Speciale seminario di Dianetics in occasione del 69° Anniversario

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

69° Anniversario di Dianetics: la forza del pensiero sul corpo

Per quest’occasione si terrà il prossimo fine settimana uno speciale Seminario di Dianetics

Padova: Grande celebrazione internazionale dell’anniversario della pubblicazione di DIANETICS, La Forza del Pensiero sul Corpo. In Italia, come in più di 160 nazioni, sono previsti incontri e attività per celebrare i benefici conseguiti ogni giorno da migliaia di persone che, applicando le tecniche di Dianetics, da 69 anni risolvono le proprie condizioni indesiderate.

Per celebrare questo anniversario la Chiesa di Scientology di Padova per il 25 e 26 maggio, ha organizzato un seminario, dove le persone potranno apprendere, applicare e soddisfare ogni domanda in merito alla tecnologia di Dianetics.

Dianetics: (dal greco dia, attraverso, e nous, mente o anima) è la scienza della mente.

Scritto dal filosofo e umanitario statunitense L. Ron Hubbard viene pubblicato per la prima volta il 9 maggio del 1950 dalla casa editrice Hermitage con il titolo Dianetics: The Modern Science of Mental Health – il manuale della mente è tradotto e pubblicato in Italia sin dal 1951 (Gherardo Casini Editore di Roma), e oggi disponibile nella sua migliore traduzione italiana sia in versione economica che in copertina rigida grazie a New Era Publications (Copenaghen) – www.newerapublications.it Il libro fu una straordinaria novità che diede inizio a un movimento internazionale. Questo libro è infatti la pietra miliare in cui L. Ron Hubbard, presenta la sua scoperta della mente reattiva che risiede al di sotto della consapevolezza dell’Uomo e lo rende schiavo. È la fonte degli incubi, delle paure irragionevoli, dei turbamenti e dell’insicurezza. Qui si trova anche il modo di sbarazzarsene raggiungendo l’obiettivo a lungo cercato di Clear.

Ecco il manuale completo delle procedure di Dianetics con cui qualsiasi coppia di persone discretamente sveglie, possono spezzare le catene che le hanno tenute prigioniere nei turbamenti e nei traumi del passato.

Best-seller da oltre mezzo secolo, con una circolazione di decine di milioni di copie, tradotto in oltre cinquanta lingue e usato in più di 100 paesi sulla Terra, Dianetics è indubbiamente il libro sulla mente umana più letto e più influente che sia mai stato scritto. Questo è il motivo per cui sarà sempre noto come Libro Uno.

Ron Hubbard (1911-1986), allora commentò la portata di Dianetics con queste parole: “La storia di Dianetics è appena cominciata. Cos’altro abbia inizio con l’origine di una scienza della mente solo il tempo potrà dirlo”.

Dal 1950 con la pubblicazione di Dianetics, L. Ron Hubbard ha dato il via ad un movimento vastissimo. Nel complesso, queste opere comprendono circa 5.000 scritti e 3.000 conferenze registrate e in quanto tali, spiccano come l’esposizione più completa della mente e dello spirito umano.

A Padova la ricorrenza mentre il 25 e 26 maggio si terrà un Seminario di Dianetics il tutto ospitato dalla Chiesa di Scientology in via Pontevigodarzere, 10. Per informazioni contatta lo 049.8756317 oppure www.scientology-padova.org

Padova: le famiglie devono essere informate adeguatamente per aiutare i propri figli.

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

Si è tenuta nei giorni scorsi una conferenza sul tema delle violazioni dei diritti umani in ambito della salute mentale, ospitata nella sala della comunità della Chiesa di Scientology. L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani. Durante la serata in particolare si è trattato del soggetto dell’allontanamento non appropriato dei bimbi dalle famiglie.

La responsabile del comitato dei Cittadini per i Diritti Umani del Friuli e Veneto Orientale, Fabiola Pasin, ha dato un grosso contributo illustrando i materiali disponibili al sito dell’associazione. Indicazioni valide per sapere effettivamente chi sono i referenti con i quali si troveranno ad interagire e altre indicazioni per stabilire come procedere in caso si dovessero verificare delle violazioni.

In realtà oggi i bimbi allontanati dalle famiglie sono quasi all’ordine del giorno, ma a volte la procedura applicata non sortisce un effettivo risultato positivo, nè per i bimbi, ne per le famiglie coinvolte.

