Villa Casale Lugo: ospitalità d’eccellenza a Spoleto

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Turismo, Viaggi

Villa Casale Lugo si trova poco distante dal centro di Spoleto in un contesto meraviglioso, immerso nel verde e nella natura dove si puó godere di pace e di tranquillità.
La titolare, la signora Chiara Profili, un’esperta di bon ton ed ospitalità, più che un elegante relais gestisce in modo regale l’attività, dedicandosi all’accoglienza dei visitatori, sempre col sorriso e con i buoni modi di un tempo e facendo respirare ai suoi clienti calore, gentilezza e disponibilità.
La struttura é dotata di piscina, del campo da tennis e da calcetto, oltre che da un grande giardino che circonda la proprietà.
Non solo, la villa Casale Lugo propone anche corsi di yoga, conferenze culturali, massaggi olistici ed orientali fatti da un maestro esperto di riflessologia plantare.
Un mix ideale, insomma, per trascorrere qualche giorno di serenità ed approfittarne per visitare luoghi d’incanto come Spoleto, Assisi, Todi e Foligno.

Per info e prenotazioni rivolgersi a www.magic-umbria.com

SETTIMANA HOTEL A JESOLO GARDENIA 2017 CON PENSIONE COMPLETA

Scritto da mediacy mediacy il . Pubblicato in Turismo, Viaggi

Offerta soggiorno a Jesolo, splendida città marittima sul lungomare veneto

Approfitta offerta speciale 336,00 euro per persona, camera e colazione per soggiorni di min. 7 notti in pensione completa.

L’offerta è valida dal 21.04.2017 al 24.05.2017 e dal 18.09.2017 al 01.10.2017, per un numero limitato di camere.

Offerta speciale per maggio e settembre nel nostro speciale hotel .

Non cumulabile con altre promozioni e usufruibile previo anticipo del 30% non rimborsabile sull’importo totale della prenotazione. Il cliente per qualsiasi motivo anticipasse la partenza è tenuto a corrispondere il prezzo della camera fino alla scadenza del periodo fissato.

Offerta comprende:

  • spiaggia privata con lettini riservati
  • biciclette
  • internet wifi
  • parcheggio privato

Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Qual è la cosa più importante che ti è successa in auto? Per il 42% degli italiani il viaggio della vita

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Automobili, Economia, Viaggi

In auto passiamo moltissimo tempo, mediamente quasi un’ora e mezza ogni giorno, e nell’abitacolo della nostra amica a 4 ruote avvengono molte cose importati; ma qual è il ricordo più bello legato alla tua auto? Facile.it, il comparatore italiano di assicurazioni, ha fatto questa domanda ad un campione di circa 1.000 utenti e per oltre il 40% di loro la risposta, contrariamente a ciò che ci si sarebbe potuti aspettare, è stata:  ho fatto il più bel viaggio della mia vita (42%). Il ricordo di viaggio è soprattutto femminile, nel campione del gentil sesso la percentuale arriva addirittura a sfiorare il 45% (44,6%), mentre fra gli uomini si ferma al 40,5%.

Al secondo posto nella classifica dei momenti importanti vissuti in auto si trova quello del momento in cui si è saputo di aver trovato lavoro (15,7%).  Ancora una volta uomini e donne, pur assegnando entrambi la medaglia d’argento a questo avvenimento, gli danno importanza diversa. I primi indicano come ricordo il passaggio del colloquio nel 14,4% dei casi; le seconde nel 17,6%.

Arriva solo terzo il ricordo che, probabilmente, molti pensavano di trovare in cima alla classifica: la “prima volta” e, soprattutto qui, la differenza fra uomini e donne è netta. Se per le signore quello della perdita della verginità è il ricordo più importante legato all’auto nel 12,1% dei casi; per gli uomini non conquista nemmeno il terzo posto, fermandosi poco sopra il 10% ed essendo superato dall’emozione di aver sentito dalla voce dell’autoradio che la propria squadra del cuore aveva vinto lo scudetto (11,7%).

Il romanticismo in auto

L’automobile è spesso teatro delle storie d’amore degli italiani; ed ecco allora che, oltre alla già citata “prima volta”, il 6,5% degli intervistati da Facile.it dichiara di essere stato al volante quando ha incrociato lo sguardo dell’uomo o della donna con cui ha scelto di condividere il viaggio…della vita.

