Miur: Noisiamopari, il portale delle pari opportunità.

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Istruzione

MIUR lancia il portale noisiamopari.it per sostenere le “pari opportunità” e per la lotta contro la discriminazione. Il Portale noisiamopari.it, sostenuto dall’attenzione e dall’impegno del Sottosegretario all’Istruzione, Marco Rossi Doria, è suddiviso in sezioni utili per approfondire i fenomeni e conoscere i progetti e le iniziative realizzate. Nello specifico vengono analizzate le tematiche della “violenza sulle donne”, della “discriminazione di razza e di religione”, dell’ “omofobia” e del “bullismo”.

logo noi siamo pari.

A seguito dei quotidiani episodi di discriminazione di cui le cronache odierne dei mass media abbondano e, in generale, per contrastare i fenomeni della discriminazione di genere, della discriminazione di razza e religione, dell’omofobia e del bullismo, il MIUR ha lanciato un progetto per sostenere le “pari opportunità”, il Portale noisiamopari.it, sostenuto dall’attenzione e dall’impegno del Sottosegretario all’Istruzione, Marco Rossi Doria.

Questo spazio web è frutto di un lavoro iniziato quasi un anno fa dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e raccoglie le tante esperienze delle scuole sul tema, coinvolgendo esperti, associazioni ed Enti, allo scopo di riunire materiale didattico, progetti e iniziative realizzate nelle scuole di ogni ordine e grado.
Infatti, la scuola si cimenta ogni giorno con la costruzione di una comunità inclusiva che riconosce le diversità di ciascuno. E’ – ad un tempo – la prima comunità formativa dei futuri cittadini e luogo importantissimo per la crescita e la costruzione dell’identità di ciascuna persona. Così, le scuole favoriscono la costruzione dell’identità sociale e personale da parte dei bambini e dei ragazzi, il che comporta anche la scoperta della relazione con l’altro sesso e del proprio orientamento sessuale.
Il Portale noisiamopari.it è suddiviso in sezioni utili per approfondire i fenomeni e conoscere i progetti e le iniziative realizzate.
All’interno sono reperibili i riferimenti e i progetti avviati da Associazioni, Enti e Istituti Scolastici.
Nello specifico vengono analizzate le tematiche della “violenza sulle donne”, della “discriminazione di razza e di religione”, dell’ “omofobia” e del “bullismo”.
Dalla homepage è possibile accedere direttamente ai link delle Associazioni, Enti e Istituti Scolastici impegnati al fianco del MIUR nella sensibilizzazione verso questi temi.
Così, il Portale noisiamopari.it, si propone come elemento di sostegno al lavoro dei docenti impegnati quotidianamente nella formazione dei propri alunni sulle problematiche relative a tutte le forme di discriminazione, in particolare, attraverso strumenti informativi, di scambio e di supporto. Alla homepage, il messaggio di benvenuto del Prof. Marco Rossi Doria, marcorossidoria.blogspot.it particolarmente attivo e sensibile verso le tematiche dei diritti contro la discriminazione, dell’inclusione sociale e culturale e della riflessione civile.

FONTE: Noisiamopari

Smonta Il Bullo: Campagna Miur prevenzione e contrasto al bullismo nelle scuole

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Istruzione

Su smontailbullo SOS bullismo, lo sportello virtuale di ascolto e assistenza dedicato a studenti, genitori e personale scolastico. Prosegue la campagna del Miur di prevenzione e contrasto al fenomeno del bullismo nelle scuole. Informazioni anche sul portale IoStudio, sezione Io Partecipo.

Il Miur assicura da tempo un presidio costante di attenzione, prevenzione e promozione di iniziative di contrasto al fenomeno del bullismo nelle scuole, di cui il cyberbullismo è solo un aspetto. Questi tipi di comportamento si manifestano in forme diverse, spesso difficili da prevedere e purtroppo, in alcuni casi gli atti di bullismo cyberbullismo assumono i contorni più tragici, come testimoniano alcune vicende di cronaca assurte all’attenzione generale dei cittadini attraverso i Media.
Per queste ragioni il Ministero porta avanti, sin dal 2007, programmi di prevenzione e intervento per affrontare i delicati fenomeni del bullismo e del cyberbullismo.

