Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

IL CRIMINON : UN PROGRAMMA UMANITARIO DI RIABILITAZIONE DEI DETENUTI PATROCINATO DALLA CHIESA DI SCIENTOLOGY

Scritto da gabri.casella il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Religione

Il programma Criminon viene offerto in più di 2.100 istituti penali in 38 nazioni. Composto in gran parte da volontari, il Criminon dà formazione anche al personale degli istituti di correzione fornendo i programmi di riabilitazione in loco. Il Criminon inoltre offre i suoi servizi a dipartimenti della polizia, servizi di prevenzione della criminalità minorile e programmi di prevenzione, per avere un mondo senza crimine.

Gli agenti di polizia a Mexicali, in Messico, si sono formati sulla parte principale del programma, dal titolo La Via della Felicità, un codice morale basato sul buon senso.

Portando il programma Criminon nelle carceri indonesiane, la recidività è calata a meno del 2%.

L. Ron Hubbard ha scoperto che la chiave per la vera riabilitazione è il ripristino del rispetto di sé. Per aiutare i detenuti a fare proprio questo, gli studenti del Criminon studiano e mettono in pratica i precetti de La Via della Felicità.

A Taiwan, come avviene in tutto il mondo, i reati legati alla droga sono la causa dell’aumentato numero di reclusi. Per questo motivo, una parte del programma Criminon si occupa dell’educazione sulle droghe per aiutare i detenuti a capire e superare la dipendenza dalle droghe.

Il Criminon offre programmi in oltre 50 strutture in Sudafrica, dai riformatori alle prigioni di massima sicurezza.

Il programma Criminon è patrocinato dalla Chiesa di Scientology il cui fondatore è Mr. L. Ron Hubbard.

Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.scientology.it/

UN NETWORK MONDIALE PER PORTARE L’ISTRUZIONE E L’APPRENDIMENTO

Scritto da gabri.casella il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Dal Mondo

A MILIONI DI PERSONE: APPLIED SCHOLASTICS

Quasi la metà degli adulti americani, vale a dire 90 milioni di persone, sono praticamente analfabete. Otto milioni di studenti sono stati etichettati come “disabili nell’apprendimento” e la soluzione fornita dal sistema scolastico americano non è offrire l’istruzione di base, ma la prescrizione di farmaci. Mentre il problema arriva a costare a governi, imprese e contribuenti migliaia di miliardi di dollari, il costo in termini umani è incalcolabile.

Riconoscendo le debolezze del sistema già nel 1950, L. Ron Hubbard ha sviluppato una vera e propria “tecnologia” di apprendimento con cui imparare alla perfezione qualsiasi argomento. Queste innovazioni educative sono note nel loro insieme come tecnologia di studio e forniscono a studenti di ogni età e livello d’istruzione l’ingrediente mancante alla moderna istruzione: vale a dire imparare come imparare.

Per più di trent’anni, l’introduzione della Tecnologia di Studio nelle scuole e nelle università è stato in gran parte un lavoro a livello locale iniziato da educatori riuniti sotto la bandiera di Applied Scholastics. Oggi quella campagna locale rappresenta un movimento mondiale che ha sede ad Applied Scholastics International, centro di formazione mondiale. Inaugurato nel 2003, il centro di 40 ettari è situato nell’area di Spanish Lake, a St. Louis nel Missouri.

Ci sono ora oltre 900 gruppi di Applied Scholastics in 67 paesi, 400 dei quali sono stati aperti solo negli ultimi sette anni. Inoltre, gli insegnanti di circa 42 nazioni, tra cui India, Giappone, Palestina e Swaziland (Africa), si sono specializzati nella Tecnologia di Studio. Dato che questi insegnanti, a loro volta istruiscono i propri colleghi e studenti, coloro che hanno beneficiato della tecnologia di studio, dall’apertura della sede internazionale, sono ad oggi 32 milioni di persone.

Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.appliedscholastics.org

CHE COS’E’ SCIENTOLOGY?

Scritto da gabri.casella il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Religione

Domande e risposte comuni.

Tra le domande comuni: Perché Scientology è una Chiesa?
La parola Chiesa deriva dal greco kurios che significa “signore” e che a sua volta deriva dalla radice indoeuropea kewe. “essere forte”.
Tra i significati correnti della parola troviamo quelli che seguono: “una congregazione”, “potere ecclesiastico contrapposto a quello secolare” e “ la professione clericale; il clero”.
La parola chiesa non viene usata solamente per le congregazioni cristiane. Esistevano chiese gai 10.000 anni prima dell’avvento dei Cristiani, e il Cristianesimo stesso costituì una rivolta contro la chiesa riconosciuta del suo tempo. Nell’uso moderno le persone parlano della chiesa Buddista o Mussulmana, riferendosi in generale alla totalità ei credenti di una particolare dottrina religiosa.

