V33 Milano: nasce Temporary Private Sky Lounge V33 concept di Sergio Fracchia

Scritto da Altitalia il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Lifestyle

Dal 22 Marzo nasce un appuntamento quotidiano con DJ SET e Happy Hour con il concept di Sergio Fracchia

Customer experience a 360 gradi garantisce il nuovo modo di comprar un angolo privilegiato di Milano. E chi se non Sergio Fracchia poteva dar vita a questa innovativa soluzione di far vivere il lusso nel nuovo centro di Milano. In zona Garibaldi nasce Temporary Private Sky Lounge V33…..

Temporary Private Sky Lounge V33 Milano

Customer experience a 360 gradi garantisce il nuovo modo di comprare un angolo privilegiato di Milano. E chi se non Sergio Fracchia poteva dar vita a questa innovativa soluzione di far vivere il lusso nel nuovo centro di Milano. In zona Garibaldi nasce Temporary Private Sky Lounge V33. Prima il pensiero degli architetti Vudafieri e Saverino dà forma all’estro V33, poi Hobag investe e il titolare di Altitalia Real Estate crede nell’idea di un vivere il lusso all’avanguardia e sceglie i partner personalmente da Chataux d’Ax a Easydom per coniugare l’artigiano sapiente con la domotica, che ci viene incontro per offrire il meglio del vivere i nostri ambienti familiari; Technogym per essere sempre in forma e Samsung; insomma il top di una casa costruita per farci star bene senza compromessi.

Sergio Fracchia Temporary Private Sky Lounge V33 Milano

Tante idee e buona volontà di tutti i partners hanno portato a realizzare questo grattacielo in zona Garibaldi. Ora serviva far vivere in anteprima l’esperienza di una vista mozzafiato nel nuovo centro di Milano; Sergio Fracchia non ha dubbi e dal 22 marzo pochi fortunati potranno dire “c’ero anch’io” al tredicesimo piano del nuovo Temporary Private Sky Lounge V33 personalizzata da Deco Flamme Live Production, sinonimo di qualità e gusto per eventi memorabili.

Deco Flamme Live Production

Altitalia Real Estate porta il lusso che emoziona, realizza un sogno e in anteprima lo fa vivere ai suoi migliori clienti, ecco la sintesi del pensiero del fondatore Sergio Fracchia.

Fonte: Altitalia News

Altitalia Real Estate_150

Ufficio Stampa
Diamond Digital Marketing LTD
marchesini.angelo@gmail.com
altitalia@diammonddigitalmarketing.co.uk

Silvana Giacobini presenta il suo romanzo “Il leone di terracotta”

Scritto da PromoterArte il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura, Libri, Spettacolo

Giovedì 28 Marzo 2013, una sala gremita ha accolto calorosamente la nota giornalista e scrittrice Silvana Giacobini che ha presentato in anteprima il suo nuovo romanzo “Il leone di terracotta” (Cairo) presso la “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in Via Alessi 11, a Milano. L’evento si colloca all’interno del ricco calendario di iniziative ad ingresso libero di “Cultura Milano.it” il Festival Artistico Letterario, ideato e organizzato dal manager Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter, allo scopo di rendere la cultura accessibile a tutti. Tra i noti personaggi ospiti Bruno Vespa, Margherita Hack, Francesco Alberoni, Corrado Augias, Vittorio Sgarbi, Umberto Veronesi, Antonino Zichichi.

All’evento sono stati presenti anche due ospiti d’eccezione: Andrea Pinketts (Mistero), scrittore, giornalista, drammaturgo e noto opinionista italiano che collabora in oltre con Achille Bonito Oliva e Barbara Benedettelli, scrittrice, attivista e giornalista.

La Giacobini, affiancata dal Direttore Claudio Brachino (Mediaset) e dalla Showgirl Valeria Marini, nel ruolo di relatori, ha descritto l’avvincente vicenda narrata nel libro, ambientata nel suggestivo contesto territoriale delle Langhe, con protagonista Margot Amati, autrice di gialli di successo, chiamata dall’amica Maria Beatrice Tornero d’Albrizzi a indagare sulla misteriosa scomparsa del fratellastro James, avvenuta molti anni addietro. Nell’incalzare crescente dei colpi di scena niente è come sembra e il lettore viene trasportato nell’intrigante storia, in cui si celano ombre di relazioni parentali e legami affettivi in apparenza solidi e indissolubili, ma che nascondono torbidi segreti. La cornice romantica è il travolgente amore che sboccia tra Margot e Eugenio.

