Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

Corso Base di Cake Design Artea “Lovely Cake”

Scritto da Artea Associazione Culturale il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Locale

L’Associazione culturale Artea è lieta di presentare

Corso Base di Cake Design “Lovely Cake” 

– Data e orario: 23/02/2013 ore 09:00/13:00
– Cake designer: Gaia Mobilia
– Ente organizzatore: Artea Associazione culturale
– Luogo: Sede Artea 
– Indirizzo: Via G. Verga 20, San Gregorio di Catania
– Programma del corso 

ore 9.00 Presentazione del corso e dei materiali. Consegna ricettario.
Colorazione della pasta di zucchero.
ore 10,30 Copertura di una dummy con pdz e realizzazione delle decorazioni.
ore 11.30 Coffee break con assaggio dolce a cura di ‘Dolce Me’
ore 13,00 Completamento decorazioni , assemblaggio e presentazione. Consegna attestati di partecipazione, gadget omaggio e foto ricordo.
Il corso è rivolto a chi muove i primi passi verso la decorazione con la pasta di zucchero.
Durante il corso rivestiremo una dummy e realizzeremo delle decorazioni a mano e tramite stampi ad espulsione.
Tutte le corsiste avranno a disposizione pasta di zucchero ,kit attrezzi e stampini, da utilizzare durante il corso.
Prenotazioni già in corso e a numero limitato!

– Per info: tel. 3492859798 
e-mail info.artea@gmail.com
Link: http://www.associazioneartea.com/i-nostri-corsi/corsi-per-adulti/corso-di-cake-design/
Pagina Facebook: ArteaAss

Corso di Cake Design e Modelling ARTEA “Sweet Rose Cake” con sugar paste e gum paste

Scritto da Artea Associazione Culturale il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Gastronomia e Cucina, Lifestyle, Locale

L’Associazione culturale Artea, in collaborazione con Torte d’incanto è lieta di presentare

Corso di Cake Design e Modelling “Sweet Rose Cake” con sugar paste e gum paste

– Data e orario: 09/03/2013 ore 09:00/16:00
– Cake designer: Torte d’incanto
– Ente organizzatore: Artea Associazione culturale
– Luogo: Sede Artea 
– Indirizzo: Via G. Verga 20, San Gregorio di Catania
– Programma del corso 

Ore 09.00 consegna materiale e dispense;
Introduzione all’utilizzo di pasta di zucchero, pasta modellabile e gum paste;
Colorazione della pasta di zucchero e della gum paste;
Copertura di un dummy in polistirolo;
Coffee break;
Realizzazione rose e fiori in gum paste;
Ore 13.00 pausa pranzo;
Ore 14.00 rientro pausa pranzo;
Modelling coniglio e uova pasquali con pasta modellabile;
Realizzazione fiocco ed assemblaggio della torta;
Foto ricordo e consegna attestati di partecipazione.

Iscrizioni già attive e a numero chiuso.

– Per info: tel. 3492859798 
e-mail info.artea@gmail.com
Link: http://www.associazioneartea.com/i-nostri-corsi/corsi-per-adulti/corso-di-cake-design/
Pagina Facebook: ArteaAss

Briscola e briscola chiamata: cosa cambia?

Scritto da giorgiaminozzi il . Pubblicato in Giochi

La briscola è un gioco tra i più apprezzati e conosciuti in Italia. Le sue origini sono cinquecentesche, ma la provenienza geografica è ancora incerta. Qualunque sia il luogo da cui proviene, la briscola è oggi considerata uno dei giochi tradizionali italiani e riscuote ormai da secoli un successo continuo.

Di solito, quando un gioco di carte diventa popolare, cominciano a nascere delle varianti. Con la scopa, ad esempio, sono nate varianti come rubamazzo, scopone, scopone scientifico, scopa a perdere.