Il modello di intervento prevede una serie di strumenti e di attività diversificate.
Tra di esse si segnalano:

  • Il numero verde 800.66.96.96 del Progetto SOS Bullismo, attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00;
  • Il sito Internet smontailbullo.it, che si occupa di inquadrare il fenomeno da un punto di vista psico-sociologico e culturale, fornendo utili strumenti e suggerimenti per fronteggiarlo, ed indicando una ricca bibliografia e filmografia sull’argomento;
  • L’indirizzo mail bullismo@istruzione.it che, così come il numero verde, accoglie segnalazioni di casi ma anche richieste di informazioni e consigli.

Il Portale IoStudio all’interno della sezione IoPartecipo, contiene un’area dedicata alla campagna “Smontailbullo“.
Il sito dedicato al fenomeno del bullismo smontailbullo.it è un luogo virtuale di raccordo per tutte le iniziative poste in essere. Al suo interno, è possibile trovare materiale illustrativo, schede e informazioni utili per conoscere e affrontare meglio il fenomeno.
Il sito smontailbullo.it è suddiviso in 4 sezioni, utili per comprendere il fenomeno e ricevere alcune informazioni preziose su come intervenire e sulle linee di condotta da seguire.

La sezione “Il bullismo” che presenta una descrizione sintetica del fenomeno, dei suoi protagonisti e di come sviluppare un possibile intervento di prevenzione e di contrasto alla violenza nella scuola.

C’è poi la sezione “La campagna”, per essere informati anche sulle iniziative e sui progetti promossi dalle Regione o dalle Province.

Nella sezione “Contattaci” sono reperibili i riferimenti dell’Osservatorio sul Bullismo istituito presso ogni Regione, affinché ovunque in Italia le scuole, i ragazzi e le famiglie trovino un riferimento vicino con cui progettare, informarsi, chiedere un consulto in caso di bisogno.

Il Numero Verde e la casella e-mail sono ulteriori strumenti. Garantiscono la riservatezza e la possibilità di chiedere informazioni e consigli agli esperti messi a disposizione dal MIUR.

FONTE: www.smontailbullo.it

Master: conoscerli per scegliere il migliore

Scritto da giorgiaminozzi il . Pubblicato in Istruzione

In un mondo del lavoro sempre più competitivo e, soprattutto, in crisi, diventa essenziale attuare le strategie giuste per cercare di inserirsi oppure di far progredire la propria carriera. Un tempo, avere un lavoro equivaleva ad avere un “posto”, definizione di per sé statica, che rendeva bene l’idea di un mondo del lavoro pressoché immobile e nel quale chi entrava era certo di restare. Oggi la situazione è cambiata: a una maggiore precarietà corrisponde il rischio continuo di vedersi sottrarre il proprio lavoro, per questo occorre restare sempre sul mercato e migliorare le proprie competenze, rendendosi in un certo senso indispensabili.

Tra le strategie più efficaci per raggiungere questo scopo vi è quella di frequentare un corso di aggiornamento o di specializzazione. I master sono i corsi con il pedigree più apprezzato, perché le aziende si sono ormai rese conto di poter fare affidamento sulla formazione specialistica erogata dalle business school che organizzano master. La fiducia delle aziende verso tali business school è tale che spesso si rivolgono proprio a loro per individuare gli allievi più brillanti oppure per mandare i propri dipendenti a seguire dei corsi specifici.

Il master, però, è un investimento sostanzioso che non può essere fatto con superficialità. Prima di iscriversi presso una business school, perciò, è necessario valutare alcuni aspetti e scoprire se tale scuola ha i requisiti giusti per far sì che l’investimento sia all’altezza delle aspettative.

