Activteam – La tua soluzione per stand espositivi

Scritto da frigidalorenzo il . Pubblicato in Aziende

Activteam è una rinomata azienda di stand adatta ai venditori fieristici. Aiuta le aziende e le organizzazioni a creare presentazioni e messaggi pubblicitari, unendo le informazioni e i messaggi utilizzando il concetto di design perfetto. Questa società è uno dei principali fornitori di stand espositivi che offre diversi servizi, inclusa la gestione dei progetti, la progettazione degli stand, consigli/raccomandazioni di marketing, produzione e costruzione. È nota per le sue soluzioni innovative e i servizi efficienti.

Activteam fornisce progetti di stand e strutture per aziende di diversa portata e di vari marchi. La clientela include aziende di piccole o medie dimensioni che non vedono l’ora di adottare strategie commerciali a lungo termine. La società si rivolge a tutti gli espositori attenti, che comprendono l’importanza dei prodotti di alta qualità e sono pronti a pagare per un costo aggiuntivo. La società è dedicata a servire tutti gli espositori che sono consapevoli del fatto che uno stand può direttamente riflettere i risultati dell’esposizione.

Il team di designer di Activteam pone l’accento sull’attenzione ai dettagli, cosa che ha aiutato l’azienda ad avere successo. Activteam è nota per la sua eccellente progettazione degli stand e per le sue capacità produttive. È nota per offrire soluzioni di alta classe per le aziende desiderose di un approccio espositivo professionale. L’azienda è la prima scelta di diversi marchi che espongono negli Emirati Arabi, Spagna, Svizzera, Paesi Bassi, Italia, Germania, Regno Unito e Francia. I designer di talento dell’azienda creano concetti innovativi e stand personalizzati unici.

Stand espositivi su misura:
Se si tratta di una mostra imminente, i responsabili di Activteam sono lì per aiutarti a raggiungere i tuoi specifici obiettivi di marketing. Se si tratta di uno stand espositivo personalizzato, Activteam è l’azienda che non vede l’ora di mettersi all’opera. I project manager esperti della compagnia effettueranno una ricerca dettagliata di vari prodotti e servizi e troveranno il modo più semplice per esporli. Il team di esperti ascolta i requisiti, comprende le esigenze dell’azienda e offre servizi di stand specializzati realizzati su misura.

Per saperne di più sugli stand espositivi in offerta o su altri prodotti, visita il nostro sito web ufficiale http://activteam.it/

Informazioni su Activteam:
Activteam è una rinomata azienda di stand espositivi che collabora con gli espositori per aiutare le aziende a creare il loro messaggio e la loro presentazione, con l’aiuto del giusto concetto di design. Dall’anno 1997, l’azienda è stata coinvolta nella creazione di stand espositivi innovativi di alta qualità, offrendo un pacchetto completo di progettazione, produzione e gestione in Europa. L’azienda si propone di offrire stand espositivi perfetti per massimizzarne l’efficacia.

Contattaci:
Via perseo 18
IT- 37061 Verona
Italia

Tel: +39 045 4859273
info_it@activteam.com

Dalla terra al cuore con Campagnola

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Agricoltura, Aziende, Locale, Società, Spettacolo

Forte dello sviluppo internazionale e della consolidata presenza sul mercato estero, l’’azienda emiliana non perde di vista il legame con il territorio e sceglie di abbracciare alcuni importanti progetti solidali.

Dalla mobilità alla ricerca scientifica, dalla salute alle manifestazioni locali volte alla sponsorizzazione del territorio e delle sue infinite potenzialità.

L’azienda Campagnola, da oltre 60 anni a Zola Predosa, nelle immediate vicinanze di Bologna, dove avvenne la fondazione nel 1958 da parte del Comm. Pio Vittorio Ferretti, continua lungo il percorso dell’impegno responsabile appoggiando alcune iniziative locali dal forte valore e dall’effettiva utilità sociale.

Una delle prime occasioni del 2019 si ripresenterà martedì 26 marzo, quando presso il Teatro Comunale L. Betti di Casalecchio di Reno (in Piazza del Popolo 1) avrà luogo lo spettacolo di danza e l’incontro con Simona Atzori, talentuosa ballerina e pittrice nota, tra le altre cose, per aver ricoperto il ruolo di Ambasciatrice per la danza nel corso del Giubileo 2000. Lo spettacolo artistico che la vedrà protagonista verrà messo in scena a favore della campagna solidale #LOTTOANCHIO, indetta dell’A.G.E.O.P. (Associazione Genitori Ematologia Oncologica Pediatrica) con l’obiettivo di realizzare una “Teen Room” nel Reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico Sant’Orsola Malpighi.

