Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

A Confartigianato Mantova un seminario sulle norme tecniche per le costruzioni (NTC)

Scritto da CONFARTIGIANATO MANTOVA il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Confartigianato imprese Mantova, con la partecipazione dello Studio Tullio Grossi e dell’Ente Certificatore Cermet, organizza per  martedì 9 ottobre 2012, ore 21.00 presso la propria sede di via Parigi, 30 a Porto Mantovano (Mn), un seminario tecnico gratuito riguardante la qualificazione dei centri di trasformazione (carpenterie metalliche, centri di prelavorazione di componenti strutturali) ai sensi del D.M. 14 gennaio 2008.

Con l’entrata in vigore (1 luglio 2009) delle “Norme Tecniche per le Costruzioni” di cui al D.M. 14-01-2008, molte aziende del settore metalmeccanico, che tali norme identificano come CENTRI DI TRASFORMAZIONE, si trovano a dover ottemperare a numerose prescrizioni vincolanti per lo svolgimento della propria attività.

In particolare i CENTRI DI TRASFORMAZIONE (impianti esterni alla fabbrica e/o al cantiere, fissi o mobili, che ricevono dal produttore di acciaio elementi base – barre o rotolo, reti, lamiere o profilati, profilati cavi, ecc. – e confezionano elementi strutturali direttamente impiegabili in cantiere, pronti per la messa in opera o per successive lavorazioni) si devono dotare di un sistema di controllo dei processi di lavorazione. Tale sistema deve essere predisposto in coerenza con la norma UNI EN ISO 9001 ed essere certificato da parte di un organismo terzo indipendente.

Durante l’incontro verrà spiegato quali aziende sono interessate dalla normativa, cosa devono  fare per mettersi a norma, i tempi indicativi ed i possibili costi. Ampio spazio verrà lasciato a domande e dibattito.

Per info: Confartigianato Mantova tel.  0376.408778   e-mail: info@confartigianato.mn.it 

Nuove idee regalo per le tue occasioni – Birraspeciale.it

Scritto da Birraspeciale il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Molto spesso ci si trova in difficoltà nello scegliere un regalo per un proprio amico. Qualcosa di nuovo,  originale e sorprendente che lo faccia rimanere a bocca aperta.

BirraSpeciale vuole proporre una idea regalo buona per tutte le occasione e cerimonie, una confezione di birra belga tra le più prestigiose e originali. Per gli appassionati e non, regalare della buona birra artigianale, fatti dai mastri birrai belgi o dai monaci benedettini, sarà certamente qualcosa di nuovo.

Le confezioni regalo sono composte da delle birre trappiste oppure provenienti dal Belgio, con dei bicchieri birra originali, raffiguranti il marchio del birrificio. Oggetti introvabili anche nei negozi specializzati, che faranno certamente contento il fortunato festeggiato.

Può essere una buona idea anche fare una composizione, con le sue birre preferite, oltre ai bicchieri ed ai sottobicchieri, con una cassetta in legno, da noi fornita, per essere ancora più originale.

Vieni a trovarci su birraspeciale.it e dai un’occhiata ai nostri articoli regalo, sarai stupito dagli ottimi prezzi e dalla scelta a tua disposizione.

