Milano Art Gallery: Silvana Landolfi inaugura la personale tra il consenso del pubblico

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

MILANO. Le più sublimi forme d’arte si sono incontrate sabato 11 gennaio alla Milano Art Gallery in via Ampère 102. La personale dell’artista Silvana Landolfi, intitolata Evoluzione Porcellana, ha trovato immediatamente un forte riscontro favorevole di pubblico e critica. Presentata dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, dal fotografo Roberto Villa, amico di Dario Fo e di Pier Paolo Pasolini, dalla presidente di WE Women Empowerment Flavia Sagnelli, la mostra ha avuto inoltre un intermezzo musicale. Grazie al liutaio Michele Sangineto (che si è detto “benevolmente impressionato”), la galleria milanese si è colorata, oltre che delle raffinate opere di Silvana Landolfi, anche di suoni antichi. La musica, eseguita – è il caso di dirlo – ad arte, ha così trovato risonanza nelle creazioni in vetro e porcellana, nonché nei presenti, originando quello che è stato un momento magico, un preludio alla comprensione dei lavori dell’artista.

Nelle creazioni di Silvana Landolfi infatti esiste, insita, la volontà di far incontrare gli opposti e di generare con loro e attorno a loro un’armonia di forme e cromie. Astratto e figurativo si ritrovano pertanto attraverso la materia, comunicando al visitatore sensazioni di leggerezza e di eleganza. E, come ha affermato lo stesso Salvo Nugnes, nelle opere predomina una grazia che scaturisce dalla stessa artista, la quale è capace di comunicare il suo pensiero dandogli una forma, plasmandolo e dimostrando così ciò che veramente è. La “bella percezione” che si avverte fin da subito mettendo piede nella sede espositiva, come notato da Sangineto, accompagna l’osservatore di quadro in quadro, di scacchiera in scacchiera, di linea in colore, sedimentandosi poi nell’animo per mettere radici di leggerezza.

La mostra, a ingresso libero, è visitabile fino al 25 gennaio. Aperta da lunedì a sabato dalle 14.30 alle 19. Per maggiori informazioni è possibile contattare lo 0424 525190, il 388 7338297, scrivere a info@milanoartgallery.it o visitare il sito www.milanoartgallery.it.

Roby Cantafio “Wally” è il brano che omaggia lo speciale rapporto che può instaurarsi fra esseri umani e animali

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Partendo dal racconto di una storia personale, il rocker svela un lato intimo della propria sfera privata ed artistica e invita all’adozione degli animali che più ne hanno bisogno scagliandosi contro l’abbandono.

Il brano “Wally” nasce a seguito della scomparsa dell’amatissimo boxer dell’artista, Roby Cantafio.

La canzone narra del rapporto speciale che si instaura tra un uomo e il suo cane, soprattutto se quest’ultimo è stato adottato dopo una situazione di abbandono e deprivazione e non è più giovanissimo.

Nel brano si descrive il turbamento e il dolore per l’improvvisa mancanza del cane, solo in parte lenito dalla consapevolezza di aver regalato qualche anno di gioia e coccole a un animale altrimenti destinato al canile.

Da qui il messaggio profondo del testo: «se si sceglie di adottare un cane, cercate di aprire il cuore a chi ha meno speranza degli altri, a un cane magari già anziano o non in perfetta forma, perché l’amore che gli si dona sarà sempre poco in confronto a quello puro e incondizionato che il cane saprà donare». Roby Cantafio

Il brano è registrato in parte nello studio di Roby RKC Studios, ed è stato mixato dal suo produttore Ettore Diliberto. Nel brano Roby ha voluto coinvolgere alcuni dei suoi musicisti che spesso lo accompagnano nei live: la bassista Marilena Montarone e il chitarrista Luca Ballabio.

Etichetta: ET-TEAM

Radio date: 13 dicembre 2019

Pubblicazione video: 19 dicembre 2019

BIO

Roby Cantafio nasce in Lombardia ma trascorre infanzia e adolescenza in giro per il mondo, trascorrendo lunghi periodi della sua vita tra Bahamas, Germania, Iran e Algeria, esperienze che influenzeranno profondamente il suo temperamento artistico, impetuoso e ricco di sfumature.

