Incentivi autotrasporto: in Gazzetta ufficiale pubblicato il decreto

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende, Economia

Rilanciare il comparto della logistica puntando sull’ammodernamento tecnologico del parco mezzi e sullo sviluppo del trasporto intermodale. Sono questi i principali presupposti del decreto che stabilisce lo stanziamento di 39,5 milioni di euro riservati all’autotrasporto pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Gli incentivi sono destinati alle imprese trasporto merci in conto terzi regolarmente iscritte al Ren e all’Albo Autotrasporto, e dimostrano la volontà del Governo di voler dare un chiaro segnale di sostegno all’intera categoria. La necessità di aumentare il livello di competitività di un settore così importante passa soprattutto attraverso una maggiore efficienza intesa sia da un punto di vista veicolare che da quello della dislocazione delle merci. Nel dettaglio, il D.M. stabilisce quali sono le tipologie di investimento interessate dagli incentivi, nonché i rispettivi importi.

Si parte anzitutto dal rinnovamento tecnologico del parco mezzi con 10,5 milioni di euro destinati all’acquisto di nuovi di massa complessiva da 3,5 T a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG e elettrica; 14,5 milioni sono invece destinati all’acquisto di nuovi rimorchi e semirimorchi per il trasporto combinato ferroviario e marittimo, nonché di quelli per autoveicoli specifici superiori a 7 T destinati a trasporti in regime ATP.

Altri 10 milioni di euro sono riservati alla rottamazione di veicoli pesanti da 11,5 T in su con l’acquisto contestuale di nuovi mezzi di pari massa appartenenti alla categoria euro VI; poco più di 1 milione di euro, infine, è l’incentivo riservato all’acquisizione di rimorchi e semirimorchi porta casse finalizzata a favorire differenti modalità di trasporto. È ammessa per ciascuna impresa un importo massimo di 700 mila euro per acquisti avvenuti tra il 2 agosto 2017 e il 15 aprile 2018.

Le domande per richiedere i contributi devono essere presentate a partire dal 18 settembre 2017 e sempre fino al 15 aprile 2018 esclusivamente in via telematica. Per informazioni più dettagliate è sufficiente consultare il sito del MIT alla sezione “Incentivi e Contributi”.

Indubbiamente, gli incentivi rappresentano una misura molto importante che non può non interessare direttamente anche un settore specifico come il trasporto autoveicoli, da sempre alle prese con l’esigenza di diversificare le modalità di collocamento delle vetture trasportate.

Esab REBEL EMP 215: molto più di una semplice saldatrice

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

Quando abbiamo affrontato il tema saldatura in precedenza ci siamo spesso soffermati su differenti modelli di macchine per officina dedicate a questo particolare tipo di mansione, ciascuna con caratteristiche tecniche diverse ma tutte di altissima qualità. Ma la macchina sulla quale ci concentreremo in questo articolo è davvero eccezionale ed unica nel suo genere, perché semplicemente non esistono sul mercato altre simili che la possano eguagliare.

Rebel EMP 215 è molto più di una semplice saldatrice, perché è a tutti gli effetti un sistema di saldatura multi-processo che si adatta a qualsiasi tipo di materiale, di alimentazione e di processo. Le sue caratteristiche la rendono infatti una macchina semplicemente universale: che si tratti di saldature a MIG, a filo animato, ad arco con elettrodi rivestiti (anche gli elettrodi cellulosici 6010) o a Lift TIG, essa è in grado di lavorare in maniera efficiente e sempre con risultati eccellenti.

Innanzitutto, Esab Rebel è una saldatrice dotata di tecnologia all’avanguardia adatta sia per chi ha esperienza in officina, sia per chi è alle prime armi, in virtù della sua funzione sMIG (SmartMIG). Per i più esperti, il controllo esclusivo e integrato dell’arco monitora costantemente la saldatura e adatta la macchina per saldature di altissima qualità; per i neofiti invece, è disponibile una modalità di base che semplifica la configurazione, rendendo in questo modo il lavoro meno proibitivo di quanto si pensasse.

