Come scegliere la gomma auto più adatta all’uso

Scritto da Danilo De Luca il . Pubblicato in Automobili, Aziende

Sempre più utenti scelgono di avvalersi del servizio di vendita gomme online per abbattere le spese di acquisto relative al set pneumatici. In compenso, non rivolgendosi a tecnici di settore, viene meno la consulenza del gommista e, per tale ragione, l’acquirente fai da te è chiamato a prendere in autonomia decisioni relative al battistrada e alla miscela più adatti alle proprie esigenze. In realtà, però, l’operazione non è così complicata e basta qualche informazione in più per imparare a muoversi nel mercato in autonomia e senza commettere sbagli.

Parametri e grandezze

Prima di tutto, occorre che il set o la gomma che acquistiamo rispetti le caratteristiche riportate sul libretto di circolazione del mezzo, su quello di istruzioni e sul battistrada della gomma. Lì sono riportati 5 parametri: larghezza/altezza (modalità di produzione) raggio indice di carico indice di velocità.

I primi tre parametri devono essere rispettati fedelmente, scegliendo pneumatici con le medesime caratteristiche riportate sul libretto; l’indice di carico e l’indice di velocità vanno interpretati in correlazione alle relative tabelle di corrispondenza: l’indice di carico si esprime attraverso un numero che corrisponde indirettamente al peso massimo trasportabile; ad esempio, un indice di carico pari a 50 equivale a un peso massimo trasportabile di 190 kg. L’indice di velocità è indicato con una lettera e vale lo stesso discorso del parametro precedente; esso indica la velocità massima che il veicolo può raggiungere a pieno carico. Per entrambi gli indici, è obbligatorio montare gomme con valore pari o superiore, ma non inferiore (mentre in inverno è possibile montare gomme con indice di velocità inferiore di una categoria purché non al di sotto del valore Q).

Stagionalità

In base alla stagionalità, esistono tre modelli di ruota: 4 stagioni, invernale e estiva. Le prime due tipologie riportano sempre la dicitura M+S (mud and snow) che esprime la possibilità di utilizzarle in sostituzione delle catene da neve, anche dove imposto per legge. Le 4 stagioni sono consigliate soprattutto per chi usa l’auto con una frequenza ridotta (e che può mantenere lo stesso treno di gomme anche oltre i 5 anni). Le invernali, pur essendo pensate per uso durante la stagione fredda, possono essere usate per tutto l’anno ma è sconsigliabile farlo in estate, soprattutto presso località particolarmente calde. Le estive, che spesso non possono essere utilizzate in sostituzione delle catene, sono sconsigliate in inverno presso località caratterizzate da temperature basse e con nevicate, anche se sporadiche, e strade congelate.

RC auto: in Toscana aumenterà per 140.000 conducenti

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Automobili, Economia

Secondo l’osservatorio di Facile.it (https://www.facile.it/assicurazioni-auto.html), in Toscana, nel 2016, il 5,78% degli automobilisti ha denunciato sinistri con colpa e, in virtù di ciò, la regione è prima in assoluto nella classifica nazionale. Considerando il parco auto circolante, il dato si tradurrà in aumenti dei costi RC auto per quasi 140.000 conducenti toscani.

L’analisi – che ha considerato un campione di 50.000 preventivi di rinnovo compilati in regione nello scorso mese – vede comunque un miglioramento, seppur lievissimo, nel comportamento degli automobilisti censiti: la percentuale di soggetti che pagheranno di più si è ridotta dello 0,10% rispetto allo scorso anno.

Le cattive notizie, però, riguardano anche i più virtuosi visto che, in linea generale, i costi delle polizze auto in Toscana sono aumentati del 2,56% in un anno, raggiungendo una media di 594,60 euro. (Al link https://www.facile.it/assicurazioni/osservatorio/rc-auto-toscana.html tutti i dati relativi  all’osservatorio RC auto della regione Toscana).

