Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

SOLUZIONI PER UN AMBIENTE PERICOLOSO CORSO GRATUITO ON-LINE DI SCIENTOLOGY

Scritto da gabri.casella il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Religione

Viviamo in un mondo pieno di rischi, un ambiente pericoloso. I telegiornali e i quotidiani ci propinano ogni giorno una dieta a base di rapine, stupri, sommosse, omicidi, incendi, terremoti, inondazioni, carestie.

Vi capita, a volte, di essere messi in agitazione da quel che accade intorno a voi? Vi sentite inermi, incapaci di controllare questi avvenimenti? Vi capita, talvolta, di provare persino paura?

In questo corso ed il corrispondente opuscolo, L. Ron Hubbard prende in esame il fenomeno dell’ambiente pericoloso e fornisce alcuni metodi che non solo vi consentiranno di superare le vostre paure, ma anche di aiutare gli altri. Se venissero utilizzato su vasta scala, queste informazioni avrebbero l’effetto di dar tranquillità e aiuterebbero la gente a vivere un’esistenza più felice. Mentre su un piano individuale, vi permetteranno di rendere migliori i vostri rapporti con i familiari, gli amici e i colleghi.

Vai alla pagina: http://www.scientology.it/courses/solutions

LA VIA DELLA FELICITA’: EVITA IL LIBERTINAGGIO

Scritto da gabri.casella il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Religione

La Via della Felicità è il primo codice morale basato interamente sul buon senso, scritto da L. Ron Hubbard, fondatore della chiesa di Scientology. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo.

Qui di seguio troverai uno dei 21 precetti contenuti nel libretto “LA VIA DELLA FELICITA'”.
PRECETTO 3. EVITA IL LIBERTINAGGIO

Il sesso è il mezzo con il quale la razza si proietta nel futuro, attraverso la famiglia ed i figli. È possibile ottenere molto piacere e felicità dal sesso: la natura ha voluto questo per permettere la continuazione della razza. Ma il suo abuso comporta punizioni molto dure: sembra che la natura abbia voluto anche questo.

3-1. Sii fedele al tuo partner

L’infedeltà può ridurre gravemente la tua sopravvivenza. La storia ed i giornali descrivono migliaia di casi in cui la violenza delle passioni umane è stata suscitata dall’infedeltà. Il “senso di colpa” è il male minore. La gelosia e la vendetta sono i mostri maggiori: non si può mai sapere quando decidono di risvegliarsi. Va bene parlare di “essere civilizzati”, “disinibiti” e “comprensivi”, ma nessun discorso riparerà vite distrutte. Un “senso di colpa” non è niente in confronto ad un coltello nella schiena o a del veleno nella minestra.

È anche una questione di salute. Se non esigi la fedeltà dal tuo compagno, o compagna, ti esponi a malattie. È stato detto, per un periodo molto breve, che le malattie veneree erano sotto controllo. Non è più così, se mai lo è stato. Oggi esistono tipi incurabili di queste malattie.

I problemi dovuti ad abuso sessuale non sono nuovi. La religione buddista era molto potente in India, prima che scomparisse nel settimo secolo. Secondo i suoi stessi storici, la causa fu il libertinaggio nei monasteri. Oggi, quando il libertinaggio comincia a diffondersi in una società commerciale o di altro tipo, se ne può osservare il fallimento. Non importa quanto “civilmente” se ne discuta, di fronte all’infedeltà, le famiglie vanno in frantumi.

L’impulso di un momento può diventare il dolore di tutta una vita. Imprimi bene questo nella mente delle persone attorno a te, avrai così protetto la tua salute e il tuo piacere.

Il sesso è una fase importante del cammino verso la felicità e la gioia.
Non c’è niente di male in esso se è accompagnato da decenza e fedeltà.

Per maggiori informazioni visita il sito http://www.laviadellafelicita.org/thewaytohappiness/precepts/dont-be-promiscuous.html

COME CREARE UN MATRIMONIO DI SUCCESSO O COME SALVARNE UNO IN DIFFICOLTA’

Scritto da gabri.casella il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Religione

CORSO GRATUITO ON-LINE DI SCIENTOLOGY

In questo corso apprenderai:
Che cosa causa ad una coppia di separarsi e risiede dietro molti matrimoni falliti.
Modi di aiutarti a stabilire se una persona è quella giusta per te, prima di intraprendere una relazione o un matrimonio.
Strumenti che puoi usare per ripristinare la comunicazione tra marito e moglie, per costruire un matrimonio felice, soddisfacente e duraturo.