Rebel, inoltre, è una macchina estremamente intelligente perché l’unica in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di materiale e con qualsiasi tipo di alimentazione: 120 V, 230 V o anche in caso di gruppo elettrogeno non esiste alcun tipo di problema! Questa saldatrice multi-processo è anche pratica e utilizzabile ovunque vi troviate perché facilmente trasportabile (in officina, sul campo o in sito), ma è anche robusta e in grado di resistere a livelli di usura elevati. Tutto questo grazie alla sua struttura monoblocco, a una roll-bar a cinque impugnature e a un livello di protezione IP23S.

Insomma, per chi è alla disperata ricerca di un prodotto multifunzionale in grado di saldare qualsiasi materiale nelle più disparate condizioni, la saldatrice multiprocesso Esab Rebel EMP 215 è l’unica sul mercato con questo tipo di caratteristiche, accompagnata anche da una garanzia completa di 3 anni. Per sapere di più sulle sue caratteristiche tecniche visita la pagina che Tecnopuglia le ha riservato all’interno di questo negozio online.

Il GAL L’ALTRA ROMAGNA PRESENTA LE PROPRIE ATTIVITÀ E I PROPRI BANDI NELL’INCONTRO PUBBLICO DI SARSINA

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Aziende, Locale

Il Gal L’Altra Romagna, in accordo con l’amministrazione comunale di Sarsina, organizza un incontro pubblico per presentare al territorio le attività previste nella propria Strategia di Sviluppo Locale e i primi bandi attivati.

L’incontro, aperto a tutti gli interessati e alla cittadinanza , è fissato a lunedì 7 agosto 2017 ore 21 a Sarsina presso la Sala Conferenze del centro culturale, in viale Roma, 24.

In particolare saranno illustrate, dal Presidente Bruno Biserni e dal Direttore Mauro Pazzaglia, le opportunità previste dal bando pubblico Azione 6.4.01 “Creazione e sviluppo di agriturismi e fattorie didattiche” all’interno della Misura 19 del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia Romagna, con scadenza dei termini di presentazione delle domande fissate al 3 novembre 2017.

L’aliquota di sostegno del finanziamento è compresa tra il 40 e il 50% della spesa ammissibile.Tale bando stanzia 1.000.000 € di risorse da destinare su tutto il  territorio rurale di competenza, costituito da 20 Comuni della Provincia di Forlì-Cesena e 5 Comuni della Provincia di Ravenna.

Il bando è rivolto agli imprenditori agricoli dei Comuni della Provincia di Forlì-Cesena e Ravenna ricadenti in area GAL.

I beneficiari del finanziamento sono gli imprenditori agricoli singoli e associati ricadenti nel territorio dei 25 Comuni di competenza del Gal L’Altra Romagna all’interno del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna 2014-2020, tra cui nell’area cesenate sono presenti: Bagno di Romagna,Borghi, Mercato Saraceno, Montiano, Roncofreddo, Sarsina, Sogliano al Rubicone e Verghereto.

Il bando è consultabile su sito www.altraromagna.it.

L’incontro vedrà la partecipazione anche della BCC di Sarsina, rappresentata dal Presidente Ing.Mauro Fabbretti, che interverrà sulle tematiche legate al sostegno finanziario ed economico all’agricoltura.

Al termine della serata, verrà offerto un piccolo buffet, grazie al gentile contributo della BCC di Sarsina.

La cittadinanza è invitata.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

Kit completo Mace Pepper Gun 2 nera con fondina: un’altra esclusiva di Sprayantiaggressione.it

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende, Lifestyle

La difesa personale non è mai stata così semplice ed efficace da quando Sprayantiaggressione.it ha lanciato la nuova Pepper Gun 2 nera della Mace, la pistola spray al peperoncino che puoi trovare in Italia solo all’interno di questo negozio online. Un prodotto di autodifesa unico sul mercato che l’azienda americana ha voluto rendere ancora più potente e funzionale rispetto alla tradizionale pepper gun.

In precedenza avevamo già elencato le caratteristiche di questo prodotto in grado di coniugare robustezza e maneggevolezza, nonché una maggiore precisione per via di un getto conico ristretto che consente di colpire il bersaglio in maniera semplice e veloce anche di notte (grazie al Led visione notturna di cui è dotato). La nuova Pepper Gun Mace 2 nera, inoltre, si presenta rinnovata anche nel design: la sua forma che la rende simile a una pistola funge come deterrente in grado di scoraggiare e intimorire i più malintenzionati.

Ma sarebbe davvero un peccato non avere sempre con sé uno strumento di difesa personale così altamente efficace: per questo Sprayantiaggressione.it propone ai suoi visitatori il kit completo del prodotto, comprensivo di apposita fondina. Di colore nero, questo accessorio è fondamentale per avere il prodotto sempre a portata di mano e, soprattutto, per un utilizzo più comodo e diretto.

Il kit completo della pistola spray peperoncino Mace Pepper Gun 2 nera, oltre alla praticissima fondina, comprende anche 1 ricarica OC al peperoncino (perfettamente adattabile anche alla versione precedente del prodotto), 1 ricarica test inerte all’acqua e una batteria per Led già inserita nel dispositivo.

Acquistare il kit, inoltre, conviene anche dal punto di vista economico con vantaggi sul prezzo di acquisto e sui costi di spedizione. Informati su questo negozio online e approfitta di questa proposta davvero irripetibile.

Skillpress: l’evoluzione del web to print made in Italy

Scritto da Skillpress il . Pubblicato in Aziende, Nuovo Sito Web

Skillpress, azienda nata dall’evoluzione della tipografia New Print, attiva dal 1988 con la stampa tradizionale offset, decide di specializzarsi nella stampa digitale: più flessibile nella produzione e in grado di garantire prodotti di altissima qualità a segmenti di mercato che stampano meno, ma più frequentemente. Per fare ciò si avvale della tecnologia di Hp Indigo, stampante con un sistema completo di strumenti e supporti con il più alto livello di qualità.

Dal 2011 Skillpress entra a far parte di DSCOOP Emea, una comunità indipendente di aziende e professionisti delle arti grafiche che utilizzano apparecchiature Hp e dalla quale trae costantemente ispirazione per innovare, diversificare e rendere competitivo il suo servizio. La continua ricerca di soluzioni avanzate, al fine di ottimizzare il rapporto con i propri clienti, unita ad un team composto da giovani professionisti e addetti qualificati, fanno di Skillpress un punto di riferimento di piccole e medie aziende, studi grafici, agenzie di comunicazione, editori, professionisti, enti. Il web to print semplifica la formulazione dei preventivi e degli ordini, ma “mantiene le distanze” tra cliente e fornitore; per accorciare tale distanza Skillpress offre servizi per rassicurare il cliente che ordina. Il motto che ama ripetere spesso Maurizio, uno dei fondatori di Skillpress, infatti è: “vendiamo un servizio allargato, non semplicemente carta stampata”. Uno degli strumenti più apprezzati a tal fine, è la “Copia Zero”, ossia una copia gratuita finita del prodotto ordinato, utile per verificare la qualità della stampa, la rilegatura e le finiture, in modo che il cliente possa toccare con mano la qualità dei prodotti, prima della realizzazione dell’intera tiratura. La copia zero è disponibile per i prodotti rilegati in brossura fresata, punto metallico e spirale metallica. I clienti possono usufruire dell’assistenza telefonica di un customer service.

La piattaforma Skillpress.it utilizza un’interfaccia userfriendly, un sistema, cioè, che risulta semplice da utilizzare anche per gli utenti più reticenti a servirsi del web. I clienti possono selezionare i prodotti di interesse, procedere alla preventivazione guidata ed eseguire l’ordine, inviando il file da stampare, il tutto online. Skillpress lavora continuamente per implementare e migliorare i meccanismi del portale.

Skillpress è specializzata nella stampa digitale online di cataloghi, libri, volantini, borse in carta, pieghevoli, brochure, biglietti da visita, locandine, ricevute fiscali, porta card e tanto altro ancora….ma se il prodotto non rientra tra quelli standard è possibile richiedere un preventivo personalizzato al fine di soddisfare tutte le esigenze dei clienti. Si avvale di un parco macchine dotato della tecnologia più flessibile e affidabile sul mercato, e garantisce un’esclusiva qualità di stampa e immagini estremamente realistiche.