La Giacobini, ha raccontato anche alcuni aneddoti ed episodi significativi della sua prestigiosa carriera giornalistica e ricordando l’incontro con Hilary Clinton, ha spiegato “L’ho incontrata varie volte, la prima alla Casa Bianca, quando era First Lady. Mi ha conquistato con la sua logica e la sua razionalità, non ha mai voluto conoscere prima le domande che, le avrei rivolto. Le chiesi se sarebbe mai scesa in politica, mi rispose che, ne bastava già uno in famiglia. La rividi ancora a Washington e le chiesi se si sarebbe candidata alla presidenza degli Stati Uniti, mi disse che non ci pensava. Mi auguro che nel 2016, sia lei ad essere la prima donna presidente degli Stati Uniti. E’ una donna con una testa straordinaria. Per esempio, nei suoi discorsi quando parla in pubblico, lo fa a braccio senza leggere gli appunti”.

 

 

Omia Laboratoires EcoBio: Addio a siliconi per una chioma più sana e naturale

Scritto da mgacosmetici il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Salute

Abbandonare gli shampoo tradizionali, a base di siliconi e derivati petrolchimici dalle proprietà districanti, per passare a prodotti per la pulizia dei capelli a base di olii vegetali, non è un passaggio facile, ma alla lunga paga. Rendendo la chioma più sana e naturalmente splendente.

OMIA ECOBIOLOGICA CAPELLI PRIMA PAGINA DEPLIANT

Non basta che l’acqua sia “con le bolle” come spiegava, a proposito dello shampoo, Massimo Troisi a Stefania Sandrelli nel film “Non ci resta che piangere”. E’ importante che il principale prodotto che utilizziamo per detergere e curare i nostri capelli li nutra e rafforzi in profondità, oltre a renderli alla vista morbidi e lucenti. E tuttavia, per trovare un prodotto che soddisfi entrambe queste esigenze, occorre attenzione e un po’ di studio.

I siliconi, i cristalli liquidi e i derivati petrolchimici contenuti generalmente negli shampoo tradizionali, danno un aspetto lucido e sano ai capelli, aiutandoli a districarsi e rivestendoli di una guaina scintillante, anche se sotto questa operazione di maquillage il capello può rimanere crespo e sfibrato. D’altra parte la scelta eco-bio non paga immediatamente: priva del sostegno della chimica la nostra capigliatura risulta tendenzialmente stopposa, meno soffice e brillante.

Per questo, in genere lo shampoo è l’ultimo dei cosmetici tradizionali a essere abbandonato da chi abbraccia la scelta eco-bio. Ma coniugare salute e splendore dei capelli, si può: occorre, con pazienza, trovare lo shampoo adatto e lasciare che il capello ritrovi la sua naturale morbidezza, coccolato da buoni ingredienti.

Per fare questo passaggio è innanzitutto necessario comprendere che gli shampoo tradizionali, con i loro siliconi e altri ingredienti di origine petrolchimica, rivestono, applicazione dopo applicazione il capello, rendendolo dapprima più lucente e bello, ma poi via via sempre più arido e debole: in questo modo contribuiscono all’insorgenza di doppie punte e fanno apparire il capello sporco e appesantito dopo pochissimi giorni. Negli shampoo eco-bio gli ingredienti chimici non ci sono, e lo shampoo, lavaggio dopo lavaggio ne libera il capello. Poiché si tratta di sostanze tenaci, a seguito dei primi lavaggi il risultato potrebbe essere, però, quello di avere i capelli poco luminosi perché un po’ ancora rivestiti di silicone e un po’ no! Solo la perseveranza darà i suoi risultati!

Bisogna sapere che gli shampoo eco-bio vengono formulati con un’accurata scelta di tensioattivi e fito-estratti specifici per un tipo di capelli e sono efficaci proprio e solo per quel tipo di capelli. Inoltre, gli shampoo eco-bio ben formulati contengono ottimi mix di tensioattivi delicati di origine vegetale, mentre gli shampoo tradizionali raramente si allontanano dagli aggressivi SLS (Sodium Lauryl Sulfate) e SLES (Sodium Laureth Sulfate) e sostanze simili. Il cuoi capelluto, abituato a questi tensioattivi aggressivi, potrebbe produrre sebo in eccesso per compensare, e avere quindi bisogno di un po di tempo per riequilibrarsi lasciando i primi tempi i capelli non perfettamente puliti.

