Il Gruppo Varvel in pista con i futuri professionisti delle due ruote

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Industria, Istruzione

Rinnovato per il 2017-2018 il sostegno al Master in Ingegneria della Moto da Corsa tenuto dall’ente di Alta Formazione per il business Professional Datagest con una borsa di studio per l’allievo più meritevole

Il Gruppo Varvel, realtà bolognese che dal 1955 progetta, produce e commercializza riduttori meccanici di velocità, è un’azienda socialmente responsabile che riserva molta attenzione al mondo della formazione e alle opportunità lavorative per le giovani generazioni.

È ormai una partnership consolidata quella con il Master in Ingegneria della Moto da Corsa organizzato dall’ente di formazione bolognese Professional Datagest, nata nel 2012, quando Varvel ha scelto di sostenere due allievi provenienti dai comuni emiliani colpiti dal terremoto. Come già negli scorsi anni, anche per la sesta edizione, appena inaugurata, l’azienda premierà lo studente che avrà dimostrato il maggiore impegno e ottenuto i migliori risultati con una borsa di studio durante la cerimonia conclusiva che si terrà alla fine del percorso.

Questo accreditato master, che vede la partecipazione di docenti provenienti da primarie aziende del territorio, la famosa “Motor Valley” chiamata così proprio per la concentrazione di eccellenze nel settore della meccanica, è pensato per giovani laureati e laureandi in ingegneria meccanica, elettronica e aerospaziale che desiderano acquisire le competenze tecniche specialistiche per la progettazione e la costruzione di moto da corsa. Si tratta di un progetto formativo di altissimo livello che permette ai partecipanti di unire la passione per i motori e lo sport con reali opportunità professionali nel settore, anche grazie ai tirocini formativi alla fine del corso presso prestigiose realtà legate al mondo delle due ruote.

“Aiutare i giovani che si impegnano al massimo nella realizzazione dei loro obiettivi è per noi un onore e un impegno che siamo felici di sostenere” dichiara Francesco Berselli, Presidente del Gruppo Varvel“Puntare sui giovani è l’unico modo per garantire la continuità e la crescita del mercato e il mantenimento degli alti livelli che rendono l’Italia una potenza competitiva in tutto il mondo”.

Anche Mauro Cominoli, Direttore Generale del Gruppo Varvel, commenta: “Collaborare a iniziative come questo master, creare nuove occasioni per i professionisti del futuro e incentivare lo sviluppo del nostro settore ci permette di dare il nostro contributo a chi merita davvero di riuscire a dare forma concreta ai propri sogni. Alla fine di questo master tutto il tessuto produttivo, locale e nazionale, può contare su nuove risorse volenterose, qualificate e con un grande potenziale da esprimere. Un vantaggio dal valore incalcolabile che permetterà la crescita delle aziende e dell’intero sistema.”

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980, 9 – Loc. Crespellano, 40053 Valsamoggia (BO) – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 051 6721825 – varvel@varvel.com
Ufficio Stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna – Tel. 0514450204 – Matteo Barboni – 3496172546 m.barboni@borderlineagency.com

Tecnoformazione è la piattaforma per seguire i tuoi corsi online sulla sicurezza

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Istruzione, Nuovo Sito Web

Cerchi dei corsi di formazione sulla sicurezza sul lavoro? Scegli Tecnoformazione, la piattaforma intuitiva di Tecnologie d’Impresa per un apprendimento completo

Tecnologie d’Impresa presenta Tecnoformazione, la piattaforma online che ti offre un’interfaccia semplice e intuitiva per un apprendimento completo nel settore della sicurezza sul lavoro.
Scopri cosa ti riserva Tecnoformazione,scegli i suoi corsi di formazione online.

corsi sicurezza sul lavoro

I corsi sulla sicurezza sul lavoro comodamente a casa tua

Tecnoformazione ti offre una formazione completa con i corsi online sulla sicurezza ideati da Tecnologie d’Impresa.
I corsi della piattaforma di e-learning possono essere seguiti comodamente da casa o dove vuoi, scegliendo il momento più adatto in base agli impegni.
Tecnoformazione propone corsi caratterizzati da grafica intuitiva e interattiva, che permettono di riascoltare, rivedere e ritornare sui moduli già completati per comprendere gli errori commessi e poterli correggere.
Avrai l’appoggio di un esperto tutor online che attraverso la chat di Tecnoformazione potrà offrirti un valido sostegno, rispondere a domande e soddisfare le tue esigenze.