RAEcycle aderisce al progetto Opensun di Sudplus

Scritto da inpress il . Pubblicato in Ambiente, Comunicati Stampa

Modica (RG) – Un nuovo partner è entrato a far parte del progetto Opensun, azione pilota in materia di riciclo dei rifiuti informatici ideata dalla modicana Sudplus, azienda che si occupa di risparmio ed efficienza energetica. La new entry è la Società consortile per azioni RAEcycle, il principale sistema collettivo italiano per la gestione dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.
Nei giorni scorsi, la Sudplus ha siglato un protocollo d’intesa con RAEcycle che prevede il ritiro e lo smaltimento in sicurezza di computer e attrezzature elettroniche non più utilizzabili nei processi di rigenerazione promossi nel perimetro del Progetto.
Nel corso del progetto Opensun -che ha già portato alla realizzazione di un’aula informatica con 25 postazioni nell’Istituto tecnico commerciale “Archimede” di Modica- è stata individuata una gran quantità di computer, stampanti e altre attrezzature informatiche irrecuperabili perché guaste. Il consorzio Raecycle ha già iniziato a ritirare il materiale inutilizzabile e potenzialmente pericoloso per l’ambiente, per smaltirlo nel rispetto delle normative in materia.
Adriano Spadaro, titolare della Sudplus, commenta: «La nostra azienda integra l’installazione di fonti rinnovabili con interventi meno visibili, ma altrettanto efficaci come il risparmio e l’efficientamento dei cicli produttivi, in cui è indispensabile una pianificazione puntuale e attenta. Opensun è il risultato della nostra peculiare metodologia di pianificazione, in cui si identificano per le pubbliche amministrazioni processi di gestione dei servizi capaci di generare benefici alla cittadinanza senza aggravi di costi». «Grazie ad Opensun – continua Spadaro – pubblico e privato cooperano in modo orizzontale producendo nuovi servizi attraverso l’installazione dei PC rigenerati in luoghi di pubblica fruizione e rilanciando un modello di città diversa, in cui il riciclo ed il riuso divengono i perni di nuove politiche ambientali. «Grazie all’ingresso di Raecycle tra i partner progettuali – conclude il titolare dell’azienda promotrice – potremo consegnare a uno degli stabilimenti per il riciclo dei RAEE migliori d’Europa tutto il materiale che avanza dal processo di rigenerazione, chiudendo nel migliore dei modi la filiera progettuale».
«Abbiamo aderito al Progetto Opensun – esordisce l’ingegner Lorenzo Zubani, Direttore commerciale e marketing di RAEcycle – poiché da sempre RAEcycle è molto attenta alle attività di sensibilizzazione della società civile in materia di RAEE. Parliamo di rifiuti pericolosi e se non si interviene nel modo giusto si rischia di liberare nell’ambiente sostanze altamente nocive quali fosfori, piombo, gas ozono-lesivi e mercurio. Le componenti che avanzano dal processo di rigenerazione -continua Zubani- articolato dal progetto Opensun finiscono nel nostro impianto di Siracusa, che è uno dei più avanzati in Europea. Il recupero delle materie prime e seconde -prosegue Zubani- avviene in totale sicurezza e la struttura ha un impatto ambientale pari a zero. Siamo, inoltre, gli unici ad aver sperimentato con successo una nuova metodologia che consente di separare il piombo, contenuto nel vetro dei tubi catodici, dai silicati. Raecycle – conclude l’ingegnere – è stata anche la prima realtà in Italia a realizzare un impianto per il trattamento dei pannelli fotovoltaici. L’impianto di Siracusa è quindi caratterizzato da un elevato livello tecnico e qualitativo e offre anche al territorio nuove e valide opportunità di impiego, tanto per i giovani tecnici quanto per gli operai specializzati provenienti dai comuni limitrofi».
Il progetto Opensun, sviluppato dalla Sudplus di Modica è realizzato in collaborazione con scuole (l’ITC “Archimede”), enti pubblici (Comune di Modica, Casa Circondariale di Modica) e associazioni (So.Li.Ra – Software Libero Ragusa, Circolo “Melograno” di Legambiente) e da oggi, grazie all’ingresso di RAEcycle può offrire a tutte le pubbliche amministrazioni una soluzione innovativa e completa al problema dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, coniugando solidarietà, efficienza energetica, riciclo e rispetto dell’ambiente.
Info e contatti
Sudplus, Via Risorgimento 4, Modica (RG)
tel. 0932753172

freelancermap unisce freelance e progetti in tutto il mondo con la nuova piattaforma .com

Scritto da freelance il . Pubblicato in Informatica, Internet, Nuovo Sito Web

Norimberga, 19.09.2012, freelancermap (www.freelancermap.de), la piattaforma di progetti ed esperti, amplia la sua offerta per freelance e fornitori di progetti che operano a livello internazionale. Il nuovo portale freelancermap.com (www.freelancermap.com) si fa sostenitore del trend di gruppi di lavoro sparsi, come ad esempio nell´outsourcing e nell´offshoring, e mette a disposizione di imprese e liberi professionisti in tutto il mondo una vasta offerta.

