Connexia si aggiudica la gara di Kia Motors per la comunicazione digitale delle property social media

Scritto da Costanza il . Pubblicato in Affari, Automobili, Aziende

Connexia, data driven creativity agency con la mission di ideare e sviluppare progetti di marketing e comunicazione che uniscano dati, strategia, creatività e tecnologia, ha vinto la consultazione recentemente indetta da Kia Motors Company Italy, branch italiana del brand automotive coreano Kia, per la gestione delle property social media del marchio.

Attraverso i propri punti di forza – design, qualità, tecnologia e approccio ecosostenibile -, Kia Motors Italy negli ultimi anni è stata protagonista di una crescita significativa rappresentata da The Power to Surprise, proposition che riassume la tensione costante a fare sempre meglio, anticipando e superando le aspettative del consumatore attraverso la continua ricerca di innovazione.

A seguito di una consultazione allargata, Kia Motors Company Italy ha individuato in Connexia il partner migliore per intraprendere insieme un percorso di riposizionamento del brand attraverso la definizione della nuova strategia digital e social media.

All’agenzia il compito di intervenire, come consulente creativo e strategico, sulla percezione dell’ecosistema digital e social di Kia in Italia, e operare attivamente su tutte le property social del brand: Facebook, Twitter, Instagram, Youtube e LinkedIn. Connexia lavorerà alla definizione di una strategia cross-channel, che comprende produzione creativa e gestione di tutti i canali social della casa automobilistica, con l’obiettivo di incrementare la visibilità e il percepito positivo del brand in Italia.

Centrale nella strategia di comunicazione del brand lo storytelling dei valori aziendali, una narrazione supportata anche dalla produzione di shooting fotografici e video di Connexia Media House, production unit interna all’agenzia, con l’obiettivo di innescare un aumento considerevole delle conversazioni all’interno dell’ecosistema web e delle conversioni qualificate che possono derivarne.

Inizia una nuova, entusiasmante avventura per Connexia – commenta Stefano Ardito, Chief Growth Officer di Connexia Con Kia abbiamo la possibilità di mettere in campo tutta la nostra expertise maturata nell’industry automotive, lavorando alla costruzione di una social media strategy delle property che enfatizzi l’estesa gamma del brand in Italia e favorisca non solo l’awareness, ma anche la scoperta dei modelli presso le concessionarie.

Alla luce dei brillanti risultati di Kia in Italia, saremo loro partner strategico nel contribuire al raggiungimento degli obiettivi di business”.

Credits

Direzione Creativa – Anna Vasta, Adriano Aricò

Senior Copy Writer/Creative Supervisor – Renata De Rosa

Senior Art Director/Creative Supervisor – Emilano Di Leno

Creative Strategist – Giuseppe Laricchia

Analytics Director – Stefano Corposanto

Social Media Coordinator – Angelo Bermani

Social Media Manager – Barbara Chiapello

Client Director – Mattia Airoldi

Account Supervisor- Ilaria Lorenzelli

Connexia

Connexia è la prima data driven creativity agency con una mission precisa: pensare e sviluppare progetti di marketing e comunicazione che uniscano dati, strategia, creatività e tecnologia.

Con un team di 130 consulenti, appassionati esperti di comunicazione, Connexia racconta idee e valori di brand costruendo esperienze uniche e coinvolgenti, che vivono su ogni canale e coprono l’intera filiera del processo di comunicazione. Tutti i progetti di Connexia seguono l’approccio data-driven, per ideare percorsi di comunicazione creativi che sappiano catturare l’attenzione sempre e dovunque. E diventare memorabili. www.connexia.com

Concessioni demaniali marittime all’interno dell’Unione Europea dell’Avv. Paola Perrone

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia, Industria, Mercati

Il Taccuino Ufficio Stampa

Presenta

Concessioni demaniali marittime nella nuova prospettiva all’interno dell’Unione Europea di Paola Perrone

Negli ultimi anni non sono mancati i contrasti tra fonti comunitarie e fonti interne in materia di beni pubblici e, nello specifico, di uso dei beni appartenenti al demanio marittimo concessi a privati per attività turistico ricreative. Paola Perrone traccia i contorni del quadro costituzionale e del panorama normativo di riferimento nell’Unione Europea, realizzando un manuale per gli addetti ai lavori e non solo. Avvocato, Cassazionista, Docente di diritto ed economia, la professionalità a tutto tondo dell’autrice riesce a emergere nell’analisi ben strutturata di quanto accaduto dopo l’approvazione della direttiva Bolkestein.