Dopo l’incontro si passa alla proposta e il 2,7% degli automobilisti è proprio nell’abitacolo della sua macchina che ha dato o ricevuto l’anello di fidanzamento o, ancora, fatto o accettato la fatidica domanda: mi vuoi sposare?

Chissà se è corso subito a comprare il seggiolino quel 2,6% di italiani che, invece, ha saputo in auto di essere prossimo a diventare genitore.

Alla faccia di chi dice che le ora in auto sono solo stress!

L’estate degli affitti turistici: chi arriva dall’estero spende fino al 38% in più rispetto agli italiani

Scritto da Federica Tordi il . Pubblicato in Aziende, Turismo, Viaggi

Il mondo degli affitti turistici è pronto per una nuova stagione estiva, in cui non saranno solo gli italiani a optare per una casa vacanze in alternativa agli hotel, ma anche chi arriva dall’estero per visitare il Bel Paese. Il portale CaseVacanza.it (http://www.casevacanza.it), sito leader in Italia per il settore degli affitti turistici, ha studiato le diverse abitudini di viaggio tra stranieri e italiani, scoprendo come la prima evidente differenza riguardi il budget che, nel caso di chi arriva dall’estero, è più alto e supera fino al 38% quello dei nostri connazionali.

L’analisi dei budget

Gli italiani che faranno una vacanza a giugno spendono mediamente 77 euro a notte per una casa vacanze, mentre il budget di chi prenota dall’estero è più elevato ed è pari a 99 euro (+28%). A luglio la differenza si fa più evidente, con la spesa media degli italiani pari a 90 euro e quella degli stranieri che arriva a 124 euro a notte (+38%), giustificata probabilmente da una permanenza più lunga, durante la quale si vuole alloggiare in una casa di maggiore qualità e quindi più costosa. Ad agosto i prezzi dell’altissima stagione accorciano le distanze: la spesa media degli italiani è di circa 104 euro, contro i 112 degli stranieri (+7%).

A giugno e luglio vacanze più lunghe

L’analisi ha considerato le prenotazioni effettuate sul sito per l’estate 2017. A giugno il risparmio rispetto ad agosto è pari a circa il 35% sulle tariffe delle locazioni. Gli italiani ne approfittano e allungano le vacanze: se l’anno scorso si parlava di cinque giorni in media, quest’anno i soggiorni arrivano a durare più di sei giorni a giugno e oltre nove a luglio. Gli stranieri, di contro, sfruttano i primi due mesi estivi per ferie più lunghe che superano la settimana a giugno e durano più di undici giorni a luglio. Nel mese di agosto si accorcia la permanenza degli stranieri, che prenotano mediamente per poco più di nove giorni, contro gli oltre dieci degli italiani.

Le mete del viaggio

Per gli italiani la Puglia è ancora regina delle prenotazioni, seguita dalla Sardegna e dalla Toscana. Quest’ultima regione è la prima a essere preferita da chi arriva da Germania e Regno Unito, mentre i francesi optano principalmente per la Sardegna, apprezzando anche l’altra grande isola italiana, la Sicilia, al terzo posto nelle loro prenotazioni e in quelle dei cittadini inglesi.

Le caratteristiche più cercate in una casa vacanze

Le abitudini vacanziere di italiani e stranieri si dimostrano differenti anche nelle caratteristiche che si ricercano nell’immobile da affittare e che rivelano priorità diverse. Analizzando i filtri usati da chi si sposta in Italia, si nota come sia di fondamentale importanza la possibilità di portare in vacanza anche i propri amici a quattro zampe; al secondo e terzo posto della classifica si trovano due comodità irrinunciabili per gli italiani vacanzieri, la lavatrice e l’aria condizionata. Guardando invece alle ricerche degli stranieri, la caratteristica più cercata è una piscina all’interno della proprietà da affittare, seguita dall’aria condizionata e dalla lavatrice. Diversa è anche l’importanza che si attribuisce alla connessione internet nell’immobile: gli stranieri la cercano molto più degli italiani, tanto che nel loro caso si piazza al quarto posto delle ricerche contro l’ottavo nei filtri più usati dai connazionali.

«L’utenza straniera è uno dei target più interessanti per chi ha deciso di mettere a reddito il suo immobile come casa vacanze – dichiara Francesco Lorenzani, Amministratore Delegato di Feries srl, proprietaria di CaseVacanza.itSi tratta di turisti che viaggiano in periodi che per gli italiani sono di bassa o media stagione, occupando così la casa nei mesi meno gettonati e con budget di spesa mediamente più elevati. Per questo è importante che i proprietari si mettano nelle condizioni di rispondere alla loro domanda, ottimizzando, ad esempio, la pubblicazione dell’annuncio online in più lingue e fornendo indicazioni, suggerimenti e materiale informativo all’arrivo.»

