove si potrà incontrare Babbo Natale nella sua casa in Cinecittà Shop.

Si sposteranno poi nel mitico Far West, passando per l’Antica Roma e Spaceland. Fino a raggiungere Adventure Land con il suo passaggio nella Foresta Indiana, sotto il gigantesco elefante, e Sognolabio, l’area dedicata ai più piccoli.

Il Parco, grazie alle 16 attrazioni al coperto e ai numerosi spettacoli nei teatri, sarà accogliente con qualsiasi clima o temperatura. Anche nei giorni più freddi, infatti, sarà possibile divertirsi e respirare la calda atmosfera natalizia, con i set addobbati e impreziositi dei colotri tipici del Natale: rosso, bianco ed oro.

Ricco il cartellone di eventi e anteprime: il 10 dicembre tappa finale dell’Oscar dei Comuni, la manifestazione che promuove le eccellenze del Lazio. Finalisti i comuni di Genazzano e Velletri, special guest oltre 700 tra bande e majoretts.  Sabato 16 dicembre evento no profit Viva l’Italia, in collaborazione con le Interforze. Sarà consegnato un assegno al Comune di Leonessa per l’acquisto di materiali didattici.

Domenica 17 dicembre, alle 16, l’appuntamento è con l’anteprima nazionale di Ferdinand il Toro, il film d’animazione prodotto da 20th Century Fox che racconta la storia di un robusto toro, che a dispetto della sua stazza, vuole avere una vita molto tranquilla.

Il 23 dicembre, poi, ci sarà la proiezione del film brillante La mia famiglia a soqquadro e un regalo da parte di Cinecittà World a tutti gli ospiti del parco sotto il grande albero della Cinecittà Street.

“Grazie ai risultati positivi della stagione 2017 e ai grandi spazi indoor del parco – hacommentato l’Amministratore Delegato Stefano Cigarini – abbiamo prolungato il calendario per regalare ai nostri ospiti un altro mese di esperienze e divertimento per tutta la famiglia”.

Dopo il Natale si prepara un’indimenticabile Capodanno con una grande festa dalle 18 alle 8 di mattina. Amore 018, con 100 artisti, 70 djset, 14 ore di musica no stop, 30 live set, spettacoli e attrazioni per tutta la serata e la possibilità di scegliere tra diversi tipi di cenone. Tra i nomi già annunciati Sfera Ebbasta, Derrick May, Josh Wink e Danny Tenaglia. Un Capodanno speciale, per grandi, ragazzi e bambini, a partire da 35€.

Si conclude la stagione con il weekend dell’Epifania: il 6 gennaio l’anteprima nazionale del film d’animazione Leo Da Vinci, Missione Monna Lisa, il 7 gennaio grande giornata di chiusura… o meglio di arrivederci alla prossima stagione!

“Quintessenza”, tradizione e Assoluto nelle donne di Eliana Adorno

Scritto da inpress il . Pubblicato in Arte, Cultura

Floridia (SR) – La ceramica come mezzo di espressione dell’anima. “Quintessenza”, personale di Eliana Adorno sarà inaugurata domenica 17 dicembre alle ore 19 al Museo etnografico “Nunzio Bruno” in Piazza Umberto I, 27 a Floridia. Un vernissage che vedrà coinvolti lo staff dell’esposizione permanente floridiana, Daniela Frisone, giornalista e studiosa di avanguardie letterarie siciliane e Sebiano (Sebastiano Failla), batterista e percussionista jazz.

Una sessantina di opere dell’artista della ceramica e del decoro Eliana Adorno verranno presentate nell’ambito delle iniziative promosse nel territorio ibleo dal Centro studi di Ricerche popolari Xiridia, ente privato gestore del museo. La direzione del Museo etnografico “Nunzio Bruno”, che dal 2005 raccoglie il lavoro di ricognizione sull’antica vita contadina, da anni intesse una fitta rete di partenariati con istituzioni scolastiche e culturali ma soprattutto si distingue per aver contribuito alla fondazione della “Rete museale della cultura iblea” (REMCI) e del “Sistema Rete museale Iblei”, per la quale svolge la funzione di coordinamento.

Tra le tappe più significative del percorso artistico di Eliana Adorno spicca il suo intervento nel 2003 alla collettiva “La Table du Musèe” al Museum Expressions al Palais des Congrès di Parigi, dove nel 2005 partecipa alla mostra “La Sicilia”. Quelli furono gli anni in cui il Palais des Congrès espone in modo permanente le opere dell’Adorno nell’ambito di “Casa Sicilia”, grazie a un partenariato con il Museo regionale della ceramica di Caltagirone. Una menzione d’onore spetta alla presenza dell’artista nel 2005 all’allestimento “Tra Vele e Venti, rotte mediterranee della ceramica” in occasione dell’American’s Cup, a Trapani. Nel 2007 Eliana Adorno è nominata tra le “Eccellenze artigiane iblee” nella mostra permanente dell’artigianato artistico alla Camera di Commercio di Siracusa e l’anno successivo nell’ambito di un’esposizione permanente di manufatti in ceramica e vetrofusione alla Galleria dell’eccellenza artigiana ne “La Cittadella del Mastro Artigiano”a Prarolo (VC).

