Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

Corropoli’S Banda il Nuovo Festival della Val Vibrata

Scritto da amilcarepompei il . Pubblicato in Cultura, Italia, Musica, Spettacolo, Teatro, Turismo, Umorismo

Prima Edizione del Nuovo Festival della Val Vibrata

Sabato 4 e Domenica 5 agosto  nel Cuore del centro storico di Corropoli, marching band,musicisti,artisti poliedrici ed importanti ospiti tra cui Enzo Iacchetti, metteranno in scena il Festival ideato dal trio di Clown/Musicisti della Mabò Band.

Vicoli e Piazze del Centro Storico – Corropoli ( TE )

4 e 5 Agosto 2018

L’Amministrazione Comunale di Corropoli con il supporto di diversi sponsor della zona ha programmato per il primo weekend di Agosto Corropoli’S Banda: Festival delle marching band,street food e follie musicali nel Cuore del centro storico di Corropoli.

Saranno vicoli e piazzette della cittadina della val Vibrata a fare da palcoscenico ai tanti artisti che si alterneranno nelle due serate.

In piazza Piè di Corte verrà allestito anche un palcoscenico che si accenderà ogni sera dalle ore 22.00 e su cui si esibiranno le varie formazioni presentate dal trio di clown musicisti della Mabò Band , ideatori del Festival.

Il via sabato 4 agosto alle ore 19.30 con l’apertura dei vari street food e l’inaugurazione del Festival con gli addobbi a forma di cuore che saranno cornice delle varie esibizioni.

Insieme alla Mabò Band sabato si potrà assistere alle varie incursioni e scorribande di due delle più importanti formazioni di streetmusic del panorama italiano : la Taka Bum Street Band e la Dixi Frixi NonSoloDixieland.

La Taka Bum Street Band è un collettivo di soli strumenti a fiato e percussioni che propone in strada una miscela di suoni funk e easy, carburante di un viaggio fatto da composizioni originali e riadattamenti dei più celebri brani della tradizione jazzistica americana e della canzone italiana.

Nata nel lontano 2009 la band si è esibita nei più importanti festival nazionali.

Direttamente dalle tournée internazionali di Dubai, i Dixi Frixi sono una innovativa band dixieland dedicata alla teatralità dei clown bianchi, dove 8 musicisti danno vita prepotentemente nelle vie a meravigliose musiche ispirate ai film di Fellini con le note di Nino Rota, rivisitate in chiave dixieland. Con la maestria della teatralità espressiva mimica mista alle coreografie sorprendenti,  la band coinvolge il pubblico con la potenza sonora e la classe dei gesti, dove la musica diviene poesia e la comicità teatro vivo.

Sempre sabato 4 agosto si avrà l’occasione per assistere alla performance del Carillon Vivente:

compagnia italiana che si è esibita in tutto il mondo e che vanta addirittura oltre 35milioni di visualizzazioni di un proprio video. Poesia e Romanticismo in una esibizione di Visual Artistic Music .

Nelle piazzette e nei vicoli sarà la tecnica e la bellezza del Quartetto F.A.T.A. ad accompagnare i visitatori:
quattro flautiste che ogni anno prestano la propria maestria alla stagione lirica dello sferisterio di Macerata e che vantano concerti in importanti rassegne.

Altro ospite del Festival Paolo Sgallini: musicista che da anni si esibisce in giro per il mondo.

One Man Band dalla grande tecnica Paolo è un busker riminese che rispolvera storie vecchie e nuove con lo stile dei suonatori di strada d’oggi.

Sabato alle ore 23.00 toccherà alla Mabò Band chiudere la prima serata del Festival con l’evento

“Mabò of Colors” – nuova produzione della compagnia che sta riscuotendo tanto successo in Europa:

dal palcoscenico principale in piazza Piè di Corte i tre clown guideranno il pubblico in una sorta di gioco con palloncini colorati in un crescendo di musiche ed emozioni.

Domenica 5 Agosto per la giornata conclusiva del Festival sono previste incursioni musicali con le street band ospiti del Festival sulle vicine spiagge dell’adriatico fin dalla tarda mattinata, ad annunciare l’arrivo di

Enzo Iacchetti previsto per le h.19.30.
Sarà il caro Enzino nazionale a dare il via alla serata insieme alla

Junior Band / Banda interprovinciale delle Marche che in una sorta di folle parata accenderanno via via tutte le postazioni spettacolo.
Alle h. 22.00 sul palcoscenico di Piazza Piè di Corte la Mabò Band presenterà Enzo Iacchetti in un mix di suoi cavalli di battaglia.
A chiudere la serata gli Jashgawrosky Brothers : hanno suonato in Brasile, Messico, Giappone e nei più importanti festival di tutta Europa riscuotendo ovunque valanghe di applausi. Sono tra gli inventori del genere musicale più strano del mondo: la musica del riciclo! Usando strumenti creati con materiali di uso comune, riescono ad ottenere suoni incredibili e fare musica con scope, imbuti, barattoli, cucchiai, piatti, bicchieri, tubi e cestini. Si sono inventati la batteria da cucina, il sax annaffiatoio, la tastiera a pompa di bicicletta, il bassotuba imbuto, la trombatubo, le percussioni con sacchetti di patatine, bottiglie di plastica intonate e suonate sulla testa, grattuge per il pane, coltelli, contrabbassi scopa, arpe con attaccapanni, cornamuse con bambole gonfiabili e molto altro ancora.