A La Thuile, il 1° luglio 2017 al via… La seconda edizione di La Thuile Trail

Scritto da HALO COMUNICAZIONE il . Pubblicato in Lifestyle, Turismo, Viaggi

Habitat selvaggio, natura generosa e accogliente, carattere eclettico, vera essenza della montagna. Uno straordinario patrimonio naturale e geologico da scoprire con il trail running.

La Thuile, l’1 luglio 2017, organizza la seconda edizione di “La Thuile Trail”. Un percorso di 25 Km con 1.800 metri di dislivello che permetterà ai trailer di conoscere il territorio, di imbattersi in importanti testimonianze storiche e di godere di scorci panoramici mozzafiato.

Il tracciato, che parte in paese, in piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, attraversa le frazioni del Thovex e del Buic, si inerpica nel bosco transitando davanti ad alcuni vecchi ingressi minerari dell’estrazione di antracite e, in zona Plan Praz, percorre il perimetro del Fortino edificato nel 1630 dal Ducato di Savoia (quota 2.050 m).

Successivamente, passando dal sentiero denominato “La Balconata”, si arriva al rifugio Deffeyes (2.494 m) per lambire il maestoso ghiacciaio del Ruitor (3.486 m), la sua morena, i suoi stupendi laghetti e raggiungere la vicina Cappella di San Grato (2.454 m). Siamo sul sentiero dell’Alta Via n.2. Qui inizia un percorso in discesa verso La Joux. Si passa “sull’ardito e sospeso” nuovo ponte in ferro sulla terza cascata Rutorina dal quale si possono ammirare i due salti sottostanti e, arrivati alla frazione di La Joux, con alcuni saliscendi, si ritorna per un breve tratto sull’Alta Via n. 2.

Si costeggia, in seguito, la spalla del Monte Colmet si giunge al bivio per il nuovissimo sentiero delle Miniere di Argento. Da qui in discesa il percorso di gara alternerà tratti di sentiero a tratti di strada poderale, prima di giungere alla frazione Pera Carà dove si trovano gli ingressi minerari di antracite del “Villaret” a quota 1.580 m, e successivamente, guadagnare l’arrivo ubicato in paese, in piazza Cavalieri di Vittorio Veneto.

www.lathuiletrail.com

PROGRAMMA DI LA THUILE TRAIL

 Venerdì 30° Giugno 2017

ore 15.00 -21.00 distribuzione pettorali presso la struttura sportiva comunale Konver nella zona di Arly

ore 19.30 briefing

Sabato 1 luglio 2017

7.00-8.30: Ritiro ultimi pettorali in zona partenza (piazza Cavalieri di Vittorio Veneto)

8.45: Last-minute briefing

9.00: Partenza

12.00: Attesi i primi concorrenti

13.00: Pasta Party

15.00: Premiazioni

17.00: Arrivo ultimi concorrenti

Trail individuale

Trail running in semi-autonomia: 25km lungo i sentieri di La Thuile. Partenza collettiva in linea. L’organizzazione si occuperà di segnalare il percorso e allestire una serie di ristori con cibi e bevande più ristoro finale all’arrivo.

Tempo massimo

Il tempo massimo per la competizione è di 8 ore, appositamente calcolato in modo da permettere di concludere il percorso semplicemente con un buon passo. Cancello orario al Rifugio Deffeyes (Km. 10+000) dopo 4.30 ore dalla partenza (alle ore 13.30 p.m.).

Modalita’ iscrizione

Iscrizione al trail entro 29 giugno 2017 alle ore 24.00.

Numero massimo di concorrenti: 400

E’ obbligatorio effettuare l’iscrizione esclusivamente tramite il sito della WEDOSPORT all’indirizzo www.wedosport.net.

Carte di credito in vacanza: 10 consigli per evitare spese eccessive, truffe e raggiri

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Affari, Viaggi

Sono oltre 15 milioni gli italiani che, per evitare di viaggiare con grosse somme in contanti quando sono in vacanza all’estero scelgono di pagare con carte di credito o bancomat; ma come fare ad evitare commissioni eccessive, truffe e raggiri? Facile.it, il principale comparatore italiano di prodotti finanziari, ha creato un breve vademecum con 10 regole d’oro da seguire per non incappare in brutte sorprese.

