Collisioni 2019: ufficiale il programma degli incontri, ecco tutti gli ospiti

Scritto da areastampa360 il . Pubblicato in Cultura, Film, Gastronomia e Cucina, Locale, Musica, Spettacolo

Torna a Barolo nel primo weekend di luglio Collisioni, il festival agrirock di letteratura e musica in collina più amato dell’estate, uno dei festival di riferimento nel panorama europeo che ogni anno richiama a Barolo, nelle Langhe Patrimonio dell’Umanità, decine di migliaia di spettatori da tutta Italia e dall’estero.

Non un festival di letteratura e nemmeno un festival di musica, di cinema o di enogastronomia, ma a una vera e propria compilation culturale, una collisione tra generi artistici e spettatori diversi, che si ritrovano insieme per un weekend in collina.

Tante le conferme di quest’anno: il classico della letteratura contemporanea americana John Irving, autore di romanzi di culto quali Il Mondo Secondo Garp e le Regole della Casa del Sidro; il grande attore italiano Stefano Accorsi reduce dal successo de Il Campione nominato a ben quattro Nastri D’Argento e di cui attendiamo su Sky la messa in onda di 1994, ultimo capitolo della Trilogia dedicata a tangentopoli e all’avvento della seconda repubblica; il Volo, per la prima volta a Collisioni nell’anno del loro decennale artistico e del loro tour mondiale; Luca Argentero che tornerà a raccontarsi al pubblico del festival insieme alla sua associazione 1 Caffè Onlus; il grande attore comico Giorgio Panariello, reduce dal successo dello show con il Trio, che presenterà a Collisioni il nuovo romanzo Adesso Tu; Mauro Corona sul palco con Omar Pedrini per presentare il suo nuovo romanzo Nel Muro in cui indaga il suo travagliato rapporto con le donne.

Gino Strada, fondatore di Emergency, protagonista dell’incontro Pace Amore e Musica con la partecipazione di musicisti e comici amici di Smemoranda, oltre ai direttori Nico Colonna e Gino&Michele; il grande Chuck Palahniuk, leggendario autore del romanzo di culto Fight Club e del classico contemporaneo Soffocare; Loredana Bertè, che ha presentato a Sanremo la bellissima Cosa ti Aspetti da me, e per l’estate ha un nuovo fortissimo singolo Tequila e Miguel, a cui verrà assegnato il Premio Giovani di Collisioni 2019.

Il conduttore televisivo Massimo Giletti che a Collisioni presenterà il suo ultimo libro Le Dannate; il critico d’arte Vittorio Sgarbi che presenterà la sua ultima fatica Il Novecento; e poi Selvaggia Lucarelli, con il suo libro Falso in bilancia, dove si fa il bilancio ironico di una vita in guerra contro il peso, una battaglia che accomuna il 90% delle donne e degli uomini; il giornalista Beppe Severgnini per un interessante reading dal titolo Giornalisti si diventa, Italiani si nasce; lo scrittore Roberto Saviano, vincitore alla Berlinale dell’Orso d’argento per la miglior sceneggiatura con il film tratto dal suo romanzo La paranza dei bambini, parlerà di integrazione e accoglienza a partire dal suo nuovo libro In mare non esistono taxi; il rapper Frankie hi nrg mc che a Collisioni presenterà Faccio la Mia Cosa, un viaggio nella storia del rap di cui l’autore è stato indiscusso protagonista.

Ambra Angiolini, attrice e conduttrice sempre poliedrica, versatile ed innovativa; la cantante Paola Turci, reduce dal successo del suo ultimo album Viva da Morire; Marco Travaglio, direttore del Fatto Quotidiano che presenta Perché No Tav; e ancora Jonathan Coe, scrittore e intellettuale di fama mondiale che torna a Collisioni con il suo ultimo libro The Middle England; il rapper cantautore rivelazione del 2019 Carl Brave; lo scrittore triestino Claudio Magris che terrà a Collisioni una lezione dal titolo Come Nasce un Libro; Diodato che torna a Collisioni, in concomitanza con il suo nuovo capitolo artistico che culminerà con la pubblicazione del nuovo album in uscita in autunno; il giornalista Enrico Mentana, direttore del TG LA7.