Corsi di formazione online e molto altro: la sicurezza di Tecnoformazione

Tecnoformazione è la piattaforma messa a disposizione da Tecnologie d’Impresa, un’azienda di Cabiate facente di un gruppo specializzato in servizi per la sicurezza sul lavoro, l’ ambiente e l’igiene alimentare.
La missione di Tecnologie d’Impresa è formare team di tecnici esperti nei settori trattati che sappiano soddisfare le esigenze operative di imprese e organizzazioni in modo tempestivo, professionale ed efficiente.
Grazie alla distribuzione di corsi di formazione sulla sicurezza, Tecnologie d’Impresa ha stretto partnership con la rete imprenditoriale su territorio italiano e all’estero.
I progetti formativi vengono ideati secondo le necessità delle diverse realtà a cui sono dedicati.
E possibile seguire corsi indirizzati ai formatori con lo scopo di creare squadre di persone in grado di formare esperti collaboratori che operino in settori come ambiente, sicurezza, qualità, ecc.
Vuoi saperne di più sui corsi di Tecnoformazione? Contatta Tecnologie d’Impresa, un operatore risponderà a tutte le tue domande.

Al via la seconda edizione del bando che premia l’eccellenza nella scuola primaria pubblica italiana

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Istruzione

Prosegue l’impegno di Facile.it a supporto delle eccellenze nella scuola pubblica; dall’1 ottobre 2017 aprono le iscrizioni per il bando di concorso “Facile.it per la scuola” (https://www.facile.it/scuola.html), il progetto nato per sostenere la capacità innovativa e progettuale degli istituti primari pubblici.

«Continuiamo a investire sui giovani e sulla formazione, quest’anno attraverso un bando di concorso aperto a tutti gli istituti primari pubblici del Paese. La scuola italiana è piena di energie e idee, spesso però condizionate da bilanci stretti e conti da far quadrare. Con questo progetto vogliamo stimolare e incentivare la creatività, a beneficio degli alunni di oggi che saranno le eccellenze di domani» spiega Mauro Giacobbe, Amministratore Delegato di Facile.it.

Per partecipare al bando, aperto sino al 30 novembre, gli istituti primari dovranno presentare un progetto che illustri come intendono impiegare la donazione e la tecnologia messe a disposizione da Facile.it a supporto della didattica e della crescita degli alunni. Una commissione creata ad hoc valuterà tutte le candidature e selezionerà la scuola con l’idea più creativa e originale, che si aggiudicherà la somma di 5.000 euro, destinata all’implementazione del progetto, e una dotazione tecnologica proveniente da Facile.it.

L’edizione 2016 del progetto “Facile.it per la scuola” ha premiato la scuola primaria Armando Diaz di Milano che grazie ai fondi ottenuti ha creato un laboratorio di scienze dove la materia viene insegnata in inglese ai piccoli alunni con la collaborazione di ricercatori di primo livello. L’Istituto ha ricevuto anche una cospicua strumentazione tecnologica proveniente dagli asset di Facile.it, riuscendo così a rinnovare le dotazioni informatiche della scuola e fornendo ad ogni classe tablet utili all’insegnamento.

Il bando completo è disponibile all’indirizzo https://www.facile.it/scuola.html

Aperte le iscrizioni al Master Class in Europrogettazione organizzato da IDP a Bruxelles dal 21 al 24 Novembre 2017

Scritto da IDPbruxelles il . Pubblicato in Aziende, Istruzione

IDP European Consultants, società  leader di consulenza e formazione sui finanziamenti europei, terrà a Bruxelles dal 21 al 24 Novembre la 46ᵃ edizione del Master Class in “Finanziamenti Europei ed Europrogettazione” in collaborazione con l’ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane.