  1. Consulta la banca prima di partire. Non tutte le carte attive in Italia possono essere usate all’estero e, inoltre, alcune possono essere abilitate, ma con limitazioni; per questo motivo, anche se può sembrare ovvio, prima di partire meglio verificare con l’istituto che ha emesso la nostra carta se il Paese in cui stiamo per fare le vacanze ne ammette o meno l’uso: poche cose potrebbero crearci problemi quanto quella di essere oltre confine e…senza denaro.
  2. Carte di credito o bancomat, quale scegliere?Purché abilitate al funzionamento in altri Stati, con entrambi è possibile pagare e prelevare contante, ma per il prelievo lecommissioni applicate variano notevolmente; per la carta di credito si aggirano in media intorno al 4%, per il bancomat sono pari a circa il 2%. Il secondo, però, ha spesso un limite di utilizzo giornaliero o mensile che, all’estero potrebbe variare rispetto a quello applicato in Italia. Verifichiamo, quindi di non sforare!
  3. Per il pagamento poche differenze. Per quanto riguardai pagamenti effettuati direttamente presso l’esercizio commerciale non ci sono grosse differenze tra le due soluzioni; se l’operazione avviene in uno dei paesi Sepa generalmente non sono previste commissioni, mentre è possibile vedere applicati costi aggiuntivi legati al cambio in caso di uso in aree con valuta diversa dall’euro, ma di questo parleremo più avanti.
  4. Furto, clonazione o smarrimento, cosa fare? Il consiglio è uno solo: chiamare immediatamente la banca per bloccare la carta smarrita; non appena informato, l’istituto provvederà all’immediata disattivazione. Importante da sapere è che, se la carta rubata viene utilizzata prima della denuncia del furto, per legge possono essere addebitati fino a un massimo di 150 euro. Il denaro eventualmente sottratto dopo la segnalazione, invece, verrà rimborsato interamente.
  5. Non mi conviene cambiare i contanti all’aeroporto? No. Generalmente, utilizzare all’estero la carta per acquisti in valuta locale consente di ottenere un tasso di cambio più vantaggioso rispetto a quelli offerti dagli uffici di cambio presenti all’aeroporto. Cerchiamo quindi di cambiare la minore quantità di valuta possibile, magari nella nostra nazione prima di fare le valigie, e usare quel denaro solo dove non è accettata la carta.
  6. Scegli la valuta locale. In caso di pagamento o prelievo in area extra-euro, se viene richiesto, è consigliato scegliere di pagare in valuta locale anziché nella propria moneta; questo consente di evitarecommissioni nascoste legate al cambio e ottenere, così, tariffe più convenienti.
  7. Con l’app, tutto sotto controllo.Scegliere una banca dotata di app per mobile consente di monitorare tutti i pagamenti in tempo reale, così da tenere sott’occhio i movimenti e relative spese.
  8. Un SMS può salvare la situazione. Se non ti trovi a tuo agio con le app, o anche non vuoi aspettare di arrivare a portata di wi-fi per sapere cosa accade al tuo conto corrente, puoi continuare ad affidarti alle vecchie tecnologie. Molti istituti consentono di attivare un servizio di alert che, in caso di utilizzo della carta, tramite SMS avvisa subito il cliente; una soluzione estremamente pratica per avere il pieno controllo della situazione.
  9. La vacanza finisce, ma i rischi continuano. Anche se siete tornati a casa e tutto è andato liscio, meglio continuare a monitorare i conti con attenzione; i malintenzionati sanno bene che pochi osservano i conti dopo il rientro e, per questo, capita agiscano anche a mesi di distanza dal furto dei dati; gli addebiti non autorizzati o le anomalie quindi potrebbero apparire dopo diverso tempo. Nel caso, informate subito la banca e il problema sarà risolto.
  10. Quale carta dare ai figli che viaggiano da soli? I ragazzi, soprattutto se al loro primo viaggio all’estero con gli amici, difficilmente pongono la giusta attenzione alle regole di sicurezza delle carte di credito; come fare a limitare i danni di un figlio troppo sbadato? La soluzione migliore è una carta prepagata. Si tratta di uno strumento di pagamento sempre più diffuso e un’ottima soluzione perché garantisce la stessa praticità del bancomat con il vantaggio di avere un plafond limitato, così da tutelare i giovani – e soprattutto i genitori – da eventuali smarrimenti o spese folli. Il consiglio, però, è verificare prima di partire che la carta sia abilitata e accettate nel paese di destinazione.