Un Festival originale dove divertimento ed allegria faranno da filo conduttore tra i vari generi musicali e le tante proposte di un programma di grande livello artistico.

Sabato 4 e Domenica 5 Agosto apertura degli Street Food alle ore 19.30

“Corropoli’S Banda” è un Festival organizzato dal Comune di Corropoli con la direzione artistica della

Mabò Band e con il supporto di diversi sponsor della Val Vibrata.

Per info: MabòBand – Telefono: 347.3642313 / 347.3573408

 Email: info@maboband.it

In mostra con Schifano: Spoleto Arte a cura di Sgarbi supera tutte le aspettative

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Vernissage indimenticabile, quello tenutosi giovedì 26 luglio al prestigioso Palazzo Leti Sansi a Spoleto. In mostra con Schifano riconferma la calorosa accoglienza ricevuta dal precedente allestimento con Spoleto Arte, sempre organizzato dal manager di volti noti e presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes. Anzi, raddoppia semmai il successo, con il prezioso cammeo del curatore Vittorio Sgarbi, che qui ha voluto tenere una conferenza assieme agli artisti in esposizione e ad altri numerosi ospiti illustri.

Tra questi ha presenziato all’imperdibile appuntamento anche il sindaco di Spoleto Umberto De Augustinis, Alberto D’Atanasio di Casa Modigliani, Valentina Orlando, scrittrice e giornalista, Patrick Ray Pugliese di Striscia la Notizia e Pomeriggio Cinque e, ovviamente, l’organizzatore stesso, Salvo Nugnes, in qualità di moderatore.

Nel corso dell’inaugurazione, com’era stato preannunciato, agli artisti è stato riservato il posto d’onore. Molti infatti sono stati i riconoscimenti conferiti agli autori. Il primo premio è andato a Sergio Cavallerin e, a seguire, il secondo e il terzo rispettivamente a Maria Pia Severi e ad Angiolina Marchese. A Michal Ashkenasi è stato assegnato il Premio Spoleto Arte, quello in nome di Mario Schifano a Rosangela Giusti. Interessante scelta quella caduta su Alberto Curtolo per la sezione Giovani Talenti e su India Blake per quella riservata all’Artista Internazionale. Continuando, il premio Monte Carlo è stato assegnato a Rina Del Bono, il premio Sgarbi a Federica Marin, quello alla carriera a Vincenzo Cossari. E ancora, il premio Arte Contemporanea a Lucio Palumbo, il premio Creatività a Valeria Grinfan Toderini e Due Mondi a Rolando Rovati.

Le menzioni speciali sono invece state destinate a: Maria Brunaccini, Rolando Conti, Nicola Pica, Claudia Salvadori, Rosanna Cecchet, Alessandro Negrini, Flavio Zoner, Barbara Trani, Stefano Grasselli, Mimmo Emanuele, Nicoletta Alvisini, Concetta Capotorti, Graziella Modanese, Elena Sirtori, Elettra Spalla Pizzorno, Gloria De Marco e Lisa Perini.

Fino al 23 agosto inoltre sarà possibile ammirare a Palazzo Leti Sansi le opere degli artisti che hanno aderito a In mostra con Schifano: Giovanni Alparone, India Blake, Maria Brunaccini, Concetta Capotorti, Sergio Cavallerin, Mauro Cominoli, Rolando Conti, Felice Cremesini, Marina Crisafio, Milena Crupi, Alberto Curtolo, Guy De Jong, Rina Del Bono, Italo Duranti, Lucia Fiaschi, Stefania Fietta, Nathalie Froment, Maria Giachetti, Renato Giordano, Giorgio Gost, Stefano Grasselli, Valeria Grinfan Toderini, Maria Franca Grisolia, Stephanie Holznecht, Massimo Mariano, Giuseppe marino, Mauro Martin, Silvana Mascioli, Enrica Mazzuchin, Andreas McMuller, Graziella Modanese, Carla Negri, Alessandro Negrini, Roberto Pasquinelli, Lisa Perini, Margherita Picone, Luigi Prevedel, Antonella Rollo, Michela Rompato, Rolando Rovati, Rocco Rusiello, Donatella Saladino, Claudia Salvadori, Gino Sambucco, Elena Sirtori, Giuseppina Spadola, Elettra Spalla Pizzorno, Andrea Spuntarelli, Federico Tamburri, Remo Tesolin, Enrico Tomassi, Luciano Tonello, Barbara Trani, Paolo Uttieri, Gabriella Ventavoli, Cinzia Viola, Lina Zenere e Susy Zucchi.

Acquistare on-line una pratica edilizia

Scritto da pivari il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Pratiche Edilizie agenzia con sede in via vittoria, 42 a Mirano in provincia di Venezia con una consolidata pluriennale esperienza multidisciplinare, composta da un team di ingegneri, architetti, professionisti e partner di eccellenza, con oltre 30 anni di esperienza professionale, messa al servizio della collettività, la cui mission è creare e realizzare progetti integrati e multidisciplinari di ingegneria ed architettura, con particolare attenzione all’ambiente, alle evoluzioni normative ed alla tecnologia, sulla base della conoscenza e dell’esperienza che abbraccia ogni aspetto della progettazione, ha creato e messo online il primo sito che consente l’acquisto online di pratiche edilizie e pratiche per la detrazione fiscale a seguito di ristrutturazione o interventi di manutenzione sull’abitazione. Il sito www.pratiche-edilizie.it infatti consentirà di poter acquistare online una qualsiasi pratica edilizia direttamente accedendo al sito web e scegliendo tra le varie tipologie di pratiche a disposizione con la modalità di un moderno e-commerce tanto di moda ai nostri giorni nella vendita al dettaglio di qualsiasi tipologia di prodotto. Accedendo al sito www.pratiche-edilizie.it basterà infatti scegliere tra le varie tipologie di pratiche edilizie a disposizione, caricare il carrello con la pratica selezionata e provvedere al pagamento nelle classiche modalità previste dagli attuali e-commerce, ovvero con carta di credito, bollettino postale o bonifico bancario. Dopo l’avvenuto pagamento l’agenzia Pratiche Edilizie provvederà in pochi giorni alla redazione della pratica secondo le esigenze del cliente ed all’invio della stessa attraverso email certificata. L’idea di creare un sito web con funzionalità da e-commerce per proporre la vendita di pratiche edilizie è un idea nuova ed originale che è nata con l’intento di riuscire a offrire un servizio più rapido ma allo stesso tempo efficiente agli utenti per rispondere in modo più veloce senza nemmeno dover dalla porta di casa. La vendita attraverso e-commerce di prodotti è ha oramai  preso piede anche in Italia, anche se non come nel resto d’Europa o del Nord America, ma l’idea di vendere attraverso un e-commerce un servizio di  consulenza è stata una sfida del tutto nuova, avvincente e stimolante; l’agenzia Pratiche Edilizie ha quindi fatto il massimo sforzo per creare un sito moderno funzionale ed efficiente in grado di erogare il servizio proposto, per dare vita a questo nuovo format di vendita nel  settore edile, nella convinzione che questo nuovo modello di vendita sarà molto apprezzato dagli utenti e diventerà con il tempo un servizio che troverà sempre più riscontro anche da parte degli addetti ai lavori del settore edile.

Carabinieri: al gruppo Fabbro Spa di William Fabbro l’appalto per la ristorazione nelle caserme

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Italia

Fabbro Spa si aggiudica l’appalto per la ristorazione collettiva nelle caserme dell’Arma: il valore della sostenibilità e della “ristorazione green” nelle parole dell’AD del gruppo William Fabbro.

Fabbro Spa

William Fabbro: al gruppo Fabbro Spa la gara dei Carabinieri per la ristorazione nelle caserme

Fabbro Spa, il gruppo guidato da William Fabbro leader in Italia nella ristorazione collettiva e nel Facility Management, si è aggiudicato l’appalto nazionale per la gestione del servizio di ristorazione dell’Arma dei Carabinieri. Ne dà notizia “Eco dalle Città” che riporta le parole dell’Amministratore Delegato William Fabbro sul valore dell’operazione: partito lo scorso 1° luglio, il servizio è rivolto alle 297 Caserme presenti nel Paese e include la preparazione e la distribuzione di 20.584 pasti giornalieri (prima colazione, pranzo e cena) ai Carabinieri d’Italia. Fabbro Spa si contraddistingue per la particolare attenzione alla sostenibilità ambientale e alimentare. Specializzato nella “ristorazione green”, il gruppo predilige alimenti a KM zero, forniti da produttori locali per accorciare la filiera e preservarne genuinità e freschezza. L’obiettivo è duplice: oltre a valorizzare le aziende locali del territorio, si punta ad abbattere i costi del trasferimento su gomma e il relativo impatto di CO2 sull’ambiente. Rientra in questa ottica anche la scelta di packaging eco-friendly per l’imballaggio dei pasti: l’utilizzo di materiali naturali, biodegradabili e riciclabili dimostrano ulteriormente quanto la qualità e la sostenibilità del servizio siano centrali nelle metodologie operative del gruppo.