Il titolo della mostra celebra il concetto di “etere” o “quintessenza”, che nella filosofia aristotelica rappresentava il quinto elemento, dopo l’aria, l’acqua, la terra e il fuoco. Il più puro, l’immateriale o lo spirituale, che nella concezione artistica di Eliana Adorno rievoca la sacralità della donna in quanto simbolo di bellezza terrena, di maternità come tradizione, di specchio dell’Assoluto poiché è assimilabile a un’entità sfuggente e permanente. Come scrive Daniela Frisone nel testo presente nella brochure della mostra: «Un accostamento sinergico che allude all’essere femminile in quanto madre, sorgente di vita e sentiero indecifrabile di bioritmi alchemici. E l’alchimia è una delle fonti che inconsciamente gravitano nell’opera di Eliana Adorno. Non è magia nel senso sintattico del termine, la sua è evocazione, rito interdetto, pensiero naturalmente indefinito. I colori gravitano attorno ai corpi presagendo sentimenti, e più sono freddi più sanno di etere, di assoluto. Caldi, piuttosto, rientrano nel dominio dell’umano, della falce di grano, del succo della vite, del sapore del fiato. E le fasce sono corde che opprimono i silenzi, le parole non dette, le ansie taciute».

Durante il vernissage di “Quintessenza” Sebiano, musicista jazz di alta formazione artistica che vive e lavora tra Floridia e Milano, dove si esibisce in teatri come il Dal Verme e lo Strehler, riprodurrà i suoni liquidi ed evocativi degli udu, strumenti antichissimi presenti in tutte le culture del mondo. Abilmente realizzati da Eliana Adorno, gli udu erano utilizzati nell’antichità per portare l’acqua e venivano suonati nei rituali funerari esclusivamente dalle donne.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 7 gennaio 2018 tutti i giorni (compresi i festivi) dalle ore 17 alle 20.

Info e contatti
Ceramiche e Decori
Via Silvio Pellico, 76 – Floridia (Sr)
339 2673235
https://www.facebook.com/eliana.adorno.7

Museo etnografico Nunzio Bruno
Piazza Umberto I, 27 – Floridia (Sr)
389 5122009
www.museofloridia.it

RUBRICA TV “PRO LOCO.UNA RICCHEZZA”: PROSEGUE LA CONVENZIONE CON LE PRO LOCO DEL TERRITORIO

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Locale, TV

Prosegue il rapporto di collaborazione tra il Gal L’Altra Romagna e le Pro loco del territorio delle Province di Forlì-Cesena e Ravenna.

Dopo la stipula in diretta televisiva della convenzione di collaborazione nella diffusione degli eventi del territorio realizzati dalle Pro loco all’interno dell’area di competenza del Gal L’Altra Romagna, Il Presidente Bruno Biserni e il Direttore Mauro Pazzaglia sono protagonisti della rubrica televisiva “Pro loco.Una ricchezza” di Teleromagna.

La rubrica, realizzata all’interno di “Spazio Economia” di Teleromagna affronta e approfondisce le tematiche della convenzione sottoscritta, insieme ai Presidenti del Comitato provinciale delle Pro loco di Forlì-Cesena e Ravenna, Atos Mazzoni e Marino Moroni.

La sottoscrizione della convenzione è avvenuta, nelle scorse settimane in diretta televisiva su Teleromagna, alla presenza dell’Assessore regionale al turismo e commercio Andrea Corsini, del Presidente dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia Antonino La Spina, del Presidente dell’Unione Pro loco regionale Stefano Ferrari, di amministratori locali, e di numerosi Presidenti di Pro loco del territorio interessato.

Obiettivo della convenzione non onerosa tra le parti consiste nella diffusione da parte del Gal L’Altra Romagna, in quanto ente di promozione e sviluppo territoriale, dei principali eventi che le Pro Loco locali organizzano sul territorio di competenza all’interno del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020.

Questa azione, con le positive ricadute sul territorio, sulle Istituzioni  e sugli operatori, vuole collegarsi ed integrarsi con le attività, con gli obiettivi e con i ruoli di tutti coloro che operano nel sistema del turismo, dell’ambiente, del marketing territoriale.

La rubrica televisiva “Pro loco.Una ricchezza”, condotta da Piergiorgio Valbonetti, andrà in onda nelle seguenti giornate:

  • Domenica 10 dicembre ore 20,30 sul canale 11
  • Mercoledì 13 dicembre alle ore 22 sul canale 11
  • Sabato 16 dicembre alle ore 18,30 sul canale 14

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA