Cos'è?

Un portale dedicato alla pubblicazione e diffusione di comunicati stampa online

Chi scrive i comunicati stampa?

Il servizio è rivolto a privati, aziende ed associazioni che intendono dare visibilità ai loro progetti, eventi, prodotti o servizi mediante notizie qualificate. A scrivere siete Voi! o potete richiedere che sia la nostra redazione a farlo per voi.

Come funziona?

è sufficiente registrarsi ed attendere la validazione del proprio profilo per poter iniziare a pubblicare i comunicati stampa. La validazione NON è automatica ed accettiamo SOLO fonti attendibili, questo per tutelare i membri già iscritti.

Costi?

Il servizio è completamente gratuito, se lo ritenete utile e lo usate per il vostro business considerate la possibilità di supportarci!

Premio Pina Avveduto, conclusa la cerimonia di premiazione

Scritto da inpress il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Istruzione

Ispica (RG) – È Samuela Vindigni (classe  IV A dell’Istituto) la vincitrice della seconda edizione del Premio Pina Avveduto. L’allieva, autrice di un progetto sulla conoscenza e valorizzazione del territorio di Ispica, si è aggiudicata uno stage formativo nell’Istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare (Icram) diretto dal professore Franco Andaloro, battendo i candidati Samuele Avolese (autore di un progetto sulla valorizzazione delle riserve naturali) e Valentina Di Pietro (“Problematiche del disordine alimentare e dell’autolesionismo nei giovani”).
La proclamazione della vincitrice è giunta al termine di una partecipata cerimonia nell’Aula magna dell’Istituto d’istruzione superiore “Gaetano Curcio”. Nel corso della cerimonia è stata ricordata la figura della preside dal titolo Pina Avveduto (1933-2009) che, in lunghi anni di magistero educativo come insegnante prima e dirigente poi del Liceo classico di Ispica, si impegnò per un’armoniosa crescita umana e culturale degli studenti.

Dopo i saluti del dirigente scolastico Maurizio Franzò e della senatrice Marisa Moltisanti (ideatrice del Premio), sono intervenuti il viceprefetto di Ragusa Maria Rita Cocciufa, il sindaco di Ispica Piero Rustico e il vicecommissario regionale alla Provincia di Ragusa Giovanni Puglisi.
La manifestazione ha offerto momenti d’intensa riflessione con gli interventi di Neria De Giovanni, presidente dell’Associazione internazionale critici letterari di Parigi, di Franco Andaloro, biologo, docente universitario e responsabile del Dipartimento uso sostenibile delle risorse presso l’Istituto
superiore per la protezione e ricerca del Ministero dell’Ambiente (ISPRA) e di Corrado Monaca, ambasciatore del Movimento Azzurro nei Paesi dell’Africa settentrionale e dell’Europa orientale.

Neria De Giovanni, prima donna e prima italiana a ricoprire l’incarico di presidente dell’Associazione internazionale critici letterari, ha affrontato il tema della “Letteratura delle donne”. Nel campo letterario, ha detto, le donne si sono conquistate il loro spazio con fatica e sacrifici a causa di chiusure e pregiudizi. Esemplare il caso di Grazia Deledda, l’unica scrittrice italiana insignita del premio Nobel: la Deledda superò notevoli difficoltà per poter studiare, poiché i costumi del tempo non consentivano l’accesso all’istruzione superiore per le ragazze. Non furono rari, inoltre, i casi di scrittrici di talento che giunsero al successo solo perché si celarono dietro pseudonimi maschili. Oggi, fortunatamente, il panorama letterario internazionale è sempre più affollato di scrittrici.

Franco Andaloro ha trattato il tema della “Biodiversità dell’area Iblea e delle zone umide e marine del Mediterraneo”. Qui la biodiversità è messa a rischio dall’inquinamento e da diversi fattori ambientali, climatici e antropici. Fra questi, vi è la pesca che negli ultimi decenni si è ristretta a circa quaranta specie assai richieste dal mercato. Tra le altre cause vi sono l’inquinamento delle industrie («l’Ilva siciliana di cui nessuno parla», ha detto), le trivellazioni petrolifere e il riscaldamento delle acque, che sta determinando una meridionalizzazione del Mediterraneo.
Corrado Monaca ha affrontato il tema della “Pianificazione strategica nei progetti di eccellenza”, focalizzando l’attenzione sulla necessità, sempre più avvertita oggi, di insegnare fin dalle scuole superiori il metodo della pianificazione scientifica, per raggiungere risultati efficaci. Il Premio Pina Avveduto, ha detto Monaca, è appunto un valido esercizio di pianificazione perché abitua gli studenti a proporre idee, fissare obiettivi, programmare azioni, individuare risorse e prevedere tempi e costi. 

I promotori del Premio (l’Associazione Internazionale dei Critici Letterari di Parigi, il Movimento Azzurro e l’Istituto “Curcio”, la senatrice Marisa Moltisanti), nel congedarsi dal pubblico, hanno rinnovato l’appuntamento per la terza edizione.

INIZIA LA THUILE INVERNO 2012/2013

Scritto da PMPROMOTION il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Dal Mondo, Italia, Lifestyle, Musica, Spettacolo, Sport, Viaggi

Sport, neve, attività outdoor ed intrattenimento sono i punti chiave della nuova stagione invernale 2012/2013 di La Thuile.
Confermato l’impegno dell’Amministrazione Comunale che, in collaborazione con la Biblioteca, le Funivie Piccolo San Bernardo, il Consorzio Operatori Turistici ed i suoi consorziati e la Parrocchia, ha realizzato un fitto calendario di appuntamenti.
Dal 6 dicembre al 13 aprile infatti, le proposte spazieranno da gare sportive di rilievo internazionale, a spettacoli e serate musicali, passando per manifestazioni legate alla tradizione valdostana. Non solo quindi opportunità legate allo sport invernale, ma un’offerta integrata e di qualità di ben 5 mesi.
Dicembre sarà scandito soprattutto dagli appuntamenti legati alle festività, per esempio a partire da venerdì 7 a domenica 9 con il Mercatino di Natale organizzato dai volontari della Parrocchia, la tradizionale Messa di mezzanotte del 24 dicembre animata dal presepio vivente rievocato dai bambini, e numerose attività dedicate interamente alle famiglie. Ancora una volta, la Fiaccolata dei Maestri di Sci di domenica 30 darà il via ai festeggiamenti di fine anno previsti per le notti del 30 con l’esibizione della Shary Band e del 31 dicembre con il Gran Veglione di Capodanno.
Ad inaugurare il 2013, toccherà alle calde note del Free Voices Gospel Choir in programma per venerdì 4. Ma gennaio sarà soprattutto partner della solidarietà, grazie agli eventi di sabato 5 con La Thuile Cup a favore dell’Aspert e quello del 12 e 13 gennaio con la 4^ edizione Sci Solidale per Telethon.
Riflettori puntati sul mese di febbraio: l’ 8 e il 9 La Thuile torna protagonista delle gare internazionali, in cui si disputeranno i due supergiganti maschili di Coppa Europa 2013. Si proseguirà poi con l’allegria ed i colori delle maschere del tradizionale Carnevale in piazza di martedì 12 febbraio.
A marzo e aprile saranno ancora molti gli appuntamenti da segnare in agenda: sabato 9 e domenica 10 marzo il Tour delle Alpi e domenica 17 il campionato valdostano di corsa con le racchette da neve CiaspolCup – 2° Tour Col San Carlo. Si proseguirà da mercoledì 20 a venerdì 22 marzo con lo Special Olympics Italia, meeting internazionale che promuove lo sport come mezzo di piena integrazione delle persone con disabilità, venerdì 29 toccherà alla Gara dell’Uovo di Pasqua, e sabato 30 marzo con TráTiPíc, degustazione enogastronomica musicale. Per concludere, la gara benefica non competitiva di sci alpino e snowboard Diamo una Manche a Telefono Azzurro prevista il 6 aprile e la Festa di Fine Stagione del 13 aprile.
Parte degli eventi saranno organizzati dall’agenzia PMPROMOTION che si occuperà anche di coordinare promozione e comunicazione della stagione.
Calendario e brochure scaricabili sono disponibili su www.lathuileinverno.com. In caso di variazioni queste saranno immediatamente comunicate tramite il sito.