Gruppo Fabbro Spa: per l’AD William Fabbro è un onore poter servire l’Arma dei Carabinieri

“La vincita di questa gara rappresenta per noi due grandi risultati”: intervistato da “Eco dalle Città”, William Fabbro, AD di Fabbro Spa, spiega come l’ottenimento della commessa rappresenti per il gruppo “un onore” in quanto gli permette “di offrire i propri servizi a chi, quotidianamente, lavora con incondizionata dedizione per il nostro Paese”. Ma è anche “un’ulteriore conferma della qualità e dell’efficienza che offriamo da quasi venti anni” sottolinea il manager, soffermandosi inoltre sull’impegno del gruppo Fabbro Spa in materia di sostenibilità. “Attraverso una serie di passaggi studiati e calibrati attentamente si vuole ottenere una gestione ecologica: fra i vari step che la costituiscono, viene riservata la doverosa attenzione alla riduzione dello spreco delle derrate, dei prodotti e del pasto in virtù della notevole valenza etica che oggi ricopre”: quanti operano nel mondo della ristorazione commerciale collettiva hanno infatti una grande responsabilità nella sfida per “la riduzione dell’impatto ambientale”. William Fabbro ne è consapevole: non a caso le politiche del gruppo prevedono l’attuazione di misure a monte e a valle della catena produttiva, ovvero lo studio di tutte quelle misure atte a ottenere una drastica riduzione dei rifiuti/sprechi prodotti.

Virtual call center e tecnologia Voip per l’accesso da remoto

Scritto da Easy4Cloud il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Tecnologia Personale

La tecnologia Voip consente con i virtual call center di ridurre i costi di chiamata e di non avere limiti geografici per le proprie postazioni lavorative, rendendole operative anche da remoto.

Voice Over Internet Protocol; ovvero Voip. La tecnologia di chiamata tramite protocollo internet consente di ridurre sensibilmente i costi di chiamata per un call center; il servizio Voip di Easy4Cloud tuttavia rappresenta soltanto uno degli aspetti volti alla riduzione dei costi di gestione e ad una sempre maggiore efficienza di un virtual call center.

Dal cloud al remoto 

Lo studio di sistemi software gestionali per call center di Easy4Cloud capaci di alleggerire le competenze IT necessarie alle imprese si struttura su una serie di servizi sui quali le aziende possono intervenire per gestire al meglio, ed in maniera puntuale, le proprie risorse e per raggiungere in maniera sempre più semplificata  i propri skill aziendali.

L’utilizzo di un software per call center on cloud è il primo, necessario, passo per consentire alle aziende di ampliare la propria operatività nella produttività delle nuove tecnologie informatiche del web.

L’accesso al database dei propri dati aziendali mediante interfaccia web, consente a qualsiasi postazione on line di esprimersi al meglio utilizzano organicamente tutte le risorse aziendali; dai registri chiamate agli appuntamenti; dall’implementazione delle diverse piattaforme di comunicazione al dialogo con gli agenti.

Tutto questo senza che l’azienda debba preoccuparsi dell’organizzazione dei dati, della loro memorizzazione e archiviazione, adesso governate direttamente dal gestore della cloud.

Cloud, Voip e virtual call center  

L’implementazione delle tecnologie per software per call center on cloud e dei sistemi Voip di comunicazione su protocollo internet, consentono di poter disporre da parte delle aziende di operatori e postazioni di lavoro perfettamente equipaggiate in ogni angolo del pianeta.

Se appare sin troppo superfluo soffermarsi sui vantaggi economici che tale possibilità offre nella gestione di un call center – specialmente nelle fasi iniziali dove la stessa sede operativa rappresenta un onere importante per l’avvio di una azienda – occorre invece sottolineare i vantaggi organizzativi che si aprono per un virtual call center.

Per aprire un call center la gestione in remoto permette di semplificare molteplici limiti organizzativi di natura geografica, con la possibilità di sfruttare le fasce di fuso orario per garantire servizi di assistenza no stop alle aziende.

La crescita esponenziale dei virtual call center si sta dimostrando non solo più efficace da un punto di vista produttivo, con un tasso maggiore di conversioni ed una più efficace risposta personale alle richieste dei clienti (abbattimento delle barriere linguistiche e minore stress degli agenti), ma rappresentano anche un netto miglioramento nel mercato dei call center; mercato che con le tecnologie on cloud, ha dimostrato una forte ripresa.

FABIO CURTO: “RIVE Volume 1” È L’ALBUM CHE SEGNA IL RITORNO DEL VINCITORE DELLA TERZA EDIZIONE DI “THE VOICE OF ITALY”

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

La più profonda urgenza comunicativa dell’artista si trasforma in musica attraverso un disco che fa di un “DARK BLUES” all’italiana il proprio vestito sonoro.