  • Ufficio placement: l’ufficio placement è l’ufficio che si occupa di creare un collegamento tra gli ex allievi ed il mondo del lavoro. Grazie alla rete di aziende partner, la business school dovrebbe essere in grado di informare i corsisti delle opportunità esistenti ed occuparsi dell’attivazione di stage e tirocini presso tali aziende. In questo modo, la business school è doppiamente utile: utile ai corsisti, che possono trovare interessanti sbocchi nel mondo del lavoro, ed utile alle aziende, che evitano la trafila burocratica per l’attivazione e la gestione degli stagisti;
  • esercitazioni pratiche: inutile frequentare un master se non ci dà le competenze pratiche di cui abbiamo bisogno per lavorare. Le lezioni teoriche lasciamole alle università: i master devono fornire skill, ovvero competenze e capacità. Per lo stesso motivo, prima ancora che la business school, anche il master stesso deve essere orientato alla professionalizzazione. Alcuni master sono invece molto interessanti ma poco spendibili, sia per la natura troppo poco “pratica”, sia perché si riferiscono a settori già saturi o in crisi. Questi consigli sono utili soprattutto per chi esce da una facoltà universitaria molto teorica come Lettere o Giurisprudenza. Per questi ragazzi diventa fondamentale scegliere un master fortemente orientato alla professione che andranno ad esercitare. Buoni, ad esempio, i master Risorse Umane per i laureati in lettere, quelli in Avvocato d’affari, Giurista d’impresa o Consulente legale per i laureati in Legge.
  • i commenti degli ex-corsisti: un ottimo strumento per capire il valore di una Business School è interrogare gli ex corsisti e cercare di comprendere se e quanto il master abbia fruttato nel loro caso. Una buona Business School non tralascerà di pubblicare sul suo sito i commenti degli ex corsisti, ma informazioni meno “ufficiali” si possono facilmente ricercare anche sul web, andando a leggere le discussioni nei forum o sui social network.

LA CRISI E L’INGEGNO: IN ITALIA LA DISOCCUPAZIONE SI COMBATTE CON SFINZ

Scritto da sfinz il . Pubblicato in Affari, Aziende, Beauty & Wellness, Casa e Giardino, Comunicati Stampa, Cultura, Economia, Industria, Informatica, Internet, Istruzione, Lifestyle, Locale, Mercati, Nuovo Sito Web, Tecnologia

Dopo il successo di iscritti e di lavori conclusi a Roma, SFINZ.com apre le porte ai cittadini di Milano e a breve in altre grandi città italiane. Dai 7.500 iscritti attuali è prevista una crescita a doppie cifre per il 2013.

ROMA, 19 Dicembre 2012 – Crisi, disoccupazione e recessione: una congiuntura negativa che però non lascia tutti gli italiani con le mani in mano. Negli ultimi tempi, infatti, numerose sono le iniziative web per la ricerca di lavoro come il caso di successo di SFINZ.com.

SFINZ.com è un‘innovativa piattaforma tutta italiana per la ricerca e l’offerta di servizi, con la quale è possibile interagire tra persone e società e mettere il proprio know-how – anche non specializzato – a servizio di chi ne ha bisogno, il tutto in modo facile, trasparente e sicuro.

Nata per la città di Roma solo pochi mesi fa, a seguito del grande successo ottenuto con oltre 7.000 utenti iscritti e alcune centinaia di collaborazioni concluse, da oggi anche la città di Milano entrerà a far parte della comunità SFINZ.com. Infatti, SFINZ.com è pronto per “aggredire” una nuova grande realtà metropolitana come Milano, le più sensibili alle problematiche di mancanza di tempo e le più bisognose di un supporto al tessuto sociale di collaborazione e solidarietà tra le persone per risolvere piccole esigenze e impegni quotidiani.

La comunità di SFINZ.com è composta da uomini e donne di tutte le età: la domanda e l’offerta di servizi sono eterogenee e trovano su SFINZ.com un sicuro punto d’incontro: potatura di piante, piccoli lavori edili o casalinghi, traduzioni, ripetizioni, servizi fotografici, dog-sitting, artigianato e tanto altro.

«E’ evidente come SFINZ.com, in un contesto lavorativo-economico particolare come questo, rappresenti uno strumento di utilità sociale, un punto di incontro tra domanda e offerta di lavoro generica e specializzata – ha dichiarato Maurizio Martinoli, co-founder di SFINZ-. Inoltre, è stato sviluppato come un sistema premiante e meritocratico, in tutta sicurezza per chi riceverà il lavoro. La nostra speranza è che questa iniziativa possa essere di supporto in questo periodo di crisi e che stimoli un senso di ottimismo e fiducia da cui ripartire».

SFINZ.COM – COME FUNZIONA

SFINZ.com  è una piattaforma di servizi che aiuta le persone a realizzare attività di ogni tipo mettendole in comunicazione tra loro. Un utente che inserisce un annuncio chiedendo aiuto per svolgere qualunque tipo di servizio, riceverà offerte economiche da più persone – SFINZER –  che offrono il proprio supporto. L’utente potrà quindi scegliere la migliore offerta anche in base alla reputazione dello SFINZER grazie alla consultazione dei feedback a lui associati.

CONTATTI:

www.sfinz.com

info@sfinz.com

ufficiostampa@sfinz.com

www.facebook.com/sfinz

www.twitter.com/sfinz_com

Premio Pina Avveduto, conclusa la cerimonia di premiazione

Scritto da inpress il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Istruzione

Ispica (RG) – È Samuela Vindigni (classe  IV A dell’Istituto) la vincitrice della seconda edizione del Premio Pina Avveduto. L’allieva, autrice di un progetto sulla conoscenza e valorizzazione del territorio di Ispica, si è aggiudicata uno stage formativo nell’Istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare (Icram) diretto dal professore Franco Andaloro, battendo i candidati Samuele Avolese (autore di un progetto sulla valorizzazione delle riserve naturali) e Valentina Di Pietro (“Problematiche del disordine alimentare e dell’autolesionismo nei giovani”).
La proclamazione della vincitrice è giunta al termine di una partecipata cerimonia nell’Aula magna dell’Istituto d’istruzione superiore “Gaetano Curcio”. Nel corso della cerimonia è stata ricordata la figura della preside dal titolo Pina Avveduto (1933-2009) che, in lunghi anni di magistero educativo come insegnante prima e dirigente poi del Liceo classico di Ispica, si impegnò per un’armoniosa crescita umana e culturale degli studenti.

Dopo i saluti del dirigente scolastico Maurizio Franzò e della senatrice Marisa Moltisanti (ideatrice del Premio), sono intervenuti il viceprefetto di Ragusa Maria Rita Cocciufa, il sindaco di Ispica Piero Rustico e il vicecommissario regionale alla Provincia di Ragusa Giovanni Puglisi.
La manifestazione ha offerto momenti d’intensa riflessione con gli interventi di Neria De Giovanni, presidente dell’Associazione internazionale critici letterari di Parigi, di Franco Andaloro, biologo, docente universitario e responsabile del Dipartimento uso sostenibile delle risorse presso l’Istituto
superiore per la protezione e ricerca del Ministero dell’Ambiente (ISPRA) e di Corrado Monaca, ambasciatore del Movimento Azzurro nei Paesi dell’Africa settentrionale e dell’Europa orientale.

Neria De Giovanni, prima donna e prima italiana a ricoprire l’incarico di presidente dell’Associazione internazionale critici letterari, ha affrontato il tema della “Letteratura delle donne”. Nel campo letterario, ha detto, le donne si sono conquistate il loro spazio con fatica e sacrifici a causa di chiusure e pregiudizi. Esemplare il caso di Grazia Deledda, l’unica scrittrice italiana insignita del premio Nobel: la Deledda superò notevoli difficoltà per poter studiare, poiché i costumi del tempo non consentivano l’accesso all’istruzione superiore per le ragazze. Non furono rari, inoltre, i casi di scrittrici di talento che giunsero al successo solo perché si celarono dietro pseudonimi maschili. Oggi, fortunatamente, il panorama letterario internazionale è sempre più affollato di scrittrici.

Franco Andaloro ha trattato il tema della “Biodiversità dell’area Iblea e delle zone umide e marine del Mediterraneo”. Qui la biodiversità è messa a rischio dall’inquinamento e da diversi fattori ambientali, climatici e antropici. Fra questi, vi è la pesca che negli ultimi decenni si è ristretta a circa quaranta specie assai richieste dal mercato. Tra le altre cause vi sono l’inquinamento delle industrie («l’Ilva siciliana di cui nessuno parla», ha detto), le trivellazioni petrolifere e il riscaldamento delle acque, che sta determinando una meridionalizzazione del Mediterraneo.
Corrado Monaca ha affrontato il tema della “Pianificazione strategica nei progetti di eccellenza”, focalizzando l’attenzione sulla necessità, sempre più avvertita oggi, di insegnare fin dalle scuole superiori il metodo della pianificazione scientifica, per raggiungere risultati efficaci. Il Premio Pina Avveduto, ha detto Monaca, è appunto un valido esercizio di pianificazione perché abitua gli studenti a proporre idee, fissare obiettivi, programmare azioni, individuare risorse e prevedere tempi e costi. 

I promotori del Premio (l’Associazione Internazionale dei Critici Letterari di Parigi, il Movimento Azzurro e l’Istituto “Curcio”, la senatrice Marisa Moltisanti), nel congedarsi dal pubblico, hanno rinnovato l’appuntamento per la terza edizione.

Finalmente in italiano Il libro sulle vendite dell’americano Ronald Joseph Kule

Scritto da redmatrix il . Pubblicato in Aziende, Istruzione, Libri

L’Editore italiano “The Writer” e il formatore Rocco Lanatà, annunciano la pubblicazione in italiano del celebre libro sulla vendita dell’autore americano Ronald Joseph Kule. Il libro “Vendere: meglio, più facilmente e con maestria” è il manuale delle semplici vere basi che include esercizi di vendita per migliorare velocemente le capacità di vendita di chiunque. E’ il testo di base ideale per le aziende che richiedono corsi di formazione di vendita e per l’autoformazione.

La vendita è un processo che può essere molto complesso e che spesso non è pienamente compreso, con questo libro diventa invece qualcosa di semplice da fare. Una cosa davvero indispensabile per ogni azienda. Se si vuole veramente sapere che cosa rende alcuni venditori di grande successo e altri no, allora è meglio fare le esercitazioni pratiche del libro di Ronald Joseph Kule. Esse vi guideranno attraverso dei passaggi fondamentali della vendita che quasi ogni venditore, per quanto abile sia, potrebbe fare ancora meglio. Questo non è solo un libro per chi non sa nulla di vendita o che non riesce a vendere, è un libro che può essere utilizzato da un venditore per raggiungere il livello successivo di bravura. Se si continua con questi esercizi pratici di vendita, un giorno si raggiungerà la maestria, come dice l’autore, e questo significa che voi e la vostra attività sarete più vincenti e più veloci.” Marten Runow, CEO, Performia International

Nei centinaia di libri in commercio che trattano di “come vendere” non c’è scarsità di punti di vista o di opinioni, spesso però manca la spiegazione delle basi applicate dai più grandi venditori, quelle che li fanno eccellere nell’arte del vendere. Certo, comunicare efficacemente, ma le parole non bastano: quali azioni portano ad una vendita? Questo manuale, potrebbe essere uno dei libri sulle vendite “meno complicati” che abbiate mai avuto. Volete dare più smalto alla vostra carriera da professionista? Siete un venditore alle prime armi? Questo libro vi aiuterà a vendere meglio. Conoscendo le vere basi dell’arte del vendere capirete anche quando e come usare le diverse tecniche di vendita descritte altrove. La sua grande semplicità ed un rinnovato punto di vista sulle vendite, vi instraderanno verso quel successo che cercate. Come creare l’attenzione e l’interesse? Come far desiderare ciò che vendete? Quali dati chiave, che nessun altro libro sulle vendite riporta, spiegano l’efficace domanda per la chiusura?

L’autore, Ronald Joseph Kule, cinquant’anni di vendite ai vertici di molte aziende americane, tiene corsi di formazione e seminari sulle vendite in tutto il mondo; è anche il co-autore del libro sulla motivazione ed il lavoro di squadra “La pressione crea i diamanti” la storia della squadra americana di Baseball dell’Università della South Carolina, vincitrice di due titoli nazionali consecutivi nel 2010 e nel 2011.

“Vendere: meglio, più facilmente e con maestria” – Editore “The Writer”. Euro 19,50 + spese di spedizione.

Per ordinare una copia del libro: www.vendereconmaestria.com

Rossana Lanati

RedMatrix Relazioni Pubbliche

www.redmatrix.it

Legalidea, coinvolgere gli studenti e le Istituzioni Scolastiche per promuovere l’educazione alla legalità

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Istruzione

Legalidea (www.legalidea.it) è un’iniziativa che si pone l’obiettivo prioritario di avviare una concreta cooperazione tra il mondo della Scuola e le Istituzioni politiche. Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’Ufficio scolastico Regionale per il Lazio e il Decimo Comitato della Commissione Parlamentare Antimafia, per promuovere l’educazione alla legalità e ai principi della costituzione per lo sviluppo di una coscienza civica collettiva. Tra le iniziative anche il concorso “Occhio alla legalità” che consentirà agli studenti, utilizzando i moderni strumenti di comunicazione, di divulgare sul web, a livello nazionale, le iniziative avviate sul proprio territorio.

Il progetto “Legalidea” – www.legalidea.it – nasce dalla collaborazione tra l’Ufficio scolastico Regionale per il Lazio e il Decimo Comitato della Commissione Parlamentare Antimafia.

L’iniziativa si pone l’obiettivo prioritario di avviare una concreta cooperazione tra il mondo della Scuola e le Istituzioni politiche, sia nell’accrescere l’efficacia dell’azione di tutela degli studenti, che nella formazione di una presenza civica impegnata e partecipe, anche attraverso la collaborazione con le Consulte Provinciali Studentesche.

Partendo da questi presupposti, dunque, il progetto “legalidea” si pone l’obiettivo di coinvolgere gli studenti e le Istituzioni Scolastiche della Regione Lazio alla promozione di un’educazione alla legalità e ai principi della costituzione attraverso la partecipazione attiva e azioni capillari finalizzate allo sviluppo di una coscienza civica collettiva, in grado di stimolare comportamenti propositivi da parte degli studenti.

Il progetto intende offrire un vero e proprio contenitore per le iniziative, i progetti e le esperienze delle scuole laziali, prevedendo, tra l’altro, spazi aperti dedicati alla partecipazione diretta delle istituzioni scolastiche del territorio e dei singoli studenti. Il Portale di Legalidea – www.legalidea.it – è lo spazio dove partecipare a concorsi e progetti inerenti i temi della legalità, usufruendo della possibilità di raccontare il proprio territorio e mettere in condivisione le proprie idee, orientarsi alla Legalità, informarsi e conoscere le vite delle persone che hanno diffuso i principi della legalità civile e morale nel nostro Paese e nel mondo.

Nell’ambito di questa iniziativa, è bandito il concorso “Occhio alla legalità”, con l’obiettivo di consentire agli studenti di esprimersi sul tema, utilizzando gli attuali strumenti di comunicazione e divulgando sul web a livello nazionale le iniziative avviate sul proprio territorio. In tal modo viene data voce agli studenti, contribuendo allo scambio culturale tra i diversi microcosmi locali.

A tal proposito, con il presente concorso, l’Ufficio Scolastico Regionale intende fornire uno spazio aperto dedicato alla partecipazione diretta degli studenti, coinvolgendo le istituzioni scolastiche nell’ideazione e nell’ampliamento dei contenuti delle principali sezioni del Portale “Legalidea”.

Per partecipare al concorso, è necessario collegarsi al sito www.legalidea.it e seguire le istruzioni riportate all’interno della sezione del sito “Il Concorso”, compilando l’apposito form online in ogni sua parte e allegando l’elaborato, da inviare a info@legalidea.it.

In tutte le pagine del sito è presente il banner di colore azzurro “occhio alla Legalità”, che contiene tutte le informazioni sul concorso, la circolare, il bando, il form on line per iscriversi e inviare i progetti.

FONTE: Legalidea

Progetto IoStudio MIUR: con Carta dello Studente sconti speciali per l’acquisto di PC DELL™

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Istruzione

Grazie alla Carta dello Studente è possibile usufruire di interessanti agevolazioni per dare spazio alla voglia di tecnologia. In occasione del nuovo anno scolastico, IoStudio-Carta dello Studente mette a disposizione, per i possessori della tessera, speciali sconti per l’acquisto di PC portatili, desktop e Ultrabook™ di marchio DELL™ e basati su tecnologia Intel® Core™ di terza generazione. Per usufruire delle offerte, basta accedere all’area riservata sul portale http://iostudio.pubblica.istruzione.it.

L’iniziativa Io Studio-Carta dello Studente offre fantastiche offerte e speciali sconti ai possessori della tessera. In particolare, in occasione del nuovo anno scolastico, IoStudio lancia sconti speciali per l’acquisto di PC portatili, desktop e Ultrabook™ di marchio DELL™ e basati su tecnologia Intel® Core™ di terza generazione.

Chi desidera acquistare un PC può ottenere, grazie alla Carta, uno sconto del 10% su PC portatili o desktop marchio Dell™ basati su tecnologia Intel® ed uno sconto del 15% sugli Ultrabook™ della serie XPS.

Per accedere all’offerta basta entrare nell’area riservata del Portale IoStudio, inserire le proprie credenziali, cliccare su “Offerte Online”, selezionare la categoria “Tecnologia” e cliccare sul banner Dell.

Il progetto IoStudio – La Carta dello Studente, promosso dal MIUR, è un’iniziativa che promuove l’accesso alla cultura e offre nuovi luoghi di confronto a tutti gli studenti, senza distinzioni e consente di usufruire di tutte le offerte loro dedicate, fino al completamento dell’iter scolastico.

Le agevolazioni, i concorsi e le iniziative proposti dal MIUR e dai partner riconoscono lo status di studente e premiano la partecipazione attiva alla vita scolastica e civile.