Attenzione per il cliente, prodotti su misura, qualità dei materiali, prezzo conveniente, consegna in 24 ore: 5 buoni motivi per affidarsi al servizio di stampa digitale online offerto da Skillpress.

www.skillpress.it

Ferraris Terna, Semestrale: Abbiamo battuto le attese di mercato

Scritto da DailyFocus il . Pubblicato in Economia

Semestrale di Terna sopra le attese degli analisti, numeri in crescita per le principali grandezze del conto economico. Al giro di boa del 2017 la compagnia presenta un consistente aumento dell’utile netto e dei principali indicatori dell’efficienza operativa quali il Mol e il risultato operativo. Ne parliamo con l’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris.

luigi-ferraris-ad-terna

Luigi Ferraris, AD Terna: “Abbiamo battuto le attese di mercato e abbiamo consegnato risultati in crescita, compreso l’utile netto che è risultato in crescita dell’8%. Cosa c’è dietro questo miglioramento? C’è sicuramente una miglioramento della performance operativa, lo scorso anno Terna ha acquisito degli asset dalle Ferrovie consolidando un perimetro più ampio di reti di alta tensione e nel processo di integrazione ha conseguito anche dei risparmi mantenendo i ricavi fermi. Quindi questo ha portato un contributo sicuramente alla redditività operativa. Inoltre abbiamo beneficiato anche di un costo del debito più basso rispetto all’esercizio precedente. Complessivamente quindi abbiamo consegnato un 350 milioni di utile netto”.

Nei radar anche un miglioramento della politica dei dividendi.
“L’aspettativa rispetto a un possibile aumento dei dividendi parte innanzitutto da una situazione patrimoniale-finanziaria solida con margini di maggiore utilizzo della risorsa finanziaria e quindi di possibilità di investire in crescita e quindi rendere partecipi i nostri azionisti a questa crescita. Attualmente abbiamo una dividendo policy che è basata su un valore, non c’è una percentuale applicata all’utile netto ma c’è’ un valore assoluto al quale è stato associato una ipotesi di crescita del 3% annuo. I numeri li dovremmo svelare a marzo dell’anno prossimo quando presenteremo il piano industriale”.

Sulla distribuzione geografica degli investimenti la compagnia guarda lontano e non esclude novità nella seconda parte dell’anno.

“In Europa evidentemente ci sono meno di frequente opportunità di crescita legate ad acquisizioni, in Sud America siamo già presenti con dei progetti che abbiamo vinto, diciamo, in un percorso competitivo e nella seconda metà dell’anno potrebbero esserci altri progetti di questo genere e quindi legati a una cosiddetta crescita organica che potrebbero consentire a Terna di rafforzarsi in termini di presenza in Sud America. Ovviamente, l’ho detto in conference call, lo ridico anche adesso, il tutto deve essere coniugato o per lo meno deve rispettare prima di tutto una stretta e rigida disciplina finanziaria nella valutazione dell’investimento e secondo deve seguire un bassissimo assorbimento di capitale. In altri termini voglio dire che il profilo di Terna come operatore domestico e con un rischio molto contenuto non deve cambiare”.

Nel carnet della spesa per investimenti c’è anche il mercato italiano, il backbone della compagnia.
Riteniamo che ci siano delle opportunità di maggiori investimenti organici nella nostra rete elettrica nel mercato italiano, quindi come dicevo prima in Italia, per assicurare una qualità del servizio costante assecondare la crescita delle rinnovabili e anche fronteggiare queste variazioni climatiche che sono sempre più esasperate”.

FONTEILSOLE24ORE

Cogefim S.r.l., le recensioni: il Made in Italy conquista il mondo

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Economia

Le opinioni di Cogefim S.r.l. sull’export in Italia: riprendendo due studi di settore, la società milanese segnala che dopo la crescita registrata nell’ultimo triennio, le prospettive per il futuro sono altrettanto buone.

Cogefim S.r.l.

