Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

LUCA SERIO BERTOLINI “GESTIONE FALLIMENTARE” è il singolo da solista dell’ex Modena City Ramblers

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Il brano che regala al musicista emiliano una nuova veste musicale, è un viaggio introspettivo che naviga fra il conforto di un passato certo e nostalgico, la speranza di un buon futuro e l’incertezza del presente.

Gestione Fallimentare parla della confusione che tiene imprigionati pensieri e parole. Appesantiti da questi si trova la forza nelle gambe per sorreggersi, perdendo tuttavia la leggerezza necessaria per volare. Scarpe consumate e occhi su Marte. Potendo essere ovunque non si va da nessuna parte e alla fine non si è nemmeno dove si pensa di essere, una gestione fallimentare, dove, vomitare pare essere l’unico rimedio, come dopo una sonora sbronza o una brutta influenza, in questo caso però vomitare parole.

Ad accompagnare il brano, un viaggio onirico su Marte tramutato in un video d’animazione diretto da Marco Pavone (Caparezza, Daniele Silvestri, La Cruz, Le Vibrazioni, Linea 77, Negrita, Subsonica, Tre Allegri Ragazzi Morti, Tiromancino, e molti altri).

Autoproduzione

Radio date: 18 settembre 2018

BIO

Luca Serio Bertolini è un musicista emiliano, che è stato membro dei MCR (dal 2009 ad oggi) in qualità di autore, chitarrista e cantante.

La sua carriera artistica parte producendo tre dischi solisti folk.

Nel 2005 arriva il primo demo. Durante quell’anno Krock, storica emittente radiofonica di Scandiano (RE) inizia a trasmettere il suo brano “Manca la polvere da sparo”.

Nel 2006 inizia a lavorare come tecnico per i Modena City Ramblers e alcuni di loro suonano nel disco che uscirà nel 2007 “Manca la polvere da sparo”.

Nel 2008 inizia a lavorare al nuovo disco, ma invece di puntare ad una produzione in studio come per il precedente, decide di allestire uno studio di registrazione che diventerà anche la sua attività fra un concerto e l’altro. Nel 2009 esce “Angeli amici e menestrelli”, a settembre di quell’anno entra a far parte dei Modena City Ramblers.

Nel 2011 partecipa al composizione del disco MCR “sul tetto del mondo” e scrive per questo il brano “S’ciop e picoun”.

Nel 2012 esce “Battaglione alleato”, in questo disco viene inserito il brano “Molto Stanco” registrato nel suo studio ed eseguito con gli Yonders.

Nel 2013 iniziano, nel suo studio personale, le registrazioni del nuovo disco MCR “Niente di nuovo sul fronte occidentale”, poi mixato al VoxRecording di Andrea Fontanesi, amico e tecnico di fiducia ancora oggi per e i Ramblers.

“Mani come rami ai piedi radici” è il ultimo lavoro coi MCR, per questo disco Luca compone musica e testo di “Mani in tasca, rami nel bosco”, “Ragas pin de strass” ed il testo di “Tri bicer ed grapa”.

La bellissima avventura con i MCR s conclude ad inizio 2018.

L’artista inizia lentamente a lavorare a nuove canzoni sentendo il bisogno di cambiare stile ed influenze. Chiuso nel suo studio dà così vita a “Gestione fallimentare”, primo tassello di un futuro progetto discografico.

Contatti e social

Facebook: www.facebook.com/lucaseriobertolinimusica/

Canale YouTube: https://www.youtube.com/c/lucaseriobertolini_lucaseriobertolini

Fuoricentro “Piedi Gonfi”

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

un singolo sul tema della violenza #NESSUNOESCLUSO 

I Fuoricentro tornano con un singolo dal titolo “Piedi gonfi” (radio date: 13 dicembre), che ancora una volta tocca un argomento sociale importante, ovvero la violenza. Il brano della band milanese è stato anche scelto come colonna sonora del seminario “Violenza di genere e…in genere #nessunoescluso”, organizzato da FIRST CISL (Federazione Italiana Reti dei Servizi del Terziario), che si è tenuto nel capoluogo lombardo il 29 novembre e ha avuto tra i relatori l’atleta Ivana Di Martino.

Con l’occasione è stato anche presentato ufficialmente il videoclip di “Piedi gonfi”, che viene così raccontato da Maurizio Camuti, frontman dei Fuoricentro: “È un brano che vuole mostrare la violenza sotto molteplici aspetti: psicologica, fisica, verbale. La violenza può colpire tutti, #nessunoescluso. Nessuno è escluso che sia gay, etero, donna, anziano, di colore, altre religioni: la violenza è circolare. Ognuno di noi percorre una strada che nel tempo ci porta ad avere ‘i piedi gonfi’: quest’ultima è una metafora che riassume le fatiche che dobbiamo affrontare costantemente nel gestire ciò che per alcuni è ‘diverso’ e crea talvolta rabbia e violenza negli stessi. La dignità di molti porta a camuffare con del ‘profumo’ tante sofferenze che all’ olfatto spesso non vengono percepite.

Basterebbe poco per respirare altro se solo ci ricordassimo come eravamo da bambini!”.

Band orbitante nel panorama rock milanese da parecchi anni con a capo il frontman  Maurizio Camuti che oltre che cantautore , di fatto, e’ impegnato attivamente nell’attività sindacale,  attento e sensibile alle tematiche sociali odierne di maggiore attualità.

Nel tempo citati con grande attenzione  dalla stampa nazionale e non solo  che si e’ voluta occupare di un progetto musicale che vuole sperimentare attraverso testi e musiche tematiche che vengono sempre piu’ spesso lasciate ai soli tavoli politici.

Con Pia Contessa hanno voluto parlare di Omofobia mentre con Milano (Patrocinata dal Comune stesso) hanno voluto rendere  omaggio ad una città laboriosa e bella da un punto di vista poco usuale  secondo gli stereotipi vigenti ed in ultimo “VALIGIE DI CARTONE” hanno voluto parlare di emigrazione da sud a nord.

Il tutto attraverso una commistione di “colorate, emotive, spensierate, allegre, tristi, melanconiche, irriverenti” melodie miste a quei nostalgici, ironici, preoccupati ma speranzosi pensieri tipici di questo momento storico.

Provenienti da svariate esperienze musicali propongono e ripropongono un repertorio che li ha sempre distinti per originalita’ e creativita’.

https://www.facebook.com/fuoricentrofficial/
https://www.fuoricentrofficial.com

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

L’atmosfera natalizia? Te la regala il tuo telefono!

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

L’atmosfera di questo particolare periodo dell’anno non delude mai, anzi, promette calore, bellezza e accoglienza. Difficile rinunciare alle decorazioni di Natale per rendere ogni ambiente, anche quello aziendale, unico e piacevole. Un motivo in più per trasformare anche il proprio telefono da tavolo in un elemento di design natalizio! Dalle suonerie a tema fino all’immagine di sfondo dei display a colori, i terminali IP di Snom conferiscono il tocco natalizio perfetto a qualsiasi scrivania.

Dotati di funzionalità che si rivelano ideali con l’avvicinarsi delle tanto attese feste natalizie, i telefoni IP di Snom, noto pioniere del VoIP, contribuiscono concretamente a conferire un tocco natalizio negli uffici, hotel, gallerie o altri ambienti lavorativi. L’immagine di sfondo utilizzata sul display a colori ad alta risoluzione presente su alcuni modelli della serie D7xx come il D785, il D765 o il D735 oltre a quelli della serie D3xx, quindi il D375 e il nuovissimo D385, previsto per il 2019, può essere personalizzata. Un gradevole sfondo natalizio basterà per integrare anche il telefono sulla scrivania tra gli addobbi di Natale: una funzione ovviamente disponibile anche quando le festività saranno ormai passate e utilizzabile nei modi più creativi. Lo sfondo può essere modificato a piacimento ogni volta che lo si desidera.

Il terminale IP D735 in “versione natalizia”, disponibile nella colorazione bianca e nera

E poiché senza una melodia d’accompagnamento una semplice immagine non sortirebbe il giusto effetto, i telefoni IP da tavolo di Snom allietano gli utenti con suonerie a tema, diversificabili per gruppi di contatti o singoli interlocutori. È infatti possibile modificare in pochi click l’abituale suoneria – magari associata a telefonate poco gradite – con una natalizia, rendendo l’ambiente lavorativo più accogliente anche a livello uditivo.

Grazie al design unico ed elegante combinato a queste simpatiche personalizzazioni e a un set funzionale allo stato dell’arte, i terminali IP firmati Snom sono irrinunciabili, specie in questo periodo dell’anno.

Per chi fosse interessato, l’immagine di sfondo natalizia per i telefoni Snom proposta in questo articolo è reperibile ai seguenti link:

Telefoni Snom D735 e D765
http://downloads.snom.com/xmas/snom_bg_images_320x240_xmas2018.png
Telefoni Snom D785, D375 e D385
http://downloads.snom.com/xmas/snom_bg_images_480x272px_xmas2018.png


Chi è Snom

Leader su scala mondiale e marchio premium di innovativi telefoni VoIP professionali di livello enterprise, Snom fu fondata nel 1997 e ha sede a Berlino. Pioniere del VoIP, Snom lancia il primo telefono IP al mondo nel 2001. Oggi, il portafoglio di prodotti Snom è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di comunicazione presso aziende di ogni ordine e grado, call center, nonché in ambienti industriali con particolari requisiti di sicurezza.
Sussidiaria di VTech Holdings Limited dal 2016, Snom conta uffici commerciali dislocati in Italia, Regno Unito, Francia e Taiwan, vantando altresì una reputazione internazionale eccellente nel mercato del Voice-over-IP. L’innovazione tecnologica, l’estetica del design, la semplicità d’uso e un’eccezionale qualità audio sono solo alcune delle caratteristiche che distinguono i rinomati prodotti Snom. L’attuale gamma di prodotti Snom è universalmente compatibile con tutte le principali piattaforme PBX ed è stata insignita di numerosi premi in tutto il mondo da esperti indipendenti.
Ingegnerizzate in Germania, le soluzioni IP di Snom rappresentano la scelta perfetta nei mercati verticali, come la sanità e l’istruzione, dove sono richieste soluzioni specializzate nella comunicazione business, nell’IoT e nelle tecnologie intelligenti.
Per maggiori informazioni su Snom Technology GmbH, si prega di visitare il sito www.snom.com
Per maggiori informazioni su VTech  www.vtech.com

Achi presenta il giallo Operazione P.I.C. Un mistero nelle isole partenopee

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Libri

Il Taccuino Ufficio Stampa

Presenta

Operazione P.I.C. Un mistero nelle isole partenopee di Achi

Operazione P.I.C. Un mistero nelle isole partenopee è un giallo avvincente che ha il pregio di mostrare il lato più “cerebrale” delle indagini, attraverso le riflessioni e le risoluzioni della brillante psicologa Rossella Spargo e del tenace socio-antropologo Arcos Mele, detective inconsueti e dai metodi originali ma estremamente efficaci. I due protagonisti riusciranno, attraverso grande intelligenza e intuito, e un’alchimia più forte di qualunque avversità, ad agire nell’ombra e ad aiutare le forze dell’ordine nel delicato compito di smascherare una complessa organizzazione settaria, radicata fin nelle più alte sfere del potere e dell’informazione.