DESCRIZIONE DEL CORSO
A differenza di quanto avveniva in passato, quando la famiglia rappresentava le solide fondamenta su cui veniva edificato tutto il resto, oggi nel suo sgretolamento risiede la causa di molti dei problemi sociali. Benché il numero dei matrimoni continui a essere superiore a quello dei divorzi, questo divario va rapidamente assottigliandosi. Il matrimonio è un’istituzione sulla via del fallimento.

L. Ron Hubbard scrisse molti testi che trattavano delle relazioni interpersonali e sono molti quelli riferibili a questa, che è la più intima fra le relazioni. In questo corso e relativo opuscolo, scoprirete metodi su come far andare bene un matrimonio, le ragioni che lo fanno fallire, come stabilire se una coppia è ben assortita e come salvare un matrimonio alla deriva.

Nonostante le riviste abbondino di consigli da parte degli psicologi “che danno opinioni”, in realtà le cose sono andate solo peggiorando. Quelle che vi presentiamo qui di seguito sono soluzioni concrete, soluzioni che funzionano e che si possono mettere in pratica per migliorare qualsiasi legame.

Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.scientology.it/courses/marriage

CHE COS’E’ SCIENTOLOGY? Domande e risposte comuni

Scritto da gabri.casella il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Religione

Tra le domande comuni: Perché Scientology è una Chiesa?
La parola Chiesa deriva dal greco kurios che significa “signore” e che a sua volta deriva dalla radice indoeuropea kewe. “essere forte”.
Tra i significati correnti della parola troviamo quelli che seguono: “una congregazione”, “potere ecclesiastico contrapposto a quello secolare” e “ la professione clericale; il clero”.
La parola chiesa non viene usata solamente per le congregazioni cristiane. Esistevano chiese gai 10.000 anni prima dell’avvento dei Cristiani, e il Cristianesimo stesso costituì una rivolta contro la chiesa riconosciuta del suo tempo. Nell’uso moderno le persone parlano della chiesa Buddista o Mussulmana, riferendosi in generale alla totalità ei credenti di una particolare dottrina religiosa.

Una chiesa è semplicemente una congregazione di persone che partecipano ad attività religiose comuni; chiesa è anche il termine usato per indicare l’edificio nel quale i membri di un gruppo religioso si riuniscono al fine di praticare la loro religione e di conseguire maggiore consapevolezza spirituale e benessere.

Scientology aiuta l’uomo a diventare più consapevole dell’esistenza di Dio, più conscio della natura spirituale propria e degli altri attorno a lui. Le scritture di Scientology riconoscono l’esistenza di un intera dinamica (spinta o motivazione di vita) dedicata all’Essere Supremo (ottava dinamica) e anche un’altra dinamica che a che fare esclusivamente con la spinta di ciascuno di esistere in quanto spirito (la settima). Il riconoscimento di questi aspetti della vita è la caratteristica tipica delle religioni. Perciò Scientology è una religione e l’uso della parola chiesa, ad essa riferita è corretta.

Negli anni ’50 gli Scientologist riconobbero che la tecnologia di L. Ron Hubbard e i suoi risultati avevano direttamente a che fare con la liberazione dello spirito umano e consentivano regolarmente di conseguire una maggiore consapevolezza spirituale.

Per loro era chiaro che si trattava di una pratica religiosa, perciò, nei primi anni ’50, proposero di costituire una chiesa per meglio servire al necessità degli Scientologist. La prima chiesa di Scientology fu istituita nel 1954. Da allora, dozzine di sentenze di tribunale, in molti Paesi differenti hanno riconosciuto di fatto lo status religioso di Scientology.

Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.scientology.it

Flavio Cattaneo: La Germania chiede sostegno all’Italia per l’energia elettrica.

Scritto da TheEnergyNews il . Pubblicato in Economia

La Germania chiede sostegno all’Italia per l’energia elettrica. E’ quanto riportato in una nota di Assoelettrica. L’operatore tedesco di trasporto elettrico TransnetBW ha avviato negoziati con Terna, la società guidata da Flavio Cattaneo, per l’acquisto di una capacità di riserva necessaria a scongiurare il rischio di blackout nei Lander meridionali nel caso di giornate particolarmente rigide con elevato carico in rete.