L’attrice Francesca Reggiani recentemente a teatro con DOC Donne di Origine Controllata; il rapper rivelazione del 2019 Rkomi; il grande scrittore francese Emmanuel Carrère autore del celebre Limonov; lo storico Valerio Massimo Manfredi che presenterà a Barolo il suo Sentimento Italiano; Nina Zilli con il suo nuovo libro Dream city; il rapper Ghemon reduce da Sanremo con la sua Rose Viola; il mitico volto della TV e del cinema italiano Ezio Greggio; il gruppo di videomaker napoletani più amati dal pubblico The Jackal; Ornella Vanoni, che sul palco blu alternerà un dialogo con il pubblico a un momento live con i suoi musicisti; Daniele Silvestri, vincitore del Premio della Critica Mia Martini e della Radio-Tv con la sua bellissima Argento Vivo; il giudice di Ballando con le stelle Guillermo Mariotto.

L’attore Paolo Ruffini a Collisioni per presentare la Sindrome di Up, un intenso libro dedicato alla disabilità, con la partecipazione di due attori del film Up&Down; i Selton, band italo brasiliana che, dopo il successo di Manifesto Tropicale, a Collisioni porterà un’anteprima del nuovo album; Max Gazzè, già protagonista in concerto del venerdì sera di Collisioni; Simona Ventura che condurrà domani la finale di The Voice of Italy; Maurizio Carucci, cantante degli Ex-Otago, band rivelazione dell’ultimo Festival di Sanremo pronta a partire con il tour estivo La notte chiama; Lazza, una delle più promettenti stelle del rap italiano; Lodovica Comello, protagonista della serie tv Extravergine, una comedy tutta al femminile che sarà in onda in autunno su FoxLife (Sky,114).

Ma le novità non finiscono qui. La sera di sabato 6 luglio il Palco Verde di Collisioni ospiterà un evento unico: il grande Al Bano, 8 dischi di platino e 26 dischi d’oro, artista italiano amatissimo non solo in Italia ma in tutto il mondo, sarà protagonista a Barolo con Ernesto Assante di una serata di musica e parole: si racconterà e si esibirà in un concerto unico tra musica e parole accompagnato dalla sua storica band, per ripercorrere i successi immortali che da oltre mezzo secolo della sua folgorante carriera continua a donare alla musica italiana.

Mentre domenica 7 Luglio, sempre sul Palco Verde, sarà la volta di Mahmood in concerto a Collisioni, dopo la vittoria a Sanremo e il successo all’Eurovision che riporta l’Italia sul podio dopo il 2011.

A fare da cornice al festival, come sempre, il paese di Barolo, mecca del vino italiano, immerso nel magnifico paesaggio delle Langhe piemontesi, patrimonio UNESCO, palcoscenico naturale per ospitare nelle sue piazze musica, incontri, dialoghi con premi Nobel per la letteratura, star della musica italiana e internazionale, attori protagonisti della scena del cinema contemporaneo ma anche esibizioni di artisti di strada, degustazioni dei più eccellenti vini e prodotti agricoli del panorama nazionale e tre diversi palchi non stop dedicati alla musica emergente.

E in questo luogo simbolo dell’enogastronomia italiana di qualità, tornerà il Palco Wine&Food, una maratona di assaggi e degustazioni di alcune tra le maggiori eccellenze food&wine italiane: dal Piemonte dei grandi formaggi DOP e dei grandi vini rossi, ai bianchi del Friuli Venezia Giulia, passando per i sapori mediterranei della Liguria, o per gli chef e il grande Verdicchio marchigiano, fino ad arrivare alla grande tradizione dell’Aglianico della Basilicata e dei grandi vini della Puglia e dell’Umbria.

Per le strade di Barolo sarà possibile assaggiare i migliori prodotti e vini della cucina italiana, grazie ai tanti stand regionali gestiti direttamente dai consorzi di tutela italiani.

Un appuntamento da segnare in agenda nel cuore di un paesaggio unico, giustamente segnalato quest’anno dalla Lonely Planet come la migliore regione al mondo da visitare nel 2019.

INFO E BIGLIETTERIA

La formula del Festival Collisioni sarà quella sperimentata con successo negli ultimi anni con un biglietto per i soli concerti principali nella piazza Colbert, e un ingresso paese per le giornate di sabato 6 e domenica 7 luglio. Il costo del biglietto paese è di 10 euro, comprensivo di prevendita e include i live di Al Bano, Mahmood, e degli altri artisti che presto verranno annunciati. Per chi già possiede il biglietto dei concerti di Maneskin e Salmo e dei 30 Seconds to Mars, il biglietto della giornata ha costo aggiuntivo di soli 3 euro.

