Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

Previsioni Meteo per sabato 16 e domenica 17 febbraio

Scritto da tempodimeteo il . Pubblicato in Scienze, Viaggi

La previsione in breve

Una depressione situata sull’Italia meridionale porterà tempo perturbato su regioni adriatiche e al sud, con precipitazioni che saranno più insistenti su calabria, basilicata e sicilia e con nevicate a partire dai 700-1000. Sulle rimanenti regioni cieli poco nuvolosi o irregolarmente nuvolosi con banchi di nebbia al nord e qualche residua precipitazione nevosa al Nord Est alpino. Temperature stazionarie ed in media con il periodo, venti in rotazione attorno al minimo, dunque da Nord Est in rotazione da Nord ovest nel pomeriggio di domenica.

http://www.meteoindiretta.it/previsioni/meteo/meteo_italia_17-02-13.jpghttp://www.meteoindiretta.it/previsioni/meteo/meteo_italia_17-02-13.jpg

Sabato 16 Febbraio

NORD: Cielo prevalentemente poco nuvoloso, salvo banchi di nebbia in pianura padana. Nelle zone tirreniche il cielo si manterrà poco nuvoloso, come sulle aree alpine dove la neve cadrà solo sull’estremo nord del triveneto. sulle regioni adriatiche il vento da Nord Est porterà qualche nuvola e qualche nevicata, a quote basse in Appennino. Temperature in linea con il periodo.

CENTRO: Sulle regioni tirreniche avremo cielo poco nuvoloso e aria abbastanza secca proveniente da est. Sulle aree adriatiche del centro invece, il tempo sarà molto variabile con venti da Est o Nord Est abbastanza sostenuti, e qualche precipitazione su abruzzo e molise, con neve sui versanti appenninici esposti ad Est. Temperature stazionarie d in linea con il periodo. Quota neve tra i 600 e i 1000 metri.

SUD: Tempo perturbato quasi ovunque. Qualche raggio di sole in più si potrà a vere tra lazio e campania e in sicilia. Sulle rimanenti regioni tempo perturbato con piogge in particolare su calabria ionica sicilia ionica e puglia. Neve dai 1000 mt in su. Venti sostenuto in rotazione dai quadranti nord occidentali.

Domenica 17 Febbraio

NORD: Netto miglioramento del tempo su regioni adriatiche, ma con tendenza al peggioramento in giornata con neve anche a quote molto basse su friuli veneto e trentino. Nebbie anche molto fitte al mattino , in sollevamento in giornata con leggera precipitazione in liguria. Peggioramento diffuso in nottata

CENTRO: Temporaneo miglioramento su tutte le regioni. poco nuvoloso tutta la giornata con qualche residuo annuvolamento solo sulle regioni adriatiche. temperature stazionarie venti in rotazione da nord ovest. Bello anche in montagna con piste da sci prevalentemente sgombre da nubi. Qualche nube dalla nottata.

SUD: Tempo ancora leggermente perturbato sulle regioni adriatiche, ma in miglioramento con il passare delle ore. Sereno su regioni tirreniche ed isole maggiori con temperature in linea con il periodo.

 

Bibbia in eBook: da oggi disponibile la versione digitale della Bibbia San Paolo a prezzo speciale su SanPaoloStore.it

Scritto da SanPaoloStore il . Pubblicato in Libri

Il 13 febbraio Edizioni San Paolo edita la Bibbia in formato digitale. È una sfida importante, per certi versi epocale. Si tratta, ancora una volta, di attualizzare l’insegnamento del fondatore, il beato Giacomo Alberione, e di “parlare alle masse lontane dalle parrocchie” attraverso i media che la modernità mette a disposizione, senza intaccare l’unicità e l’originalità del Testo Sacro.

La Bibbia, il libro più letto e diffuso al mondo, è finalmente disponibile nel più moderno dei formati, in esclusiva per SanPaoloStore ad un prezzo speciale di lancio di € 2,99 per due settimane.

Ad oggi non è presente nessuna edizione ebook della Bibbia cattolica che possa soddisfare i lettori. Le versioni disponibili sono incomplete, con traduzione vecchie e prive di commenti, indici e note.

La trovate su Sanpaolostore.it.