L’album “RIVE Volume 1” esprime complessivamente la necessità di comunicare; una comunicazione che può interessare ed esternare un’esistenza, esperienze personali o un momento ben preciso. E può farlo essendo loquace o ermetico, posato o irrequieto, enigmatico oppure fin troppo esplicito, ma rimane pur sempre espressione unica, un bisogno comunicativo per l’appunto e come tale degno di rispetto.

«Dopo anni di sperimentazione nel 2017, ho intrapreso un percorso di selezione molto rigido riguardo ai miei brani pubblicando “RIVE Volume 1” insieme al circuito di Calabria Sona e alla Marasco Comunicazione. I brani erano tutti molto diversi tra loro e ad un certo punto ho sentito l’esigenza di intraprendere una strada. La maggior parte erano in lingua inglese ed ho accettato per la prima volta la sfida di un rewriting in lingua italiana cercando ossessivamente gli stessi suoni, la durata delle parole, il numero di sillabe e soprattutto il ritmo delle stesse. Per me le parole sono certamente importanti ma nel regno della musica penso che sia quest’ultima a dover regnare e per musica intendo suoni, emessi da un piano, da una chitarra o da una voce…è di suoni che voglio parlare alla gente, emozioni che trasudano da un intro teso e che sfociano in un inciso esplosivo e liberatorio». Fabio Curto

Guarda il video del singolo “Mi sento in orbita” su YouTube:

Lo stesso Curto ed Enrico Capalbo sono stati i produttori esecutivi di questo lavoro e hanno avuto immediatamente le idee molto chiare: voce al centro e massima prossimità all’universo musicale che più rappresenta l’artista, approdando così in un “DARK BLUES” tutto italiano che parla di solitudine, ricerca di sé, gioia di vivere e consolazione, viaggi e ricordi, desideri e sogni vissuti intensamente anche quando infranti.

«Ho lavorato moltissimo sul sound e sulla spontaneità prediligendo alcune take “buona alla prima” perché più cariche di espressività e di “verità” in un mondo che sta facendo dell’artificio il suo biglietto da visita. Ho suonato quasi tutti gli strumenti presenti sul disco ed è stata un’esperienza incredibile che mi ha messo molto alla prova ma alla fine ci ha dato delle belle soddisfazioni». Fabio Curto

Fino a metà giugno 2018 Fabio Curto ha presentato in anteprima esclusiva il suo nuovo lavoro discografico attraverso un tour di appuntamenti in Australia.

Si è trattato di una serie di eventi fra i quali emerge su tutti il cinquantennale dell’Italian National Ball, nel giorno delle festa della Repubblica Italiana, che ha visto coinvolta l’ambasciata e diverse figure diplomatiche australiane.

TACK BY TRACK

Suona con me: la ricerca di sé, un climax “DARK BLUES” nel quale i suoni primitivi raccontano di una tematica antica ma sempre attuale. “Suona con me” è un’espressione di condivisione e umanità, tematiche centrali nello stile di Fabio Curto.

Mi sento in orbita: La forza di un inciso che suggerisce rottura e “fame” di adrenalina, nessuna voglia di scappare, ma piuttosto di restare a godersi questo spettacolo che corre come una decappottabile d’epoca lanciata in autostrada di notte mentre i pensieri irrequieti tentano di fare pace con loro stessi. Il contenuto narrativo gioca sulla dicotomia in contrasto fra due necessità opposte.

Neve al sole: strettamente collegata ad “Only you”, è una presentazione dello stato di mancanza di un qualcosa, un qualcosa di irrinunciabile tiene legato il soggetto a questo desiderio, un desiderio essenziale, ermetico come il suo testo che dice tutto quello c’è bisogno di sapere sul contenuto della canzone, la melodia carica gradualmente fino ad un’esplosione potente ma scura e noir.

Only you: i ricordi di una passione impossibile riecheggiano nella notte percorrendo le vie desolate della città; un amore malsano che ognuno di noi ha conosciuto almeno una volta e dal quale a volte è difficile separarsi.

Un’ora fa: una vita in autostop, un’estate in autostop, in gusto dell’imprevedibile, il dover presentare sempre la versione migliore di sé poiché nessuno è costretto ad indagare sulla vita di un forestiero. Ancora una volta il viaggio è il fulcro in un rock blues estremamente accattivante.

L’airone: ispirato ad una storia vera tratta il tema della malattia e del miracolo di avere qualcuno vicino che ti ricordi il sapore della bellezza e della felicità solo con un sorriso. Melodia molto onirica, anche qui si avverte una solitudine immensa “è un abbraccio Il silenzio “contrapposta a un inciso aleatorio e poetico che smuove sensazioni emozionanti.

Fragile: emarginati che entrano ed escono dalla comunità meno affollata, spesso l’unica disponibile, etichettati come irrecuperabili o come socialmente inadatti tornano a vivere “nel mondo degli avvoltoi” consapevoli che in mezzo a tutta quell’indifferenza c’è qualcuno “fragile come me”.