Flavio Cattaneo: Kwd Webranking, Terna nella top 10 per qualità della comunicazione online

Scritto da TheEnergyNews il . Pubblicato in Economia

La ricerca Kwd Webranking, realizzata da Kw Digital in collaborazione con Lundquist, da sedici anni è la ricerca più riconosciuta in Europa nella valutazione della qualità della comunicazione corporate online. Nell’11esima edizione italiana, Terna, guidata dall’AD Flavio Cattaneo, si colloca nella top 10 della categoria Europe 500. La ricerca ha considerato 102 tra le maggiori società italiane, circa 1.000 società a livello internazionale e ha introdotto nuovi sottocriteri di valutazione dedicati ai social media e ai motori di ricerca.

Telecom Italia (87,5 punti su 100) si conferma regina nell’11* edizione italiana della ricerca Kwd Webranking, la principale ricerca europea che premia i migliori siti corporate.

Hera, informa una nota, con 85,8 punti strappa a Eni (83,5) la 2* posizione. Ansaldo Sts e Maire Tecnimont (+9,7 punti), invece, vincono il titolo di “best improver” come società che hanno aumentato maggiormente il proprio punteggio rispetto all’edizione precedente.

Telecom ed Eni si confermano anche nelle prime due posizioni nella classifica Europe 500 che ha considerato le maggiori società per capitalizzazione in Europa. In 3* posizione si trova la svedese Sca con 78,3 punti seguita dalla tedesca Basf (78,1) e dall’utility finlandese Fortum (74,4).

Ben nove aziende italiane, sul totale di 26 incluse nella classifica europea, si posizionano nelle prime 30 posizioni: Telecom Italia, Eni, Pirelli & Co., Snam, Terna, guidata da Flavio Cattaneo, Unicredit, Luxottica, Generali Ass. e Intesa Sanpaolo.

La ricerca Kwd Webranking, realizzata da Kw Digital in collaborazione con Lundquist, da sedici anni è la ricerca più riconosciuta in Europa nella valutazione della qualità della comunicazione corporate online. In Italia la ricerca ha considerato le 102 maggiori società quotate italiane per capitalizzazione. A livello internazionale sono state valutate circa 1.000 società.

La media delle cento società italiane di 32,5 punti, in calo dal 2010, rimane di 7 punti inferiore alla media europea. Il protocollo quest’anno è stato profondamente cambiato, grazie all’introduzione di sottocriteri dedicati ai social media e ai motori di ricerca all’interno dei criteri della ricerca (con un peso del 13,5% rispetto al 5% del 2011). I social media, infatti, sono ormai come componenti importanti della comunicazione e non devono essere più considerati uno strumento accessorio.

Il confronto con i risultati europei mette in evidenza che le performance italiane sono simili a quelle internazionali nelle sezioni maggiormente legate alla disclosure, come le informazioni sulla corporate governance e sui risultati finanziari, mentre se ne discostano significativamente in aree fondamentali nella costruzione dell’identità aziendale come la responsabilità sociale, l’employer branding e le informazioni sull’azienda come il brand e la posizione di mercato.

Dall’analisi dei risultati emerge che il settore ad aver registrato la performance migliore in termini di punteggio è quello che raccoglie le aziende energetiche italiane, il quale ha ottenuto un punteggio medio pari al 49% sul massimo, un punteggio superiore anche alla media europea. I punteggi medi relativamente più bassi sono stati conseguiti dai settori “Industrials” e “Banks”.

FONTE: Milano Finanza

MyPostepay: Poste Italiane lancia la nuova card prepagata personalizzata

Scritto da PosteItaliane il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Poste Italiane lancia MyPostePay, la nuova card prepagata personalizzabile con le proprie foto, acquistabile online direttamente dal sito www.postepay.it. MyPostepay realizzata in collaborazione con Mastercard, può essere utilizzata sia online sia negli oltre 34 milioni di esercizi convenzionati con il circuito MasterCard nel mondo, con un limite di 2.500 euro l’anno e per tutti i prelievi fino a 1.000 euro. La nuova MyPostepay arricchisce la gamma dei prodotti finanziari offerti da Poste Italiane che, con la classica Postepay, in a nove anni dal lancio sul mercato ha venduto 9 milioni di pezzi.

Mypostepay-leoni

Poste Italiane amplia l’offerta delle carte prepagate con MyPostepay, la nuova card personalizzabile con le proprie foto per ricordare un momento speciale o da regalare. Si può richiedere online dal sito www.postepay.it, senza doversi recare all’ufficio postale e può essere spedita direttamente al domicilio del cliente o della persona a cui si regala.

logoPosteItaliane_380

Con soli 10 euro è possibile rendere unica la propria carta, scegliendo come cover la foto di una persona cara, del proprio cane o di una delle bellissime immagini disponibili nelle Gallery di Poste Italiane, caricarla e realizzare la propria ed esclusiva MyPostepay. Sul sito www.postepay.it sono disponibili oltre 300 immagini tra cui quelle di personaggi, come Lupo Alberto, Diabolik, Sturmtruppen, Holly Hobbie, Geronimo Stilton, Orsetti del Cuore, Ape Maia, Heidi, immagini di videogiochi (HALO 4, Kinectimals, Fable III, Kinect Sports, Joyride, ForzaMotorsport4) o di viaggi, paesaggi, animali, natura.

MyPostepay

I clienti riceveranno la carta personalizzata direttamente a casa con la ricarica dell’importo prescelto al momento dell’acquisto (importo di ricarica minimo richiesto 5 euro). Il pagamento può essere eseguito con addebito conto BancoPosta, con un’altra Postepay e con carta di credito. La MyPostepay realizzata in collaborazione con Mastercard, può essere utilizzata sia online sia negli oltre 34 milioni di esercizi convenzionati con il circuito MasterCard nel mondo, con un limite di 2.500 euro l’anno e per tutti i prelievi fino a 1.000 euro.

La MyPostepay può essere ricaricata online dai titolari di conto BancoPostaonline e/o BancoPostaClick, presso tutti i 14.000 uffici postali presenti sul territorio nazionale, gli oltre 6.000 ATM Postamat, i punti Sisal e le tabaccherie convenzionate Banca ITB, da APP Postepay e dal telefonino tramite Sim PosteMobile abilitata alle funzioni di pagamento. Come tutte le prepagate di Poste Italiane può essere richiesta anche da coloro che non sono titolari di un conto corrente. La nuova MyPostepay arricchisce la gamma dei prodotti finanziari offerti da Poste Italiane che, con la classica Postepay, in a nove anni dal lancio sul mercato ha venduto 9 milioni di pezzi.
La carta Postepay infatti detiene quasi il 70% della quota di mercato nazionale delle prepagate e fa segnare un trend di crescita del 17% rispetto al 2011. Il target di riferimento di Postepay è costituito da giovani, uomini per il 59% e donne per l’altro 41%. E’ lo strumento di pagamento preferito per la fascia d’età al di sotto dei 30 anni, che costituiscono il 28% dei titolari, mentre il 48% ha un’età che varia dai 31 ai 50 anni. Il segmento di titolari che ha un’età superiore ai 50 costituisce il 24% del totale.

Poste Italiane offre una gamma di Postepay rivolte sia ai clienti retail, sia ai clienti business: standard, Junior, New Gift, Twin (le carta “gemelle” che consentono di trasferire denaro da una carta all’altra e di trasferire fondi), le Postepay Impresa, le carte con i colori della squadra di calcio del cuore, la Postepay Moneygram, per il trasferimento fondi e la Postepay MasterCard®PayPass™ per eseguire pagamenti in mobilità.

FONTE: Poste Italiane

IDP lancia 36° Master Class Europrogettazione

Scritto da IDPbruxelles il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Economia

IDP, in collaborazione con l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane, lancia la 36ma edizione del Master Class in Europrogettazione, che si terrà a Bruxelles dal 26 febbraio al 1 marzo 2013.

IDP European Consultants, società  di consulenza e formazione sui finanziamenti comunitari, attiva a Bruxelles dal 1991, ha aperto le iscrizioni alla 36ma edizione del Master Class in “Finanziamenti Europei ed Europrogettazione”, che si svolgerà a Bruxelles dal 26 febbraio al 1 marzo 2013.

Il Master Class, iniziativa dal successo ventennale, coniuga teoria e pratica riguardanti la metodologia di progettazione europea e offre un percorso formativo intensivo che fornisce ai partecipanti conoscenze e tecniche vincenti relative alle opportunità di finanziamento erogate dalle istituzioni europee e alla redazione di  progetti di successo.

Il Master Class è suddiviso in due moduli: il primo modulo introduttivo ai principi di funzionamento dei programmi europei, e il secondo, più tecnico e operativo, che consisterà in un workshop di europrogettazione, analisi dei programmi comunitari e redazione di progetti.

Il training si basa su materiale didattico aggiornato sui principali programmi comunitari e di un servizio di consulenza e informazione on-line della durata di 4 settimane, che permetterà ai partecipanti di approfondire le proprie idee progettuali con consulenti specializzati.

La data di scadenza per le iscrizioni è il 15 febbraio 2013, con possibilità di riduzioni alle iscrizioni pervenute entro l’8 febbraio 2013.

La Segreteria del Master Class e l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane sono a disposizione per ogni informazione

Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane

Segreteria Amministrativa

Place de la Liberté 12 – 1000 Bruxelles

bruxelles@ice.it

Tel (Belgio) : 0032.2.2291430

Fax (Belgio): 0032.2.2231596

www.ice.gov.it

IDP European Consultants

Segreteria Didattica

Sq. Maurice Wiser, 19 b.te 16 –  1040 Bruxelles

masterclass@idpeuropa.com

Tel (Belgio) : 0032.2.2802766

Tel (Italia): 085.8673019

Maggiori dettagli e informazioni sono inoltre disponibili sul sito web:

www.idpeuropa.com

La routine in amore: come evitarla

Scritto da Bestnet1 il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Lifestyle

Il 65% si lascia quando il rapporto diventa abitudine

Quando la monotonia investe l’amore, la coppia scoppia. A pensarla così è il 65% dei single intervistati dal club di Eliana Monti, specializzato nella ricerca del partner, che rivela di aver visto naufragare la propria storia d’amore a causa del trantran quotidiano. A subire il peso di una vita piatta sono soprattutto le donne che rappresentano il 57% di coloro che vedono nella monotonia il primo nemico di un progetto a due.

Ma dopo quanti anni le abitudini possono intaccare la solidità di una coppia? Il 36% ritiene che la crisi si faccia sentire dopo più di 5 anni. Segue il 27% che reputa che la coppia scoppi dopo più di 10 anni. Il 21% dei single è convinto che la noia si faccia sentire già dopo 3 anni, mentre il 16% è stanco alla fine del primo anno.

“Spesso non è la quantità di tempo passato insieme ad intaccare la solidità di una coppia, bensì la qualità. Ci si può annoiare anche dopo un anno se non si condividono interessi e passioni e se non si dà continua linfa vitale all’unione” spiega Eliana Monti, fondatrice dell’omonimo club per single.

Lo staff degli esperti della ricerca dell’anima gemella ha stilato così una vera e propria ricetta per contrastare la routine e far durare a lungo il sentimento. Primo ingrediente è sicuramente il dialogo: è necessario affrontare con il partner tutti i problemi che si presentano. Non bisogna nascondere la testa sotto la sabbia e sperare che il tempo sistemi le cose, ogni incomprensione va esaminata nell’immediato, per evitare che  le difficoltà si ingigantiscano. È poi necessario aggiungere un pizzico di passione. Secondo gli esperti, infatti, non bisognerebbe mai trascurare le attenzioni per l’altro, ritagliandosi sempre degli spazi privati.

È importante poi cercare di mescolare i propri interessi e hobby con quelli del compagno. Se è vero che bisogna lasciare libero l’altro di dedicarsi in autonomia alle proprie attività preferite, d’altra parte è apprezzabile cercare di interessarsi a cosa gli piace e non rimanere a guardare, come abituali spettatori. “Partecipare sempre con entusiasmo ai passatempi che coinvolgono il partner ci aiuterà a conoscerlo in tutte le sue sfaccettature e a scoprire nuovi mondi finora sconosciuti e che potrebbero suscitare il nostro sincero interesse e rivitalizzare il rapporto” sottolinea Eliana Monti.

Attenzione però a non bruciare le tappe. Secondo lo staff esperto nella ricerca del partner ideale, bisogna rispettare i tempi dell’altro e entrare nella sua vita in maniera discreta e graduale. È vero che la passione a volte può travolgere, ma non bisogna correre il rischio di apparire invadenti e di ottenere tutto e subito, senza assaporare le diverse fasi dell’unione.

Il segreto per far in modo che i partner si mantengano cotti a puntino per sempre è comunque soprattutto uno per Eliana Monti: non darsi mai per scontati e conquistare il partner ogni giorno. “Questo non significa stupire l’amato inondandolo di doni materiali, bensì fargli capire che nonostante le difficoltà quotidiane e gli impegni può sempre contare su di noi e sul rapporto di coppia come fonte di gioia e di piacere”, puntualizza la signora Monti.

Fulvio Fantoni e Claudio Nunes vincono la Coppa Reisinger

Scritto da Redazione il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Sport

NABC Logo
NABC LogoSi sono conclusi all’alba i National Americani di Bridge organizzati dalla ACBL (American Contract Bridge League)
Il trofeo più importante, la Coppa Reisinger, è stato vinto dalla squadra di Pierre Zimmermann, in cui militano i francesi Pierre Zimmermann e Franck Multon, i norvegesi Tor Helness e Geir Helgemo e gli italiani Fulvio Fantoni e Claudio Nunes.
Questa squadra, così eterogenea, batte bandiera di Monaco: tutti i giocatori hanno acquisito la residenza Monegasca e dal Giugno del 2012 rappresentano la nazionale del Principato.
Gli italiani Fulvio Fantoni e Claudio Nunes sono rispettivamente il numero 1 e il numero 2 del mondo di bridge. Già pluricampioni europei e mondiali quando rappresentavano la Nazionale Italiana, con la Nazionale Monegasca continuano a riscuotere vittorie, come la recente medaglia d’oro al Campionato Europeo a Squadre disputatosi in Giugno a Dublino.
 Team Zimmermann
Sito ufficiale di Fulvio Fantoni: www.fulviofantoni.com

Facebook e diritto, il connubio vincente de LaLeggePerTutti.it

Scritto da comunicatiseo il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Legale

C’è una storia che fotografa la differenza tra un uomo che conosce la legge e un uomo che non la comprende e la subisce.
In Asia centrale ci sono gli sciamani, uomini di medicina e di religione, guaritori e portavoce degli spiriti.
Si dice che uno di loro avesse convinto la comunità di cui faceva parte che nessuna attività del villaggio potesse andare a buon fine senza il suo intervento; quindi, che si trattasse della costruzione di una nuova tenda o del matrimonio di una figlia, il suo parere – fornito in cambio di doni di ogni genere – era fondamentale.
Un giorno, un uomo del villaggio, decise di andare a caccia. Non avendo nulla da offrire allo sciamano in cambio del suo intervento propiziatorio, aveva la convinzione di tornare a casa a mani vuote. E invece prese una grossa renna.
Lo stregone, stupito dell’accaduto, volle portare l’animale nella sua tenda per capire come fosse stato possibile: eseguì così una serie di rituali, ne scrutò le setole e gli zoccoli. Dopo tre giorni in quell’ambiente caldo-umido della tenda, la carcassa della renna cominciò ad emettere un fetore nauseabondo e le carni fecero i vermi. Allora lo sciamano portò quel corpo in putrefazione al centro del villaggio, convocò i suoi abitanti e disse: “vedete, è carne marcia. Nessuna attività può andare a buon fine senza il mio aiuto”.
E’ quanto può accadere a un popolo inconsapevole.
Al giorno d’oggi è molto facile perdere di vista i propri diritti e i propri doveri. Non per incuria, non per disinteresse ma perché le norme che la comunità è chiamata a rispettare sono per l’uomo medio inaccessibili.

“La Legge per Tutti” ha da poco tagliato il traguardo dei 10.000 fan su facebook. L’intento che da sempre anima il portale è quello di abbattere il muro che separa il comune cittadino dalla conoscenza e comprensione della legge.

Attraverso l’esposizione chiara e semplice delle norme in un linguaggio che sia di tutti, è possibile restituire la legge agli uomini. Questo è l’obiettivo del portale, perseguito con l’ausilio del supporto telematico, ospitante quel villaggio globale abitato da un’unica popolazione. Ed è a questa popolazione che si offre l’opportunità di affrontare i problemi giuridici e burocratici della vita armati di consapevolezza. Perchè non sempre c’è bisogno dello sciamano.

Si racconta che uno di loro fosse più influente di altri, avendo persuaso la popolazione del suo villaggio che l’unico modo per curare le malattie era interpellare gli spiriti. Solo lo sciamano aveva la capacità di stabilire un contatto con il mondo ultraterreno e quindi, per qualsiasi malanno, rivolgersi a lui era l’unica possibilità di guarigione.