Oltre 300 misure di finanziamento con un budget annuale che supera i 20 miliardi di Euro, rivolti a Enti locali, imprese, Ong, Università: questo il quadro dei finanziamenti europei a gestione centralizzata. Spesso i destinatari ignorano tali opportunità, o non sono in grado di sviluppare e presentare proposte adeguate.

La struttura del Master Class prevede un modulo introduttivo sui principi di funzionamento dei programmi europei e un secondo modulo focalizzato sulla metodologia e gli aspetti prettamente operativi per la redazione e la stesura di progetti vincenti e di successo. Il programma è completato dall’intervento di funzionari di Istituzioni Europee e da un workshop guidato in piccoli gruppi per l’applicazione immediata degli strumenti e dei metodi illustrati. A conclusione del Master Class i partecipanti riceveranno un servizio di consulenza e informazione on-line della durata di quattro settimane.

Oltre 130 organizzazioni pubbliche e private hanno frequentato le precedenti edizioni del Master Class, esprimendo giudizi altamente positivi sulla metodologia e sui contenuti proposti. Il 93% dei partecipanti giudica il Master Class “superiore alle aspettative”.

La data di scadenza per le iscrizioni è il 7 Novembre 2017, tuttavia una  riduzione del 10% e’ applicabile alle iscrizioni completate entro il 24 Ottobre. Nella quota è inclusa la frequenza del corso, il materiale didattico, i lunch e coffee break, l’attestato finale, tutte le attività del programma e il servizio di informazione e consulenza online della durata di quattro settimane. Non sono inclusi i costi di viaggio e soggiorno.

Lo staff IDP è a disposizione dei partecipanti per assistenza di carattere logistico: prenotazioni alberghiere, informazioni sui collegamenti aerei, trasporto locale, informazioni pratiche sul corso e sulla città.

Per qualsiasi informazione contattare la segreteria del Master Class:

Email: bruxelles@idpeuropa.com

Telefono Segreteria: 0032 222 91 430; 0039 347 96 48 781

Affari e Galateo: si torna a scuola di Stile con i corsi di Etiquette Italy

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Istruzione

Etiquette Italy getta le basi per un 2018 all’insegna del successo professionale: la fondatrice Simona Artanidi, in collaborazione con i partner di stile, illustra ai futuri esperti del Galateo Aziendale i segreti del Public Speaking, della Netiquette e del Dress Code applicato al business.

Un ventaglio di corsi variegato e altamente qualificato colora l’autunno di Etiquette Italy e rimette in moto l’iter formativo dei professionisti del bon ton applicato al mondo degli affari. Un percorso accademico completo e strutturato, volto a promuovere l’immagine professionale, che dal prossimo mese si terrà a Bologna presso la nuova Sala Corsi di Etiquette Italy.

Il 12 e il 19 ottobre 2017 sono le prime date da annotare sul calendario: torna a gran richiesta il corso “Speak with Etiquette” (Parlare in Pubblico con grazia ed eleganza), un’occasione ideale per gli imprenditori, i manager, i liberi professionisti e i consulenti che intendono rafforzare la capacità di esporre in pubblico, facendo leva sull’autostima e sulla sicurezza di sé e del proprio know-how. Nel corso di queste due sessioni, la fondatrice di Etiquette Italy Simona Artanidi, massima esperta italiana di Business Etiquette, Stile e Immagine, accompagnerà i partecipanti sulla strada della disinvoltura, del linguaggio del corpo elegante e della padronanza nelle situazioni ufficiali, evidenziando tutti gli accorgimenti da osservare per imprimere un ottimo ricordo di sé.

La costruzione e il mantenimento di una solida reputazione di sé, oltre che del proprio operato, percorre un duplice canale di comunicazione, off e on line. Per le figure professionali che avvertono la necessità di apprendere le più efficaci strategie di utilizzo del web e della tecnologia, Etiquette Italy ripropone il 26 ottobre 2017 l’attualissimo workshop “Web & Etiquette Reputation”: un incontro ideato da Simona Artanidi per trasmettere i segreti della Netiquette e fornire un utile prontuario per relazionarsi sul web, via mail e più in generale con le tecnologie con accortezza e cortesia, nel pieno rispetto del Bon Ton. Una buona reputazione e il personal branding infatti si costruiscono anche on line.