La tessera dello studente – versione base – viene distribuita annualmente a tutti gli studenti frequentanti il I anno delle scuole superiori statali e paritarie.

Per recuperare userID e password per l’accesso all’area riservata del Portale dello Studente, per essere aggiornato sulle offerte e per ricevere informazioni relative al Progetto IoStudio – La Carta dello Studente, puoi inviare una eMail a:iostudio@istruzione.it.

IoStudio – La Carta dello Studente è realizzata in collaborazione con Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, UPI – Unione Province d’Italia, ANCI – Associazione Nazionale e Comuni Italiani, CNI – UNESCO Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo.

FONTE: Io Studio

Carta dello Studente: il Progetto IoStudio promuove l’accesso alla cultura

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Istruzione

Io Studio – Carta dello Studente è un’iniziativa promossa dal MIUR. La Carta promuove l’accesso alla cultura e mette a disposizione degli studenti numerosi sconti: dal cinema al teatro ai libri, dai viaggi ai corsi di studio all’estero, dai musei alle oasi ecologiche, dai prodotti di telefonia e internet all’acquisto di materiale tecnologico. La Carta dello Studente – versione base – viene distribuita annualmente a tutti gli studenti frequentanti il I anno delle scuole superiori statali e paritarie. Per maggiori informazioni visitare il portale http://iostudio.pubblica.istruzione.it

IoStudio - La Carta dello Studente

Il progetto IoStudio – La Carta dello Studente, promosso dal MIUR, è nato in risposta alle richieste degli allievi delle scuole Secondarie di II Grado, delle Consulte provinciali e delle associazioni studentesche.

La Carta dello Studente è un’iniziativa che promuove l’accesso alla cultura e offre nuovi luoghi di confronto a tutti gli studenti, senza distinzioni.

La tessera consente ad oltre 4 milioni di allievi di dimostrare il proprio status di studente e, quindi, di usufruire di tutte le offerte loro dedicate, fino al completamento dell’iter scolastico.

Le agevolazioni, i concorsi e le iniziative proposti dal MIUR e dai partner riconoscono lo status di studente e premiano la partecipazione attiva alla vita scolastica e civile.

L’elenco dei Partner che contribuiscono con le proprie offerte ad arricchire il vasto panorama culturale aperto agli studenti è in continuo aggiornamento. Le offerte studenti riguardano l’accesso alla cultura intesa nel senso più ampio: dal cinema al teatro ai libri, dai viaggi ai corsi di studio all’estero, dai musei alle oasi ecologiche, dai prodotti di telefonia e internet all’acquisto di materiale tecnologico.

La tessera dello studente – versione base – viene distribuita annualmente a tutti gli studenti frequentanti il I anno delle scuole superiori statali e paritarie.

Il progetto “IoStudio – La Carta dello Studente” è stato realizzato anche grazie al contributo degli studenti e gli spazi web del portale e del forum sono progettati per crescere con l’aiuto e la partecipazione attiva dei suoi utenti: lo staff della redazione è sempre disponibile ad ascoltare nuove proposte.

Per recuperare userID e password per l’accesso all’area riservata del Portale dello Studente, per essere aggiornato sulle offerte e per ricevere informazioni relative al Progetto IoStudio – La Carta dello Studente, puoi inviare una eMail a: iostudio@istruzione.it.

IoStudio – La Carta dello Studente è realizzata in collaborazione con Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, UPI – Unione Province d’Italia, ANCI – Associazione Nazionale e Comuni Italiani, CNI – UNESCO Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo.

FONTE: Io Studio

ALIMENTA ITALIA – La prima WORK ACADEMY nel settore dell’arte culinaria italiana

Scritto da paula il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Aziende, Comunicati Stampa, Economia, Gastronomia e Cucina, Istruzione

I segreti della cucina italiana e dell’imprenditoria nel settore gastronomico 

Corsi con maestri stellati per diventare professionista in qualsiasi parte del mondo 

Dappertutto si trovano scuole di cucina italiana. Però chi vuole non solo imparare a cucinare piatti tipici, ma anche diventare un professionista della gastronomia italiana, come imprenditore o manager, come può apprendere i segreti del mestiere? Per dare una risposta a questa domanda è nata Alimenta Italia, la prima Work Academy per fare azienda e diventare professionisti della ristorazione italiana, aperta a studenti di ogni paese. Da settembre 2012, partono i corsi rivolti sia ai professionisti del settore, sia a chi è alle prime armi e vuole trovare un nuovo lavoro o creare un nuovo business attraverso l’eccellenza della cultura culinaria italiana.