Cogefim S.r.l., le recensioni: corre l’export italiano e traina il Pil

Cogefim S.r.l. evidenzia nelle sue recensioni la notevole crescita dell’export italiano registrata nel triennio 2014-16. I dati sono contenuti nel rapporto biennale I.T.A.L.I.A Geografie del nuovo made in Italy, promosso da Fondazione Edison, Unioncamere e Fondazione Symbola. Con un aumento delle esportazioni pari a 26,7 miliardi di euro, l’Italia è seconda solo alla Germania tra i quattro maggiori Paesi dell’eurozona. Positivo è anche il saldo della bilancia complessiva: nel 2016 la differenza tra il valore delle esportazioni e delle importazioni si attesta intorno ai 51,6 miliardi di euro, un risultato ottimo. Merito soprattutto dei distretti industriali, che includono imprese di piccole e medie dimensioni legate dall’appartenenza a uno stesso settore di competenza. Realtà che con le loro attività puntano a raggiungere standard di qualità elevati: non a caso il report evidenzia che a sostenere il Made in Italy nel mondo sono l’innovazione, la creatività, il design, la diversificazione dell’offerta e la propensione a realizzarne una “su misura” del cliente, in campi come l’hi-tech, la meccanica e i mezzi di trasporto. Dallo studio emerge inoltre come il surplus commerciale del comparto manifatturiero italiano sia il quinto al mondo con 90,5 miliardi di euro, dietro a Cina, Germania, Corea del Sud e Giappone. Sempre in riferimento all’export, Cogefim S.r.l. inserisce nelle sue recensioni i dati del rapporto annuale di SACE – Export Unchained che prevede per il periodo 2017 – 2020 un ulteriore aumento delle esportazioni a un tasso medio del 4%, fino al raggiungimento di 489 miliardi di euro nel 2020. Che l’accelerazione a esportazioni e investimenti sia alla base di una potenziale ripresa dell’economia italiana lo sostiene anche il Centro studi Confindustria che di recente ha rivisto al rialzo le stime di crescita del Prodotto interno lordo italiano nel 2017 (da +0,8 a 1,3%).

Intermediazione in ambito aziendale: la crescita di Cogefim S.r.l.

Nata a Milano, Cogefim S.r.l. si occupa da oltre trent’anni di intermediazione immobiliare e aziendale: oltre a studiare e definire soluzioni in risposta alle necessità del cliente si occupa di fornirgli assistenza in fase operativa. Gli imprenditori o proprietari di immobili che si rivolgono alla società necessitano di consulenze precise e qualitativamente vantaggiose in termini di realizzo, tempistiche e costi. I consulenti di Cogefim S.r.l., nel settore da oltre trent’anni e aggiornati costantemente sull’andamento del mercato, valutano diversi parametri e propongono al cliente la risoluzione più efficace per la sua situazione: cessioni, rilevazioni ma anche creazioni di partnership o joint-venture. Una volta definito l’obiettivo, si punta operativamente al suo raggiungimento: fino all’ultimo passaggio, la stesura dell’atto notarile, i professionisti della società milanese si assumono ogni responsabilità di carattere burocratico, tecnico e giuridico, operando nella massima riservatezza soprattutto durante la fase di trattative e a diretto contatto con avvocati e commercialisti di fiducia del cliente per farlo sentire continuamente a suo agio. La realtà specializzata in intermediazione è conosciuta anche per le opinioni e le recensioni che formula periodicamente su diversi argomenti legati al mercato in cui opera.

Cartiera Lombarda, centro di taglio di cartone e cartoncino della massima qualità Stora Enso

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Aziende

Cartiera Lombarda S.P.A. si occupa di lavorazione di cartone e cartoncino d’eccellenza di produzione del Gruppo Forestale Stora Enso e Barcelona Carton.
Da oltre 60 anni, il centro di taglio di cartone e cartocino offre la migliore assistenza e realizza prodotti utilizzabili in diversi settori come cartotecnico, farmaceutico e alimentare per bevande e cibi surgelati.

cartiera

La storia di Cartiera Lombarda

Angelo Ferrario, nel 1921, apre un deposito di cartonaggi a Busto Arsizio, quello che in futuro si sarebbe evoluto fino a divenire la grande realtà odierna di Cartiera Lombarda.
In quel periodo l’attività del deposito aveva cominciato a prendere piede nel business degli scatolifici e cartotecniche, fino ad espandersi raggiungendo il mercato degli imballi per tessuti, con il supporto della realtà industriale di Busto Arsizio in cui essa si era stabilita.
Nella prima metà degli anni ’40 viene fondata la “Fratelli Ferrario fu A.” che in brevissimo tempo riesce a trovare un’intesa con il settore di commercializzazione e il settore cartotecnico, fino a evolversi in Cartiera Lombarda S.P.A. nel 1955, periodo in cui implementa alle sue attività quella di produzione di cartoncini patinati.
Dopo circa 40 anni avviene la conversione in centro di taglio per cartoncino di alta qualità di produzione del Gruppo Forestale Stora Enso e Barcelona Carton, nomi noti nel settore per l’estrema attenzione all’ambiente e all’eco sostenibilità dei materiali e dei processi produttivi.

