Appartamenti in vendita, l’Istat conferma il calo dei prezzi

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Casa e Giardino, Economia

Uno degli aspetti maggiormente rilevanti per il comparto immobiliare nel 2017 è certamente quello del calo generalizzato dei prezzi delle abitazioni, che ha dato un impulso notevole alla crescita della domanda. A confermarlo non è solo la convenienza dei prezzi degli appartamenti in vendita a Taranto proposti da Immobiliare Cambio Casa ma direttamente l’Istat.

Secondo le stime preliminari dell’Istituto Nazionale di Statistica, l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie è sceso dello 0,5% nel terzo trimestre 2017 rispetto a quello precedente, e dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2016. A giustificare l’ampliamento di questo calo, è da un lato la diminuzione dei prezzi delle abitazioni esistenti su base annua (-1,3%, da 0,5% del trimestre precedente), dall’altro i prezzi delle nuove abitazioni che crescono dallo 0,3% al 0,6%.

A questo si aggiunge la crescita del numero di immobili residenziali compravenduti che, secondo i dati dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, è pari a +1,5% rispetto al terzo trimestre del 2016.

Su base congiunturale, invece, a determinare la flessione dell’IPAB è unicamente il calo dei prezzi delle abitazioni esistenti (-0,7%), a differenza di quelli delle nuove abitazioni che segnano un +0,3%. Sempre secondo l’Istat, se consideriamo i primi tre trimestri del 2017, i prezzi delle abitazioni sono diminuiti dello 0,4% rispetto allo stesso periodo del 2016, sintesi di un modesto aumento delle nuove abitazioni (+0,1%) e della diminuzione di quelli esistenti (-0,6%).

Che tu sia un venditore oppure un acquirente, fare affari sarà sempre possibile se ti rivolgi alla professionalità e alla competenza dell’agenzia immobiliare a Taranto Cambio Casa, che ti invita a scoprire le sue tantissime offerte e soluzioni interessanti.

Acronis annuncia la partnership con Plesk

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

La partnership Acronis-Plesk assicura ai provider di web hosting l’opportunità di incrementare il reddito medio per utente e di ridurre le chiamate all’assistenza, permettendo ai professionisti web e agli amministratori IT di ripristinare i propri dati.

Acronis, leader globale nella Data Protection per il cloud ibrido e nello storage, ha annunciato oggi che Plesk, piattaforma WebOps leader del settore, integra ora Acronis Backup Cloud nella propria piattaforma di gestione web e nel pannello di controllo, assicurando così ai provider di servizi di hosting e cloud un metodo semplice per eseguire il backup dei server Plesk e consentendo ai professionisti web e agli amministratori IT di ripristinare i propri dati.

Per proteggere i server Plesk, i Service Provider devono soltanto installare l’agent Acronis Backup Cloud sui propri server fisici e sulle macchine virtuali e aggiungere l’estensione Acronis Backup Cloud all’interfaccia utente Plesk.

Acronis Backup Cloud è una potente soluzione cloud ibrida di backup-as-a-service, sviluppata specificamente per i Service Provider. Assicura una protezione aziendale completa e consente agli utenti di memorizzare i dati a livello locale, nel cloud Acronis, o nel datacenter del Service Provider. Fa parte della piattaforma Acronis Data Cloud, che include anche disaster recovery, storage e servizi di sincronizzazione e condivisione dei file.

L’integrazione di Acronis Backup Cloud con Plesk apporta infiniti vantaggi ai professionisti web e ai Service Provider, come ad esempio i seguenti:

  • I Service Provider possono eseguire backup completi dell’immagine server, archiviarli nel cloud Acronis e utilizzare i file di backup per il disaster recovery o la migrazione del server.
  • I backup dei server sono visibili nella UI Plesk e consentono agli amministratori di sistema di eseguire i backup, gestire lo spazio di backup e offrire funzionalità self-service ai clienti su base tariffaria.
  • I professionisti web possono utilizzare l’interfaccia utente Plesk a cui sono abituati per ripristinare i propri ambienti server, i file, le email e i database in modo sicuro.

La sicurezza dei siti è una preoccupazione crescente I criminali informatici sfruttano infatti le vulnerabilità dei siti web per inserirvi del codice dannoso e diffondere così i malware, rendendo difficile per questi siti web liberarsi dai malware stessi.

I file possono inoltre venire eliminati involontariamente o smarriti a seguito della sospensione di un account. Ciò rende il backup l’unico metodo affidabile per garantire la disponibilità del sito ed evitare perdite permanenti di dati.

“I professionisti del web comprendono l’importanza della protezione dei loro siti, ma sono spesso spaventati dalla complessità delle soluzioni tradizionali. Acronis Backup Cloud affronta direttamente questo problema con una soluzione semplice, attivabile in un clic. Una volta abilitata, i clienti in hosting possono eseguire il ripristino granulare self-service di un sito web o di singoli file, caselle postali e database senza rivolgersi all’assistenza”, ha dichiarato John Zanni, Presidente di Acronis.

“La partnership con Acronis ci consente di offrire la migliore soluzione di backup cloud al mondo a milioni di utenti Plesk. Backup e ripristino non sono più un’opzione per i siti web ma una imprescindibile necessità”, afferma Nils Hueneke, CEO di Plesk.

Per ulteriori informazioni sull’integrazione di Acronis Backup Cloud in Plesk, visita: https://www.acronis.com/it-it/cloud/service-provider/platform/integrations/plesk/

Il primo “Divano Smart” di Miliboo presentato al CES 2018 di Las Vegas

Scritto da ZenzCom il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Miliboo Connected

Las Vegas, 23/01/2018Miliboo ha da poco concluso con successo la sua seconda partecipazione consecutiva al CES di Las Vegas (9-12 gennaio 2018), evento di caratura internazionale in cui vengono presentate al mondo le ultime novità e le innovazioni più recenti in materia di tecnologia.

Quest’anno l’azienda mobiliera francese ha presentato al grande pubblico di esperti e appassionati del settore hi-tech il suo rivoluzionario divano “Smart Sofa”, capace di offrire un’esperienza di entertainment domestico unica nel suo genere.

Il nuovissimo divano smart di Miliboo è dotato di un touchscreen integrato che permette di usufruire con un semplice tocco dei propri contenuti audio e video preferiti e che, al tempo stesso, è in grado di integrarsi coi sistemi di domotica per fungere da postazione di controllo per sistemi di illuminazione, climatizzazione, sicurezza e non solo. Le tecnologie delle case di oggi sono sempre più interconnesse e lo Smart Sofa di Miliboo è stato accolto con notevole interesse da parte del pubblico del CES 2018, proprio per via della sua ampia compatibilità e capacità di integrazione.

Mentre ci si rilassa davanti alla TV l’ultima cosa che si ha voglia di fare è doversi alzare, e lo Smart Sofa di Miliboo ha pensato anche a questo: gli ampi braccioli permettono di appoggiare diversi oggetti e, integrati in essi, oltre al touchscreen di cui sopra si trovano un dispositivo di ricarica wireless per dispositivi mobili e un telecomando universale.

Ma l’innovatività del prodotto non si esaurisce qui. Il divano permette anche di vivere un’esperienza sensoriale in 4D immergendosi completamente nei contenuti audiovisivi: le immagini tridimensionali provenienti dagli schermi delle moderne televisioni 3D si coordinano con le sedute vibranti, gli altoparlanti integrati, gli amplificatori sonori e la retroilluminazione a LED del divano, dando origine a una fruizione immersiva e senza precedenti.

«Ci auguriamo che questo divano smart possa semplificare la vita quotidiana dei suoi utilizzatori di tutte le età, rendendo la casa connessa una realtà accessibile a tutti» ha dichiarato Guillaume Lachenal, fondatore e presidente di Miliboo dal 2007 nonché mente creatrice dello Smart Sofa.

Lo Smart Sofa verrà proposto in diverse versioni: poltrona, divanetto a due posti, divano a tre posti lineare e divano angolare da cinque posti, rivestiti in vera pelle o in tessuto e disponibili in differenti colori. Grande è l’attenzione dedicata da Miliboo alle finiture e al design di questi mobili per il salotto, in cui tecnologia ed estetica vanno di pari passo.

Tende a pannello

Scritto da fabio schiavi il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Vasta gamma di tende a pannello

Un assortimento incredibile ai migliori prezzi…

Scopri la nostra gamma di tende a pannello, postrai scegliere tra una vasta gamma di colori e modelli.

Speziando dalle tende a pannello tinta unita alle tende a pannello jacquard, per finire con le lavorate e stampate.

Da noi potrai soddisfare tutte le tue esigenze in stile e coordinati.

visita subito il nostro sito www.shopcentroscampoli.com oppure passa direttamente a trovarci in negozio. Saremo lieti di aiutarti nella scelta migliore per il tuo ambiente.

Scegli oggi le nostre tende a pannello e approfitta del prezzo speciale di solo 13,50€ al pannello.

Ti aspettiamo!

Centro Scampoli srl

www.centroscampoli.com

www.shopcentroscampoli.com

 

Breil ti regala la bellezza!

Scritto da Binda il . Pubblicato in Aziende, Beauty & Wellness, Moda

I gioielli BREIL ti regalano €50 in prodotti di bellezza a fronte di un acquisto di un gioiello Breil di €50 sul sito ufficiale o in negozio.

Per tutto il mese di Febbraio, chi acquisterà gioielli Breil per un valore di almeno 50 euro, riceverà una gift card con un codice valido per uno sconto di 50 euro da utilizzare per l’acquisto di prodotti Barò Cosmetics.
Rigorosamente made in Italy, caratterizzati da un’altissima qualità e totalmente naturali, i prodotti Barò utilizzano i principi attivi estratti dall’uva Nebbiolo, dalla quale si ottiene il vino Barolo.
La promozione è valida sia per acquisti effettuati in negozio, sia on line sul sito www.breil.com.

Settimana di scambi sull’agricoltura sostenibile

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Economia, Istruzione

Frutto dell’impegno che l’Istituto “Fiani Leccisotti” di Torremaggiore (FG) sta dedicando all’innovazione dell’impresa e della lungimiranza del preside prof. Giancarlo Lamedica, un gruppo di giovani studenti è in stage in Romagna nell’ambito di un percorso formativo sulla Permacultura, organizzato da Assoform Rimini, in collaborazione con le Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC).  La gestione e il coordinamento delle Attività Formative sono supportati dai docenti  prof. Antonio Brescia, prof.ssa Teresa Marangi, prof.ssa Lorena Di Gennaro e prof.ssa Filomena Manna che sostengono gli studenti in questa opportunità per sperimentare la loro professionalità di futuri imprenditori in un Territorio in cui ospitalità, cultura, prodotti tipici e ambiente, fanno di questa regione un prezioso laboratorio didattico.

“Nuove tecnologie e pratiche agronomiche sostenibili stanno cambiando l’agricoltura – sottolinea Fausto Faggioli –  e i giovani agricoltori saranno i futuri ambientalisti di un’Europa in cui tracciabilità del prodotto, sostenibilità e produzione di alimenti sicuri e di qualità saranno caratteristiche essenziali. Nostro compito è rafforzare la collaborazione tra il mondo della Scuola e il settore delle Imprese, puntare ad una maggior capacità di condividere i progetti che, associata ad un uso più efficiente delle risorse, favorirà la creazione di posti di lavoro, portando vantaggi ai settori tradizionali e alle zone rurali, restituendo il ruolo di protagonisti.”

“Lo stage – prosegue Gianluigi Bonini, Assoform Rimini – prevede incontri con le imprese più significative del Territorio, occasioni in cui i ragazzi avranno la possibilità di ascoltare, proporre idee, confrontarsi per riflettere sulle proprie capacità e approfondire i temi di studio affrontati, lavorando sulle più avanzate tecniche.”

“In questo periodo di stage – continuano i professori Antonio Brescia, Teresa Marangi, Lorena Di Gennaro e Filomena Manna – i ragazzi mettono in atto un processo di scambio fra esperienze, partendo dalla realtà foggiana, con l’obiettivo di confrontarsi con nuove formule di economia sostenibile, che converte i processi produttivi in chiave sempre più green come percorso per rilanciare il nostro sviluppo. Quindi lavori nuovi in cui  i giovani  potranno riconoscere e utilizzare le risorse di un territorio, quello pugliese, che ha molto da offrire, grazie alla vastità dei suoli e al clima favorevole.”

Interessante l’incontro con la Cooperativa del Bidente (FC), nata nel 1948 per fornire le risposte più adeguate al mondo agricolo. “I giovani – aggiungono Elisabetta Zani, presidente della Cooperativa e Ido Bezzi direttore – sono una delle forze positive e dinamiche del nostro Paese per questo crediamo in loro e grazie all’agricoltura e a colture innovative sono tantissimi i ragazzi che hanno deciso di impegnarsi nelle campagne, riconoscendone  l’utilità sociale, ambientale ed economica per la collettività.”

Conclude il gruppo di studenti: “Siamo venuti in Romagna per svolgere uno stage che ci porti a conoscere nuove realtà imprenditoriali operanti nei territori rurali, modelli  innovativi indispensabili per arricchire l’economia locale, lavorando sinergicamente in rete, in maniera da creare e stimolare il senso di appartenenza al proprio territorio. Pertanto l’eco-innovazione tecnologica e sistemica deve diventare il fulcro della trasformazione delle nostre campagne per offrire una migliore qualità della vita e un più sostenibile utilizzo delle risorse.  Il nostro progetto si chiama “Permacultura” e tratta della salvaguardia e della sostenibilità dell’ambiente. Ci è stato illustrato il territorio e il tessuto economico della Romagna in relazione a Confindustria, fra le maggiori associazioni nazionali. Inoltre, l’incontro si è basato sulla ricerca attiva del lavoro e sugli sbocchi professionali inerenti al processo di trasformazione dei vari prodotti.”

Mutui: ecco a confronto i tassi italiani ed europei alle soglie delle elezioni

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Economia

Il mercato dei mutui per l’acquisto della casa è arrivato alle soglie di un importante periodo che, con ottima probabilità, segnerà una svolta rilevante. Dopo mesi e mesi di tassi calmierati, anche e principalmente per effetto della politica economica della BCE, indipendentemente dalla riconferma o meno del quantitative easing voluto da Mario Draghi gli Istituti di credito (così come i consumatori), stanno prendendo le loro contro misure. Facile.it e Mutui.it hanno deciso di puntare l’attenzione su quello che sta accadendo ai tassi – fisso e variabile – applicati dalle banche non solo in Italia, ma anche in molte altre parti del mondo e, numeri alla mano, gli effetti sono evidenti.

Rispetto alla stessa analisi svolta lo scorso settembre, in Italia si è ridotto in maniera importante sia il valore del tasso fisso sia di quello variabile; alla fine dell’estate le migliori offerte, per il fisso, si muovevano nel range compreso fra il 2,01% ed il 2,08% mentre oggi chi decide di indicizzare in questa maniera il proprio mutuo ottiene senza troppe difficoltà fino all’1,85%. Discorso omologo per il tasso variabile che a settembre 2017 era generalmente compreso tra l’1,03% e l’1,10% e, a gennaio 2018, ha sul mercato offerte pari allo 0,94%.

«I Paesi dell’eurozona stanno vivendo da tempo un periodo di relativa tranquillità tanto politica quanto monetaria e questo ha fatto in modo che i tassi di interesse siano rimasti bassi.» ha dichiarato Ivano Cresto, responsabile mutui di Facile.it «L’esito delle urne italiane e le conseguenze del voto italiano su base europea saranno importanti per capire se questa pax economica potrà continuare tranquillamente o meno.»

Allargando l’orizzonte dell’analisi anche agli altri mercati europei si vede come le indicizzazioni del tasso fisso vadano dall’1,50% della Spagna al 4,68% della Grecia mentre per il variabile nessuna nazione ha tassi migliori di quelli italiani e le offerte variano fra lo 0,95% francese e l’1,45% austriaco.

Uscendo dall’area euro, l’analisi di Facile.it e Mutui.it ha considerato anche i valori di Regno Unito e Stati Uniti d’America. Nel primo caso il tasso fisso è oggi offerto a 4,50% (era 4,20% a settembre 2017), mentre il variabile è passato, nello stesso periodo, dal 3,30% al 3,60%. Negli USA le migliori offerte per il tasso fisso sono salite dal 3,38% al 3,67%; quelle per il variabile, invece, rimangono più favorevoli anche in questo caso e si attestano al 3,15%.

*Ipotesi considerata: Valore immobile 180.000 euro, valore mutuo 120.000 euro, durata finanziamento 20 anni. Calcoli effettuati l’11 gennaio 2017
* Indice di riferimento Euribor 6mesi
* I tassi fanno riferimento al valore medio nazionale e non sono legati a un preciso piano di finanziamento.

Autostrade, la logistica italiana si scatena contro il caro-pedaggi

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Automobili, Aziende, Economia

Il rincaro dei pedaggi autostradali sembra ormai essere diventato una consuetudine che puntualmente si presenta ogni anno. L’ennesimo aumento scattato lo scorso 1° gennaio, se da un lato non può far contenti gli automobilisti italiani, dall’altro ha fatto letteralmente infuriare la classe degli autotrasportatori e le imprese del trasporto bisarca, dando vita a una nuova protesta del comparto.

Quello che si registra da nove anni è un trend al rialzo che si traduce in un aumento sistematico dei prezzi dei servizi autostradali: nel 2018 l’incremento medio delle tariffe è pari al 2,74% sull’intera rete nazionale, con punte che superano addirittura il 52% (è il caso della tratta Aosta Ovest-Morgex).

Se analizziamo nel dettaglio l’incidenza di tale fenomeno sulla vita delle imprese italiane della logistica, è possibile comprendere meglio la drammaticità della situazione. Il costo dei pedaggi autostradali, infatti, incide per circa il 12% sui costi di gestione di un mezzo pesante: una percentuale notevole che va considerata assieme ad altri costi di produzione elevati come assicurazione, carburanti e costo del lavoro.

A formalizzare la protesta sono Anita e Confartigianato Trasporti, che sottolineano  come i rincari abbiano interessato proprio alcune tratte strategiche della logistica nostrana, come ad esempio l’asse autostradale Est-Ovest e la tratta per Genova. Entrambe le associazioni di categoria, inoltre, concordano sull’inspiegabilità della decisione di aumentare le tariffe da parte delle società autostradali, alla luce degli incrementi del traffico registrati negli ultimi anni, e soprattutto sui riflessi negativi di tali misure sulla crescita economica e la competitività delle imprese dell’autotrasporto italiano.

Rete #Welfare Alto Adige/Südtirol, le opinioni di General Cessioni

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Economia

General Cessioni focalizza le proprie recensioni sull’iniziativa di RetImpresa, tesa a favorire la nascita e il decollo della condivisione tra le aziende dei servizi di welfare dedicati ai propri dipendenti.