Una chiesa è semplicemente una congregazione di persone che partecipano ad attività religiose comuni; chiesa è anche il termine usato per indicare l’edificio nel quale i membri di un gruppo religioso si riuniscono al fine di praticare la loro religione e di conseguire maggiore consapevolezza spirituale e benessere.

Scientology aiuta l’uomo a diventare più consapevole dell’esistenza di Dio, più conscio della natura spirituale propria e degli altri attorno a lui. Le scritture di Scientology riconoscono l’esistenza di un intera dinamica (spinta o motivazione di vita) dedicata all’Essere Supremo (ottava dinamica) e anche un’altra dinamica che a che fare esclusivamente con la spinta di ciascuno di esistere in quanto spirito (la settima). Il riconoscimento di questi aspetti della vita è la caratteristica tipica delle religioni. Perciò Scientology è una religione e l’uso della parola chiesa, ad essa riferita è corretta.

Negli anni ’50 gli Scientologist riconobbero che la tecnologia di L. Ron Hubbard e i suoi risultati avevano direttamente a che fare con la liberazione dello spirito umano e consentivano regolarmente di conseguire una maggiore consapevolezza spirituale.

Per loro era chiaro che si trattava di una pratica religiosa, perciò, nei primi anni ’50, proposero di costituire una chiesa per meglio servire al necessità degli Scientologist. La prima chiesa di Scientology fu istituita nel 1954. Da allora, dozzine di sentenze di tribunale, in molti Paesi differenti hanno riconosciuto di fatto lo status religioso di Scientology.

Sabato 26 maggio 2012 dalle ore 15:00, visita guidata all’interno della Chiesa di Scientology in via Fratelli Bronzetti 20 a Brescia.

Non solo il personale mostrerà l’interno della chiesa ma risponderà anche ad ogni domanda. E’ gradita la prenotazione.
Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.scientology.it

Miur: Noisiamopari, il portale delle pari opportunità.

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Istruzione

MIUR lancia il portale noisiamopari.it per sostenere le “pari opportunità” e per la lotta contro la discriminazione. Il Portale noisiamopari.it, sostenuto dall’attenzione e dall’impegno del Sottosegretario all’Istruzione, Marco Rossi Doria, è suddiviso in sezioni utili per approfondire i fenomeni e conoscere i progetti e le iniziative realizzate. Nello specifico vengono analizzate le tematiche della “violenza sulle donne”, della “discriminazione di razza e di religione”, dell’ “omofobia” e del “bullismo”.

logo noi siamo pari.

A seguito dei quotidiani episodi di discriminazione di cui le cronache odierne dei mass media abbondano e, in generale, per contrastare i fenomeni della discriminazione di genere, della discriminazione di razza e religione, dell’omofobia e del bullismo, il MIUR ha lanciato un progetto per sostenere le “pari opportunità”, il Portale noisiamopari.it, sostenuto dall’attenzione e dall’impegno del Sottosegretario all’Istruzione, Marco Rossi Doria.

Questo spazio web è frutto di un lavoro iniziato quasi un anno fa dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e raccoglie le tante esperienze delle scuole sul tema, coinvolgendo esperti, associazioni ed Enti, allo scopo di riunire materiale didattico, progetti e iniziative realizzate nelle scuole di ogni ordine e grado.
Infatti, la scuola si cimenta ogni giorno con la costruzione di una comunità inclusiva che riconosce le diversità di ciascuno. E’ – ad un tempo – la prima comunità formativa dei futuri cittadini e luogo importantissimo per la crescita e la costruzione dell’identità di ciascuna persona. Così, le scuole favoriscono la costruzione dell’identità sociale e personale da parte dei bambini e dei ragazzi, il che comporta anche la scoperta della relazione con l’altro sesso e del proprio orientamento sessuale.
Il Portale noisiamopari.it è suddiviso in sezioni utili per approfondire i fenomeni e conoscere i progetti e le iniziative realizzate.
All’interno sono reperibili i riferimenti e i progetti avviati da Associazioni, Enti e Istituti Scolastici.
Nello specifico vengono analizzate le tematiche della “violenza sulle donne”, della “discriminazione di razza e di religione”, dell’ “omofobia” e del “bullismo”.
Dalla homepage è possibile accedere direttamente ai link delle Associazioni, Enti e Istituti Scolastici impegnati al fianco del MIUR nella sensibilizzazione verso questi temi.
Così, il Portale noisiamopari.it, si propone come elemento di sostegno al lavoro dei docenti impegnati quotidianamente nella formazione dei propri alunni sulle problematiche relative a tutte le forme di discriminazione, in particolare, attraverso strumenti informativi, di scambio e di supporto. Alla homepage, il messaggio di benvenuto del Prof. Marco Rossi Doria, marcorossidoria.blogspot.it particolarmente attivo e sensibile verso le tematiche dei diritti contro la discriminazione, dell’inclusione sociale e culturale e della riflessione civile.