I diritti umani, come auspicò L. Ron Hubbard, devono essere resi una realtà e tra questi esiste il diritto all’informazione. Per questo i volontari sostengono il fatto che le persone hanno il diritto ad essere informate anche in questo particolare settore, e per questo fanno il possibile che ciò avvenga raggiungendo famiglie e cittadini con le corrette informazioni.

Mamma Cristina, alla fine della presentazione ha dato la sua toccante testimonianza, dopo un travaglio di molti anni in cui non trovava delle soluzioni efficaci, pur affidandosi a molti esperti del settore. Con le informazioni che trovò sul sito e altri professionisti che l’hanno aiutata, ora ha riunito nuovamente tutta la famiglia.

La conferenza è stata seguita con molto interesse e alla fine gli ospiti hanno potuto ritirare copie dei materiali informativi messi a disposizione del pubblico. Per informazioni visita il sito www.ccdu.org

Droghe “leggere” sono davvero cosi leggere?

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

O sono la strada che porta alla tossicodipendenza? Scoprilo da te con il corso gratuito Online!

I volontari di Scientology, lunedì 8 aprile nel pomeriggio, saranno a Cesenatico per una campagna di prevenzione con materiale informativo dal titolo La verità sulla Marijuana e le relative indicazioni per iscriversi immediatamente al corso gratuito online.

In Italia il 20 percento dei giovani e giovani adulti, in età compresa tra i 15 e i 34 anni, fa uso di cannabis. Principale elemento psicoattivo di hashish e marijuana, la cannabis è la droga leggera più usata dagli adolescenti non solo in Italia, ma in tutti i paesi del mondo. Sul web, canale di comunicazione dal quale a maggior ragione non si può prescindere quando si parla di giovani, proliferano i siti che presentano gli effetti benefici delle droghe leggere.
Ma dal punto di vista strettamente scientifico come funzionano sull’uomo queste sostanze attive e quanto sono davvero “leggere”?
Le persone assumono droga per liberarsi di situazioni o sensazioni indesiderate. La marijuana nasconde il problema per un certo periodo (cioè durante il periodo di “sballo” provocato dalla droga). Ma quando lo sballo diminuisce, il problema, la situazione o la condizione indesiderati ritornano, più intensi di prima. A questo punto, il consumatore potrebbe iniziare ad assumere droghe più pesanti, dal momento che la marijuana non “funziona” più.
C’è anche il fatto che i consumatori di marijuana comunemente si riuniscono alle feste o semplicemente si ritrovano per condividerla con gli altri. Poi, quando qualcuno porta una nuova droga, fa parte della mentalità del gruppo utilizzare insieme questa droga nuova che potrebbe essere fortemente assuefacente.
La stragrande maggioranza dei consumatori di cocaina (90%) ha iniziato con una droga come la marijuana, le sigarette o l’alcol. Naturalmente, non tutti coloro che fumano marijuana e hashish passano alle droghe pesanti. Alcuni non lo fanno mai. Altri smettono del tutto di usare marijuana. Ma alcuni lo fanno. Uno studio ha rivelato che i giovani (dai 12 ai 17 anni) che fanno uso di marijuana hanno 85 volte più probabilità di fare uso di cocaina dei ragazzi che non usano erba, e che il 60% dei ragazzi che fumano erba prima dei 15 anni passa alla cocaina.

“La prima volta che mi fu dato uno spinello fu nel cortile della mia scuola. Ora sono un eroinomane e ho appena finito il mio ottavo trattamento contro la tossicodipendenza.”– Christian

Quindi è evidente quanto “La droga è un problema mondiale, – come osservò anche l’umanitario L. Ron Hubbard – sguazza nel sangue e nella sofferenza umana”

Scopri la verità sulla Marjiuana al sito www.drugfreeworld.org dove, oltre ai materiali informativi potrai anche iscriverti immediatamente al corso gratuito on line!

