KakiAndMe lancia il servizio di personal-shopper online. Hybrid-shop, fucina di idee e un canale di espressione. Una fabbrica di buone idee.

Scritto da kaki&me il . Pubblicato in Lifestyle, Moda, Nuovo Sito Web

Da un’idea di Claudia Mencarelli, giovanissima imprenditrice anconetana, nel 2010 viene inaugurato l’e-commerce di abbigliamento Kakifashion.com ma negli anni si evolve in qualcosa di più. Alla vendita online viene affiancata quella diretta con l’apertura nel 2012 del primo punto vendita a Chiaravalle (AN) per poter far dialogare in una lingua comune la vendita diretta in negozio con quella in rete.

Claudia ha un’idea fissa in mente: “Il futuro sarà on-line ma a vincere saranno i negozi che riusciranno a mantenere un contatto umano con il cliente. Il concetto di retail va rivoluzionato ma non dobbiamo perdere la componente umana.”

Il punto vendita a cui pensa è ibrido, racchiude la facilità di utenza di un e-commerce, la scelta di un grande store ma anche l’esperienza di acquisto e la qualità del servizio che solo un piccolo negozio può offrire.

Il primo negozio, 65 mq di passione e carattere, è infatti un ambiente caldo dal gusto retró e un pò underground ma è presente on-line già da anni.

Il locale è un vecchio piccolo magazzino abbandonato che viene ristrutturato con l’intento di trasformare il “vecchio” in “vissuto”.

Negli anni il locale, l’arredamento, il gusto e i brand proposti si evolvono e si trasformano. Il team si allarga e la piccola azienda, in costante crescita, investe in nuove funzionalità nel portale on-line e nella comunicazione, soprattutto social.

Marketing, pubblicità, comunicazione e social-selling diventano caratteristiche fondamentali del progetto, tanto quanto la scelta dei capi proposti e la ricerca del prodotto.

In pochi anni si moltiplica il seguito di follower nei principali canali social (oggi circa 80.000) sia a livello locale che nazionale.

Nel 2016 viene effettuato un restyling del progetto e-commerce e nasce Kakiandme.com ,affiancato ad un blog: Kakiandme.blog.

Anche per la vendita al pubblico diretta però, un contenitore più grande e adatto alle nuove esigenze, diventa una necessità.

Il 25 Febbraio 2017 il punto vendita si trasferisce e inaugura Kaki&Me in un locale che comprende non più solo spazio vendita ma anche un bar (perché tra la prova di un vestito e l’altro, un caffè è sempre gradito), uno studio fotografico in cui vengono realizzati gli shooting per il materiale interno all’azienda ma anche disponibile al pubblico o come spazio co-working e gli uffici e-commerce.

C’è di più: la proposta merceologica si allarga e vengono inseriti anche corner dedicati a oggettistica, home-decor e giocattoli (principalmente educativi e di ispirazione montessoriana).

Un progetto e uno spazio cuciti su misura delle passioni e inclinazioni di Claudia, che vuole raccontare al suo pubblico e ai suoi clienti la sua vita e il suo percorso, dentro e fuori il negozio. Design, moda, fotografia e comunicazione: questi gli argomenti principali.

Kaki&Me è un concept-store, una fucina di idee e un canale di espressione, oltre che un punto vendita. Una fabbrica di buone idee insomma.

Ma non ci si ferma qui perché il prossimo progetto prevederà di far diventare il concept store un hybrid-shop: nel prossimo mese verrà attivato un servizio di consulenza di shopping personalizzata on-line, con un operatore specializzato dedicato che risponderà direttamente in video-chiamata o live chat, permettendo ai clienti di entrare in negozio, anche da lontano.

La moda fa l’occhiolino alla tecnologia e all’innovazione da Kaki&Me. Lo shopping non è solo scelta del capo ma diventa un’esperienza positiva e gratificante. Si acquista on-line senza rinunciare alle “chiacchiere da camerino”, si ha a disposizione un’ampia scelta senza correre il rischio di perdersi nel mare di offerte, si può contare sul consiglio di personale qualificato pur acquistando a prezzi competitivi.