Titolo: Operazione P.I.C. Autore: Achi

Genere: Giallo

Casa Editrice: & MyBook

Pagine: 200

Codice ISBN: 978886560556

«[…] Trascorse l’intera giornata ascoltando notiziari radiofonici, guardando telegiornali di ogni rete televisiva possibile, compresi quelli di divulgazione online. La quantità, ma soprattutto la qualità delle informazioni e dei dettagli in suo possesso non aumentò. Al contrario fu resa ancor più caotica e fuorviante dai mezzi busti, coadiuvati da esperti d’ogni genere, comodamente seduti su poltroncine o bordi di scrivanie, più attenti ad autoglorificarsi e stupire, piuttosto che informare».

Operazione P.I.C. Un mistero nelle isole partenopee è un romanzo giallo scritto con intelligenza e cognizione di causa. L’autore, Achi, conduce il lettore in una serie di intrighi e macchinazioni rivelando una profonda conoscenza della materia trattata: dalle procedure di indagine, ai sistemi giuridici, fino ai meccanismi psicologici utilizzati dalle organizzazioni settarie per controllare i propri adepti. I protagonisti Rossella Spargo e Arcos Mele si trovano immersi fino al collo in una vicenda pericolosa e ingarbugliata, occultata da numerosi strati di corruzione e connivenza. Senza mai arrendersi, e grazie al loro forte legame, anche se ancora in via di definizione, si improvviseranno detective pur non avendone i permessi, conducendo le indagini per una serie di omicidi misteriosi e inquietanti. Achi accompagna i due protagonisti in un mondo di apparenze e inganni, denunciando poteri corrotti, una giustizia spesso inefficiente e un sistema di informazione pilotato e interessato all’autocelebrazione piuttosto che alla diffusione della verità. Nella cornice delle isole partenopee di Procida, Ischia e Capri, e con la fascinazione di simboli esoterici e religiosi, il romanzo procede con ritmo serrato e con uno stile originale e colto, portando alla luce una realtà celata allo sguardo degli onesti cittadini, inconsapevoli di essere parte di un meccanismo malato. E in Operazione P.I.C. Un mistero nelle isole partenopee la corruzione della società italiana trova una metafora nell’organizzazione a piramide rovesciata della setta de I figli di Skotos, che “possiede una base composta da una ridotta oligarchia, simile alla punta di una piramide, sulla quale si erge e sorregge l’intera organizzazione”. In quest’ottica Achi non solo costruisce una storia avvincente e intelligente che intrattiene e mantiene la tensione dalla prima all’ultima pagina, ma propone anche una riflessione sentita sulla società odierna, sui suoi vertici del potere, sullo sciacallaggio dei mezzi di comunicazione e sulla loro sudditanza a questi pochi, influenti eletti, che reggono malamente le sorti di una piramide posta in un equilibrio sempre più precario.

TRAMA: In una calda e limpida estate nel Golfo di Napoli, la vita delle isole di Procida, Ischia e Capri è macchiata dall’assassinio di tre preti. Trovare il vero colpevole sembra un’impresa impossibile per una giustizia italiana troppo spesso preda della corruzione e condizionata dalla macchina dell’informazione, intenta a creare scoop piuttosto che rincorrere la verità. Due ricercatori, la psicologa Rossella Spargo e il socio-antropologo Arcos Mele, si ritrovano a indagare sull’accaduto. In questa loro ricerca della verità, ricca di suspense, azione e indizi, riusciranno a portare alla luce una realtà sconvolgente, svelando, grazie alle loro deduzioni e alla profonda intesa che li lega, cosa si nasconde dietro quegli omicidi. Le rivelazioni però non finiscono qui, perché questo romanzo ci aiuta a indagare anche i sentimenti, mostrando la difficoltà di amare superando le convenzioni sociali e il coraggio necessario per seguire il proprio cuore.

L’ AUTORE È DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

BIOGRAFIA: Achi nasce a Napoli nel 1971. Quello di Operazione P.I.C – Un Mistero nelle isole Partenopee non è un esordio: i trascorsi letterari di questo scrittore risalgono a molti anni fa. L’autore è un personaggio dal carattere e dalle idee singolari, difficili da ridurre al “così si fa perché così si deve fare”. Questo si rispecchia nel suo stile di scrittura, ritenuto ben oltre sopra le righe, ma anche nella caratterizzazione dei personaggi e nelle vicende attraverso le quali si dispiega la narrazione dei suoi scritti. Resta convinto che le notizie da pettegolezzo biografico nulla possano aggiungere o togliere alla qualità di un’opera. Sostiene, per esempio, che a nessuno interessi il fatto che sia stato l’ultimo allievo di Zietta Liù, che oggi nessuno conosce, ma grande scrittrice e giornalista italiana. Per lui è stata una straordinaria guida nel teatro. Per Achi ciò che conta davvero è l’interesse reale di una porzione di pubblico verso il suo particolare stile – definito da qualcuno “di un’altra epoca” – e il suo indecifrabile modo di essere. Per quanto riguarda il suo ultimo libro Operazione P.I.C. – Un mistero nelle isole Partenopee (& MyBook, 2018), Achi deve la pubblicazione alla lungimiranza di una persona, Il signor M.P. che, dopo aver seguito le sue travagliate vicende letterarie, ha pensato che meritasse almeno una reale e ultima possibilità. Con & MyBook ha pubblicato anche due racconti scaricabili gratuitamente: Scarlett e La forza di Essere. Achi sostiene che chi è veramente interessato a qualcuno o a qualcosa lo possa dimostrare solo attraverso i fatti; non a caso, questo suo tentativo di interessare i lettori ha come tema principale il mistero, a partire dalla sua identità e dal suo aspetto; ha infatti appositamente disseminato una serie di indizi e testi online per permettere a chiunque di risalire ai suoi trascorsi, che coinvolgono anche nomi altisonanti del mondo televisivo italiano. Per restare in linea con questa idea è stata realizzata anche una sorta di “indagine online”, alla quale può partecipare chiunque in modo assolutamente gratuito. Attraverso una serie di enigmi, indizi e depistaggi, chi decide di partecipare dovrà cercare qualcuno che è scomparso, per poterlo liberare. L’indagine condurrà a un premio per l’investigatore.

Contatti

https://www.achiofficial.it/

https://www.facebook.com/achiofficial.it/

https://www.instagram.com/achiofficial_scrittore/

https://www.andmybook.it/

Link di vendita

https://www.andmybook.it/prodotto/operazione-p-i-c-un-mistero-nelle-isole-partenopee/

https://www.amazon.it/Operazione-P-I-C-mistero-nelle-partenopee/dp/8865601558/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1544467944&sr=8-1&keywords=operazione+P.I.C.

https://www.ibs.it/operazione-pic-mistero-nelle-isole-ebook-achi/e/9788865601563

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 – 401387 Bologna

Phone:+393396038451

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Diagramma di flusso – Cos’è? Vantaggi e suggerimenti in pratica

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Industria, Tecnologia

Milano, Italia – 13 Dicembre 2018: Il diagramma di flusso è un documento estremamente importante per gli impianti di processo. Nonostante la sua semplicità, contiene tutte le informazioni dettagliate e rilevanti per il progetto. Ma cosa c’è dietro un diagramma di flusso?

Cos’è un diagramma di flusso?
Un diagramma di flusso è la base per la pianificazione piping I diagrammi di flusso sono la base per la pianificazione nell’impiantistica e nella tecnica di processo e servono a rappresentare graficamente la struttura e la funzione di un impianto. Tutte le apparecchiature ed i macchinari necessari per i processi sono rappresentati fuori scala come illustrazioni semplificate e schematizzate. Nonostante la sua semplicità, un diagramma di flusso contiene molte informazioni dettagliate come le denominazioni, le portate, le quantità, le fonti di energia e le condizioni operative. Il diagramma di flusso delle tubazioni e della strumentazione (P&ID) contiene l’intera strumentazione tecnica con tutte le informazioni aggiuntive. Ma come possono trovare posto così tante informazioni in uno schema così semplice e strutturato?

Creare un diagramma di flusso P&ID – Senza errori
Uno dei maggiori vantaggi del software per la creazione di diagrammi di flusso è la possibilità di controllare la coerenza dell’intero progetto ed eventuali errori già durante il processo di creazione. I sistemi moderni creano una lista dettagliata delle aree problematiche, identificano l’esatto problema e lo evidenziano nella pianificazione. Ciò consente al progettista o al disegnatore di correggerle in modo rapido e semplice, senza che gli errori influiscano in alcun modo sulle fasi successive della pianificazione.

Un moderno software P&ID
Il recente software M4 P&ID FX di CAD Schroer, già disponibile sul mercato, è un pacchetto software che si differenzia da molti altri per intelligenza e flessibilità. Questo sistema non solo è gestibile in termini di costi, ma offre anche tutte le funzioni per rendere la pianificazione il più possibile priva di errori. Anche la gestione delle informazioni dettagliate e la relativa creazione di liste di componenti flessibili lo distinguono chiaramente dai pacchetti presenti sul mercato, sia per il prezzo che per la semplicità. I nuovi utenti hanno solo bisogno dei video tutorial presenti per poter testare personalmente il software. I diagrammi di flusso costituiscono la base per la pianificazione piping. Possono essere creati e controllati rapidamente con un software moderno. Ciò migliora la qualità della pianificazione dell´intero piping.

> Cos’è un diagramma di flusso e come posso crearlo velocemente e senza errori?

Versione di prova di M4 P&ID FX >>

Riguardo CAD Schroer

Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.

Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40
USA: +1 866-SCHROER (866-724-7637)

Eventi e Festività Ecco Perché il Catering va di Moda

Scritto da florencetours il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Aziende, Gastronomia e Cucina

A tutti piace festeggiare che si tratti di un matrimonio, un compleanno, una festa comandata o un eventi di altro genere cosa meglio di un banchetto imbandito o un lauto pranzo può accompagnare i festeggiamenti.
Per organizzare un menu all’altezza sono però necessari cibi di qualità ben preparati e cucinati a puntino oltre che presentati con eleganza e ricercatezza visto che anche l’occhio vuole la sua parte ma realizzare tali preparazioni sono necessarie professionalità ed esperienza che solo chi quotidianamente è chiamato a realizzare tali menu può avere.
Trai vari ambiti della ristorazione il servizio che è in grado di soddisfare questo tipo di richieste è il catering, ormai da anni il catering si è imposto come la scelta idonea a fornire menu per le più varie necessità che variano di volta in volta non solo a seconda del tipo di occasioni ma anche in base alle richieste dettate dai gusti e dalle aspettative di qualità e di spesa di chi commissiona questo tipo di servizio.
Negli ultimi anni la fama dei catering si è diffusa con il coinvolgimento dei servizi di catering nell’ambito del wedding, matrimoni di ogni livello e tradizione sono festeggiati con il supporto professionale delle aziende di catering .
Tra i servizi più prestigiosi e conosciuti in italia ci sono i catering Firenze che sono spesso chiamati a preparare cibi e bevande per menu di altissimo livello che sono organizzati per festeggiare i tanti eventi che si susseguono nella famosa città toscana, matrimoni di personaggi famosi e facoltosi, incontri internazionali, appuntamenti del jetset internazionale sono solo alcune delle occasioni che si celebrano a Firenze con il supporto dei servizi catering della zona.
La caratteristica principale dei servizi di catering che hanno portato questo settore alla sua sempre maggiore diffusione è la flessibilità, la capacità di adattarsi a qualsiasi ambiente e richiesta è insita nelle peculiarità di questo settore.
I catering non sono una esclusiva degli eventi di alto livello, con il tempo l’offerta di fornitura di cibi e bevande ha allargato il proprio mercato di riferimento rendendosi disponibile a servire anche piccoli eventi e cene tra amici dove i commensali scelgono la comodità di un servizio di ristorazione alternativo al ristorante o alla rosticceria di turno.
Affidarsi ad un servizio di catering è anche un modo per risparmiare o definire un costo preventivo che può essere trattato e fatto rientrare in un budget di spesa predefinito dal cliente, l’azienda di catering può anche fornire preventivi realizzati in base alle richieste sia che si tratti di esclusivi menu che di semplici buffett.

Jabra lancia Evolve 65t, i primi auricolari True Wireless per uso professionale

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Jabra, leader nella produzione di soluzioni audio per le UC, lancia gli Evolve 65t – auricolari wireless specificamente progettati per i professionisti che operano in mobilità. Questa nuova edizione, parte della gamma di cuffie professionali leader di mercato Evolve, segna il raggiungimento di un altro traguardo ingegneristico per Jabra, pioniera dei primi auricolari true-wireless al mondo a ottenere la certificazione Skype for Business.

Gli auricolari true-wireless stanno diventando sempre più popolari tra i consumatori, che apprezzano la loro comodità, comfort e qualità del suono, ma fino ad ora non esisteva un equivalente modello per l’ambito professionale. Gli Evolve 65t cambiano lo scenario per il business, incorporando tutte le caratteristiche vincenti della popolare gamma Evolve di Jabra: libertà wireless, audio eccezionale, compatibilità UC e doppia connettività per laptop e smartphone.

Una ricerca1 rivela che un terzo degli impiegati spende meno del 20% del proprio tempo lavorando alla propria scrivania, e la forza lavoro globale è diventata più mobile tra il 2015 e il 2018; una tendenza che evolve.

Gli auricolari Jabra Evolve 65t supportano questo spostamento verso il lavoro mobile che sta interessando molte aziende e industrie. E con i lavoratori non più legati alla scrivania, la mobilità sta diventando una priorità sempre più necessaria, e altrettanto importanti sono la connettività audio di alta qualità, l’integrazione con le UC e la massima flessibilità.

Gli auricolari Jabra Evolve 65t offrono audio di qualità professionale per chiamate e musica in un vero design wireless per un uso flessibile sul luogo di lavoro o durante i viaggi, ma anche nel tempo libero.

“Con la gamma Evolve ci siamo concentrati nel potenziare la produttività degli utenti sul luogo di lavoro. Sia che il tuo principale ambiente lavorativo sia un affollato open space o un ambiente flessibile, è fondamentale disporre di connettività e concentrazione ottimali. Con i nuovi Evolve 65t ora aggiungiamo un vero auricolare wireless per l’utilizzo in ambito professionale”, ha dichiarato Holger Reisinger, SVP Business Solutions di Jabra.

Gli Evolve 65t sono stati specificamente progettati per coniugare le esigenze degli utenti con un’esperienza audio di alta qualità. Con il semplice tocco di un pulsante, gli utenti possono inviare comandi vocali ai loro assistenti digitali preferiti, così da rimanere connessi anche mentre si spostano da una località all’altra nel corso della giornata. Sono inoltre in grado di connettersi a due dispositivi contemporaneamente, assicurando che gli utenti non debbano mai scendere a compromessi sulla loro presenza professionale anche quando sono in movimento.

La tecnologia a quattro microfoni e certificata Skype for Business assicura una qualità di chiamata ottimale in modalità wireless. E in seguito al recente annuncio che Microsoft Teams ora abilita il controllo delle chiamate, i dispositivi Jabra continueranno a essere supportati all’interno di Teams.