La produzione del centro di taglio cartone e cartoncino

Cartiera Lombarda produce tra le 8 e le 10 mila tonnellate di cartone e cartoncino durante il corso dell’anno, lavorando le materie prime per creare cartone WLC e FBB ad alto spessore.
Il cartoncino WLC è ottenuto da materiale riciclato posizionato a più strati per costituirne uno specifico spessore, con lo strato superiore caratterizzato da superficie stampabile. Questa tipologia di prodotto è utilizzato in diversi settori nel campo cartotecnico.
Il cartoncino FBB invece è realizzato con più strati di pasta meccanica e polpa chimica ed è impiegato nel settore farmaceutico, delle bevande, dei cibi surgelati e nel mercato della pasticceria.
Per qualsiasi informazione a proposito dei materiali o per preventivi contatta Cartiera Lombarda, il suo staff è sempre a disposizione per assisterti in ogni tua esigenza!

Anselmo Galbusera: nascita e affermazione di FERA

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Imprenditore e dirigente d’azienda, Anselmo Galbusera nel corso della sua carriera ha ricoperto numerosi incarichi come Presidente o Componente dei Consigli d’Amministrazione di importanti realtà dell’economia nazionale.

Anselmo Galbusera: formazione e prime esperienze professionali

Originario di Monza, dove è nato nel 1958, Anselmo Galbusera consegue la maturità tecnico-industriale dando il via nell’immediato al suo percorso professionale. Negli anni il professionista non rinuncerà ad arricchire il proprio bagaglio di competenze, prendendo parte a diversi corsi formativi: tra questi quelli in “Gestione delle Risorse Umane” presso la Scuola IPSOA di Milano e in “Analisi dei bilanci” presso l’Associazione Industriali di Monza e Brianza. Il 1990 è un anno importante per la sua crescita professionale: fonda una società di TLC e sistemi informatici, Delta S.p.A., all’interno della quale ricoprirà fino al 2004 i ruoli di azionista e di Chief Executive Officer. Tra il 2003 e il 2004 è Chief Strategic Officer e Corporate Clients di Wind S.p.A., società specializzata nel campo della telefonia che ingloberà anche Delta S.p.A. Nel 2005 Anselmo Galbusera entra in Italgo, realtà attiva nell’ambito della sicurezza fisica e logica: vi opera in qualità di azionista e Chief Executive Officer. Nel 2010 viene ceduta a una delle prime aziende in Europa del settore. Dal 2010 al 2011 è Consigliere d’Amministrazione di Banca di Credito Cooperativo PMI del Gruppo ICCREA.

Anselmo Galbusera: principali competenze e cariche ricoperte attualmente

Esperto di management, strategia d’impresa e Merger & Acquisition, Anselmo Galbusera dopo 20 anni di esperienza come imprenditore nel settore IT nel 2009 ha dato vita a FERA, holding di partecipazioni della famiglia Galbusera che ha l’obiettivo di acquisire e curare partecipazioni in settori di nicchia e ad alto contenuto tecnologico: oggi conta 10 milioni di euro di asset gestiti e investimenti in realtà che spaziano dalla produzione di forgiati in acciaio al catering a distanza. Il manager è legato professionalmente anche a Mittel S.p.A., gruppo di investment – merchant bank che si occupa di consulenza e gestione di investimenti di maggioranza in piccole e medie imprese italiane a elevata generazione di cassa. Consigliere di Amministrazione con deleghe e Componente del Comitato Esecutivo di Fashion District Group S.p.A., proprietario di diversi outlet in Italia, Anselmo Galbusera opera inoltre nei Board di Mittel Management (private equity), di Mittel Real Estate SGR S.p.A. (fondi di investimento immobiliari) e di Mittel Advisory (operazioni di M & A). Il professionista fa parte anche del CDA di Chiara Boni & Sons S.r.l., Maison d’alta moda. Nel 2010 acquista una quota di minoranza di Multicatering Group S.p.A.: all’interno dell’azienda specializzata nella fornitura di servizi di ristorazione a distanza per imprese attive all’estero, il manager ricopre la posizione di Chief Strategic Officer. Nel 2014, dopo ulteriori acquisizioni, diventa il principale azionista della società che annovera un fatturato annuo di circa 60 milioni di euro.