Genere: Diritto

Casa Editrice: Primiceri Editore

Prezzo: €15.00

Formato: A5

Pagine: 88

CODICE ISBN: 978-88-3300-110-4

<<…La direttiva Bolkestein ha investito anche l’Italia e ha “puntato il dito” sul settore delle concessioni demaniali marittime, entrate nel mirino dell’osservatore giuridico a seguito della sentenza della Corte di Giustizia Europea del 14 luglio 2016. Allo stato, il quadro che si pone all’interprete è quanto mai confuso e frammentario nella ricerca di “quella” soluzione che, pur di fronte alla sentenza della V Sezione della Corte di Giustizia nelle cause riunite C-458/14 e C-67/15 del 14 luglio 2016, non appare chiara. Se, da una parte, l’intenzione del Legislatore comunitario punta ad abbattere le barriere economiche e strutturali che non consentono la libera circolazione dei servizi e la conseguente libertà di stabilimento, dall’altra, la Corte di Giustizia demanda al Giudice nazionale il compito di verificare, caso per caso, il rispetto e la soddisfazione dei requisiti applicativi dell’art. 12 della direttiva 2006/123/CE.3>>.

Paola Perrone pone al centro della riflessione la direttiva Bolkestein, quale provvedimento non inteso a disciplinare nello specifico l’ampio settore dei servizi, ma volto a imporre poche regole generali, lasciando a ogni singolo Stato membro la libertà di decidere al meglio l’applicazione dei principi comunitari. Un testo chiaro e preciso che, a partire dal primo capitolo, alla stregua di un’enciclopedia, spiega le parole chiavi di un ragionamento giuridico, da tempo oggetto d’indagine  dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea del 14 luglio 2016. Cerca di porre ordine tra leggi, regolamenti e circolari che ostacolano le realtà imprenditoriali esistenti sul territorio costiero italiano con l’obiettivo di illustrare una materia che entro il 2020 dovrebbe avere una disciplina compatibile con la normativa comunitaria e con la situazione giuridica nostrana. Dopo un excursus legislativo, il volume si concentra sulle procedure di evidenza pubblica come possibilità per continuare a esercitare le attività già esistenti da parte degli imprenditori balneari. Nell’ultimo capitolo l’attenzione ricade sulle concessioni demaniali all’interno dell’UE. La Perrone, dunque, si chiede quali possano essere i risultati di fronte alla proroga per altri quindici anni delle concessioni dinanzi a un atteggiamento restrittivo dell’Autorità giudiziaria italiana e se non sia preferibile, piuttosto, ricercare, proprio all’interno dell’ordinamento nazionale, le idee e le risorse per risolvere la questione.

TRAMA. La vexata quaestio delle concessioni demaniali marittime è attuale alla luce della recente sentenza della Corte di Giustizia europea e dell’orientamento che ha assunto il Giudice Amministrativo Italiano. Il libro vuole offrire agli operatori del settore una visione chiara della disciplina dopo la direttiva Bolkestein, coniugandola agli altri istituti giuridici presenti nell’ordinamento, italiano e comunitario, con l’obiettivo di offrire uno strumento utile di lavoro per quanti avranno l’obbligo di fornire una regolamentazione organica al settore.

L’AUTRICE E’ DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

BIOGRAFIA. Paola Perrone nasce a Lecce nel 1962. Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Parma, inizia a esercitare la professione di avvocato nel 1987, divenendo Cassazionista nel 2003. Già docente di diritto ed economia nelle scuole superiori dal 1994 al 2000, dal 2002 ha, anche, rivestito il ruolo di Giudice Onorario di Tribunale. Nel gennaio 2017 ha conseguito il Master di II livello in “Diritto ed Economia del mare” presso l’Università degli Studi di Pescara “Gabriele D’Annunzio”, esperienza che le ha permesso di indagare a fondo il tema trattato in questo lavoro.

