Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

Milano Art Gallery: il noto cantautore Luca Maris esprime entusiastico apprezzamento per la mostra di Toni Zarpellon nella sua serata inaugurale

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica

Nell’ambito del prestigioso vernissage della mostra di Toni Zarpellon “Il fiore dell’arte” allestita dal 10 al 27 aprile 2015, nello storico contesto milanese della Milano Art Gallery, in via Alessi 11, con l’organizzazione del manager della cultura Salvo Nugnes, il cantautore musicista Luca Maris è intervenuto tra gli ospiti all’evento inaugurale. Maris, che nell’occasione ha voluto anche omaggiare il maestro Zarpellon con un suo cd dal titolo “È stupendo” ha espresso entusiastico apprezzamento per l’esposizione, tutta dedicata al tema floreale e al variopinto mondo dei fiori, nel loro tripudio colorato.

In particolare, Maris ha sottolineato come “L’arte, così come la musica, hanno sempre rivolto grande attenzione verso l’universo floreale, declinandone il profondo linguaggio sotteso e i messaggi subliminali, che esso racchiude e che sono fonte ispiratrice fondamentale per gli artisti di tutte le epoche. Arte e musica concepiscono i fiori con una variegata formulazioni di chiavi di lettura, che rimangono sempre attuali e sono senza tempo, come a volere simbolicamente prolungare e perpetrare la valenza del fiore, andando oltre la sua naturale fragilità e caducità”.

E aggiunge “Questa mostra oltre a essere un trionfo dell’arcobaleno cromatico, molto piacevole nell’impatto visivo ha una sua portata di suggestione interiore e introspettiva, che si spinge oltre l’apparenza estetica e mira a evidenziare quel comparto di sentimenti, emozioni e percezioni sensoriali impresse dall’artista nelle opere, per condividere con lo spettatore il contenuto e il valore sostanziale costitutivo delle composizioni. Le opere di Zarpellon sono come un’intensa melodia musicale, suadente e penetrante, come una sinfonia che si espande e si sprigiona al di fuori della superficie pittorica e ci avvolge con un simbolico abbraccio virtuale, per stimolarci, pensare e riflettere sull’esistenza e sul senso della vita”.

Protezione a 360° con l’antivirus di G DATA per MAC

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Tecnologia

Sicurezza made in Germany per OS X e reti aziendali eterogeneeLogo_trust

Bochum (Germania) – Su scala globale ormai un PC su dieci monta Apple OS X (fonte: Statcounter); in ambito aziendale il rapporto utenti/Mac risulta ancora più elevato, un dato a conoscenza dei cybercriminali, che si procurano accesso alla rete aziendale e ai PC Windows ad essa collegati passando attraverso i client Apple con speciali applicazioni malevole. Con G DATA ANTIVIRUS per MAC lo specialista teutonico della sicurezza IT offre una soluzione dedicata specificamente a terminali Mac dotati di OS X in grado di combattere virus e attacchi di phishing in tempo reale. Una tecnologia di scansione particolarmente efficiente opera in modo impercettibile in background e non cagiona alcun calo di prestazioni del sistema. Il software per la sicurezza non si limita a proteggere proattivamente i Mac, ma integra un livello di protezione aggiuntivo per tutti i sistemi Windows collegati alla rete, domestica o aziendale: il G DATA ANTIVIRUS per MAC riconosce infatti anche malware per Windows e ne impedisce la propagazione. La versione stand alone del G DATA ANTIVIRUS per MAC è disponibile in lingua inglese al prezzo di listino raccomandato di Euro 39,95.

Sicurezza per reti eterogenee

L’impiego della soluzione di sicurezza per Mac assicura protezione sia del terminale Apple su cui è installata, sia dei sistemi basati su Windows presenti nella rete. E’ possibile infatti che, in caso di propagazione, i malware che presentano un basso livello di pericolosità per Mac OS X si rivelino particolarmente dannosi per i sistemi Windows. Il G DATA ANTIVIRUS per MAC riconosce quindi eventuali minacce per Windows e ne impedisce la diffusione, che può aver luogo, ad esempio, semplicemente inoltrando una mail infetta.

Nessun calo di prestazioni

Quando le soluzioni antivirus rallentano il sistema operativo, molti utenti si spazientiscono. G DATA ANTIVIRUS per MAC impone nuovi standard: la tecnologia di scansione estremamente efficiente opera in modo impercettibile in background senza impattare in alcun modo sulle prestazioni del sistema.

Sviluppato per Apple: tutto ciò che conta subito sott’occhio

Grazie ad un’interfaccia utente immediata, gli utenti Mac sono informati in un batter d’occhio ed in qualunque momento sullo stato della protezione. Con pochi click gli utenti possono visualizzare tutte le informazioni presenti nel SecurityCenter o definire impostazioni personalizzate.

avmacFunzioni chiave

  • Eccellente protezione antivirus in tempo reale, protegge anche contro altre minacce provenienti da Internet. Monitora costantemente eventuali modifiche apportate a file o al sistema.
  • Nessun impatto sulle prestazioni: Un sistema particolarmente efficiente per la scansione in background non ha alcun impatto negativo sulle prestazioni del sistema.
  • Protezione antiphishing protegge l’utente contro i tentativi di spionaggio provenienti da Internet. Le pagine fasulle, create ad hoc per sottrarre dati bancari o informazioni sulle carte di credito vengono bloccate direttamente.
  • Protezione perimetrale: assicura che che non si abusi dei Mac come porte sui terminali Windows, la soluzione riconosce anche i malware rivolti a tali dispositivi. In questo modo la rete aziendale è protetta.
  • Assistenza telefonica gratuita: H24, 365 giorni all’anno, personale qualificato è a disposizione per qualunque incertezza riguardante G DATA ANTIVIRUS per MAC.

Requisiti di sistema

– Intel Mac con Mac OS X Lion (10.7.5 o superiori)
– 1 GB RAM
– 400 MB di capacità sul disco fisso
– Schermo con risoluzione minima di 1024 x 640

Prezzi e disponibilità

G DATA ANTIVIRUS per MAC, versione stand alone in lingua inglese è disponibile da subito al prezzo di listino raccomandato di Euro 39,95.

Informazioni su G DATA

La sicurezza IT è nata in Germania: G DATA Software AG viene considerata a pieno titolo l’inventore dei software antivirus. L’azienda, fondata nel 1985 a Bochum, più di 28 anni fa sviluppò il primo programma contro la diffusione dei virus informatici. Oggi, G DATA è uno dei principali fornitori al mondo di soluzioni per la sicurezza IT.

Numerosi test mirati hanno dimostrato che la IT security “Made in Germany” offre agli utenti di Internet la miglior protezione possibile. Dal 2005 la fondazione Stiftung Warentest si occupa di testare i prodotti di sicurezza informatica. In tutti e sette i test, condotti dal 2005 al 2014, G DATA ha sempre ottenuto il miglior punteggio per il rilevamento virus. Nei test comparativi di AV-TEST, G DATA ottiene regolarmente i migliori risultati in termini di individuazione di malware. Anche a livello internazionale InternetSecurity di G DATA è stato eletto miglior pacchetto di sicurezza per Internet da riviste specialistiche indipendenti in diversi Paesi, tra cui Australia, Austria, Belgio, Francia, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Stati Uniti.

Il portafoglio prodotti G DATA comprende soluzioni di sicurezza sia per privati, sia per le aziende, dalle PMI alle grandi imprese. Le soluzioni di sicurezza di G DATA sono disponibili in oltre 90 Paesi di tutto il mondo.

Ulteriori informazioni su G DATA e sulle soluzioni di sicurezza sono consultabili sul sito www.gdata.it

Calabria Fai Ballari di Angelo Macrì è il nuovo inno della Calabria 2015

Scritto da Rete Cattolica il . Pubblicato in Musica, Religione

Dall’autore e compositore calabrese Angelo Macrì, che ha già realizzato un’album bellissimo dal titolo “Shalom” che arricchisce lo spettacolo di evangelizzazione “Canto a Te Gesù” ideato, scritto dal Dehoniano Orante Antonio Cospito legato al Giubileo 2016 – GMG 2016, giunge un omaggio musicale alla bella calabria, che spopola subito sul web e diventa l’inno della Calabria 2015.