In una nota Assoelettrica evidenzia che la Germania chiede aiuto all’Italia perché il mix tedesco di energie pulite, fortemente sbilanciate su solare e eolico, creerebbe problemi di equilibrio tra produzione e consumo, tanto che l’operatore tedesco di trasporto elettrico TransnetBW ha avviato negoziati con Terna, la società guidata da Flavio Cattaneo, per l’acquisto di capacità di riserva necessaria a scongiurare il rischio di blackout nei Lander meridionali nel caso di giornate particolarmente rigide con elevato carico in rete.

“La notizia – ha commentato Chicco Testa, Presidente di Assoelettrica – che l’operatore della rete tedesca di trasporto dell’energia elettrica ha chiesto alle rete italiana, e di conseguenza a quella svizzera che connette entrambi i paesi, la disponibilità a fornire potenza per far fronte alle oscillazioni del sistema di generazione di Berlino è la dimostrazione, se ce n’era bisogno, che lo sviluppo del sistema elettrico richiede una grande dose di attenzione ed di oculatezza. La Germania ha investito enormemente sull’eolico e sul fotovoltaico ed ora si accinge ad uscire dal nucleare”.

“Per questo – conclude Testa – in Germania si stanno costruendo nuovi impianti a ligniti e carbone e anche a gas naturale, ma gli squilibri introdotti dalle fonti non programmabili sono tali da dover richiedere un apporto dall’estero. In questo caso, la potenza presente in Italia, frutto di un decennio di investimenti in impianti alimentati a gas di elevatissima efficienza, si dimostra essere un patrimonio utile non soltanto al nostro paese”.

FONTE: La Stampa

Il Comunicatore Italiano: Adv, per le concessionarie è tempo di cambiare.

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Internet

La pubblicità online dovrà tenere conto anche della Web reputation: gli investitori pubblicitari incasseranno credibilità per accrescere valore con la reputazione di prodotti destinati ad un pubblico che forma le opinioni su Internet. Il punto di Pierdomenico Garrone su Corriere Comunicazioni.

Pierdomenico Garrone, Il Comunicatore Italiano.

Ogni anno quando si leggono i bilanci delle società come, ad esempio, quello della Rai, Mediaset, Sky, La7, Repubblica, Class ci si chiede se la fonte del ricavo principale, la concessionaria di pubblicità, è locomotiva o vagone del business.

In Italia, internet aveva nel 2010 un impatto pari a euro 31,6 miliardi, in crescita del 10% annuo con una previsione di raddoppio entro il 2015. Un valore economico che significa una rivoluzione nella produzione e distribuzione dei programmi mediatici. Stop alle produzioni solo per la televisione o solo per la radio. Il format radiotelevisivo diventa App Tv, programma mediatico dove protagonisti e contenuto si rappresentano e incontrano un pubblico sempre più informato e coinvolto oltre la “messa in onda” , con aggiornamenti e servizi a valore aggiunto.

Nuove opportunità di consumo che coincidono meglio e nel tempo con l’interesse e lo stile di vita del cliente. Nella carta stampata la nuova forza è data dalla spesa territoriale di pubblicità che sino a poco tempo fa non avrebbe mai pensato di potersi ritrovare su media autorevoli. Il cliente cerca e “compra” credibilità e reputazione e rifiuta l’acquisto del solo spazio tabellare. Curare la credibilità e la reputazione diventano l’oggetto dell’attività professionale del comunicatore. La carta stampata archiviata la farsa della qualificazione sul mercato per tiratura/copie e preso atto della costante recessione, quasi a 2 cifre, che ogni anno viene registrata nei bilanci sul numero di copie vendute, ha iniziato a pensare alla propria webreputation non solo come risposta/proposta al mercato ma anche per dotarsi di un nuovo, concreto sistema di misura che riporti i valori economici dei contenuti di proprietà a cifre adeguate ai costi editoriali che nel frattempo si sono trasferiti dalle rotative ai social network.