CASA EDITRICE. Primiceri Editore nasce a Padova nel 2015 con la missione di fornire ai professionisti manuali dal taglio pratico che possano servire da veri e propri strumenti di lavoro. Al fianco della collana giuridica e professionale PE propone anche collane di saggistica, filosofia e narrativa, quest’ultima rivolta soprattutto ai piccoli lettori

Contatti

https://www.linkedin.com/in/paola-perrone-13a50335/

https://www.instagram.com/reneeissat/?hl=it

Link acquisto

https://www.primicerieditore.it/prodotto/concessioni-demaniali-marittime-nella-nuova-prospettiva-allinterno-dellunione-europea-paola-perrone/

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 – 401387 Bologna

Phone:+393396038451

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Mail: iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

News fatturazione elettronica – Settimana n. 24 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia, Informatica, Scienze, Tecnologia

Con un recente aggiornamento della Console Web è stata introdotta la possibilità di modificare il dettaglio dello stato del pagamento anche per i documenti che hanno il pagamento/incasso già registrato dal commercialista. In questo modo l’utente può inserire le informazioni sull’incasso di una fattura emessa o sul pagamento di una fattura ricevuta anche dopo che lo studio ha contabilizzato i dati.
Così facendo si può tenere sotto controllo lo stato del pagamento/incasso dei propri documenti inviati e ricevuti in maniera più chiara e precisa, senza la necessità di dover tenere uno scadenzario esterno. Inoltre sono state introdotte nuove funzionalità per rendere maggiormente fruibile la Console Web.
Per i lavori di manutenzione svolti su immobili a prevalente destinazione abitativa privata è prevista un’aliquota IVA ridotta al 10%, secondo quanto stabilito dall’art. 7 c. 1 lett. B della legge 23 dicembre 1999.
Tale agevolazione tuttavia incontra delle eccezioni in presenza dei “beni significativi”, in quanto nel caso in cui l’importo di tali beni superi la metà del totale della fattura, l’IVA al 10% si applica solamente sulla differenza tra il valore complessivo dell’intervento e quello dei beni significativi.
In Fatture GB tramite un’apposita funzione è possibile applicare in maniera automatica il calcolo dell’IVA, inserendo solamente il valore complessivo della prestazione e il valore del bene significativo. Andiamo a vedere come fare.

Precisazione sui beni significativi
Innanzitutto è bene precisare che i beni significativi sono stati individuati dal legislatore tramite decreto del Ministero delle Finanze del 29 dicembre 1999 ed è stato ribadito anche nella Circolare del 7 aprile  2000 n.71/E. I beni con valore significativo sono quindi:
ascensori e montacarichi;
infissi interni ed esterni;
caldaie;
videocitofoni;
apparecchiature di condizionamento e riciclo dell’aria;
sanitari e rubinetteria da bagno;
impianti di sicurezza.
Una volta chiarito ciò, possiamo trovarci di fronte a due situazioni:
– Il valore del bene significativo è inferiore alla metà del valore complessivo della prestazione: in questo caso al bene significativo viene applicata l’aliquota IVA ridotta del 10%
– Il valore del bene significativo è superiore alla metà del valore complessivo della prestazione: viene applicata l’aliquota IVA del 10% solamente sulla differenza del valore complessivo della prestazione e il valore del bene significativo

L’articolo che hai letto e molti altri sulla fatturazione elettronica sono disponibili presso il sito del software fattura elettronica FATTURE GB.
GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

Auro Palomba segue la proposta di fusione tra Fca e Renault Group

Scritto da melluccio il . Pubblicato in Affari, Automobili, Aziende, Economia

Considerato uno degli Advisor più autorevoli e competenti, Auro Palomba è stato coinvolto in un importante progetto di fusione industriale finalizzato alla creazione di uno dei principali gruppi automobilistici al mondo. Il Presidente di Community seguirà al fianco di John Elkan l’accordo tra Fca e Renault Group.

Auro Palomba

Auro Palomba al fianco di John Elkann per seguire la fusione tra Fca e Renault

Auro Palomba seguirà un grande progetto che mira a creare uno dei gruppi industriali più prestigiosi e competitivi al mondo. FCA ha presentato un’importante proposta di fusione con Renault Group. Il governo francese ha dato il via libera: “E’ una grande opportunità per Renault, la fusione aiuterà gli investimenti e lo stato manterrà il 7,5% della nuova società, vigilando sugli interessi nazionali”. John Elkann stava lavorando con discrezione e da mesi a tale operazione, ancor prima della formalizzazione della proposta ufficiale, avvalendosi del supporto di uno degli Advisor più autorevoli e competenti del settore, Auro Palomba. Si tratta di un accordo che potrebbe cambiare l’assetto del mercato automobilistico mondiale, poiché si punta a coinvolgere anche le due case nipponiche Nissan e Mitsubishi, diventando leader mondiale indiscusso, superando Volkswagen in termini di vendite.