Anche la briscola ha tante varianti: la briscola scoperta, il mariaje, lo schembil, la briscola in quattro e soprattutto la briscola chiamata. La briscola chiamata è così famosa da avere addirittura più di un nome: qualcuno la chiama “briscola in cinque, qualcun altro “l’amico del giaguaro”, qualcun altro semplicemente “giaguaro”.

La briscola chiamata si svolge con cinque giocatori e ha regole leggermente diverse rispetto alle regole della briscola. Vediamo allora quali sono gli aspetti del regolamento che differenziano la briscola chiamata dalla sua sorella maggiore.

Come abbiamo già accennato, la briscola chiamata ha un numero fisso di giocatori: cinque. Il fatto di giocare così numerosi accresce certamente il divertimento, anche perché – come vedremo – la briscola chiamata si basa sul bluff e sull’inganno.

La differenza più grande rispetto alla briscola tradizionale, tuttavia, è un’altra, e cioè la presenza di un’asta iniziale durante la quale ogni giocatore – in base alle carte che gli sono state distribuite – dichiara qual è la carta mancante che gli occorre per vincere. Il gioco procede poi con l’assegnazione della vittoria della fase d’asta (o fase “di chiamata”) ad uno dei giocatori (e questo giocatore sarà detto “il giaguaro”); colui che possiede la carta dichiarata dal vincitore della fase d’asta diventa automaticamente il suo socio (l’“amico del giaguaro”), ma non esce allo scoperto finché l’andamento della partita non glielo consente. L’obiettivo del giaguaro e del socio è di vincere, mentre l’obiettivo degli altri tre è di non perdere per non ottenere dei punti penalità.

Sebbene possa risultare inizialmente un gioco piuttosto complicato, dopo averne compreso il meccanismo è un gioco scorrevole e divertente, basato sulla capacità di non far scoprire le proprie tattiche e strategie e – se si è amico del giaguaro – sul non farsi riconoscere dagli avversari.

Dopo la fase di chiamata, il gioco continua come una normale briscola, ma potenziata nel divertimento dalla creazione delle due “squadre”.

Per imparare a giocare si può anche provare con la briscola chiamata online. Una delle migliori in circolazione è quella del marchio IZIplay, che potete trovare all’indirizzo https://www.iziplay.it/club/briscola-chiamata/Briscola-chiamata-online

Sensualità e glamour a San Valentino

Scritto da presseurorunner il . Pubblicato in Aziende

Il 14 febbraio è ricordato come il giorno degli innamorati, e scambiarsi dei messaggi d’amore con l’anima gemella è uno dei modi per regalare al rapporto di coppia un’alta carica di eros e pathos oppure, per chi è ancora single, sarebbe l’occasione più adatta per uscire allo scoperto con il proprio oggetto dei desideri…

Fra i molti modi per dire “ti amo” si può ricorrere ad aforismi e frasi, lettere d’amore, semplici ma efficaci sms, i classici mazzi di rose. Un modo infallibile per conquistare l’attenzione del partner è giocare su look, sperimentando maniere audaci e seducenti per apparire ai suoi occhi come qualcosa di assolutamente irresistibile.

A San Valentino, invitare a cena il vostro innamorato ed imbastire la tavola con candele e petali di rosa, per poi presentarsi con una mise romantica e sexy è quanto di più magico ed efficace per conquistarlo, ma anche una buona occasione per mostrare la propria personalità e il proprio coraggio, magari con un pizzico di malizia e di ironia.

Sexy Costumi offre tantissime idee per vivere un San Valentino all’insegna dell’eros e per praticare l’arte della seduzione con estrema cura e peculiarità. Attraverso una vasta gamma di capi di Lingerie Sexy tra cui babydoll trasparenti, chemise in pizzo, set coordinati raffinati e preziosi, Lingerie seducente di gusto retrò come corsetti e bustini burlesque, guepiere e reggicalze, o biancheria intima a prova di nude look come le strepitose tutine catsuit, Sexy Costumi affida a voi il compito di giocare con la vostra femminilità e vincere in amore senza dover, come si dice, fuggire.