La provincia che, secondo i dati di Facile.it, ha la maggiore percentuale di automobilisti imprudenti è Lucca; qui è ricorso all’intervento delle assicurazioni il 7,16% dei conducenti. Massa Carrara è seconda, con il 6,34% di automobilisti protagonisti di una denuncia presso la propria compagnia assicurativa. Simili le percentuali registrate in provincia di Prato (6,23%) e Pistoia con il 6,21% di automobilisti che peggioreranno la propria classe di merito. Poco sotto la soglia del 6% si collocano le province di Firenze (5,77%) e Livorno (5,65%). A seguire troviamo Pisa, dove il 5,38% degli automobilisti ha denunciato un sinistro con colpa e peggiorerà per questo classe di merito. Arezzo si colloca fra gli ultimi posti della classifica regionale con una percentuale del 4,86% di denunce. Stando all’analisi, i toscani più virtuosi guidano nelle province di Grosseto e Siena, con percentuali rispettivamente pari al 3,97% e 3,50%.

Leggendo i dati socio-demografici del campione analizzato, emergono alcune differenze, a partire dal sesso del conducente: in caso di incidente con conseguente peggioramento della classe di merito, fra le donne toscane si conferma un maggior ricorso alle compagnie assicurative (6,30%); per gli uomini la percentuale si ferma al 5,78%. Guardando alla professione dichiarata i più distratti sono i pensionati: in questa categoria la percentuale di denunce arriva all’8,02%; alle loro spalle gli insegnanti (6,77%) e i dirigenti (6,69%). Al contrario, i conducenti più attenti sono gli imprenditori (4,60%) e gli operai (4,65%).

Nel 2017 meno denunce di sinistri, ma RC auto in aumento per oltre 1,4 milioni di automobilisti

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Automobili, Economia

Stando alle ultime stime di Aci e Istat il 2016 va archiviato come anno positivo per la sicurezza sulle strade italiane, con un calo sia del numero di incidenti che di vittime. Nonostante ciò, secondo un’analisi di Facile.it (https://www.facile.it/assicurazioni.html), per oltre 1,4 milioni di automobilisti il 2017 si aprirà all’insegna di un aumento delle tariffe RC auto, e ciò perché sono stati riconosciuti responsabili di sinistri che faranno peggiorare la loro classe di merito.

Il portale, sito leader in Italia per la comparazione di assicurazioni auto, ha analizzato oltre 500.000 preventivi richiesti nell’ultimo mese dello scorso anno, scoprendo che il 4,12% degli utenti vedrà aumentare l’importo dell’RC auto da rinnovare. La percentuale è in diminuzione rispetto all’anno scorso (-0,31%) e ciò indica che nel 2016 oltre 100mila automobilisti italiani sono stati più attenti e prudenti rispetto al 2015.

Guardando alle caratteristiche socio-demografiche del campione analizzato, emergono alcune differenze, a partire dal sesso del conducente: in caso di incidente, fra le donne si conferma un maggior ricorso alle compagnie assicurative (4,68%) con il conseguente peggioramento della classe di merito; fra gli uomini la percentuale si ferma al 3,81%.

Per quanto riguarda la professione dichiarata durante la richiesta di preventivo, infermieri e medici si confermano molto disattenti e tra loro il 4,66% nel 2017 pagherà premi maggiori; il dato dei camici bianchi e degli operatori sanitari è superato solo da quello dei pensionati (5,21%). Seguono insegnanti (4,58%) e impiegati (4,38%). Al contrario, sono ancora una volta i vigili urbani e gli appartenenti alle forze dell’ordine gli automobilisti che hanno fatto meno ricorso alla propria compagnia assicurativa; soltanto il 2,76% ha denunciato sinistri con colpa.

Come avvenne nella scorsa rilevazione, anche per il 2017 la regione con il maggior numero di denunce è la Toscana, in cui ben il 5,78% del campione si è reso colpevole di sinistri – in calo comunque dello 0,10% rispetto all’anno scorso. A seguire si trovano Liguria (5,40%) e Lazio (5,21%). Proprio la Liguria è una delle regioni che ha visto aumentare maggiormente il numero di denunce con un aumento dello 0,28% rispetto alla rilevazione precedente; il record spetta alla Valle d’Aosta con un +1,79%. Chiudono la classifica Basilicata (2,05%) e Molise (2,15%): proprio in queste due aree sono diminuiti più che altrove i sinistri con colpa denunciati, con percentuali pari rispettivamente al -1,35% e -1,93%. Buone anche le prestazioni di chi guida in Umbria, dove c’è stato un calo del -1%.