INGRESSO PAESE

Biglietto Collisioni Festival 2019 – Giornata di sabato 6 luglio + Concerto di Al Bano

10,00 € comprensivo di prevendita

biglietti disponibili a partire da lunedì 3 giugno alle 12:00 su TicketOne, CiaoTickets e PiemonteTicket

Biglietto Collisioni Festival 2019- Giornata di domenica 7 luglio + Concerto di Mahmood

10,00 € comprensivo di prevendita

biglietti in vendita su TicketOne, CiaoTickets e PiemonteTicket

Per la prenotazione dei posti per le persone diversamente abili, è possibile rivolgersi a prenotazioni@amicidicollisioni.it

I bambini sotto i 10 anni non pagano, dai 10 anni in su è necessario l’acquisto del biglietto intero.

Terrazza Da Vinci: il nuovo ristorante hotel ispirato a Leonardo

Scritto da Terrazza Da Vinci il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Gastronomia e Cucina, Locale, Turismo

Ristorante panoramico con terrazza da 600 mq affacciata sull’Adda al confine tra Milano e Bergamo, Lounge Bar caffetteria la mattina e American Bar di pomeriggio e sera, nonché intimo relais hotel 4 stelle con 7 camere e una suite: tutto questo è la nuova Terrazza Da Vinci, struttura ricettiva da poco aperta in centro a Vaprio d’Adda all’interno di Villa Monti Robecchi, a soli 5 km dall’uscita A4 di Trezzo, e ispirata alla figura di Leonardo che nel primo ‘500 proprio a Vaprio lavorò a straordinari progetti sul volo e sull’acqua. Terrazza Da Vinci è perfetta come romantica location per matrimoni, con possibilità di rito civile e salone modulare interno fino a 100 sedute in un unico ambiente, ma anche come elegante location hi tech per eventi business e aziendali come pranzi di lavoro, meeting, congressi, team building, conferenze e presentazioni di prodotto. Per l’aperitivo all’American Bar e la cena à la carte, proposte culinarie rigorosamente stagionali, con ingredienti del territorio, ispirate alle tradizioni locali ma anche alle ricette rinascimentali del mondo di Leonardo, sorprendentemente rivisitate in chiave contemporanea dallo Chef e accompagnate da un’accurata selezione di vini. Chiusura il lunedì, parcheggio custodito durante gli eventi.

IL GAL L’ALTRA ROMAGNA ORGANIZZA UN RADUNO NAZIONALE DI CAMPERISTI NELL’ENTROTERRA FAENTINO

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Lifestyle, Locale, Turismo, Viaggi

Prosegue a gran ritmo il progetto “L’Altra Romagna en plein air” del GAL L’Altra Romagna in collaborazione con Edizioni Plein Air, con il terzo ed ultimo raduno nazionale di camper in programma da venerdì 10 a domenica 12 maggio 2019, dopo quelli organizzato nel weekend 5-7 aprile in area cesenate e nel weekend 26-28 aprile in area forlivese.

Il raduno mostrerà ai partecipanti uno spaccato significativo dell’entroterra faentino: dall’arte e storia sprigionata dal nucleo urbano di Brisighella, alla magia dei colli di Faenza – come Oriolo ai Fichi e Castel Raniero – dove è ancora vivissima la tradizione agricola e rurale, in contesti che per coltivazioni e paesaggio ricordano molto la migliore Toscana.

30 equipaggi provenienti da diverse Regioni italiane, arriveranno nel pomeriggio di venerdì 10 maggio a Brisighella presso l’area camper attrezzata, per poi scoprire il borgo e i suoi tesori con una visita guidata.

Alla sera apericena ai sapori della Romagna Brisighellese.

Sabato mattina 11 maggio, il gruppo, accompagnato sempre dai referenti del GAL L’Altra Romagna, si sposterà in direzione Faenza a Oriolo dei Fichi dove sono in programma visite guidate alla Torre di Oriolo e un tour panoramico misto, con 3 km di trekking e 3 km a bordo di un carro trainato da un trattore, per scoprire sempre in ottica plein air il territorio.

Dopo il pranzo servito all’aperto, ci si rimetterà in marcia per raggiungere Castel Raniero, sede del pittoresco evento “Musica nelle Aie” con tutte le numerose iniziative ed attività che riempiranno la giornata di sabato pomeriggio e domenica.

Domenica 12 maggio alle 11,00, evento clou del raduno sarà il convegno “Il Plein air volano di sviluppo turistico dell’Altra Romagna” presso la storica Villa Rotonda-Laterchi.

Il convegno verrà aperto dai saluti e dalla relazioni del Vicesindaco di Faenza, Massimo Isola e Marina Lo Conte in rappresentanza dell’Unione della Romagna faentina e del Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola, a cui faranno seguito gli interventi di:

Roy Berardi, collaboratore progetto “L’Altra Romagna en plein air”

Raffaele Jannucci, Direttore editoriale Plein Air

Gualtiero Malpezzi, Capo Servizio promozione economica e turismo dell’Unione della Romagna faentina

Silvia Rossetti, Il Cammino di Dante

Gabriele Scaggiante, Presidente Camper club “Leone rampante”

Enrico Castellari, Vicepresidente Associazione “Castel Raniero”

Dopo un breve dibattito con camperisti e partecipanti, conclusioni a cura di Bruno Biserni, Presidente GAL L’Altra Romagna.

Moderatore del convegno sarà Piergiorgio Valbonetti del gruppo Teleromagna.

A seguire buffet con prodotti del territorio, offerto dal GAL L’Altra Romagna, a cura ed organizzazione dell’Associazione “Castel Raniero”.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

Bruna Sibille e Gianni Fogliato denunciati per violazione della privacy ed abuso atti di ufficio

Scritto da areastampa360 il . Pubblicato in Locale, Opinioni / Editoriale, Politica

Riceviamo e pubblichiamo
————————–

Al Procuratore della Repubblica
presso il Tribunale di Asti

Al Garante della Privacy

E p.c.
Al Signor Sindaco di Bra
Dott.ssa Bruna Sibille

Al Direttore
Ufficio Anagrafe di Bra

Al Candidato Sindaco
Gianni Fogliato

Redazione Le Iene (Italia Uno)
Redazione Striscia La Notizia (Canale 5)

Con la presente si comunica alla S. V. che in data odierna, nella mia cassetta ho ricevuto la pubblicità elettorale del Candidato Sindaco “Gianni Fogliato” e del Candidato alle Regionali “Bruna Sibille”.

Il volantino pubblicitario elettorale, è intestato al sottoscritto con indirizzo di residenza.

Il Sindaco uscente Prof.ssa Bruna Sibille, abusando della sua autorità ha fatto recapitare a tutti i residenti di Bra pubblicità elettorale.

L’indirizzo del sottoscritto non è di dominio pubblico, quindi è sicuramente violazione della privacy ed abuso di potere.

Per questi motivi si CHIEDE di voler procedere ad iscrivere sul registro degli indagati ed aprire un procedimento penale a carico di Gianni Fogliato e Bruna Sibille, per abuso atti di ufficio, violazione della privacy, violenza privata, e qualsiasi altro reato ravvisato.

Chiedo di sapere come previsto dalla legge, dove è stato reperito il mio indirizzo di residenza.

Invece, di inviare volantino elettorale, come mai il sindaco uscente Bruna Sibille non risponde alle missive del sottoscritto, essendo già scaduti i termini, e si è già consumato il reato di Abuso Atti di Ufficio?

Fatto, letto e sottoscritto.

In Fede.
Antonio Cospito

Bruna Sibille finito il mandato da Sindaco non avrà vita facile a livello giudiziario

Scritto da areastampa360 il . Pubblicato in Locale, Opinioni / Editoriale, Politica

Antonio Cospito (invalido civile) denuncia il Sindaco di Bra – Prof.ssa Bruna Sibille, il 24 Settembre 2016, e il 10 dicembre 2016 per omissioni atti di ufficio, mentre in data 12 Dicembre 2016 per incitamento all’odio su Facebook, calunnia e diffamazione. L’ultima denuncia querela (cumulativa), presso la Procura della Repubblica e le autorità competenti superiori. Un bel regalo per la campagna elettorale 2019 di Bruna Sibille, che aspira ad andare in Regione Piemonte con Sergio Chiamparino del Partito Democratico.

Antonio Cospito, è affetto da moltissime patologie degenerative, segue anche terapia palliativa. Oggi Rende noto alla stampa, un Atto di Impugnazione dopo aver depositato denuncia-querela nei confronti del Sindaco di Bra – Prof.ssa Bruna Sibille, per omissione atti di ufficio, diffamazione, atti di bullismo, discriminazione, incitamento al suicidio, incitamento all’odio sui social ed tanta altra roba.

Antonio Cospito afferma: “Per la grave situazione venutasi a creare ho chiesto l’intervento di tutte le autorità superiori, con una documentazione di oltre 700 pagine. Adesso basta farsi prendere in giro, un’invalido civile merita solo “RISPETTO”. Una persona in stato di bisogno merita attenzioni, aiuto psicologico ed economico.

Antonio tu cosa hai ricevuto da Bruna Sibille?
Nulla. Cattiverie gratuite, silenzi, discriminazione, abuso di potere, omissioni atti di ufficio, incitamento all’odio sui social, diffamazione a mezzo stampa, e tanta altra roba che un sindaco non dovrebbe mai pensare e tantomeno fare. Altro che ripresentarsi alle Elezioni Comunali e Regionali 2019, dovrebbe starsene a casa in pensione tranquilla. Evitiamo che compia altri danni a persone, che soffrono già abbastanza per le loro problematiche personali e di salute. Il Sindaco uscente di Bra Prof. Ssa Bruna Sibille, non è la persona che vuol far apparire. E’ una persona cattiva? Sono anche a conoscenza di bustarelle/regalie ai giornalisti locali, per pubblicare articoli ad hoc.

Cos’è successo al Tribunale di Asti?
Verificate alcune anomalie giudiziarie a mio danno e a favore di Bruna Sibille, ho denunciato Pubblico Ministero e Magistrato.
Cosa farà in futuro?
Sarò l’ombra virtuale del Sindaco uscente di Bra Bruna Sibille, fino alla mia morte. Deve pagare tramiti i tribunali ogni reato commesso nei miei confronti, e risarcirmi ogni danno arrecato fino ad oggi. Le minacce di morte non mi intimoriscono, anzi mi danno forza per continuare la mia vendetta legale, mi fa cercare maggiore tutela personale, anche perché come dicono nelle mie zone di origine “Non ho voglia di sporcarmi le mani con la MERDA”.

Antonio non hai paura di queste affermazioni?
Per una persona che come me vive nel dolore tutti i giorni, a causa di diverse patologie degenerative, non ha veramente nulla da perdere. Ogni giorno di vita è per me un regalo.
Antonio ma sei stato condannato per diffamazione e calunnia?
Questo è quello che si è venduto Bruna Sibille con i giornalist locali, ma al sottoscritto alla data odierna non è stata notificata nessuna sentenza di condanna. Tutto falso e tendenzioso.

Novità editoriali?
Certo, un libro che uscirà su tutti i book store tra qualche giorno dal titolo: “Bruna Sibille – Un sindaco da dimenticare”.

Bruna Sibille è un sindaco da dimenticare

Scritto da areastampa360 il . Pubblicato in Locale, Opinioni / Editoriale, Politica

Raccogliamo e pubblichiamo volentieri una testimonianza di una persona in grave stato di bisogno, che parla senza peli sulla lingua sull’operato dell’amministrazione comunale di Bruna Sibille.

Decidiamo di comune accordo di non pubblicare la sua vera identità, e per questo lo chiameremo Max.

Ciao Max come va’ la tua salute?
La mia salute com’è noto a tutte le autorità competenti, è in peggioramento mese per mese.

Come mai oggi?
Perché in campagna elettorale, tutti sono abituati a vendersi fumo pur di farsi votare. Allora bisognerà che qualcuno dica la verità, e racconti delle situazioni che facciamo riflettere gli elettori.

Il sindaco di Bra (uscente) Bruna Sibille ti conosce?
No, ma conosce nei minimi dettagli ogni mia patologia degenerativa, e il mio stato di bisogno. Però, Nonostante tutto ha sempre mantenuto le distanze, usato discriminazione perché non braidese, negato qualsiasi incontro anche con la sua giunta, e non ha mai mostrato nessun interessamento nei miei confronti.

Hai mai incontrato il candidato sindaco Gianni Fogliato?
No, ma per quello che leggo in questi giorni di campagna elettorale, è una persona impegnata ad aiutare i bisognosi. Io non l’ho mai vista, e mai si è degnato di avvicinarsi. Forse non ero nella lista dei raccomandati da aiutare, fornita dal sindaco Bruna Sibille.