Oltre al successo delle piattaforme di progetti IT freelancermap.de, freelancermap.at e freelancermap.ch, la freelancermap GmbH offre ora anche un effettivo network per l´assegnazione di progetti grazie alla moltitudine di esperti ed imprese attivi internazionalmente. L´impostazione transnazionale riconosce lo sviluppo di attività remote e di outsourcing. Quest´offerta facilita per le imprese il reclutamento di specialisti internazionali e permette ai liberi professionisti di trovare un adeguato progetto anche all´estero.

Per gli oltre 70000 freelance registrati l´utilizzo della piattaforma verrà quindi ulteriormente semplificato. Sarà sufficiente la realizzazione di un profilo internazionale per poter beneficiare di progetti globali pubblicati su freelancermap.com.

Michael Amtmann, amministratore delegato della freelancermap GmbH, è convinto di questo approccio transnazionale: “Con freelancermap.com vogliamo sostenere lo sviluppo della rete globale e del business offshore. Siamo orgogliosi di poter offrire ai nostri utenti il contatto con esperti internazionali e l´accesso ai rispettivi progetti”.

Con effettive funzioni di ricerca e di filtri, dettagliate impostazioni del profilo per aziende e freelance, così come molte altre possibilità, freelancermap.com si sviluppa sui punti di forza rappresentati dalle piattaforme in lingua tedesca. La base per il successo è data da un design collaudato e dall´intuitività di freelancermap.de, una delle piattaforme freelance più antiche e grandi d’Europa.

L’estate sta finendo …. i consigli di Omia Laboratoires per i nostri capelli

Scritto da mgacosmetici il . Pubblicato in Salute

L’estate è ormai finita quasi per tutte! Tuttavia non è il caso di rattristarsi, perchè la cura di se stesse è un momento rilassante e importante in cui Omia Laboratoires è sempre presente, e anche dopo l’estate torna a occuparsi della cura dei capelli.

Tutte le donne sanno quanto si possano rovinare i capelli durante i tre mesi estivi per via del vento, dell’acqua salmastra, della sabbia ma soprattutto del sole. Omia Laboratoires offre preziosi consigli per imparare a prendersi cura dei capelli dopo l’estate e dopo l’esposizione solare .
I capelli possiedono una parte “morta”, che emerge dal cuoio capelluto, ed una parte “viva”, che ne assicura la crescita ed il rinnovamento, impiantata abbastanza profondamente nel derma della cute del cranio.

COME SONO FATTI I CAPELLI:
Il fusto è composto da una proteina dura (la Cheratina), che gli conferisce le proprietà di resistenza e robustezza. La struttura del capello è molto complessa, composta da molteplici fasci di fibre intrecciate tra loro: questa struttura rende il capello elastico e flessibile. Per semplificare, se immaginiamo di tagliare un capello trasversalmente ed ingrandirne la sezione, notiamo tre cerchi concentrici, come quelli dei tronchi d’albero: il più estremo è la sottile cuticola, che ha il compito di proteggere le parti più interne, ed è costituita da scaglie dure sovrapposte e strettamente aderenti tra loro come le tegole di un tetto. In posizione mediana c’è la corteccia, lo strato più spesso, che contiene i pigmenti di melanina che conferiscono ai capelli il loro colore, ed al centro troviamo il midollo, costituito da cellule morbide.

La radice (o follicolo pilifero) può essere definita la “fabbrica” del capello: al suo interno possiede una cavità, la papilla, nella quale si insinuano i nervi ed i vasi capillari che portano il nutrimento necessario ad assicurare la continua riproduzione delle cellule della matrice. Questa riproduzione provoca la crescita del capello, che continua ad allungarsi fino al termine del suo ciclo di vita.

PRODOTTI PER CAPELLI – PER SAPERNE DI PIU’:

Lo shampoo non indebolisce i capelli e non ne causa la caduta.
Nel’uso corretto dello shampoo il prodotto è diluito con acqua e risciacquato dopo pochi minuti. Non esitono shampoo che causano la caduta dei capelli.

Spuma e gel non sono dannosi.
Questi prodotti non penetrano attraverso il cuoio capelluto, ma si depositano sul fusto, di conseguenza non hanno effetti sul follicolo e nemmeno sulla crescita del capello.
Bisogna porre attenzione alla qualità dei prodotti. I prodotti di buona qualità formano intorno al capello una pellicola invisibile che permette la tenuta della piega, proteggendolo.

Usare sempre balsamo o maschera.
Indispensabili al completamento del trattamento di pulizia, formano una pellicola che previene il danneggiamento della cuticola causato dagli agenti esterni. Fondamentali per chi ha capelli lunghi ed effettua tinture, decolorazioni o permanenti.

I PRODOTTI CONSIGLIATI DA OMIA LABORATOIRES PER LA CURA E L’IGIENE DEI CAPELLI:

I costituenti del gel di Aloe Vera hanno una grande capacità di penetrare dentro la pelle umana. Questi non possiedono soltanto capacità antisettiche e di pulizia, ma sono anche superbi agenti saponacei, usati nella cosmesi, ad esempio, nello shampoo.
Ottimo antinfiammatorio, è efficace per le scottature solari, nelle piccole ustioni, per contrastare l’acne. Favorisce la rigenerazione cellulare, potente agente rigenerante per tutti i tipi di pelle.
Adatta per pelli secche. Ideale anche per pelli sensibili. Agente idratante con la potente capacità di facilitare la penetrazione e l’assorbimento delle sostanze nutritive attraverso gli strati della pelle.

FONTE: Omia Laboratoires

La Filcams – Cgil sceglie Ragusa per la 1° Festa regionale del tesseramento

Scritto da inpress il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Ragusa – La Filcams (Federazione italiana lavoratori di commercio, turismo e servizi) – Cgil sceglie Ragusa per la prima edizione della Festa regionale del tesseramento. Da giovedì 20 a sabato 22 settembre, infatti, l’amena cornice dei Giardini iblei a Ragusa Ibla ospiterà “Diritti in festa“, tre giorni dedicati a dibattiti, workshop, stand gastronomici, mostre, musica e spettacoli, con la presenza – tra gli altri – del segretario nazionale della Filcams Franco Martini.
La festa del tesseramento, ha spiegato Monica Genovese segretario regionale Filcams, in una nota – vuol essere, pur in una fase di crisi drammatica per il terziario come quella che il Paese sta attraversando, « una risposta d’urto a tutto quello che abbiamo di fronte per affermare il valore del lavoro, la forza dei diritti – quelli di sempre e quelli appena conquistati, insieme all’importanza sociale del sindacato». E soprattutto vogliamo riaffermare il senso di una comunità solidale e interculturale che solo un grande sindacato come la Cgil può esprimere».
I dibattiti e gli interventi, che coinvolgeranno i vertici regionali e nazionali della Filcams Cgil, verteranno sui temi della grande distribuzione organizzata, l’immigrazione, il precariato, la disoccupazione e le incognite che pesano sul terziario, con l’obiettivo di esprimere attraverso il confronto progetti e proposte per un futuro migliore.

Planet Inspired: Per salvare le barriere coralline del Pianeta arrivano i robot marini

Scritto da PlanetInspired il . Pubblicato in Tecnologia

Un progetto innovativo dell’Università scozzese di Heriot-Watt
I robot ideati in Scozia lavorano in squadra, come le api, e possono scendere oltre i 200 metri di profondità, al contrario dei sub che adesso svolgono questo compito. Grazie a un database in fase di sviluppo, cercano i frammenti di corallo per rimetterli al loro posto nella barriera.

Negli ultimi 30 anni, le barriere coralline hanno subito un grave declino, tanto da diventare a rischio di scomparsa nell’arco di pochi decenni. Una recente ricerca dell‘Unione mondiale per la conservazione della natura (Iucn) ha rivelato che oggi nei Caraibi meno del 10 % della barriera è ancora viva, contro il 50 % degli anni Settanta.
Secondo il World Resources Institute di Washington, se non si ridurranno lo sviluppo costiero e l’impatto della pesca che, assieme ai cambiamenti climatici, rappresentano le principali cause della distruzione di questi ecosistemi sottomarini, nel 2050 tutti i coralli del mondo saranno in pericolo di estinzione.

Le conseguenze sarebbero devastanti per i circa 275 milioni di abitanti di villaggi costieri: le barriere coralline sono infatti una importante difesa naturale contro l’erosione, le tempeste e le mareggiate, e il loro contributo annuale all’economia (turismo, protezione delle coste, pesca) vale circa 50 milioni di euro.

Su questo scenario così cupo ha aperto uno spiraglio la nuova tecnologia messa a punto nei laboratori dell’Università scozzese di Heriot-Watt. Gli scienziati si sono ispirati alle api e hanno progettato nuovi robot – i coralbot – in grado di riparare le barriere coralline in pochi giorni. La natura impiega anni. I robot lavorano in squadra, proprio come le api, e possono scendere oltre i 200 metri di profondità, al contrario dei sub che adesso svolgono questo compito. La soluzione è innovativa: gli “sciami” di coralbot saranno progettati per cercare i frammenti di corallo e rimetterli al loro posto nella barriera; ma prima di questo, si dovrà arrivare a sviluppare maggiormente la loro capacità di riconoscimento, con la creazione di un database di centinaia di immagini che, in tempo reale, consentano ai robot di distinguere i frammenti di corallo da altri materiali.

“Questo progetto esplora una delle più intriganti prodezze della natura: la teoria dello sciame intelligente“, spiega David Corne, docente di Matematica della Heriot-Watt, “un insieme di semplici individualità collabora per costruire strutture complesse e funzionanti”. Nel caso dei coralbot, significa che tutti i membri dello “sciame” condividono la stessa conoscenza: quindi, se uno si danneggia, un altro è in grado di sostituirlo.

La prima missione che vedrà l’impiego del coralbot dovrebbe essere effettuata al largo delle coste scozzesi. In queste acque profonde, la minaccia alle barriere coralline è costituita soprattutto dalla pesca a strascico. È dunque un luogo ideale per testare questa nuova tecnologia che potrebbe contribuire a evitare la sparizione dei coralli dai mari: ma questo non può prescindere dalla creazione urgente di regole più stringenti, invocate dalla comunità scientifica, che limitino l’impatto dell’attività umana sugli ecosistemi marini.

Fonte: Planet Inspired

Online Accendimutuo.it, il nuovo sito di comparazione mutui semplice ed intuitivo

Scritto da admaiora il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Arriva online Accendimutuo.it, un nuovo portale web, gratuito e senza impegno, che ti aiuta a ricercare la soluzione di mutuo più adatta alle tue esigenze

 

È online Accendimutuo.it, il nuovo sito indipendente di confronto di mutui online che ti supporta nella scelta del mutuo migliore e ti segue, passo dopo passo, fino alla sua completa erogazione.

Accendimutuo.it è una nuova realtà online nel settore della comparazione dei mutui, un portale web semplice ed intuitivo per ricercare, in pochi e semplici passi, il mutuo più adatto alle tue specifiche esigenze e alle migliori condizioni di mercato.

Per trovare un mutuo conveniente per l’acquisto della tua casa o per scegliere la migliore alternativa finanziaria tra surroga o sostituzione mutuo, grazie al simulatore di preventivo online di Accendimutuo puoi confrontare, senza alcun impegno, le proposte dei maggiori Istituti Bancari, nella massima trasparenza e completezza delle informazioni e con la tranquillità di ricevere, in ogni momento, il supporto di consulenti esperti. I consulenti Accendimutuo hanno, infatti, una comprovata esperienza nel settore della mediazione creditizia e sono tutti iscritti all’Albo della Banca d’Italia, un team di professionisti capace di fornirti la migliore assistenza e consulenza alla scelta della più conveniente soluzione di mutuo.

Semplicità d’uso, professionalità, un’offerta di consulenza dedicata, è così che Accendimutuo.it vuole distinguersi dagli altri operatori di settore, fornendo un servizio che non si esaurisce nel più semplice confronto dei mutui ipotecari, ma si completa in un processo di totale ausilio al cliente nell’intero iter della lavorazione del mutuo, dall’iniziale richiesta di fattibilità ai consulenti, al rogito finale. Grazie ad un sistema informativo globale e ad una rete capillare di relazioni commerciali, inoltre, Accendimutuo può sottoscrivere annualmente nuovi accordi con le banche e gli Istituti Creditizi al fine di proporre, sempre, nuovi prodotti finanziari e soluzioni di mutuo sempre più vantaggiose per ciascun cliente.