Domenica: riflessioni e pensieri liberi prendono forma dai fumi di un sabato sera, compagni di una camminata solitaria alle prime luci dell’aurora che rischiarano le “saracinesche dei bar” tra i resti abbandonati di “feste d’addio”. E come un addio suona la buonanotte di “Domenica”, il saluto malinconico a ciò che è stato e forse non sarà mai più.

Alone (Bonus Track): un disorientamento emotivo, l’indecisione di quale delle molteplici strade seguire, sicuro che in fondo a una di quelle “there’s a star” e qualcuno pronto ad ascoltare. “Alone” è dolore e speranza, rabbia e amore, una sincera apertura all’universo di sentimenti contrastanti che vivono nell’artista.

Via da qua (Bonus Track) solo album fisico: imbrigliato nelle trame di una rete che soffoca l’animo, l’artista cerca la fuga verso tempi e luoghi migliori, dove ritrovare quei valori nobili che sembra aver perduto e tener viva la speranza nel futuro e nel prossimo. La potenza di “Via da qua” è frutto di sentimenti veri, vestiti di sonorità pop folk eseguite su tammorra e bouzouki irlandese, strumenti cari in passato anche a De Andrè.

Etichetta: Fonoprint

Pubblicazione album: 15 Giugno 2018

BIO

Fabio Curto è un cantautore polistrumentista italiano nato ad Acri (CS).

È stato conosciuto dal grande pubblico grazie alla vittoria del talent show su Rai 2 THE VOICE OF ITALY 2015 che ha messo in risalto la sua voce molto intensa e la sua capacità di creare forte legame emotivo con gli ascoltatori anche solo accompagnato dalla sua chitarra. La sua attività musicale antecedente a questo successo è molto varia e particolare: inizia a comporre a 12 anni e ben presto fonda diverse band con musiche originali tra cui L’Etandonnè, genere rock italiano e La Van Guardia, quintetto acustico che sposa lo swing, la rumba e la tradizione gypsy dei Balcani.

Dopo essersi laureato in Scienze politiche, decide di intraprendere l’arte di strada esibendosi da solo e con la band in gran parte dell’Europa e dopo la vittoria del talent pubblica un EP con Universal nel quale sono contenuti brani cantati e suonati durante il programma più tre brani originali. Tra i riconoscimenti più importanti del 2015 vanno ricordati Il Premio Mia Martini giovani, Premio Stella del Sud sezione musica e Social e il Premio Letterario Nazionale Vincenzo Padula. Nel 2016 gli è stato inoltre riconosciuto il Premio Manente È attualmente attivo con live acustici in tutta Italia.

Contatti e social

Facebook

www.facebook.com/fabiocurtopage/

Instagram

www.instagram.com/fabio_kurto/

Twitter

twitter.com/fabiocurtooff

Youtube

www.youtube.com/user/Sciammalaia

Sito Web

www.fabiocurto.it/

Cielo TV: il film “La Carne” con Francesca Dellera in prima serata

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Film, TV

Francesca Dellera, fotomodella e attrice apprezzata a livello internazionale, ha tra i suoi ruoli principali quello di protagonista nel film La Carne, del regista Marco Ferreri: Cielo TV lo ripropone in prima serata questa sera.

Francesca DelleraFrancesca DelleraFrancesca Dellera

La Carne: il film con Francesca Dellera in programmazione su Cielo TV

Il ruolo di sensuale e provocante protagonista interpretato dall’attrice Francesca Dellera nel film La Carne è stato scritto appositamente per lei dal grande regista italiano Marco Ferreri, che la definì sua musa ispiratrice e “La pelle più bella del cinema italiano”. Il film viene ora riproposto da Cielo TV in prima questa sera alle 21.15. La Carne è in programmazione nell’ambito del ciclo estivo proposto da Cielo dedicato all’erotismo d’autore, in onda ogni venerdì sul canale 26 Cielo TV. Il personaggio interpretato da Francesca Dellera nel film risulta infatti particolarmente rappresentativo e riconosciuto a livello internazionale: è l’unica attrice italiana ad apparire nell’Hotel Autograph Collection in Svizzera, caratterizzato dalle pareti che espongono le scene più belle dei film che uniscono dramma e sensualità. Insieme a La Carne sono rappresentate all’interno del prestigioso Hotel immagini iconiche da Ultimo tango a Parigi, Le relazioni pericolose, Casanova, Quell’oscuro oggetto del desiderio e altri.