Il 9 novembre 2017, “L’eleganza del Gentleman – Vestirsi per il successo” chiuderà questa fase del ciclo formativo, che ripartirà nel 2018 abbracciando aspetti della Business Etiquette sempre più concreti e dettagliati.

Alessandro Lunati, consulente di Galateo Aziendale di Etiquette Italy, e Diego Venturelli, consulente di stile maschile e partner di Etiquette Italy, dimostreranno ai partecipanti l’importanza del giusto dress code nelle diverse occasioni, nonché la centralità del buon gusto e del metalinguaggio in tutte le forme di relazione, sociale e professionale.

Maggiori informazioni:

www.etiquetteitaly.com

tel. 051.269190 (Reception Etiquette Italy)

Corso gratuito di Web Designer a Terni, in partenza la nuova edizione

Scritto da marko7776 il . Pubblicato in Informatica, Internet, Istruzione

A Ottobre inizia il nuovo corso Web Designer: a Terni, presso NET LOGOS Formazione 224 ore di formazione in aula con docenti qualificati

corso web designer terni
Sei un giovane con meno di 30 anni, disoccupato e non impegnato in percorsi scolastici/formativi? Hai più di 30 anni e sei disoccupato da almeno 6 mesi? Sei iscritto ai centri per l’impiego Regionali Umbri?
Attraverso risorse del POR FSE Umbria 2014-2020, a favore di nuovi percorsi di politica attiva del lavoro per giovani e adulti disoccupati, potete essere beneficiari di un voucher regionale  per la frequenza gratuita del corso di web designer a Terni: affrettatevi!

Previsto in partenza a Ottobre 2017 il corso avrà una durata di 224 ore; si incentrerà sui principali software del pacchetto Adobe utilizzati per progettare la grafica di un sito e sui linguaggi HTML5 e CSS3 indispensabili per creare e gestire pagine web.

Il corso di web designer per giovani ed adulti disoccupati rilascia Qualifica Professionale L.845/78

Inoltre prepara l’allievo a sostenere l’esame per la certificazione Adobe Certified Associate (ACA) in Adobe Photoshop.

Programma didattico del corso di web designer a Terni:

  • Accoglienza al corso e presentazione del percorso formativo.
  • L’attività professionale di Web designer

    • caratteristiche del settore, della prestazione professionale e pianificazione delle attività
    • analisi del target di riferimento e contesto-cliente
    • comunicazione e negoziazione
  • Nozioni base di grafica digitale
    • nozioni di desktop publishing e web design, immagini vettoriali e bitmap, i formati delle immagini.
  • Adobe Photoshop e la comunicazione grafica

    • Principi di comunicazione visiva
    • Saper analizzare il target di riferimento di un progetto
    • L’area di lavoro: finestra del documento, barra degli strumenti, barra contestuale delle opzioni, pannelli, menù delle opzioni
    • Uso dei livelli: le basi necessarie per un ottimale uso dei livelli
    • Strumenti per la selezione: selezione dei livelli tramite le forme per la selezione, il lazo e la bacchetta magica
    • Uso dei livelli e metodi di fusione: applicazione degli stili ai livelli, fusione dei livelli tra loro, modifica delle proprietà dei livelli
    • Livelli di riempimento e regolazione
    • Oggetti avanzati: creazione e utilizzo degli oggetti avanzati
    • Utilizzo delle maschere vettoriali: vari metodi per creare maschere vettoriali applicate sui livelli
    • La penna e le curve di bezier per disegnare
    • Utilizzo e creazione delle forme: uso delle forme preinstallate nel programma, importazione di nuove forme e creazione delle stesse tramite curve di bezier
    • Filtri: applicazioni dei filtri agli oggetti grafici per l’elaborazione digitale delle immagini
    • Fotoritocco: aggiustamento dei colori, rimozione dei difetti, trasformazione delle immagini a scopo pubblicitario editoriale ed illustrativo
    • Strumenti di disegno: pennelli, gomma, vari
    • Ottimizzazione ed esportazione delle immagini per il web
    • Creare il layout grafico di un sito
    • Disegno grafico degli elementi base di cui è composta una pagina web, sezionamento della pagina ed esportazione degli elementi grafici
  • Adobe Illustrator