Contatti Accendimutuo
Carlotta Dijkgraaf

Amministratore Unico

Mail: info@accendimutuo.it
Largo Luigi Antonelli, 14
00145 Roma
Telefono 06 54 11 582
Fax 06 54 30 403
Numero Verde 800 500 530

Uffici Arredati a Padova: Office Center

Scritto da Redazione il . Pubblicato in Comunicati Stampa

office center padova

Le tasse aumentano, i costi aumentano, i guadagni… proprio no: è la disequazione tipica di una crisi.

E finisce che anche lavorare diventa una spesa.

Si stima che un libero professionista veda sfumare fra il 70 e l’80% dei suoi introiti fra l’affitto di uno studio, lo stipendio di una segretaria, pulizie e manutenzione ordinaria. L’acquisto di un immobile era un tempo una possibile soluzione a lungo termine, ma oggi quest’ipotesi si scontra con il blocco della concessione dei mutui da parte delle banche e con il rialzo della tassazione sulla proprietà, che per gli uffici è particolarmente gravosa.

C’è chi si arrangia come può e taglia su quei servizi che ormai sono considerati di lusso: segreteria, arredamento, pulizie. Ma così, di fatto, si finisce per colpire la propria immagine e la qualità del proprio lavoro, con pericolose implicazioni.

Se anche voi siete in questa situazione, sappiate che una soluzione è sempre possibile. L’Office Center, ormai al suo venticinquesimo anno di attività, è un Centro Uffici Residence situato a Padova.

Se vi rivolgerete a loro, vi verrà spiegata la filosofia di questo moderno e accogliente Centro. I servizi che l’Office Center vi propone non si limitano all’affitto di un ufficio, ma costituiscono un pacchetto all-inclusive, comprensivo di:

  • affitto di un ufficio completamente e modernamente arredato (per un periodo variabile da 1 ora a diversi anni a seconda delle vostre esigenze)
  • linee telefoniche personalizzate
  • connettività HDSL garantita
  • servizio di segreteria: secondo le indicazioni ricevute, una segretaria multilingue risponderà alle vostre chiamate, direttamente col vostro nome o con quello della vostra azienda e potrà gestire per voi appuntamenti e clienti
  • servizio di reception: accoglienza per i vostri clienti, smistamento e consegna della corrispondenza
  • utilizzo gratuito della Sala Riunioni del Centro
  • riscaldamento, aria condizionata, energia elettrica
  • pulizie e manutenzione

Ma la migliore delle notizie è il costo: il pacchetto comprendente un ufficio a 1-2 postazioni e tutti i servizi elencati vi verrà a costare solamente 350 Euro al mese + I.V.A.

In particolare in questo periodo, quindi, optare per un Centro Uffici come l’Office Center è la soluzione che permette all’imprenditore di salvare la propria azienda e al libero professionista di concentrarsi serenamente nella propria attività.

Office Center – Via Istria, 55 Padova

www.officecenterpd.it

reception@officecenterpd.it

tel. 049 8658811

 

EVASIONE FISCALE ED ETICA POLITICA

Scritto da Birraspeciale il . Pubblicato in Economia, Italia, Politica

Federalismo e Formazione, sito di formazione politica, affronta nel suo blog il tema dell’evasione fiscale e dell’etica Politica.

Si vuole andare oltre la semplice equazione evasore = ladro, tipica del solito qualunquismo e capire le radici di una evasione fiscale cronica. Uno Stato sprecone, culla di interessi privati, tangenti e sperperi, può elevarsi a giustiziere? Ed i nostri soldi dove vanno a finire? come sono gestiti? C’è una correlazione tra mala gestione ed Evasione?

Franco Lomartire, esperto di Formazione Personale e Management, nell’articolo che proponiamo, prova a dare risposta a queste domande e capire la correlazione tra l’etica dei nostri politici ed il fenomeno dell’evasione fiscale. Il cittadino si trova ogni giorno a combattere contro uno Stato macchinoso e burocratico, che nelle sue articolazioni della pubblica amministrazioni lo ostacola nelle proprie attività.

Al contrario, uno stato più moderno ed efficiente, che vede il cittadino come tale e non come suddito, una spesa pubblica attenta, ben mirata ed un buon federalismo, renderebbe l’evasione fiscale meno giustificata ed un atteggiamento più sereno delle persone nel concorrere alle spese della propria comunità.

Vi aspettiamo su federalismoeformazione.it per esprimere la vostre opinioni.