Quanto costa un sito internet

Scritto da giorgiaminozzi il . Pubblicato in Internet

Oggi avere un sito web è indispensabile. L’esigenza di avere un sito riguarda negozi, attività commerciali di ogni tipo, aziende, istituzioni, responsabili di eventi e manifestazioni. L’importanza di un sito web dipende dal fatto che oggi tutti cerchino su internet le informazioni su prodotti, servizi o eventi prima di acquistare qualcosa o di visitare un posto.
La consultazione delle informazioni su internet è così diffusa che oggi non essere sul web può equivalere addirittura a non esserci affatto, visto che alcuni potenziali clienti rinunciano a prendere in considerazione un prodotto, un negozio o un luogo se non trovano info utili sul web.
Vista l’importanza dei siti web, negli ultimi anni i siti web si sono moltiplicati, e sono nate tantissime agenzie che si occupano della creazione siti web.

Capire quanto costa creare un sito internet

Tra gli elementi che possono influenzare la scelta di un’agenzia al posto di un’altra c’è naturalmente l’entità del preventivo economico inoltrato per la creazione del sito web. La domanda cruciale è allora la seguente: quanto costa un sito internet?
Si può rispondere soltanto in un modo: dipende. Il prezzo di un sito internet varia da 0 a diverse migliaia di euro.

Siti internet gratis: è vero?

Un sito internet è gratis solo se si è capaci di farlo da soli. Diffidate sempre di chi promette di lavorare gratis: molto probabilmente sta mentendo o non è un vero professionista.
Sulla rete ci sono poi molti software per siti internet gratis. Ma questi software hanno di solito dei limiti tecnici che possono compromettere in maniera molto seria l’utilizzo del sito web e il suo sviluppo in caso di nuove esigenze future.

Da cosa dipende il prezzo di un sito internet

Il prezzo di un sito internet dipende da un insieme di fattori:

  • funzionalità del sito: ovviamente un sito con funzionalità complesse e una struttura articolata ha un costo maggiore, che può incidere anche fino al 70% del prezzo complessivo. Tra le funzionalità più utili e richieste troviamo la connessione ai social network (ad esempio la pagina aziendale su facebook), una sezione news che può essere aggiornata in automatico, una gallery a scorrimento, un sistema di sottopagine collegate tra di loro, dei menù a tendina o a scomparsa, il form dei contatti per la richiesta di informazioni;
  • grafica: il template grafico può essere scaricato da internet o essere realizzato da un’agenzia di siti web. Nel primo caso sarà possibile risparmiare alcune centinaia di euro, ma il sito potrebbe essere uguale a centinaia di altri! Nel secondo, invece, il prezzo sarà più alto ma il risultato professionale e ritagliato sulle esigenze aziendali, nel pieno rispetto del brand, dello stile comunicativo o della corporate identity;
  • sistema di gestione del sito: si chiama CMS ogni sistema di gestione di un sito che consenta, dietro inserimento di nome utente e password, di modificare in maniera autonoma i contenuti di tutte le pagine e le sottopagine di un sito. Ci sono diversi CMS gratuiti (ai più noti sono Joomla e WordPress), ma solo un CMS proprietario permette una completa personalizzazione sulle esigenze del sito web. Un CMS proprietario è inoltre più sicuro dagli attacchi di malware e hacker;
  • scalabilità del sito: prima di scegliere se approvare o no un sito web (soprattutto se si tratta della realizzazione siti web professionali) è bene chiedere alla web agency se il prodotto è scalabile oppure no, ovvero se potrà crescere e migliorare nel caso in cui le esigenze del proprietario del sito cambiassero con il tempo.