Auro Palomba: Presidente di Community e Co-Founder di Reputation Science

Considerato uno tra gli Advisor più esperti ed autorevoli ed essendo un professionista nell’ambito della comunicazione, Auro Palomba si è occupato in prima persona della gestione della reputazione di grandi gruppi finanziari e industriali di fama internazionale e di famiglie imprenditoriali. Dopo una carriera da giornalista, ha fatto parte del Comitato scientifico di Quale Impresa, è stato Responsabile Nord Est dell’Osservatorio Asia e della comunicazione del Comitato di candidatura della città di Venezia per i Giochi Olimpici 2020. Già Presidente di Community Group, nel luglio 2018 ha dato vita all’azienda Reputation Science insieme al CEO di Reputation Manager, Andrea Barchiesi. Il core business della società è la gestione della reputazione dei propri clienti attraverso un approccio scientifico e integrato. Per fornire un servizio completo e di primo livello, vengono unite sinergicamente le competenze dei team di esperti di Community Group e di Reputation Manager. Tra le altre attività, Auro Palomba è membro del CdA di Save the Children Italia e della Consulta degli Esperti della Presidenza della Commissione Finanze della Camera.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 23 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

Redditi Enti non commerciali 2019: rilascio applicazione (03/06/19)

L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n.23572 del 30 gennaio 2019 ha approvato il modello e le istruzioni della dichiarazione Redditi Enti non Commerciali 2019 anno imposta 2018.

Effettuando l’update del software da oggi è disponibile l’applicazione Redditi Enti non Commerciali 2019.

La dichiarazione Redditi Enti non Commerciali deve essere presentata per via telematica, direttamente dal dichiarante o tramite un intermediario abilitato.

Paghe Gb Web 2019: Gestione ANF e nuove modalità di presentazione delle richieste (04/06/19)

L’INPS con circolare n° 45/2019 e messaggio n°1777 fornisce le istruzioni operative necessarie alla gestione degli ANF alla luce delle nuove modalità di presentazione delle richieste.

A decorrere dal 1° aprile 2019 le domande finora presentate dal lavoratore interessato al proprio datore di lavoro utilizzando il modello “ANF/DIP (SR16) dovranno essere inoltrate esclusivamente all’INPS in via telematica. Questo al fine di garantire all’utenza il corretto calcolo dell’importo spettante e assicurare una maggiore aderenza alla normativa vigente in materia di protezione dei dati personali.

La domanda di assegno per il nucleo familiare deve essere presentata dal lavoratore all’INPS, esclusivamente in via telematica, mediante uno dei seguenti canali: WEB tramite il servizio online dedicato, accessibile dal sito inps.it, se in possesso di PIN dispositivo, di una identità SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), almeno di Livello 2 o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Oppure Patronati e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Redditi 2019: gestione addizionale Comunale (05/06/19)

La gestione Addizionale comunale, come indicato dal nome, gestisce il calcolo dell’imposta addizionale comunale in saldo e in acconto che tutti i contribuenti, titolari e non di partita IVA, devono versare a favore del Comune nel quale hanno il proprio domicilio fiscale.

La gestione si trova sia all’interno dell’applicazione Modello 720 (quadro 730_3 Riepilogo) che nell’applicazione Redditi PF (quadro RV)

Poichè i dati per il calcolo dell’addizionale comunale si differenziano da Modello 730 a Redditi PF, la gestione si presenta con delle differenze tra le due applicazioni.

Paghe GB Web: gestione Quattordicesima (06/06/19)

La Quattordicesima mensilità è una retribuzione aggiuntiva che il lavoratore precepisce una volta all’anno. Ha origine contrattuale tra le parti sociali, pertanto è prevista soltanto nei settori dell’economia in cui le parti (lavoro e impresa) si sono esplicitamente accordate su di essa nella relativa collettiva del settore.

La contrattazione collettiva fissa con precisione la data in cui viene erogata dal datore di lavoro al lavoratore dipendente e i criteri di calcolo.

La quattordicesima è distribuita ai lavoratori una volta all’anno nel periodo di giugno/luglio. La data di pagamento della quattordicesima è solitamente fissata dalla contrattazione collettiva. Ha natura contrattuale tra le parti e non legale. La disciplina della stessa si riferisce esclusivamente agli accordi intercorrenti tra le parti sociali.

Addizionale Comunale 2019: esenzioni particolari (07/06/19)

A seguito della news del 5 giugno “redditi 2019: gestione Addizionale comunale” oggi andiamo a vedere come si comporta la gestione in presenza di un comune che applica delle esenzioni particolari.

Se siamo in presenza di un Comune con esenzioni particolari, la gestione esegue determinate verifiche al fine di stabilire se l’esenzione può essere applicata oppure no, tenendo conto di quanto previsto dalla particolarità

In tale circostanza, all’interno delle gestione si attiva la tab “Verifica condizioni per l’applicazione dell’esenzione particolare” per eseguire la verifica di applicabilità. Per spiegare al meglio il funzionamento della gestione proponiamo di seguito degli esempi di compilazione…

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software per importare fatture elettroniche INTEGRATO GB per commercialisti.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 20 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia, Informatica

Spese sanitarie 2019: detrazione 19% (13/05/19)
Ai contribuenti che nel corso dell’anno di imposta 2018 hanno sostenuto spese mediche o sanitarie, comprese anche le visite mediche specialistiche, spetta una detrazione pari al 19%.
Per quanto riguarda queste tipologie di detrazioni, il primo fattore da considerare è il limite del 129,11 euro oltre il quale si può applicare lo sconto del 19% dell’imposta. Infatti è possibile applicare la detrazione del 19% solo ai costi che eccedono l’importo di detta franchigia.
Il contribuente che presenta le dichiarazioni dei redditi 2019 potrà chiedere a rimborso non solo le proprie spese mediche, ma anche quelle sostenute per i familiari fiscalmente a carico (coloro che non superino il limite di 2.840,51 euro di reddito)

Fatture 2019: invio documenti tramite e-mail (14/05/19)
Un recente aggiornamento ha introdotto nel software Fatture GB la possibilità di inviare documenti tramite e-mail direttamente dall’interno della gestione.
In questo modo l’utente non è più costretto a salvare i singoli file per allegarli poi esternamente al proprio programma di posta elettronica e può risparmiare tempo prezioso. Andiamo a vedere, ad esempio, come inviare un preventivo.
Come prima cosa è opportuno verificare all’interno dell’anagrafica del cliente se è correttamente compilato il campo “E-mail”…

Bilancio 2019: corretto flusso fino alla Nota Integrativa (15/05/19)
GB ti guida in modo intuitivo alla predisposizione del fascicolo di Bilancio composto dalla documentazione in formato XBRL e PDF/A da presentare ad Infocamere.
Il fascicolo di bilancio 2019 continua a prevedere il Bilancio e la Nota Integrativa in formato XBRL e l’assemblea dei soci in PDF/A. Nei casi più complessi si devono presentare /sempre in PDF/A) anche la Relazione sulla Gestione, il Verbale del Collegio Sindacale e la Relazione del Revisore.
Il flusso per inserire un Bilancio e redigere la Nota Integrativa può essere così schematizzato…

Redditi Persone Fisiche 2019: rilascio applicazione (16/05/19)
Con il provvedimento n.23596 del 30n gennaio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha rilasciato e approvato il modello della dichiarazione Redditi Persone Fisiche 2019 anno d’imposta 2018 e le relative istruzioni.
Effettuando l’update del software è possibile abilitare l’applicazione “Redditi Persone Fisiche 2019” completa di tutti i suoi riquadri.
Il modello Redditi persone Fisiche 2019 deve essere presentato…

F24 : gestione del credito IVA 2018 (17/05/19)
L’utilizzo dell’applicazione F24 riveste carattere fondamentale per la gestione del credito IVA. E’ qui che deve essere inserito la prima volta ed è qui che sono gestite le compensazioni con gli altri codici tributo, nonché lo stato del credito, l’importo residuo e gli utilizzi fatti, sia in compensazione orizzontale che verticale.
La gestione IVA riguarda più applicazioni, quali l’F24, la contabilità (dove si effettuano le compensazioni verticali” e la dichiarazione IVA /da cui si genera il nuovo credito).
I passaggi fondamentali per gestire il credito IVA sono…

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software INTEGRATO GB, ideale per la condivisione studio clienti.
GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

Luigi Ferraris: Terna come driver di innovazione nella transizione energetica

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

Il 9 aprile 2019, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris, ha inaugurato a Torino, assieme alla Presidente Catia Bastioli, il primo Terna Innovation Hub italiano, un progetto ad altissimo livello di innovazione tecnologica dedicato a droni, sensoristica avanzata, internet delle cose e satelliti.

Luigi Ferraris, amministratore delegato Terna

Terna: Luigi Ferraris, innovazione e digitalizzazione come elementi imprescindibili per abilitare la transizione energetica

Il primo Terna Innovation Hub, come spiegato dallo stesso Luigi Ferraris, in occasione dell’evento inaugurale dello scorso 9 aprile, è focalizzato “sulla condivisione dell’innovazione applicata alla nostra attività core, quindi alle nostre reti”. Il top manager ha ricordato l’importante cifra stanziata sul territorio nazionale dal nuovo Piano Strategico 2019-2023, presentato lo scorso marzo. Il “piano di investimento più alto di sempre nella storia di Terna”, ha sottolineato, ricordando gli oltre 700 milioni di euro destinati a progetti di innovazione e digitalizzazione, che secondo Luigi Ferraris e Terna rappresentano “elementi imprescindibili per abilitare la transizione energetica”. Attualmente si assiste a un sostanziale cambiamento del settore elettrico in direzione di obiettivi che, a livello nazionale, europeo e su scala planetaria, puntano sulla decarbonizzazione e lo sviluppo delle energie rinnovabili. È proprio in questo scenario che Terna, come evidenziato da Luigi Ferraris, “si pone l’obiettivo di esercitare un ruolo guida per una transizione energetica sostenibile, facendo leva su innovazione, competenze e tecnologie distintive, a beneficio di tutti gli stakeholder rilevanti e in particolare delle comunità”.

Luigi Ferraris: Terna Innovation Hub, focus su Internet of things e sul monitoraggio evoluto degli impianti di trasmissione di energia

Digitalizzazione degli asset e ricerca di soluzioni e tecnologie innovative, finalizzate allo sviluppo e all’ammodernamento della rete di trasmissione nazionale, sono al centro del primo Innovation Hub a livello nazionale presentato da Terna e del suo Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris lo scorso 9 aprile a Torino. “Abbiamo celebrato l’avvio di una cooperazione stretta tra tecnici di Terna, startup innovative e Politecnico di Torino, con l’obiettivo di creare una piattaforma comune, dove condividere idee di sviluppo, cambiamento e innovazione”, ha spiegato Luigi Ferraris. Attraverso appositi sensori e infrastrutture di raccolta dati installati sulla rete, associati a piattaforme che consentono di processare ed analizzare i dati attraverso strumenti di Advanced Analytics, si punterà all’identificazione di nuovi trend e al lancio di nuovi progetti, ai quali saranno dedicati circa 700 milioni di euro dei 6,2 miliardi previsti dal piano strategico presentato lo scorso marzo da Terna. Luigi Ferraris ha inoltre aggiunto che circa 50 milioni di euro saranno destinati a “testare nuove soluzioni un po’ più di confine sempre coerenti col nostro core business, che se avranno successo potranno essere industrializzate e capitalizzate nelle nostre attività”.

Éric Chapelle nuovo Chief Financial Officer di Stormshield

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia, Industria, Tecnologia

Stormshield, produttore europeo di rilievo nel mercato della cybersecurity e azienda di proprietà del Gruppo Airbus potenzia il proprio esecutivo annunciando la promozione di Eric Chapelle a CFO.

Quale membro del comitato esecutivo, la missione di Chapelle é di analizzare e anticipare gli sviluppi di Stormshield e le relative implicazioni finanziarie al fine di fornire a tutti i membri della direzione una visione chiara e indicatori affidabili, essenziali per prendere qualsivoglia decisione strategica. Più in generale il nuovo CFO supervisionerà l’intera gestione finanziaria dell’azienda e sarà responsabile per il rispetto e la conformità alle linee guida etiche in vigore presso il Gruppo Airbus. Oltre a guidare l’intero dipartimento Finance, Chapelle è a capo delle equipe deputate alla revisione dei conti e all’amministrazione vendite.

eric-chapelle-w-1

Éric Chapelle, CFO, Stormshield

Il Dottore Commercialista (DESCF) Éric Chapelle annovera una lunga esperienza oltre che una conoscenza approfondita di Stormshield, del modo di operare dell’azienda e dell’intero organico. Dopo oltre vent’anni trascorsi in qualità di Senior Manager presso società di revisione contabile, Chapelle si è unito a Stormshield nel 2015, dove ha ricoperto il ruolo di direttore finanziario e amministrativo. La nomina a CFO é un tributo sia all’impegno che Chapelle ha dimostrato verso l’azienda sia ai risultati ottenuti negli ultimi anni.

Pierre-Yves Hentzen, CEO di Stormshield commenta: “Éric Chapelle dispone delle competenze necessarie per gestire le nostre finanze e supportare al meglio il nostro sviluppo. Migliorare l’analisi e incrementare le performance delle nostre attività sono le sfide principali con cui ci confrontiamo nel 2019. Il nostro obiettivo è ottimizzare la gestione aziendale e aumentare la nostra produttività in un contesto di forte crescita, al fine di garantire un servizio di elevatissima qualità ai nostri clienti. Chapelle svolgerà quindi un ruolo chiave nell’implementazione di nuovi strumenti e processi che ci permetteranno di semplificare la gestione operativa dell’azienda. Le sue capacità analitiche, il suo rigore e la profonda conoscenza del nostro mercato gli permetteranno di raggiungere gli obiettivi con successo.”


Stormshield

Stormshield sviluppa soluzioni di sicurezza end-to-end innovative per la tutela di reti (Stormshield Network Security), workstation (Stormshield Endpoint Security), e dati (Stormshield Data Security). Certificate ai più alti livelli in Europa (EU RESTRICTED, NATO, e ANSSI EAL4+), queste soluzioni affidabili di nuova generazione assicurano la massima protezione delle informazioni strategiche. Le soluzioni Stormshield sono commercializzate attraverso una rete commerciale costituita da distributori, integratori e operatori di canale o telco e sono implementate presso aziende di qualsiasi dimensione, istituzioni governative e organizzazioni preposte alla difesa in tutto il mondo.
Per ulteriori informazioni: www.stormshield.com

Visto Italia per Stranieri per Studio e Lavoro o Ricongiungimento Familiare

Scritto da agenziavistifirenze il . Pubblicato in Affari, Italia, Turismo

Per venire in italia è necessario fare richiesta di visto italia per stranieri presso le ambasciate o le sedi consolari italiane presenti nel paese di residenza del cittadino straniero che desidera entrare in italia.
In tutti quei casi in cui il visto viene richiesto per motivi di immigrazione contestualmente al visto deve essere rilasciato il permesso di soggiorno.
Nonostante siano presenti ambasciate e consolati italiani in tutti i paesi stranieri presso le quali un cittadino straniero può richiedere la documentazione e fare personalmente richiesta per avere un visto per italia esiste la possibilità di rivolgersi direttamente ad un’ agenzia visti Firenze o di altre città italiane presso le quali previo il pagamento del servizio si può ottenere in modo facile e veloce il visto necessario ad entrare e permanere sul territorio italiano.
Il rilascio del permesso di soggiorno in italia è competenza delle questure di riferimento del luogo dove si trova lo straniero, dopo aver eseguito le procedure di richiesta sono necessari meno di dieci giorni lavorativi per ottenere il documento che fornisce l’autorizzazione di restare in italia.
Per ottenere il permesso di soggiorno è necessario stipulare un accordo con lo stato italiano dove si certifica la propria volontà di integrazione, unica prerogativa per stipulare tale richiesta è quella di avere più di 16 anni.
Per quanto riguarda il visto per italia ne esistono di varie tipologie che sono suddivisi seconda dei motivi per i quali si richiede l’ingresso.
Il visto per studio ha una validità che corrisponde al periodo necessario per la frequentazione del corso, questo deve essere dimostrato per mezzo di una documentazione specifica rilasciata dalla scuola o dall’ente presso cui si terrà il corso di studio.
Il visto per il ricongiungimento familiare di cittadini stranieri dura per un anno partire dalla data del suo rilascio, questo genere di visto per stranieri viene concesso ai cittadini stranieri che ottengono il un nulla osta al ricongiungimento familiare.
Il visto per lavoro viene rilasciato ai cittadini stranieri per i quali il datore di lavoro regolarmente residente in italia presentare a proprio nome una richiesta di nulla osta per il lavoro presso lo sportello unico per l’immigrazione presente nella provincia di riferimento al luogo dove si svolgerà l’attività lavorativa.
Solo una volta ottenuto il nulla osta dallo sportello unico per l’immigrazione il visto per lavoro verrà autorizzato.
Nei casi si abbia necessità di ottenere un visto per lavoro autonomo è necessario presentare i requisiti professionali e morali necessari per svolgere analoga professione al pari di un qualsiasi altro cittadino italiano che svolga lo stesso tipo d professione.
Anche in questo caso è necessario ottenere un permesso di soggiorno che dovrà essere rinnovato presso la questura competente almeno 60 giorni prima della scadenza, in modo che la questura possa verificare le condizioni previste dalla legge del cittadino straniero.
Una volta entrati in italia le motivazioni per cui si desideri continuare a resta nel paese possono variare con il tempo ed il variare degli obbiettivi per cui si intende rimanere in italia.
In questi casi quando dovremo rinnovare il permesso di soggiorno potremo variare la tipologia di permesso in modo che questo soddisfi in modo più adeguato al prolungamento della permanenza in italia.
Per effettuare una conversione del permesso di soggiorno è necessario rivolgersi presso lo sportello unico per l’immigrazione della prefettura territoriale competente, la risposta dell’ente preposto deciderà se accettare la conversione facendo riferimento alla disponibilità delle quote di ingresso previste dal decreto flussi.
Per il permesso di soggiorno rilasciato per motivi di studio può essere richiesta la conversione in un permesso di soggiorno per attività lavorative di vario genere.
Avendo già un permesso di soggiorno per lavoro stagionale è possibile richiedere la conversione in un permesso di soggiorno per un lavoro continuativo a patto che si abbia un contratto di lavoro di almeno un anno.
In casi particolari il visto per entrare in italia può essere richiesto direttamente anche presso la frontiera purché si soddisfi precisi criteri che fanno riferimento a leggi specifiche sia italiane che in base all’accordo di schengen.
Di seguito elenchiamo alcuni casi in cui è prevista la deroga alla possibilità di richiedere un visto di ingresso in italia direttamente alla frontiera:
Documentazione giustificativa che dimostra l’esistenza di motivi eccezionali per cui è necessario l’ingresso nel paese oltre alla motivazione per la quale non è stato possibile fare richiesta anticipatamente.
La necessità di transitare in italia per fare ritorno nel proprio paese di origine, in questi casi in cui si fa richiesta di visto direttamente alla frontiera è prevista la possibilità di derogare l’obbligo di disporre di un’assicurazione sanitaria in tutti quei casi in cui non è disponibile al valico di frontiera di riferimento.
Si deve comunque tenere conto che un visto rilasciato alle frontiere non da gli stessi diritti di un visto regolarmente richiesto presso le ambasciate o ai consolati.
I visti rilasciati le frontiere per casi eccezionali autorizzano il titolare ad un periodo di soggiorno per una durata massima di quindici giorni, nei casi in cui il vostro sia richiesto solo per avere il transito presso il proprio paese di origine o altri paesi la durata del soggiorno corrisponde solo al tempo necessario per arrivare nei paesi di destinazione.

Luigi Ferraris: Terna, siglato accordo con Snam per la convergenza elettricità – gas

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

Il 1° marzo 2019, Terna e Snam hanno sottoscritto un memorandum d’intesa, finalizzato a mettere a fattore comune le proprie rispettive competenze a favore della transizione energetica. Luigi Ferraris, AD e DG di Terna e Marco Alverà, AD di Snam, hanno evidenziato l’importanza di un simile accordo di collaborazione in questo particolare periodo, che si caratterizza per un importante cambiamento del sistema energetico in direzione di un sempre maggiore apporto da parte delle fonti rinnovabili.

Luigi Ferraris, amministratore delegato Terna

Terna sempre più protagonista della transizione energetica: Luigi Ferraris firma accordo con Snam

È sicuramente una buona notizia quella annunciata da Terna lo scorso 1° marzo. La società, amministrata da Luigi Ferraris, ha infatti siglato un accordo con Snam con l’obiettivo di accompagnare la transizione energetica, puntando su innovazione, ricerca e sviluppo. L’intesa, siglata in concomitanza con un workshop sui sistemi energetici organizzato dalle due società, prevede lo sviluppo di scenari energetici nazionali ed europei condivisi, per l’elaborazione dei rispettivi piani decennali d’investimento. Verranno inoltre valorizzate le convergenze tra sistema gas e sistema elettrico, con una significativa riduzione dell’impatto ambientale. L’AD e DG di Terna , Luigi Ferraris, ha dichiarato che “il sistema elettrico sta vivendo un momento di cambiamento determinante caratterizzato da una transizione energetica che coinvolge tutto il settore e per la quale ognuno è chiamato a fare la sua parte”.

Luigi Ferraris: Terna, ricerca, sviluppo e innovazione

Al fine di puntare a un utilizzo delle risorse sempre migliore, l’accordo siglato tra Terna e Snam prevede iniziative di ricerca e sviluppo legate all’impiego delle fonti rinnovabili nella produzione di energia. Sul fronte dell’innovazione, inoltre, la società guidata da Luigi Ferraris punterà assieme a Snam sulla sperimentazione e lo sviluppo di nuove tecnologie finalizzate all’analisi e monitoraggio delle infrastrutture, all’analisi idrogeologica dei territori, al monitoraggio dei cantieri e all’ottimizzazione delle reti elettriche e delle reti gas. La collaborazione, come ha evidenziato lo stesso vertice di Terna, Luigi Ferraris, rafforza ulteriormente l’impegno della società “quale protagonista e fattore abilitante della transizione in atto”.