La sua passione per la musica, iniziata sin da giovanissimo, lo ha portato a confrontarsi con diversi strumenti musicali, ma la chitarra elettrica diventa ben presto la sua fedele compagna di vita, grazie alla quale sviluppa una grande passione per il Rock e il Blues e per artisti come Beatles, Rolling Stones, Jimi Hendrix, Led Zeppelin, KISS. Tra i chitarristi i suoi preferiti sono Jeff Beck, Carlos Santana, David Gilmour ed Eric Clapton.

Si interessa inizialmente anche al jazz, ma vince poi l’amore per il rock and roll.
Determinante nel suo approccio allo strumento incontro con il maestro Licchelli di Melegnano presso lʼaccademia musicale Stajano diretta dal Maestro Rebecchi.

Entra a far parte della sua prima band nella provincia di Milano a soli 12 anni, cimentandosi con grandi successi internazionali ed italiani.

Negli anni a venire collabora, anche scrivendo diverse canzoni, con varie band tra cui i NED, con i quali riscuote un buon successo di pubblico e critica, tanto da essere contattati dalla casa discografica RCA e partecipare alle finali del Festival di Castrocaro Terme con un brano dal titolo DONNA MUSICA discutendo un buon successo.

In una successiva edizione di Castrocaro Terme partecipa con la cantante MIKAELA eseguendo un brano scritto per l’occasione da Pino D’Angio.

Altre importanti collaborazioni sono quella col cantante “Sharon” per un tour europeo, e con i “Band in Italy” frutto dellʼ incontro con i produttori Gegeʼ Reitano e Sergio Grandi per l’etichetta “Fremus Record”.

Dopo innumerevoli contributi musicali con diversi artisti, decide di cimentarsi

nel suo percorso solista anche come cantautore e giunge al suo primo disco “FUORI E DENTRO DI ME”, in uscita il 19 ottobre 2018 preceduto dal singolo e video “IL MONDO CHE TREMA”, prodotto da Ettore Diliberto.

Nel disco è presente una collaborazione speciale: quella di una delle più grandi chitarre rock della musica italiana, Ricky Portera, fondatore degli Stadio e chitarrista di Lucio Dalla, che ha suonato nei brani “IL MONDO CHE TREMA” e “SENTO IL CUORE CHE BATTE”.

Nel 2018, alla finale di SANREMO ROCK, viene premiato come artista più seguito sul sito web e sui social di Sanremo Rock. Il 2019 lo vede impegnato nella preparazione di un nuovo album e in molte altre collaborazioni, tra cui la partecipazione a “La Notte delle Chitarre”, spettacolo unico nel suo genere che viene riproposto in tutta Italia e continua ad arricchirsi di ospiti di fama nazionale ed internazionale guidati dalle Custodie Cautelari, e al “Gordini & Friends”, rassegna di concerti itineranti organizzata dal tenore Rodolfo Maria Gordini.

Contatti e social

Sito Web: www.robycantafio.it

Facebook: www.facebook.com/RobyCantafio.personal

Facebook page: www.facebook.com/RobyCantafio

Instagram:  www.instagram.com/robycantafio_official

 Twitter: https://twitter.com/roby_cantafio

Youtube: www.youtube.com/robycantafio

SoundCloud: https://soundcloud.com/robycantafio

DJ ANICETO CONDUCE LA CLASSIFICA “TOP CELEBRITY MUSIC” AL SANREMO MUSIC AWARDS A VENEZIA

Scritto da Nicola Convertino il . Pubblicato in Cultura, Musica, Spettacolo

In occasione della consegna degli Awards nel “Sanremo Music Awards”, DJ Aniceto ha presentato la classifica della “Top Celebrity of Music” all’Hotel Hilton di Venezia.

DJ Aniceto ancora protagonista della scena internazionale con le sue esilaranti incursioni: lo vediamo a Venezia, all’Hotel Hilton, in occasione della consegna degli “Awards” del “Sanremo Music Awards” dove presenta la classifica della “Top Celebrity of Music” del famoso portale Top Celebrity.

In vetta alla classifica Billie Eilish con il suo Bad Guy e al secondo posto entrano prepotentemente i Black Eyed Peas con il loro “Ritmo”, un rifacimento del celebre brano di Corona “Rhythm of the Night”, a seguire Ariana Grande con le sue nuove amichette Miley Cirus e Lana del Rey, per interpretare le Charlie’s Angels.