Tutto questo rilancia la creatività italiana, l’industria dell’intrattenimento e dell’informazione dove , oggi, i giornalisti sono costretti ad inseguire la domanda di comunicazione e devono lasciare spazio a nuove figure professionali , digital native, che ne insidiano la leadership aziendale.

La crescita quantitativa ha dato il via anche a sperimentazioni di distribuzione multicanale come meglio preferito dalla platea del pubblico. L’ascolto dei principali canali generalisti, quelli di Rai e Mediaset, è precipitato dall’89% al 68% tra il 2001 e il 2011, a vantaggio di un’offerta verticale sorta con i canali digitali e la rete internet rispondente ad un pubblico in mobilità per il 75%, che torna ad apprezzare la radio con i suoi 32 milioni di ascoltatori.

Gli italiani, di contro, si ritrovano su internet come utenti unici in 27,2 milioni per 1 ora e 32 minuti al giorno, con 21 milioni di account unici Facebook e 17,9 milioni di utenti unici YouTube. In mobilità leggiamo i giornali, guardiamo la televisione, ascoltiamo la radio, rivediamo e cerchiamo in archivio programmi /documenti . “L’Allerta Media” segnala il bisogno di concessionarie di comunicazione in sostituzione delle tabellari concessionarie di pubblicità. Questo scenario incide rivoluzionando i modelli di business delle Tv, della carta stampata e della radio. Un punto comune per tutti i media: la proprietà del montenuto che diventa, con la tecnologia, il più importante valore aziendale. Una nuova regola sarà misurarsi con uno strumento ad alta computazione tecnologica, oggettivo, qualitativo.

Questa nuova “mediamoneta” sarà coniata dalla web reputation: gli investitori pubblicitari e finanziari incasseranno credibilità per accrescere valore con la reputazione di prodotti destinati ad un pubblico che forma le opinioni su social network, con competenze disponibili gratuitamente in internet in ambito internazionale.

FONTE: Corriere Comunicazioni

Tadalafil 5mg disponibile in Italia per il trattamento unico dei sintomi urinari

Scritto da IQandPartners il . Pubblicato in Salute

La scoperta della nuova terapia esempio di moderna “serendipity” scientifica. Tadalafil, al dosaggio di 5 milligrammi, è la prima terapia unica efficace sia per trattare la disfunzione erettile che i sintomi urinari secondari all’iperplasia prostatica, come l’urgenza minzionale e il mancato svuotamento della vescica che costringono alle “corse” in bagno peggiorando la qualità di vita.

Sotto tiro la generazione dei baby-boomers. Circa sette milioni di uomini in Italia fanno i conti con i sintomi urinari e nella metà dei casi, ovvero in 3,5 milioni persone, il disturbo è associato alla disfunzione erettile. Le due condizioni hanno una fisiopatologia comune. Fondamentale il colloquio medico-paziente che deve svelare la coesistenza delle due condizioni. Il maschio ha comunque un alleato formidabile: la donna, sempre più protagonista della salute di coppia.

Si riduce la funzione del “rubinetto” muscolare che fa arrivare il sangue al pene e favorisce l’eliminazione dell’urina. Si deteriorano i “cavi” del sistema nervoso che trasmettono i messaggi e le vie si fanno sempre più tortuose. Peggiora la circolazione del sangue nella parte bassa dell’addome. Nasce dalla miscela di questi tre fattori un problema di cui soffrono i baby-boomers italiani: circa tre milioni e mezzo di maschi di mezza età (i fastidi crescono con l’aumentare dell’età) sono afflitti sia dalla disfunzione erettile che dai sintomi urinari, ossia difficoltà ad urinare, aumento nella frequenza, bisogno di urinare spesso la notte, incompleto svuotamento della vescica.

Per molti di loro, oggi è disponibile la prima terapia indicata per trattare contemporaneamente sia i sintomi delle basse vie urinarie o LUTS (Acronimo inglese che sta per Lower Urinary Tract Symptoms), fastidi spesso collegati all’aumento di volume della prostata, sia le difficoltà di erezione: tadalafil al dosaggio di 5 milligrammi da assumere una volta al giorno. Il trattamento, già indicato per gli uomini con disfunzione erettile, è infatti stato approvato anche per il trattamento della LUTS (Lower Urinary Tract Symptoms) dovuta all’iperplasia prostatica nei pazienti con disfunzione erettile e già trattati per questa patologia.