    • L’area di lavoro: finestra del documento, barra degli strumenti, barra contestuale delle opzioni, pannelli, menù delle opzioni
    • Uso dei livelli: le basi necessarie per un ottimale uso dei livelli
    • Strumenti per la selezione: selezione dei livelli tramite le forme per la selezione, il lazo e la bacchetta magica
    • Strumento penna e disegno vettoriale
    • Gestione dei testi e concatenazione
  • La rete Internet

    • il World Wide Web, i browser più diffusi, i motori di ricerca, analisi delle strutture più comuni dei siti.
  • HTML5

    • Il linguaggio HTML: sintassi generale tag e attributi
    • Struttura di una pagina web
    • Gestione dei testi
    • Gestione delle tabelle
    • Gestione dei link
    • Le immagini
    • I Div
    • I metatag
    • I form: principi base per la creazione di moduli per l’invio di dati sensibili
    • Tag HTML5
    • Ottimizzazione del codice per l’indicizzazione: revisione del codice della pagina per favorire il reperimento e il posizionamento del sito nei motori di ricerca
    • Gestione di elementi multimediali – audio, video, iframe
    • Principi di usabilità ed accessibilità delle pagine web
  • CSS3

    • Introduzione ai fogli di stile
    • Come si implementano i fogli di stile in una pagina web (in linea, incorporati ed esterni)
    • Sintassi generale
    • Usare tag, classi o id
    • Regole base più utili (gestione delle distanze, delle dimensioni, degli sfondi di un elemento)
    • I Selettori
    • Float e Clear
    • I Display
    • Position degli elementi
    • I box model
    • Impaginazione
    • Animazioni tramite i css
  • Grafica responsive

    Indispensabile per adattare il layout del sito ai vari dispositivi usati per la navigazione (tablets, smartphones)

    • Le media query
  • Dreamweaver-Notepad++

    Per la gestione dei codici necessari al montaggio delle pagine web

  • Programmazione Web (php)

    Per rendere i siti dinamici e creare portali web

Acquisisci più informazioni sul corso di web design in partenza

Il Progetto “Mario Rigoni Stern: un uomo, tante storie, nessun confine” ottiene un importante finanziamento dal MIUR

Scritto da Annalisa Scapin il . Pubblicato in Cultura, Istruzione

L’Istituto di Istruzione Superiore “Mario Rigoni Stern” di Asiago è la prima scuola nel Veneto e la quarta fra le scuole dell’Italia settentrionale nella graduatoria pubblicata dal MIUR relativa all’Avviso pubblico nell’ambito dei “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nella aree a rischio e in quelle periferiche”. Lanciato dal MIUR lo scorso autunno per favorire il potenziamento dell’offerta formativa delle scuole, contrastare la dispersione scolastica e favorire l’inclusione sociale, il PON (Programma Operativo Nazionale) è compreso nel gruppo “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 e persegue l’obiettivo specifico della riduzione del fallimento formativo precoce e della dispersione scolastica e formativa. Si tratta di una nuova forma di finanziamento che sta impegnando la scuola italiana con notevole aggravio di lavoro burocratico ma anche con significativi stimoli sul piano didattico.

All’IIS “Mario Rigoni Stern” il tasso di dispersione scolastica non è alto, e questo è un dato che prevedeva un alto punteggio nella valutazione della proposta progettuale. In realtà il PON che ha ottenuto il clamoroso risultato ha avuto la peculiarità di organizzare alcune proposte didattiche innovative finalizzate non a limitare la dispersione ma a prevenire la crescente “fuga” dalla scuola di montagna verso la scuola di pianura.

In che senso dunque le proposte didattiche sono state considerate innovative?