 Principali specifiche tecniche: 

 Certificato di eccellenzaCertificato Skype for Business per conferma di un’esperienza di alta qualità

  • Suono in movimento – Qualità di chiamata superiore autenticamente wireless con tecnologia a quattro microfoni
  • Potenza per tutto il giorno – Fino a cinque ore di batteria con un’unica ricarica e fino a quindici ore con la custodia di ricarica tascabile in dotazione
  • Doppia connettività – Si connettono contemporaneamente a due dispositivi. Eccellente stabilità wireless per ridurre il numero di interruzioni di chiamata e della musica
  • Concentrazione Mobile – Varie opzioni di vestibilità offrono massima ergonomia e bloccano i suoni esterni in modo da offrire una cancellazione passiva del rumore
  • Musica, come vuoi sentirla – Esperienza musicale di qualità con l’integrazione all’app Jabra Sound + per personalizzare il suono e la user-experience
  • Comandi vocali semplificati – Accesso con un solo tocco agli assistenti digitali

Al via i preparativi per la terza edizione di “Cyberbullismo – 0 in condotta”

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Istruzione, Italia, Tecnologia

In casa G DATA fervono i preparativi per la terza edizione dell’iniziativa “Cyberbullismo – 0 in condotta”, attività di sensibilizzazione rivolta a bambini, famiglie e docenti che sarà condotta in collaborazione con lo specialista Mauro Ozenda anche nell’anno scolastico 2018/2019. Diversi gli interventi già effettuati ancora nell’ultimo trimestre di quest’anno. L’obiettivo? Proseguire l’attività formativa per un utilizzo appropriato di web e social, terreno fertile per i cybercriminali.

Bologna – Le sempre più numerose richieste di prosecuzione delle attività di formazione di allievi, famiglie e docenti delle scuole elementari e medie ad opera dal noto specialista Mauro Ozenda per conto di G DATA Italia sono assai incoraggianti e sintomo che in ambito scolastico si fa strada la consapevolezza di quanto sia importante fornire ai ragazzi strumenti per la tutela della propria identità digitale. A fronte di quanto riscontrato nella seconda edizione conclusasi a maggio, è essenziale evangelizzare i giovanissimi sui rischi del mondo digitale. Un’attività che G DATA Italia segue con l’impegno e la determinazione di sempre anche per quella che sarà la terza edizione dell’iniziativa, prevista per il 2019. L’utilizzo opportuno della rete e dei social network e la tutela dei diritti dei minori sul web tra le tematiche fondamentali.

“Il feedback dei ragazzi con cui ci siamo interfacciati nel corso dello scorso anno scolastico conferma quanto prematuramente i ragazzi si cimentino su piattaforme social, con tutte le conseguenze del caso in termini di disattenzione per la privacy come scarsa attenzione per la propria immagine digitale. Un motivo in più per favorire al meglio, con l’aiuto di uno specialista con oltre 20 anni di esperienza in ambito scolastico, la prevenzione di eventuali episodi di cyberbullismo e di abuso dei profili social abbandonati”, afferma Giulio Vada, Country Manager di G DATA Italia. “Un uso non solo conforme alle normative ma soprattutto attento del web e dei social network permette di chiudere le porte ai cybercriminali”, aggiunge Vada.

D’altronde, come non farsi allarmare dai dati: sono oltre cinque le ore che i ragazzi trascorrono online ogni giorno, addirittura il 95% dei giovanissimi utilizza Whatsapp già a partire dalla quinta elementare. Con un 60% di ragazzi tra gli 11 e i 13 anni presenti online costantemente l’esposizione inconscia a gravi rischi aumenta esponenzialmente. Cyberbullismo, cyberstalking, fake news, profili abbandonati, miglior gestione di attività “social” comuni come chattare, giocare online, registrare e postare video o foto tra gli argomenti trattati da Ozenda nel corso del nuovo anno.

Incontro ragazzi presso l’Istituto Comprensivo Castelli Calepio – 6 dicembre 2018

“I nativi digitali si rivelano sempre più spesso analfabeti funzionali. Non si interessano né sanno come funzionano le tecnologie che impiegano né si curano di come proteggersi, a meno che non gli si indichi il giusto percorso. In uno scenario del genere risulta fondamentale formare i giovanissimi e i loro genitori – spesso inconsapevoli delle modalità di impiego smodato di smartphone e pc dei loro figli, aiutandoli ad assumere un comportamento responsabile e consapevole”, afferma Mauro Ozenda. “Proprio per questo è un piacere oltre che un onore avviare insieme a G DATA Italia la terza edizione di Cyberbullismo – 0 in condotta, a mio avviso un’ottima occasione per imparare a proteggersi sia contro i cybercriminali, sia contro episodi di bullismo o stalking spesso favoriti dall’anonimato o dalla modalità indiretta della comunicazione via web”.