L. Ron Hubbard: filosofo ed umanitario

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

Tra i vari criteri per giudicare se una vita sia stata degna di essere vissuta ve ne sono due di una certa importanza: una persona è riuscita a realizzare i propri fini? E la gente è contenta che quella persona sia vissuta? In riferimento alla vita di L. Ron Hubbard, a testimonianza del primo punto abbiamo l’intero corpo delle sue opere, fra cui oltre 5.000 scritti e 3.000 conferenze registrate di Dianetics e Scientology. A riprova del secondo punto ci sono le decine di milioni di persone le cui vite sono palesemente migliorate grazie al fatto che L. Ron Hubbard sia vissuto. Sono i bambini che ora leggono grazie alle sue scoperte nel campo dell’istruzione; i milioni di uomini e donne liberati dalla schiavitù della droga grazie alle sue formidabili conquiste nell’ambito della riabilitazione dalla tossicodipendenza; gli oltre cinquanta milioni che hanno beneficiato del suo codice morale non religioso; e sono gli altri milioni di persone che considerano la sua opera il fondamento spirituale della propria vita.

Per quanto la sua fama sia prevalentemente legata a Dianetics e Scientology, la vita di L. Ron Hubbard è stata troppo varia e la sua influenza troppo vasta per poter associare il suo nome esclusivamente a queste due discipline. Vi sono, per esempio, i membri della tribù Bantù in Sud Africa che non sanno niente di Dianetics e Scientology, ma conoscono. L. Ron Hubbard l’educatore. In modo analogo, ci sono operai in Albania che lo conoscono solo per le sue scoperte nella sfera amministrativa; ci sono bambini in Cina che lo conoscono solo per il suo codice morale e lettori in una decina di lingue diverse che lo conoscono solo per i suoi romanzi. Pertanto, L. Ron Hubbard non è un uomo che si possa facilmente classificare e certamente non rispecchia la comune concezione che vede nel “fondatore di una religione” una figura distaccata e contemplativa.

Quello che Scientology propone è proprio ciò che ci si aspetterebbe da un uomo come L. Ron Hubbard. Infatti essa non solo fornisce un modo unico di affrontare quesiti fondamentali quali “Chi siamo?” “Da dove siamo venuti e quale è il nostro destino?”, ma fornisce anche un’altrettanto impareggiabile percorso per accrescere la propria consapevolezza in qualità di essere spirituale.

La verità è che oggi L. Ron Hubbard sarebbe ugualmente famoso anche se si fosse fermato dopo una sola delle sue tante imprese. Per esempio, con trentotto milioni di copie dei suoi libri di narrativa in circolazione, fra cui colossali Best-seller come Battaglia per la terra, Paura e la collana Missione Terra, L. Ron Hubbard è indubbiamente uno tra gli autori più letti di tutti i tempi. I suoi romanzi si sono guadagnati alcuni dei premi letterari di maggior prestigio nel mondo e lui stesso è stato descritto molto fedelmente come “uno degli autori più prolifici e autorevoli del ventesimo secolo”.

Fra gli altri campi di ricerca a cui L. Ron Hubbard si è dedicato, sono da citare lo sviluppo e la codifica di una tecnologia amministrativa attualmente utilizzata da oltre quattromila organizzazioni di tutto il mondo, fra cui società multinazionali, enti di beneficenza, partiti politici, scuole, club giovanili e centinaia di piccole aziende. Anche le metodologie didattiche sviluppate da L. Ron Hubbard e applaudite in tutto il mondo sono utilizzate da migliaia di istituti accademici, e il suo programma di riabilitazione dalla droga ha riscosso un analogo successo di altri programmi simili.

Per quanto notevoli siano queste cifre, il quadro dell’opera e della vita di L. Ron Hubbard non sarebbe completo senza una qualche comprensione di quello che diventò il lavoro della sua vita: Dianetics e Scientology. Scientology, rappresenta oggi la libertà spirituale per milioni di persone di tutto il mondo appartenenti ad ogni ceto, cultura e classe sociale. Inoltre, quando si parla delle scoperte di L. Ron Hubbard nel regno della mente umana e dello spirito, ci si riferisce fondamentalmente alle basi filosofiche su cui si fonda tutto quello che ha conseguito: migliorare l’istruzione, liberare le città dal crimine, eliminare la droga dalle scuole, creare organizzazioni salde ed etiche e rivitalizzare la cultura attraverso l’arte. Tutto questo e altro ancora è stato possibile grazie alle scoperte contenute in Dianetics e Scientology.

Egli stesso misurava sempre il successo di un’idea basandosi unicamente sulla sua praticità, questo aspetto costituisce la nota dominante delle sue scoperte.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito internet: www.lronhubbard.it oppure potete rivolgervi alla Chiesa di Scientology della Romagna, via Magazzini Anteriori, 27 – 48122 Ravenna. Tel. 0544 30080, oppure potete scrivere a: scientology.romagna@gmail.com.