Per aiutare i capelli ad essere lucenti in modo naturale durante il passaggio all’eco-bio, esistono ottimi balsami e maschere eco-bio in grado di nutrire e districare i capelli alla perfezione. Si possono inoltre ottenere ottimi risultati utilizzando impacchi d’olio prima dello shampoo: sono molto indicati l’olio ai semi di lino, l’olio di Argan e l’olio di jojoba. Infine, come raccomandavano ai tempi delle nonne, in cui non esistevano gli shampoo a base di prodotti chimici, un risciacquo finale con acqua e una piccola parte limone o aceto aiuta a rendere i capelli più lucidi e brillanti.

Fonti: Omia Laboratoires

Vino: che passione

Scritto da POSIZIONAMENTO il . Pubblicato in Alimentari e Bevande

Il vino è una vera passione, chi ha avuto l’opportunità di essere a contatto, di lavorarci, si è appassionato, io personalmente conosco molte persone che effettuavano un lavoro completamente diverso, ma poi conoscendomi o affacciandosi a questo meraviglioso prodotto enologico, si sono appassionate e hanno deciso di cambiare e di affacciarsi al vino nelle diverse figure: Agente di vendita, Sommelier, Consulenti, titolari di una enoteca online o reale, taluni come proprietari di aziende vinicole.

Chi si avvicina a questo mondo, rimane subito affascinato, si informa, si appassiona, è un vero contagio.

Con il vino si impara a conoscere la storia, la geografia, l’analisi sensoriale, come degustare un vino, l’abbinamento cibo-vino, riconoscere le peculiarità del vitigno o del terroir ecc.

Inoltre ci può aiutare a trovare un lavoro, in questo settore ci sono molte opportunità, come precedentemente descritto, si può fare l’agente di vendita per una azienda vinicola o per un grossista, sia come plurimandatario e monomandatario, come consulente sia per aziende vinicole, sia per ristoratori (stesura carta dei vini), si può diventare un buyer per un importante importatore o un Sommelier per un locale e moto altro ancora.

Di questo mondo sono rimasto affascinato immediatamente da quando ho iniziato a fare il venditore, per poi fare i corsi di Sommelier dell’A.I.S. (Associazione Italiana Sommelier) fino a diventare Relatore, li è stato l’inizio della mia carriera.

SILVANA GIACOBINI, MARCO BETTIN, VALERIA MARINI, CLAUDIO BRACHINO: GRANDI NOMI PER UN EVENTO CULTURALE STRAORDINARIO

Scritto da PromoterArte il . Pubblicato in Arte, Celebrità, Comunicati Stampa, Cultura, Libri, TV

Giovedì 28 Marzo 2013, alle ore 18.00, si terrà un grande evento presso la prestigiosa “Milano Art Gallery – Spazio Culturale” di via G. Alessi 11, a Milano: Silvana Giacobini presenterà, in anteprima, il suo nuovo libro “Il leone di terracotta” (Cairo) per il Festival Artistico Letterario “Cultura Milano.it” il salotto culturale, organizzato da Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter, allo scopo di rendere la cultura accessibile a tutti, con incontri, ad ingresso libero, con ospiti illustri, tra cui Margherita Hack, Bruno Vespa, Francesco Alberoni e Vittorio Sgarbi.

A far da singolare cornice, la mostra d’arte “Suggestioni” che raccoglie una vasta produzione di Marco Bettin, artista per passione e pranoterapeuta di professione che ha saputo coniugare l’amore per l’arte al dono della pranoterapia, concepite entrambe come forme pure e assolute di espressione e manifestazione energetica positiva, per supportare i fruitori a scoprire il loro ego interiore, penetrando nella dimensione intima e spirituale.

Ad affiancare la Giacobini e Bettin, sono stati designati due relatori d’eccezione: la nota showgirl Valeria Marini e il Direttore Mediaset Claudio Brachino.

“Il leone di terracotta” racconta un’intensa storia d’amore, ambientata nelle Langhe, sullo sfondo di problemi molto sentiti, come la violenza e le ombre che spesso si celano dietro i rapporti famigliari. È una narrazione coinvolgente, che trasmette anche un importante messaggio sociale e stimola interessanti riflessioni sull’intreccio dei legami parentali, dove come dice la Giacobini, citando William Shakespeare, nel Macbeth “Nulla è tranne ciò che non è“.