Ma cerchi vendetta?
No. Voglio solo giustizia, quella dei tribunali.

Cosa ti ha fatto mancare l’amministrazione comunale di Bruna Sibille?
Tutto. Appoggio psicologico, economico, umanità, e cercare di farmi vivere un vita dignitosa.

Adesso come vivi?
In modo dignitoso, ma grazie solo all’onorevole Luigi Di Maio, che si è interessato alla mia situazione personale, ed ha cercato di abbattere qualche muro burocratico.

Cosa ti fa stare ancora male?
Sicuramente, che alla mia età per i dolori atroci, siamo arrivati così velocemente a cure palliative.

Un pensiero finale su Bruna Sibille?
È una persona che deve starsene a casa in pensione, altro che Regionali 2019 con Chiamparino. Lasciamo in mano Bra, a persone nuove, umane, e non esaltate. Umiltà e vicinanza a tutti, dovrebbe essere il motto di queste elezioni politiche 2019.

Max cosa ti aspetti da queste tue dichiarazioni?
Che nessun giornale Locale né parli, e che tutto  venga insabbiato da Bruna Sibille e la sua Lobby.

Non temi ripercussioni giudiziarie?
Assolutamente no, non me ne può fregar di meno. Ormai, non ho proprio nulla da perdere, anzi tramite la vostra redazione le autorità competenti se vogliono possono contattarmi. Vorrei chiudere invitando tutti i braidesi, a votare le persone e non i partiti.

Napoli: Maria Elisabetta Alberti Casellati a Melito incontra i giovani della Scugnizzeria

Scritto da ecnewsoffice il . Pubblicato in Locale, Politica, Società

L’importanza di coinvolgere i giovani in progetti culturali: il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati incontra a Napoli i ragazzi della “Scugnizzeria” e li invita in Senato.

Maria Elisabetta Alberti Casellati

La Scugnizzeria, una scommessa sociale vinta: la visita di Maria Elisabetta Alberti Casellati

In visita a Napoli, il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati lo scorso 29 marzo ha incontrato i ragazzi della “Scugnizzeria”, la libreria creativa che ha aperto due anni fa lo scrittore ed editore Rosario Esposito nella zona tra Melito e Scampia. Una scommessa sociale importante, che oggi può dirsi vinta, come ha ricordato il Presidente sottolineandone il valore: “Un luogo dove si recuperano i giovani con la cultura. Qui si sviluppa la loro creatività: il contrasto alla criminalità organizzata non può che passare dall’istruzione”. E i ragazzi, impegnati in attività di teatro ma anche di radio, artigianato e altre legate ai libri, sono stati invitati da Maria Elisabetta Alberti Casellati a Roma il prossimo settembre per visitare Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani, dove fu sigillata la Costituzione.

Maria Elisabetta Alberti Casellati invita in Senato i giovani della Scugnizzeria

“Quando vengono le scuole a fare questo tipo di tour i ragazzi poi tornano sempre contenti della visita e di aver appreso molte cose sulla Costituzione” ha spiegato Maria Elisabetta Alberti Casellati. Durante l’incontro dello scorso 29 marzo, il Presidente ha donato ai ragazzi di Melito la campanella del Senato: “Questo è il simbolo del Senato: la campanella che uso per richiamare in aula i senatori, ma è anche il simbolo degli angeli. Significa che dà una protezione particolare”. Un dono, come ha sottolineato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che “vuole essere un augurio perché possiate sempre portare avanti tutto quello che desiderate”. Durante l’incontro, il Presidente ha fatto colazione con i ragazzi, che le hanno offerto una sfogliatella.

IL GAL L’ALTRA ROMAGNA ORGANIZZA UN RADUNO NAZIONALE DI CAMPERISTI IN VALLE DEL SAVIO

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Locale, Turismo

Dopo la realizzazione della guida di promozione territoriale realizzata con Edizioni Plein Air e distribuita in 90.000 copie in tutta Italia, consultabile e scaricabile dal nostro sito cliccando qui, il progetto “L’Altra Romagna en plein air” entra nel vivo con l’organizzazione di momenti d’incontro tra luoghi della Romagna e il popolo dei camper d’Italia.