Macerata contro le droghe.

Scritto da Valentina il . Pubblicato in Religione

I volontari hanno distribuito gli opuscoli informativi  all’ ITTS Eustachio Divini

Stamattina i volontari di Mondo Libero dalla Droga hanno dato vita ad una distribuzione di opuscoli informativi contro le droghe all’entrata dell’ ITTS Eustachio Divini in Piazza Alessandro Luzio a Severino.

Un momento di grande positività che ha portato gli stessi studenti a sentirsi direttamente coinvolti nelle attività di prevenzione che, con tenacia e costanza, i volontari della sezione maceratese dell’associazione Mondo Libero dalla Droga stanno portando avanti da diversi mesi.

Venerdì’ 22 marzo infatti sono stati distribuiti centinaia di opuscoli, suddivisi tra “La Verità sull’Abuso di Alcol”, “La Verità sulla Marijuana”, “La Verità sulla Cocaina” e “La Verità sull’Eroina”.

Questa della distribuzione è soltanto una delle attività che l’associazione sta attuando nelle Marche. Sono moltissimi gli istituti scolastici che si sono messi in contatto con i volontari organizzando incontri di prevenzione ed informazione direttamente nelle scuole, prima area di apprendimento culturale e sociale, per portare un messaggio di bellezza e libertà agli stessi studenti.

Non mancano inoltre iniziative volte al diretto coinvolgimento dei cittadini, come distribuzioni per le principali strade della città e momenti ludici organizzati con lo scopo di promuovere l’obiettivo comune della lotta alle droghe.

L’umanitario L. Ron Hubbard scoprì che: “Le droghe sono ben più di un mero problema sociale. Circa 210 milioni di persone di ogni ceto sociale assumono droghe illegali. Quasi 200.000 persone ogni anno muoiono a causa della droga”.

Questi dati statistici di non trascurabile importanza spingono la causa dell’associazione e degli stessi volontari che con piacere si impegnano per un mondo libero dalla droga e dalle sue trappole.

Ufficio Stampa
Mondo Libero dalla Droga

Il giardino dei giochi a Padova: la scorsa domenica dedicata ai bambini

Scritto da Valentina il . Pubblicato in Religione

Gonfiabili, campo da basket e tanti altri svaghi con La via della felicità

La scorsa domenica è stata interamente dedicata ai bambini ed al divertimento presso la prima edizione de “Il giardino dei giochi” a Padova. Un percorso che, partito dalla Giornata Internazionale della Felicità, dello scorso 20 marzo, è giunto a completamento domenica, con giochi e banchetti ideati per i più piccoli.

La giornata a porte aperte ha favorito l’accesso gratuito di bambini e famiglie a giochi, giostre gonfiabili, campo da basket, pista da bowling, caccia al tesoro, macchina dello zucchero filato e tanto altro, per un pomeriggio interamente dedicato al divertimento.

L’iniziativa è stata creata dall’associazione La via della felicità nata dopo la scoperta dell’omonima guida al buon senso laica scritta da L. Ron Hubbard, forse il primo codice morale non religioso, completamente basato sui sani principi. Uno di questi riguarda proprio i più piccoli e recita “Ama ed aiuta i bambini”, in quanto saranno la civiltà del domani.

I volontari ispirati da questo, hanno deciso di organizzare un’occasione di svago, divertimento e condivisione, che ha riscontrato un notevole successo, per ricordare l’importanza della felicità nella vita di tutti i giorni. Durante l’evento Il giardino dei giochi infatti sono giunti numerosi cittadini per partecipare alle diverse attività in giardino. Incredibile la gioia dei bambini che hanno preso parte attiva ai giochi, ma anche degli stessi genitori presenti.

Inoltre ai più piccoli è stato spiegato un ulteriore precetto de La via della felicità ovvero “Rispetta ed aiuta i tuoi genitori”, creando così un momento di vera armonia per tutti i partecipanti.

“Benché non si possa garantire che tutti gli altri siano felici, si possono aumentare le loro possibilità di sopravvivenza e di felicità. E, con le loro, aumenteranno anche le tue”.

COME GLI ANTIDOLORIFICI SI TRASFORMANO IN DIPENDENZA

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione, Società

Sono aumentate drammaticamente le morti per eroina e antidolorifici, in europa l’80% di decessi da overdose sono legati a questo fenomeno.