In “Calabria Fai Ballari” si avvertono tutte le sonorità di una calabria bella da vedere e vivere con tutti i suo prodotti tipici, infatti, nel video realizzato dal torinese Natale Maroglio sono inserite suggestive ed esclusive immagini della Calabria.

La canzone offre la possibilità di scoprire luoghi ancora inesplorati, che fa della Calabria una meta tra le più desiderate del popolo dei vacanzieri.

Gli echi della millenaria storia Calabrese, tra resti di civiltà Greche, Romane, Bizantine, risuonano ancora accompagnate dal fascino delle sue chiese e degli antichi e maestosi palazzi con preziosi portali. Viuzze strette e silenziose tra improvvisi slarghi, in cui si affacciano colorati giardini, decorano la splendida Calabria, rendendola affascinante e misteriosa al tempo stesso.

I suoi paesaggi che variano con le stagioni, è un’occasione che offre grandi emozioni. Suggestive sono le feste patronali che si svolgono durante tutto l’anno, nei vari paesi. Processioni di persone devote si riversano lungo le strade cittadine accompagnando le statue dei Santi.

La costa sabbiosa e il mare limpido e cristallino fanno subito pensare a soggiorni memorabili.

Note Biografiche: Angelo Macrì

Cantautore poliedrico ligure, apprezzato per le sue iniziative umanitarie in favore dei bisognosi e meno fortunati, anche all’estero, come lo dimostra il tour fatto in Australia con i calabresi all’estero.

I missionari volentieri e con grande fiducia gli affidano viveri e abbigliamento. E’ proprio vero che la fiducia è una cosa seria. Angelo Macrì è un cattolico praticante, tanto che per la grande ammirazione per Papa Francesco ha dedicato proprio a lui un brano, con cui ha vinto al Festival Nazionale di Musica Cristiana “Una Canzone per Papa Francesco”. Nell’edizione 2013 gli viene assegnato il “Premio della Critica”, nell’edizione 2014 il “Premio per la Pace” per la Versione Italiana, nell’edizione 2015 il “Premio per la Pace” per la Versione Spagnola.

Diversi siti web parlarono di lui, come diversi giornali cattolici, tra cui “Credere” il nuovo settimanale dell’edizione San Paolo fratello di “Famiglia Cristiana”.

Il Progetto discografico “Shalom” è un lavoro discografico cattolico pieno di sonorità, semplice nelle parole, ma che prendono subito il cuore di credenti e meno credenti.

Collegandosi al sito www.areamusic360.eu o sui digital-store di tutto il mondo si possono ascoltare tutti i brani di Angelo Macri, e poi decidere se acquistarlo.

Sito Web di Angelo Macri: www.angelomacri.eu
(disponibile per concerti, ospitate ed interviste)

Per vedere il video “Calabria Fai Ballari”: << Clicca Qui >>

————–

Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: www.cattolici.eu

IDP European Consultants partecipa alla conferenza “European Citizens’ Initiative Day 2015: Review, Renew, Reset!”

Scritto da IDPbruxelles il . Pubblicato in Aziende, Dal Mondo, Istruzione

IDP European Consultants ha partecipato all’evento “European Citizens’ Initiative Day 2015: Review, Renew, Reset!”, a Bruxelles, il 13 aprile.

Introdotta dal trattato di Lisbona, la European Citizens’ Initiative (ECI) è uno degli strumenti più importanti per la democrazia diretta a livello europeo poiché consente ai cittadini europei di prendere direttamente parte all’elaborazione delle politiche dell’UE, invitando la Commissione europea a presentare una proposta legislativa.
Quest’anno la giornata ECI, organizzata dal Comitato economico e sociale europeo (CESE), si è concentrata sulle conclusioni di due report. Il primo, presentato dalla Commissione europea, è un documento di valutazione sui primi tre anni di lavori dell’ECI. Il secondo report è stato invece presentato dal Mediatore europeo che ha condotto un’indagine al fine di ricevere feedback e suggerimenti sulle attività dell’ECI.

L’evento ha rappresentato un importante momento di incontro, dialogo e scambio di informazioni e di esperienze tra i soggetti interessati alla partecipazione democratica dei cittadini alla vita politica europea. La conferenza ha riunito oltre 100 rappresentanti di alto livello provenienti da tutta Europa, funzionari dell’Unione europea, membri del Parlamento europeo, attori sociali ed economici, attivisti, ricercatori, rappresentanti di organizzazioni della società civile e altri soggetti interessati.

IDP European Consultants è una società italiana presente a Bruxelles dal 1991, esperta in progettazione europea e finanziamenti europei. I partners di IDP hanno una consolidata e comprovata esperienza nella progettazione europea e nella gestione di progetti finanziati dai vari programmi europei quali Horizon 2020, Life, Erasmus Plus, COSME.
Oltre a fornire servizi di consulenza nella preparazione e gestione di progetti per i fondi europei, IDP European Consultants offre servizi di formazione in materia di euro progettazione: in particolare, il Master Class in Europrogettazione e Finanziamenti Europei, corso intensivo giunto alla sua 41° edizione (Bruxelles, 21- 24 Aprile 2015, organizzato in collaborazione con l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la Promozione all’Estero e Internazionalizzazione delle Imprese Italiane (ICE).
Il Master Class coniuga teoria e pratica sulle metodologie di progettazione europea, offrendo un percorso formativo intensivo e concreto per acquisire tecniche vincenti per la redazione di progetti di successo.

IDP mette a disposizione dei propri clienti la propria ventennale esperienza in progettazione europea, servizi per lo sviluppo di idee progettuali, ricerca di partner e project management in ambito europeo.

Per maggiori dettagli sugli eventi, gli altri progetti e tutti i servizi offerti, contattaci:

bruxelles@idpeuropa.com

Visita il nostro sito: www.idpeuropa.com

Cercaci su Facebook: https://it-it.facebook.com/idp.bruxelles

O su Linkedin: http://be.linkedin.com/pub/idp-european-consultants/47/a22/4b5

Come diventare Tecnica Unghie

Scritto da Francesca Velta il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Istruzione

Come diventare Tecnica Unghie

Mentre diventare una tecnica delle unghie può sembrare una veloce via per cominciare a lavorare e fare un pò di soldi, ci sono regole precise e leggi su quello che fanno le tecniche delle unghie. Da uno stato ad un altro le regole variano, ma la maggior parte come anche legge italiana richiede, chi lavora con colle adesive, acrilici, o solamente tratta le unghie con gel, deve avere la licenza oppure il certificato rilasciato da autorità ( scuola) competente.

Scegli il programma di Tecnica Unghie

Il tipo di programma che scegli dipenderà dal fatto se vuoi essere una cosmetologa, lavorare con make-up, capelli, o magari anche con la cura della pelle o semplicemente onicotecnica .  La maggior parte dei corsi saranno in grado di darti la licenza, appena finirai il programma di studio. Dovresti rassicurarti che, la scuola che consideri di frequentare è approvata dallo stato italiano a rilasciare il diploma a fine corso in base alle norme richieste dalla legge.

Finisci il Corso Ricostruzione Unghie

Hai sicuramente scelto un corso unghie a tempo pieno, oppure part time. La maggior parte dei corsi a tempo pieno, richiedono approssimativamente 3-6 mese per il loro complimento, mentre i part time possono richiedere molto di più. Durante le tue lezioni giornaliere imparerai riguardo tante procedure usate a trattare le unghie, incluso l’applicazione di differenti tipi manicure e pedicure, e differenti tipi di unghie artificiali, incluso unghie gel, acrilico, tips, e smalti semipermanenti.

Trova un Apprendistato

Mentre non in tutte le regione viene richiesto di ottenere un apprendistato, il tuo programma scolastico da tecnica unghie, potrebbe richiedere che lo facessi. Un apprendistato per unghie è spesso completato nel ambiente controllato, ed è progettato per  assicurare che tu abbi una esperienza di lavoro prima che vai la fuori a cercare lavoro o inizi da sola il tuo business.