Tutto il PON sviluppa azioni didattiche nate quasi naturalmente all’interno di un grosso progetto che caratterizza il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) dell’IIS di Asiago da un biennio: Mario Rigoni Stern: un uomo, tante storie, nessun confine. FestivalConvegno Internazionale di Studi a conclusione di un Percorso Didattico-Professionale biennale (Asiago, venerdì 3 – domenica 5 novembre 2017).  Preparare un Convegno di esperti del mondo accademico storico, letterario e scientifico per un istituto superiore non è impegno di tutti i giorni. Prepararlo con le normali attività didattiche è certamente innovativo ma può diventare dispersivo. Prepararlo con lo scopo di un doveroso studio della personalità e dell’opera dello scrittore a cui l’istituto ha deciso di dedicarsi è obbligo nei confronti degli studenti e diventa occasione per declinare innovazione didattica e innovazione legislativa: la nuova legge sull’alternanza scuola lavoro, infatti, ben si sposa con l’opportunità di organizzare percorsi in cui informazione e formazione si coniughino, finalizzate al servizio di un evento culturale che diviene prodotto concreto gratificante per gli studenti, occasione qualificante per il territorio e l’istituzione scolastica, opportunità per gli enti locali.

Sono sei i moduli, previsti dalle ideatrici Anna Maria Cavallarin, Annalisa Scapin e Silvana Forte, per sviluppare alcune delle attività necessarie alla preparazione del FestivalConvegno, che verranno finanziate dai fondi strutturali europei: un corso di Orienteering in Altopiano, al quale parteciperanno gli studenti di Asiago e una delegazione degli studenti dell’Istituto agrario di Bergamo intitolato a Mario Rigoni Stern, la preparazione della mostra sugli sport invernali, la lettura di alcuni brani dello scrittore di Asiago raccontata dal teatro di figura – sviluppi che si avranno a novembre sul palcoscenico del Millepini -, la progettazione e creazione di targhette da apporre sui luoghi di Mario Rigoni Stern, e due attività legate al web: la scrittura SEO come stile del XXI secolo e la gestione grafica e tecnica dei CMS e dei Social Network.

Tutte queste attività proseguiranno in parallelo con la produzione, da parte degli studenti delle sezioni di meccanica, della joilette, una speciale portantina che permette a persone con difficoltà motorie e disabilità di poter “percorrere” sentieri e percorsi montani. Progetto che ha portato alle classi ideatrici un primo meritatissimo posto al concorso nazionale “Articolo 9 della Costituzione.

Cittadini partecipi della ricerca scientifica e tecnica”, le cui premiazioni si sono svolte lo scorso 9 giugno alla Camera dei Deputati a Roma.

I lavori dunque spazieranno dalla comunicazione nel web e nei Social, alla segnalazione dei luoghi di Mario Rigoni Stern, all’allestimento di una mostra sugli sport invernali, all’approfondimento della conoscenza del territorio, alla costruzione di alcune riflessioni teatrali sull’opera ed il personaggio protagonista.  Ogni modulo si svilupperà in 30 ore laboratoriali durante il periodo estivo o extracurriculare e sarà rivolto ad una ventina di studenti che liberamente potranno scegliere le attività per le quali provano maggior interesse. Gli studenti, inclusi soprattutto coloro che manifestano disagio nei confronti del mondo scolastico, saranno guidati da una figura tutor, uno specialista del settore ed una figura aggiuntiva, che in qualche caso potrebbe essere una terapista occupazionale, visto che, per gli studenti del triennio, le ore di lavoro possono rientrare in percorsi di alternanza scuola lavoro. Attività sicuramente di grande impatto sugli studenti, ma che hanno l’obiettivo di apportare novità, supporto e sviluppo nel territorio dei Sette Comuni, dal quale proviene la maggior parte dei ragazzi frequentanti l’Istituto.

Particolarità e valore aggiunto del progetto è la collaborazione con istituzioni scolastiche ed enti esterni, come l’Unione Montana, l’ex ULSS 3 Bassano Del Grappa, i Musei Altovicentino, il Comune di Asiago, la galleria d’arte Busellato, il Club fotografico dell’Altopiano Sette Comuni, l’associazione Terepia-teatro di figura, con i quali è stata attivata una sinergia per far sì che la scuola apra le sue porte al territorio e gli enti possano avviare un dialogo costruttivo con i cittadini del futuro per una educazione culturale e professionale; insomma per perseguire in sintonia i medesimi obiettivi.