GDATA
Fondata nel 1985 a Bochum, G DATA vanta una storia di oltre trent’anni nella lotta e prevenzione contro le minacce informatiche ed è uno dei principali fornitori al mondo di soluzioni per la sicurezza IT, insignite di numerosi riconoscimenti per la qualità della protezione fornita e l’intuitività d’uso.
G DATA produce e commercializza soluzioni di sicurezza totalmente aderenti alle normative europee sulla protezione dei dati. Il portafoglio prodotti G DATA comprende soluzioni di sicurezza per le imprese, dalle micro alle grandi aziende, e applicazioni rivolte all’utenza consumer.
Partner tecnico di Ducati Corse per la MotoGP, G DATA ha il compito di proteggere i sistemi IT di pista del team Ducati. L’azienda patrocina altresì il Teatro Comunale di Bologna e diversi eventi volti all’accrescimento culturale e all’aggregazione sociale tra cui mostre e corsi presso istituti scolastici per favorire un uso consapevole del web e dei social media.
Ulteriori informazioni su G DATA e sulle soluzioni di sicurezza sono consultabili sul sito www.gdata.it

Bentornati a Villa Paradiso, il nuovo romanzo di Roberto Vallerignani

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Libri

Il Taccuino Ufficio Stampa

Presenta

Bentornati a Villa Paradiso di Roberto Vallerignani

Dopo Angelo Ingordo, Roberto Vallerignani torna con un nuovo caso per l’ispettore Antonelli: un duplice omicidio a Villa Paradiso, un ricovero per malati attorno al quale si svela, lentamente, una fitta trama di segreti, relazioni e rivelazioni. Tra le indagini e le supposizioni si sviluppa un complesso racconto corale dove le voci pubbliche e private delle forze dell’ordine, della politica e dei media si intrecciano a rivelare vite, abitudini e sentimenti di uomini e donne del nostro tempo. In un giallo che sfocia nel noir, alla scoperta del lato oscuro dell’animo umano e di una società di apparenze, l’ispettore finirà per confrontarsi con un assassino inaspettato, tormentato dai medesimi fantasmi che sembrano far visita, talvolta senza distinzione, alle vittime e ai colpevoli, agli accusanti e agli innocenti. Con uno sguardo discreto, l’autore indaga la superficialità dei mezzi di comunicazione, le storture della giustizia, le contraddizioni della burocrazia e soprattutto le pieghe dei pensieri di diverse esistenze, legate insieme quasi per caso dal sottile filo del delitto.

Titolo: Bentornati a Villa Paradiso

Autore: Roberto Vallerignani

Genere: Giallo

Casa Editrice: Edizioni Dalietta

Pagine: 284

Codice ISBN: 9788894068658

«[…] Si sentiva sporco perché anche lui aveva desiderato più volte di vederla morta. Ecco, lo aveva ammesso. Avvertì la straziante disperazione della sua voce e si inginocchiò. Il pianto era uscito allo scoperto, come un fiume carsico si precipitava verso il vuoto dell’afa. Capì che di tempo ne sarebbe occorso tanto, ebbe il timore di non riuscire a sopportare. Si appellò a qualcosa su nel cielo, qualcosa che doveva stazionare tra venere scintillante e una coda di luna che sbucava da un ultimo residuo di nuvolaglia. Si concentrò su quello spicchio di nero. Vi stabilì dimora. Con la speranza di poterne uscire. Un giorno».

È un agosto difficile al commissariato di polizia: piove da giorni, gran parte degli agenti è in ferie e l’ispettore Antonelli, a un passo dalla pensione, per un cavillo burocratico si ritrova a dover posticipare il meritato congedo. Non aiuta, quindi, l’apparentemente irrisolvibile omicidio avvenuto a Villa Paradiso, una struttura che ospita malati in riabilitazione considerata da molti un rifugio per chi non ha più speranza. Nulla di ciò che riguarda il delitto è limpido: la meccanica, troppo “pulita”; la tempistica, nel cuore di una notte silenziosa; nemmeno l’identità delle due vittime, dai poli antitetici e in perenne bilico tra una facciata pubblica e un complesso volto privato. Annarita Cardone, uccisa a sangue freddo insieme a un dipendente della Villa, è troppo bella per non aver attirato, in vita, invidie e attenzioni; ed è quindi intorno alla sua figura che si muove la squadra investigativa, che sondandone il passato ricostruisce una fitta trama di vicende personali che, in breve, coinvolgono numerosi sospettati. Fanno parte di questi ultimi anche figure di spicco della società, invischiando le indagini in una rete di implicazioni politiche e di ricadute mediatiche. L’intera vicenda si trascina stancamente, così come paiono esausti coloro che se ne occupano: l’agente incaricato, costretto a rimandare le proprie ferie a Cuba; il commissario, che dalle vacanze in Kenya è dovuto rientrare di malavoglia; il medico legale, l’unico a essere rimasto in laboratorio. La solitudine ritorna, pesante, nel cuore di molte altre figure: nella moglie dell’uomo ucciso, sola con una bambina; in un’infermiera della Villa, che per l’esposizione ripetuta alla sofferenza ha perso la ragione; e persino nell’ispettore Antonelli, l’unico punto fermo di una costellazione di personaggi che sembrano vorticare senza meta, spossati. È la vita stessa dell’ispettore a dare la chiave di lettura dell’intera vicenda, caratterizzata da un continuo rimbalzo tra opposti: l’ambiente casalingo, che profuma di famiglia, di affetti e di una calda quotidianità, stride con l’inquietudine interiore del protagonista, schiacciato dalla pressione di una politica di apparenze che mal si adegua alla sua natura. È proprio nel desiderio dell’ispettore di sondare profondamente l’animo umano per ottenere risposte che la narrazione, infine, trova il suo epilogo; un finale straziante, dove il colpevole e l’accusante, in un silenzioso confronto, portano alla luce una storia di violenza, di dolore e di frustrazione. In un giallo corale dai tratti inquieti e sottilmente nichilisti, Roberto Vallerignani mette a nudo le contraddizioni di una società d’immagine cieca di fronte alla dimensione privata dei suoi attori, dispersi in un quadro psicologico dai contorni labili e inaspettati, dove la superficie vale più della sostanza.