“Non di abiti ma di gentilezza, abbiamo bisogno.” Dice Claudia

“Un giorno la bimba di una nostra cliente ci ha portato in negozio un disegno del nostro logo. Era emozionantissima e aveva chiesto alla mamma di poterci fare quel regalo, perché in negozio si era tanto divertita. Alla vista del disegno mi sono commossa e la mamma mi ha detto “Venendo qui ci siamo sentite a casa. Ci avete regalato un momento così piacevole che ricambiare con un piccolo pensiero ci sembra il minimo”.

Questo i colossi del web non possono offrirlo. Un sorriso, una parola gentile, la credibilità di una commessa esperta, on-line non puoi trovarla. Almeno non fino ad ora.

É così che ho sempre immaginato e avrei voluto il mio negozio. Un luogo di confronto e scambio, prima che un luogo di acquisto. Un posto soprattutto in cui sentirsi a casa, in cui ricevere uno scambio umano.”

Rc auto: oltre 228.600 lombardi vedranno peggiorare la propria classe di merito nel 2020

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Automobili, Economia

Il nuovo anno si apre con una brutta notizia per più di 228.600 lombardi; tanti sono gli automobilisti che, secondo l’osservatorio Rc auto di Facile.it, a causa di un sinistro con colpa dichiarato nel 2019 dovranno fare i conti con un peggioramento della propria classe di merito e, di conseguenza, un premio RC auto più caro rispetto a quello pagato l’anno prima.

In termini percentuali si tratta del 4,46% del campione analizzato (oltre 86.200 preventivi di rinnovo RC auto raccolti in Lombardia a dicembre 2019 tramite le pagine di Facile.it); il valore non solo risulta essere superiore a quello nazionale (3,76%), ma è anche più alto del dato regionale rilevato nel 2018, quando la percentuale degli automobilisti lombardi che ha fatto i conti con un peggioramento della classe di merito era pari al 4,25%.

Buone notizie, invece, per gli automobilisti virtuosi; a dicembre 2019, secondo l’osservatorio RC auto di Facile.it, per assicurare un veicolo a quattro ruote in Lombardia occorrevano, in media, 424,02 euro, vale a dire l’8,75% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018. Il dato è stato calcolato sulla base di 1.516.954 preventivi di rinnovo RC auto e relative migliori offerte medie disponibili online*.

L’andamento provinciale

Analizzando il campione su base provinciale emerge che Monza e Brianza è la provincia che ha registrato la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro con colpa (5,29%) e che, per questo motivo, vedranno peggiorare la propria classe di merito e, con essa, salire il costo dell’RC auto. Seguono nella graduatoria le province di Lecco (4,97%), Como (4,68%) e Brescia, dove la percentuale di chi ha dichiarato un incidente con colpa è pari al 4,62%.

Valori inferiori alla media regionale, invece, per le province di Milano (4,42%), Bergamo (4,35%), Varese (4,26%) e Sondrio (4,24%). Chiudono la classifica regionale Mantova (4,03%), Cremona (3,96%), Pavia (3,63%) e Lodi, area dove la percentuale di coloro che hanno denunciato un incidente con colpa è pari al 3,44%.

Il profilo di chi vedrà peggiorare la classe di merito

Guardando più da vicino il profilo degli automobilisti lombardi che hanno dichiarato alle assicurazioni un sinistro con colpa, la prima differenza che emerge è legata al sesso; fra gli uomini la percentuale è pari al 4,14%, mentre nel campione femminile sale al 4,98%.

Analizzando il campione in base alle professioni dichiarate in fase di preventivo emerge che al primo posto si posiziona il personale medico; è la categoria che, in percentuale, ha dichiarato più sinistri con colpa (5,58%). Al secondo posto si trovano i liberi professionisti, con una percentuale pari al 5,34%, mentre gli insegnanti si posizionano al terzo posto con il 5,10%.

Nel senso opposto, invece, si trovano gli artigiani (2,72%), gli studenti (3%) e i commercianti (3,33%).