Poi i mitici Queen, presenti in classifica dopo l’enorme successo del film Bohemian Rhapsody, nonostante le tante critiche alla pellicola cinematografica che non ha rispettato le date principali del percorso della Band e le diverse anomalie sul racconto.

Jason Derulo, lo statunitense di origine Haitiana, ballerino e cantante, sta conquistando il pianeta; dalla Russia all’America, Italia, Africa…insomma TOP del TOP!!!

Ed Sheeran, proiettato come un diamante nelle prossime classifiche di tutto il mondo, ormai non lo ferma più nessuno. Il rosso simpaticone dalla voce calda e amica non ci abbandonerà tanto facilmente.

Linking Park, forza, energia, immagine, e anche se hanno perso la figura di Chester Bennington vanno forte lo stesso.

Travis Scott, conosciuto anche come “La Flame”; rapper americano tra i più ricercati al momento…sold out perenne.

Enrique Iglesias, al massimo sia nella vita privata sia nella sua professione, anche se ultimamente non ha fatto niente di nuovo mantiene la classifica….

Ultimo, in classifica dopo l’enorme successo all’Olimpico di Roma.

Ghali, uno dei personaggi più Trend in Italia, con la sua “Cara Italia” ha veramente spopolando tra il mondo delle Teenagers.

Maneskin, entrano in classifica a malincuore ma vanno forte.

Tom Walker, si parla molto di lui, entra nelle classifiche con molta facilità e continuerà sicuramente l’ascesa nei prossimi mesi e a chiudere i BTS, da noi stanno arrivando in punta di piedi ma in Asia sono al TOP! Vediamo se reggeranno il mercato europeo…

Insomma 14 campioni che saranno premiati sia dal portale “Top Celebrity” che dal “Sanremo Music Awards” come Artisti Big Internazionali.

DJ Aniceto con questa classifica sarà inserito nella programmazione di oltre 120 Tv asiatiche e in 19 televisioni nel mondo, oltre a diversi canali televisivi italiani, un momento felice per il DJ salernitano che dopo incursioni nei programmi di Chiambretti e le sue presenze in Tv come opinionista ora si sta dedicando in maniera particolare alla musica, ritornando alle origini, alla sua grande passione; la Musica, le Hit del momento che lo aiutano a trascinare le folle con il ballo, il divertimento, la sana follia, lontana dalle droghe, dalle dipendenze come spesso lui professa nelle sue serate, il Leit Motiv che lo accompagna da sempre e che gli ha permesso di avere una carica importante in Parlamento.

A Venezia sia è guadagnata anche la presenza nella “Nuova Via della Seta” musicale: una sorta di Carovana/Spettacolo che partirà proprio da Venezia per percorrere oltre 9.000 Km fino ad arrivare a Pechino, sulle orme di Marco Polo, seguendo varie tappe dove si organizzeranno le selezioni del “Sanremo Music Awards” gemellato con “I Am Star”, il popolare Talent Show che sta spopolando in Cina.

25 concerti nelle principali città che fanno parte della “Via della Seta” capitanate dal Patron Nicola Convertino che seguirà direttamente l’evento.

Ecco la classifica completa: http://topcelebrity.altervista.org/10-top-celebrity-of-music/

Online la seconda edizione del catalogo degli artisti selezionati di Elena Gollini Art Blogger