Tutti gli articoli di lingerie proposti da Sexy Costumi sono realizzati con tessuti di Alta Qualità garantiti dai marchi più prestigiosi di Lingerie.

Scegli il tuo look e pensa ad una serata speciale in compagnia del tuo principe azzurro. Non aspettare, San Valentino è alle porte!

AL CARCERE DI SAN VITTORE AGENZIA PROMOTER HA PRESENTATO CON SUCCESSO IL LIBRO “DIECI UOMINI PER MARILYN MONROE”

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Giovedì 7 Febbraio 2013, Salvo Nugnes, direttore di Agenzia Promoter e relatore dell’incontro letterario, ha organizzato, presso il carcere di San Vittore, la presentazione del libro “Dieci uomini per Marilyn Monroe” degli autori Morgana Montermini e Enrico Monti.

I due scrittori, da sempre appassionati della grande Diva, hanno coinvolto i detenuti raccontando una profilo della vita di Marilyn Monroe, riflesso nelle storie di dieci uomini che durante la sua favolosa, quanto breve esistenza l’hanno amata o semplicemente avuta.

Nel loro momento ricreativo e di svago, i reclusi hanno potuto assistere, inoltre, ad un piccolo spettacolo teatral-musicale dell’omonimo libro, con Ermanno Bellucci e Morgana, che oltre a scrittrice è anche cantante, nel quale vengono descritti aneddoti, episodi e vicende su Marilyn Monroe, come una sorta di diario di bordo, recitando, in accompagnamento con la chitarra acustica, una poesia, a Lei dedicata, di Pierpaolo Pasolini.

Un sogno chiamato Artea

Scritto da Artea Associazione Culturale il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

L’amore per il bello, capire cosa ci sta dietro, la voglia di essere curiosi e laboriosi. Tutto questo muove Artea.

Artea che nasce da un chiacchericcio nei pressi del mare di Aci Castello, quando ancora erano soltanto due ore di corso di pittura tenuto, per diletto, da Angela Cacciola, pittrice. Davanti a cavalletti di fortuna e immagini timide che facevano capolino da un pennello.

E c’era chi arrivava con tutto quello che si poteva acquistare in cartoleria e chi voleva dipingere tutto quello che vedeva per strada. E chi soltanto usava quelle due ore come terapia.

Adesso Artea, seppur giovane, ospita una sorta di officina della creatività a largo raggio.

Dai bimbi che trovano il loro mondo a colori, ai grandi, che in effetti, se ci pensate, fanno lo stesso.

I nostri di Artea, che si sono moltiplicati nel giro di pochi mesi, collaborano per dare vita ai tanti corsi e seminari.

“Diamo vita alle vostre idee”, recitava uno spot, noi ci crediamo sul serio.

Dal corso di canto moderno, alla scrittura creativa, oltre che, ovviamente la pittura, il restauro pittorico e molte altre attività che troverete ampiamente descritte sul sito.

Qui si impara a fare persino le torte Americane: seminari di decorazione in pasta di zucchero, splendide favole costruite attorno ad una palla di pan di spagna.

Artea offre la possibilità, a chi lo desidera, di condividere il suo sapere con chi è alla ricerca di strumenti per esprimersi.

E chi cerca lo strumento e non lo trova è incoraggiato a suggerire nuovi modi.

Da Artea si crea, non importa l’ età, non importa l’indirizzo culturale da cui si giunge qui, non importa se non si è professionisti.

Si può sempre divenirlo.

Ci piace deliziarci delle performances di gente di teatro, di musica, di letteratura, di gente che riesce ad emozionare perché per prima essa si emoziona.

E ci piace condividerlo con chi accetta l’invito.

Artea vuole essere un luogo di scambio costruttivo, di crescita, di stimolo e progetti sempre nuovi , quelli timidi e pure quelli ambiziosi.