*L’Osservatorio auto di Facile.it calcola il premio di assicurazione RC auto medio e le sue variazioni negli ultimi 12 mesi. Per calcolare tali dati, Facile.it si è avvalso di un campione di 1.516.954 preventivi effettuati in Lombardia dai suoi utenti tra il 1 dicembre 2018 e il 31 dicembre 2019 e i relativi risultati di quotazione prodotti. Facile.it confronta le compagnie assicurative elencate a questa pagina: https://www.facile.it/come-funziona.html#compagnie_confrontate

Personalizza la Tua Auto con gli Stickers Bimbo a Bordo

Scritto da Erica Bezze il . Pubblicato in Aziende, Lifestyle

L’arrivo di un figlio è una delle migliori notizie che si possano ricevere, porta un’immensa gioia ma necessita anche di tanti preparativi, e tra i più piacevoli c’è quello di poter scegliere tra i vari adesivi bimbo a bordo. Nel corso degli ultimi anni è diventata una moda così diffusa che è impossibile non averne uno sul lunotto (e non solo) della propria auto. La sconfinata scelta tra i modelli, la facilità di applicazione e rimozione, il prezzo contenuto e la possibilità di personalizzazione rendono queste decorazioni adesive per auto un must per chiunque, anche grazie alla poca invadenza e alla maggiore eleganza rispetto ai modelli di anni fa.

Adesivi da Auto per Tutte le Età

Qualunque sia l’età e la passione del bambino riuscirai sicuramente a trovare lo sticker per auto che fa al caso tuo. Abbiamo adesivi di neonati nella carrozzina, vestiti da diavoletto o sul cavallo a dondolo. Per i più grandi esistono stickers raffiguranti bambini che svolgono il loro sport o la loro attività preferita, con alcune molto particolari mentre viaggiano su un hoverboard o mentre si fanno un selfie. Si trovano anche particolari adesivi per gemelli, che raffigurano i fratelli mentre svolgono attività di coppia come pedalare sul tandem, fare discese sulla neve con il bob, giocare a tennis e pattinare insieme. Addirittura i bambini calciatori possono scegliere se essere raffigurati come portieri o attaccanti, ed ogni adesivo può essere stampato a scelta tra un’ampia gamma di colori. Volendo può essere anche inserita una personalizzazione in lettere, così da poter aggiungere il nome o soprannome sotto ogni personaggio. Gli stickers sono applicabili su qualsiasi superficie della macchina, magari come stratagemma per mascherare qualche imperfezione. E se voleste rimuovere un adesivo per metterne uno nuovo? Nessun problema, gli stickers sono facilmente rimuovibili in pochi secondi e senza residui lasciando la superficie perfetta.

Famiglia a Bordo!

Gli adesivi per auto non si limitano agli stickers bimbo a bordo ma a tutta la famiglia, animali compresi: possiamo scegliere tra modelli di ogni età e mestiere, infatti esiste addirittura la possibilità di personalizzare il proprio adesivo con un’ampia scelta di mestieri come cuoco, avvocato, veterinario, pompiere. Esistono inoltre stickers per famiglie completamente a tema, con tutti i membri della famiglia in stile hawaiano, con abbigliamento hippie o mentre corrono una maratona. Il bello di questi stickers è che sono espandibili, per esempio con la nascita di un nuovo membro della famiglia o dopo aver adottato un animale, e modificabili, nel caso che un bambino cresca o che un componente si appassioni a qualcosa e voglia farlo sapere al mondo attraverso un adesivo personalizzato sull’auto. Le personalizzazioni non finiscono qui: possono essere aggiunti adesivi anche per specifici eventi come matrimoni con la classica scritta “oggi sposi” o per la mamma in dolce attesa. Nessun parente rischia di rimanere escluso: anche i nonni possono essere aggiunti all’adesivo di famiglia, partendo dalla classica nonna che prepara una torta fino alle più moderne e ironiche con i nonni che si scattano una foto con il selfie stick.

Rc auto: oltre 102.700 toscani vedranno peggiorare la propria classe di merito nel 2020

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Automobili, Economia

Il nuovo anno si apre con una brutta notizia per più di 102.700 toscani; tanti sono i guidatori che, secondo l’osservatorio Rc auto di Facile.it, a causa di un sinistro con colpa dichiarato nel 2019 dovranno fare i conti con un peggioramento della propria classe di merito e, di conseguenza, un premio RC auto più caro rispetto a quello pagato l’anno prima.

In termini percentuali si tratta del 4,79% del campione analizzato (oltre 32.700 preventivi di rinnovo RC auto raccolti in Toscana a dicembre 2019 tramite le pagine di Facile.it); il valore, seppur inferiore a quello dello scorso anno (4,87%), non solo risulta essere più alto alla percentuale nazionale (3,76%), ma fa anche guadagnare alla regione il secondo posto nella classifica italiana.

Buone notizie, invece, per gli automobilisti virtuosi; a dicembre 2019, secondo l’osservatorio RC auto di Facile.it, per assicurare un veicolo a quattro ruote in Toscana occorrevano, in media, 581,37 euro, vale a dire il 13,96% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018. Il dato è stato calcolato sulla base di 571.342 preventivi di rinnovo RC auto e relative migliori offerte medie disponibili online*.

L’andamento provinciale

Analizzando il campione su base provinciale emerge che Pisa è la regione che ha registrato la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro con colpa (5,78%) e che, per questo motivo, vedranno peggiorare la propria classe di merito e, con essa, salire il costo dell’RC auto. Seguono nella graduatoria le province di Livorno (5,41%) e Firenze, dove la percentuale di chi ha dichiarato un incidente con colpa è pari al 5,08%.

Valori inferiori alla media regionale, invece, per le province di Lucca (4,56%), Massa-Carrara (4,45%), Grosseto (4,35%) e Pistoia (4,33%). Chiudono la classifica regionale Prato (3,95%), Arezzo e Siena, aree dove la percentuale di coloro che hanno denunciato un incidente con colpa è pari, rispettivamente, al 3,77% e al 3,04%.

Il profilo di chi vedrà peggiorare la classe di merito

Guardando più da vicino il profilo degli automobilisti toscani che hanno dichiarato alle assicurazioni un sinistro con colpa, la prima differenza che emerge è legata al sesso; fra gli uomini la percentuale è pari al 4,25%, mentre nel campione femminile sale al 5,56%.

Analizzando il campione in base alle professioni dichiarate in fase di preventivo emerge che al primo posto si posizionano i pensionati; sono loro la categoria che, in percentuale, ha dichiarato più sinistri con colpa (6,21%). Al secondo posto si trovano i commercianti, con una percentuale pari al 6,05%, mentre gli impiegati si posizionano al terzo posto con il 5,29%.

Nel senso opposto, invece, si trovano le forze armate (3,50%), gli artigiani (3,60%) e gli imprenditori (3,77%).

*L’Osservatorio auto di Facile.it calcola il premio di assicurazione RC auto medio e le sue variazioni negli ultimi 12 mesi. Per calcolare tali dati, Facile.it si è avvalso di un campione di 571.342 preventivi effettuati in Toscana dai suoi utenti tra il 1 dicembre 2018 e il 31 dicembre 2019 e i relativi risultati di quotazione prodotti. Facile.it confronta le compagnie assicurative elencate a questa pagina: https://www.facile.it/come-funziona.html#compagnie_confrontate

Milano: Philippe Daverio presenta La Porta dell’Aldilà, catalogo d’arte di Gabriele Maquignaz

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

L’appuntamento con l’arte e l’aldilà ha una data e un luogo precisi. Giovedì 6 febbraio, Libreria Bocca di Milano. Siamo nella Galleria Vittorio Emanuele II, esattamente in centro città. Qui il Maestro Gabriele Maquignaz presenterà alle 18.30 il suo catalogo edito da Skira, una delle più prestigiose case editrici di libri d’arte.

Intitolato, per l’appunto, La Porta dell’Aldilà, il volume a cura di Guido Folco riporta, tra i testi introduttivi, quello del noto storico dell’arte Philippe Daverio, presente all’evento. L’incontro sarà senz’altro una rivelazione per tutti i presenti, come lo è stata per Maquignaz, ideatore della nuova arte. L’artista infatti afferma: «Un giorno, seduto sotto il Cervino, guardando davanti a me, perso nel vuoto ho una grande intuizione: mi accorgo che lo spazio non basta più. L’arte necessita di un’evoluzione, oltre lo spazio, oltre il tempo, oltre l’universo e oltre l’infinito. Solo con la creazione della “Porta dell’Aldilà” ho messo le basi per una nuova arte». Con questa affermazione il pittore e scultore valdostano afferma di superare il limite dello spazio e dello Spazialismo. Come? Connettendo in modo perpetuo lo spazio, il tempo e l’Aldilà mediante un taglio codificato e ragionato nell’arte. La dimensione spirituale, quella dell’Aldilà, diventa pertanto la vera finestra da cui osservare lo spazio.

Questa necessità espressiva, tanto fisica quanto spirituale, si manifesta nella straordinaria manualità creativa di Gabriele Maquignaz che, giunta a maturità, trova voce attraverso pittura e scultura. Vita e morte divengono i punti cardinali entro cui orientare la sua ricerca artistica e spirituale per ritrovare la propria essenza. Questi elementi concorrono nella definizione del manifesto Codice Aldilà, creato e presentato al pubblico dallo stesso Maquignaz nel 2018. Con esso, per la prima volta nella storia artistica, il Maestro ha aperto la Porta per l’Aldilà, unendo spazio e tempo nell’arte e superando i concetti di Spazialismo e di Fontana, mettendo in comunicazione la dimensione terrena e quella ultraterrena attraverso un’azione, quella del taglio, consapevole e codificata.

Non ci resta dunque che addentrarci nel mistero di queste realtà irraggiungibili, ma percepibili attraverso l’arte di Gabriele Maquignaz. Quando? Il 6 febbraio, ovviamente, a Milano.

Prodotti e collaborazioni ad alto valore aggiunto

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Aziende

Il Gruppo Fini SpA porta le sue eccellenze a Marca 2020, a Bologna il 15 e 16 gennaio. Grazie a qualità, servizio e sostenibilità, si conferma il partner ideale per le insegne e protagonista nella prestigiosa vetrina fieristica dedicata a buyer e operatori del mondo retail e della GDO.

 Manca poco all’appuntamento con Marca, il Salone Internazionale dei prodotti a Marca del Distributore, quest’anno a Bologna il 15 e 16 gennaio. Tra i protagonisti della due giorni sul mondo private label organizzata da BolognaFiere sarà il Gruppo Fini SpA con i suoi celebri brand Fini e Le Conserve della Nonna, presso il padiglione 26, stand C/75.

Il momento espositivo non sarà solo l’occasione per far conoscere al pubblico specializzato le sue variegate referenze di pasta fresca, passate, sughi e pesti, confetture e composte, ma anche l’opportunità per illustrare i punti di forza di una realtà che, grazie alla lunga esperienza maturata, si dimostra un partner perfetto per le insegne e il retail.

Tra i caratteri distintivi spicca la qualità, fondata su un’accurata selezione delle migliori materie prime, ricette autentiche della tradizione italiana e proposte in linea con le nuove esigenze nutrizionali. Fattori che consentono al Gruppo Fini di consegnare al mercato prodotti di grande valore, dal gusto e dall’aspetto inconfondibili, pienamente rispondenti alle preferenze di consumo dell’acquirente moderno, offrendo un’ampia selezione anche in private label.

Il merito di questa flessibilità e della convinta predilezione per la collaborazione a lungo termine con i fornitori e le insegne deriva dalla solida expertise a livello produttivo, dalla collaborazione del team R&D dedicato per ogni cliente e dai numerosi prodotti personalizzabili al 100%, assicurando un’origine e un’identità territoriale rintracciabili nel prodotto finale, con un costante controllo e nel pieno rispetto della sostenibilità, ottenuta grazie all’impiego di materie prime del territorio, alla realizzazione di pack 100% riciclabili e all’utilizzo di fonti di energia rinnovabili.

Numerose, dunque, le evidenze che testimoniano come Gruppo Fini SpA sia un referente privilegiato per il mondo PL, grazie alla capacità di fare proprie le istanze del mondo consumer e di quello retail, coniugando domanda e offerta in una gamma prodotti a filiera corta e controllata, elemento distintivo e caratterizzante di approfondite indagini di mercato volte a garantire a scaffale referenze ad alto valore aggiunto.