Mantieni il tuo Diploma

Mentre non si deve fare un esame separato dalla scuola che frequenti, sarai responsabile a mantenere aggiornato il tuo Diploma. Ciò sarà un pò diverso in differenti regioni italiani, ma ci sono sempre corsi per aggiornarti ogni 1 o 2 anni. Consiglio di controllare le leggi della tua regione per sapere se c’è bisogno di prendere un corso informativo aggiuntivo.

Sarai fiera della scelta di diventare la tecnica onicotecnica. Lavorerai con una grande quantità di gente, mentre pottrai costruire il tuo proprio business, creando una forte base di clienti. Non rimpiangerai mai questa scelta!

Buona Fortuna!

 

Bed and Breakfast in Toscana: alla scoperta del Mugello, pernottando a Casa al Giogo

Scritto da alessia martalò il . Pubblicato in Italia, Viaggi

Il successo di questa forma di alloggio è fornita dal crescente numero di turisti che decide di scegliere la modalità B&B per il proprio soggiorno in Toscana. Strutture immerse nel verde, a due passi dalle grandi città o dalle bellezze della natura, che garantiscono una vacanza completa adatta alle richieste dei più esigenti.

Firenzuola, 13 aprile 2015 – Con la diffusione delle tematiche green, sono sempre di più i viaggiatori che scelgono una vacanza speciale a contatto con la natura. La Toscana, terra d’arte ma anche di prati, boschi e vigneti, offre la possibilità di poter passare momenti indimenticabili a contatto con la natura, proprio in quei luoghi che un tempo erano amati dai potenti Signori di Firenze.

Pernottare al Mugello: natura incontaminata nella terra dei Medici

Da sempre amato dalla famiglia Medici, il Mugello è oggi meta del turismo più autentico. Il Rifugio Casa al Giogo è aperto tutto l’anno, in autogestione, ed è concepito per accogliere gruppi numerosi ma anche famiglie e piccoli gruppi di amici.

La struttura è dotata di camere da 2-3 posti letto e di camerate con visuali mozzafiato sulle distese verdi del Mugello. I servizi sono in comune, mentre è possibile ottenere la biancheria a noleggio versando un piccolo supplemento iniziale.

Territorio e Mountain Bike, corsi personalizzati per top bikers

Oltre ai piccoli centri urbani che circondano il Mugello, come Barberino e Scarperia, la zona offre itinerari impegnativi e stimolanti per bikers provetti. Per questo, il Rifugio Casa al Giogo propone una scuola di Mountain Bike offerta da professionisti del settore.

I corsi sono strutturati con lezioni individuali e collettive, nei quali vengono insegnate e messe in pratica le basi tecniche della specialità. Per chi, invece, volesse trascorrere una giornata a contatto con la natura, il Mugello è ancora attraversato dagli storici sentieri che un tempo mettevano in contatto le più grandi città, oggi percorribili con qualsiasi mezzo a disposizione. Questi e tanti altri i motivi per trascorrere la propria vacanza presso Il Rifugio Casa al Giogo.

Milano Art Gallery: inaugurata con successo la mostra pittorica di Toni Zarpellon, maestro supportato da Renzo Rosso, organizzata dal manager Salvo Nugnes