Mobili pregiati su misura, cucine, marmi e infissi… anti-uragano: quando il made in Italy è il benefit per eccellenza nelle case di lusso

Scritto da Federica Tordi il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Nel mondo del lusso l’artigianalità italiana è una garanzia di qualità, non solo nella moda, ma anche quando si parla di case milionarie. Il portale LuxuryEstate.com (https://www.luxuryestate.com), partner di Immobiliare.it per il settore degli immobili di prestigio, ha studiato gli annunci pubblicati sul sito dalle agenzie di tutto il mondo, scoprendo come sia sempre più ricorrente la menzione di mobili, materiali e manufatti italiani tra i benefit per attirare potenziali acquirenti.

Cucine e mobili su misura

La falegnameria artigianale italiana è uno dei benefit più ricorrenti negli annunci immobiliari di prestigio, quando si parla di made in Italy: nelle vendite di appartamenti nelle principali metropoli occidentali, come New York o Francoforte, viene spesso indicata la presenza di una cucina realizzata in Italia. Grandi isole, colori neutri e dispense realizzate su misura sono le caratteristiche più diffuse fra chi sceglie di arredare la zona dei fornelli con mobili nostrani. Ma non mancano le cucine più eccentriche, come quella realizzata in color porpora per una grande villa a San Josè, in Costa Rica, in vendita per circa 4 milioni di euro.

In molti annunci di immobili di prestigio in vendita nei Paesi dell’Est, come Croazia, Ucraina e Russia, si indica spesso come valore aggiunto la provenienza esclusivamente italiana di tutti i mobili e i complementi d’arredo. In alcuni casi la manodopera italiana viene impiegata direttamente in loco: in un annuncio per la vendita di una villa nei dintorni di Tel Aviv, per esempio, si racconta di come agli interni abbiano lavorato solo artigiani italiani, un plusvalore che porta il prezzo a sfiorare i 9 milioni di euro.

Materiali dall’Italia: il marmo è il più popolare fra i ricchi proprietari

Indagando sull’uso dei materiali italiani negli immobili di lusso, il marmo è quello più popolare negli annunci di prestigio. Sia che si tratti di case arredate in stile moderno, sia che si apprezzi di più un arredamento classico, il marmo sembra mettere d’accordo tutti, tanto che gli annunci che ne raccontano la presenza in casa sono relativi a diverse tipologie di immobili. A Telluride, in Colorado, per esempio, è in vendita per oltre 25,5 milioni di euro una immensa villa ultra moderna con spa, salone di bellezza, palestra e cantina privati dove sono stati utilizzati prestigiosi marmi italiani.

Oltre ai grandi lastroni di travertino, spesso si trovano negli immobili di lusso mosaici realizzati a mano, come nel caso di una villa di Berlino nel cui ingresso è stato posato un pavimento a scacchiera molto particolare e ricco di sfumature dal nero al crema. Le stesse che si ritrovano nei disegni realizzati per un singolare pavimento di una villa a Nicosia (Cipro) e per quello di una mega villa a Dubai, dal prezzo top secret, in cui si ritrovano motivi geometrici e floreali, diversi per ogni stanza.

Non mancano però anche ceramiche e porcellane italiane che vengono utilizzate per i bagni più lussuosi, con Jacuzzi e piccole spa, e per la realizzazione di piastrelle per pavimenti dai disegni più particolari e personalizzati.

Curiosità: arte, dipinti e materiale a prova di uragano!

Non poteva mancare l’arte italiana come benefit negli immobili di lusso. In una villa da 350 metri quadrati, con affaccio sul Mar Nero in Bulgaria, in vendita per soli 368 mila euro, è stata riprodotta da un artista italiano la parte di un affresco di una non specificata cattedrale del nostro Paese.

In ultimo, forse non è così noto a tutti che nel nostro Paese si producono perfino infissi e materiali…a prova di uragano! Nell’annuncio da oltre 4,5 milioni di euro per la vendita di una villa da sogno a Cockburn Town, nelle Bahamas, si specifica che sia i materiali usati per la costruzione sia gli infissi sono di provenienza esclusivamente italiana, e che il tutto è resistente alle tempeste tropicali che in alcune stagioni si abbattono sulla zona.