E con questo…buon viaggio.

Appartamenti nei borghi medievali pieni di storia e tradizione dell’Umbria

Scritto da umbria domus il . Pubblicato in Casa e Giardino, Italia, Turismo, Viaggi

Se siete amanti dei borghi medievali in questa sezione potrete trovare degli appartamenti Umbria nei più bei borghi medievali d’Italia come Todi ed Orvieto.Tutto questo potreste trovare qui negli appartamenti umbria situati nel cuore verde d’Italia, un Appartamento Umbria tutto per voi sarà sicuramente un qualcosa di assolutamente eccezionale e unico nel suo genere, vi farà innamorare di questa terra e dei suoi colori indissolubilmente. In Umbria, come in Italia, i centri storici possono essere considerati come l’armatura del territorio che ne delinea l’identità. I centri storici e gli Appartamenti umbria sono la prova concreta delle complessità culturali, degli strati di insediamento e di cambiamenti sociali che sono avvenuti lì e sedimentati nel corso dei secoli. I centri storici delle piccole città sono le chiavi per capire gli elementi fondamentali di ciascun sistema locale e la chiave di lettura per le esperienze che sono racchiuse in attività materiali e immateriali e nell’essenza culturale di ciascuna comunità. I luoghi del vivere e del produrre, i simboli del potere politico e religioso univocamente con il sistema stradale, formano un insieme armonizzato, il risultato di diverse matrici: economico, sociale , politico e istituzionale, che deve essere mantenuto . I centri storici hanno qualità diverse, ma tutti sono pieni di tracce del passato. La storia dei luoghi, le esperienze degli uomini, il graduale cambiamento dello stile di vita della comunità che interessano o hanno interessato questi siti non hanno per nulla intaccato questi piccoli ma grandi patrimoni dell’umanità di cui l’Umbria è ricchissima e che potrete trovare praticamente in ogni angolo di questa meravigliosa regione. Non possiamo non consigliarvi una visita in uno di questi luoghi, anche solo per respirare l’incredibile atmosfera mista di storia e tradizione contadina che ognuno di essi riesce a sprigionare dalle proprie pietre centenarie e per una visita nei bellissimi APPARTAMENTI UMBRIA.

http://www.umbriadomus.it/appartamenti-umbria/

appartamento a todi

Appartamenti della bellissima Umbria

Scritto da umbria domus il . Pubblicato in Casa e Giardino, Economia, Fotografia, Turismo, Viaggi

Se siete amanti dei borghi medievali in questa sezione potrete trovare degli appartamenti Umbria nei più bei borghi medievali d’Italia come Todi ed Orvieto. Tutto questo potreste trovare qui negli appartamenti umbria situati nel cuore verde d’Italia, un Appartamento Umbria tutto per voi sarà sicuramente un qualcosa di assolutamente eccezionale e unico nel suo genere, vi farà innamorare di questa terra e dei suoi colori indissolubilmente. In Umbria, come in Italia, i centri storici possono essere considerati come l’armatura del territorio che ne delinea l’identità. I centri storici e gli Appartamenti umbria sono la prova concreta delle complessità culturali, degli strati di insediamento e di cambiamenti sociali che sono avvenuti lì e sedimentati nel corso dei secoli. I centri storici delle piccole città sono le chiavi per capire gli elementi fondamentali di ciascun sistema locale e la chiave di lettura per le esperienze che sono racchiuse in attività materiali e immateriali e nell’essenza culturale di ciascuna comunità. I luoghi del vivere e del produrre, i simboli del potere politico e religioso univocamente con il sistema stradale, formano un insieme armonizzato, il risultato di diverse matrici: economico, sociale , politico e istituzionale, che deve essere mantenuto . I centri storici hanno qualità diverse, ma tutti sono pieni di tracce del passato. La storia dei luoghi, le esperienze degli uomini, il graduale cambiamento dello stile di vita della comunità che interessano o hanno interessato questi siti non hanno per nulla intaccato questi piccoli ma grandi patrimoni dell’umanità di cui l’Umbria è ricchissima e che potrete trovare praticamente in ogni angolo di questa meravigliosa regione. Non possiamo non consigliarvi una visita in uno di questi luoghi, anche solo per respirare l’incredibile atmosfera mista di storia e tradizione contadina che ognuno di essi riesce a sprigionare dalle proprie pietre centenarie e per una visita nei bellissimi APPARTAMENTI UMBRIA.

