Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

Una corsa contro il tempo per l’epidemia della droga in Romagna

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

I ragazzi di oggi comprano droga su internet. E’ accaduto pochi giorni fa in Romagna, dove un ragazzino è stato arrestato perché aveva della droga da smerciare ai coetanei.

Questo ragazzo aveva creato una chat di gruppo per raccogliere adesioni per poter vendere ai sui “clienti” le dosi.

I ragazzi che fanno uso di droghe sono sempre più giovani, addirittura gli spacciatori si trovano difronte alle scuole elementari. Ma non si parla solo di droghe, c’è anche l’alcol, che questi ragazzi abusano per divertirsi specialmente per lo sballo del fine settimana.

I ragazzi di oggi hanno tutto, non sanno in che altro modo divertirsi; allora provano vari tipi di droga per poter creare nuove sensazioni”, dice Loredana Boschetti responsabile dei volontari “La via della felicità Cervia – Amici di L. Ron Hubbard”, che questo fine settimana saranno in centro a Ravenna per informare i ragazzi del danno che creano queste sostanze. Lo faranno con gli opuscoli dal titolo La verità sulla droga e sensibilizzandoli sulla possibilità di informarsi anche direttamente al sito www.drugfreeworld.org.

Alla pagina online possono trovare testimonianze, video, opuscoli, corsi gratuiti accessibili direttamente dal proprio Smartphone, tablet o computer; ogni tipo di materiale utile per scoprire le verità fondamentali in merito alle sostanze di cui maggiormente abusano con estrema leggerezza. Informiamoli velocemente, prima che lo facciano gli spacciatori!

Terna: l’AD e DG Luigi Ferraris firma un accordo con la Regione Veneto

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende, Economia

Un progetto ambizioso, che punta alla ricostruzione e allo sviluppo delle infrastrutture elettriche, a seguito dei catastrofici eventi atmosferici che lo scorso novembre 2018 hanno colpito la regione. Questa una delle principali finalità dell’accordo siglato lo scorso 21 gennaio 2019 a Venezia tra Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, e Luca Zaia, Governatore della Regione Veneto.

Luigi Ferraris

Sostenibilità ambientale e del territorio: l’impegno concreto di Terna e dell’AD e DG Luigi Ferraris

Coniugare la vicinanza al cittadino alla sostenibilità ambientale, mettendo a disposizione le migliori tecnologie e l’economicità dei progetti: questa la strategia di Terna, sotto la guida dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris, per dare avvio al rilancio dei territori colpiti dal maltempo nella regione veneta. Con questo obiettivo, lo scorso 21 gennaio 2019, il top manager di Terna e il Governatore della Regione Veneto Luca Zaia hanno formalizzato un accordo che prevede la ricostruzione e lo sviluppo delle infrastrutture elettriche della regione, con investimenti nell’arco di 10 anni per oltre 900 milioni di euro, di cui ben 400 saranno finalizzati alla realizzazione della rete elettrica interrata, e quindi a ridotto impatto ambientale, Dolo-Camin. Le nuove linee interrate, nell’intera regione, arriveranno in questo modo a un’estensione complessiva di quasi 100 chilometri. Previsti inoltre dei “corridoi verdi”, ambienti ecologici che correranno lungo le linee elettriche puntando a ridurre al minimo il rischio d’impatto.

Luigi Ferraris: Terna porta in Veneto sperimentazione sostenibile

Il Veneto sarà al centro di una sperimentazione che prevede soluzioni innovative e ad alto contenuto ecologico, che puntano a prevenire situazioni analoghe a quelle verificatesi alla fine del 2018. Secondo Luigi Ferraris, va allargata la fascia di rispetto, ma con criteri ecologicamente compatibili, servendosi, per esempio, di piante autoctone, che possano essere misurate e gestite, al fine di evitare che interferiscano con la linea. Si punta, in questo modo, a non deturpare il territorio e, come sottolineato dal vertice di Terna, a minimizzare “l’impatto di eventi atmosferici così violenti che, temo, saranno la regola”.