Olio argan Omia: Trattamento Biologico per capelli per rinnovare lo splendore della chioma

Scritto da mgacosmetici il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Salute

Le proprietà dell’olio di Argan consentono di mantenere la cute ed i capelli sani e ben protetti.
Grazie all’azione della vitamine E, contenuta nell’olio di Argan addirittura in misura doppia rispetto all’ olio d’oliva, il trattamento dei capelli e del cuoio capelluto garantisce di rinnovare lo splendore della chioma, di rinforzare le fibre fragili e di illuminare anche i capelli più secchi e sfibrati, proprio grazie alle sue straordinarie virtù restitutive, emollienti e riparatrici.
L’olio di Argan inoltre ripara e protegge i capelli dall’azione dei fattori ambientali, come sole e vento, ma anche dai danni dei trattamenti chimici aggressivi, risanando e nutrendo i capelli indeboliti dal colore e dalla piega frequenti.
La sua origine completamente naturale lo rende sicuro per tutte le età e tutti i tipi di pelle e capelli.

Trattamento Olio Argan

Il Fisio Shampoo all’olio di Argan può essere utilizzato frequentemente e assicurare idratazione quotidiana. Questo grazie alla formulazione senza Sodium Laureth Solfato, SLES free e senza sale, che sono caratteristiche che rendono il prodotto delicato sul cuoio capelluto. I Tensioattivi utilizzati sono delicati, cosi come tutti gli ingredienti impiegati e il prodotto contiene 0% di parabeni (paraben free), 0% glicole propilenico, 0% PEG, 0% coloranti sintetici, 0% siliconi.

Questo Shampoo è particolarmente indicato per persone con capelli secchi, spenti, fragili e cuoio capelluto delicato. Nutriente e lisciante è ideale per ridonare idratazione e morbidezza a capelli secchi e fragili.

Maschera Ristrutturante Capelli è un preparato condizionante a risciacquo la cui formula, arricchita con Olio di Argan da coltivazione biologica certificata, Aloe Vera e Burro di Karitè, ripara intensamente la cuticola capillare, rendendo i capelli più morbidi e lisci.

Questa Maschera è particolarmente indicata per persone con capelli secchi e fragili ed è ideale per ristrutturare ed idratare capelli secchi e fragili, rendendoli morbidi e lisci

Olio capelli all’olio di argan è un trattamento specifico per capelli a base di Olio di Argan da coltivazione biologica certificata. L’Olio di Argan dona ai capelli un aspetto liscio e setoso migliorandone la luminosità e senza ungere né appesantire. E’ particolarmente indicato per persone con capelli secchi e fragili.

Questo olio capelli può essere utilizzato sia sui capelli asciutti che sui capelli umidi dopo lo shampoo, anche in aggiunta alla maschera ristrutturante capelli.
Non contiene siliconi, è a base di oli naturali e richiede quindi di essere applicato facendo attenzione a non eccedere con le quantità.
Per applicarlo, si consiglia di scaldare uno spruzzo di prodotto sfregando le mani, di stendere in maniera uniforme il prodotto su di esse e successivamente passarle accuratamente su tutta la lunghezza del capello, asciutto o bagnato, dalla radice alle punte. Se è necessario, ripetere fino all’ottenimento dell’ effetto desiderato.

Fonte: Omia Laboratoires

Vacanze in Sardegna: i luoghi da non perdere

Scritto da mirkopise il . Pubblicato in Viaggi

Nel cuore del Mediterraneo, la Sardegna è un’isola dalle grandi attrazioni che affascina ed emoziona chiunque venga a visitarla. La sua fortuna più grande è il mare, tra i più belli al mondo secondo l’opinione comune. Ma il mare non avrebbe goduto di una tale considerazione se non fosse stata preservata la sua integrità, da sempre obiettivo comune delle amministrazioni locali.

Il famoso portale turistico Tripadvisor ha stilato, secondo l’opinione dei suoi utenti, una classifica delle attrazioni più belle della Sardegna, con le prime dieci posizioni occupate, neanche a dirlo, proprio dalle località di mare.

Il gradino più alto del podio è occupato dall’Arcipelago di La Maddalena, un gruppo di isole a nord-est della Sardegna, al largo della Costa Smeralda. Tra le più importanti La Maddalena, Caprera, Santo Stefano, Budelli, Santa Maria, Razzoli e Spargi, oltre ad altre più piccole. Divenuto parco nazionale nel 1996, l’arcipelago è apprezzato in tutto il mondo per le sue acque incontaminate di colore verde smeraldo e le suggestive forme rocciose (prevalentemente granito) presenti nel suo territorio.