Situata in uno dei distretti più importanti dell’agroalimentare del Bel Paese, a circa 30 km da Milano, Alimenta Italia nasce col supporto del Parco Tecnologico Padano di Lodi, dove ha la sua sede, del Consiglio Nazionale delle Ricerche, del Consorzio Italbiotec, del Comune di Milano e di prestigiosi marchi del settore, tra i quali CASTAlimenti. Un’iniziativa che si presenta con un duplice scopo. Il primo è quello di favorire la formazione di nuove imprese e moltiplicare le opportunità di lavoro e di fare business in un settore, oggi più che mai strategico, anche in prospettiva di Expo 2015. L’altro è quello di svolgere il ruolo di importante vetrina del Made in Italy e soprattutto della cultura culinaria italiana e delle imprese di eccellenza ad essa correlate.

La Work Academy si avvale della collaborazione di un corpo docente tra i più qualificati – chef stellati, campioni italiani, innovatori di prodotti e processi e grandi professionisti del mestiere: Roberto Carcangiu, Giunetto Cardelli, Diego Crosara, Piergiorgio Giorilli, Gianluca Guagneli, Pierpaolo Magni, Igignio Massari, Raimondo Mendolia, Francesco Palmieri, Achille Zoia, e tanti altri formano una squadra d’eccezione.

Quattro le discipline di specializzazione: pasta-gastronomia, pane-pizza, gelato, dolci. Il percorso di formazione snello, innovativo e operativo, con numero limitato di partecipanti, prevede corsi intensivi da 5 a 10 giorni, a cui segue un training a distanza costituito da e-learning e attività di coaching per seguire lo studente passo passo nella sua carriera. Disponibili lezioni in italiano, inglese o altre lingue di interesse a gruppi omogenei.

Adibiti alla formazione teorica e pratica, i 1.000 m2 di laboratori specialistici di Alimenta Italia sono dotati di macchinari e attrezzature tecniche e didattiche all’avanguardia. Sotto la guida dei grandi maestri, i partecipanti imparano a conoscere prodotti e materie prime, sperimentano tecniche di preparazione di piatti e possibili errori nell’esecuzione di essi, hanno contatto diretto con le attrezzature e le metodologie più nuove per preparare le pietanze più importanti e conosciute della cultura alimentare italiana di altissima qualità, secondo standard e ricette originali. Sono inoltre approfonditi l’organizzazione della cucina e la razionalizzazione dei processi di produzione, le fonti di approvvigionamento delle materie prime, le loro caratteristiche sensoriali ed organolettiche, le proprietà nutrizionali e il rapporto con la salute, i costi di approvvigionamento e di produzione dei piatti.

Vengono forniti tutti gli elementi di carattere economico per avviare, migliorare e accelerare un business indipendente, oltre ai contatti con fornitori e agevolazioni. Per chi vuole arricchire la propria professionalità, ampliare l’offerta e il menù del proprio business, mettersi in proprio, dare una nuova identità alla propria attività, l’eccellenza della cucina italiana e dell’Italian Style può funzionare come una marcia in più e un’occasione di innovare il portafoglio di prodotti e servizi offerti. Ma anche per chi è stanco del proprio lavoro o lo ha perso e vuole rimettersi in gioco aprendo una gelateria, una pizzeria, una pasticceria o un ristorante, Alimenta Italia offre la possibilità e il know how per creare nuove imprese nel settore.

Le Date: 

24 settembre 2012 OPEN DAY: introduzione al mestiere di imprenditore Pizzaiolo 

25 settembre 2012 OPEN DAY: introduzione al mestiere di imprenditore Gelatiere 

 1 Ottobre partono i corsi di Pizzeria e Gelateria

_______________________

1 ottobre 2012 OPEN DAY: introduzione al mestiere di imprenditore Cuoco 

2 ottobre  2012 OPEN DAY: introduzione al mestiere di imprenditore Pasticcere 

8 ottobre 2012 partono i corsi Cuoco e Pasticcere 

 _______________________

Dal 22 ottobre 2012 partono i corsi in lingua 

 

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni:

www.alimentaitalia.org

telefono +39 0371 092002       

info@alimentaitalia.org

ALIMENTA ITALIA – Via A. Einstein – Loc. Cascina Codazza – c/o Parco Tecnologico Padano – 26900 Lodi (LO)