Luigi Ferraris, Terna vicina ai territori colpiti dagli eventi atmosferici avversi del novembre 2018

Con l’accordo siglato con la Regione Veneto lo scorso 21 gennaio 2019, Terna, la società italiana della rete elettrica guidata da Luigi Ferraris, si propone di realizzare interventi di rinnovo sulla rete elettrica regionale esistente, puntando all’incremento di stabilità e sicurezza del servizio di trasmissione dell’energia, nonché della resilienza delle infrastrutture agli eventi climatici eccezionali. Un obiettivo ambizioso, che prevede investimenti per oltre 900 milioni nell’arco di 10 anni. Terna si propone inoltre di aprire ed ampliare centri di accoglienza tecnologici nel territorio veneto e a stipulare accordi con le Università per incentivare la realizzazione di studi e ricerche volti ad indirizzare meglio le scelte future in materia di costruzione delle infrastrutture elettriche. Grande soddisfazione per l’accordo è stata espressa dall’Amministratore delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris, secondo cui “il pacchetto di interventi […] è il frutto di un approccio di dialogo con il territorio che rappresenta oggi, insieme alla sostenibilità delle opere e all’attenzione per l’ambiente e per i territori, un valore imprescindibile nella strategia di Terna”.

La carriera professionale di Nicolò Zanon

Scritto da nzprnews il . Pubblicato in Affari, Aziende, Legale

Nicolò Zanon, giurista e docente italiano, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e il titolo di Dottore in ricerca in Diritto Comparato. La sua carriera universitaria inizia in qualità di ricercatore, fino a diventare Professore ordinario. Ricopre diversi incarichi istituzionali. Nel 2017 è stato insignito del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e, dal 2014, è Giudice della Corte costituzionale.

Nicolò Zanon

Nicolò Zanon: formazione e attività di ricerca

Nicolò Zanon nasce a Torino nel 1961. Si laurea in Giurisprudenza presso l’Università della città e consegue il titolo di dottore in ricerca in Diritto comparato. Nei primi anni della sua carriera universitaria, si dedica ad un’intesa attività di ricerca e di formazione all’estero, soggiornando in Francia e in Germania. Lavora come Assistente di studio del Giudice costituzionale Valerio Onida, a Roma, e parallelamente prosegue la carriera universitaria insegnando come professore a contratto in diversi atenei italiani. In questi anni, si dedica, inoltre, alla pubblicazione di testi scientifici su riviste italiane e straniere. Ha fatto parte del comitato di redazione della rivista “Ideazione”, del comitato scientifico di “Giurisprudenza Costituzionale” e di “Percorsi Costituzionali” e della direzione di “Quaderni Costituzionali”. Nicolò Zanon è stato, inoltre, editorialista per noti quotidiani, quali “Il Sole 24 Ore”, “Libero” e “Il Giornale”.

Nicolò Zanon: ruoli istituzionali

Nicolò Zanon si impegna anche a livello associativo, diventando un membro del Consiglio di Amministrazione della FIRC, Fondazione Italiana per la ricerca contro il cancro e socio di “Italiadecide – Associazione di ricerca per la qualità delle politiche pubbliche”. Ha ricoperto diversi incarichi istituzionali: nel 2010 è stato eletto componente laico del Consiglio Superiore della Magistratura dal Parlamento in seduta comune. Tre anni più tardi, fa parte della Commissione dei “saggi” responsabili della revisione della parte seconda della Costituzione. Nel 2017 è stato insignito del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. Ad oggi, Nicolò Zanon è Giudice della Corte costituzionale, essendo stato nominato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nell’ottobre 2014 e Professore ordinario di Diritto Costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano.

Mondo Libero dalla Droga con la campagna informativa a Vicenza

Scritto da Loredana Boschetti il . Pubblicato in Religione

Distribuiti opuscoli sugli effetti dannosi delle sostanze stupefacenti.

Sabato mattina, i volontari dell’associazione Mondo Libero dalla Droga hanno organizzato una distribuzione di opuscoli informativi direttamente nel centro della città di Vicenza. Un’attività che si rivela sempre decisiva e fondamentale per creare consapevolezza ed informare sugli effetti provocati dall’uso delle droghe.

Nel corso della mattinata sono stati distribuiti opuscoli informativi ai cittadini, ai negozianti e anche al Liceo Lioy ed al Liceo Pigafetta, con le stesse collaboratrici scolastiche che hanno invitato gli studenti a prendere gli opuscoli.

La campagna di informazione attraverso la distribuzione di opuscoli viene svolta ogni sabato mattina dallo scorso agosto 2018. In particolar modo ci si concentra su quelle zone delle città che, come Vicenza, sono zone più ad alto rischio come ad esempio il centro e la stazione con Campo Marzo, dove notoriamente si ritrovano spacciatori e tossicodipendenti.

Infatti già negli anni ’60, il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard scrisse: “Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga, farmaci e altre sostanze biochimiche.” Ed è per questo che i volontari non si sono mai fermati nella loro campagna informativa e portano avanti con tenacia la prevenzione ed informazione per combattere l’uso delle droghe.

Per maggiori informazioni visita il sito www.noalladroga.it o scrivici all’indirizzo mondoliberodalladroga.vi@gmail.com

Il percorso formativo e professionale di Roberto Casula

Scritto da newsrconline newsrconline il . Pubblicato in Aziende

Roberto Casula, laureato in Ingegneria Mineraria, muove i primi passi professionali nel settore dell’energia, lavorando in qualità di ingegnere di giacimento presso Agip S.p.A. Dopo una serie di trasferimenti all’estero e rilevanti esperienze nell’ambito, assume la carica di Chief Development, Operations & Technology Officer di Eni S.p.A.

Roberto Casula

Roberto Casula: laurea e prime esperienze professionali

Roberto Casula nasce a Cagliari nel 1962. Dopo aver conseguito la laurea in Ingegneria Mineraria presso l’Università degli Studi della città, supera l’esame per l’abilitazione alla professione di ingegnere. La sua carriera inizia con l’ingresso in Agip S.p.A., dove riveste il ruolo di ingegnere di giacimento. Nel 1992 si trasferisce in Africa Occidentale, a Luanda, diventando Reservoir Engineer e Petroleum Engineer e successivamente Chief Development Engineer della consociata Agip Angola Ltd. Ritorna in Italia nel 1997, presso la sede di San Donato Milanese, in qualità di responsabile del coordinamento delle attività di business e operative relative ai Paesi dell’Asia centrale e dell’Africa occidentale. Nel 2000, Roberto Casula viene coinvolto in numerose negoziazioni tecniche ed economiche e in seguito è Department Manager delle operazioni in Iran. L’anno successivo si trasferisce a Teheran, dove opera come Project Director per il progetto giant South Pars Gas fasi 4-5.

Roberto Casula: il passaggio a Eni e la nomina a Chief Development, Operations & Technology Officer

Roberto Casula diventa Amministratore Delegato di Eni Mediterranea Idrocarburi S.p.A, consociata del Gruppo Eni con sede a Gela e svolge attività di esplorazione e produzione sul territorio siciliano. Nel 2005, in seguito alla nomina a Managing Director di Eni Nord Africa BV, si trasferisce in Libia dove rimarrà per due anni per guidare le operazioni all’interno del Paese. Dopo aver avviato numerosi progetti sociali, torna in Italia in qualità di Senior Vice President e diventa responsabile per le operazioni di business nell’Africa Subsahariana. Il 2011 è un anno significativo per Roberto Casula: con il titolo di Executive Vice President, le sue responsabilità vengono estese a tutti i Paesi dell’Africa e del Medio Oriente e conduce con successo numerose negoziazioni in Egitto, Libia, Algeria, Angola, Gabon, Congo, Kenya, Sud Africa e Mozambico. Da luglio 2014 è Chief Development, Operations & Technology Officer e Consigliere di Amministrazione di Eni Foundation.

kW&HP: prestazioni elevate e innovazione continua nel settore dell’aftermarket

Scritto da manliosaz il . Pubblicato in Automobili, Aziende

kW&HP è il nuovo brand che fornisce sistemi di riparazione delle sospensioni auto, affidabili e dalla qualità comprovata. kW&HP irrompe sul mercato con una linea di ricambi per auto in continua espansione, con l’idea di fornire parti di ricambio della stessa qualità degli OEM ma ad un prezzo ampiamente più accessibile. Test continui ed una linea di produzione che utilizza solo i migliori materiali, garantiscono un prodotto che ripristina l’auto con le stesse qualità originali.
Visita subito il sito è scopri il brand https://www.kwehp.com

Gli orologi Hip Hop in silicone colorato: per un San Valentino speciale

Scritto da Binda il . Pubblicato in Aziende, Lifestyle

Cosa regalare a San Valentino? La scelta è spesso difficile ma quest’anno la soluzione potrebbe essere proprio dietro l’angolo. Hip Hop Watches e i suoi orologi in silicone colorato per donna e per uomo, rappresentano un’idea regalo originale, per una giornata davvero unica.

Hip Hop Watches, infatti, per la festa degli innamorati ha pensato a una proposta tanto dolce quanto particolare: distinguersi con un dono originale verso la propria dolce metà può fare la differenza.