Approvato il Progetto AXESS! La storia di successo di IDP in Finanziamenti Europei continua

Scritto da IDPbruxelles il . Pubblicato in Aziende, Dal Mondo, Economia, Istruzione, Mercati

IDP European Consultants conferma la sua leadership in Finanziamenti Europei: l’Agenzia Nazionale Slovacca ha approvato il Progetto AXESS.

AXESS (Acquisition of Key Competences for Economic and Social Sustainability) è stato presentato in seguito all’invito a presentare proposte per il Programma Erasmus+, Azione Chiave 2, Partnership Strategica per l’Educazione degli Adulti. AXESS intende fornire risorse per la formazione completa di donne adulte per  accrescere le loro competenze ed abilità digitali.

AXESS è un Progetto Europeo con un consorzio internazionale composto da 8 partners da 7 differenti Paesi (Belgio, Grecia, Italia, Macedonia, Romania, Slovacchia, Spagna).

IDP European Consultants opera a Bruxelles dal 1991 ed ha un’esperienza consolidata in strumenti e programmi di finanziamento europei, da finanziamenti a fondo perduto ad appalti europei e bandi di gara europei.

Contattaci per ulteriori informazioni su AXESS e le altre iniziative di IDP European Consultants:

bruxelles@idpeuropa.com

www.idpeuropa.com

Facebook: https://www.facebook.com/idp.bruxelles

Linkedin: http://be.linkedin.com/pub/idp-european-consultants/47/a22/4b5

Uomini o caporali

Scritto da Lucio Garofalo il . Pubblicato in Istruzione, Opinioni / Editoriale

Uomini o caporali

Nella mia lunga carriera professionale mi sono imbattuto in prevalenza in due diverse tipologie di dirigenti scolastici. La prima categoria, forse la più diffusa nel mondo della scuola, è quella del preside dispotico, che tratta l’istituzione in un modo autocratico e verticistico, scambiando l’autonomia scolastica per una tirannide di tipo individuale e stimando i rapporti interpersonali in termini di supremazia e di subordinazione. Questa figura non predilige affatto le norme e le procedure di carattere democratico, bensì preferisce scavalcare gli organi collegiali ed assumere ogni decisione in maniera arbitraria e discrezionale senza consultarsi con nessuno. Inoltre, costui si pone sempre in modo protervo ed autoritario, esibisce un cipiglio severo per intimorire e mettere in soggezione gli altri. Ed abusa sovente dei propri poteri, perpetrando facilmente angherie o soprusi nei riguardi dei sottoposti, trattati alla stregua di sudditi privi di ogni diritto e tutela, con i quali si comporta in modo inclemente. La seconda tipologia, che è probabilmente la più pericolosa, è quella del dirigente affarista e demagogo, che potrebbe sovrapporsi o coincidere con il tipo assolutista. Un dirigente siffatto tende a concepire la scuola come una sorta di proprietà privata e la sfrutta per scopi di lucro e prestigio personale, per cui la gestisce in modo tale da trasfigurarla nel più breve tempo possibile in un vero “progettificio scolastico”. In tal senso si adopera per reperire finanziamenti economici aggiuntivi stanziati a disposizione delle scuole, da cui attingere ed elargire i fondi senza criteri equi, applicando logiche di tipo clientelare e paternalistico al fine di premiare una cerchia oligarchica composta dallo “staff dirigenziale”. Da un simile assetto politico-gestionale discende un carrozzone di stampo assistenzialistico carico di una pletora abnorme di iniziative didattiche e progettuali eccedenti, con scarse ricadute ed incidenze positive sulla formazione educativa e culturale degli studenti. Una simile sovrabbondanza di sovvenzioni e contributi finanziari è funzionale in primis a beneficiare un’esigua minoranza di insegnanti che supportano il dirigente. Inoltre, esiste un’altra tipologia, ossia quella del preside umano, con pregi e difetti caratteriali. Si tratta, senza dubbio, di un esemplare assai raro, ma è l’unico che ispiri la mia simpatia, la mia stima e la mia approvazione sincere. Infine, qualcuno mi risponda sul potere di “chiamata diretta” dei docenti in base a criteri discrezionali o arbitrari dei presidi. Temo che non sia il miglior antidoto rispetto alle pratiche clientelari, già diffuse nel mondo della scuola. È ovvio che tali fenomeni rischieranno di acuirsi ed estendersi a macchia d’olio. In buona sostanza, la legge 107/2015 ha sterzato bruscamente in direzione aziendalista e liberista, stravolgendo ulteriormente l’assetto e l’architettura istituzionali della cd. “autonomia scolastica”. Un’infelice, grottesca ed inquietante caricatura di “sceriffo” (ovvero una sottospecie burocratica di “manager privato”) detiene anche il potere discrezionale di assegnare, mediante meccanismi di nomina diretta, sede e cattedra di insegnamento, oltre a determinare addirittura cosa e come insegnare. In altri termini, la tanto vilipesa e bistrattata “libertà didattica” mi pare destinata a farsi benedire in maniera definitiva.