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte

A seguito degli ottimi riscontri ottenuti con la pubblicazione della prima edizione, la dottoressa Elena Gollini si è attivata per la realizzazione della seconda edizione del catalogo dei suoi artisti selezionati. La dottoressa Gollini ha riunito un circuito mirato di presenze che fanno parte del suo blog www.elenagolliniartblogger.com e sono meritevoli di attenzione. Si tratta di un gruppo di artisti contemporanei con caratteristiche espressive di alto pregio stilistico, ciascuno con la propria personale dimensione creativa sui generis. Al riguardo la dottoressa ha sottolineato il criterio di scelta alla base della sua attenta e accurata selezione: “Ritengo che questi nomi possano essere accomunati dal concetto sfaccettato di resilienza artistica. Il concetto chiave di resilienza accostato al mondo dell’arte compone un assioma che reputo di grande valore e che può essere esteso al modus pensandi e operandi degli artisti selezionati di questo catalogo. La resilienza artistica diventa un simbolo cardine per riportare l’arte e la cultura in generale ai vertici e rappresenta un medium e uno strumento universale per superare l’individualismo dilagante e la crisi di valori in cui versa ormai da tempo la nostra società. Assieme queste due parole sono emblematiche e molto eloquenti e aprono scenari di stimolante e coinvolgente riflessione collettiva. Ancora una volta l’arte si mostra come abile precursore dei tempi di reazione, nell’idea di vincere i vincoli e i condizionamenti odierni facendo leva su ineccepibili e importanti punti di forza, come la qualità e il progetto che rispecchiano con forza e chiarezza quale sia l’intento prefissato. Resilienza è un termine alieno dal mondo artistico solo in apparenza, nel gergo lessicale comune è la capacità di un materiale di resistere a forze impulsive e all’usura. Risemantizzandolo diventa un termine che si trasforma in un prezioso e pregevole concetto di scambio basato sul dialogo, sulla condivisione di progetti per ridare e restituire valore al lavoro dell’artista, riconsegnargli la dignità di moderatore sociale e veicolatore di messaggi. Gli artisti del catalogo sono dunque dei simbolici pionieri della resilienza artistica, ognuno con il proprio variegato e articolato, percorso individuale e personale che si armonizza e li fonde insieme in questo speciale intenso concetto“.

Il catalogo è scaricabile gratuitamente al seguente link http://www.elenagolliniartblogger.com/2019/12/11/online-la-seconda-edizione-del-catalogo-degli-artisti-selezionati-elena-gollini-art-blogger/ .

Milano Art Gallery: emozionante successo per l’antologica dell’artista Marco Locci

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

MILANO. Inaugurazione d’incanto per Confini delle meraviglie, la mostra antologica di Marco Locci (1951, Genova – † 2015, Rapallo) alla Milano Art Gallery. Il vernissage, tenutosi lo scorso venerdì 10 gennaio in via Alessi 11, ha riscontrato un forte interesse da parte del pubblico. Presentato dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, l’evento ha visto i contributi della presidente di WE Women Empowerment Flavia Sagnelli e di Elios Inverno di Editoriale Giorgio Mondadori.

La rassegna, impreziosita dai ricordi e dalle spiegazioni di Sandra Locci, moglie dell’artista, e del figlio Marco, si è aperta all’insegna dell’immaginazione e dell’arcano. Nelle opere del maestro genovese è facilmente intuibile la passione per l’avventura, il viaggio e la fantasia, tutto intrinsecamente connesso. In molti dipinti, specie in quelli dei “Patanchi”, creature immaginarie da lui stesso inventate, si respira un’aria di felice libertà creativa. Nell’ultimo periodo di produzione, invece, che figura sotto la serie “Babel”, il mistero ammanta le creazioni di Locci, regalando all’osservatore atmosfere più tese, risonanze antiche e introspettive.

La grande maestria dell’artista, che ricorderà senza ombra di dubbio certi scritti di Borges, Melville, Lovecraft e Swift, consiste nello spalancare al visitatore le porte di mondi paralleli, nell’offrirgli la chiave, qualora non ne possedesse più una, per continuare a sognare. Ciononostante, il messaggio di Locci rimane strettamente ancorato alla vita, alla sua capacità di sorprendere e stupire con la bellezza. Così, quello compiuto da Marco Locci è un passo oltre il comune, che si innalza tra passato e futuro per ricercare una realtà ancora inesplorata, costruendoci sopra successivamente i propri miti e leggende.

Confini delle meraviglie è visitabile gratuitamente fino al 23 gennaio 2020 tutti i giorni, eccetto la domenica, dalle 14.30 alle 19. Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, il 388 7338297 o scrivere a info@milanoartgallery.it. Oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.

“Respirare” : è uscito il 10 gennaio il singolo d’esordio del trio di fratelli torinesi

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Il brano è stato realizzato da Massimo Morini presso il Buio Pesto Studio, e sarà pubblicato da Tyrus Records, con distribuzione Believe Digital.

“Respirare” è il primo singolo dei PROCOPIO BROS. Una canzone tradizionale di musica leggera mezzotempo nella quale i tre fratelli Luca, Valentina e Francesca esortano chi ascolta a superare i propri momenti difficili non permettendo al destino avverso di prendere il sopravvento sulla speranza. La cifra stilistica è, ovviamente, l’intreccio melodico-armonico delle tre voci, come in ogni canzone dei Procopio. Nel videoclip i Procopio Bros tentano la fortuna al “Torino’s Talent”, concorso di fantasia nel quale dovranno convincere i tre giudici a portarli alla finale. Non mancano bellissimi scorci di Torino, la città dove i Procopio Bros vivono, lavorano e creano le loro canzoni.