Trasforma il tuo orologio da polso in un qualcosa che va oltre il semplice segnatempo. Un orologio con il cinturino in silicone con forme e colori diversi avrà un significato particolare, legato a una giornata di festa e a ricordi piacevoli e, allo stesso tempo, sarà utile e funzionale in ogni occasione.

Splendidi orologi colorati tra i quali scegliere

Esaltare la propria quotidianità indossando orologi da polso glam e fashion come gli Hip Hop Watches può trasformare ogni giorno in un’occasione speciale e, la collezione Hip Hop (HE) ART è dedicata a tutti gli innamorati.

L’orologio POP (HE)ART è un’esplosione di cuori: il rosso, va da sé, è il colore predominante è perfettamente in linea con San Valentino.

Il materiale, poi, è il silicone stampato con la tecnica del water transfer, che dona quella praticità tipica degli orologi Hip Hop a un modello che vuole regalare amore e passione in ogni momento in cui viene indossato.

La particolarità del cinturino in silicone

Il cinturino in silicone è semplicemente diverso dagli altri perché rende l’orologio Hip Hop (in particolare il modello della collezione HE(ART) ) un’idea regalo per San Valentino che colpisce al cuore, proprio come la famosa freccia di Cupido.

La semplicità con la quale si può donare un sorriso sarà sicuramente un motivo di felicità, con questi orologi in silicone colorati che sono un vero e proprio omaggio all’arte pop, oltre che all’amore: colpire nel segno sarà un gioco da ragazzi!

Personalizzare il proprio stile è il concetto chiave e questo Hip Hop Watches lo sa: grazie agli orologi con cinturino intercambiabile, ogni occasione sarà unica e speciale grazie alla possibilità di trasformare il proprio look.

Gli altri orologi da regalare per San Valentino

Sono tanti gli orologi da regalare, tutti molto particolari: oltre a Hip Hip (HE)ART, infatti, sono presenti altre collezioni molto caratteristiche e in linea con il tema dell’amore:

  • collezione BE LOVED: un vero e proprio inno all’amore, con una pioggia di cuoricini nel cinturino in silicone, disponibile nelle colorazioni bianco e fucsia.
  • collezione KISS: per chi adora essere sempre un po’ sopra le righe grazie alla particolarità della grafica: mille baci si stampano sul cinturino dell’orologio Hip Hop
  • collezione HEARTBREAKERS: un’esplosione di borchiette a forma di cuore vivacizzano il cinturino in silicone. Vera e propria dichiarazione d’amore per i “love addicted”. Disponibile nelle colorazioni bianco e rosso.

Scopri le particolarità degli accessori Hip Hop, non farti cogliere impreparato: rendi speciale San Valentino con qualcosa di unico!

Troncatrice per ferro, online trovate il modello giusto!

Scritto da marianna alicino il . Pubblicato in Aziende

Una buona troncatrice per ferro è un mix tra design, qualità, funzionalità e solidità. Nella scelta del modello più adatto considerate tutti gli aspetti e poi decidete con attenzione valutando anche il rapporto tra la qualità e il costo. La possibilità di avere a disposizione una buona troncatrice è importante per poter lavorare in qualsiasi momento. Sia a casa che a lavoro questo attrezzo è pronto all’uso e non richiede competenze troppo tecniche se non un utilizzo costante per prendere la mano.

La potenza di una troncatrice per ferro deve risultare elevata in modo da poter eseguire tagli precisi e netti. Dimensioni, peso e design dipendono dallo spazio e dai gusti. l’inclinazione, di solito a 45 gradi, deve risultare precisa. Al primo posto c’è la sicurezza, per questo accertatevi che il prodotto sia di qualità. Per una troncatrice per ferro professionale sarà opportuno spendere qualcosa in più poiché si tratta di modelli dalle elevate prestazioni. Dubbi e perplessità possono essere scongiurati leggendo le recensioni online.

Lanterna in ferro battuto

Scritto da letizia wd il . Pubblicato in Aziende

Hai la necessità di illuminare gli esterni? Puoi risolvere la tua esigenza con l’acquisto di una lanterna in ferro battuto. Martelli Ferro battuto realizza da anni arredamenti e oggetti in ferro battuto.

Lanterna in ferro battuto

Chi ha spazi esterni sa bene quanto è importante avere la giusta illuminazione. Si tratta di un fattore estetico, funzionale ma anche di sicurezza. Non bisogna avere giardini di grandi dimensioni per aver bisogno di una corretta illuminazione. Spesso anche solo per illuminare la porta di ingresso, se non si trova su una strada illuminata, abbiamo bisogno di un lampione aggiuntivo.