Gruppo Fini SpA sarà dunque protagonista a Marca 2020, forte di una notorietà e un’esperienza anche sui mercati d’oltralpe che lo rendono un interlocutore ideale anche della GDO estera in maniera estremamente competitiva, non solo in termini economici, ma anche di servizio, in formati e forniture con il giusto equilibrio tra modernità e tradizione.

Milano Art Gallery: Silvana Landolfi inaugura la personale tra il consenso del pubblico

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

MILANO. Le più sublimi forme d’arte si sono incontrate sabato 11 gennaio alla Milano Art Gallery in via Ampère 102. La personale dell’artista Silvana Landolfi, intitolata Evoluzione Porcellana, ha trovato immediatamente un forte riscontro favorevole di pubblico e critica. Presentata dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, dal fotografo Roberto Villa, amico di Dario Fo e di Pier Paolo Pasolini, dalla presidente di WE Women Empowerment Flavia Sagnelli, la mostra ha avuto inoltre un intermezzo musicale. Grazie al liutaio Michele Sangineto (che si è detto “benevolmente impressionato”), la galleria milanese si è colorata, oltre che delle raffinate opere di Silvana Landolfi, anche di suoni antichi. La musica, eseguita – è il caso di dirlo – ad arte, ha così trovato risonanza nelle creazioni in vetro e porcellana, nonché nei presenti, originando quello che è stato un momento magico, un preludio alla comprensione dei lavori dell’artista.

Nelle creazioni di Silvana Landolfi infatti esiste, insita, la volontà di far incontrare gli opposti e di generare con loro e attorno a loro un’armonia di forme e cromie. Astratto e figurativo si ritrovano pertanto attraverso la materia, comunicando al visitatore sensazioni di leggerezza e di eleganza. E, come ha affermato lo stesso Salvo Nugnes, nelle opere predomina una grazia che scaturisce dalla stessa artista, la quale è capace di comunicare il suo pensiero dandogli una forma, plasmandolo e dimostrando così ciò che veramente è. La “bella percezione” che si avverte fin da subito mettendo piede nella sede espositiva, come notato da Sangineto, accompagna l’osservatore di quadro in quadro, di scacchiera in scacchiera, di linea in colore, sedimentandosi poi nell’animo per mettere radici di leggerezza.

La mostra, a ingresso libero, è visitabile fino al 25 gennaio. Aperta da lunedì a sabato dalle 14.30 alle 19. Per maggiori informazioni è possibile contattare lo 0424 525190, il 388 7338297, scrivere a info@milanoartgallery.it o visitare il sito www.milanoartgallery.it.

DJ ANICETO CONDUCE LA CLASSIFICA “TOP CELEBRITY MUSIC” AL SANREMO MUSIC AWARDS A VENEZIA

Scritto da Nicola Convertino il . Pubblicato in Cultura, Musica, Spettacolo

In occasione della consegna degli Awards nel “Sanremo Music Awards”, DJ Aniceto ha presentato la classifica della “Top Celebrity of Music” all’Hotel Hilton di Venezia.

DJ Aniceto ancora protagonista della scena internazionale con le sue esilaranti incursioni: lo vediamo a Venezia, all’Hotel Hilton, in occasione della consegna degli “Awards” del “Sanremo Music Awards” dove presenta la classifica della “Top Celebrity of Music” del famoso portale Top Celebrity.

In vetta alla classifica Billie Eilish con il suo Bad Guy e al secondo posto entrano prepotentemente i Black Eyed Peas con il loro “Ritmo”, un rifacimento del celebre brano di Corona “Rhythm of the Night”, a seguire Ariana Grande con le sue nuove amichette Miley Cirus e Lana del Rey, per interpretare le Charlie’s Angels.

Poi i mitici Queen, presenti in classifica dopo l’enorme successo del film Bohemian Rhapsody, nonostante le tante critiche alla pellicola cinematografica che non ha rispettato le date principali del percorso della Band e le diverse anomalie sul racconto.

Jason Derulo, lo statunitense di origine Haitiana, ballerino e cantante, sta conquistando il pianeta; dalla Russia all’America, Italia, Africa…insomma TOP del TOP!!!