http://www.umbriadomus.it/appartamenti-umbria/

appartamento a todi

Appartamenti nei meravigliosi borghi storici umbri

Scritto da umbria domus il . Pubblicato in Casa e Giardino, Italia, Lifestyle, Turismo, Viaggi

Se siete amanti dei borghi medievali in questa sezione potrete trovare degli appartamenti Umbria nei più bei borghi medievali d’Italia come Todi ed Orvieto. Tutto questo potreste trovare qui negli appartamenti umbria situati nel cuore verde d’Italia, un Appartamento Umbria tutto per voi sarà sicuramente un qualcosa di assolutamente eccezionale e unico nel suo genere, vi farà innamorare di questa terra e dei suoi colori indissolubilmente. In Umbria, come in Italia, i centri storici possono essere considerati come l’armatura del territorio che ne delinea l’identità. I centri storici e gli Appartamenti umbria sono la prova concreta delle complessità culturali, degli strati di insediamento e di cambiamenti sociali che sono avvenuti lì e sedimentati nel corso dei secoli. I centri storici delle piccole città sono le chiavi per capire gli elementi fondamentali di ciascun sistema locale e la chiave di lettura per le esperienze che sono racchiuse in attività materiali e immateriali e nell’essenza culturale di ciascuna comunità. I luoghi del vivere e del produrre, i simboli del potere politico e religioso univocamente con il sistema stradale, formano un insieme armonizzato, il risultato di diverse matrici: economico, sociale , politico e istituzionale, che deve essere mantenuto . I centri storici hanno qualità diverse, ma tutti sono pieni di tracce del passato. La storia dei luoghi, le esperienze degli uomini, il graduale cambiamento dello stile di vita della comunità che interessano o hanno interessato questi siti non hanno per nulla intaccato questi piccoli ma grandi patrimoni dell’umanità di cui l’Umbria è ricchissima e che potrete trovare praticamente in ogni angolo di questa meravigliosa regione. Non possiamo non consigliarvi una visita in uno di questi luoghi, anche solo per respirare l’incredibile atmosfera mista di storia e tradizione contadina che ognuno di essi riesce a sprigionare dalle proprie pietre centenarie e per una visita nei bellissimi APPARTAMENTI UMBRIA.

http://www.umbriadomus.it/appartamenti-umbria/

appartamento a todi

Gli appartamenti della bella Umbria

Scritto da umbria domus il . Pubblicato in Casa e Giardino, Italia, Turismo, Viaggi

Se siete amanti dei borghi medievali in questa sezione potrete trovare degli appartamenti Umbria nei più bei borghi medievali d’Italia come Todi ed Orvieto. Tutto questo potreste trovare qui negli appartamenti umbria situati nel cuore verde d’Italia, un Appartamento Umbria tutto per voi sarà sicuramente un qualcosa di assolutamente eccezionale e unico nel suo genere, vi farà innamorare di questa terra e dei suoi colori indissolubilmente. In Umbria, come in Italia, i centri storici possono essere considerati come l’armatura del territorio che ne delinea l’identità. I centri storici e gli Appartamenti umbria sono la prova concreta delle complessità culturali, degli strati di insediamento e di cambiamenti sociali che sono avvenuti lì e sedimentati nel corso dei secoli. I centri storici delle piccole città sono le chiavi per capire gli elementi fondamentali di ciascun sistema locale e la chiave di lettura per le esperienze che sono racchiuse in attività materiali e immateriali e nell’essenza culturale di ciascuna comunità. I luoghi del vivere e del produrre, i simboli del potere politico e religioso univocamente con il sistema stradale, formano un insieme armonizzato, il risultato di diverse matrici: economico, sociale , politico e istituzionale, che deve essere mantenuto . I centri storici hanno qualità diverse, ma tutti sono pieni di tracce del passato. La storia dei luoghi, le esperienze degli uomini, il graduale cambiamento dello stile di vita della comunità che interessano o hanno interessato questi siti non hanno per nulla intaccato questi piccoli ma grandi patrimoni dell’umanità di cui l’Umbria è ricchissima e che potrete trovare praticamente in ogni angolo di questa meravigliosa regione. Non possiamo non consigliarvi una visita in uno di questi luoghi, anche solo per respirare l’incredibile atmosfera mista di storia e tradizione contadina che ognuno di essi riesce a sprigionare dalle proprie pietre centenarie e per una visita nei bellissimi APPARTAMENTI UMBRIA.

http://www.umbriadomus.it/appartamenti-umbria/

appartamento a todi