Sarmi Confindustria, presidente del comitato Ict

Scritto da PosteItaliane il . Pubblicato in Aziende

La Giunta di Confindustria ha approvato oggi la proposta del Presidente, Giorgio Squinzi, di conferire all’Amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, l’incarico di Presidente di un Comitato Tecnico per lo sviluppo dell’Information Communication Technology.

Massimo Sarmi

La nomina di Massimo Sarmi è un riconoscimento alle competenze dell’Ad di Poste Italiane nel settore delle tecnologie dell’informazione e telecomunicazioni e del suo contributo all’innovazione che ha reso Poste Italiane una delle società tecnologicamente più avanzate del Paese, con bilanci in utile e forte reputazione internazionale. Sarmi ha guidato l’azienda alla diversificazione del business, lanciando prodotti e servizi postali, finanziari, telefonici e di comunicazione digitale di nuova generazione.

L’Ad di Poste Italiane presiede, inoltre, la Fondazione no profit Global Cyber Security, (Gc-Sec), che si occupa di ricerca, formazione e cooperazione in materia di sicurezza informatica, ed ha promosso la costituzione della European electronic crime task force (Eectf), con la Polizia di Stato e lo US Secret Service.

Dal 2002 è amministratore delegato del Gruppo Poste Italiane dopo aver ricoperto precedentemente le cariche di amministratore delegato e direttore generale di Siemens e direttore generale Telecom Italia.

FONTE: Poste Italiane

Tags: , ,

PosteItaliane

Poste Italiane fra innovazione e tradizione. Il profondo rinnovamento che ha coinvolto Poste Italiane nell'ultimo decennio ha portato l'azienda a un innalzamento della qualità dei servizi e ad un ampliamento della gamma dell'offerta. In questo accelerato processo di evoluzione, Poste Italiane ha saputo mantenere ben saldi i principi della propria missione aziendale declinata attraverso la capillare presenza sul territorio - con 14 mila uffici postali e un organico di circa 150 mila dipendenti - e la tradizionale vocazione a cogliere le esigenze della propria clientela, si tratti del privato cittadino, dell'azienda o della pubblica amministrazione