 Cristina Schillaci, Vice Presidente Artea

  

ARTEA ASSOCIAZIONE CULTURALE

Via G. Verga n. 20, San Gregorio di Catania.

tel. 3492859798

www.associazioneartea.com

Pagina Facebook: ArteaAss

PROMOTER WEB: IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO CHE PUOI TROVARE IN INTERNET

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Internet

L’importanza di comunicare attraverso il web è indiscutibile, ai tempi odierni, e il sito web diventa lo strumento fondamentale per farsi conoscere, creare una fitta rete di contatti e proporsi nel modo giusto. Promoter Web è la soluzione migliore per trovare l’esperienza e la professionalità necessarie a soddisfare le esigenze di privati, aziende e professionisti, creando siti web completi e di ottima qualità.

Al miglior rapporto qualità/prezzo che si può trovare in internet, Promoter Web supporta i propri clienti nella scelta delle soluzioni più adatte, gestendo il progetto in tutte le fasi di realizzazione, ottimizzando al massimo la posizione di visibilità nei principali motori di ricerca e garantendo siti web ben strutturati e di elevato impatto grafico, offrendo la possibilità, inoltre, di gestire un vero e proprio ufficio stampa per dare massimo rilievo al sito e al richiedente stesso. L’accesso semplice e veloce alle informazioni, ne garantisce il semplice utilizzo, requisito indispensabile per avere riscontri positivi.

Scegliere Promoter Web significa affidarsi a professionisti, che si impegnano con consolidata competenza e dimostrano l’alto valore progettuale delle sue creazioni, con un esito globale del prodotto fornito concreto ed efficace, adatto a ogni necessità. Lo dimostrano i prestigiosi siti realizzati per grandi aziende, come Milano Art Gallery, nonché per note personalità, tra le quali Silvana Giacobini e Katia Ricciarelli.

Per informazioni:

PROMOTER WEB

via Donizetti n.55, Milano – Tel. 02.76280638

via della Chimica n.12, Roma – Tel. 06.54220848

via Cavour n.9, Bassano d.G. (VI) – Tel. 0424.237636

www.promoterweb.itinfo@promoterweb.it

ASSISTENZE PER MALATTIE E FERITE CORSO GRATUITO ON-LINE DI SCIENTOLOGY

Scritto da gabri.casella il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Religione, Salute

Come aiutare una persona a riprendersi più rapidamente da un incidente, una malattia o un turbamento.
Qual è la relazione tra il tuo corpo e la tua mente, e perché hai l’abilità di influenzare la tua salute.
Abilità da usare per aiutare ad alleviare il dolore o il disagio di qualcuno.
ASSISTENZE PER MALATTIE E FERITE
DESCRIZIONE DEL CORSO
Nella vita, a volte la gente si ammala o si fa male. Il corpo umano è soggetto a malattie, lesioni e a vari incidenti, casuali o intenzionali che siano.

Nel corso dei secoli, le religioni hanno tentato di alleviare le sofferenze fisiche dell’Uomo. I metodi spaziavano dalla preghiera all’imposizione delle mani e molte superstizioni sono sorte per rendere conto della loro occasionale efficacia. Tuttavia, a prescindere dal metodo utilizzato, la credenza comune era che lo spirito potesse produrre un effetto sul corpo.

La medicina odierna, quando insorgono dei problemi, sottopone il corpo a trattamenti, ma trascura quasi completamente il rapporto che un essere spirituale ha con il proprio corpo e l’effetto che ha su di esso.

La verità è che, dopo che gli sono state prestate le cure mediche necessarie, l’individuo ha un’enorme capacità di influenzare il proprio corpo e di determinarne il benessere o la mancanza di esso.

L. Ron Hubbard ha elaborato numerose applicazioni, derivandole dalle sue scoperte, le quali affrontano gli aspetti mentali e spirituali dei problemi fisici di una persona. E man mano che un numero maggiore di tecniche si evolveva, è entrato in uso un nuovo corpo di tecnologia, che va sotto il nome di “assistenze”.

