Il Voip per le piccole e medie imprese: ecco perché conviene

Scritto da giorgiaminozzi il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Il Voip è una tecnologia che consente di far viaggiare la voce su internet: anziché trasmettere i dati (cioè la telefonata) su un cavo telefonico, viene sfruttata la cosiddetta “banda”. La tecnologia del Voip è ormai una tecnologia pienamente sviluppata, e gli unici limiti che si possono individuare sono legati semmai all’infrastruttura di rete, che in Italia risente ancora di forti ritardi e di uno sviluppo a macchia di leopardo. Tuttavia, queste lacune in futuro verranno colmate e il Voip diventerà una possibilità per tutti.

Il Voip offre innegabili vantaggi di tipo economico a tutti i clienti, tuttavia è alle piccole e medie aziende che conviene davvero, perché queste ultime – oltre a godere come tutti gli altri clienti delle tariffe telefoniche più basse – possono anche integrare dei servizi “intelligenti” che costerebbero troppo con la fonia tradizionale. Tra i servizi principali dobbiamo certamente citare il centralino telefonico e il fax virtuale.

Il centralino telefonico Voip, rispetto a quello tradizionale analogico:

  • è solo virtuale, non ha quindi bisogno di alcuna apparecchiatura ingombrante, dagli altissimi costi di acquisto, attivazione e manutenzione;
  • non si collega “fisicamente” a dei cavi telefonici: ogni linea telefonica (supponiamo ad esempio che ce ne sia una per ufficio o per dipendente) è una linea virtuale che viene configurata tramite un centralino. In questo modo il risparmio è duplice: si risparmia sull’installazione della linea (che richiede sempre anche dei lavori in loco) e sulla linea stessa, in quanto con il Voip non si paga il canone e le tariffe sono più basse;
  • raramente richiede l’intervento di un tecnico, mentre spesso consente ai clienti – dopo aver preso un po’ di dimestichezza con lo strumento – di gestirlo in maniera autonoma. L’azienda che fornisce centralini Voip OpenVOIP – ad esempio – ha creato un pannello di controllo online che permette di scegliere la configurazione ed i servizi da attivare in maniera del tutto indipendente;
  • la “collaborazione” tra il Voip e informatica rende la telefonia digitale scalabile, flessibile ed adattabile alle esigenze dei clienti. È molto probabile, inoltre, che continui a svilupparsi in maniera assai veloce, con la nascita di nuovi servizi e di ulteriori implementazioni.

Ma per quale motivo il centralino Voip sembra essere particolarmente adatto alle piccole aziende piuttosto che alle grandi? In realtà, anche le grandi possono approfittare degli innegabili vantaggi del VOIP, tuttavia sono le piccole a mostrare maggiore attenzione ai costi interni, e quindi ad apprezzare in pieno il valore di questa tecnologia innovativa. Per le imprese di piccole dimensioni, spesso, affrontare la spesa di un centralino tradizionale è impossibile, mentre non lo è affrontare il costo di un centralino VOIP.

Il VOIP, inoltre, non è solo il centralino, ma moltissime altre cose: fax virtuale per inviare e ricevere fax via mail, risolvendo in tal modo anche il problema della conservazione dei documenti in formato digitale; invio di sms ai clienti a costi contenuti; possibilità di lavorare anche da casa o da qualunque altra sede.

E questi servizi innovativi si traducono subito in una gestione migliore dei processi aziendali, dei clienti e del flusso di informazioni.

MELEGATTI, IL NATALE SI AVVICINA.

Scritto da jit il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Aziende, Comunicati Stampa

Nuovo look e nuovi prodotti per il Natale 2013.

In questi mesi Melegatti, l’azienda veronese leader nei prodotti dolciari, si sta rifacendo il look in vista del periodo tanto atteso: il Natale.

Lo stesso direttore vendite e marketing Dott.Gianluca Cazzulo dopo la convention nazionale svoltasi a Verona il 13 giugno scorso ha dichiarato: “L’azienda ha sviluppato una Brand Identity ispirata agli elementi di riconoscibilità del pack del pandoro che impersonificano la vera forza del Brand Melegatti. L’azzurro sfumato, la firma in evidenza del fondatore Domenico Melegatti, l’araldica in rilievo saranno quindi trasferiti graficamente su tutta la gamma dei prodotti da ricorrenza per dare vita a una presenza di marca a scaffale impattante e identificativa”.

Per Natale ogni prodotto dell’azienda avrà un nuovo look; inoltre sono previsti nuovi arrivi in casa Melegatti, che andranno ad arricchire la vasta gamma di prodotti entro cui scegliere in base alle proprie preferenze: ce n’è davvero per tutti i gusti!

Le principali novità riguarderanno le Prime dolcezze, il Panettone e le Confezioni regalo.

La Torta Bacio al Cappuccino è una morbida pasta farcita con crema cappuccino spolverata di zucchero a velo e cacao. Il nuovo Panettone avrà una golosa farcitura di crema pasticcera, e sarà ricoperto di cioccolato al latte e deliziose minipraline. Mentre la confezione “Christmas Time” conterrà un Pandoro oppure un Panettondoro da 750 gr. abbinati a una bottiglia di Prosecco DOC Extra Dry.

Per quanto riguarda le attività di comunicazione Melegatti si rifà al lavoro dell’ufficio stampa esterno e di una digital pr interna. A breve l’azienda cambierà il sito, rinnovato anch’esso nel look grafico e continuerà ad essere presente sui principali social network come Facebook, e Twitter, con la recente presenza su Instagram (http://statigr.am/melegatti1894).

In autunno torneranno on air sulle emittenti nazionali più importanti quattro spot da 15’’ su Morbidi Risvegli e Granleggeri, croissant morbidi e wellness creati con materie prime di altissima qualità e con il 30% di grassi in meno. A dicembre invece verrà riproposto lo spot istituzionaleThank you Domenico Melegatti” dal linguaggio originale e internazionale.

www.melegatti.it

Novella Donelli – Ufficio Stampa Jit
0456171550
novella@justintimesrl.it
http://justintimesrl.wordpress.com

Granito e marmo, i nuovi rivestimenti sono negli stock di Marmi Web.

Scritto da kristin il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino, Comunicati Stampa

Ora che in piena estate è avviata la stagione di lavorazioni per i rivestimenti per la casa o per il lavoro, la scelta più importante è quella sui materiali. Tra i prediletti ci sono quelli sempre durevoli nel tempo, come il granito e il marmo, considerati portatori di durevolezza e di bellezza da sempre.

Marmi Web offre una vasta portata di stock di vario genere, dai marmi più preziosi a quelli più convenienti, insieme alle lastre di granito. Tutti i materiali sono adatti ai rivestimenti, sia esterni che interni, che sono pensati infatti come un momento di rinnovamento che deve garantire durata nel tempo e resistenza ma anche un ambiente esteticamente gradevole.
Granito e marmo presentano notevoli vantaggi, che derivano nella resistenza a graffi e agenti esterni, oltre alla facilità di manutenzione.

Tra granito e marmo le differenza ovviamente ci sono, specialmente a livello estetico. Entrambi sono utilizzati per arredare le abitazioni, ma i rivestimenti in granito, in particolare, sono sempre più richiesti per i luoghi pubblici come locali e ristoranti. È dovuto alla resistenza di questa roccia ai graffi e agli agenti esterni. Il granito è, infatti, una roccia notoriamente forte, ignea, formata dal raffreddamento del magma nei secoli. Per definizione sembra indistruttibile. Perfetto per la realizzazione di piani cucina, sia appunto nei bar, ristoranti e locali pubblici dove è utilizzato nei ripiani da lavoro per la capacità di resistere all’assorbimento dei liquidi e ai graffi.

Diverse sono le società specializzate nella vendita e lavorazione del granito e del marmo, che offrono stock convenienti e lavorabili secondo tecniche note, come la finitura a lucido e il bisellato – ovvero lo smussato e rifinito agli angoli.

I rivestimenti in marmo, invece, sono molto richiesti per la raffinatezza che riesce a donare alle superfici, alla luminosità – in alcuni casi appaiono riflettenti, rivalutati dal prestigio e fascino del marmo. Nella varietà sul mercato si trovano diversi marmi bianchi come il Thassos, lo Snow White oppure di altri dai colori decisi, come il travertino rosso Persia.

Nel rivestimento per interni di marmo o granito, è fondamentale messa in posa accurata delle mattonelle e delle piastrelle,  create da lastre di marmo trattate e levigate all’occorrenza.  Per questo la scelta in stock è sempre la più conveniente ma è necessario valutare anche un’accurata lavorazione che la Marmi Web garantisce grazie ad uno staff specializzato e preparato.

Per ogni informazione e preventivo, è possibile contattare la società al sito ufficiale www.marmiweb.it

Terna Eletrodotto Italo-Francese, Flavio Cattaneo: “Diventeremo esportatori”

Scritto da DailyFocus il . Pubblicato in Economia

Inaugurato a Piossasco, in Piemonte, il cantiere per realizzare il cavo interrato a corrente continua più lungo del mondo, che incrementerà l’interscambio energetico fra i due Paesi: la fine dei lavori è prevista nel 2019 e consentirà all’Italia di ottimizzare le rinnovabili ed esportare. Flavio Cattaneo: “Dalla sua nascita Terna ha fatto investimenti per 8 miliardi, di cui 1,5 miliardi solo nel 2013, e con altri 7,9 miliardi già stanziati per i prossimi dieci anni”.

Flavio Cattaneo

Quasi 200 km di cavo interrato, con tecnologia d’avanguardia a corrente continua, che collegherà Italia e Francia senza il minimo impatto sull’ambiente e sul paesaggio ma con impatti più che positivi sul mercato dell’energia: l’innovativa infrastruttura che col tempo permetterà di risparmiare sul costo dell’elettricità e che farà finalmente dell’Italia un Paese esportatore di energia e non solo importatore, è frutto della collaborazione tra Terna e la francese Rte, con la virtuosa partecipazione degli enti pubblici locali e il co-finanziamento della Commissione europea.

Terna

Proprio sull’asse di territorio che vede ancora i cantieri dell’alta velocità ferroviaria contestati e di fatto fermi, il corridoio elettrico tra i due Paesi è invece già partito e diventerà nel 2019, anno della prevista conclusione dei lavori, il collegamento sotterraneo e invisibile più lungo del mondo, facendo dei due Paesi divisi dalle Alpi i rispettivi primi partner nell’interscambio energetico.

“Ci saranno però voluti 12 anni per farlo”, ricorda Dominique Maillard, presidente della transalpina Reseau de Transport d’Electricité. Ma i benefici sono molti di più dei punti d’ombra rilevati dal partner francese nel corso dell’inaugurazione di Piossasco, piccolo centro in provincia di Torino dove si può dire che tutto ebbe inizio, visto che grazie al suo cittadino più famoso, Alessandro Cruto, proprio qui fu utilizzata per la prima volta, il 16 maggio 1883, la lampadina elettrica ad incandescenza.

Esattamente 130 anni dopo, un invisibile cavo che parte da Grand’Ile, in Savoia, e attraverso un lungo viaggio nascosto fra strade, ponti e gallerie (compresi i 13 km del traforo del Frejus) giunge in Piemonte, garantirà sostenibilità ecologica, risparmio energetico e creazione di posti di lavoro, nell’ottica di un mercato unico dell’energia europea  che vede nella collaborazione Italia-Francia un importante passo, già sancito ai tempi delle presidenze di Prodi e Sarkozy con gli accordi bilaterali di Nizza del 2007.

Il tutto grazie soprattutto a un forte investimento di Terna, società in piena salute che nel 2012 ha fatturato oltre 1,8 miliardi di euro con utili a 464 milioni, come sottolineato al “taglio del nastro” dall’amministratore delegato Flavio Cattaneo: “Dalla sua nascita (nel 2004, ndr) Terna ha fatto investimenti per 8 miliardi, di cui 1,5 miliardi solo nel 2013, e con altri 7,9 miliardi già stanziati per i prossimi dieci anni”.

Investimenti, come l’elettrodotto italo-francese denominato “Piemonte-Savoia”, che consentiranno al Paese di diventare negli anni sempre più esportatore e sempre meno importatore, come riconosciuto dallo stesso Maillard: “La nuova infrastruttura permetterà di ottimizzare le energie rinnovabili, sulle quali l’Italia è avanti, soprattutto grazie al fotovoltaico”.

Energia che potrà dunque essere venduta alla Francia, specialmente nei periodi invernali, in cui il Paese transalpino non sempre riesce a soddisfare la propria domanda interna. Oltretutto sempre lo stesso presidente della società di trasporto elettrico francese ricorda che, verrebbe da dire una volta tanto, è l’Italia ad aver investito di più e ad essere più avanti nei lavori: “Mentre oggi a Piossasco si dà il via, in Francia inizieremo solo fra 6 mesi”.

Motivo d’orgoglio, ma non solo. Il Ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, ricorda anche i benefici in termini economici per la popolazione: “A pieno regime con l’opera, che porterà la capacità di trasporto della rete tra i due paesi dagli attuali 2.650 megawatt a oltre 4.400 megawatt, si risparmieranno 150 milioni di euro di energia all’anno: solo qualche euro per ogni singolo utente, ma che di questi tempi non fanno mai male, e senza contare l’impatto positivo che la nuova opera avrà sull’ambiente e sul mercato del lavoro”.

FONTE: firstonline.it

Allarmi Antifurto Senza Fili Daitem: aggiungi valore alla tua casa

Scritto da seodmlogica il . Pubblicato in Aziende

L’ allarme casa Daitem, marchio leader nel settore della sicurezza, è in grado di garantire il massimo della privacy proteggendo le aree private e le persone che vi abitano da ogni pericolo di intrusione, in quanto rappresenta un sistema antifurto altamente performante e tecnologicamente all’avanguardia, immune ai rischi di falso allarme.

La centrale d’allarme Daitem della linea Primera gestisce fino ad un totale di 80 rivelatori, ognuno dei quali comunica con la centrale sul proprio canale; mediante la tecnologia TwinBand®, che permette la comunicazione via radio su due bande differenti, viene garantita la totale funzionalità dell’impianto anche in caso di disagio temporaneo dato da interruzione di corrente.

L’ installazione dell’antifurto senza fili viene effettuata rapidamente con un minimo impatto sull’ambiente da proteggere, infatti non è previsto alcun intervento di muratura né modifiche alle pareti; anche la manutenzione degli allarmi segue procedure altrettanto semplici e veloci.

Gli allarmi Daitem possono essere personalizzati in base ad ogni specifica esigenza e consentono di essere sempre informati comunicando qualsiasi anomalia in differenti modi: in sintesi vocale mediante la centrale, via sms per il GSM, via telefono mediante i comunicatori telefonici.

I sistemi d’allarme e antifurto Daitem conferiscono un valore aggiunto alla propria abitazione, in quanto offrono una soluzione tecnologicamente avanzata che garantisce la tranquillità e la serenità delle persone.

Acquaviva e le sfide internazionali

Scritto da Massimo Lucidi il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Aziende, Italia

Acquaviva continua la sua scommessa sul panorama internazionale. E con successo. Difatti, dopo aver ormai consolidato il proprio business in Cina, è pronto a sbarcare in Etiopia.

L’azienda bresciana, leader nella produzione e distribuzione di acqua naturale in boccioni, porta avanti con estremo successo la sua politica di internazionalizzazione, tanto da essere valutata, in questo momento di crisi economica, come una delle poche aziende con il segno più.

Dietro questa solida realtà c’è la sfida di Riccardo Marchini, amministratore delegato di Acquaviva, il quale supportato da partner professionali e di valore, ha saputo ben guardare all’estero. Con sagacia e fiuto imprenditoriale.

Tutti uniti per il Made in Tuscany

Scritto da madeintuscany il . Pubblicato in Affari, Aziende, Comunicati Stampa, Economia, Italia

L’evento Made in Tuscany a Villa Severi di mercoledì 24 luglio ha confermato, anche nelle testimonianze trasversali dei vertici istituzionali presenti, l’esigenza largamente diffusa nonché l’urgenza di proteggere e far conoscere i prodotti della regione Toscana in ambito nazionale e internazionale.

Nelle parole di esordio di Andrea Fabianelli, Presidente Confindustria Arezzo e Vice presidente Confindustria Toscana, l’orgoglio di appartenere ad una regione ricca di eccellenze ancora vive e competitive. Ferrer Vannetti, Presidente provinciale di Confartigianato Imprese Arezzo, rimarcava l’importanza della cultura e della storia a cui far riferimento per il rilancio dell’economia attraverso una vera innovazione a tutti i livelli. Anna Lapini, Presidente provinciale della Confcommercio Arezzo, focalizzava il recupero strategico del savoire-faire dell’artigianato in grado di combattere l’omologazione dei prodotti provenienti da tutto il mondo e in relazione a questo un nuovo atteggiamento del commerciante chiamato in primis ad una oculata selezione del prodotto puntando sulla qualità. Alfredo Provenza, Camera di Commercio di Arezzo, concordava sulla necessità delle piccole e medie aziende di fare rete per condividere know-how e azioni marketing. Tulio Marcelli, Presidente Coldiretti Toscana, con dati alla mano incontrovertibili ci ha messo in guardia su pericolose azioni di “Tuscan sounding” nel settore agroalimentare a danno della nostra economia e della nostra salute. Il Consigliere regionale Enzo Brogi ha ribadito con forza la notorietà della Toscana facendo notare che è l’unica regione italiana (insieme alla Sicilia per tutt’altri motivi) che può vantare la propria traduzione in lingua inglese.

In virtù di ciò tutti hanno appoggiato la nostra soluzione di creare questo marchio ombrello veicolato dal portale internet Madeintuscany.it e dai vari strumenti multimediali ad esso connessi, QRcode in testa, a tutela dei prodotti autenticamente Made in Tuscany.

Flavio Cattaneo, perseguire interesse del Paese realizzando buoni risultati

Scritto da DailyFocus il . Pubblicato in Economia

”I numeri del semestre mostrano ancora una volta la qualita’ del lavoro della squadra di Terna e anche come sia possibile per un’azienda perseguire l’interesse generale del Paese realizzando allo stesso tempo buoni risultati”. L’amministratore delegato Flavio Cattaneo commenta cosi’ i risultati dei primi sei mesi dell’anno della societa’.

Flavio Cattaneo

”Proseguiamo il nostro lavoro – aggiunge – per aumentare ulteriormente l’efficienza della rete elettrica italiana rendendo sempre piu’ connesse tutte le zone del Paese e sviluppando nuove interconnessioni con l’estero”. ”Il lavoro di Terna fino ad oggi ha prodotto benefici per oltre 5 miliardi di euro per il sistema elettrico italiano – aggiunge Cattaneo – ma lo sviluppo delle infrastrutture deve essere promosso a livello europeo e ciascun Paese deve essere supportato in questo impegno. E’ una sfida che l’Europa ha il dovere di promuovere, per accorciare i tempi di costruzione della rete e del mercato elettrico integrato”. ”L’Italia – conclude Cattaneo – puo’ giocare un ruolo centrale, per la sua posizione geografica, per la struttura e lo sviluppo delle interconnessioni ad alta tensione e per lo stato del suo parco di produzione. E’ un’occasione unica anche per creare lavoro e aumentare sicurezza ed efficienza a beneficio di imprese e cittadini”.

Fonte: ilmondo.it

Terna: ricavi 1° semestre +7,3%. Utile netto +18,8% a 263,7 mln
Terna ha chiuso il primo semestre con ricavi in crescita del 7,3% rispetto allo stesso periodo di un anno fa a 918,8 milioni di euro. Il risultato, spiega la societa’, deriva dal maggiore corrispettivo per la remunerazione per il trasporto di energia nella Rete di Trasmissione Nazionale, pari a +73,6 milioni di euro, parzialmente compensato dai minori ricavi delle altre partite energia per i meccanismi di premi e penalita’. Il margine operativo lordo si attesta a 731,9 milioni di euro (+9,4%) con l’Ebitda margin che si attesta, quindi, al 79,7%, in miglioramento rispetto al 78,1% registrato nel primo semestre 2012. Il risultato operativo e’ salito dell’11,6% a 518,5 milioni di euro mentre il risultato ante imposte e’ pari a 475,8 milioni di euro (+18,3%). L’utile netto del periodo, si attesta a 263,7 milioni di euro, in crescita di 41,8 milioni di euro (+18,8%) rispetto ai 221,9 milioni del primo semestre 2012. L’indebitamento finanziario netto e’ pari a 6.574,8 milioni di euro e registra una crescita di 719,8 milioni di euro rispetto a fine 2012 ”sostanzialmente per il finanziamento degli investimenti del periodo e l’erogazione del saldo del dividendo 2012”.

Fonte: asca.it

Parte Che StartUp! by Buffetti. Il nuovo progetto dedicato alle startup italiane

Scritto da marta_rossi il . Pubblicato in Aziende, Comunicati Stampa

Interviste, consigli in pillole e tante informazioni utili per far crescere il business aziendale

Parte  Che StartUp!, la nuova iniziativa dedicata alle startup italiane realizzata da Buffetti Spa, leader italiano nella distribuzione di prodotti, servizi e soluzioni per l’ufficio in collaborazione con 21Gear, digital agency del Gruppo.

Il progetto dà voce alle startup con l’obiettivo di dimostrare che, nonostante la situazione del mercato italiano, esistono delle giovani realtà propositive che stanno portando valore aggiunto al nostro Paese.

Le aziende coinvolte rientrano nei seguenti settori: Green, Digital, Fashion, Design, Servizi, Food e New Business.

Il punto di forza è rappresentato dai “Consigli in Pillole” forniti dagli intervistati sotto forma di tweet. In soli 140 caratteri avrete a disposizione delle dritte su: Founding&Imprenditoria, Marketing&Comunicazione, Customer Relationship Management, Risorse Umane e tanto altro. Si potrà conoscere, direttamente da chi ce l’ha fatta, quali sono le migliori strategie da utilizzare per emergere. Consigli da condividere, da commentare e da fare propri!

L’iniziativa è sviluppata attraverso una comunicazione multicanale:

  • il minisito Che StartUp! (http://blog.buffetti.it/chestartup/) all’interno del quale è possibile scoprire le aziende che hanno preso parte all’iniziativa, interviste e Consigli in Pillole per  entrare a far parte del mondo dell’imprenditoria e far crescere il proprio business.
  • un’app presente nella fanpage Buffetti Buon Lavoro che farà conoscere le varie storie aziendali e permetterà di condividere, attraverso i principali strumenti di social sharing, gli utili consigli sotto forma di tweet.  È possibile selezionare i contenuti sia per tipologia di settore che per tipologia di consigli.
  • il canale Twitter del Gruppo Buffetti con il quale interagire e partecipare alle varie discussioni relative al mondo delle startup attraverso l’hashtag #chestartup.

Il progetto, in continuo divenire, è aperto a tutte le startup che vogliono farsi sentire. Attraverso i canali social si potrà chiedere come partecipare all’iniziativa gratuitamente.

Con Che StartUp! si vogliono raccontare le “storie” dell’Italia  perché è un modo per raccontare la storia di Buffetti, da sempre vicino ai lavoratori e al loro mondo.

Tutti i link diretti all’iniziativa:

Minisito Che StartUp!: http://blog.buffetti.it/chestartup/

Facebook App: http://www.facebook.com/Buffetti.Shop/app_414431685337823?ref=ts

Canale Twitter: http://twitter.com/Gruppo_Buffetti    hashtag: #chestartup

Arsenico nell’acqua? Acquaviva arriva nelle scuole di Latina

Scritto da Massimo Lucidi il . Pubblicato in Ambiente, Aziende, Istruzione, Italia, Salute

L’emergenza arsenico nella provincia di Latina continua a tenere in allarme la popolazione laziale, in particolar modo per quanto riguarda i pozzi “privati”, laddove la presenza dell’arsenico risulta essere ben oltre i limiti di guardia disposti.

A rischio è pure l’intera catena alimentare, in quanto l’arsenico viene considerato dall’Oms (Organizzazione mondiale della sanità, ndr) un vero e proprio elemento cancerogeno, per il quale l’Ue ha disposto già dal 2001 precisi limiti (concentrazione massima ammissibile di arsenico nell’acqua potabile a 10 microgrammi al litro).

In questo scenario si colloca il progetto promosso dall’Acquaviva, azienda leader nella distribuzione di acqua alle imprese ed alle famiglie, in modo pratico ed igienico, attraverso la fornitura di eco-boccioni e l’attivazione di erogatori collegati alla rete idrica.

Le scuole della provincia di Latina, infatti, saranno in questo modo servite dall’esclusivo servizio di fornitura di acqua da bere di Acquaviva, che oltre a garantire la massima qualità del prodotto, disponendo di due sorgenti in Veneto ed in Molise, assicurerà anche tranquillità operando in modo ecologico e nel rispetto dell’ambiente.