Radio date: 10 gennaio 2020

Etichetta: Tyrus Records

BIO

I Procopio Bros sono un trio vocale formato da 3 fratelli di Torino: Luca, Valentina e Francesca, rispettivamente classe 1981, 1989 e 1990. Tutti e tre sono professionisti: cantanti, musicisti ed autori. Luca è anche polistrumentista, Valentina insegnante, Francesca corista. Essendo fratelli cantano assieme sin da quando sono bambini e hanno studiato musica e canto con diversi maestri, imparando ad armonizzare le voci in modo spontaneo. Hanno partecipato a molti concorsi canori, giungendo sempre almeno ad un premio, tra i quali una borsa di studio presso il CET di Mogol. Si esibiscono prevalentemente a Torino, con i seguenti progetti musicali: “Kind Of Magic” e “QGHL” (tributo e spettacolo teatrale sui Queen), “Michael” (spettacolo teatrale su Michael Jackson), “Your Song” (spettacolo teatrale su Elton John).

RESPIRARE è il loro primo singolo, realizzato da Massimo Morini presso il Buio Pesto Studio (Bogliasco, GE) e pubblicato da Tyrus Records, con distribuzione Believe Digital.

Il videoclip di “Respirare” è stato girato a Torino e presso il Salotto Magico di Moncalieri.

Contatti e social

www.procopiobros.it

www.facebook.com/ProcopioBros

www.twitter.com/ProcopioBros

www.instagram.com/procopiobros

Giuseppe D’Alonzo, “Respiro”

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

in radio il singolo estratto dall’album Tornerà 

Una canzone d’amore, ispirata dalla donna della sua vita ma anche dalle sue grandi passioni.
Il videoclip e’ ambientato nello studio dove Giuseppe scrive le sue canzoni.
Lo studio contiene parti importanti della sua vita, l’amore, il Blues, i viaggi , il lavoro.
Tutti elementi svelati delicatamente. E’ come se l’ascoltatore guardasse attraverso uno spioncino fluttuante nella stanza, senza turbare la quiete e l’atmosfera indotta dalla musica.

Tornera’ e’ una fotografia che ritrae un periodo di vita di Giuseppe D’Alonzo.
Un Album  molto “intimo’ in cui l’autore non indugia nel rivelare caratteristiche personali.
Ne e’ la conferma  i brano “Respiro” il singolo e videoclip che accompagnano l’uscita dell’album.

“Tornerà è il brano che da il nome all’intero lavoro. Contiene una serie di riflessioni sui nostri tempi con un pizzico di nostalgia per quelli andati sicuramente più sereni e meno tormentati al confronto di quest’era troppo digitale.
Ma sono anche riflessioni sull’amore e nei tanti modi in cui si manifesta.
E’ un nudo resoconto che spinge l’ascoltatore a guardare avanti, oltre il cortile, per poi rendersi conto che in realtà la vita, lì fuori, non e’ altro che una proiezione della nostra vita interiore.
Possiamo interferire con gli eventi, far si’ che le cose accadano, da dentro o da fuori il cortile, ma possiamo anche subirli e soccombere ad essi…a noi la scelta!

Con il passare degli anni,  schiacciati dalla frenesia della vita, , veniamo salvati dall’amore.
Quella forza sovrumana che ci permette di respirare anche dove l’ossigeno è rarefatto , consumato dalle fiamme che bruciano ogni giorno ettari e ettari di animo umano, rendendo sempre più arido il terreno in cui nostro malgrado viviamo.
Ogni brano porta con se’ un significato che e’ bello scoprire scorrendo  rilassati le tracce dell’album.

Giuseppe D’Alonzo e’ un cantautore chitarrista di Pescara, fondatore dei Crabby’s.
Innamorato da sempre della musica Rock/Blues ha esordito nel 2016 con il suo primo EP indipendente Bad Past, in lingua inglese.
A seguire ha pubblicato Realize (2017) e Mistake (2018)
Tornerà e’ il suo debutto in lingua Italiana, album da sonorità assai differenti dai precedenti pubblicati, con una caratteristica  prettamente cantautorale.

https://www.facebook.com/Crabbysmusic
https://www.instagram.com/crabbysmusic/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

IL “SANREMO MUSIC AWARDS” IN CINA IN PARALLELO CON “I AM STAR”, IL REALITY SHOW PIU’ POPOLARE DEL MOMENTO.