 

Ali Agca, in un libro la sua verità sull’attentato a Papa Giovanni Paolo II. Disponibile su SanPaolostore.it

Scritto da SanPaoloStore il . Pubblicato in Libri

13 maggio 1981, ore 17.17
Giovanni Paolo II fa il suo ingresso in San Pietro. La piazza è gremita, la folla lo acclama. Il Santo Padre, a bordo della “papamobile”, sorride, benedice. Tra le teste dei fedeli spunta una pistola. Esplode due colpi. Ferisce il Santo Padre all’addome e alla mano. La veste bianca si colora di rosso. Il killer, Mehmet Ali Agca, militante dei Lupi Grigi, tenta la fuga. Viene fermato con prontezza. Wojtyla è soccorso, trasportato al Policlinico Gemelli, sottoposto a oltre cinque ore di intervento. Si salva. Due anni dopo, il 27 dicembre 1983, si reca nel carcere di Rebibbia per incontrare il suo assalitore. A trent’anni distanza, Agca dà la sua versione dei fatti nel libro “Mi avevano promesso il Paradiso.La mia vita e la verità sull’attentato al Papa“. L’ennesima.
La trovate su Sanpaolostore.it.

Bonfrisco: Penne nere, ottant’anni di volontariato

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Politica

Gli alpini di Sommacampagna celebrano gli 80 anni chiamando a raccolta le penne nere della zona Mincio. Grande partecipazione al raduno organizzato per celebrare l’anniversario del gruppo. Tra le autorità presenti, la Senatrice Bonfrisco.

Senatrice Anna Bonfrisco

Testo integrale dell’articolo apparso su larena.it del 11 giugno 2012.

Gli alpini di Sommacampagna celebrano gli 80 anni chiamando a raccolta le penne nere della zona Mincio. Dopo il prologo delle serate di venerdì e sabato, ieri la giornata clou è iniziata alle 8.30 in piazza del Donatore per il raduno. Quindi, sfilata con deposizione di corone al monumento del Fante di via don Tramonte, alla targa dei caduti di via Rimembranza e al monumento degli Alpini di largo Crosara.

Alle 10.15 l’arrivo in baita con il saluto delle autorità, presenti la senatrice Cinzia Bonfrisco, il presidente provinciale Ilario Peraro, il capogruppo della zona Mincio, Fausto Mazzi, il neo direttore della rivista L’Alpino, monsignor Bruno Fasani, una rappresentanza del 4° battaglione Alpini di Montorio, assieme al vice sindaco di Sommacampagna, Giuseppe Residori, al maresciallo, Giampietro Bosetti e al gruppo gemellato degli alpini di Firenze, presente con due gagliardetti e il vessillo della sezione.

Alle 11 la messa al campo celebrata da monsignor Fasani e dalle 12.45 il pranzo nella nuova baita dalla maestosa copertura in legno. La costruzione è lunga più di 17 metri per 14 di larghezza, con un porticato di 10 metri per tre e mezzo di larghezza. Per l’occasione, Loris Pellizzato capogruppo della sezione («sono orgoglioso per la piena riuscita della festa») ha premiato con una targa architetti, geometri, muratori, ricercatori storici e volontari che si sono impegnati per la costruzione della baita: Renato Adami, Antonio Allegri, Luigino Cristini, Loris Gardin, Valentino Ferro, Livio Lorenzoni, Giuseppe Manara, Renato Manzato, Antonio Nardin, Andrea Nicolis, Giovanni Pettenon, Renzo Piccoli, Sergio Predomo, Zeno Rotta, Gianfranco Testi, Luigi Tomelleri, la mascotte Paolo Sadocco.
Una targa anche a monsignor Bruno Fasani e al parroco don Tarcisiò Soldà («dovevo anch’io essere un alpino, poi ho ottenuto il congedo perchè ero diventato sacerdote ma sono sempre rimasto un soldà», ha scherzato il sacerdote sul suo cognome). La sezione di Sommacampagna conta 170 iscritti. Fondatore nel 1932 e primo capogruppo con 25 reduci dalla Grande guerra fu Luigi Bricolo. Come ricorda lo storico Adami, il primo gagliardetto tricolore venne inaugurato e benedetto l’anno dopo dall’arciprete don Silvio Tramonte con madrina la benemerita contessa Emilia Campostrini. Seguirono, nell’incarico di capogruppo, Felice Masi dal 1948, Gianfranco Rolli nel 1960, Luigi Zenatti dal 1961, Giuseppe Ceresini (l’unico ancora vivente) dal 1989, Sergio Bonfante dal 2001, Claudio Turrini dal 2003 e ancora Sergio Bonfante dal 2006. Gli alpini di Sommacampagna caduti in guerra sono in tutto tredici.L.Q.

FONTE: L’Arena

Corso Informatica base a Padova – PC6

Scritto da Redazione il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Istruzione

PC6 organizza corsi di informatica di base nella sua sede di Via Istria, 55 a Padova, dal prossimo mese di marzo 2013.