Il primo incontro sarà nella Val Savio cesenate, raduno itinerante a numero prefissato in occasione della storica Sagra della Pagnotta Pasquale, uno splendido carosello tra storia, arte, ambiente ed enogastronomia tipica attorno ai borghi di Sarsina, Mercato Saraceno e Bagno di Romagna, Comuni della Provincia di Forlì-Cesena.

I camper aderenti all’iniziativa sono oltre 30 equipaggi, mentre il programma dell’iniziativa è stato concertato con le Amministrazioni comunali e Pro loco di Bagno di Romagna, Mercato Saraceno e Sarsina.

I camperisti, provenienti in maggioranza dal Nord Italia e dall’Emilia, si ritroveranno nel tardo pomeriggio di venerdì 5 aprile presso il parcheggio Sandro Pertini di Mercato Saraceno, accolti dalla Pro loco e dalle Associazioni locali con distribuzione di materiale informativo divulgativo.

In serata saluto del Sindaco Monica Rossi, breve visita guidata alla Pieve di San Damiano per chiudere con un aperitivo -ristoro conviviale.

Sabato mattina 6 aprile, il gruppo si sposterà in direzione Bagno di Romagna per la visita guidata al centro storico, per poi partecipare all’incontro “Il Plein air volano di sviluppo turistico dell’Altra Romagna” organizzato dal GAL L’Altra Romagna, che vedrà i saluti del Vicesindaco Alessia Rossi, l’intervento del Presidente Bruno Biserni, del collaboratore di progetto Roy Berardi, e le testimonianze di addetti al lavoro specialisti del turismo itinerante quali Maria Cristina Santucci – Presidente del Cammino di San Vicinio, Marco Magalotti – Camper club il Gabbiano.

Al termine dell’incontro farà seguito un ristoro conviviale.

Nel pomeriggio visita al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e breve escursione guidata al Sentiero degli Gnomi, per poi spostarsi a Sarsina dove il gruppo verrà accolto a tardo pomeriggio dal Sindaco Enrico Cangini con accompagnamento musicale e aperitivo in piazza.

Domenica 7 aprile ultima giornata dedicata alla visita guidata del centro storico di Sarsina, con la sua Basilica e il Suo Museo archeologico Nazionale, per poi concludere con un aperitivo di commiato, al termine del quale i camperisti partecipanti potranno pranzare liberamente all’interno della Sagra della Pagnotta per poi programmare in autonomia il viaggio di ritorno.

I raduni proseguiranno nelle prossime settimane anche nel territorio forlivese (dal 26 al 28 aprile), e nel territorio faentino (dal 10 al 12 maggio) entrambi con la formula del raduno diffuso ad afflusso libero, con adesione scritta all’indirizzo e-mail: comunicazione@altraromagna.net.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

Geoplant e gli Ortisti di Strada per un frutteto sociale nel cuore di Ravenna

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Agricoltura, Ambiente, Aziende, Locale, Società

La società agricola romagnola riconferma il sostegno all’Associazione impegnata nella riqualificazione green del tessuto urbano e nella gestione di orti sociali sul territorio, che il 6 e 7 aprile darà il via alla piantumazione di un frutteto sociale a Ravenna.

Arte e orto: parole linguisticamente assonanti, concettualmente mai così vicine.

La Geoplant Vivai di Savarna (RA) – player di punta nel mercato ortofrutticolo in virtù della sua intensa attività di innovazione varietale e miglioramento genetico – anche quest’anno sceglie di sostenere concretamente un’Associazione giovane (per fondazione ed età dei suoi membri) con una chiara missione di riavvicinamento alla terra e di riqualificazione del tessuto cittadino, preservandone bellezza e coerenza paesaggistica.

Il progetto – che si estrinseca tramite la donazione ad altre associazioni, la gestione di orti sociali locali sinergici e di food forest e l’organizzazione di incisive azioni con scopo di sensibilizzazione sul tema dell’ecosostenibilità – coinvolge realtà del territorio che, come Geoplant, decidono di destinare parte del proprio prodotto al rinverdimento di luoghi pubblici, scuole e aree parzialmente o totalmente abbandonate.

Sull’onda del successo e dell’alto tasso di partecipazione dello scorso anno, sabato 6 e domenica 7 aprile gli Ortisti di Strada celebreranno la piantumazione a spirale di oltre 100 alberi da frutto a Ravenna, nell’area di pertinenza delle case popolari di via Patuelli, alla quale potranno intervenire tutti coloro che vorranno vivere in prima persona un’esperienza comunitaria, green e dal forte valore sociale. Un anno fa la zona prescelta, e concessa dai permessi comunali, coincise con lo spazio tra il parco Teodorico e il Centro Sociale Spartaco, non molto distante dall’area selezionata per l’edizione 2019.

