Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

Covisian dà vita ai call center 4.0

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Antonio Turroni, Presidente di Covisian, spiega come le nuove tecnologie rappresentino “l’unica strada possibile per offrire un’alternativa” nell’ambito del call center.

Covisian

Covisian e la rivoluzione dei call center 4.0

Nato nel 2016, il Gruppo Covisian ha saputo conquistarsi in poco tempo un ruolo di primo piano nel segmento del Customer Care. Successo che è stato reso possibile grazie all’adozione di una filosofia aziendale al cui centro vi è una visione radicalmente diversa rispetto a quella del mercato tradizionale. Come sottolineato da uno dei suoi manager, Antonio Turroni (Presidente), “l’uso intelligente delle informazioni sui consumatori, le nuove competenze e lo sviluppo di nuovi modelli di collaborazione con i committenti” offre un’alternativa a modelli di business già presenti i quali “stanno esaurendo la propria marginalità” e determinano il deterioramento delle relazioni tra cliente e azienda. Per questo motivo Covisian ha deciso di puntare sull’innovazione, con una formula inclusiva dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale e dei Big Data. Frutto dell’impegno nella direzione dei call center 4.0 è la creazione di “Sparta”, un sistema di AI capace di mettere in relazione le caratteristiche dell’operatore con quelle del cliente. “Sparta – chiarisce Ruggero Maria Verazzo, CEO del Gruppo – è una learning machine che impara dall’esperienza. Utilizza una serie di algoritmi per individuare, ad esempio, i clienti che manifestano insofferenza. E quindi per indicare in tempo reale al nostro operatore quali sono le strategie migliori per trattenerlo”.

L’Impegno di Covisian nel settore del customer care

Società leader nel ramo dei servizi al cliente, Covisian è nata nel 2016 in seguito alla fusione di due importanti realtà attive in questo ambito. Nell’arco di appena un biennio è stata in grado di espandersi notevolmente, arrivando a contare su un fatturato di 130 milioni di euro (2017), 14 sedi e circa 5mila addetti. L’adozione delle più sofisticate tecnologie in materia di intelligenza artificiale e big data le consente di operare sul mercato con un’offerta unica e sempre all’avanguardia, comprensiva di un ampio ventaglio di soluzioni che va dal Backoffice, sino all’Inbound e all’Outbound: Credit Management & Litigations, Backoffice & Case management, Revenue generation, Customer Experience Analytics, Help Desk & Digital Tutoring, Churn prevention & Claim management, Customer & Social care. Pe favorire l’aggiornamento dei professionisti in questo campo, Covisian ha dato vita inoltre a una speciale scuola di formazione, la Customer Management Academy, realizzata in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Pure Bros, la crescita ed il sudamerica

Scritto da Pure Bros il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

PURE BROS ALLARGA GLI ORIZZONTI

Pure Bros mobile Spa in questa prima parte del 2018 conferma la tendenza positiva degli scorsi esercizi ed entro la fine dell’anno si prospetta un’ulteriore ed importante crescita.

Per l’azienda leader nel settore dei servizi digitali il 2018 rappresenta e rappresenterà un anno cruciale, di svolta e di cambiamento. Già in questi primi 5 mesi sono state costruite solide fondamenta, ma siamo solo all’inizio.

Infatti, sono previsti considerevoli investimenti a 360 gradi che riguarderanno tutte le aree: dal rafforzamento del team di lavoro, inserendo figure estremamente competenti del mondo della progettazione e della programmazione, fino ad arrivare all’ampliamento delle strutture e al rinnovamento degli strumenti di lavoro con dispositivi tecnologici di ultimissima generazione. La crescita di Pure Bros va a pari passo con lo sviluppo tecnologico.

Basti pensare che questa società è il punto di riferimento per le più importanti telco presenti sul territorio nazionale e collabora con tv e media per la gestione di servizi relativi al televoto. Inoltre, da notare come alcune aziende di nuova formazione abbiano deciso di affidarsi a Pure Bros per entrare nel mondo delle telecomunicazioni dalla porta principale ed avere la possibilità di evolvere e progredire nel minor tempo possibile.

In un periodo di difficoltà per l’economia italiana, ma anche per quella mondiale in generale, i numeri di Pure Bros sono in controtendenza evidenziando importanti ricavi e considerando che si tratta di una delle poche società che invece di adoperarsi in tagli del personale è alle “prese” con assunzioni e collaborazioni.

Infine, Pure Bros non solo opera in Italia, ma ha deciso di “andare alla conquista” anche del Sud America. Attualmente è presente in Brasile ed in Messico e nell’immediato futuro potrebbero aprirsi nuovi scenari. Infatti, i Chief Executive Officers hanno deciso di programmare ingenti investimenti sia in Argentina che in Colombia.

Pure Bros diventerà sempre più una realtà internazionale e per la società sarà un onore poter continuare ad esportare l’orgoglio hi-tech italiano in tutto il mondo.

Chi è Pure Bros Mobile

Pure Bros Mobile Spa è un gruppo italiano leader nei servizi integrati per gli operatori di telefonia mobile nazionali e internazionali, nello sviluppo di servizi digitali di mobile marketing e mobile payment, applicazioni mobili e piattaforme per l’interattività e “voting” televisivo su reti di telecomunicazioni.

La sua mission, in qualità di aggregatore (hub), è quella di incrementare e migliorare gli obiettivi di business delle telco nel mondo digitale, con la messa a disposizione di piattaforme tecnologiche per l’offerta di prodotti e servizi digitali erogati da Content Provider verso gli utenti finali.

Pure Bros è nel mercato dal 2005 e da allora mette a disposizione delle Aziende, in un contesto B2B, la sua forte esperienza e le sue competenze nel settore mobile.

Il suo punto di forza è l’integrazione di Content Provider con tutti i principali Operatori di Telefonia, nazionali ed internazionali.

Fonte: PURE BROS MOBILE News Room

Photo credits – Kyle Glenn via Unplash and Marvin Meyer viaUnsplash

Ufficio Stampa – Pure Bros Mobile SpA
Email: info@purebros.it
Tel.: 068600320
Web: purebros.it
Facebook: https://www.facebook.com/purebros/
Twitter: https://twitter.com/purebrositalia
LinkedIn: https://www.linkedin.com/company-beta/736967/

Restyling per il Verona Women: le novità nate dall’impegno di Antonio Franchi

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Calcio

Il manager bolognese Antonio Franchi è presente all’inaugurazione del nuovo spogliatoio del Verona Women insieme ad altri sponsor, vip e autorità locali. Tante novità per la squadra plurititolata.

Antonio Franchi

Antonio Franchi: il Verona Calcio Femminile diventa Verona Women

Totale rebranding per il Verona Calcio Femminile, a partire dal nome, che diventa Verona Women. Antonio Franchi, Vicepresidente e Consigliere Delegato, ha sottolineato come il club sia oggi rimodernato nella forma e nei contenuti. L’operazione ha come obiettivo quello di ridare al team il prestigio che gli spetta, avvicinando i tifosi alla quotidianità delle partite e degli allenamenti attraverso il nuovo sito e le dirette sul canale Youtube. La squadra è la più titolata d’Italia, con 5 Scudetti Nazionali, 3 Coppe Italia, 4 Coppe delle Coppe e una Semifinale di Champions League, e ora vanta anche lo spogliatoio tra i più innovativi d’Europa: dedicato a Mister Longega, è dotato di luci al Led, apertura biometrica ad impronta digitale, arredo in boiserie in rovere con postazioni personalizzate per le atlete, prese USB e doppi frigoriferi. L’intero AGSM Olivieri Stadium è stato rinnovato con l’aggiunta dell’area hospitality con vista sul campo, la media-room alle spalle della tribuna e la press-meeting room. L’inaugurazione è avvenuta lo scorso 12 marzo prima della partita con la Juventus, in presenza di Antonio Franchi e altri quasi mille ospiti tra autorità locali e del settore, vip e sponsor.

Antonio Franchi: la formazione e la carriera del manager bolognese

Classe 1960, Antonio Franchi nasce a Bologna e a soli 22 anni si laurea in Economia Aziendale a pieni voti presso l’Università Bocconi di Milano. È dottore commercialista fino al 2003 e nel 1985 dà vita a uno studio associato interdisciplinare a Verona, lo Studio Franchi Maccagnani, che fino al suo scioglimento rimane tra i più rinomati della città. In questi anni, oltre a ricevere importanti incarichi in ambito sia nazionale (Commissario straordinario per i Ministeri dell’industria e del Lavoro), sia locale (come quelle di Presidente del Collegio Sindacale della Provincia di Verona e di Giudice in Commissione Tributaria), Antonio Franchi è anche molto attivo sul fronte delle pubblicazioni: è fondatore e Direttore della Rivista Veronese di Diritto e Giurisprudenza d’impresa. Nel 2004 ha inizio la sua carriera di imprenditore a Milano, in particolare nel settore immobiliare. Nel 2008 Antonio Franchi torna ad occuparsi principalmente di Verona, ristrutturando e rivendendo fabbricati di pregio tra cui il Palazzo delle Poste. Attualmente è Socio Unico e Amministratore Unico di Residenze s.r.l., è Vicepresidente e Consigliere Delegato del Club Verona Women e possiede la collezione di Arte Orientale più prestigiosa del Veneto.

PREMIO LUNEZIA 2018: si aggiunge il premio “Lunezia on Air” per le Nuove Proposte del celebre concorso che giunge alla 23^ edizione

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

C’è tempo ancora fino al 18 giugno per iscriversi al Premio Lunezia Nuove Proposte, esclusivamente seguendo la procedura online attraverso il sito.

COME PARTECIPARE – CLICCA QUA

Le sezioni sono quattro: Sezione Band, Sezione Cantautori/Autori Solisti, Sezione Autori Di Testi, Sezione Musicare I Poeti.

La Direzione Artistica del Premio Lunezia Nuove Proposte è affidata a Loredana D’Anghera.

Grazie alla partnership con l’agenzia di comunicazione musicale L’AltopArlAnte, uno dei finalisti potrà aggiudicarsi il premio “Lunezia on Air” per la promozione di un singolo che prevede una diffusione capillare del brano sulle radio italiane, con le pubblicazioni on line del comunicato sull’uscita del singolo.

I finalisti del Premio Lunezia Nuove Proposte 2018 saranno promossi inoltre da Radio Rai, mentre una nuova collaborazione è nata con la Warner Chappell, avviata al fine di potenziare la sezione Nuove Proposte della storica manifestazione tosco-ligure. Parteciperanno alle serate anche addetti ai lavori, promoter e discografici che svolgeranno una funzione di talent scouting.

Contatti

www.lunezia.it

www.laltoparlante.it

Energo Logistic, CEO Francesco Pavolucci, diventa Partner dell’Osservatorio Contract Logistics 

Scritto da francescopavolucci il . Pubblicato in Aziende

Energo Logistic diventa partner dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet”. Il gruppo verticale di lavoro degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, che dal 2011 analizza il settore della logistica conto terzi in Italia, al fine di diffondere pratiche di eccellenza nella distribuzione e nella gestione della supply chain.

Come rivela il Direttore dell’Osservatorio Contract Logistics, l’Ing. Damiano Frosi: “Siamo molto contenti che il board dell’Osservatorio Contract Logistics si arricchisca della presenza di Energo Logistic, che potrà portare al tavolo le sue competenze e l’esperienza su servizi specifici a valore aggiunto (come la consegna con installazione, ritiro dell’usato, smaltimento RAEE), aiutandoci a innalzare la cultura logistica e far conoscere le best practice del settore”.

Una collaborazione importante, che nasce dalla volontà dell’azienda logistica, leader nell’home delivery integrata, di sostenere la Ricerca 2018 e partecipare attivamente, con la propria esperienza e competenza, ai tavoli di lavoro sull’evoluzione del mercato italiano dell’outsourcing.

Per Energo Logistic sarà importante condividere i propri risultati e confrontarsi con associazioni, aziende e imprenditori interni alla filiera, sullo sviluppo della logistica conto terzi, con particolare riferimento ai nuovi servizi aggiuntivi nel canale B2B2C, alla centralità della costumer experience e alla gestione della Supply Chain.

Francesco Pavolucci CEO Energo Logistic“siamo molto lieti di far parte dell’edizione 2018 dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet”. Partecipare ai workshop e sostenere la ricerca sull’evoluzione della logistica conto terzi significa per noi avere la possibilità di cogliere i principali trend di settore oltre che dare un contributo allo sviluppo di soluzioni innovative in grado di rendere più competitive le aziende italiane e più efficiente il sistema distributivo del nostro paese.”

A cura di

Ufficio Stampa Laura Ravasio – Nuova Comunicazione
cell. 348 9330574

ravasio@nuovacomunicazione.com
www.nuovacomunicazione.com

GruVillage 105 Music Festival 2018: Guè Pequeno, Rovazzi, Baby K, Morandi, Nannini, Moro, Fragola, Bob Sinclar, PFM, Riki, De Gregori, Pelù e Madnes.

Scritto da areastampa360 il . Pubblicato in Musica

Dal 18 giugno al 28 luglio 2018 torna una delle manifestazioni musicali di punta del panorama estivo del nord ovest, che giunge alla sua 13° edizione: una grande rassegna interamente pensata per andare incontro al suo pubblico, un cartellone di eventi spalmati nell’arco di un mese e mezzo, una programmazione eclettica e di grande qualità, una splendida location immersa nel verde, uno spazio di 6.000 mq attrezzato per rispondere al meglio alle esigenze degli artisti e del pubblico. Tutto questo è il GruVillage 105 Music Festival di Torino.

Il presidente del Consorzio Esercenti Renato Antonio De Carli e il direttore di Le Gru e del GruVillage Davide Rossi, durante la conferenza Stampa del 22 Maggio 2018,  hanno illustrato un cartellone di eventi spalmati nell’arco di un mese e mezzo, una programmazione eclettica e di grande qualità.

Presente Ylenia, speaker di Radio 105, Francesco Di Ciommo amministratore di Ford Authos, sponsor del festival, Enrico Inverso direttore vendite di Caffè Vergnano oltre al sindaco di Grugliasco Francesco Montà, coordinati da Cocchi Ballaira di ADFARMANDCHICAS.

Aggiunti due eventi al tabellone già presentato a Milano, in occasione della conferenza di lancio con Radio 105.

Questi i concerti dell’estate 2018:

18 giugno, “Party Up” firmato da Radio 105, Special Guest FABIO ROVAZZI con show case di BABY K

21 giugno PFM
28 giugno SUNSHINE GOSPEL CHOIR
29 giugno GUÉ PEQUENO
4 luglio INCOGNITO
10 luglio RIKI
14 luglio PIERO PELU’
17 luglio FRANCESCO DE GREGORI
19 luglio BOB SINCLAR
20 luglio MADNESS
21 luglio GIANNI MORANDI
22 luglio GIANNA NANNINI
23 luglio FABRIZIO MORO
27 luglio LORENZO FRAGOLA
28 luglio LA NOTTE DELLA TARANTA