Le lezioni, della durata di 3 ore ciascuna, si svolgeranno in orari da definire, concordandoli con i partecipanti.

Sarà possibile utilizzare il proprio pc portatile od utilizzarne uno messo a disposizione da PC6.
Estremamente vantaggiosa la proposta che abbina al corso l’acquisto di un pc portatile al prezzo complessivo di €. 449,00 !!

Il programma del corso, tenuto da docenti professionisti, prevede una panoramica sull’utilizzo del computer nelle sue funzionalità di base, passando dall’uso della posta elettronica alla stesura di testi professionali, dalla gestione grafica di fotografie all’utilizzo quotidiano di internet.

Per info approfondite:
PC6.it – tel. 3450968368 o 0498592727 – corsi@pc6.it

Ville con piscina Sardegna: come viziarsi a prezzi contenuti

Scritto da mirkopise il . Pubblicato in Viaggi

Considerata la crisi economica e l’incertezza che stiamo affrontando con le elezioni politiche ormai sempre più vicine, gli italiani si trovano costretti a fare tante rinunce e a prestare maggiore attenzione ai consumi e alle spese.

Uno dei settori che maggiormente risente di questo periodo è quello turistico: quanti italiani si permetteranno quest’anno le vacanze al mare e quanto saranno disposti a spendere? Per quanto riguarda la Sardegna, meta estiva per la bellezza del suo mare e la piacevolezza del suo clima, sembra siano le case affitto Sardegna ad essere le soluzioni più vantaggiose per garantirsi ampi margini di risparmio. Rispetto alle strutture alberghiere i costi sono sicuramente più contenuti, le comodità non mancano assolutamente (ormai la maggior parte di esse dispongono anche di connessione internet per venire incontro soprattutto a chi ha esigenze di lavoro di questo tipo) e la vicinanza ai servizi e soprattutto alle spiagge è minima.

La casa vacanza, rispetto all’hotel, permette una maggiore libertà, soprattutto derivata dal fatto che è totalmente slegata agli orari spesso imposti dalle strutture alberghiere, ma, al pari di queste ultime, offre tutta la privacy che il turista pretende dalle proprie vacanze. E per chi dispone di budget più elevati ci sono anche tante ville con piscina Sardegna, spesso inserite in contesti naturali più isolati per garantire maggiore discrezione.

Insomma, visto che per tanti italiani le vacanze sono sacrosante, ecco le migliori strategie per non farle diventare troppo pesanti per i nostri portafogli.

Linkem: Carnevale di Venezia, Francesca Piccinini vola da San Marco

Scritto da Linkem il . Pubblicato in Spettacolo

Venezia, la campionessa di pallavolo Francesca Piccinini testimonial Linkem da due stagioni, è stata protagonista del Volo dell’Aquila, tradizionale appuntamento del Carnevale di Venezia, scendendo dal Campanile di San Marco appesa ad un cavo d’acciaio.

Francesca Piccinini Carnevale Venezia

Ancora una volta Linkem, il noto operatore che fornisce accesso ad internet ad alta velocità sul territorio nazionale tramite la sua rete di proprietà, ha portato fortuna alla bella Francesca, ormai testimonial del brand da due stagioni.

Francesca Piccinini Venezia

“Amo le sfide e scendere dal Campanile di San Marco è stata senza dubbio una sfida incredibile, affrontata coraggiosamente senza alcuna prova e accorgendomi solo all’ultimo che scendevo da 100 metri e non da 80 come pensavo. Ora che sono scesa però posso dire d’aver vissuto una esperienza indimenticabile anche perché ammirare Venezia e le migliaia di persone di Piazza San Marco da quell’altezza sono ricordi che mi resteranno dentro per sempre. È poi un onore avere interpretato il Volo dell’Aquila, simbolo di forza del Carnevale di Venezia,” ha dichiarato Francesca Piccinini, appena atterrata sul palco del Gran Teatro di Piazza San Marco.

Piccinini Venezia

Dunque Francesca stupisce pubblico e fan non solo per i suoi salti sotto rete, ma questa volta con un salto di 100 metri nel vuoto.

In bocca al lupo a Francesca e forza Linkem!

FONTElinkem.com

Flavio Cattaneo, Terna, leadership europea per investimenti e performance di Borsa

Scritto da TheEnergyNews il . Pubblicato in Economia

Perfezionamento del mercato, integrazione delle rinnovabili e sicurezza degli approvvigionamenti. Questi gli obiettivi indicati da Entso-E, l’associazione che raggruppa tutti gli operatori di rete. In questo scenario spiccano le ottime performance di Terna. La spa guidata da Flavio Cattaneo ha messo in campo, dopo aver realizzato opere per 6,5 miliardi, ulteriori 4,1 miliardi di euro di investimenti, avendo già raddoppiato la Rab della rete elettrica italiana, dai 5 miliardi circa del 2005 agli oltre 10 attuali.

I capisaldi li ha indicati, poco meno di un anno fa, il piano decennale di sviluppo delle reti elettriche europee, messo a punto da Entso-E, l’associazione che raggruppa tutti gli operatori di rete: perfezionamento del mercato, integrazione delle rinnovabili e sicurezza degli approvvigionamenti. Anche perché molti dei “colli di bottiglia” individuati in Europa sono legati all’integrazione delle energie verdi e quindi il potenziamento dei network elettrici è uno snodo fondamentale per il futuro energetico del Vecchio Continente. Senza contare poi che – segnalano gli ultimi report di Ubs e Deutsche Bank – le grandi utility europee dovranno fare i conti con un calo della domanda di energia, legato alla recessione, e con la concorrenza crescente delle rinnovabili che ha messo alle corde l’intero sistema, peraltro sviluppatosi in modo disomogeneo.

Lo sforzo dei Tso
L’impegno ad accelerare lo sviluppo i 51.500 chilometri di linee di trasmissione elettrica in Europa, con una stima di 104 miliardi di euro di investimenti nei prossimi dieci anni, non è dunque un imperativo categorico da declinare solo in chiave nazionale. Ma è da considerarsi una mission fondamentale per i gestori di rete in Europa (Tso, transmission sistem operator) che stanno potenziando gli sforzi nonostante la congiuntura non favorevole – le infrastrutture sono state penalizzate dall’accordo Ue siglato venerdì – e i diversi modelli esistenti lungo il Continente: dal Tso indipendente (Terna, National Grid o Red Electrica Espana), all’operatore ancora integrato nella produzione e spesso pubblico (è il caso della Francia, con Rte controllato da Edf), fino all’esperienza tedesca con quattro diversi gestori, indipendenti sì, ma non integrati tra loro (tanto che il governo sta pensando a un piano di investimenti nazionale).
Assetti in parte o del tutto differenti, quindi, ma obiettivi identici. Per i quali la spa guidata da Flavio Cattaneo ha messo in campo, dopo aver realizzato opere per 6,5 miliardi, ulteriori 4,1 miliardi di euro di investimenti, avendo già raddoppiato la Rab della rete elettrica italiana, dai 5 miliardi circa del 2005 – quando era ancora sotto il controllo dell’Enel – agli oltre 10 attuali, annullando la distanza con l’omologo francese in termini di “peso” degli asset. E, garantendo nello stesso arco di tempo, la migliore redditività europea in termini di total shareholder return. Segno che il modello di gestore della rete indipendente dalla produzione, unito all’impegno sulle attività non tradizionali, ha assicurato investimenti e creazione di valore.

La sfida delle utilities
Quanto alle società non regolate dovranno fronteggiare uno scenario mutato in cui, come evidenzia Ubs, le centrali a gas cresciute a dismisura subito dopo le grandi privatizzazioni, soffrono ora di un cronico problema di sovraccapacità tanto che, secondo Ubs, il 45% degli impianti andrebbe spento per stabilizzare i profitti. Così, dopo il grande shopping passato, ora le parole d’ordine per i “big” dell’energia sono tagliare il debito, dismettere gli asset non strategici e fare efficienze sui costi (fino al 15% sui base) con inevitabili riflessi su dividendi e investimenti. Tutte criticità che scontano anche le multiutility italiane: come Iren, che a luglio ha toccato i minimi storici in Borsa, e come la stessa A2A, che è a tutti gli effetti il secondo produttore italiano dietro Enel dopo avere comprato Edipower. Entrambe le ex municipalizzate stanno risalendo la china, sul conto economico e in Borsa, ma la medicina imposta dai nuovi piani industriali non è tanto diversa da quella dei big europei: il payout sui dividendi è stato abbassato al 60-65% e le risorse aggiuntive verranno dedicate soprattutto al miglioramento della posizione finanziaria netta. Più critica è la situazione di Sorgenia, che nel 2012 registrerà il primo rosso della storia e punta a ridurre il debito.
In Germania, poi, Rwe ed E.On stanno affrontando anche la “rottamazione” del nucleare. Proprio E.On, a fine gennaio, ha previsto che i profitti 2013 caleranno del 15% dopo che nei mesi scorsi erano stati annunciati 11mila esuberi. Già a dicembre, Gdf Suez aveva invece rivisto al ribasso l’utile 2013 e 2014 spingendo l’acceleratore sulle dismissioni con la cessione, in Italia, dei parchi eolici a Erg per 860 milioni. E uno sforzo, segnala Ubs, sarà poi chiesto anche all’Enel che potrebbe essere costretta a vendere asset per migliorare la redditività e ridurre l’esposizione, sebbene abbia rispettato i target 2012 su Ebitda e indebitamento.