Una sponsorizzazione che non vuole rappresentare un caso isolato, per l’azienda di Zola Predosa: da molti anni prosegue il sostegno a una preziosa iniziativa del territorio ascrivibile all’universo della mobilità, volta a consegnare dei mezzi attrezzati per agevolare il trasferimento di anziani e persone con disabilità motorie. Analogo obiettivo, per Campagnola, ha la sovvenzione al Centro Ambulanze del Comune che ospita la sede dell’azienda, per garantire alla cittadinanza una tempestiva assistenza in caso di urgenza e primaria necessità.

Un’attenzione particolare sarà riservata anche alla divulgazione scientifica, grazie all’esperienza e alla professionalità del gastroenterologo Prof. Roda che si impegnerà a diffondere, mediante un ciclo di incontri informativi, l’importanza della prevenzione e delle terapie mediche per un corretto approccio alla propria salute. Per chi vive la natura e opera per essa, il collegamento tra nutrizione e benessere è quotidianamente percepito.

Non mancherà inoltre lo spazio per le manifestazioni locali, da sempre momento di aggregazione e condivisione delle più antiche tradizioni gastronomiche. Ad inserirsi in questa direzione sarà la Festa della Domenica in Albis (concorso Torta di Riso) organizzata dall’Osteria del Pignotto con il supporto del Comune di Zola Predosa. Il ricavato della kermesse – che si terrà il 28 aprile presso la suggestiva cornice di Palazzo Albergati con l’attiva partecipazione di Campagnola, grazie a un corner dedicatole – verrà devoluto a FANEP per aiutare i bambini affetti da patologie neuropsichiatriche e da disturbi del comportamento alimentare.

La responsabilità sociale dell’azienda emiliana ha radici antiche e costituisce uno dei valori fondanti della sua espansione, rivolta al mercato nazionale e internazionale per diffondere la qualità del made in Italy e il know-how di una realtà continuamente sottoposta a innovazione e ricerca, ma anche strettamente legata alla terra che l’ha vista compiere i primi passi nel campo della meccanica agricola professionale. Senza confini, Campagnola spazia dalle iniziative locali a quelle nazionali ed internazionali, valutando le esigenze, l’incidenza e la contingenza delle situazioni bisognose di supporto.

www.campagnola.it

Jabra: nuove partnership per una migliore produttività basata sull’analisi dei dati

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia Personale

Jabra ha annunciato il prossimo passo del suo nuovo approccio basato sulla collaborazione con i partner per risolvere il perdurante problema della produttività delle aziende di tutto il mondo.

Mentre le imprese continuano a investire in modo significativo nelle nuove tecnologie, questa tendenza ha un impatto limitato sulla produttività e sulla soddisfazione dei clienti. Una delle ragioni principali del problema della produttività è che molte nuove tecnologie aziendali mancano di analisi incorporate, con solo circa l’uno per cento dei dati trasformati in informazioni utili.

Per superare questa sfida, Jabra ha aperto il proprio Software Development Kit (SDK) a partner esterni in modo che questi possano riportare i dati di Jabra nelle proprie piattaforme UC e fornire informazioni dettagliate e in tempo reale sui fattori che influiscono sulla qualità delle chiamate. Il risultato è che sia gli utenti finali, sia il management aziendale potranno prendere decisioni più accurate e più rapide che avranno un impatto diretto sull’efficacia e sulla produttività dei lavoratori.

Le nuove partnership sono il frutto di un cambiamento strategico all’interno di Jabra, con l’adozione di un nuovo approccio “Customer First”. Questa strategia è focalizzata sullo sviluppo di partnership con aziende che forniscono soluzioni comprovate per le sfide che le imprese devono oggi affrontare, come la stagnazione della produttività causata dalla mancanza di informazioni in tempo reale sulle operazioni quotidiane.

All’evento Enterprise Connect, in programma in questi giorni a Orlando, Jabra rivelerà i suoi ultimi passi in termini di partnership, dopo l’annuncio dello scorso anno di quella con Unify Square. Oggi Jabra può annunciare che AudioCodes e Nectar, esperte di monitoraggio UC,hanno aderito al programma, in modo che le loro soluzioni incorporino i dati delle cuffie Jabra, consentendo ai responsabili IT di avere una panoramica e gestire facilmente i dispositivi Jabra all’interno delle loro suite di sistemi di monitoraggio UC in rapida crescita.

Di conseguenza, i direttori IT e i decisori aziendali potranno analizzare le prestazioni di ogni cuffia Jabra e identificare rapidamente la causa principale della scarsa qualità delle chiamate, indipendentemente dal fatto che sia dovutao al router Wi-Fi, all’ infrastruttura UC o alle impostazioni del dispositivo audio dell’utente.

“Monitorare e risolvere i problemi delle UC è una delle maggiori fonti di difficoltà per i reparti IT e può richiedere fino a 48 ore solo per identificare la vera causa del problema”, ha dichiarato Per Sundnaes, Senior Manager, Product Marketing di Jabra. “Ciò comporta costi significativi, ritardi e frustrazioni per i dipartimenti IT già sovraccarichi di lavoro. Nel frattempo, la scarsa qualità delle chiamate ha un impatto diretto sulla produttività dei lavoratorie sulla soddisfazione dei clienti.”

“Integrando il monitoraggio avanzato nell’ecosistema UC, siamo in grado di ridurre il tempo da ore e giorni a solo un paio di minuti”, continua Sundnaes. “Una ricerca condotta dai nostri partner evidenzia come il problema della gestione e diagnostica delle UC costituisca uno dei principali ostacoli all’adozione di queste tecnologie. Con queste funzionalità di monitoraggio, tuttavia, si prevede che il passaggio alle Unified Communication salirà del 30%, consentendo a un numero maggiore di aziende di ottenere significativi guadagni di produttività insieme a nuovi e più efficienti modi di lavorare”.

Il nuovo approccio “Customer First” di Jabra continuerà a espandersi e a sviluppare soluzioni per una vasta gamma di settori verticali e professionisti e applicazioni di contact center. Un altro obiettivo chiave sarà quello di espandere la gestione dei flussi di dati nell’ecosistema dei call center: questo offrirà agli utenti e al management informazioni istantanee sulla qualità delle chiamate dei clienti in diretta – e dell’intera esperienza di chiamata – sulla base di dati provenienti da conversazioni e dal rumore dell’ambiente circostante.

Le nuove partnership di Jabra seguono il recente annuncio di Jabra ad AMZ re:Invent di un nuovo software applicativo integrato con Amazon Connect dedicato agli operatori di call center. La nuova applicazione migliora la call experience con un’interfaccia utente che visualizza diverse metriche che influiscono sulla qualità delle chiamate, consentendo agli agenti di apportare modifiche istantanee al loro utilizzo del dispositivo per conversazioni di qualità migliorata.

Per maggiori informazioni sulle caratteristiche del software Jabra:

https://www.it.jabra.com/software-and-services

La svolta digitale della One Express 4.0

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Tecnologia

Il primo semestre del 2019, per il Network, è scandito dall’innovazione IT e dalla semplificazione dei processi in ottica digitale: ottimizzazione e tecnologia per aumentare le performance nell’era dell’industria 4.0.

Il “servizio” per One Express – rete di aziende specializzate nel trasporto delle merci su pallet, presente sulle direttrici di tutta Europa – è un caposaldo e un valore: nasce per i clienti, ma si declina in ogni fase dell’operatività per agevolarla, potenziarla e perfezionarla. Se in questo primo decennio il network ha messo a disposizione dei suoi affiliati i più svariati servizi, cercando di migliorarne prestazioni e competitività, è nel primo semestre del 2019 che si concentra il maggior numero di novità: “Per un ingranaggio che funzioni occorrono olio, manutenzione e innovazione – afferma Daniele Prestia, Responsabile ITGrazie a questa consapevolezza, la Rete si aggiorna ed evolve i suoi sistemi di gestione, garantendo continuità e massimizzazione degli sforzi, ma soprattutto un’evoluzione al passo con i ritmi scanditi dal mercato”.

Mail borderizzato:

A febbraio il primo assaggio tech, con il sistema di mail borderizzato. Alle 8.00 e alle 20.30, Network e Affiliati si confrontano con l’ammontare di merce entrante/uscente dall’Hub per organizzare i ritiri e i carichi, monitorare le giacenze, gestire i recuperi e identificare le tipologie di bancali e i mezzi più idonei al trasporto.

App clienti:

A marzo, la Rete finisce in vetrina e propone la nuova App Clienti agli utenti di Apple Store e Google Play: chi sceglie il Network ora può monitorare le consegne affidate, richiedere un preventivo, esplorare il mondo One, valutare l’efficienza del Servizio, controllare lo storico degli ordini e ricevere avvisi tramite un sistema di messaggistica istantanea integrato nell’applicazione, guadagnandone in termini di immediatezza e affidabilità.

Portineria digitale e cruscotto:

Nel mese di maggio, arrivano la portineria digitale e il cruscotto, il cui leitmotiv rimane la semplificazione. I tre tasti – Produttività, Operatività e Qualità – trasportano l’Affiliato nell’universo del gestionale per verificare le attività e portarle a compimento, con ordine, razionalizzazione e trasparenza.

SPF – Scambio pallet tra affiliati:

Giugno coinciderà con l’avvio dello scambio interregionale di merci tra Affiliati: una vera svolta nella movimentazione dei pallet, capace di abbattere percorrenze e costi fissi, senza rinunciare alla garanzia del tracciamento. Le filiali potranno coordinarsi in autonomia e gestire la spedizione senza il pit stop negli Hub centrali di Milano, Bologna, Roma e Napoli, anelli di congiunzione che dal 2008 permettono la supervisione della movimentazione e lo smistamento dei carichi per un trasporto preciso ed efficiente.

Buste ADR:

Rivoluzione digitale anche per la documentazione ADR, indispensabile per il trasporto in sicurezza di merci pericolose. Eliminando il supporto cartaceo, One Express risolve il problema della perdita dei documenti di legge e consente infinite ristampe, grazie all’inserimento degli allegati a sistema.

Honeywell Dolphin CT40:

Il device della One del futuro sarà presto il “presente”: le skills più evidenti del nuovo Honeywell Dolphin (CT40) sono velocità, resistenza agli urti e miglior risoluzione video, ma ciò che conta è la possibilità di gestire il carico/scarico con una sola App e un solo dispositivo, switchando dall’ambiente “Magazzino” al corrispettivo “Autista”.

Bollettizzazione diretta:

Guardando a ogni piccolo anello della catena, la Rete sta implementando la bollettizzazione diretta per consentire ai Clienti di creare e apporre in autonomia le etichette sui pallet, riducendo i costi e la dispersione di tempo, e contenendo il rischio di errore.

One Express riconferma così il valore centrale della componente tecnologica e si appresta a proseguire sulla strada dell’ammodernamento informatico, convogliando gli investimenti nelle attività di ricerca e sviluppo per una crescita capace di tenere il passo dell’innovazione e di adeguarsi alle mutevoli esigenze del mercato.

www.oneexpress.it

Vocal-it: rilasciata la nuova versione dell’App per i messaggi vocali su QR code

Scritto da Fabio Polvara il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Tecnologia Personale

L’app Vocal-it ti permette di registrare e riascoltare messaggi vocali, di promemoria, di auguri e audio personalizzati, utilizzando delle etichette con QR code.
Fai parlare i tuoi pensieri e registra un’emozione da condividere con chi ti è caro!

È stata rilasciata la nuova versione dell’app Vocal-it.
Per chi non la conosce ancora, Vocal-it è l’app che ti permette di registrare e ascoltare tutte le volte che vuoi un messaggio vocale di 60 secondi. Il messaggio viene memorizzato su un QR code speciale, creando delle vere e proprie “etichette da ascoltare”.

Nata nel 2011, l’app ha avuto diversi aggiornamenti nel tempo, ma questo è sicuramente il più importante. Per continuare a offrire prestazioni di alto livello, ha seguito l’evoluzione degli smartphone, integrando in questa release, le ultimissime novità nel campo della scansione dei QR code.

Tra le aggiunte ci sono il supporto torcia e la funzione pinch-to-zoom, ma è sicuramente la capacità di lettura dei QR code delle dimensioni minime di 3,5 mm la grande novità.
Ad oggi, sono infatti solo tre le app con una tecnologia così avanzata e Vocal-it è una di queste.
La possibilità di “far parlare” QR code così piccoli apre le porte a un’infinità di nuove applicazioni.

I messaggi vocali registrati con Vocal-it possono diventare pensieri di auguriappunti audio e anche rapide istruzioni d’uso. Ma non solo: la tecnologia brevettata su cui si basa l’app ha trovato impiego nel campo della sicurezza personale in abbinamento alle informazioni utili per il primo soccorso, o ancora in mostre d’arte di ogni genere. Sono diversi i progetti su misura avviati in collaborazione con multinazionali nei settori più variegati.

«In quale caso può essere utile associare un messaggio vocale ad un oggetto, consentendo a chiunque ne venga in possesso di riascoltare il messaggio?
Vi accorgerete che il limite sarà solo la fantasia e che si tratta veramente di una tecnologia dalle innumerevoli applicazioni. La sua caratteristica fondamentale si riassume nella facilità di utilizzo; per registrare il messaggio vocale non è richiesta nessuna competenza, il tutto si realizza usando lo smartphone che tutti noi abbiamo in tasca.»

Così racconta Fabio Polvara, team manager dell’agenzia Trizero che ha sviluppato l’app, parlando dei campi di utilità di Vocal-it.

Per registrare i messaggi vocali, i QR code di Vocal-it possono essere scaricati gratis direttamente dall’app e stampati comodamente a casa. Ma le “etichette da ascoltare” non sono solo su carta: l’evoluzione tecnologica permette di riprodurre i QR code di Vocal-it su qualsiasi supporto, inclusi stoffa e metallo.

Recentemente è stata sperimentata la versione nel micro formato 3,5 mm su piastrine di acciaio inox inciso a laser; questa si propone come soluzione ottimale per la tracciabilità di oggetti di lusso che richiedono un’identificazione certa, anche in difesa dell’originalità e del Made in Italy.

Nel panorama attuale delle applicazioni, Vocal-it rappresenta l’evoluzione vocale dei Post-it®, dove all’appunto scritto a mano si aggiunge la voce, con le sue infinite sfumature ed emozioni.
L’app è disponibile gratuitamente su App Store e Play Store e il bello è che una volta registrata, l’etichetta Vocal-it potrà essere ascoltata da chiunque la riceva, con una qualsiasi app per la lettura dei QR code.

FonteQR Planet

Team Project 1 e Acronis siglano una partnership pluriennale

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Tecnologia

Team Project 1 ha annunciato di aver firmato una nuova partnership con Acronis, leader globale della protezione informatica e dello storage in cloud ibrido, per il campionato FIA WEC.

La società svizzero-singaporiana metterà a disposizione del team le proprie soluzioni di backup, storage e disaster recovery, per migliorare la resilienza dei dati e rendere il flusso di lavoro più efficiente e sicuro.

“La partnership con Acronis è vincente per entrambe le parti. Grazie al sistema basato sul cloud potremo gestire i dati in modo sicuro e veloce da qualunque luogo del mondo, e disporre di strumenti eccellenti tanto per il lavoro dei tecnici quando per le prestazioni in pista”, afferma Axel Funke, Team Principal di Team Project 1 per il FIA WEC.

Con questa partnership Team Project 1 entra a far parte delle scuderie automobilistiche che già si sono affidate ad Acronis per la protezione dei propri dati.

“Sapere che Acronis è stata scelta da scuderie del calibro di Williams e Racing Point in Formula 1 e di NIO in Formula E è per noi molto importante. Abbiamo intenzione di utilizzare per primi le tecnologie Acronis nel campionato mondiale Endurance e puntiamo a condividere la nostra esperienza per contribuire a migliorare ulteriormente le funzionalità del prodotto,” afferma Richard Selwin, Direttore tecnico di Team Project 1. 

Le squadre automobilistiche, altamente competitive, preferiscono Acronis per il suo approccio completo e innovativo. Ogni soluzione Acronis utilizza tecnologie all’avanguardia come intelligenza artificiale, machine learning e blockchain per mettere a disposizione i cinque vettori della protezione informatica: salvaguardia, accessibilità, privacy, autenticità e sicurezza dei dati (SAPAS).

I dati di Team Project 1 saranno così totalmente protetti dalle più recenti minacce informatiche, restando tuttavia altamente accessibili ai membri del team.

“La tecnologia Acronis è perfetta per l’ambiente altamente dinamico dei team automobilistici. È un privilegio entrare a far parte della famiglia del Team Project 1 per occuparci di tutti gli aspetti della protezione informatica sfruttando la tecnologia più avanzata al mondo. Siamo orgogliosi di diventare parte di un team del campionato WEC e dedicheremo tutto il nostro impegno a costruire una partnership costellata di successi”, ha concluso Dan Havens, Chief Growth Officer di Acronis. 

Il sistema è già stato usato durante la 1000 miglia di Sebring, la prima gara del campionato FIA WEC del 2019 e la sesta del campionato FIA WEC Super Season.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 11 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Tecnologia

Caso pratico: Utente cloud ed importazione da bilancio XBRL ed Excel esterni (11/03/2019)

“Sono un Utente GB Cloud e per un bilancio 2018 vorrei importare una istanza XBRL 2017. Inoltre, in un’altra ditta vorrei importare i saldi da Excel sempre per un bilancio 2018. Qual è la directory locale dove è preferibile collocare questi file esterni?”

Dal GB Cloud è sempre possibile importare sia istanze XBRL esterne sia file XLS, XLSX, CSV, o TXT per alimentare rispettivamente i saldi di bilancio a macro-voce o i saldi analitici Stato Patrimoniale e Conto Economico.

Se in GB Cloud dobbiamo importare una istanza XBRL 2017 (bilancio e nota integrativa relativi al 2017) allora dovremo copiarla in una cartella di comodo, quindi entrare in Esplora Risorse e posizionandoci su C:\ nel computer locale, creare una cartella di appoggio, ad esempio la cartella C:\Import

Dichiarazione IVA 2019: novità per la determinazione del credito (12/03/2019)
La modifica più rilevante che interessa il modello della Dichiarazione IVA 2019, anno imposta 2018, riguarda la determinazione del credito da esporre nel rigo VL33. Da quest’anno infatti per calcolare tale importo si potrà tenere conto solo dei versamenti periodici effettuati.

Per i contribuenti che non hanno versato l’IVA periodica, la nuova modalità di compilazione del rigo VL33 determina l’impossibilità di utilizzo totale o parziale del credito IVA annuale fino al versamento dei debiti periodici.

Questa novità si affianca a quella dello scorso anno che ha previsto la distinzione nel quadro VL dell’IVA periodica dovuta e dell’IVA versata, quindi l’indicazione dell’importo maggiore tra i due che veniva considerato per la determinazione del credito o del debito.

Bilancio 2019: Verifica nuovo obbligo revisione S.r.l. con GB (13/03/2019)
La recente riforma del fallimento ha modificato l’art. 2477 del codice civile ed introdotto soglie modeste per la nomina dell’Organo di Controllo o del Revisore in numerose S.r.l. precedentemente esonerate.
A partire dall’approvazione del bilancio al 31-12-2018, le S.r.l. che hanno diritto a presentare lo schema abbreviato devono comunque verificare con attenzione i nuovi parametri. Per questo GB ha elaborato una tabella integrata che esegue la verifica dimensionale e permette di modificare, eventualmente, il Verbale Assemblea per mettersi in regola.
Il Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza (CCII) ha introdotto anche nuovi obblighi in materia di nomina dell’organo di controllo nelle S.r.l., in particolare l’art.379 del D.L.gs.12 gennaio 2019, n.14 in GU n.38 del 14/02/19 che entra in vigore il 16/03/2019. È quindi necessario riepilogare le varie casistiche -vecchie e nuove- con le quali confrontarsi nel 2019.

Modello IVA 74-BIS 2019: rilascio applicazione (14/03/2019)
Con il provvedimento del 30 gennaio 2019 n. 23564, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello e le istruzioni per la dichiarazione IVA 74-bis 2019 (anno d’imposta 2018) e le specifiche tecniche utili per la compilazione di questa dichiarazione.

L’applicazione dichiarazione IVA 74-bis 2019 è disponibile da oggi eseguendo l’update del software.

Il modello viene utilizzato dai curatori fallimentari o dai commissari che devono presentare una dichiarazione ai fini IVA relativa alle operazioni effettuate nella frazione dell’anno precedente alla dichiarazione di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa.

Redditi Società di Capitali 2019: rilascio applicazione (15/03/2019)
Con provvedimento del 30 gennaio 2019 n. 23599, l’Agenzia delle Entrate ha rilasciato e approvato il modello e le istruzioni ministeriali per la compilazione della Dichiarazione “Redditi SC 2019”.
Il modello deve essere presentato da società ed enti commerciali residenti nel territorio dello Stato e da soggetti non residenti equiparati per dichiarare i redditi relativi al periodo d’imposta 2018.
Come indicato nelle istruzioni, vediamo quali sono le principali novità del modello 2019.

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software per commercialista INTEGRATO GB.
GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

Partnership Casinò Sanremo Elior: Carlo Cracco presente all’inaugurazione

Scritto da 20TaskForceItaly il . Pubblicato in Aziende, Società

L’AD di Elior Rosario Ambrosino: “mettiamo l’ispirazione degli chef stellati e la nostra esperienza al servizio dell’hotellerie”

Il Casinò di Sanremo, luogo di storia e bellezza architettonica, da oggi ha una ragione in più per essere visitato: la proposta enogastronomica “gourmand” dei suoi ristoranti, bistrot e delle caffetterie guidati dal gruppo Elior. Già gestore di locali e bar museali in prestigiosi luoghi d’arte, Elior è leader in Italia nella ristorazione collettiva con 2.400 ristoranti e oltre 2.000 chef, che curano anche la cucina a bordo dei Frecciarossa.

Il ristorante Biribissi, in particolare, oltre ad essere accessibile dall’interno del Casinò, ha ora anche un’entrata separata in Corso degli Inglesi, 18, adiacente all’ingresso di Porta Teatro, ed è aperto al pubblico dal venerdì alla domenica tutte le sere dalle ore 19 e anche a pranzo.

L’appuntamento per la presentazione sia della nuova partnership Casinò di Sanremo ed Elior cosi come delle novità gastronomiche del Casinò ha visto il “Roof Garden”, animato da un food market con protagonisti i presidi slow food, per raccontare le eccellenze della Riviera.
Subito dopo la terrazza si è trasformata in un grande palco per ospitare lo showcooking a cura degli chef Elior, un’occasione per degustare gratuitamente i nuovi piatti gourmet realizzati con ingredienti locali.
Durante il 2019 il “Roof Garden”, il ristorante “sotto le stelle” del Casinò di Sanremo, ospiterà iniziative a tema aperte al pubblico e sarà disponibile come location per eventi privati.

La giornata di sabato si è poi conclusa con il gala dinner a invito con Carlo Cracco. Lo chef stellato, che già da tempo ha legato il suo nome a quello di Elior, è il primo grande nome a fare la propria comparsa nelle cucine e nelle sale del Casinò di Sanremo.

La partnership tra il Casinò di Sanremo e il Gruppo Elior nelle parole del Sindaco della Città di Sanremo Alberto Biancheri, del Presidente del Casinò Massimo Calvi, del Direttore Generale del Casinò Ing. Giancarlo Prestinoni e dell’Amministratore Delegato del Gruppo Elior Rosario Ambrosino.

Commenta Alberto Biancheri, Sindaco della città di Sanremo “Accogliamo con molto piacere lo chef stellato Carlo Cracco che dà il via ad una partnership d’eccellenza, quella tra Elior e la Casa da Gioco. Siamo certi che la presenza di un gruppo multinazionale come Elior saprà portare ad alti livelli la ristorazione del Casinò di Sanremo. La nostra città è pronta per diventare protagonista di un importante rilancio capace di sviluppare, con offerte sempre più finalizzate, anche un’economia legata al turismo alimentare”.

“La nostra esperienza nell’ambito della ristorazione e nell’hotellerie – dichiara Rosario Ambrosino, Amministratore Delegato del Gruppo Elior – ci permette di innovare continuamente il settore grazie all’ispirazione dei tanti chef stellati con cui da sempre collaboriamo e alla nostra capacità di mettere a sistema un’offerta sostenibile, di gusto e di massima cura della qualità. Proprio per questa sede prestigiosa, ricca di arte e storia, si proporranno menu per valorizzare le eccellenze gastronomiche locali interpretate dalle mani esperte dei nostri chef per appagare il gusto della clientela internazionale che visita ogni anno Sanremo”.

Il Gruppo Elior Italia
Leader in Italia nella Ristorazione Collettiva, serve nel nostro Paese oltre 108 milioni di clienti l’anno in più di 2.200 ristoranti e punti vendita attraverso 14.000 collaboratori.
Elior opera in molteplici settori quali le aziende, le scuole, il socio-sanitario, le forze armate, i musei, e la ristorazione a bordo delle Frecce di Trenitalia. Offre un servizio mirato per ogni cliente, prendendosi cura di ciascuno grazie a soluzioni di ristorazione equilibrate, con servizi personalizzati e innovativi che rendono i momenti di pausa un’opportunità per ristabilire il contatto con sé stessi e con gli altri.
La mission di Elior è rendere ogni pausa un momento da assaporare attraverso ingredienti freschi, di qualità, locali, per piatti bilanciati e sempre contemporanei.
La qualità è per Elior un impegno quotidiano reso concreto e tangibile non solo dalla scelta degli ingredienti del territorio e dall’attenzione offerta dal personale, ma anche dalle certificazioni che sono costantemente rinnovate e dall’adesione a protocolli di sostenibilità, come il Global Compact, il programma delle Nazioni Unite sulla Responsabilità Sociale d’Impresa. Sulla base di queste premesse è stata elaborata la strategia di Responsabilità Sociale d’Impresa di Elior, Positive Foodprint Plan™, attraverso la quale si vuole creare un circolo virtuoso nel mondo della ristorazione, dal campo coltivato alla tavola, lavorando in sinergia con fornitori, clienti, utenti finali e dipendenti.

Ufficio Stampa ELIOR

Paolo Campiglio: formazione e carriera del presidente di Daclé SA

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Paolo Campiglio avvia la propria carriera imprenditoriale fondando uno studio di consulenza strategica per aziende interessate agli investimenti esteri e sviluppando, di conseguenza, una profonda conoscenza del mercato europeo. Attualmente è presidente di Daclé, attiva nel settore farmaceutico.

Paolo Campiglio

Paolo Campiglio: la carriera professionale

Dopo il diploma di maturità commerciale ad indirizzo giuridico amministrativo, Paolo Campiglio avvia la propria carriera professionale fondando uno studio specializzato nella fornitura di servizi alle imprese che desiderano investire all’estero, sviluppando una buona sconoscenza del mercato europeo. Viene nominato, in seguito, Chief Financial Officier di Carmax – Pro, multinazionale che commercializza apparecchiature elettroniche e presidi medico-chirurgici. L’anno 2003 segna un traguardo importante per la sua carriera: entra, infatti, in Daclé SA, società farmaceutica e laboratorio chimico. In tale contesto, è impegnato nella gestione del settore internazionale, mantenendo i rapporti con i mercati esteri nei quali la società è già presente e coordinando il team che lavora allo sviluppo nell’Europa Orientale, ampliandone la presenza in Polonia, Romania e Moldova. Oggi è presidente del gruppo.

Paolo Campiglio: attività politica, sociale e culturale

Nel corso della carriera, Paolo Campiglio ha svolto diversi incarichi in aziende pubbliche e per ben 15 anni ha partecipato attivamente alla vita politica di Legnano, il suo paese di residenza. A soli 21 anni, nel 1997, viene eletto nella lista di Foza Italia in qualità di presidente della commissione Lavori Pubblici e nello stesso periodo è leader del movimento giovanile del partito. Dal 2006 al 2012 è Vicepresidente del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest Milano, che raggruppava 50 sedi bibliotecarie e forniva 2 milioni di prestiti librari l’anno. Oggi, Paolo Campiglio è anche critico televisivo e musicale: come inviato corrispondente di Radio 1 New York, segue da molti anni il Festival di Sanremo. Lato sociale, ha partecipato a svariati progetti del RYLAS (Rotary Youth Leadership Awards) incentrati sullo sviluppo delle doti di comunicazione per i giovani responsabili di enti e assicurazioni no-profit.

Maria Elisabetta Alberti Casellati: sostenere e premiare chi innova

Scritto da ecnewsoffice il . Pubblicato in Aziende

Decima edizione del Premio nazionale per l’Innovazione: il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati consegna i riconoscimenti nel corso di una cerimonia che si è tenuta lo scorso 4 marzo nella Sala Koch di Palazzo Madama.

Maria Elisabetta Alberti Casellati

Premio dei Premi 2019 al Senato: l’intervento del Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati

Sostenere, proteggere, premiare il coraggio. Accogliendo l’invito della Fondazione nazionale per l’innovazione tecnologica COTEC, il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha ospitato a Palazzo Madama lo scorso 4 marzo la cerimonia di assegnazione del “Premio dei Premi”, giunto quest’anno alla decima edizione. “Un prestigioso riconoscimento concesso dal Presidente della Repubblica, che certifica il significativo valore strategico della capacità realizzativa nel campo dell’innovazione” ha sottolineato nel suo intervento il Presidente del Senato che ha consegnato le targhe ai vincitori. Maria Elisabetta Alberti Casellati ha sottolineato come queste realtà, un “esempio di orgoglio nazionale”, rendano merito “alla passione e alla progettualità di chi sa interpretare le complesse e articolate esigenze di una società che cambia sempre più velocemente”.

Maria Elisabetta Alberti Casellati: l’importanza di sostenere chi porta innovazione nel Paese

“I progetti e le realtà che oggi ho l’onore di premiare hanno già vinto nel corso dell’anno le rispettive competizioni nazionali organizzate nei campi dell’industria, dei servizi, dell’università, della pubblica amministrazione e del terziario” ha spiegato il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, precisando come facciano parte di questo quadro “gruppi consolidati, tantissime giovani startup, piccole e medie imprese, enti locali e amministrazioni centrali”. Essere insigniti del “Premio dei Premi”, ha aggiunto il Presidente, significa quindi diventare ambasciatori di una cultura dell’innovazione: “Una cultura che si esplica proprio attraverso la realizzazione di progettualità come quelle odierne e che ci apre ad un nuovo moderno rinascimento, che ciascuno di noi ha il dovere di promuovere e diffondere”. Sostenere il coraggio di chi sceglie di sperimentare è doveroso, osserva inoltre Maria Elisabetta Alberti Casellati, perché “innovare è difficile e il coraggio da solo a volte non è sufficiente a superare le opposizioni, le diffidenze, i costi e le tante difficoltà che spesso si incontrano quando si propone qualcosa di nuovo e di rivoluzionario”. E cita in merito il pensiero di Adriano Olivetti: “Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande”.