La carriera dell’attrice italiana Francesca Dellera, icona di sensualità

Francesca DelleraFrancesca DelleraFrancesca Dellera

Dopo le prime esperienze come modella per riviste nazionali e internazionali, Francesca Dellera viene presto notata dal mondo del cinema per la sua bellezza mediterranea. Partecipa come attrice nella serie TV La Romana, in tre puntate e diretta da Giuseppe Patroni Griffi, tratto dall’omonimo romanzo di romanzo di Alberto Moravia. La serie TV ha enorme successo e viene seguita da oltre 10 milioni di spettatori, inoltre, per la sua interpretazione al fianco di Gina Lollobrigida, Francesca Dellera vince il Telegatto. Dopo l’esperienza in La Carne, film per il quale ottiene riconoscimento a livello internazionale, l’attrice suscita l’interesse di Federico Fellini, che la sceglie per interpretare la Fata nel suo film Pinocchio, poi non realizzato a causa purtroppo della prematura scomparsa del regista. Recita successivamente in L’ours en peluche di Jacques Deray, al fianco di Alain Delon, per poi tornare in Italia e interpretare la protagonista del film Nanà tratto dall’originale romanzo di Émile Zola. Francesca Dellera è protagonista anche del Kolossal TV La Contessa di Castiglione, di “Josée Dayan. Anche nel mondo della moda l’attrice continua a riscuotere grande successo: Jean Paul Gaultier la sceglie come modella di eccezione facendola sfilare come era stato concesso in precedenza solo a Madonna.

Macchina per affilare seghette

Scritto da letizia wd il . Pubblicato in Aziende

Macchina per affilare seghette: Carovani & Parigi.

La macchina per affilare seghette è uno strumento professionale meccanico realizzato con l’obbiettivo di risolvere in modo sicuro, efficace.

Non dimentichiamoci del risparmio di tempo e difficoltà per l’affilatura dei vostri utensili da taglio.

Con queste macchine potrete anche affilare i vostri coltellini, seghe a nastro e seghe circolari.

Qualsiasi persona anche senza esperienza è in grado di ottenere una perfetta affilatura.

Le nostre macchine sono realizzate nel rispetto delle normative vigenti sulla sicurezza. E garantiamo nel tempo l’efficienza e la funzionalità.

Sarà possibile autonomamente e rapidamente gestire le proprie lame che verranno portate e mantenute ai massimi livelli di gestione ed efficacia.

Queste macchine affilatrici professionali contengono innovative soluzioni tecnico-costruttive, ottenendo il doveroso brevetto di invenzione industriale internazionale.

La professionale macchina per affilare seghette e non solo, può essere adattata a seconda della richiesta delle necessità che il cliente espone alla nostra azienda.

L’ufficio tecnico studia i supporti necessari per poter affilare lame particolari utilizzate nei diversi settori, rispondendo con professionalità alle proprie esigenze.

Le affilatrici realizzate rispondono perfettamente e risolvono al meglio le esigenze specifiche di ciascun settore produttivo.

La nostra azienda è specializzata in affilatrici per seghe a nastro e circolari. Progettazione e costruzione affilatrici per coltelli industriali. Affilatrici per coltelli per tutte le attività in cui sia impiegata una lama da taglio; da trancio e utensili da taglio per tutte le esigenze e attività.

Ogni realizzazione si distingue per la sua versatilità, adattabilità. E, per la qualità di affilatura.

Alcuni esempi di ditte a cui può essere destinata la nostra Costruzione macchine affilatrici:

  • Industrie tessili
  • Centri affilatura
  • Industrie della carta
  • Scatolifici
  • Cartonifici

E molti altri settori e industrie ancora..

La realizzazione avviene o su progettazione interna o su progetti e disegni del cliente.

Ogni progetto e realizzazione viene consegnato al cliente “chiavi in mano”. Ciò vuol dire che ogni tipologia di macchina viene già collaudata ed è pronta per l’imminente funzionamento.

Contattaci senza alcun impegno per ricevere maggiori informazioni.

Allestimento Camper Disabili

Scritto da letizia wd il . Pubblicato in Aziende

Allestimento Camper Disabili Toscana: Florence Camper.

Siamo una concessionaria specializzata nel settore della disabilità e dei non autosufficienti.

Vogliamo contribuire a divulgare nuove informazioni dove ancora la sensibilità alla disabilità non è efficace al giorno di oggi; informiamo qualsiasi lettore alle cortezze necessarie nel desiderio di poter accompagnare un disabile nel proprio viaggio rendendolo comodo, facendolo sentire un ospito gradito e non invasivo.

Pensiamo alla salute di chi non ha le possibilità ma vuole tanto affrontare il viaggio su un mezzo complesso come il camper, che grazie a noi diventerà semplice ed usufruibile, alla portata di tutti!

l camper si configura certamente come il mezzo di locomozione ideale per la persona con disabilità che voglia uscire di casa, viaggiare, senza rinunciare alla comodità e agli ausili per garantire sicurezza e totale autonomia in qualsiasi situazione, ma sopratutto per eliminare le difficoltà di trovarsi in strutture non idonee o poco accessibili, liberi da barriere architettoniche.

I punti di partenza per grado di importanza per quanto riguarda l’allestimento camper disabili riservato all’esterno, al fine di agevolare la persona con abilità motorie sono due:

–la porta larga per lo meno 90 cm che possa permettere il passaggio della persona con la carrozzina.

–una pedana idraulica semi automatica, robusta, per permettere la salita della carrozzina.

Poi certamente si passerà all’allestimento degli interni. Per rendere il mezzo il più confortevole possibile.

Oltre agli allestimenti camper speciali per disabili, ci occupiamo di costruzione e allestimenti camper puri; semintegrali e autocaravan; uffici mobili; ambulatori mobili anche per la medicina del lavoro; cliniche mobili; ambulatori di screening; officine mobili; e veicoli speciali in genere.

L’allestimento di uffici mobili, così come di laboratori, ambulatori, officine, ecc., avviene attraverso una attenta analisi e progettazione su Specifica Tecnica del Cliente e sono forniti “chiavi in mano”.

Se vuoi personalizzare il tuo mezzo e renderlo unico oppure se vuoi semplicemente modificarlo richiedi una nostra consulenza!!

Contattaci per ricevere maggiori informazioni!

L’investimento immobiliare in Puglia conviene: ecco dove

Scritto da Roberta Baccelerie il . Pubblicato in Casa e Giardino, Economia, Locale

L’acquisizione immobiliare è un impegno che può rivelarsi un ottimo investimento se operato in zone che col tempo possono portare il valore di mercato di un casa a rivalutarsi, in particolare se si ha la lungimiranza di effettuarlo nelle tempistiche giuste, ossia quando l’equilibrio fra domanda e offerta è ancora favorevole.

Sono queste le motivazioni che inducono molti italiani a concentrare i loro sforzi in aree del Paese in cui la prospettiva di sviluppo economico possa garantire la ripresa del mercato immobiliare stesso, che contrasti un pò il crollo che fisiologicamente si è avuto a causa dell’incertezza in impegni di spesa, spesso cospicui, a fronte di dubbi rendimenti.

Investire nel Salento

Uno dei luoghi che in controtendenza con la dilagante preoccupazione di frenare gli entusiasmi di investimento immobiliare, ha segnato nell’ultimo decennio un aumento percentuale di acquisto, in particolare rivolto alle case vacanze, è il Salento, uno dei luoghi che sta accentrando il sempre maggior interesse da parte di investimenti stranieri.

Non a caso è qui che si concentra il maggior numero di masserie che, opportunamente riportate ai fasti e allo splendore di un fascino antico e magico, sono divenute un must per ospiti d’oltre oceano che le hanno elette a dimore per i periodi di riposo, nonché a luoghi in cui celebrare le date più importanti della vita.

Il clamore sollevato da una tale presenza di personaggi famosi e facoltosi, unito all’inconfutabile straordinarietà di una natura in parte ancora selvaggia e incontaminata, ha influenzato il mercato immobiliare che fra Taranto, Brindisi e Lecce ha beneficiato di un incremento di richieste.

Nonostante vi sia un certo leit motif fra le tre succitate province, per quanto concerne l’attrativa turistica, culturale e storica il Leccese detiene un primato che lo ha eletto a capostipite di quel Salento che rappresenta la culla di millenarie conoscenze e tradizioni. che il contro canto dell’opulenza naturale di litorali con acque cristalline e sabbie dorate, ne completa il quadro di luogo senta tempo.

Il boom economico salentino

Investire nell’acquisto di una seconda casa in quest’angolo di Puglia conviene perché, oltre ai succitati interessi, gli sforzi delle amministrazioni locali sono tesi a una crescente riaffermazione commerciale e industriale, che di concerto con la produzione di prodotti tipici esportati e apprezzati in tutto il mondo, sta rivalutando l’insediamento della densità abitativa, anche in quei centri in passato abbandonati per le grandi metropoli.

La provincia di Lecce, in particolare, data la sua immensa dislocazione territoriale che rappresenta da sola quasi i due terzi del Salento geografico, riveste un potenziale di investimento immobiliare molto alto, frutto non solo dello sviluppo vacanziero offerto da strutture ricettive ricercate e ambite, ma anche da un contesto socio culturale che guarda con crescente interesse all’univesrità e all’impiego dei più giovani.

Dunque ipotizzare qui l’acquisto di una seconda casa nel Salento potrebbe rivelarsi un ottimo investimento, in prospettiva anche di un possibile quanto definitivo trasferimento, in località fatte di semplicità e tranquillità, ma anche di una movida che intrattiene volentieri, per tutto l’anno, la vitalità delle nuove generazioni.

In tal senso possedere una casa in Salento si potrebbe tradurre come una rendita continua, qualora l’interesse speculativo del proprio investimento sia rivolto all’affitto dell’immobile, con medie di introiti che si rivalutano di anno in anno.