FONTE: Il Sole 24 Ore

2013: L’elettroshock è ancora in vigore: FIRMA PER ABOLIRLO! PETIZIONE DA FIRMARE

Scritto da ccdu il . Pubblicato in Comunicati Stampa

2013: L’elettroshock è ancora in vigore: FIRMA PER ABOLIRLO!
PETIZIONE DA FIRMARE
CHIEDIAMO UNA LEGGE CHE VIETI L’ELETTROSHOCK e trattamenti psichiatrici invalidanti in tutte le strutture sanitarie pubbliche e private del territorio nazionale e che stabilisca un risarcimento economico e di status ai cittadini che hanno subito invalidazioni neurologiche, che siano stati sottoposti a tali trattamenti senza il loro dichiarato e consapevole consenso o con l’acquisizione di un consenso poco informato dei familiari.
firma e promuovi la petizione:

Idee per creare i santini elettorali per chi è candidato alle elezioni

Scritto da novastart il . Pubblicato in Politica

A L’Aquila il titolare di un bar alle ultime elezioni in città li collezionava su un album di figurine affermando che lo stesso album era più sfogliato dei quotidiani locali. Stiamo parlando dei santini elettorali, uno strumento che non può assolutamente mancare nella campagna elettorale di ciascun candidato. Rappresentano il vostro biglietto da visita e devono esprimere al meglio voi stessi. Comodi e pratici nel formato si possono tenere in tasca o in borsa senza alcun fastidio.

Da alcuni anni, poi, è scoppiata la moda di collezionarli e molti candidati ne hanno anche approfittato. A Termoli, durante le comunali del 2006, chi collezionava i santini di tutti i 27 candidati (senza doppioni!) di una lista civica si aggiudicava una settimana di servizi gratis – con tanto di vasca idromassaggio – in un lido locale di proprietà di uno dei candidati alla carica di sindaco della lista. L’iniziativa, secondo il candidato, aiutava ad evitare lo spreco di santini. Ma i candidati della lista civica erano 28, aspirante sindaco compreso, e per vincere erano sufficienti 27 santini, perché quella del candidato ideatore dell’iniziativa fungeva da jolly.

Al di là delle tante trovate, per fare colpo i santini elettorali devono contenere degli elementi indispensabili, vediamo quali.

Il vostro nome e cognome

Il vostro nome e cognome deve essere ben in evidenza. Chi legge deve notare subito il cognome, meglio se scritto in maiuscolo e con un carattere di dimensione molto più grande rispetto al resto. Se nella stessa città c’è un vostro omonimo, fate attenzione ad indicare con maggior chiarezza il nome per non confondere le idee. Un elemento in più, come per esempio una matita con una linea, può essere d’aiuto per far comprendere meglio dove indicare il cognome sulla scheda elettorale.

Il simbolo del partito

Sul logo del vostro partito è di norma opportuno applicare una croce per comunicare agli elettori di dover sbarrare il simbolo.

Lo slogan elettorale

Lo slogan deve essere in grado di catturare l’attenzione al primo colpo. C’è chi punta sui doppi sensi, chi su motti o proverbi, chi gioca ironicamente con le parole, chi usa citazioni latine famose. Non esagerate con le espressioni forti o troppo provocatorie. È fondamentale trasmettere fiducia e serietà. Se non vi viene in mente nessuna frase accattivante, fate una ricerca approfondita sul web, molti siti propongono slogan già pronti. Scegliete quello che più si adatta alla vostra personalità e alla vostra idea di programma politico.

La fotografia

Meglio un volto sorridente di uno troppo serio. Meglio l’eleganza alla trascuratezza. Se volete potete apportare delle modifiche aiutandovi o facendovi aiutare con i tanti programmi di grafica utili a migliorare e ritoccare le immagini.

Chiarezza e Semplicità

Deve essere ben chiaro a chi andrà a votare come va scritto il vostro nome sulla scheda elettorale. E soprattutto, ricordate di indicare la data delle elezioni. Poi non siate avari nella stampa dei santini; più ne avete, meglio ne potete distribuire a chi conoscete e a che volete farvi conoscere.

Marianna Alicino, Ufficio Stampa Votoclick