Punto di forza del Gruvillage ci conferma l’attenzione riservata alla location, all’accoglienza – sia per il pubblico sia per le produzioni – e ai servizi, non usuali per un festival musicale. Un’Arena di 6000 mq immersa nel verde, uno spazio all’aperto curato e decorato con piante e fiori, 8 eleganti terrazze Lounge per gli ospiti VIP, allestimenti studiati per il benessere del pubblico, un palco di 200mq, una platea di 5000 posti nei concerti in piedi e di 1500 posti nei concerti con poltrona numerata, 2 cocktail bar e area ristoro nell’Arena (e 28 fra bar, ristoranti e fast-food nel Centro), free wi-fi, 4 cancelli di entrata e 5 casse per evitare code, un’importante squadra di sicurezza e accoglienza, 4700 parcheggi gratuiti, l’hub di car2go, e diversi servizi legati a cultura, turismo e mobilità sostenibile. Quello proposto dal GruVillage non è soltanto un luogo per assistere a un concerto, ma un vero e proprio salotto a cielo aperto nel quale gli spettatori possono vivere un’esperienza completa e indimenticabile, allontanandosi dal caldo e dallo stress cittadino. Stesso discorso vale per le produzioni: il Festival offre le migliori dotazioni tecniche del settore (palco, mixer, audio, luci), un backstage immerso nel verde con camerini, uffici, aree relax e gioco e persino una piscina.

Sito Ufficiale:
www.gruvillage.com

I Mondiali dell’Arte di Spoleto Arte a Mosca con Sgarbi, Dalì e molti altri vip

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si avvicina la stagione estiva e Spoleto Arte si prepara a un viaggio che la vedrà protagonista di una trasferta in Russia, in contemporanea con i Mondiali di calcio. Un po’ di Italia volerà perciò nello stato dei grandi zar e, in particolare, il 10 giugno inaugurerà i Mondiali dell’Arte a San Pietroburgo, al The Official Hermitage Hotel (Pravda 10, San Pietroburgo, Russia, 191002). Il 13 invece sarà la volta della capitale, Mosca, dove verranno esposti numerosi artisti al Hotel Novotel (Novoslobodskaya St. 23, Mosca 127055).

Ideato e organizzato dal manager Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte, l’evento si propone come un trampolino di lancio per l’arte, italiana e non, in Russia. Terra che apprezza particolarmente la bellezza, è stata la culla di molti interessanti movimenti artistico-culturali del Novecento, come le avanguardie, e di alcuni degli artisti più influenti, come Kandinskij o Suskov, quest’ultimo riscoperto con Spoleto Arte.

A contribuire all’esposizione, oltre al prof. Vittorio Sgarbi, compaiono anche i nomi dell’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì, del fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e Dario Fo, e di Alberto d’Atanasio, direttore del museo Modigliani.

Salvo Nugnes dichiara, paragonando in termini scherzosi: «I Mondiali dell’Arte sono un progetto ambizioso. Portare una squadra di artisti in trasferta durante una simile manifestazione calcistica mi riempie d’orgoglio e mi fa sperare. L’arte deve sempre rimanere nel cuore di tutti, diventare uno “sport” sentito e vissuto a livello nazionale e internazionale, perché niente più di un’opera riesce a emozionare e a comunicare, nonostante le culture siano già in partenza così diverse. E ciò è possibile poiché l’arte è un linguaggio universale, vincente in partenza.»

Anche l’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì, si è espresso con particolare entusiasmo a riguardo: «Quello che il mio carissimo amico Salvo Nugnes sta facendo con Spoleto Arte è qualcosa di ironico e geniale. Portare a San Pietroburgo e a Mosca, sotto le telecamere di tutto il mondo che impazza per il calcio, proprio l’arte è una scelta quasi trasgressiva. Ma è proprio la forza di queste idee e la conseguente loro realizzazione che fa fremere lo spirito di ognuno. Anche l’arte merita i suoi Mondiali e questa necessità è chiara nella mente di Salvo. Un grande in bocca al lupo a tutti gli artisti che comprenderanno la portata di questo evento e decideranno di prendervi parte!»

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a info@spoletoarte.it oppure consultare il sito www.spoletoarte.it.

Nell’anno dei mondiali Ginokiello presenta il suo nuovo singolo “PELE’ 58′”

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Calcio, Musica

in radio il brano dedicato alla leggenda del calcio 

Sono passati 60 anni dal giorno in cui il popolo brasiliano prese coscienza delle proprie potenzialità in campo; il gioco era passione, ma anche fonte di riscatto ai soprusi della schiavitù.
La Ginga esaltava il ritmo, la forza e la gioia, ma si era sopita dopo la cocente sconfitta casalinga nei mondiali del ’50. L’arrivò di un talentuoso diciasettenne portò il Brasile a salire sul tetto del Mondo per la prima volta.

Alessandro D’Elia in arte “Ginokiello” si appassiona alla musica da bambino iniziando a trascrivere brani di importanti cantautori italiani.
In seguito lo zio gli donò un amplificatore con stereo, con cui poteva cantare e registrare su cassetta audio; improvvisare su dei riddim Jamaicani e comporre le prime canzoni, che proponeva poi nelle piccole dance hall cittadine.
Trasferitosi in Veneto per lavoro, inizia a iscriversi a concorsi canori e conosce due musicisti che dirigevano lo ZZ studio di Preganziol.
Insieme a loro realizza il suo primo EPUn Lungo Viaggio” (Dicembre 2014) prodotto dalla Ghiro Records di David Marchetti e  costituito da 5 brani: Berlusconi, L’allegro Fantasma 2.0, La Missione, Un nuovo giorno e appunto Un Lungo viaggio.
L’EP ottiene un discreto riconoscimento dal pubblico e viene trasmesso da diverse radio. L’artista continua a partecipare a vari concorsi canori, ottenendo negli ultimi anni svariati riconoscimenti, tra cui :
3° posto al concorso canoro di Trebaseleghe nel 2016 (Premio dell’originalità nel concorso Vota le Voci 2016);
Vincitore del talent Nazionale The Best 2017 sia sezione inediti che vincitore assoluto,
3° posto a Piove in Musica 2017 e classificato nei primi 30 alla selezione del Festivalshow 2017.
Nel 2018 esce il suo nuovo singolo “Pelé 58‘ ” con TRB rec.

https://www.facebook.com/ginokiello.luciano?ref=br_rs
https://itunes.apple.com/it/album/pel%C3%A8-58-single/1376004169

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

FURIA: “FREELANCE” è il nuovo brano della cantautrice milanese estrapolato dall’album “CANTASTORIE”

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Un’apologia in musica dell’amore, consacrato come pilastro emblematico della libertà.

Freelance” parla di amore. Amore libero. Libero da tabù, convenzioni e di quelle regole che opprimono e e reprimono la vita. Racconta di un incontro tra due persone libere.

«Il pezzo ha come autore del testo Luigi Albertelli, sul quale io ho scritto la musica ispirandomi alla situazione che mi veniva raccontata dalle parole stesse. La musica che ho scelto è elettronica e ritmata. Il filmato racconta un attesa. Con finale a sorpresa ma attualissimo. Furia è per la parità e per diritti civili di tutti». Furia

“Cantastorie” è l’opera prima di Furia, composta da tredici brani. Il viaggio dell’artista è un contenitore di storie vere narrate come cronache poetiche, alcune di un passato glorioso, altre di ferite antiche che ancora si aprono nel presente: di bambini e donne di ogni strato sociale, traditi nella loro essenza e negli affetti da chi si fidavano. Ma sono anche riflessioni sulla frattura necessaria e naturale che si è formata nei rapporti tra uomo e donna, e di come il ribaltamento dei ruoli e del potere nella coppia porti a conseguenze non sempre prevedibili. E la mutevole posizione della donna di oggi, tra ironia, sogni e speranze.

Furia è una moderna cantastorie che supporta le sue parole e la sua musica con narrazioni visive che sono spaccati di realtà in cui lei è la voce narrante, un Io che osserva da vicino laccaduto, restituendoci una cronaca poetica dei fatti, delle gesta e dei sentimenti della generazione di oggi e del passato.