Al secondo posto troviamo Cala Mariolu, una cala del Golfo di Orosei, nella costa orientale della Sardegna. Difficile raggiungerla via terra se non accompagnati da una guida locale, il modo più accessibile per visitarla è via mare, garantito da una flotta di piccole imbarcazioni che coprono il golfo. Le sue acque sono di un azzurro cangiante mentre la spiaggia è formata da sabbia mista a sassolini tondi di colore rosa ed è circondata da diverse grotte.

Al terzo posto si piazza Capo Testa, una piccola penisola situata nel nord della Sardegna, a pochi chilometri da Santa Teresa di Gallura. È collegata alla terraferma da uno stretto istmo, lungo il quale si estendono due spiagge che si affacciano su acque azzurre e limpide, circondate dall’abbondante presenza del granito, di colore grigio e rosa.

Quarto posto per Cala Goloritzé, sulla costa est e poco più a sud della già citata Cala Mariolu: famosa per la sua altissima guglia di roccia che sovrasta la cala e per un arco naturale di pietra che si apre sul lato destro della baia, presenta un arenile composto da sabbia e ciottoli bianchi, che diventa una superficie lucente nelle giornate di sole. Come per Cala Mariolu, anche per questa spiaggia l’accesso più facile avviene via mare.

Al quinto posto troviamo la spiaggia di Tuerredda, situata in una splendida insenatura lungo la costa meridionale. La sua sabbia chiara e finissima e il colore turchese e trasparente del mare richiamano un paesaggio caraibico, con la differenza che alle palme qui si sostituisce la profumata macchia mediterranea.

Sesto posto per La Pelosa Beach, nel nord dell’isola, a due passi da Stintino. Il suo arenile candido, dominato dalla torre seicentesca della Pelosa, si affaccia su acque che vanno dal turchese all’azzurro.

Settimo posto per la spiaggia di Is Arutas, nella costa centro-occidentale: la sua peculiarità è la sabbia, composta da piccoli granelli di quarzo che sembrano chicchi di riso. Durante l’inverno la spiaggia diventa una meta frequentata dagli appassionati di surf.

All’ottavo posto troviamo la Penisola del Sinis con l’isola di Mal di Ventre, sempre nel settore centro-occidentale della Sardegna e a pochi chilometri da Is Arutas. Si tratta di una striscia di terra che alterna spiagge sabbiose a coste rocciose, che si affacciano su un isolotto circondato da acque limpide. Suggestivo l’insediamento di Tharros, un sito archelogico di origine fenicio-punica.

Nono posto per l’isola dell’Asinara, tra la Sardegna e la Corsica. Divenuta parco nazionale nel 2002, il suo territorio aspro e selvaggio è popolato dagli asinelli bianchi, una specie che vive allo stato brado.

Chiude la mini-classifica Cala Brandinchi, nella costa nord orientale, nei pressi di San Teodoro. La spiaggia ha un fondo di sabbia chiara molto fine, dai riflessi brillanti, ed è circondata da una pineta e da dune.

Se siete sensibili alla bellezza ora sarebbe normale avere voglia di andare in vacanza in Sardegna e constatare personalmente che dal vivo è ancora meglio. L’estate non tarderà ad arrivare e il modo più economico per garantirsi una sistemazione è prenotare una casa vacanza Sardegna, la tipologia di alloggio che meglio coniuga la qualità con il prezzo.

PATRIZIO PANICHI ORGANIZZA CON SUCCESSO IL “PREMIO TERAMO CHE LAVORA” – Agenzia Promoter

Scritto da PromoterArte il . Pubblicato in Celebrità, Comunicati Stampa, Cultura

Ancora una volta il Premio Teramo che lavora riscuote ampi consensi di pubblico e di stampa. Giunto all’undicesima edizione, l’evento tanto atteso per il mondo dell’imprenditoria, si è tenuto Sabato 16 Marzo 2013, presso il salone del Ristorante Sayonara, a Tortoreto, presentato da Amedeo Goria e Veronica Maya.

“Il nostro obiettivo è di gratificare uomini e aziende che pur tra mille difficoltà hanno scritto le più belle pagine della nostra economia, anche se fatte con l’inchiostro del sacrificio e nonostante tutto continuano a scavare il pozzo del profitto, nel deserto della crisi e della disoccupazione” afferma Patrizio Panichi, noto imprenditore, nonché Presidente della manifestazione, che quest’anno ha visto la partecipazione di note personalità del mondo della cultura e dello spettacolo come Silvana Giacobini, Lory Del Santo ed il manager Salvo Nugnes.