Ma chi potrebbe mai pensare di andar dal medico per un mal di schiena o male al ginocchio e di ritrovarsi tossicodipendente.
E’ facile passare da un potente antidolorifico per un dolore fisico, alla dipendenza, visto che opera in modo da “assopire” il dolore, producendo nello stesso tempo uno stato di esaltazione.

Per far conoscere la verità sugli antidolorifici e proprio per creare un adeguata informazione lunedì 25 marzo, i volontari di Scientology organizzano una distribuzione di opuscoli sugli antidolorifici a Calabrina di Cesena.

Di base bisognerebbe sapere che sono prodotti al fine di reagire sul sistema nervoso allo stesso modo delle droghe derivate dal papavero da oppio, come l’eroina. Gli antidolorifici oppioidi più comunemente abusati comprendono, hydrocodone, meperidine, hydromorphne e propoxyphene.

Ecco dieci segnali d’avvertimento da tenere d’occhio se pensi che qualcuno che conosci stia sperimentando dipendenza da questi farmaci:

1. Aumento nell’uso: incremento, nel tempo, della dose dovuto alla maggior tolleranza al farmaco ed al bisogno di maggiori dosi per avere lo stesso effetto.

2. Cambiamento di personalità: sbalzi in energia, umore e concentrazione, risultanti dal fatto di mettere in secondo piano le normali responsabilità quotidiane rispetto al bisogno del farmaco.

3. Ritiro dai rapporti sociali: ritiro dalla famiglia e dagli amici.

4. Uso prolungato: continuazione dell’uso dell’antidolorifico anche dopo che il problema fisco è migliorato.

5. Molto tempo dedicato all’ottenimento di prescrizioni: dedicare molto tempo alla cosa, andando lontano e facendosi visitare da diversi dottori per ottenere la prescrizione del farmaco.

6. Cambiamento nelle abitudini giornaliere e nell’aspetto: declino dell’igiene personale, cambiamento delle abitudini alimentari e del sonno, tosse costante, naso che cola, occhi rossi e vitrei.

7. Trascuratezza delle responsabilità: trascura i lavori ed i doveri, si dà malato più spesso a scuola o al lavoro.

8. Aumento della sensibilità: visioni, suoni ed emozioni hanno un effetto eccessivo sulla persona, allucinazioni.

9. Amnesie temporanee e smemoratezza: dimentica gli avvenimenti avvenuti e sperimenta amnesie temporanee.

10. Sulle difensive: sta sulle difensive e attacca quando risponde a semplici domande nel tentativo di nascondere la sua dipendenza, se pensa che il suo segreto stia venendo scoperto.

Il problema della dipendenza quindi non è circoscritto alle cosiddette droghe di strada. Gli effetti dei farmaci prescritti da medici come gli analgesici, oltre ai tranquillanti e “antidepressivi” – sono altrettanto disastrosi.

Quindi, è molto evidente che le droghe legali o illegali che siano, rappresentavano una barriera al miglioramento, non solo fisico, ma spirituale dell’uomo, e potrebbero essere considerate benissimo la causa principale del declino di questa società, come emerse anche da alcune ricerche dell’umanitario L. Ron Hubbard, quando affrontò il problema droga.

Scopri la verità!
Clicca qui per richiedere gli opuscoli GRATUITI de La Verità sulla Droga.
Per vedere i riferimenti di La Verità sugli Antidolorifici clicca qui.

Senigallia: volontari per far conoscere i fatti sulle droghe comuni

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Fatti e informazioni esposte nelle pagine degli opuscoli La verità sulla droga-

per fornire la verità in merito a che cosa sono e che cosa causano.

La campagna internazionale La verità sulla droga, ci annuncia che gli effetti distruttivi delle droghe illegali riguardano tutti noi. Il loro uso danneggia individui, le famiglie e la società in generale. La droga controlla il corpo e la mente dei singoli consumatori.

Giovani adolescenti  sono particolarmente vulnerabili all’uso di droghe illecite. A questa età, la pressione dei coetanei per sperimentare le droghe illecite può essere forte e l’autostima è spesso bassa. 

L’uso illecito di stupefacenti è una preoccupazione, perché rappresenta una minaccia per la loro salute. Gli effetti negativi variano a seconda del tipo di droga consumata, le dosi prese e la frequenza di utilizzo. Tutte le droghe illecite, o lecite che siano, hanno immediati effetti fisici, ma possono anche ostacolare gravemente lo sviluppo psicologico ed emotivo, soprattutto tra i giovani.