Nel 2018 Geoplant donò numerose centinaia di piante di melo, pero, ciliegio, pesco, susino e altre drupacee arrivate in buona misura, tramite gli Ortisti di Strada, ad altri Enti e Associazioni: HumuSapiens, Croce Rossa Italiana Comitato di Ravenna, Dormitorio Re di Girgenti, Scuola Materna Mani Fiorite, Associazione dei Genitori Scuola Elementare di Classe Vincenzo Randi, Associazione Teranga, Coop. Sociale Persone in Movimento, Volontari Forestali della Protezione Civile di Ravenna, Scuola elementare Galliano Camerani, Legambiente Ravenna – Circolo Matelda, Coop. Sociale Don Sandro Dordi, Coop. Sociale e Onlus Kirecò, Associazione culturale A.Di.P.A.

Ortisti di Strada ha poi impiegato parte delle piante per rinverdimenti di alcuni punti urbani e degli orti comunitari dalla stessa gestiti, presso il Centro Sociale Autogestito Spartaco e la Coop. Kirecò.

La filosofia, promossa dai giovani Ortisti di Strada e condivisa da Geoplant, ha le sue radici nella volontà di combattere gli smaltimenti e gli sprechi di materiale ecologico, nell’ottica del suo pieno recupero e di un’economia circolare: tutto deve essere riconsegnato al terreno e ricollocato per regalarne un beneficio all’intera comunità.

L’obiettivo è quello di creare frutteti sociali, per avvicinare le persone al territorio e agli spazi verdi e, al contempo, per sviluppare il concetto di comunità, convivialità e condivisione. L’orto sinergico prende forma a partire da bancali ricoperti di paglia, in una cornice bucolica che favorisca la cooperazione di tutti, agevolando anche chi è portatore di disabilità tramite il ricorso a cassoni di frutta sopraelevati e riempiti di terra pronta per essere coltivata. Infine, l’importanza di rendere i frutti disponibili a tutti i concittadini, attori protagonisti e principali fruitori di questo contributo socialmente utile.

www.geoplantvivai.com

L’ Assessore regionale dell’Emilia Romagna Simona Caselli in visita nell’Appennino romagnolo

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Agricoltura, Aziende, Locale

L’Assessore regionale all’agricoltura, caccia e pesca dell’Emilia Romagna Dott.ssa Simona Caselli è stata la prestigiosa ospite del nostro Appennino, nella giornata odierna.

Il Presidente del Gal L’Altra Romagna Bruno Biserni insieme ai tecnici Casamenti e Bertozzi e ai Sindaci di Sarsina e Mercato Saraceno, Enrico Cangini e Monica Rossi, hanno accompagnato l’Assessore nella visita effettuata alla società agricola Il Pagliaio di Mercato Saraceno, gestita con passione da Giovanni Alessandrini insieme alla moglie Eleonora e al figlio Gianmaria nel verde dell’Appennino cesenate.

La visita è stata coordinata dal Gal L’Altra Romagna, a seguito della richiesta manifestata nei mesi scorsi dell’Assessore di visitare la medesima azienda rientrante nell’area di competenza del GAL all’interno del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia Romagna.

L’azienda, caratterizzata da una forte interdisciplinarietà tra le attività agricole, agrituristiche e di animazione legate alla fattoria didattica arricchita dalla presenza di numerosi percorsi e laboratori didattici per scuole e famiglie, percorsi storici e naturalistici.

La visita ha rappresentato un esempio di efficace commistione raggiunta tra uomo-animale-natura, un sodalizio puro e vero fonte di nutrimento e di vita, in un contesto rurale preservato, ricco sotto il profilo ambientale e naturalistico, all’interno del quale l’opportunità economica basata sul ’turismo slow’ è tangibile anche dal ritmo lento e rappacificante trasmesso dai 10 asini che popolano gli spazi adiacenti l’azienda.

L’iniziativa ha fornito l’occasione di riflettere, insieme all’Assessore Caselli, sulle linee programmatiche future da intraprendere per sostenere le azioni volte al mantenimento e rafforzamento delle attività agricole e agrituristiche del nostro Appennino.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA