David Barzazi, AD di Gruppo Green Power e dirigente dalla comprovata esperienza

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Gruppo Green Power, guidata da David Barzazi, è una realtà di primissimo piano nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficientamento energetico.

David Barzazi

La carriera di David Barzazi, da consulente commerciale a dirigente aziendale

Nato il 23 marzo 1978, David Barzazi si diploma al termine degli studi superiori come tecnico aeronautico. Tra le prime esperienze di lavoro, quella in qualità di diretto responsabile delle organizzazioni relative alla vendita. Le competenze acquisite per quanto concerne l’amministrazione e il coordinamento in questo periodo temporale saranno per lui di prioritaria importanza per le posizioni ricoperte successivamente nei campi dell’energia e delle telecomunicazioni. Dopo essere stato impiegato a lungo come consulente di intermediazione assicurativa e finanziaria, in seguito cambia settore diventando Presidente di Cell Shop S.r.l., azienda specializzata nella telefonia mobile. Dal 2011 il suo percorso imprenditoriale subisce un’accelerazione: diviene, infatti, inizialmente Amministratore Delegato e in seguito membro del Consiglio di Amministrazione di Gruppo Green Power S.p.A. Nel giro di poco tempo assurge a punto di riferimento dell’azienda sia per quanto riguarda gli aspetti gestionali e tecnici che per quelli di tipo finanziario. Al timone di David Barzazi, l’impresa veneta viene quotata all’indice AIM della Borsa milanese e nel 2018, conseguentemente all’aumento del fatturato e in una situazione a livello nazionale di recessione economica, è nuovamente riconfermato Amministratore Delegato, incarico che ricopre ancora oggi.

La storia di Gruppo Green Power, realtà guidata da David Barzazi

Gruppo Green Power, azienda di Mirano, in provincia di Venezia, ha come proprio core business l’erogazione di servizi attinenti la commercializzazione di nuove tecnologie environment friendly segnatamente per nuclei familiari e piccole e medie imprese. Nel 2011 i Fratelli Christian e David Barzazi diventano azionisti di maggioranza e membri del Consiglio di Amministrazione del Gruppo. Nel 2012 poi l’impresa da Società a responsabilità limitata diviene Società per azioni. La società di Mirano lancia nel 2013 il call center di telemarketing Bluepower Connection S.r.l., entrando l’anno dopo nel mercato alternativo del capitale facente parte della Borsa Valori di Milano: quest’ultimo raggruppa in un’unico indice le piccole e medie imprese italiane con i valori di crescita più elevati nel breve e medio periodo. Nel 2015 il Gruppo istituisce a livello ufficiale il CONSORZIO GGP, un network di installatori e fornitori selezionati attentamente con l’obiettivo di soddisfare i desiderata dell’utenza finale mantenendo sempre al contempo un alto standard di qualità. Nel 2017 viene avviata Soluzioni Green S.r.l., unità incaricata di implementare servizi come check-up di manutenzione, soluzioni ad elevata efficienza energetica, attivazione di impianti sostenibili dal punto di vista dell’ambiente e aiuto nella stesura delle pratiche amministrative obbligatorie per legge. I settori di afferenza di Gruppo Green Power, ai cui vertici siede David Barzazi, sono soprattutto quelli dei moduli fotovoltaici, dei sistemi ibridi, degli accumulatori di energia, delle pompe di calore ACS, dei dispositivi di illuminazione a LED e dell’automazione domotica.

TECMA: Norblast sbarca in Messico

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Dal Mondo

L’azienda bolognese è tra i protagonisti della kermesse messicana, dal 1991 punto di riferimento internazionale nell’ambito delle macchine utensili e della tecnologia applicata alla produzione.

Dal 5 all’8 marzo il Gruppo Norblast, azienda specializzata nelle tecnologie per i trattamenti superficiali di precisione che trovano applicazione in tutti i settori dell’industria meccanica, ha partecipato insieme alla propria agenzia di rappresentanza Coniex a TECMA México 2019, importante appuntamento giunto alla sua 18esima edizione dedicato ai fornitori di soluzioni tecnologiche e innovative che migliorano i processi produttivi. Accanto alle aziende dedicate all’automazione, al controllo di qualità, alla stampa 3D, alle micro lavorazioni e alla robotica, hanno giocato un ruolo di primo piano anche le realtà punto di riferimento nel trattamento di superfici, come il Gruppo Norblast.

L’azienda ha presentato le ultime novità sviluppate e i progetti in corso di realizzazione accanto a più di 300 espositori nazionali e internazionali e a oltre 12.000 visitatori in arrivo principalmente da Germania, Giappone, Cina, Stati Uniti, Taiwan e Messico. In occasione di conferenze tecniche e tavole rotonde, esperti autorevoli nel mondo della produzione hanno condiviso le loro migliori soluzioni, dando così un aggiornamento completo sull’innovazione a 360° e sulle tematiche più attuali dei vari segmenti di mercato. Particolare attenzione per Stefano Norelli, Sales Manager del Gruppo Norblast, che ha presentato una conferenza sui trattamenti superficiali e i processi di sabbiatura a un pubblico di operatori internazionali dall’alto target professionale.

All’interno di una vetrina prestigiosa – ideale per incontrare gli stakeholders di tutto il mondo e indagare le esigenze di questo settore in rapida e costante ascesa – Norblast ha ricevuto un ottimo feedback, raccogliendo oltre 80 contatti tra aziende locali e internazionali, tra cui interessanti realtà dell’automotive, della meccanica generale e dell’additive manufacturing, ramo che conferma una considerevole crescita con diversi espositori di soluzioni per la stampa 3D.

Nei 4 giorni della kermesse, l’azienda ha esposto un impianto manuale e riprodotto filmati inerenti alle proprie soluzioni customizzate, mostrando alla platea di visitatori e addetti le best practice made in Norblast.

TECMA ha rappresentato l’occasione per intrecciare rapporti e confrontarsi con realtà altamente specializzate, favorendo in particolare il consolidamento dei rapporti con la svizzera Borer, leader nelle soluzioni di lavaggio, le cui soluzioni tecniche sono estremamente complementari a quelle offerte da Norblast.

Il Gruppo Norblast porta oltre oceano la propria eccellenza, dimostrandosi ancora una volta un’azienda attenta a recepire le innovazioni applicate alle attività produttive e confermando il proprio impegno nella ricerca di soluzioni altamente specializzate e vincenti per l’industria del nuovo millennio.

www.norblast.it

Ora puoi ottenere un codice LEI da Registro LEI in poche ore.

Scritto da frigidalorenzo il . Pubblicato in Aziende, Economia

La maggior parte delle aziende ha bisogno di ottenere rapidamente il codice LEI per eseguire una transazione. All’inizio del 2019 Registro LEI ha reso l’applicazione LEI e la convalida dei dati ancora più convenienti e veloci per il cliente.

Devi solo fornire informazioni di base sulla tua azienda e pagare per il tuo codice LEI e riceverai il tuo LEI entro un paio d’ore. Non c’è bisogno di aspettare quasi una settimana come con altri fornitori di codici LEI.

Registro LEI offre anche il servizio LEI per 3 e 5 anni e il rinnovo automatico.

Costo di un nuovo codice LEI

Richiesta codice LEI iniziale: (1 anno): 69 euro

Richiesta codice LEI iniziale + tariffa per 3 anni: 165 euro in TOTALE – 55 euro all’anno

Richiesta codice LEI iniziale + tariffa per 5 anni: 250 euro in TOTALE – 50 euro l’anno

Registro LEI è un po’ più costoso di InfoCamere LEI se consideriamo il prezzo per un anno. Invece, per i pacchetti pluriennali i prezzi di Registro LEI sono uguali o inferiori. Allo stesso tempo, Registro LEI è molto più veloce.

Luigi Ferraris: Terna, siglato accordo con Snam per la convergenza elettricità – gas

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

Il 1° marzo 2019, Terna e Snam hanno sottoscritto un memorandum d’intesa, finalizzato a mettere a fattore comune le proprie rispettive competenze a favore della transizione energetica. Luigi Ferraris, AD e DG di Terna e Marco Alverà, AD di Snam, hanno evidenziato l’importanza di un simile accordo di collaborazione in questo particolare periodo, che si caratterizza per un importante cambiamento del sistema energetico in direzione di un sempre maggiore apporto da parte delle fonti rinnovabili.

Luigi Ferraris, amministratore delegato Terna

Terna sempre più protagonista della transizione energetica: Luigi Ferraris firma accordo con Snam

È sicuramente una buona notizia quella annunciata da Terna lo scorso 1° marzo. La società, amministrata da Luigi Ferraris, ha infatti siglato un accordo con Snam con l’obiettivo di accompagnare la transizione energetica, puntando su innovazione, ricerca e sviluppo. L’intesa, siglata in concomitanza con un workshop sui sistemi energetici organizzato dalle due società, prevede lo sviluppo di scenari energetici nazionali ed europei condivisi, per l’elaborazione dei rispettivi piani decennali d’investimento. Verranno inoltre valorizzate le convergenze tra sistema gas e sistema elettrico, con una significativa riduzione dell’impatto ambientale. L’AD e DG di Terna , Luigi Ferraris, ha dichiarato che “il sistema elettrico sta vivendo un momento di cambiamento determinante caratterizzato da una transizione energetica che coinvolge tutto il settore e per la quale ognuno è chiamato a fare la sua parte”.

Luigi Ferraris: Terna, ricerca, sviluppo e innovazione

Al fine di puntare a un utilizzo delle risorse sempre migliore, l’accordo siglato tra Terna e Snam prevede iniziative di ricerca e sviluppo legate all’impiego delle fonti rinnovabili nella produzione di energia. Sul fronte dell’innovazione, inoltre, la società guidata da Luigi Ferraris punterà assieme a Snam sulla sperimentazione e lo sviluppo di nuove tecnologie finalizzate all’analisi e monitoraggio delle infrastrutture, all’analisi idrogeologica dei territori, al monitoraggio dei cantieri e all’ottimizzazione delle reti elettriche e delle reti gas. La collaborazione, come ha evidenziato lo stesso vertice di Terna, Luigi Ferraris, rafforza ulteriormente l’impegno della società “quale protagonista e fattore abilitante della transizione in atto”.

Da Bioagrotech un nuovo alleato per frumento e kiwi

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Agricoltura, Aziende

Dalle sperimentazioni mediante zeolite cubana, Bioagrotech conferma la validità della soluzione naturale per le malattie di queste due colture

Le malattie fogliari del frumento e della Botrite in fioritura del kiwi giallo sono molto diffuse e il mondo agricolo chiede soluzioni quanto più naturali. A rispondere a questa richiesta è stata Bioagrotech srl, azienda della Repubblica di San Marino specializzata nella produzione e nella commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica.

Bioagrotech è stata la prima a presentare al mercato italiano i vantaggi della Zeolite Cubana e continua a studiarne i benefici, come nel caso delle ricerche effettuate sulle due colture, per valutarne l’attività in miscela con prodotti di copertura specifici per la difesa di Septoria tritici, Puccinia recondita e Fusarium sp. della foglia del frumento tenero e duro, con l’obiettivo di testimoniare la validità del trattamento a base di Zeolite Cubana nel contenimento di Botritis cinerea in fioritura di actinidia deliciosa.

L’azienda ha trovato un’ottima alternativa nel Corroborante Zeolite Cubana, polvere di roccia dalle caratteristiche uniche ricavata da una cava in un vulcano a Cuba, della cui commercializzazione e del cui utilizzo ha l’esclusiva la stessa Bioagrotech.

L’esito ha dato risultati sorprendenti. Le applicazioni di Zeolite Cubana in miscela con diversi prodotti hanno contenuto a buoni livelli le malattie fogliari del frumento duro e tenero, confermando come tale prodotto, utilizzato come corroborante, può risultare un ottimo partner dei fungicidi specifici migliorandone l’efficacia, considerando anche che per tutta la durata della prova non sono state osservate manifestazioni fitotossiche.

Ottimi riscontri, nonostante il meteo non favorevole, sono stati evidenziati anche nei confronti della botrite del kiwi in fioritura. La Zeolite Cubana è infatti risultata essere una buona soluzione, sia in integrato che in biologico, sia applicato da solo che in miscela con altri antibotritici, sul target preso in esame, anche in questo caso senza evidenziare manifestazioni fitotossiche.

Gli studi presentati nel corso del convegno – organizzato da Bioagrotech a Rimini lo scorso gennaio per illustrare le nuove opportunità di risparmio, di riduzione dell’impatto ambientale e di miglioramento dei valori di salubrità e produttività delle piante offerte dalla zeolite cubana – sono stati quindi una conferma. È infatti apparso evidente che il suo impiego, eventualmente come corroborante, possa migliorare l’efficacia dei trattamenti, sia applicato da solo che in miscela, e quindi il controllo di diversi parassiti, come ad esempio Septoria tritici, Puccinia recondita, Fusarium sp. e Botrytis cinerea.

Un passo importante verso un’agricoltura sempre più naturale e meno invasiva, nel rispetto del prodotto e della pianta.

Bioagrotech srl è un’azienda della Repubblica di San Marino specializzata nello studio, nella lavorazione e nella commercializzazione di fertilizzanti e substrati organici e minerali ideali per le esigenze dell’agricoltura biologica, biodinamica e a lotta integrata. Dal 2011 propone trattamenti innovativi per un’agricoltura all’insegna del rispetto dell’ambiente e della biodiversità. I prodotti Bioagrotech potenziano le difese naturali delle piante e arricchiscono il suolo: in tal modo permettono di ridurre notevolmente l’uso di fitofarmaci, riducendo anche la loro presenza residuale sui raccolti. www.bioagrotech.com

Pet & Breakfast, nasce la prima pensione per gatti in provincia di Ragusa

Scritto da inpress il . Pubblicato in Aziende, Lifestyle

Modica (RG) – Addio stress da vacanza per i possessori di gatti. Da sabato 16 marzo si inaugura Pet & Breakfast, la prima pensione in provincia di Ragusa studiata da Tecnonatura (Piazzale Bruno, SS. 115) per la felicità e il relax dei nostri amici felini. E per quella dei loro proprietari che potranno allontanarsi, per brevi o lunghi periodi, senza il pensiero di dover trovare qualcuno disposto ad accudire il gatto fino al loro ritorno.

Il Pet & Breakfast per gatti offrirà un ambiente adatto, progettato partendo proprio dall’indole felina, dalle sue abitudini e dalle sue esigenze, con spazi dedicati al suo benessere e al relax. Con personale specializzato e una cura particolare all’alimentazione.

«Il gatto è un attento osservatore che ama scrutare dall’alto il territorio – spiega Marisa Gugliotta, titolare di Tecnonatura – Per questo abbiamo sviluppato dei box in altezza con arricchimenti ambientali di vario tipo: dal ponte tibetano alle scalette, dai nascondigli ai pensili, per dargli uno spazio in cui sentirsi al sicuro e rilassato. Ogni gatto ha a disposizione una lettiera personale, ciotole e tiragraffi. Anche questo oggetto non deve mai mancare in un posto abitato dal gatto, per dargli la possibilità di assecondare le sue esigenze di graffiatura e marcatura. Gli oggetti sono tutti realizzati in legno e materiali naturali. Un sottofondo musicale rafforzerà la sua tranquillità».

La pensione sarà gestita da personale specializzato, capace di entrare in simbiosi con le esigenze del gatto, ma rispettando il suo bisogno di indipendenza. «Il gatto – continua la titolare – nonostante il lungo processo di domesticazione che lo ha portato a trasformarsi in un ottimo animale da compagnia, mantiene comunque un’indole “avventurosa”. Per questo, è necessario fornirgli anche un habitat ricco di stimoli».

Il nostro amico a quattro zampe potrà avere una dieta ricca e nutriente, ma anche continuare a mangiare i cibi preferiti come se fosse a casa: anche questo è un elemento che contribuirà a alla sua serenità. Inoltre, si garantirà cura e igiene del gatto.

In occasione dell’inaugurazione che si protrarrà tutto il giorno, sarà presente dalle 11 alle 13 Valentina Marletta veterianaria e consulente nutrizionale di Tecnonatura. I possessori di gatti potranno visitare la struttura, ricevere informazioni necessarie e anche dei simpatici omaggi per i loro animali.

Info e contattiTecnonatura
S.S. 115 / KM 340,200 – 97015 Modica (RG)
info@tecnonatura.com
0932­ 762750­

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 10 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Tecnologia

Paghe GB Web 2018: Congedo parentale obbligatorio del padre (04/03/2019)

L’articolo 1, comma 278, lett. a) della legge 30 dicembre 2018 n. 145 (Legge di Bilancio 2019) ha stabilito che le disposizioni relative al congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti si applicano anche alle nascite e alle adozioni/affidamenti avvenute nell’anno solare 2019.

Inoltre, per effetto della disposizione di cui all’articolo 1, comma 278, lett. b), la durata del congedo obbligatorio è aumentata per l’anno 2019 a cinque giorni da fruire anche in via non continuativa entro i cinque mesi di vita o dall’ingresso in famiglia o in Italia (in caso di adozione/affidamento nazionale o internazionale) del minore.

Inserimento causale CONGEDO OBBLIGATORIO PADRI nel cedolino di gennaio 2019: come procedere a tale inserimento in modo automatico?

Dichiarazione IRAP 2019: rilascio applicazione (05/03/2019)

Con il provvedimento del 30 gennaio 2019 n. 23568 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello IRAP 2019 per la dichiarazione dell’imposta regionale sulle attività produttive relativa al periodo d’imposta 2018.

Per effetto delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio, la scadenza per la presentazione della dichiarazione IRAP 2019 viene fissata al 30 settembre 2019, salvo proroghe, così come per la dichiarazione dei redditi.

Le imprese, aziende e società assoggettate IRAP sono tenute a trasmettere all’Agenzia la Dichiarazione dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive entro il 30 settembre…

Dichiarazione IVA 2019: casi di compilazione del quadro VH (06/03/2019)

Nella compilazione della Dichiarazione IVA 2019, anno imposta 2018, è necessario prestare particolare attenzione ai dati da indicare eventualmente nel quadro VH. Quest’ultimo è stato rivisto dallo scorso anno conseguentemente all’introduzione della comunicazione delle liquidazioni periodiche.

Dalla Dichiarazione IVA 2018, anno imposta 2017, il quadro VH è stato variato e deve essere compilato esclusivamente qualora si intenda inviare, integrare o correggere i dati omessi, incompleti o errati trasmessi con le comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA.

È importante sottolineare che, nel caso in cui sia necessario comunicare l’integrazione o la correzione anche di un solo periodo, è necessario procedere alla compilazione dell’intero quadro…

Tassa Annuale Libri Sociali 2019: versamento entro il 18 marzo (07/03/2019)

Le società di capitali sono tenute ad effettuare, entro e non oltre il 18 marzo 2019, il versamento della tassa annuale per la vidimazione dei libri sociali per l’anno 2019, così come previsto dall’art.23, comma 3 del DPR 641/1972.

Come indicato nel suddetto articolo, la tassa prescinde dal numero dei libri o registri tenuti e dalle relative pagine ma dipende dall’ammontare del capitale sociale o fondo di dotazione alla data del 1° gennaio 2019.

La tassa ammonta a 309,87 euro per le società con capitale sociale non inferiore ad euro 516.456,90 euro; 516,46 euro se il capitale sociale è superiore a 516.456,90 euro…

Caso pratico: Disabbinamento dalla Console di un F24 scartato (08/03/2019)

“Mentre stavo predisponendo la Dichiarazione IVA Base 2019 mi sono accorto che l’acconto IVA viene riportato due volte. Verificando in F24 ho notato che il debito è stato caricato e prenotato due volte ed è stata confermata la data di pagamento in entrambi i modelli.”

“In applicazione F24 ho provato a togliere la data di pagamento dal modello che è stato rifiutato dalla banca ma non sono riuscito ad eliminarla. Quali sono i passaggi che devo effettuare per avere il riporto corretto del dato in dichiarazione IVA Base?”

La situazione sopra descritta si è generata poiché il primo modello che è stato inviato tramite la Console Telematica è stato scartato per mancanza di fondi…

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software per commercialisti INTEGRATO GB.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

La pizza “buona da vivere” con pomodoro 100% emiliano

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Aziende, Gastronomia e Cucina

Le Conserve della Nonna, con la dott.ssa Chiara Manzi e lo Chef Roberto Cipolla, racconta il piacere del benessere in cucina con una dimostrazione live dei segreti per un impasto perfetto: farine selezionate, poco sale e un pomodoro di alta qualità per un’esperienza gastronomica appagante e altamente digeribile.

Lunedì 11 marzo, presso il ristorante Libra Cucina Evolution di via Testoni 10, a Bologna, ha avuto luogo un viaggio lungo i sentieri del gusto e della leggerezza, capace di legare a doppio filo la ricerca della bontà con i benefici derivanti da una sana ed equilibrata preparazione.

A spiegare i trucchi per un impasto digeribile e gustoso c’erano la dott.ssa Chiara Manzi, massima esperta di cucina antiaging e nutrizionista di fama internazionale, e lo Chef del Libra Roberto Cipolla, specializzato in Culinary Nutrition. Alla base di tutto l’idea che un piatto, per quanto gradevole alla vista e piacevole al palato, debba fornirci tutti gli apporti nutritivi necessari al benessere per potersi considerare un capolavoro culinario.

Tra gli ingredienti principi della serata, la passata rustica RustiPizza de Le Conserve della Nonna, prodotto denso e corposo realizzato a partire da pomodoro 100% emiliano, condito con origano e ideale per guarnire la pizza.

Il ricorso a un ridotto quantitativo di sale (meno di 10gr per 1 kg di farina, contro i 40gr indicati nella ricettazione tradizionale) valorizza l’apporto del pomodoro, permettendo al suo profumo e al suo sapore di emergere chiaramente e di arricchire il condimento della pizza con gli aromi unici del territorio di provenienza.

Pochissime calorie – meno di un’insalata nizzarda – sono poi il vero segreto della pizza firmata Libra e Chiara Manzi, dal 2015 partner de le Conserve della Nonna nella ricerca di prodotti straordinari, dalle confetture agli insaporitori, fino alle più equilibrate ricette antiaging.

Gli ingredienti utilizzati nel corso dello show cooking per realizzare l’impasto sono stati una farina tipo 0, una farina di farro biologica integrale (monococco e molto profumata) e una farina tipo 3 macinata a pietra. Poiché la pizza ben lievitata ha un indice glicemico molto alto, per limitare questo inconveniente nell’impasto è stato inserita l’inulina, una fibra prebiotica di origine vegetale che rallenta e in parte impedisce l’assorbimento degli zuccheri e degli amidi, abbassando l’indice glicemico e mantenendo la digeribilità.

Infine, a coronare la preparazione il condimento con il pomodoro RustiPizza a firma Le Conserve della Nonna: un ingrediente fondamentale anche in virtù del potentissimo antiossidante contenuto al suo interno, il Licopene, il cui gusto trionfa a guarnizione degli altri ingredienti e grazie al ridotto contenuto di sale della pizza leggera e antiaging proposto da Cucina Evolution. Un’esperienza gastronomica che attesta, ancora una volta, la forte attenzione del brand Le Conserve della Nonna alla qualità degli ingredienti e delle preparazioni, per una cucina gustosa, leggera e salutare.

L’assortimento di salse e passate de Le Conserve della Nonna da sempre porta in tavola il meglio che si possa ricavare dal pomodoro, raccolto nel momento migliore della maturazione e lavorato entro 24 ore con metodi rispettosi di tutte le proprietà della materia prima, seguendo lavorazioni in linea con la tradizione della cucina mediterranea.

Un marchio 100% italiano che coniuga passione, tradizione e ricerca per portare in tavola il meglio che la natura offre, grazie a una grande storia di tradizione, impegno e innovazione, e a un’offerta completa di prodotti realizzati con materie prime lavorate da fresco con l’attenzione tipica di una cucina domestica e familiare.

www.nonsolobuono.it

Al via la nuova EVA per la cybersecurity firmata Stormshield

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Italia, Tecnologia

Con la nuova linea di soluzioni per la sicurezza IT virtualizzate il produttore offre sostegno concreto ai reparti IT incaricati di ottimizzare i costi operativi dell’infrastruttura cloud attraverso una gestione più appropriata delle risorse.

Parigi – Con la nuova gamma di firewall UTM/IPS modulari e ad alte prestazioni SN2100, SN3100 e SN6100 per la tutela proattiva delle reti aziendali annunciati lo scorso ottobre, Stormshield ha posto il primo tassello di una strategia di più ampio respiro, attraverso cui il produttore europeo di soluzioni per la cybersecurity intende offrire ai propri clienti tecnologie di sicurezza evolutiva che favoriscano un più rapido ritorno sull’investimento.

Conformemente a questa strategia, Stormshield annuncia oggi la disponibilità immediata di EVA (Elastic Virtual Appliance), la nuova a linea di soluzioni per la  sicurezza delle aziende che affrontano il percorso della virtualizzazione della propria infrastruttura IT come estensione o in sostituzione alle infrastrutture tradizionali.

Trasformando i costi d’acquisto in costi operativi, l’inarrestabile migrazione su piattaforme cloud private o pubbliche di servizi altrimenti fruibili attraverso infrastrutture classiche, comporta sia un cambiamento di paradigma nell’allocazione dei budget IT, sia modifiche in termini di contabilizzazione dei canoni, dovute alla variazione della modalità di fatturazione dei servizi”, spiega Marco Genovese, Product Manager Stormshield Network Security. Le proposte degli operatori cloud sono sempre più spesso elastiche, ovvero basate sulle risorse e sulla potenza di calcolo effettivamente utilizzate. “Si tratta di formule che rappresentano una nuova sfida per i reparti IT, a cui viene demandata l’ottimizzazione dei costi operativi attraverso una gestione più appropriata delle risorse, come la CPU dei sistemi virtualizzati, la RAM o lo spazio di archiviazione”, aggiunge Genovese.

Marco

Marco Genovese, Product Manager Stormshield Network Security

Le soluzioni Stormshield Elastic Virtual Appliance sono state sviluppate appositamente per consentire di modificare rapidamente e in maniera semplice le risorse allocate al sistema in base alle esigenze del momento, adeguando il consumo delle risorse nel cloud alle effettive necessità. Lato prestazioni e potenza, le soluzioni Stormshield Elastic Virtual Appliance si adeguano automaticamente alle capacità di vRAM e vCPU allocate dall’hypervisor.

L’adattamento automatico alle risorse dedicate a EVA ne semplifica ulteriormente il roll-out, permette di integrare la soluzione facilmente nel corso dell’implementazione di nuovo servizio virtualizzato,  e le conferisce la necessaria flessibilità per adattarsi ai futuri sviluppi dell’infrastruttura cloud aziendale. La varietà di ambienti virtualizzati supportati (Citrix, VMware, KVM and Hyper-V) assicura al reparto IT la massima libertà di scelta dell’infrastruttura, la possibilità di variare facilmente la piattaforma cloud impiegata ove necessario (Amazon Web Services o Microsoft Azure) e di migrare la propria soluzione di cybersecurity in concomitanza con la migrazione di altri servizi.

Jabra acquisisce Altia Systems

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Economia, Tecnologia Personale

GN Audio (società madre di Jabra) annuncia l’acquisizione di Altia Systems, sviluppatore leader nel campo delle soluzioni innovative di comunicazione video premium che utilizzano la tecnologia delle lenti multi-camera e l’Intelligenza Artificiale.

La novità consentirà a Jabra di migliorare l’esperienza della conference call unendo audio e video, per un’efficienza sempre maggiore. In seguito all’acquisizione di BlueParrott e a quella della proprietà parziale della società audEERING, questa operazione rafforza ulteriormente l’impronta di Jabra nel mercato audiovisivo delle Unified Communications.

Il portfolio di Jabra include soluzioni che migliorano la produttività, inclusa la gamma audio leader di mercato per le Huddle rooms (un ambiente per piccoli gruppi di lavoro) denominata Speak – ben oltre 3 milioni le unità speaker Jabra vendute in tutto il mondo – e soluzioni per cuffie e software che migliorano la concentrazione, la conversazione e la collaborazione.

La nuova acquisizione implica che ora Jabra sarà in grado di offrire la più collaborativa esperienza di conference call sul mercato, combinando la sua esperienza di 150 anni nel suono con la tecnologia visiva avanzata di Altia Systems – veicolata con il marchio PanaCast.

In breve, Jabra mira a ritagliarsi una posizione di leadership nel migliorare qualsiasi esperienza di riunione in una Huddle room, aggiungendo la funzionalità video alla collaudata esperienza di suono di conferenza mobile plug and play.

Poiché sempre più aziende in tutto il mondo stanno adottando soluzioni guidate da servizi come Microsoft Teams e Zoom, Jabra ha l’ambizione di assumere un ruolo guida nel mercato delle soluzioni integrate di comunicazione audio e video. Ciò contribuirà a incrementare la produttività aziendale e a ridurre i costi offrendo un’esperienza di conference call che risulterà altrettanto efficace rispetto alla presenza fisica.