L’impiego di tadalafil in monoterapia per entrambe le condizioni rappresenta un moderno esempio di “serendipity”, ovvero di scoperta casuale di un particolare meccanismo d’azione, ma è sostenuto dai risultati particolarmente significativi dei numerosi studi clinici condotti. “Le sperimentazioni cliniche condotte in tutto il mondo dimostrano che il trattamento con tadalafil al dosaggio di 5 milligrammi in unica dose quotidiana, oltre ovviamente a trattare la disfunzione erettile frequentemente presente in associazione alla LUTS, è in grado di indurre un significativo miglioramento nella sintomatologia irritativa legata a quest’ultima condizione – spiega il Prof. Vincenzo Gentile, Direttore del Dipartimento di Urologia dell’Università La Sapienza di Roma. “La terapia favorisce il rilassamento del collo vescicale evitando i fastidi legati all’urgenza e alla frequenza minzionale, che sono i più difficili da sopportare per il paziente e ne peggiorano la qualità di vita. I benefici in termini di controllo dei sintomi urinari si riscontrano a partire da 5 giorni dall’inizio della terapia. La disponibilità del trattamento è ancor più importante se consideriamo che i medicinali attualmente utilizzati per il trattamento delle LUTS possono avere come effetto collaterale ripercussioni negative sulla sfera sessuale”.

La scoperta della doppia azione di tadalafil nasce da recenti osservazioni scientifiche in grado di spiegare i meccanismi comuni tra disfunzione erettile e sintomi irritativi delle LUTS. Innanzitutto, il sistema nervoso centrale attiva centri sovrapponibili quando coinvolge la componente urinaria e quella sessuale. Con l’età i sistemi di trasmissione dei segnali nervosi che governano le attività del sistema genito-urinario si deteriorano: da “un’autostrada a quattro corsie” in età giovanile ad “una stradina di campagna” e i collegamenti diventano quindi più complessi e lenti. Inoltre, con il passare del tempo, l’azione della muscolatura liscia (quella involontaria che gestisce l’attività dell’uretra e regola l’afflusso di sangue al pene) si riduce: la ridotta azione del muscolo quale “rubinetto” che fa arrivare il sangue al pene e che assicura l’eliminazione dell’urina è quindi un altro elemento in comune fra le due condizioni. Infine, con l’invecchiamento del sistema vascolare, cala l’apporto di sangue e ossigeno agli organi e quindi aumenta il rischio di difficoltà di erezione e di problemi legati al funzionamento di prostata e vescica.

“Per lo specialista urologo queste nuove acquisizioni scientifiche si rivelano un’opportunità, perché unificando le due condizioni si potrà migliorare il trattamento dei pazienti – afferma il Prof. Massimo Lazzeri, Specialista in Urologia, Consulente Scientifico dell’Ospedale San Raffaele di Milano. “Avere a disposizione farmaci come tadalafil, che consentono di agire su entrambi i versanti patologici, significa non solo migliorare la condizione clinica del paziente ma anche poter evitare una “politerapia” che sicuramente non agevola l’aderenza del paziente alla cura”.

Per impiegare al meglio il trattamento, peraltro, è necessario riconoscere le persone che possono presentare la doppia sintomatologia. Spesso è difficile raggiungere questo obiettivo, per la naturale reticenza del paziente a parlare della propria condizione. I primi segnali di un’ipertrofia prostatica in genere si manifestano dai cinquant’anni in poi, e spesso accade che il maschio si accorga di qualche leggera defaillance nell’erezione, pur in presenza di un’attività sessuale apparentemente soddisfacente. Il curante, quindi, diventa una sorta di “investigatore” che, muovendosi come uno Sherlock Holmes scientifico, può davvero aiutare il paziente. “Il medico deve saper cogliere quindi indagare entrambi gli aspetti, anche quando uno dei due non viene espressamente riferito o messo in luce dal paziente – riferisce il Prof. Furio Pirozzi Farina, Presidente della Società Italiana di Andrologia, Direttore dell’Unità Operativa di Urologia Andrologica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Sassari “Chi si presenta in ambulatorio per i sintomi urinari (LUTS) deve essere indagato anche per l’eventuale presenza di disfunzione erettile e viceversa, attraverso domande specifiche. In questo l’uomo può essere aiutato dalla partner, che in qualche caso arriva a prendere per mano il compagno spingendolo ed aiutandolo ad affrontare anche queste problematiche. In caso di coesistenza di LUTS e disfunzione erettile, poi, è infatti proprio la donna che può segnalare la presenza di segni o sintomi che vengono minimizzati o sottovalutati dal partner”.