Ed Sheeran, proiettato come un diamante nelle prossime classifiche di tutto il mondo, ormai non lo ferma più nessuno. Il rosso simpaticone dalla voce calda e amica non ci abbandonerà tanto facilmente.

Linking Park, forza, energia, immagine, e anche se hanno perso la figura di Chester Bennington vanno forte lo stesso.

Travis Scott, conosciuto anche come “La Flame”; rapper americano tra i più ricercati al momento…sold out perenne.

Enrique Iglesias, al massimo sia nella vita privata sia nella sua professione, anche se ultimamente non ha fatto niente di nuovo mantiene la classifica….

Ultimo, in classifica dopo l’enorme successo all’Olimpico di Roma.

Ghali, uno dei personaggi più Trend in Italia, con la sua “Cara Italia” ha veramente spopolando tra il mondo delle Teenagers.

Maneskin, entrano in classifica a malincuore ma vanno forte.

Tom Walker, si parla molto di lui, entra nelle classifiche con molta facilità e continuerà sicuramente l’ascesa nei prossimi mesi e a chiudere i BTS, da noi stanno arrivando in punta di piedi ma in Asia sono al TOP! Vediamo se reggeranno il mercato europeo…

Insomma 14 campioni che saranno premiati sia dal portale “Top Celebrity” che dal “Sanremo Music Awards” come Artisti Big Internazionali.

DJ Aniceto con questa classifica sarà inserito nella programmazione di oltre 120 Tv asiatiche e in 19 televisioni nel mondo, oltre a diversi canali televisivi italiani, un momento felice per il DJ salernitano che dopo incursioni nei programmi di Chiambretti e le sue presenze in Tv come opinionista ora si sta dedicando in maniera particolare alla musica, ritornando alle origini, alla sua grande passione; la Musica, le Hit del momento che lo aiutano a trascinare le folle con il ballo, il divertimento, la sana follia, lontana dalle droghe, dalle dipendenze come spesso lui professa nelle sue serate, il Leit Motiv che lo accompagna da sempre e che gli ha permesso di avere una carica importante in Parlamento.

A Venezia sia è guadagnata anche la presenza nella “Nuova Via della Seta” musicale: una sorta di Carovana/Spettacolo che partirà proprio da Venezia per percorrere oltre 9.000 Km fino ad arrivare a Pechino, sulle orme di Marco Polo, seguendo varie tappe dove si organizzeranno le selezioni del “Sanremo Music Awards” gemellato con “I Am Star”, il popolare Talent Show che sta spopolando in Cina.

25 concerti nelle principali città che fanno parte della “Via della Seta” capitanate dal Patron Nicola Convertino che seguirà direttamente l’evento.

Ecco la classifica completa: http://topcelebrity.altervista.org/10-top-celebrity-of-music/

Milano Art Gallery: emozionante successo per l’antologica dell’artista Marco Locci

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

MILANO. Inaugurazione d’incanto per Confini delle meraviglie, la mostra antologica di Marco Locci (1951, Genova – † 2015, Rapallo) alla Milano Art Gallery. Il vernissage, tenutosi lo scorso venerdì 10 gennaio in via Alessi 11, ha riscontrato un forte interesse da parte del pubblico. Presentato dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, l’evento ha visto i contributi della presidente di WE Women Empowerment Flavia Sagnelli e di Elios Inverno di Editoriale Giorgio Mondadori.

La rassegna, impreziosita dai ricordi e dalle spiegazioni di Sandra Locci, moglie dell’artista, e del figlio Marco, si è aperta all’insegna dell’immaginazione e dell’arcano. Nelle opere del maestro genovese è facilmente intuibile la passione per l’avventura, il viaggio e la fantasia, tutto intrinsecamente connesso. In molti dipinti, specie in quelli dei “Patanchi”, creature immaginarie da lui stesso inventate, si respira un’aria di felice libertà creativa. Nell’ultimo periodo di produzione, invece, che figura sotto la serie “Babel”, il mistero ammanta le creazioni di Locci, regalando all’osservatore atmosfere più tese, risonanze antiche e introspettive.