Lucio Garofalo

Il Made in Italy si fa sempre più internazionale con Etiquette Italy

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Istruzione, Mercati

La fondatrice di Etiquette Italy Simona Artanidi annuncia un nuovo percorso dedicato alle eccellenze nazionali, per una consulenza specializzata volta a favorire l’accesso su nuovi mercati, in tutto il mondo, sensibili al valore e al gusto delle creazioni fatte a mano

Un nuovo portfolio di servizi di International Business per Etiquette Italy, ideato dalla sua fondatrice Simona Artanidi appositamente per le eccellenze artigianali e sartoriali del Made in Italy, in vista di un’internazionalizzazione efficace e ad alto valore aggiunto.

Ai fini di una consulenza mirata, la massima esperta italiana di Business Etiquette, Stile e Immagine, in collaborazione con il suo staff, selezionerà alcune delle migliori realtà italiane tra le numerose che hanno già fatto richiesta di poter avere un supporto nell’approccio a nuovi mercati a livello mondiale.

L’iter formativo si compone di due moduli: il primo sarà caratterizzato da una sessione di carattere frontale, nella quale i partecipanti potranno acquisire le conoscenze necessarie per esportare nei Paesi più sensibili alle creazioni nazionali. Un report analitico orientativo e uno screening di mercato che toccheranno aspetti tecnici e procedurali, per entrare nel mercato globale con la competenza e la preparazione adatta a lanciare il proprio business. Una volta inquadrate la tipologia di prodotto e il suo posizionamento, l’obiettivo dell’incontro sarà la creazione di un rating utile all’individuazione delle fasce di mercato maggiormente pronte a recepire la novità made in Italy, nel pieno rispetto della vision e delle esigenze aziendali.

Il secondo modulo sarà invece caratterizzato da un vero e proprio affiancamento consulenziale, per guidare gli imprenditori e aiutarli a scegliere i migliori canali d’inserimento nei diversi settori merceologici, in base al prodotto e alle sue potenzialità alle diverse latitudini.

Una scelta che si preannuncia molto interessante, grazie all’esperienza nel settore di Simona Artanidi, particolarmente attenta nel far emergere con gusto e raffinatezza il valore del Made in Italy nelle sue migliori espressioni artigianali. “Abbiamo deciso di creare questa nuova opportunità – spiega la fondatrice e direttrice di Etiquette Italy – perché crediamo che, oltre alle consulenze e ai percorsi formativi focalizzati sulla Business Etiquette, sia giusto offrire un supporto ai brand dell’alto artigianato nell’estendere i fatturati anche all’estero. Un’attività cui teniamo molto perché, parallelamente alla vocazione al marketing e al business, è animata anche da un forte afflato culturale, che trasforma di fatto queste realtà in ambasciatori del gusto italiano e del Made in Italy un patrimonio prezioso da esportare anche oltre confine. Attraverso la cultura, la storia, la tradizione che racchiudono queste creazioni è possibile contribuire allo sviluppo di aziende italiane d’eccellenza e far conoscere al mondo intero il valore di gesti antichi trasmessi di generazione in generazione, attraverso i decenni e talvolta addirittura i secoli”.

www.etiquetteitaly.com