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Un nutrito pubblico ha presenziato alla recente inaugurazione della mostra “Il fiore dell’arte” del maestro Toni Zarpellon, che si è tenuta il 10 aprile all’interno del rinomato spazio della Milano Art Gallery, in via Alessi 11 a Milano. L’evento e’ organizzato dal manager della cultura Salvo Nugnes, presidente dell’associazione “Spoleto Arte”. L’esposizione resterà allestita fino al 27 aprile 2015 ed è incentrata sulla tematica dei fiori: un omaggio simbolico al variegato e multiforme universo floreale, che nei secoli ha sempre avuto un ruolo di protagonista in innumerevoli creazioni artistiche e conserva intatta la sua aura di affascinante ed elegante intensità comunicativa.
Zarpellon nello spiegare il suo sfaccettato percorso nel mondo dell’arte dice “In questa mostra ho portato dei disegni, realizzati soprattutto con carboni e matite colorate. A me preme molto il disegno, c’è un rapporto mano-cervello: il fatto di tracciare segni permette una riflessione continua. Ho bisogno di un lavoro fisico, di stabilire un rapporto concreto col fare, perché, in questo modo, questa energia mentale si visualizza sul piano del foglio di carta e della superficie pittorica. È dunque una riflessione anche sul concetto di tempo e di spazio, che è sempre riconducibile a questa ritrovata centralità mentale e fisica. È un percorso molto lungo, che dura ormai da cinquant’anni”.
Zarpellon prosegue riferendosi alle fonti ispiratrici della sua vena creativa “Abbiamo tutti dei padri, io ho sempre amato l’origine della civiltà, dove c’è un’essenzialità della forma, dove sono evitati gli aspetti decorativi oppure la superficialità, che purtroppo oggi i mass media ci trasmettono. Ho sempre amato quei pittori e quell’arte, che tendevano a un rapporto anche aspro con la realtà, primario, non primitivo. Ho studiato le maschere nere al museo dell’arma a Parigi, ho amato molto e amo tutt’ora Masaccio e Caravaggio, pittori che sono sempre stati in qualche modo anche rivoluzionari, andando contro a un gusto corrente, anemico, esangue, come purtroppo mi sembra stia anche oggi succedendo”.

Gran Galà Finale de “La Rotta del Talento” 2014/2015

Scritto da Stefano Rizzo il . Pubblicato in Musica

Il 10 aprile 2015 alle ore 20 30, presso il Teatro Orione di Roma, in via Tortona 3, si è svolta la finale del Concorso canoro “La Rotta del Talento”, ideato dall’Associazione Vita Volontari per Vocazione in collaborazione con la Multi Media Music e giunto alla sua seconda edizione. Madrina della serata Rossana De Pace, cantautrice ed interprete, vincitrice della prima edizione.

Ha presentato la serata Vita Livia Bradascio, manager esperta in relazioni istituzionali e Presidente dell’Associazione promotrice. La direzione artistica è stata del Baritono Maestro Patrizio Gaetano Sbriglione. Il “Gran Galà” quest’anno ha avuto due giurie, di cui una di canto e un’altra di ballo. La prima giuria era presieduta da Gianni Errera, produttore discografico, musicista, compositore, arrangiatore e organizzatore del Festival di Castrocaro, mentre la seconda dal ballerino professionista Cesar Josè Piombo, che ha fatto parte del corpo di ballo del Chiambretti Night e di “Luci della ribalta” prodotta dalla Kledi Academy.

Tra i dieci artisti concorrenti è stato scelto per la capacità interpretativa ed il timbro vocale molto particolare il diciannovenne Andrea Tortolano che si è aggiudicato una borsa di studio che gli permetterà di andare a Castrocaro. Prima di questa vittoria Tortolano si era piazzato al terzo posto al Festival di Ostia 2014.

Si sono esibiti oltre ai ballerini della scuola IDEA DANZA-STEP UP Saria Convertino, fisarmonicista di fama mondiale, e Hersi Matmuja, vincitrice nel 2013 del festival nazionale della canzone albanese “Festivali i Këngës”. Cesar Josè Piombo ha ricevuto il premio Padre Gino Piccialuti per la danzability da Eugenia e Stefano Piccialuti. Sono stati inoltre premiati Gianni Errera per il talento e la professionalità dimostrata nell’aver arrangiato la sigla “Vita” scritta da Andrea Miccheli, il coreografo e ballerino Marcello Sindici per la regia e Francesco Bellina per la fotografia.

Sponsor della serata:

Platinum (Banca Mediolanum), Gold (Uliveto/Rocchetta), Wiit S.p.A e Exstone srl, 3° Informatica srl, Tenta Convertino srl, Idea Danza, Step Up, Rhythm Ballet Studio

 

Ufficio Stampa Vita Volontari per Vocazione:

Erika Eramo 3495319075 stampaesponsors@gmail.com

Pergamene solidali da utilizzare per eventi importanti

Scritto da RemigioLordi il . Pubblicato in Aziende, Lifestyle

Festeggiare il giorno più bello in modo originale e benefico. Tutto ciò si può fare grazie alle pergamene solidali come bomboniere. Vediamo insieme di cosa stiamo parlando.