Per condurre una vita sana è necessario fare scelte che siano rispettose del corpo e della mente. Per fare queste scelte, i giovani hanno bisogno di orientamento  e la necessità di ottenere i fatti sul consumo di droga. La verità sulla droga, offre ai giovani e non solo, gli strumenti per educare se stessi circa i rischi sanitari connessi con l’uso di droghe.

Proprio perché riguarda tutti noi, ispirati dalle opere del filosofo umanitario L. Ron Hubbard, i volontari  di Scientology di Senigallia tornano uniti martedì 26 marzo al centro città, muniti di magliette ed opuscoli di prevenzione per sensibilizzare tutti i presenti.

Cliccando sul sito: www.noalladroga.it  puoi trovare tutta la serie dei  14 opuscoli  che illustrano le droghe più comunemente abusate: marijuana, alcol, Ecstasy, cocaina, crack, crystal meth, inalanti, eroina, LSD, farmaci prescritti, antidolorifici e Ritalin.

Informazioni dettagliate e testimonianze  raccapriccianti  degli stessi ragazzi che sono riusciti a sfuggire alla morsa mortale.

Rimbocchiamoci le maniche per ripulire la città – nuovo appuntamento sul lungo mare di Marotta

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

I volontari della Via della felicità Senigallia torneranno di buona lena a dedicarsi alla cura dell’ambiente con una pulizia del degrado, e domani sarà la volta del lungomare di Marotta. 

Nei giorni scorsi è stato effettuato un intervento nella zona di via Brodolini dove sono state raccolte cartacce, lattine ecc…, ma a distanza di qualche giorno i volontari  hanno programmato un’ulteriore operazione, stabilita per domani pomeriggio alle 15.00 sul lungomare della bellissima cittadina marchigiana.

Oltre a rendere più piacevole e pulita la zona frequentata dai passanti e abitanti della zona, l’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare le persone ed essere  più partecipi  nel mantenere la città pulita ed è anche  un invito agli abitanti per la segnalazione di eventuali zone da ripulire.
Comunque l’invito è esteso a chiunque voglia partecipare agli interventi di  pulizia, dando così il buon esempio, come dice anche il filosofo L. Ron  Hubbard, a cui i volontari si ispirano, che sostiene: “Ci sono molte cose che le persone possono fare per aiutare ad avere cura del pianeta. Si inizia con l’ impegno personale, si prosegue suggerendo agl’altri di fare altrettanto”.
La pulizia e l’igiene nelle nostre città, sono ingredienti indispensabili ad  elevare lo standard di vita.  Per segnalazioni o per partecipare puoi contattare il numero  071 659373 o consulta il sito dei volontari: www.laviadellafelicita.org

LA VERITA’ SULLA DROGA ARRIVA A BARI

Scritto da Valentina il . Pubblicato in Religione

I volontari fanno prevenzione a Bari con una distribuzione di materiale informativo sulle droghe.

Le droghe oramai stanno distruggendo i giovani d’oggi.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità “sono da considerare sostanze stupefacenti tutte quelle sostanze di origine vegetale o sintetica che agendo sul sistema nervoso centrale provocano stati di dipendenza fisica e/o psichica, dando luogo in alcuni casi ad effetti di tolleranza (bisogno di incrementare le dosi con l’avanzare dell’abuso) ed in altri casi a dipendenza a doppio filo e cioè dipendenza dello stesso soggetto da più droghe”.

Molti sottovalutano queste informazioni e ritengono che “tutto sia naturale”, che “si possa smettere senza difficoltà” e che “non è niente di male”.

Per questo i volontari dell’associazione “Dico no alla droga Puglia” nei giorni scorsi hanno consegnato gli opuscoli informativi del programma “La Verità sulla Droga” ai commercianti della città di Bari.

Inoltre  a causa delle recenti notizie baresi, l’allarme  per i volontari è sempre più preoccupante. Per cui i volontari persistono con le loro attività di prevenzione per le città e le scuole pugliesi.

I volontari infatti sostengono che: “L’arma più efficace nella guerra contro le droghe è l’istruzione.”, affermazione dell’umanitario L. Ron Hubbard.

Le attività continueranno nei prossimi giorni nelle città di Bari, Barletta e Turi.

Ufficio Stampa

Dico no alla droga Puglia