FONTE: Noisiamopari

Alcuni consigli sul noleggio barche Sardegna

Scritto da mirkopise il . Pubblicato in Viaggi

Con i suoi 1897 chilometri di coste, la Sardegna è una fantastica isola che merita davvero di essere visitata in barca. La tipologia e la morfologia di questi “confini” è così varia che il viaggio risulta piacevolissimo e ricco di sorprese.

Soprattutto per chi viene in vacanza durante l’estate, il modo più comodo e conveniente per assicurarsi un’imbarcazione è quello di rivolgersi ad agenzie di noleggio barche Sardegna, che con la loro professionalità ed esperienza sono in grado di suggerire le migliori soluzioni al cliente, anche in base alle caratteristiche del viaggio che si intende intraprendere. Nel caso si avesse necessità di prenotare un alloggio per il soggiorno, assicurarsi quindi che la barca si trovi ormeggiata ad una distanza ragionevole da questo (fortunatamente la maggior parte dei centri costieri sardi dispongono di un porticciolo), in modo da poterne usufruire senza alcun sacrificio.

Le coste sarde si articolano nei golfi dell’Asinara a nord, di Orosei a est, di Cagliari a sud e di Alghero e Oristano a ovest. Come già detto precedentemente, la loro tipologia è diversificata: sono alte, rocciose e con piccole insenature (soprattutto nella zona di nord-est, dove diventano profonde e s’incuneano nelle valli), sono basse e sabbiose, diventando talvolta paludose nelle zone meridionali e occidentali. Tantissime le isole che si affacciano sulle coste come quelle di Sant’Antioco e San Pietro a sud, l’Asinara, La Maddalena e Caprera a nord, giusto per citarne alcune.

Per i “romantici” o semplicemente per quelli che amano avere un rapporto più intimo col mare, il noleggio barche a vela Sardegna è la soluzione più adatta: sarà piacevole e rilassante godere delle mille sfumature di colore del mare, dei sui riflessi e dei paesaggi più inaspettati e che a volte si possono ammirare soltanto dalla posizione privilegiata del mare.

Energia verde per 100 mila famiglie: nuovo look green per elettrodotto degli anni Cinquanta di Terna, guidata da Flavio Cattaneo

Scritto da TheEnergyNews il . Pubblicato in Economia

Terna, guidata da Flavio Cattaneo, completa il rifacimento ed il potenziamento dell’elettrodotto in alta tensione nel Salernitano. Un investimento di 4 milioni di euro che permetterà di convogliare in rete tutta l’energia “verde” prodotta dai parchi eolici e fotovoltaici della zona. La linea “Campagna-Sicignano-Contursi” sarà in grado di fornire energia pulita a 100mila famiglie grazie alla produzione di 200MW a regime lungo un percorso che si snoda per 18,3 km tra i Comuni di Campagna, Contursi Terme, Postiglione, Serre e Sicignano degli Alburni.

Nuovo look per una linea aerea elettrica datata anni Cinquanta e grazie alle rinnovabili. Dopo 5 mesi di lavori, il coinvolgimento di 4 imprese ed un investimento pari a 4 milioni di euro Terna, guidata da Flavio Cattaneo, ha infatti concluso il rifacimento ed il potenziamento dell’elettrodotto in alta tensione “Campagna-Sicignano-Contursi”: un’opera che, da adesso, permetterà di convogliare in rete tutta l’energia “verde” prodotta dai parchi eolici e fotovoltaici della zona del Salernitano.

Si tratta di un nuovo elettrodotto che, come riportano “Corriere del Mezzogiorno” e “Il Mattino” sarà in grado d’ora in avanti di fornire energia pulita a 100mila famiglie grazie alla produzione di 200MW a regime lungo un percorso che si snoda per 18,3 km tra i Comuni di Campagna, Contursi Terme, Postiglione, Serre e Sicignano degli Alburni.

Come detto si tratta di un’operazione molto importante in quanto si tratta di una vecchia linea risalente al 1959 che quindi diventa quindi più moderna, efficiente, sicura e funzionale alla raccolta di energia rinnovabile. Ma non solo, perché è anche meno impattante a livello ambientale rispetto al tracciato originario: gli accorgimenti ingegneristici adottati dai tecnici di Terna, infatti, rendono la linea aerea meno visibile e più compatibile con il territorio circostante. L’altezza dei tralicci, la loro ubicazione e la verniciatura verde, li rendono adatti al contesto in cui sono stati inseriti. Autorizzato dalla Regione Campania, il nuovo elettrodotto sfrutta per quasi la totalità del percorso, il vecchio tracciato: ciò ha consentito a Terna di minimizzare i costi e i tempi di cantiere.

I lavori di rinnovo e ammodernamento della linea elettrica – restyling necessario per far fronte alle mutate condizioni del sistema elettrico locale – sono stati eseguiti nel rispetto delle prescrizioni di tutte le Amministrazioni ed Enti coinvolti e non hanno avuto particolari ripercussioni sulla continuità dell’erogazione di energia, in quanto programmati da tempo anche in base alle esigenze delle altre infrastrutture interferenti (Autostrada “Salerno-Reggio Calabria”, rete ferroviaria, linee elettriche in media tensione). Lavori che sono consistiti nella sostituzione dei vecchi conduttori (i cavi distesi tra i tralicci) con quelli nuovi tecnologicamente più avanzati e capaci di trasportare un maggior quantitativo di energia elettrica. Installata, infine, anche la nuova fune di guardia, il cavo posto in cima ai tralicci a protezione dai fulmini.

Con la messa in opera di questo elettrodotto dovrebbero essere eliminate del tutto, o quanto meno ridotte al minimo, le interruzioni di corrente che interessavano negli ultimi anni tutta la zona.

FONTE: Terna

Ricette con Alghe su A Tavola Con Gioia!

Scritto da Redazione il . Pubblicato in Gastronomia e Cucina

Vogliamo proporvi oggi un articolo sulle alghe. Perchè parlarne? Perchè sono una straordinaria miniera di sostanze fondamentali per l’organismo umano. In forma concentrata. Sali minerali, come iodio, ferro, calcio, potassio, fosforo; vitamina A; alcune vitamine del gruppo B. Solo per citare alcuni componenti preziosi.

D’altra parte le alghe vantano una lunga tradizione di consumo alimentare. In Giappone se ne utilizzano ben 21 tipi diversi. Ma anche nei paesi del nord Europa e lungo le fasce costiere mediterranee se ne conosce l’uso da gran tempo.

In Italia le più conosciute, e utilizzate, sono: le wakame, le agar-agar (o kanten), le kombu, le arame, le hijiki, la nori, le dulse e la spirulina.

Ciascuna varietà, o tipo, di alghe richiede un’appropriata preparazione che sappia valorizzarne le specifiche qualità.

 Per saperne di più sulle singole proprietà, virtù terapeutiche, utilizzo in cucina venite a visitare il sito www.atavolacongioia.it
A presto!

Acquista le colombe pasquali artigianali ottenute con prodotti freschi

Scritto da POSIZIONAMENTO il . Pubblicato in Gastronomia e Cucina

I maestri pasticceri in questo periodo sono già al lavoro per preparare i dolci per la pasqua 2013, indubbiamente il dolce che va per la maggiore è la colomba pasquale.

I vari negozi virtuali, cosidetti e-commerce stanno allestendo una sezione dedicata alla pasqua, con la vendita colombe pasquali, focacce, campane e cesti pasquali.

I prodotti artigianali e migliori sono prodotti con il lievito naturale, così detto “LIEVITO MADRE”, e con prodotti freschi, come il latte, il burro, la panna.

I prodotti della premiata pasticceria Loison “LINEA TOP” sono ottenuti proprio con i prodotti freschi sopradescritti e con il lievito naturale.

Per la pasqua 2013 assaporate prodotti artigianali, genuini, freschi e di alta qualità.

Presso il negozio virtuale di Enoteca Le Cantine Dei Dogi, si possono acquistare i prodotti della premiata pasticceria Loison e della pasticceria Fraccaro.

I prodotti acquistati saranno recapitati in 24-48 ore in Italia, in meno di 96 ore nel resto del mondo.

Piccinini Linkem: dallo Spot alla TV come presentatrice e comica a Colorado

Scritto da Linkem il . Pubblicato in Internet, TV

Mette le mani avanti: “La pallavolo resta al primo posto”, ma per la campionessa Francesca Piccinini il mondo della tv è tutt’altro che un’ipotesi lontana. Prima ha recitato per lo spot della Linkem assieme a Belen, adesso la vedremo protagonista di “Colorado” in una veste tutta nuova e a Tgcom24 anticipa: “Ho già registrato la puntata e mi sono divertita, vi regalerò degli sketch comici, Belen mi ha insegnato ad essere più spontanea”.

Francesca Piccinini, star con Belen

Francesca, raccontaci di questa prima avventura in tv a Colorado…
E’ stata una bella esperienza, anche se non ho avuto tanto tempo per provare. Ho finito gli allenamenti alle 20 e alle 21 ero già in studio. La puntata viene registrata, ma è come se fosse in diretta, con il pubblico davanti che ti guarda…

Anticipaci qualcosa…
Ero tesissima, ma alla fine è andata bene. Mi vedrete sia nelle veste di presentatrice sia in quella di comica, con tanto di sketch, è stato davvero divertente, ho trovato un bel clima.

Hai già recitato nello spot della Linkem – società che fornisce accesso ad internet ad alta velocità – assieme a Belen, adesso la “sostituisci” a Colorado
E’ vero, quello spot mi ha portato fortuna. Stimo Belen, è una ragazza brava e solare, mi ha dato tanti consigli, per essere più spontanea e naturale.

Francesca Piccinini

Tanti campioni dello sport hanno trovato rifugio nella tv, sarà così anche per te?
Per ora la pallavolo resta il mio primo lavoro. Da poco mi sono trasferita da Bergamo a Torino e spero di continuare a giocare ancora per molto. Certo, quella della tv o dello spettacolo nel tempo libero è una bella occasione. In futuro, chissà. Gli sportivi funzionano perché sono un esempio per i giovani.

Che rapporto hai con Internet e i social network…
Sono su Facebook e Twitter. Ma, a dire il vero, non ho tantissimo tempo a disposizione. Navigo spesso su Internet per risolvere dei problemi, ad esempio ho appena scaricato una ricetta (ride)

La schermitrice Valentina Vezzali scende in politica, se lo proponessero a te?
Seguo la politica da spettatrice, risponderei di no.

FONTE: Tgcom24

Il caso Briamonte: cause e conseguenze

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Calcio

Una interessante riflessione tratta da ju29ro sugli scenari che hanno portato, e seguiranno, alle dimissioni di Briamonte dal Cda della Juventus

La notizia delle dimissioni dal Consiglio di Amministrazione della Juventus dell’avvocato Michele Briamonte è una di quelle notizie che meritano un doveroso approfondimento. Non tanto sulle cause che le hanno determinate, bensì per gli scenari e le conseguenze, immediate e prospettiche, che possono innescare. L’avvocato torinese, infatti, non solo era componente del Cda e responsabile degli affari legali della società bianconera, ma realisticamente era da considerarsi il principale referente di John Elkann e quindi dell’azionista di maggioranza della società. Briamonte è quindi colui che ha determinato fin dal 2006, ma in particolare dal 2010 ad oggi, tutte le strategie legali della società per quanto riguarda sia la Giustizia Sportiva che quella Ordinaria. Inoltre, sempre a lui facevano capo tutte le principali scelte in merito alla contrattualistica e alle controversie amministrative. Era inoltre Segretario del Comitato Esecutivo, l’organo di Corporate Governance che di fatto gestisce la società nel quotidiano, in attesa delle ratifiche del Consiglio di Amministrazione.

A mio parere è quindi evidente che le sue dimissioni non possono essere ricondotte solo alla vicenda Conte, che ne è stata agente catalizzatore, ma molto realisticamente, da quanto mi risulta, sarebbero da leggere come effetto finale di una più complessiva insoddisfazione degli azionisti della società verso i risultati, in verità finora abbastanza scarsi, delle sue strategie, con particolare riferimento all’ambito della Giustizia Sportiva. L’episodio che avrebbe fatto emergere questa sfiducia sarebbe stato, a quanto pare, la riunione successiva al respingimento del patteggiamento di Conte da parte della Figc. Fonti vicine alla società mi riportano che sarebbero volate parole pesanti e che qualcuno avrebbe addirittura tentato di arrivare alle vie di fatto, non sappiamo con quale esito. Briamonte sarebbe quindi uscito da quella riunione sfiduciato nei fatti e non solo con riferimento alla vicenda Conte. Nei giorni successivi Conte scelse poi di affidarsi all’Avv. Giulia Bongiorno, in appoggio a Chiappero e De Rensis, rinnegando fortemente, anche durante la recente conferenza stampa, la scelta del patteggiamento.

Una piccola nota personale in merito al patteggiamento di Conte. Se proprio devo imputare degli errori a Briamonte, certamente quello di patteggiare tre mesi di squalifica nella vicenda del calcioscommesse non mi pare sicuramente il peggiore, anzi. Se il patteggiamento fosse stato accettato, infatti, oggi saremmo probabilmente qui felici e contenti, in considerazione dei metodi da riunione di condominio della giustizia sportiva, per aver limitato i danni e per aver disponibile in panchina il nostro allenatore prima di Natale. Ribadisco, visti i metodi della FIGC, i rapporti tesissimi con le istituzioni calcistiche e la pretestuosità con cui si era tirato a tutti i costi in ballo Antonio Conte in questa vicenda, i tre mesi si potevano considerare addirittura un successo. Atteso che, e questo nessuno lo dimentichi mai, un patteggiamento non è mai giuridicamente un’ammissione di colpa, ma solo una scelta legittima di un imputato, che chiede al giudice l’applicazione di una pena ridotta quando ritiene di non potersi difendere efficacemente, per mancanza di elementi oggettivi a sua discolpa, oppure, come nel caso della giustizia sportiva, quando non sussistono sufficienti garanzie in merito ai tempi e alla possibilità di contraddittorio verso l’accusa.

Tutto ciò avvalora quindi l’ipotesi che la “dipartita” di Briamonte sia qualcosa di più ampio, e che debba essere inquadrata nelle attività di avvicinamento alla prossima Assemblea degli Azionisti di ottobre, nel corso della quale si procederà al rinnovo del Consiglio di Amministrazione e dei suoi componenti. Si verificherà dunque se l’episodio Briamonte possa essere inquadrato nell’ottica di un progressivo affrancamento di Andrea Agnelli dall’azionista di maggioranza Exor, con il quale mi risulta peraltro ci sia attualmente un’ottima sintonia in merito alle strategie da perseguire con riferimento alla Juventus in particolare, ma anche in relazione al Gruppo Exor/Fiat in generale, del quale la famiglia di Andrea, non dimentichiamolo, è comunque importante azionista.

La composizione del nuovo Consiglio di Amministrazione darà quindi adeguate indicazioni circa l’eventuale riequilibrio dei poteri e delle correnti all’interno della società. Attualmente l’unico uomo che appare davvero scelto da Andrea Agnelli è Pavel Nedved, mentre i restanti, Marotta a parte, sono tutti i reduci dei rimpasti del 2006 e del 2009 e quindi persone designate direttamente da Exor. In uscita dovrebbe essere anche il rappresentante dei libici, Zentuti, drammaticamente diluiti dopo l’ultimo aumento di capitale e ormai non più secondi azionisti della società; al suo posto dovrebbe esserci un rappresentante del Fondo Pensione inglese Lindsell Train. Potrebbe rientrare inoltre tra i papabili l’Avv. Luigi Chiappero, che ha già rivestito questo ruolo negli anni precedenti al 2006 e che sembrava dovesse entrare già nel 2010 insieme a Marotta, ma che sul filo di lana fu bruciato proprio da Briamonte.

In definitiva assistiamo ad una fase societaria molto complessa, che darà il via, a mio parere, a una nuova accelerazione del processo di potenziamento e ristrutturazione della Società, con il presumibile e auspicabile ampliamento dei poteri di Andrea Agnelli. In quest’ottica la perdita di bilancio attesa per l’esercizio in corso, circa 50 milioni, appare una perdita “tecnica” da investimenti, a differenza di quelle degli scorsi anni che erano vere e proprie distruzioni di “valore” economico e patrimoniale. E nel prossimo esercizio, salvo sorprese, dovrebbe finalmente ritornare qualcosa di molto vicino al pareggio di bilancio.

FONTE: Juvenews