Il campo in cui queste assistenze possono essere applicate è quasi illimitato. Esse sono sempre in grado di aiutare e spesso producono risultati miracolosi. Oggi decine di queste assistenze sono applicabili ad un’ampia casistica di disturbi; molte delle più basilari ed usate sono incluse in questo corso e nel relativo opuscolo.

Inizia Ora!

Per maggiori informazioni visita il sito: www.scientology.it/courses/assists

Cinzia Bonfrisco: L’economia umana e solidale in risposta alla crisi dei valori

Scritto da Phinet il . Pubblicato in Politica

Confcooperative Verona, Palazzo della Gran Guardia, riproporre il modello delle cooperative in chiave moderna per dare una risposta alla crisi valoriale, prima che finanziaria ed economica, che ha destabilizzato i mercati internazionali negli ultimi anni. La Senatrice del PdL Cinzia Bonfrisco ha dipinto la cooperazione come un’economia “umana, solidale, dove il progresso non è fatto solo di finanza ma anche di economia reale, e dove la persona è considerata il valore fondante”.

Testo integrale dell’articolo apparso su larena.it del 12 novembre 2012.

Riproporre il modello delle cooperative in chiave moderna per dare una risposta alla crisi valoriale, prima che finanziaria ed economica, che ha destabilizzato i mercati internazionali negli ultimi anni. Su questo tema si sono confrontati gli ospiti della Festa della cooperazione veronese, organizzata da Confcooperative ieri al Palazzo della Gran Guardia. Dopo l’intervento del presidente dell’associazione Bruno Nestori, il sindaco Flavio Tosi ha elogiato il vero spirito cooperativistico, «quello dove il socio è davvero un socio», sottolineando l’importanza di combattere invece le «false cooperative».

D’accordo la senatrice del Pdl Cinzia Bonfrisco, che ha dipinto la cooperazione come un’economia «umana, solidale, dove il progresso non è fatto solo di finanza ma anche di economia reale, e dove la persona è considerata il valore fondante».

Anna Bonfrisco

Un’interpretazione in linea con le parole di don Adriano Vincenzi, delegato Cei per i rapporti con il mondo della cooperazione, e di Paolo Bedoni, presidente di Cattolica Assicurazioni. «Da un mese Cattolica è diventata socia di Confcooperative», ha spiegato Bedoni. «Abbiamo intrapreso questo percorso, basato sul confronto, per creare una sinergia con il mondo della cooperazione». Dopo gli interventi dell’assessore provinciale all’Agricoltura Luigi Frigotto, di Gianni Dalla Bernardina in rappresentanza della Camera di Commercio e di Amedeo Piva, presidente della Federazione delle Banche di credito cooperativo del Veneto, è stato presentato il Rapporto 2012 sul sistema veronese delle cooperative, prima della tavola rotonda che ha visto protagonisti i rappresentanti dei vari comparti. LE COOPERATIVE SOCIALI.

Luigino Rigo, presidente di Federsolidarietà, ha spiegato «l’importanza di far capire il valore aggiunto che le cooperative sociali portano in termini di risposte concrete ai bisogni dei più deboli». Franco Massalongo, presidente delle cooperative di lavoro, ha parlato della piaga delle false coop: «Il nostro mondo viene descritto come una realtà che sfrutta la manodopera: purtroppo ci sono casi simili, ma non hanno nulla a che fare con le vere cooperative, che si fondano invece sui valori della mutualità e della solidarietà». Se Luigi Berzacola, presidente del gruppo Giovani di Confcooperative, ha parlato delle prospettive future del settore, Luigi Turco, presidente della Cantina della Valpantena, ha sottolineato la principale responsabilità del buon amministratore, cioè «programmare la vita delle cooperative in un’ottica medio-lunga».