«Se l’obiettivo dell’Europa è quello di dimezzare il numero di vittime della strada entro il 2020, l’Italia è ancora lontana dal traguardo  – dichiara Mauro Giacobbe, Amministratore Delegato di Facile.it Gli ultimi anni hanno rappresentato una svolta nel comparto assicurativo che ha visto rivoluzionare non solo le pratiche burocratiche, ma anche l’atteggiamento dell’automobilista. Contrassegno elettronico e scatole nere sono stati cambiamenti importanti, e nonostante per qualcuno l’RC auto aumenterà, auspichiamo che questi strumenti creino circoli virtuosi che si amplificheranno nei mesi a venire, sommandosi a quelli provenienti dalla comparazione, ormai largamente sfruttata dagli italiani».

Riparazione dei cristalli auto: una questione di estetica e di sicurezza

Scritto da chiara bertani il . Pubblicato in Automobili, Aziende

Uno dei danni più fastidiosi in cui può incorrere un’autovettura è quello al parabrezza, perché spesso anche una semplice scalfittura può rappresentare un grosso pericolo in termini di sicurezza. Infatti, i graffi e gli spacchi presenti nel vetro non costituiscono solo un ostacolo alla visibilità mentre si guida, ma possono rappresentare il primo passo verso un danno ben più consistente, perché il vetro danneggiato ha perduto ormai la propria stabilità originaria.
Il rischio di una rottura più consistente è concreto e non si può mai prevedere quando può avvenire.
Per questo motivo, in presenza anche di una piccola crepa nel parabrezza, è necessario agire con la massima tempestività alla sua riparazione. Rivolgendosi ad un’officina specializzata nella riparazione e sostituzione di cristalli auto, sarà possibile ottenere in breve tempo la riparazione del parabrezza, che avviene attraverso l’utilizzo di speciali
resine ad alta tecnologia che, una volta a entrate a contatto con il vetro originale, si integrano alla perfezione e ne garantiscono la massima solidità, assicurando un risultato perfetto anche dal punto di vista estetico.

La riparazione dei cristalli auto, purtroppo, non è sempre possibile, ed in determinati casi è necessario procedere alla completa sostituzione del vetro. E’ quello che accade se il parabrezza riporta un danno di notevoli dimensioni, o se ad essere interessati da spacchi e crepe sono i vetri laterali o il lunotto posteriore.
Anche in tutti questi casi, comunque, è possibile rivolgersi con la massima tranquillità ad un’azienda che si
occupa della sostituzione dei cristalli auto: le tecniche ed i materiali utilizzati in questo settore, infatti, consentono di applicare, in luogo dei pezzi danneggiati, dei vetri perfettamente corrispondenti a quelli originali, restituendo all’autovettura un aspetto come nuovo ed assicurando, soprattutto, un livello di sicurezza massimo.
I nuovi cristalli saranno perfettamente integrati con la carrozzeria del veicolo e in più, per il tempo necessario alla riparazione, sarà possibile usufruire di un’auto sostitutiva per non subire gli effetti negativi del fermo del veicolo: quest’ultima è un’apprezzata e conveniente soluzione che viene proposta da alcuni operatori specializzati nel settore della sostituzione e riparazione dei cristalli auto.

Ovviamente, grazie all’alto livello di specializzazione raggiunto in questo campo dalle principali aziende leader del mercato, è possibile trovare cristalli sostitutivi per ogni tipo di veicolo, dalle utilitarie, alle auto di grossa cilindrata fino ai mezzi da lavoro e ai grandi camion e tir. In particolare, in questi ultimi casi vengono fornite particolari garanzie per assicurare un intervento efficace e soprattutto rapido, che riduca al minimo i tempi del fermo tecnico operativo del mezzo, dovuto alla rottura, riparazione ed eventuale sostituzione del vetro danneggiato.
In definitiva, riparare con la massima sollecitudine un cristallo auto in caso di rottura o di semplice scalfittura, rappresenta una scelta di buon senso, poiché viene coinvolto il livello di sicurezza dell’auto, e di conseguenza quello del conducente e dei passeggeri. Affidandosi ad un’azienda di qualità, il veicolo tornerà come nuovo in brevissimo tempo, garantendo i medesimi standard di sicurezza che presentava antecedentemente al danno.

Esperienza decennale nella fornitura di pellicole per i vetri della tua auto, scegli Window Tint Car

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Automobili, Aziende, Nuovo Sito Web

Con Window Tint Car la tua auto acquisisce sicurezza e garantisce la tua privacy, scopri le sue pellicole per vetri di auto, adatte a prevenire l’abbaglio del sole e lo scolorimento degli interni.

Aumentare la sicurezza della tua auto significa garantire anche quella di chi la guida.
Per questo Window Tint Car ti propone le migliori pellicole per i vetri della tua auto, perfetti per ridurre l’abbaglio del sole e la luce dei fari nelle ore più buie.
Ma le pellicole per auto di Window Tint Car hanno anche tantissimi altri vantaggi, scoprili tutti!

pellicole vetri

Scopri la magia di Window Tint Car e delle sue pellicole per auto

Velocità e semplicità d’applicazione, prezzi incredibili ed eccellente qualità, cosa puoi desiderare di più nelle pellicole per i vetri della tua auto? Window Tint Car è lo store online che ti propone una vasta scelta di pellicole da applicare sui cristalli della tua vettura in modo semplice e autonomo.
Tra i suoi prodotti potrai trovare le pellicole che più sono adatte a te e al tuo mezzo per aumentare la sicurezza e la privacy, prevenire lo scolorimento degli interni, filtrare i dannosi raggi UV e limitare il calore, con un conseguente risparmio di carburante e denaro grazie al limitato uso dell’aria condizionata.

Tutto quello che cerchi a portata di click! Scegli le tue pellicole per auto sul sito

Con Window Tint Car scegliere e acquistare le tue pellicole è semplice e veloce.
Visita il sito e scegli la pellicola più adatta a te, grazie al configuratore potrai avere anche un’anteprima per scegliere la pellicola per vetri che più si adatta all’estetica della tua auto, avendo a disposizione diversi colori e gradazioni.
Con un paio di click completerai la procedura di pagamento e riceverai in pochissimi giorni il tuo kit comprensivo di pellicola, spugna antigraffio, spatola per l’installazione e vaporizzatore.
Se per mancanza di tempo non riesci ad applicare le tue pellicole potrai farle spedire alla filiale a te più vicina che ti assisterà per l’applicazione, previo appuntamento.
Con Window Tint Car hai tutto quello che cerchi per le pellicole per i vetri della tua auto, visita il sito e acquista il tuo kit, non te ne pentirai!

Abbattere le spese con un autonoleggio low cost

Scritto da RemigioLordi il . Pubblicato in Automobili, Aziende, Viaggi

Le spese per mantenere una automobile sono sempre più alte, per questo quando non abbiamo la necessità reale di dover utilizzare l’auto ogni giorno per diversi anni, possiamo pensare di utilizzare un autonoleggio low cost per coprire i percorsi che temporaneamente siamo costretti a compiere in automobile.

Per un lavoro temporaneo o per una vacanza: un autonoleggio low cost conviene

Ovviamente, come tutti i noleggi, anche un autonoleggio low cost presuppone che il mezzo da noi noleggiato venga utilizzato solo in via temporanea: noleggiare un auto non è certamente una alternativa valida quando nella realtà avremmo bisogno di acquistare una seconda auto.

Ci viene però incontro quando la necessità do un ulteriore mezzo di spostamento è limitata nel tempo.

Esistono  molti autonoleggi per rispondere a queste esigenze temporanee, e possiamo trovare anche diversi autonoleggi low cost.

Conviene sempre ovviamente cercare una società di noleggio nelle vicinanze del luogo in cui utilizzeremo il mezzo, sia per una questione di assistenza, sia per una questione di rapidità in caso di necessità di sostituzione.

autonoleggio low cost non vuol certo dire mancata copertura delle clausole minime di un contratto di noleggio. Dovremo però accontentarci di scegliere un veicolo che, seppur perfettamente a norma di legge, non brilla certo per lusso.

Se cerchiamo una limousine di lusso per il nostro matrimonio, è probabilmente meglio non perdere tempo a cercarne una tra le aziende che offrono  un noleggio auto low cost!

Viceversa, se siamo in vacanza ed abbiamo bisogno di un mezzo per lo spostamento rapido, un autonoleggio low cost potrebbe essere proprio quello che fa al caso nostro.

Le formule di noleggio sono varie, create appositamente per venire incontro alle esigenze più disparate. Verifichiamo comunque che ci sia una clausola di sostituzione del mezzo nel giro di poche ore in caso di guasto e non un semplice abbuono di alcuni giorni del costo del noleggio.

Autotrasporti innovativi, anche la Cina punta alla guida autonoma dei camion

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Automobili, Dal Mondo, Tecnologia

Non solo Europa e Stati Uniti, ma anche la Cina è decisa a puntare fortemente sulla guida autonoma nell’autotrasporto. Il trasporto merci su strada, infatti, rappresenta un settore di vitale importanza per l’economia di questo grande impero commerciale ed economico. Basta guardare ai numeri per rendersene conto: in Cina la movimentazione delle merci via terra coinvolge circa 7,2 milioni di camion con ben 16 milioni di conducenti operativi, per un volume d’affari notevole pari a 300 miliardi di dollari. E sono proprio i camionisti ad essere un problema, perché rappresentano ben il 40% dei costi dell’intero settore, una percentuale la cui incidenza è a dir poco elevata. Se consideriamo, inoltre, che in Cina alcuni viaggi di lunga distanza richiedono l’impiego di due o tre conducenti, è facile comprendere le ragioni per le quali si è deciso di ricorrere all’utilizzo della tecnologia.

La guida autonoma dei camion, quindi, è un progetto estremamente importante perché, oltre a garantire maggiore efficienza nel servizio, tenderebbe a ridurre i costi e soprattutto gli incidenti. Ne è fermamente convinta la società Tu Simple, colosso cinese con sedi a Pechino e San Diego (Usa), che da tempo si dedica allo studio di soluzioni innovative per lo sviluppo di una piattaforma di autotrasporti interamente automatizzata. Un progetto che vede coinvolta anche una grande azienda cinese nel campo della produzione dei camion, di cui però non si conosce ancora il nome.

Ma Tu Simple non è l’unica a voler perseguire questa strada, perché in Cina sono diverse le aziende che stanno testando dei tir in grado di muoversi autonomamente, seppur sotto il controllo di esperti alla guida. Sorprendente è scoprire cosa è in grado di fare questa tecnologia avanzata, il cui contributo sarebbe fondamentale anche per le imprese che effettuano trasporto autoveicoli. Chi ci sta lavorando, infatti, afferma che essa sarebbe in grado di indicare con un segnale acustico la vicinanza di strade complesse e poco sicure, riconoscere la tipologia dei mezzi presenti su strada (motocicli, biciclette, ecc) e creare una mappa in 3D del traffico circostante calcolando la posizione e la velocità esatta del tir; ma questo non è nulla rispetto alla sua capacità di determinare i movimenti del camion in base ad alcuni parametri, come stato del conducente (deducibile da un’analisi del suo volto), destinazione del veicolo e condizioni stradali.

E chi pensa che una siffatta innovazione appartenga a un futuro remoto commette un errore: Tu Simple, infatti, è pronta a presentarla nel primo trimestre del 2017 con l’obiettivo di lanciarla sul mercato internazionale a partire dal 2018.

Noleggio furgoni 9 posti low cost

Scritto da RemigioLordi il . Pubblicato in Automobili, Aziende

In cerca di un furgone da 9 posti da noleggiare? E’ possibile trovare anche online le più convenienti proposte per il noleggio di furgoni da 9 posti, e anche da 7 posti, se preferite, per tutte le vostre esigenze.

NOLEGGIARE FURGONI A 9 POSTI

In occasione di un viaggio o di un evento in cui ci si deve spostare in parecchie persone può essere necessario noleggiare un furgone da 9 posti. Che sia per una vacanza oppure per un viaggio o breve spostamento di lavoro di un team, per fare un esempio, è possibile trovare varie proposte di noleggio di furgoncini a 9 posti, tra cui scegliere quella che più fa al caso proprio. Tra i furgoncini più scelti per il noleggio ci sono il Mercedes Vito Traveliner Automatic e il Fiat Ducato, oltre all’Opel Vivaro. Si tratta di ottimi furgoncini che offrono tutto lo spazio necessario per ospitare nove persone ed i relativi bagagli. Viaggiare o semplicemente spostarsi con un furgone di queste dimensioni offre tanta comodità e tanti vantaggi: è praticamente come viaggiare in macchina però in molto più spazio, e così tutti ci si trova a proprio agio e comodi. Un’altra ottima scelta è rappresentata dal furgone Volkswagen Multivan 9 posti, un’altra garanzia di comodità e sicurezza. Con aria condizionata, ABS, doppio airbag, autoradio con lettore XD mp3 e presa aux-in, ampio bagagliaio… E’ possibile noleggiare un furgone di questi tipo per il periodo di cui si ha necessità, da un giorno in su. Con la normale patente B è possibile noleggiare e guidare furgoni e minivan da 9 posti, in tutta comodità e sicurezza. La soluzione ideale per i viaggi di gruppo ma anche per brevi spostamenti in gruppo, come serate con gli amici o brevi gite fuori porta. Si tratta di una soluzione a portata di tutte le tasche, inoltre, essendo in gruppo, si può anche dividere la spesa.

ParkinGO, il sito per prenotare online parcheggi in aeroporto, si rinnova

Scritto da Massimo Tegon il . Pubblicato in Automobili, Aziende, Nuovo Sito Web

Il sito di ParkinGO è tutto nuovo: dopo questo accurato restyling il portale del famoso network italiano di parcheggi vuole offrire ai suoi utenti una nuova esperienza di navigazione, multilingua e multi location.

nuovo-sito-parkingo-parcheggi

Il 2016 è stato un anno pieno di novità per ParkinGO: nuove località si sono aggiunte ai parcheggi presso i porti ParkinGO Cruise, è stato lanciato ParkinGO Art Project per sostenere l’arte e la creatività, il parcheggio all’aeroporto di Linate è stato totalmente rinnovato… e finalmente anche il sito www.parkingo.com esce allo scoperto dopo un accurato lavoro di restyling e rinnovamento.

Ma non si tratta semplicemente di un restyling grafico. Certo, la nuova home page salta subito all’occhio, con il suo concept visivo ben definito e una migliore reperibilità dei contenuti. L’obiettivo del network italiano di parcheggi è principalmente quello di offrire una nuova esperienza di navigazione, multilingua e multi location.

Una nuova esperienza di navigazione perché…
Contenuti più fruibili, caricamento veloce delle pagine, pochi clic per scegliere il tuo parcheggio in aeroporto e prenotare: per ParkinGO l’esperienza di navigazione sul sito degli utenti è importante tanto quanto quella di soggiorno presso i nostri parcheggi. Professionalità e attenzione al cliente sono le parole d’ordine di ParkinGO anche online!

Un sito multilingua perché…
ParkinGO è in crescita e il bacino di utenti,provenienti da vari paesi d’Europa, va ampliandosi. Per questo abbiamo voluto realizzare un sito multilingua in italiano, inglese, tedesco e spagnolo per abbracciare utenti internazionali che si spostano di frequente, per lavoro o per piacere, e che sono alla ricerca di soluzioni dinamiche per la mobilità off airport. Basta con l’identificazione lingua/paese, sì alla liberta di scegliere in che lingua navigare il sito. ParkinGO con il suo nuovo sito vuole esprimere lo stesso dinamismo dei viaggiatori che scelgono di prenotare il loro parcheggio in aeroporto da noi.

Un sito multilocation perché…
L’espansione di ParkinGO, oltre che linguistica, è soprattutto territoriale. Ogni anno nuove località si vanno ad aggiungere al nostro network di parcheggi in aeroporto e presso i maggiori porti italiani, e non solo. Dal 2015 ParkinGO gestisce anche 7 parcheggi in aeroporto nelle maggiori città della Spagna e sta per partire con un progetto analogo rivolto ad altri paesi, in primis Germania.