La possibilità di creare un messaggio di speranza è rappresentata dalla presenza a fianco di Furia, del Maestro Luigi Albertelli in veste di produttore e manager, che vuole gettare un seme di speranza nella produzione musicale italiana ed internazionale. Una condivisione e un incontro tra la giovane cantautrice e il paroliere di lungo corso, con storie nuove, per raccontare che sullautostrada dell’omologazione c’è sempre unuscita in direzione della libertàà.

Pubblicazione album: 9 marzo 2018

Produzione/Etichetta: Luigi Albertelli

BIO

Furia, nome d’arte di Tania Furia, nasce a Milano. Dal 2010 inizia la sua carriera artistica avvicinandosi prima alla musica jazz poi alle cover di musica pop italiana e straniera. Si esibisce in diversi locali, festival e teatri italiani. Nel 2011 partecipa alle selezioni di X Factor 5. Viene eliminata agli Home Visit. Questa la gavetta di Furia, simile a tante ragazze che vogliono inserirsi nel mondo della musica italiana. Ma finalmente nel 2015, proprio in un teatro, avviene lincontro con uno dei più grandi autori che ha segnato la musica italiana, il Maestro Luigi Albertelli, che diventa suo produttore e manager. Con lui nasce uno splendido sodalizio artistico che porta Furia a far emergere le sue qualità di autrice. Insieme decidono di usare come nome d’arte solo il cognome, Furia. Che caratterizza perfettamente il suo carattere. Ed inoltre, il destino vuole che sia anche il titolo di uno dei successi del Maestro, Furia il cavallo del west. Grazie all’insegnamento di Albertelli si scopre e diventa una vera cantautrice completa. Ma Furia in effetti è una cantastorie, le tematiche dei suoi testi sono la cronaca di storie vere e della situazione socio-culturale italiana attuale. Prendendo spunto dalla tradizione dei cantastorie che si avvalevano di cartelloni su cui veniva disegnata la storia che narravano, Furia utilizza installazioni video che l’accompagnano nella sua esibizione vocale. Indossa una divisa alla Corto Maltese, personaggio famoso del fumetto italiano, da lei amato e scelto per rappresentare la sua idea di donna: l’antieroina. Questa la sua originalità che la contraddistingue rendendola unica nel panorama musicale italiano. L’album dal titolo “Cantastorie” di prossima uscita, nella primavera 2018, è composto da undici brani inediti. Il singolo di lancio è il brano “Tu sei mio”.

Dal maggio 2017 è in scena con lo spettacolo itinerante “E lasciami gridare” di e con Luigi Albertelli, dove interpreta i grandi successi dei 50 anni di carriera del Maestro.

Nell’Ottobre 2017 è ospite a TV2000 nel programma in diretta “Bel tempo si spera” con Luigi Albertelli. In questa occasione presenta in anteprima il suo progetto.

Contatti e social

CANALE YOUTUBE

www.youtube.com/channel/UCDVNG4Z2aOwExbStANKvAgg

FACEBOOK

www.facebook.com/IoSonoFuria/?ref=bookmarks

INSTAGRAM

www.instagram.com/iosonofuria/

Graziano Ciacchini tra i protagonisti del prestigioso Tuscania Festival 2018

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte, Cultura

Il pittore Graziano Ciacchini è tra i protagonisti dello storico Tuscania Festival, che si svolge nel weekend di Sabato 26 e Domenica 27 Maggio 2018 a Peccioli sulle colline di Pisa. L’artista sarà presente in mostra espositiva con le sue intense proiezioni pittoriche, all’interno della sezione “Art” curata dall’organizzatrice Alessandra Ioalè. In questa interessante cornice, Graziano darà il suo pregevole contributo artistico per valorizzare questo evento, che celebra e stimola il connubio tra arte e musica, concepiti come linguaggi universali di condivisione a tutto tondo.

Ciacchini si dimostra ancora una volta artista di versatile pensiero, scegliendo di partecipare a iniziative che rivestono un’importante e incisiva funzione di aggregazione collettiva, supportando il valore sostanziale del fare arte, coniugato al lodevole intento sociale di evidenziarne la forza del prezioso potenziale comunicativo.