Si tratta di oggetti simbolo utilizzati durante le cerimonie al posto della classica bomboniera ricordo. Possono essere utilizzati per matrimoni, battesimi, comunioni o per qualsiasi evento si voglia.

Le bomboniere solidali rappresentano un pensiero, e quindi si discostano completamente da quelle classiche. Tuttavia, la persona che decide di sceglierle, deve prima di tutto capire a chi vuole devolvere i propri soldi.

A questo proposito, molte associazioni umanitarie o scientifiche sono disponibili a garantire questa possibilità.

Una volta individuata l’associazione, si può passare allo step successivo: scegliere dal sito sia le bomboniere che le pergamene (o qualsiasi altro oggetto simbolo disponibile). Si possono poi personalizzare a piacimento, e si dovrà solo aspettare che arrivino all’indirizzo richiesto.

Pergamene Solidali Personalizzate per Qualsiasi Evento

Le pergamene, poi, possono essere ulteriormente personalizzate indicando il luogo dell’evento, i nomi delle persone festeggiate o mettendo qualsiasi tipo di dettaglio utile.

Si tratta di un gesto simbolico molto forte ed importante: utilizzando le pergamene solidali, infatti, si può contribuire in molti modi ad una causa benefica.

Prima di tutto, scegliendo questa possibilità si aiuta (anche a distanza) persone che hanno realmente bisogno di quesi soldi: le associazioni, infatti, evidenziano dei progetti a cui partecipano attivamente, e il ricavato delle pergamene solidali (o di qualsiasi altra cosa abbiamo scelto) verrà destinata proprio in quella direzione.

Infine, utilizzando le pergamene solidali si rendono partecipi della nostra iniziativa anche gli invitati. Questi ultimi,una volta letta la pergamena, verranno a conoscenza del progetto scelto, e potranno a loro volta contribuire (se lo vorranno, si intende!).

Si tratta, quindi, di un gesto carico di aspettative e di bisogno. Proprio per questo è bene utilizzare questa valida opzione. O, per lo meno, prenderla in considerazione.

Carta per fotocopie: come scegliere la migliore per te

Scritto da RemigioLordi il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

La carta per fotocopie non è tutta uguale: scegliere quella più adatta alle tue esigenze è fondamentale sia per motivi economici che per riuscire a farti avere le migliori performance. Sotto il profilo dei motivi economici, scegliere la carta meno costosa non vuol dire risparmiare, anzi. Acquistare una carta per fotocopie che poi non si rivela atta alla stampa di cui si ha necessità, vuol dire fare un acquisto doppio, e quindi spendere di gran lunga di più di chi sceglie immediatamente la carta giusta.

La cosa più importante nella scelta della carta, è quella di scegliere il peso corretto, il quale è espresso in grammi per metro quadrato. La carta ideale per le fotocopie deve pesare tra i 60 e i 90 grammi, al di sotto dei quali ci troviamo di fronte alla cosiddetta “carta bibbia”, una carta chiaramente troppo sottile e a bassa grana per consentire di effettuare la fotocopia.

La carta che, invece, ha un peso dai 90 ai 150 grammi è la carta utilizzata per i volantini, superiore ai 150 grammi, infine, ci si trova di fronte a una carta per volantini.

La carta per fotocopie migliore per stampare

Una carta per fotocopie ideale, e anche la più comune, ha un peso di 80 grammi, ma rappresenta ovviamente una scelta soggettiva avere una carta con un peso maggiore o minore, sulla base del risultato che si vuole avere e sulla base degli utilizzi che se ne vogliono fare. Il peso minore, generalmente, coincide anche con un costo più basso, ma anche con una minore resistenza della fotocopia: è quindi sconsigliato in caso di uso lavorativo.

Un altro aspetto fondamentale di tale scelta è rappresentato dal formato della carta per fotocopie. Il più comune è senza dubbio quello A4, che corrisponde a 210×197 mm, gli altri formati ovvero A1, A2, A3 sono utilizzati soprattutto nelle tipografie e non per fotocopie di uso domestico o in ambito lavorativo.