Un sito mobile friendly perché…
Gli utenti che si collegano da mobile sono in continuo aumento e ParkinGO vuole offrire un’esperienza di navigazione da mobile facile, veloce, intuitiva e che si adatti a tutti i tipi di dispositivi, smartphone e tablet. E non dimentichiamo ParkinGO App, l’app gratuita per prenotare i parcheggi tramite dispositivi Android e iOS. Anche i pagamenti, sia da desktop che da mobile, sono ancora più sicuri grazie a Braintree, che consente di scegliere tra varie modalità di pagamento in assoluta sicurezza.

ParkinGO non è solo una piattaforma per prenotare i parcheggi in aeroporto o presso i porti, è una nuova esperienza di navigazione che soddisfa le esigenze dei suoi clienti, dinamici e sempre in viaggio. Segui l’evoluzione di ParkinGO sul sito, altre innovazioni sono in arrivo!

Fonte: marketinginformatico.it
Ufficio Stampa ParkinGO
Silvio Cavallo
s.cavallo@parkingo.com

Telwin Smart Inductor 5000: efficienza e precisione in autocarrozzeria

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Automobili, Aziende, Tecnologia

Non pochi sanno come quello del carrozziere è un mestiere che richiede una buona dose di precisione e massima cura dei dettagli, oltre alla solita maestria che lo contraddistingue. Ma spesso, per raggiungere ottimi risultati in termini di rifiniture e di perfezione, la sola capacità umana non basta senza l’ausilio della tecnologia. E Tecnopuglia, sempre attenta all’innovazione nel campo delle attrezzature per officina, punta ancora una volta all’efficienza intelligente presentando un prodotto all’avanguardia, assoluta novità per le autocarrozzerie: TELWIN SMART INDUCTOR 5000.

Questo macchinario è la quintessenza della precisione abbinata alla rapidità d’intervento, il massimo per rimuovere parti incollate e bloccate. Pensiamo ad esempio al difficile lavoro di rimozione dei parabrezza, di plastiche o adesivi di un’autovettura, senza dimenticare i rivestimenti interni ed esterni. Una mansione che esige estrema precisione e, soprattutto, moltissimo tempo. Un altro tipico impiego di questo apparecchio è la riparazione di piccole ammaccature (come i tanto temuti danni da grandine) senza sverniciare la superficie da trattare, con un notevole risparmio in termini di tempo di ripristino e costi finali. Con Telwin Smart Inductor 5000 tutto questo non è più un problema, grazie all’azione dell’induzione elettromagnetica che, trasferendo il calore in maniera localizzata, evita il danneggiamento sia degli elementi da rimuovere (plastica, vetro, guarnizioni ecc), sia delle stesse superfici interessate e circostanti (Smart Protection).

Il sistema a microprocessore AutoCheck di cui è dotato, consente a questo macchinario di regolare la propria intensità in modo automatico. Esso, inoltre, è un prodotto sicuro, perché non impiega nessun combustibile in grado di provocare esplosioni o accecamenti ma solo riscaldamento a induzione. Telwin Smart Inductor 5000 è anche un prodotto facile da usare, in virtù di un pannello digitale multifunzione che consente la regolazione automatica in base al tipo di lavoro da svolgere, segnalandone il corretto funzionamento. Ma è possibile attivarlo anche manualmente mediante un comando a pulsante e uno a pedale.

E a renderlo ancor più completo e pratico ci pensano i suoi accessori, come ad esempio Glass Genius, che rimuove velocemente i cristalli senza danneggiare le guarnizioni, Heat Twister e Metal Releaser, in grado di sbloccare le parti bloccate, Pad Inductor, l’ideale per la rimozione di adesivi e rivestimenti e, infine, Wonder Pen, utile a riparare piccole ammaccature e i danni causati dalla grandine. Ma chi pensa che Telwin Smart Inductor 5000  sia solo un’esclusiva per carrozzieri commette un errore madornale, perché esso è stato progettato anche per rendere agevole il lavoro di officine meccaniche e metalmeccaniche, quando sbloccare parti come bulloni, cuscinetti e ingranaggi arruginiti diventa un’impresa.

Per conoscere tutte le sue caratteristiche basta visitare la sezione “Attrezzature per Carrozzeria” di questo negozio online o contattare direttamente il nostro team di esperti.