Per Panichi, da sempre specializzato nella produzione di abbigliamento 100% Made in Italy, è doveroso ringraziare e riconoscere i grandi imprenditori italiani, che definisce “uno straordinario patrimonio umano, la nostra vera risorsa non clonabile e non de localizzabile” soprattutto in questo delicato momento storico, dove solo i più tenaci riescono a realizzare iniziative e progetti culturali degni di stima.

Una galleria di moda tutta da scoprire

Scritto da coymbra il . Pubblicato in Lifestyle

Quante donne non sognano di avere un guardaroba da fiaba per presentare al mondo il cammino incantato degli ideatori e delle sarte nei decenni d’ oro dell’ Alta moda. Si intitola Paris Haute Couture l’ affermazione, aperta fino al 6 luglio, con abiti e disegni originali provenienti dal museo galleria e selezionati dal suo direttore artistico Olivier Saillard, in cooperazione con la curatrice Anne Zazzo, tra circa 10 mila abiti di alta moda li conservati. Swarosky è sponsor e protagonista assoluto: il filo conduttore infatti di tutta l’ esposizione che unisce molti di questi capolavori che saltano subito all’ occhio per la loro artigianalità e la preziosità è proprio l’ uso di intarsi con cristalli preziosi di cui Swarosky è maestro assoluto. Tantissimi nomi che hanno da sempre fatto la storia dell’ Alta moda, da Chanel a Dior, da Saint Laurent a Balenciaga. Passeggiare tra questa meravigliosa esposizione di abiti luccicanti ci fa ritornare bambine a quando, per scegliere l’ abiti comunione, ci orientavamo verso quei classici vestiti che sembravano proprio degli abiti da principessa, luminosi e preziosi. Quasi cento fra gli abiti gli accessori i gioielli e i disegni d’ epoca rendono unica questa occasione che l’ esposizione ha reso nota a tutti. In un cammino che ripercorre lo stile tipico francese di oltre un secolo di storia in cui è avvenuto davvero di tutto dall’ evoluzione della moda al ritorno nel passato per individuare qualche ispirazione andata perduta. Tra gli abiti in mostra si possono notate tanti abiti firmati anche da alcuni dei più grandi stilisti mai esistiti come Coco Chanel ed altri ancora, tutti completamente decostruiti e rimessi in piedi per mostrare tutti i passaggi della complessa ed elaborata lavorazione, rigorosamente realizzati a mano, mani sapienti e pazienti che hanno saputo rendere unico un capo che dopo anni non è ancora passato di moda.

Burlesque Vintage: lingerie di forte tendenza

Scritto da presseurorunner il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Lifestyle

Complice il grande successo della starlette Dita Von Teese, divenuta uno dei personaggi femminili più influenti dello showbitz internazionale, pare sia esplosa una vera e propria mania per lo stile burlesque: la lingerie burlesque vintage di gusto retrò, che ricorda tanto le Pin Up degli anni Cinquanta, registra un forte incremento nelle preferenze e nei gusti e segna nuove tendenze nella moda intimo femminile.

Gran ritorno della lingerie della nonna dunque, tra capi che sembravano dimenticati o sorpassati come calze e reggicalze, corsetti e bustini, culotte, sottovesti e sottogonne in tulle.

Non solo, le regine del burlesque come Miss Satine e Dita Von Teese amano curare ogni minimo dettaglio e concedersi qualche vezzo particolarmente intrigante: i copricapezzoli con pendenti sono un must per un look degno di performance artistiche, e possono essere rivisitati in chiave ironica come speciale arma di seduzione anche nella vita quotidiana.

Parrucche ed extension sono un’altra delle chicche dello stile burlesque tornate in auge dopo decenni di look nature, quando a partire dalla fine degli anni Ottanta nessuna star ne ha più indossata una; ed ora ecco di nuovo le lunghezze e le folte chiome tornare ad essere simbolo di femminilità e sensualità.

Per chi desidera cavalcare l’onda del vintage e concedersi il lusso di sfoggiare un set intimo burlesque di tendenza, Sexy Costumi propone una infinita gamma di lingerie burlesque firmata dalle migliori marche di intimo.

Lo spettacolare e-commerce dedicato alla lingerie e costumi sexy offre infatti un vasto catalogo di lingerie sexy burlesque tra cui corsetti burlesque, calze autoreggenti, collant e reggicalze, body burlesque con frange e un’infinita scelta di accessori donna da abbinare.