Scritto da Nicola Convertino il . Pubblicato in Moda, Musica, Spettacolo

Il Sanremo Music Awards, nella finale tenutasi a Venezia, si è gemellato con I Am Star, il Reality Show Musicale più popolare del momento.

A Venezia, in occasione della finale nazionale tenutasi all’Hotel Hilton, il Sanremo Music Awards si è gemellato con il noto Concorso Musicale “I Am Star”, il Reality Show Musicale più popolare del momento in tutta l’Asia.

I Am Star seguirà il Sanremo Music Awards per il nuovo progetto che il Patron Nicola Convertino ha ideato insieme ai patrocinatori del Concorso I Am Star: La Via della Seta!

La Via della Seta ripercorrerà l’antico percorso fatto da Marco Polo però in versione musicale, ossia si toccheranno 25 città della Via della Seta con l’organizzazione di altrettanti concerti con i finalisti del Sanremo Music Awards e i finalisti scelti di ogni nazione ospitante il Tour della Via della Seta, a fare da mattatore è proprio il Presentatore storico del “Sanremo Music Awards” Roberto Onofri.

Un progetto ambizioso realizzato in parallelo tra i due concorsi musicali che vedrà il culmine a Pechino dopo tre mesi di Tour per una finale che si prevede sensazionale.

In questi tre mesi di Tour il Sanremo Music Awards organizzerà concerti all’insegna della musica e dell’Arte, portando il “Made in Italy” in queste 25 città che ne faranno parte, infatti, oltre alla musica, ci saranno mostre itineranti; come quella dedicata a Leonardo Da Vinci e le sue macchine e quella dedicata a Fellini.

Un grande Carrozzone dove il Made in Italy parlerà anche di Food con gli innumerevoli prodotti tipici italiani che allieteranno il palato dei commensali presenti nei vari eventi.

La moda italiana sarà presente, accompagnata da quella locale delle varie città, e le stesse modelle italiane si doppieranno con quelle del posto.

Uno degli Sponsor del Tour sarà “La Vespa”, un marchio storico italiano che potrà ben rappresentare il Made in Italy. La Vespa seguirà tutto il Tour della Via della Seta, e a ogni tappa il Presentatore ufficiale del Tout, Roberto Onofri, entrerà nei vari teatri proprio “cavalcando” una Vespa.

Ia macchina organizzatrice è già partita e il Tour avrà inizio proprio da Venezia, la città di Marco Polo, probabilmente nel mese di Marzo e la prima tappa essendo Venezia prevederà anche la finale della sezione “Big Italiani” del Sanremo Music Awards, con la premiazione dei “Campioni italianidesignati dalla Giuria del Prestigioso concorso.

Come sappiamo la volta scorsa, sempre a Venezia, sono stati premiati gli Artisti delle varie sezioni: La sezione “Giovani”, quella “Rising Star” e quella dei “Big Internazionali”. Ora è la volta dei “Big Italiani” che si contenderanno gli “Awards” per il 2020.

Per i Giovani ha trionfato Sara Paniccià, Andrea Annecchini e Maskino. Per Rising Star Beatrice Pezzini, Sara Scognamiglio, Davide Lo Surdo, Led Black, Geisha, Irene Laslo degli Zuth, Pasquale Sculco dei Carboidrati e Luca Anceschi.

Per la sezione “Big Internazionali”; Billie Eilish, Black Eyed Peas, il trio Ariana Grande, Miley Cyrus e Lana Del Rey, gli intramontabili Queen, Jason Derulo, Ed Sheeran, Linking Park, Travis Scott, Enrique Iglesias, Ultimo, Ghali, Maneskin, Tom Walker e infine i BTS.

Le novità non finiranno qui perché il Patron Nicola Convertino ha in serbo molte sorprese che si sveleranno via via che proseguiranno il tour.