Che sia dunque per illuminare un giardino o semplicemente da applicare al muro per rendere più sicuro l’ingresso di casa, possiamo rivolgerci a Martelli ferro battuto per la realizzazione della lanterna in ferro battuto che più desideriamo.

Da anni specializzati nella forgiatura di oggetti di altissimo pregio in ferro,  Scegli un modello già prodotto in precedenza o studia un oggetto del tutto unico e originale che si sposerà perfettamente con lo stile della tua abitazione o del tuo spazio esterno. Martelli infatti realizza oggetti su misura per soddisfare ogni gusto o esigenza particolare.

Le lanterne che realizziamo sono sia da terra sia da applicare sul muro. Quelle da muro sono più indicate per illuminare le entrate e garantire una sicurezza in più per gli abitanti. I lampioni da terra sono più adatti, invece a vialetti o giardini. La disposizione dell’illuminazione degli esterni è molto importante. Studia la migliore sistemazione per la tua casa con i nostri esperti.

Martelli ferro battuto realizza oggetti in ferro di ogni genere e tipo. Affidati ai professionisti del settore della forgiatura, per la realizzazione di oggetti su misura in ferro battuto. Dai complementi di arredo per gli interni alle lanterne in ferro battuto per gli esterni. Scegli il modello che più ti piace o fallo realizzare seguendo un disegno del tutto originale. Contatta Martelli Ferro Battuto per la tua lampada in ferro battuto. Puoi visitare il nostro sito per prendere visione dell’intera produzione.

Intervista all’artista Graziano Ciacchini: 2018 di soddisfazioni, 2019 di desideri

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte

L’artista toscano Graziano Ciacchini è stato intervistato in occasione dell’inizio del 2019. Il pittore e poeta si racconta tra le soddisfazioni dell’anno appena passato e i desideri dell’anno appena cominciato.

D: Eccoci arrivati al bilancio di fine anno 2018: quale è stata la soddisfazione artistica più grande in questo anno? Quale invece la situazione che ti ha fatto più riflettere sul senso del tuo fare arte?
R: La soddisfazione più importante non è legata ad un evento specifico accaduto durante l’anno, ma all’intero 2018, anno che spero divenga, col tempo, uno spartiacque tra un “prima” ed un “dopo”. Il 2018 è stato denso di idee e di produzione artistica, di esposizioni sia personali che collettive, di molti riconoscimenti di pubblico e di critica, anno nel quale ho conosciuto molte persone che sono diventate estimatrici dei miei lavori ed hanno deciso di portare qualcosa di mio nelle loro case. Insomma il 2018 ha segnato un incremento dei fondamentali artistici ed una continuità che nel passato era mancata. Spero di confermare e possibilmente di incrementare quanto di buono è arrivato. Quello che mi ha fatto più riflette è una verità basilare quella che il lavoro, la dedizione, e la passione, pagano. Non sono tutto, è vero, ma pagano ed io sono molto soddisfatto ed in progress.

D: Esprimi un desiderio per il tuo futuro artistico, un sogno nel cassetto che vorresti realizzare;
R: Il desiderio, da inserire nella letterina a Babbo Natale, è quello già auspicato nella risposta precedente, di crescere e di diffondere i miei lavori in un raggio più ampio possibile. Mi piacerebbe molto esporre in nuove città italiane e perché no, anche all’estero, dove in passato ho già avuto alcune esperienze.

D: Cosa cambieresti nel comune sentire verso il mondo dell’arte? Quali trasformazioni migliorative vorresti vedere concretizzate?
R: Mi piacerebbe molto che il senso dell’arte, sia come ricerca interiore che come conoscenza e cultura del gusto diventasse la materia principale, nelle scuole italiane. Quanto al mondo dell’arte, nel quale quotidianamente si muovono mille e mille persone e personaggi, vorrei che ci fosse più trasparenza e più correttezza. Mi piacerebbe che esistessero persone più votate a scommettere in qualcuno in cui credono e meno personaggi che promettono il nulla dietro lauti compensi, giocando sulle ambizioni o sulla dabbenaggine dei giovani artisti. Questo, che so essere un bel sogno, esalterebbe la qualità ed anche il lavoro di chi, da ogni parte,già oggi, cerca di svolgere il proprio ruolo nel migliore dei modi.