TRAMA. In una struttura di ricovero per malati in fase di riabilitazione, nel cuore di una città della provincia italiana, avviene un efferato, duplice omicidio. Le vittime sono due giovani: uno dei dipendenti della struttura e la bellissima Annarita Cardone, alla quale la morte ha strappato un’esistenza complessa e a prima vista contraddittoria, in bilico tra frivolezze amorose con personaggi di spicco e una vocazione alla solidarietà sociale. Accanto ai numerosi sospettati turbinano le storie interne al commissariato di polizia, popolato da una squadra investigativa pressata da una parte dalla politica e dalla stampa e, dall’altra, dal clima feriale di un ferragosto uggioso. Le indagini si intrecciano alle vicende personali dei numerosi personaggi che animano la vicenda, tra ispettori e commissari, colpevoli e innocenti, fino ai pazienti del ricovero, tra i quali si nasconde un oscuro segreto.

L’ AUTORE È DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

BIOGRAFIA. Roberto Vallerignani (Narni, 1962), libero professionista in ambito finanziario, è autore di numerose sceneggiature per lungometraggi, cortometraggi e spettacoli teatrali e musicali, tra cui Camel Obsession (2008), Ed è subito sera (2013), Reflex (2015) e Conta il Cielo (2016), interpretato dagli attori selezionati al Premio Molè – Città di Terni, festival al quale ha contribuito negli ultimi anni come parte dello staff organizzativo. È inoltre tra gli ideatori del mensile Liberamente, attento alle dinamiche culturali e sociali della città di Terni, del percorso multi artistico “11” dedicato ai luoghi colpiti dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale e, dal 2016, del format multiculturale “Umbrialand”, esordito all’Indie Film Fest dell’anno successivo. Il suo esordio come autore di romanzi avviene nel 2010 con La Sella del Vento, edito da La Riflessione, divenuto in seguito il soggetto di un film diretto da Andrea Sbarretti. Con il suo secondo romanzo del 2014, Angelo Ingordo, Vallerignani si misura con il genere giallo per le Edizioni Dalietta, con cui lavorerà anche per Bentornati a Villa Paradiso.

Contatti

https://it-it.facebook.com/roberto.vallerignani

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA – Via Silvagni 29 –

iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

401387 Bologna – Phone:+393396038451

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Casuarina Crow, organizza la tua vacanza in barca a vela nel Mar Tirreno

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Aziende, Turismo

Casuarina Crow

Navigare nel mare Tirreno, con una barca a vela esclusiva per la vacanza con i tuoi amici e parenti? Osservare le balene nel Santuario dei cetacei Italiano? Vivere una vacanza all’insegna della spensieratezza e dell’allegria? Noleggia Casuarina Crow!

Vivere una esperienza al mare indimenticabile, da oggi è possibile con Casuarina Crow, uno Yacht a vela che potrai noleggiare per organizzare la tua vacanza, una mini-crociera, o semplicemente per una gita visitando le Isole più belle del Mar Tirreno.

Lo Yacht a vela Casuarina Crow, ha ampi spazi interni ed esterni, eleganti e confortevoli stanze con bagno per trascorrere le proprie vacanze con amici e familiari, una cucina accessoriata e una bellissima e luminosa dinette trasformabile con tavolo da pranzo e due divani.

Casuarina Crow è uno splendido sloop fast-cruiser di 68 piedi, realizzato in sandwich di fibre unidirezionali di vetro e kevlar su anima in Termanto e resina epossidica, è stata costruita tenendo conto di tutte le misure di sicurezza necessarie per classificarla come imbarcazione di categoria “A”.

Casuarina Crow è uno Yacth a vela costruito da grandi nomi del settore nautico come lo studio Vismara di Viareggio e Rolf Vrolijk, che hanno scelto solo materiali di pregio e l’hanno dotato di tecnologie all’avanguardia. Piano di coperta e spazi interni sono ampi e curati nei dettagli, per offrirti il massimo comfort in ogni momento.

Noleggia la tua barca a vela con skipper per visitare le Isole del Mar Mediterraneo

E’ possibile noleggiare in esclusiva la barca a vela Casuarina Crow con il suo skipper, per vivere insieme ai vostri amici e parenti una vacanza da sogno, potrete programmare crociere di una o più settimane o mini crociere da 2-3 giorni, scegliendo il vostro itinerario per visitare le Isole del Mar Tirreno.

Le mete che è possibile raggiungere navigando con Casuarina Crow, sono le splendide isole dell’Arcipelago Toscano e per vacanze più lunghe anche la Corsica e la Sardegna, l’equipaggio e lo staff di Casuarina Crow sono disponibili ad aiutarvi in ogni vostra necessità organizzando per voi una vacanza da sogno, vissuta in mare 24 ore su 24, provvedendo anche a fornirvi attrezzatura per tante attività svolgibili come la pesca sportiva, pesca subacquea e Snorkeling, inoltre per i più piccoli sono organizzati corsi di navigazione e un servizio di assistenza e babysitting.

Visitate il nostro sito Casuarinacrow.it, per avere maggiori informazioni e dettagli, sulla barca e sulle mete di viaggio, guarda le foto e i servizi che offriamo, e se vuoi vivere una vacanza da sogno non esitare a contattarci.