Disponibile, da oggi il libro DIPINTO D’ARCOBALENO VORREI UN MONDO PIÙ SERENO di ELISA FONNESU

Scritto da Epigraphia il . Pubblicato in Libri

Disponibile, da oggi il libro DIPINTO D’ARCOBALENO VORREI UN MONDO PIÙ SERENO di ELISA FONNESU

Filastrocche divertenti e tanti insegnamenti per bambini e ragazzi

Tante filastrocche illustrate che spaziano nell’universo della vita e che si rivolgono a bambini e ragazzi. Filastrocche che parlano di amore per i genitori e per i nonni, parlano di desideri, di sogni e di speranze, ma anche di amore per la nostra Terra, parlano di natura e di ambiente, di temi sociali, di pace, di rispetto e di uguaglianza.

Un libro divertente, scritto dall’autrice sarda Elisa Fonnesu, pieno di insegnamenti preziosi, di valori e di emozioni che vuole fare crescere i lettori nel modo più “umano” possibile.

Buona lettura bimbi e… buona vita!

https://epigraphia.com/negozio/dipinto-darcobaleno-vorrei-un-mondo-piu-sereno/

Al via l’ottava edizione di Docudì – concorso di cinema documentario

Scritto da Muni CYTRON il . Pubblicato in Arte, Cultura, Film

Il giovedì ?   Docudì !
Pescara: gennaio – maggio 2020, Museo Colonna

L’A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese) è un’associazione culturale senza scopo di lucro nata nel dicembre 2000 e costituita da volontari con la finalità di promuovere la cultura cinematografica e multimediale attraverso la sua fruizione a vantaggio dei propri associati e dell’intera collettività.
Si occupa di promuovere, organizzare e pianificare attività culturali in generale soprattutto attraverso l’organizzazione di festival, rassegne, cineforum o singole proiezioni.

L’A.C.M.A., da gennaio a maggio 2020 organizza Docudì, concorso di cinema documentario, che quest’anno è giunto all’ottava edizione.
Undici gli appuntamenti: con film in concorso, fuori concorso e film d’Arte.

Due i premi che saranno assegnati: “Docudì 2020” con il voto del pubblico e “Docudì sociale” che l’ACMA darà al film che avrà meglio trattato una tematica di natura sociale.
Tutti i film in concorso sono stati prodotti nel 2019 e dopo le proiezioni sono previsti incontri con gli autori e momenti di approfondimento e di dialogo con il pubblico in sala.
Fuori concorso, Docudì d’Arte, tre appuntamenti con documentari d’arte contemporanea che raccontano le opere di artisti internazionali. Rassegna a cura di Anthony Molino.

Docudì, a cura del Festival del documentario d’Abruzzo, è nato sul modello del “festival diffuso” avendo il suo svolgimento nell’arco di 5 mesi. Docudì, offre al pubblico la possibilità di accostarsi alle tante forme di osservazione e di indagine della realtà nelle quali si articola il linguaggio cinematografico documentaristico, e crea spazi di espressione per quegli autori e quei registi che si cimentano nella narrazione e nell’analisi della realtà contemporanea.
Il cinema del reale – il cinema che per necessità impiega poco budget e molto cervello – è in grado di registrare con la precisione di un sismografo i movimenti e i mutamenti di una società e della sua mentalità, affermandosi come la forma di espressione cinematografica più vivace ed eterogenea.
Inoltre Docudì ha l’obiettivo di coinvolgere il pubblico, commuoverlo, farlo viaggiare verso destinazioni sconosciute tutte da scoprire e verso realtà a loro vicine che, se viste da un’altra angolazione, cambiano completamente forma, assumendo nuovi significati.

Le proiezioni si svolgeranno con il seguente calendario:
Gennaio ore 17.15 giovedì 23 e giovedì 30
Febbraio ore 17.15 giovedì 13 e giovedì 27
Marzo ore 17.15 giovedì 12 e giovedì 26
Aprile ore 17.15 giovedì 16 e giovedì 30
Maggio ore 17.15 giovedì 07 e giovedì 14
Sabato 16 maggio Premiazioni

Evento FB bit.ly/3a00AXP

PROGRAMMA Sinossi, trailer, schede bit.ly/39ZtY0m

www.webacma.it
wwww.facebook.com/AssociazioneACMA

#Docudì2020 #DocudìConcorsoCinemaDocumentario #AssociazioneACMA

ACMA – Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese
Via Firenze 99 – 65122 Pescara – Telefono: +39 085 4210031
email: info@webacma.it