Eli Lilly and Company
Lilly Italia è un’affiliata della multinazionale americana Eli Lilly and Company di Indianapolis (U.S.A.), che si colloca tra le prime società farmaceutiche mondiali.
Sin dalla sua fondazione 130 anni fa, la società rende disponibili farmaci innovativi in tutto il mondo e ha attualmente in sviluppo un numero crescente di molecole che hanno il potenziale per essere tra i migliori farmaci nelle rispettive classi terapeutiche.

Per maggiori informazioni
Eli Lilly Italia S.p.a. – Sabrina Spina, Comunicazione Esterna Lilly Italia – spina_sabrina@lilly.com – Tel.055.4257989
Burson-Marsteller – Tel. 06 6889631
Rossella Carrara – rossella.carrara@bm.com – Cell. 349 7668005
Simona Valentini – simona.valentini@bm.com – Cell. 340 6994602
Valentina Del Prete – valentina.delprete@bm.com – Cell. 342 7964375

FONTE: Lilly

Evento letterario

Scritto da Centrone Stefano il . Pubblicato in Libri

Domenica 09 dicembre 2012

alle ore 16:00

a Casalgrande (RE)

Stefano Centrone

presenta il suo libro di poesie

dal titolo “LASCIA CHE PARLI IL CUORE”

presso la galleria Incontro,

in piazza Roberto Ruffili (a fianco al Teatro De Andrè).


Terna Terzo Trimestre: Flavio Cattaneo, ebit in crescita del 7,3% nel terzo trimestre

Scritto da TheEnergyNews il . Pubblicato in Economia

L’Amministratore Delegato Flavio Cattaneo ha illustrato i risultati dei primi nove mesi e del terzo trimestre 2012, esaminati e approvati dal Consiglio di amministrazione di Terna. “I buoni risultati dei nove mesi evidenziano l’efficienza gestionale raggiunta dal Gruppo – ha dichiarato Flavio Cattaneo, AD di Terna. Siamo confidenti in una chiusura di anno positiva. Terna ha dall’inizio un obiettivo: dare un contributo positivo allo sviluppo e alla crescita delle infrastrutture in Italia e creare valore per i suoi azionisti”.

“I buoni risultati dei nove mesi evidenziano l’efficienza gestionale raggiunta dal Gruppo – ha dichiarato Flavio Cattaneo, Amministratore Delegato di Terna. Siamo confidenti in una chiusura di anno positiva. Terna ha dall’inizio un obiettivo: dare un contributo positivo allo sviluppo e alla crescita delle infrastrutture in Italia e creare valore per i suoi azionisti. Questo ventinovesimo trimestre di crescita rende tutti soddisfatti del lavoro svolto e consapevoli di avere ancora una strada importante da fare. Lo sviluppo delle infrastrutture è una leva virtuosa per la crescita e l’innovazione del sistema elettrico italiano. Grazie ai risultati conseguiti possiamo annunciare un acconto sul dividendo in linea con la nostra politica. Si tratta di un risultato molto significativo tenendo conto anche della Robin Hood Tax.”

RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI CONSOLIDATI

I Ricavi dei primi nove mesi del 2012, pari a 1.298,7 milioni di euro, registrano un incremento del 6,9% (+84,1 milioni di euro) rispetto a 1.214,6 milioni dello stesso periodo del 2011. Tale incremento è originato principalmente dal maggior corrispettivo per il trasporto di energia nella Rete di Trasmissione Nazionale e per il servizio di dispacciamento.
I Costi operativi pari a 269,7 milioni di euro nei primi nove mesi del 2012, registrano una riduzione di 5,6 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2011 (-2%), sostanzialmente per minori costi per servizi e materiali.

L’Ebitda (Margine Operativo Lordo) si attesta a 1.029 milioni di euro, con un incremento di 89,7 milioni di euro rispetto ai 939,3 milioni di euro dei primi nove mesi del 2011 (+9,5%). L’ebitda margin passa dal 77,3% dei primi nove mesi del 2011 al 79,2% del corrispondente periodo del 2012. Gli ammortamenti del periodo crescono di 21,9 milioni di euro rispetto ai primi nove mesi del 2011 principalmente per l’entrata in esercizio di nuovi impianti.

L’Ebit (Risultato Operativo) è pari a 718,1 milioni di euro, in crescita del 10,4% rispetto ai 650,3 milioni del corrispondente periodo del 2011. Gli oneri finanziari netti del periodo sono pari a 72 milioni di euro e rilevano un decremento di 15,6 milioni di euro rispetto agli 87,6 milioni di euro dello stesso periodo del 2011, riconducibile sostanzialmente alla riduzione dei tassi di interesse il cui effetto ha più che compensato gli oneri relativi al maggior indebitamento netto.

Le imposte sul reddito a carico del periodo sono pari a 290,6 milioni di euro, in diminuzione di 47,5 milioni di euro (-14%) rispetto ai primi nove mesi del 2011, che scontavano l’effetto fiscale one off dell’adeguamento del fondo imposte differite nette di inizio esercizio a seguito della prima applicazione delle manovre fiscali 2011. Il tax rate del periodo si attesta al 45% in linea con il dato dei primi nove mesi del 2011 (senza tener conto dell’effetto one-off sopradescritto).

L’utile netto del periodo delle attività continuative si attesta pertanto a 355,5 milioni di euro con un incremento di 130,9 milioni rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente (+36 milioni di euro rispetto all’utile netto dei primi nove mesi del 2011, che include il risultato riferibile alle attività operative cessate, pari a 94,9 milioni di euro). Anche se si esclude l’impatto delle maggiori imposte rilevate nei primi nove mesi dello scorso anno per la rideterminazione del fondo imposte differite nette di inizio esercizio 2011, l’utile netto del periodo delle attività continuative (adjusted) risulterebbe comunque in crescita di 48 milioni di euro (+15,6%) rispetto ai 307,5 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente.

La situazione patrimoniale consolidata al 30 settembre 2012 registra un Patrimonio Netto pari a 2.822,8 milioni di euro (a fronte di 2.751 milioni di euro al 31 dicembre 2011).
L’indebitamento Finanziario Netto è pari a 5.576,4 milioni di euro e registra una crescita di 453,3 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2011 (5.123,1 milioni di euro), dovuta prevalentemente alla dinamica degli investimenti effettuati. Il rapporto debt/equity al 30 settembre 2012 è pari a 1,98%.

Gli investimenti complessivi di Gruppo nei primi 9 mesi 2012 si attestano a 778,4 milioni di euro, di cui quelli in attività regolamentate sono pari a 736,3 milioni di euro, in flessione del 4,8%. L’andamento degli investimenti risente di una più marcata stagionalità nel terzo trimestre che si equilibrerà nell’ultima parte dell’anno confermando il livello degli investimenti del 2011.
I Dipendenti del Gruppo, a fine settembre 2012, sono 3.479, in diminuzione di 16 unità rispetto al 31 dicembre 2011.

RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI CONSOLIDATI DEL TERZO TRIMESTRE 2012

Nel terzo trimestre 2012 i ricavi del Gruppo ammontano a 442,1 milioni di euro con un incremento di 21,6 milioni di euro (+5,1%) rispetto allo stesso periodo del 2011 essenzialmente per l’effetto del maggior corrispettivo utilizzo rete e del servizio di dispacciamento. I costi operativi ammontano a 82 milioni di euro, in diminuzione di 5,7 milioni di euro rispetto agli 87,7 milioni del terzo trimestre del 2011 soprattutto per minori costi per servizi e materiali. L’Ebitda si attesta a 360,1 milioni di euro con una variazione di +27,3 milioni di euro (+8,2%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (332,8 milioni di euro). L’Ebit è pari a 253,7 milioni di euro, in crescita del 7,3% rispetto al terzo trimestre del 2011, dopo aver scontato ammortamenti per 106,4 milioni di euro, in crescita di 10,1 milioni di euro rispetto ai 96,3 milioni di euro dello stesso periodo del 2011.

Fatti di rilievo successivi al 30 settembre 2012
Approvazione del Piano di Sviluppo della Rete Elettrica Nazionale e del Piano di Difesa
Il 2 ottobre 2012 il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato il Piano di Sviluppo della rete elettrica Nazionale 2011 e il Piano di Difesa 2012 predisposti da Terna S.p.A. Con tali provvedimenti il Ministero dello Sviluppo Economico ha così approvato complessivi 75 MW di batterie. Emissione obbligazionaria a 5 anni, con scadenza 16 febbraio 2018 per 750 milioni di euro
In data 8 ottobre 2012, Terna S.p.A ha lanciato sul mercato un’emissione obbligazionaria in euro, a tasso fisso, con durata superiore a 5 anni e con scadenza 16 febbraio 2018, per totali 750 milioni di euro, nell’ambito del proprio Programma di Euro Medium Term Notes (EMTN). La cedola è pari a 2,875% e il suo prezzo di emissione pari a 99,736%.
Acconto dividendo 2012 di 7 centesimi di euro per azione
In considerazione dei risultati conseguiti nel primo semestre 2012 e alla luce della prevedibile evoluzione della gestione per l’esercizio in corso, il Consiglio di Amministrazione di Terna S.p.A, avendo ottenuto in data odierna il parere della società di revisione PricewaterhouseCoopers (PwC) prevista dall’art. 2433 bis del codice civile, ha deliberato la distribuzione dell’acconto sul dividendo ordinario dell’esercizio 2012 nella misura di 7 centesimi di euro per azione, in linea con la politica dei dividendi annunciata il 20 marzo 2012. L’acconto sul dividendo, al lordo delle eventuali ritenute di legge, verrà posto in pagamento a decorrere dal 22 novembre 2012 (record date ex art.83-terdecies del Decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 cd “TUF”: 21 novembre 2012), previo stacco in data 19 novembre 2012 della cedola n. 17.

FONTE: La Stampa

OneMoreTime Sfida Finale: In onda su Tiscali il Dance Talent di Raffaele Paganini

Scritto da 20TaskForceItaly il . Pubblicato in Spettacolo

Il capitolo conclusivo del dance Talent “OneMoreTime”, condotto dall’étoile internazionale Raffaele Paganini, andrà in onda dalle ore 16.00 di oggi sulla Homepage di Tiscali, oltre che sul sito ufficiale del programma:www.onemoretime.it


Oltre Mezzo Milione le visualizzazioni per il Talent interamente trasmesso online di Raffaele Paganini. Il successo di OneMoreTime, che nel suo percorso ha interagito con tutta la web community della Danza ed offerto due concrete opportunità di lavoro a dei giovani talenti di questo mondo, si culmina con la messa in onda della Finale all’interno del portale tiscali.it.

Accedi quindi all’ultimo capitolo della Finale di OneMoreTime, girata nello studio del Teatro Golden di Roma, anche dalla Homepage di Tiscali, e scopri l’emozionate sfida fra i due estremi della danza: Neoclassico vs. Hip-Hop/Street.

Non perderti all’interno della Finale, la sfida di danza che ha deciso i due vincitori di categoria; assegnando così le ambite posizioni nelle compagnie Almatanz e Modulo Project, rispettivamente dei maestri di categoria Luigi Martelletta (Neoclassico) e Laccio & Shake (Hip-Hop/Street).

Assisti inoltre all’ultima sfida per decretare il vincitore assoluto, dove i vincitori di categoria hanno dovuto sfidarsi improvvisando sulle note dello stesso brano, offrendo così alla medesima musica un interpretazione diversa da parte di ciascuno dei due stili in gara. Una sfida che ha messo i due concorrenti a dura prova, ma una sfida ancor più ardua per il pubblico in sala che ha dovuto decretare il vincitore assoluto di questa prima edizione di OneMoreTime.

Per vedere la Finale e tutti i contenuti del Talent; le audizioni, gli approfondimenti su ciascun concorrente, ecc. vai sul sito ufficiale: www.onemoretime.it

DANCE TV PAGANINI
Redazione
www.dancetvpaganini.it

STUDIO MEDIA COMMUNICATION
Ufficio stampa
Dance Tv Paganini
Email: ufficiostampa@studiomediacommunication.com

Fonte: DANCE TV PAGANINI News