La grande maestria dell’artista, che ricorderà senza ombra di dubbio certi scritti di Borges, Melville, Lovecraft e Swift, consiste nello spalancare al visitatore le porte di mondi paralleli, nell’offrirgli la chiave, qualora non ne possedesse più una, per continuare a sognare. Ciononostante, il messaggio di Locci rimane strettamente ancorato alla vita, alla sua capacità di sorprendere e stupire con la bellezza. Così, quello compiuto da Marco Locci è un passo oltre il comune, che si innalza tra passato e futuro per ricercare una realtà ancora inesplorata, costruendoci sopra successivamente i propri miti e leggende.

Confini delle meraviglie è visitabile gratuitamente fino al 23 gennaio 2020 tutti i giorni, eccetto la domenica, dalle 14.30 alle 19. Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, il 388 7338297 o scrivere a info@milanoartgallery.it. Oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.

Rc auto: oltre 137.500 laziali vedranno peggiorare la propria classe di merito nel 2020

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Automobili, Economia

Il nuovo anno si apre con una brutta notizia per più di 137.500 laziali; tanti sono gli automobilisti che, secondo l’osservatorio Rc auto di Facile.it, a causa di un sinistro con colpa dichiarato nel 2019 dovranno fare i conti con un peggioramento della propria classe di merito e, di conseguenza, un premio RC auto più caro rispetto a quello pagato l’anno prima.

In termini percentuali si tratta del 4,94% del campione analizzato (oltre 86.700 preventivi di rinnovo RC auto raccolti nel Lazio a dicembre 2019 tramite le pagine di Facile.it); il valore, in linea con quello rilevato nel 2018, non solo risulta essere superiore alla percentuale nazionale (3,76%), ma fa anche guadagnare alla regione il primo posto nella classifica italiana.

Buone notizie anche per gli automobilisti virtuosi; a dicembre 2019, secondo l’osservatorio RC auto di Facile.it, per assicurare un veicolo a quattro ruote nel Lazio occorrevano, in media, 542,79 euro, vale a dire il 10,93% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018. Il dato è stato calcolato sulla base di 1.614.862 preventivi di rinnovo RC auto e relative migliori offerte medie disponibili online*.

L’andamento provinciale

Analizzando il campione su base provinciale emerge che Roma è la provincia che ha registrato la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro con colpa (5,14%) e che, per questo motivo, vedranno peggiorare la propria classe di merito e, con essa, salire il costo dell’RC auto. Segue nella graduatoria la provincia di Rieti, dove la percentuale di chi ha dichiarato un incidente con colpa è pari al 4,84%.

Valori inferiori alla media regionale per le province di Viterbo (4,54%) e Frosinone (3,64%). Chiude la classifica regionale Latina, area dove la percentuale di coloro che hanno denunciato un incidente con colpa è pari al 3,62%.

Il profilo di chi vedrà peggiorare la classe di merito

Guardando più da vicino il profilo degli automobilisti laziali che hanno dichiarato alle assicurazioni un sinistro con colpa, la prima differenza che emerge è legata al sesso; fra gli uomini la percentuale è pari al 4,84%, mentre nel campione femminile sale al 5,10%.

Analizzando il campione in base alle professioni dichiarate in fase di preventivo emerge che al primo posto si posiziona il personale medico; è la categoria che, in percentuale, ha dichiarato più sinistri con colpa (6,40%). Al secondo posto si trovano i pensionati, con una percentuale pari al 6,11%, mentre i liberi professionisti si posizionano al terzo posto con il 5,50%.

Nel senso opposto, invece, si trovano gli studenti (3,12%), gli imprenditori (3,53%) e le forze armate (3,55%).

*L’Osservatorio auto di Facile.it calcola il premio di assicurazione RC auto medio e le sue variazioni negli ultimi 12 mesi. Per calcolare tali dati, Facile.it si è avvalso di un campione di 1.614.862 preventivi effettuati nel Lazio dai suoi utenti tra il 1 dicembre 2018 e il 31 dicembre 2019 e i relativi risultati di quotazione prodotti. Facile.it confronta le compagnie assicurative elencate a questa pagina: https://www.facile.it/come-funziona.html#compagnie_confrontate