General Cessioni

General Cessioni, opinioni sul progetto di RetImpresa

Si fanno sentire gli effetti del nuovo CCNL del settore metalmeccanico. RetImpresa, associazione che fa parte della galassia di Confindustria, in quest’ottica ha dato l’avvio a un percorso di sostegno alle aziende, dedicato a favorire la creazione di reti di imprese nella condivisione reciproca dei servizi di welfare aziendale. Partita a maggio, l’iniziativa al centro delle recensioni e opinioni di General Cessioni, Rete #Welfare Alto Adige/Südtirol, si inserisce proprio in questo contesto, aperta alle aziende locali. Sino a oggi le imprese che hanno aderito sono una decina, di diverse dimensioni e ambiti di attività: tra queste rientrano Loacker, Birra Forst, Intercable, Ecorott, Aquaeforst e Röchling Automotive Italia. Nella regione il network interessa più di 2700 dipendenti, realizzato in partnership con Assoimprenditori Alto Adige e la società Willis Towers Watson. Quest’ultima ha realizzato una piattaforma grazie alla quale i lavoratori potranno scegliere in autonomia i benefits a loro più congegnali. L’offerta è molto ampia, comprensiva di tutte le categorie previste dalla normativa come proposte per il tempo libero, servizi sanitari, carrello della spesa, assistenza ai familiari, rimborso spese scolastiche e sostegno per la non autosufficienza. Nel frattempo, rende noto nelle sue recensioni General Cessioni, l’accoglienza delle aziende è stata positiva, così come evidenziato dalle parole di Mirco Marchiodi, Responsabile del Centro Studi di Assoimprenditori Alto Adige. Un’esperienza che secondo il parere dell’esperto è stata infatti in grado di coinvolgere: “Realtà molto diverse tra loro per settore e per dimensioni: si va, infatti, dalla piccolissima azienda con meno di 10 dipendenti, alla grande multinazionale con oltre 500 collaboratori”.

Compravendita aziendale: i servizi di General Cessioni

Nata a Milano negli anni ’80, General Cessioni identifica il suo core business nella fornitura di servizi dedicati a tutti coloro che sono alla ricerca di un immobile aziendale o desiderano cederlo. Promotrice della vendita di attività di natura commerciale, artigianale, industriale, turistica e alberghiera, opera sul mercato attraverso una struttura altamente dinamica e il rispetto dei valori di trasparenza e protezione dei dati sensibili dei clienti. I suoi esperti, specializzati e qualificati nei diversi settori, intervengono con strategie di ricerca e consulenza strutturate sulle necessità di ogni caso specifico. A contatto con una rete di compratori esteri e nazionali che vanta oltre un milione di contatti, grazie all’esperienza trentennale General Cessioni è la società leader nel settore. Il ventaglio di servizi offerti include assistenza nella ricerca di soci per joint venture e partnership, perizie tecniche e affiancamento costante nell’intero percorso di compravendita, sino alla stesura dell’atto notarile. Grazie alla collaborazione con diversi quotidiani, quali Il Sole 24 Ore e Il Giornale, promuove la vendita delle attività e analizza i diversi comparti economici restituendo opinioni e recensioni proprie.

IDP lancia la 47° edizione del MASTERCLASS in FINANZIAMENTI EUROPEI ed EUROPROGETTAZIONE dal 10 al 13 APRILE 2018 a BRUXELLES

Scritto da IDPbruxelles il . Pubblicato in Industria, Istruzione, Mercati

Il MasterClass, organizzato in collaborazione con l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la Promozione all`Estero e lnternazionalizzazione delle Imprese Italiane (ICE), trasferisce nozioni e pratica sulla metodologia di progettazione basata su oltre venti anni di esperienza, con un approccio pratico e diretto.
I partecipanti avranno l’occasione di approfondire i principi di funzionamento dei programmi europei e le regole per sviluppare una proposta di successo.

Il Master Class prevede un workshop di progettazione durante il quale i partecipanti sono guidati nello sviluppo di una proposta progettuale. Il training è completato da materiale didattico aggiornato, guide ai finanziamenti europei e un servizio di assistenza on-line nelle settimane successive al corso.
IDP European Consultants è una società italiana presente a Bruxelles dal 1991, esperta in progettazione e finanziamenti europei e nella gestione di progetti finanziati dai vari programmi europei quali Horizon 2020, Life, Erasmus Plus, COSME.

Il MasterClass, interamente in italiano, si svolge a Bruxelles: al seguente link i dettagli sulla prossima edizione e sul programma-masterclass-47

Per maggiori dettagli sul Master Class, sugli eventi, gli altri progetti e tutti i servizi offerti, contattaci:
bruxelles@idpeuropa.com o vai sul sito: http://idpeuropa.com/master-class/

Il Formulario di Iscrizione alla 47a edizione del MasterClass e’ disponibile qui