Primo Anselmi, presidente di Apo Scaligera, ha esortato i soci a puntare sull’aggregazione per competere sui nuovi mercati internazionali, mentre i rappresentanti del mondo finanziario Gianfranco Tognetti (Credito cooperativo di Concamarise) e Valentino Trainotti (Banca di Verona-Credito cooperativo di Cadidavid) hanno confermato l’intenzione di mantenere la propria funzione di «banche che facilitano l’accesso al credito». Luigi Marino, presidente dell’Alleanza cooperative italiane e Confcooperative, ha chiesto la creazione degli Stati Uniti d’Europa: «Questo è l’unico modo che avremo per fronteggiare la crisi e continuare a essere competitivi».
FONTE: www.larena.it

UNA CALOROSA ACCOGLIENZA PER BRUNO VESPA OSPITE A CULTURA MILANO.IT PRESSO LA MILANO ART GALLERY PER COMMENTARE LE ATTUALI VICENDE SOCIO POLITICHE DEL PAESE

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Libri

Venerdì 8 Febbraio, una calorosa accoglienza, è stata riservata a Bruno Vespa, ospite al Festival Artistico Letterario “Cultura Milano.it” per commentare le attuali vicende socio politiche del Paese e raccontarne la storia passata, che influisce sul presente e sul futuro, tematiche affrontate nel suo libro, di recente pubblicazione “Il palazzo e la piazza” (Mondadori). “Cultura Milano.it” è organizzata da Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e si svolge presso la “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in Via Alessi 11, a Milano. Gli incontri sono ad ingresso libero, allo scopo di rendere la cultura accessibile a tutti e coinvolgono illustri personaggi, come Francesco Alberoni, Vittorio Sgarbi, Margherita Hack, Antonino Zichichi, Umberto Veronesi e Corrado Augias.

Durante l’evento, a Bruno Vespa è stata conferita la targa di “Mentore dell’informazione” da Salvo Nugnes, che lo ha affiancato in qualità di moderatore, come simbolico riconoscimento, per il prezioso contributo, fornito all’informazione e al giornalismo, in tanti anni di prestigiosa carriera. Di grande simpatia il premio speciale, consegnato dagli inviati di Simona Ventura, che conduce su Sky Cielo, il programma sul calcio “Cielo che gol!” che Vespa ha accolto con scherzosa ironia, definendo il suo libro “Un mattone imperdibile” e prestandosi al gioco di battute, sulle quattrocento pagine, che lo compongono.

Davanti ad un nutrito e attento pubblico, Vespa ha proiettato le sue riflessioni, sui protagonisti di ieri e di oggi, per descrivere gli effetti del grave declino, in corso, partendo dal crollo di Wall Street, del 1929. Per Vespa “Mentre la crisi morde, la disoccupazione cresce, milioni di italiani fanno i salti mortali, per quadrare i bilanci, una legione di giovani si arrabatta, tra precariato e paghette da fame, si scopre che, nel mondo politico, l’impudenza va oltre la leggenda. I casi di Lusito, Bensito, Fiorito e gli altri ancora, dimostrano che, c’è gente inebriata dal messaggio di un’impressionante quantità di soldi pubblici, considerati privati, in quanto partito e che, li ha spesi proprio nel modo migliore, per alimentare la fantasia popolare e armarla di forconi: ostriche, caviale, vacanze nei posti più lussuosi, case. Un disastro. I partiti vacillano e talvolta cadono. L’antipolitica trionfa“.

Vespa, indagando, a fondo, sul malcostume politico e sugli errori pregressi, ritiene che, il 2012 sarà ricordato come l’anno più triste del dopoguerra. L’anno, in cui la crisi economica ha spazzato via certezze consolidate e ha avvolto il futuro in una nebbia fittissima. La frustrazione degli italiani, costretti ad un’austerità, in parte necessaria, ma poco sopportabile, in una tremenda recessione, è diventata ribellione, ora silenziosa, ora gridata nelle piazze, dinanzi alla cecità di un mondo politico, restio a sintonizzarsi, con gli umori della gente, nei tagli ai propri privilegi. Vespa spiega “Gli italiani dovranno imparare un po’ di normalità, dagli altri cittadini europei e i politici uscire dal Palazzo e scendere nella piazza. Per ascoltare e capire“.