Un giorno un giovane si procurò una ferita ad una gamba ma non andò dalla sciamano, poiché non aveva nulla da offrire in cambio del suo operato. Così aspettava il sopraggiungere della morte, certo di non sopravvivere senza l’intercessione degli spiriti.

Tuttavia, nello stupore generale, il giovane si riprese. Lo sciamano, allora, lo portò nel suo capanno per studiarne la guarigione: per fare ciò, riaprì la ferita ormai rimarginata, la gamba andò in cancrena e l’uomo morì qualche giorno dopo.

Lo stregone, visto quanto accaduto, chiamò a raccolta la popolazione del villaggio e, mostrando il corpo senza vita del ragazzo, ebbe a dire: “guardate, è morto. Non esiste malattia da cui si possa guarire senza il mio contatto con gli spiriti”.

L’inconsapevolezza rende fragili.

Così come fragile è l’italiano medio di fronte alla legge. E non perché non abbia provato ad avvicinarsi alle norme, non perché le abbia rifiutate ma semplicemente perché non è mai stato messo nelle condizioni di poterle comprendere.

La produzione normativa nel nostro Paese è sconfinata, i contenuti sono tutt’altro che nitidi e privano il comune cittadino della possibilità di essere consapevole.

La Legge per Tutti” ha da poco tagliato il traguardo dei 10.000 fan su facebook. L’obiettivo del portale è quello di declinare le leggi nel linguaggio degli uomini, scardinando quella barriera costituita da una stesura troppo tecnica e complessa per poter essere compresa anche dai non addetti ai lavori.

Attraverso internet e i social network, questo sito di informazione giuridica persegue l’intento di conferire chiarezza alla legge, restituendola di fatto agli uomini. Perchè non sempre c’è bisogno dello sciamano.

“Il Processo”

Scritto da Daniele79 il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Cultura

L’XI edizione del “Premio Tarquinia Cardarelli” si appresta a vivere le serate finali. Dopo “Incontri con l’autore”, il ciclo di appuntamenti dedicato ai protagonisti della stagione letteraria, venerdì 7 dicembre, alle ore 17.00, nella sala consiliare del palazzo comunale, si svolgerà “Il Processo”, la causa virtuale e mediatica a un protagonista della più recente stagione culturale italiana. La giuria composta dai critici Filippo La Porta, Raffaele Manica e Massimo Onofri, che la presiede, ha scelto come imputato il giornalista Luca Telese, cui ha mosso un interessantissimo capo d’accusa: La nascita di Pubblico – C’era bisogno di un altro quotidiano di sinistra? Un capo d’accusa che prova a ricalcare quello di un perfetto processo stalinista nell’Urss degli anni Trenta, quando gli avversari venivano delegittimati con l’imputazione di frazionismo e infantile estremismo, magari trotzkijsta. Definitosi «comunista italiano a lungo impegnato in un giornale di destra», per aver lavorato dieci anni a Il Giornale, Luca Telese si divide tra televisione, radio e carta stampata, dove collabora dal 2009 a Il Fatto Quotidiano, che abbandona, in polemica, a giugno di quest’anno quando annuncia contestualmente la fondazione di Pubblico Giornale, quotidiano che si rivolge a un lettorato principalmente di sinistra. Il verdetto non sarà scontato: la difesa sarà affidata a Francesco Merlo, una delle firme più autorevoli del giornalismo italiano, per venti anni al Corriere della Sera e, dal 2003, editorialista de La Repubblica; mentre Oliviero Toscani, fotografo che ha rivoluzionato la comunicazione visiva – celeberrime le campagne pubblicitarie per Benetton – sarà il pubblico ministero.

Al termine delle arringhe i cittadini, sotto la guida del presidente della corte e conduttore Massimo Onofri, saranno chiamati a condannare o ad assolvere l’imputato. Giunto alla V edizione, “Il Processo” ha visto protagonisti negli anni precedenti, con grande successo di pubblico, gli autori del libro La Casta, i giornalisti Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, il direttore del Tgla7 Enrico Mentana, il cantautore Roberto Vecchioni e lo psicologo Paolo Crepet.

“Il Processo” è un evento aperto al pubblico. I vincitori del “Premio Tarquinia Cardarelli” saranno annunciati entro pochi giorni.

Il “Premio Tarquinia Cardarelli” è organizzato dall’Amministrazione Comunale, con l’alto patronato della Presidenza della Repubblica e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il sostegno della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo, della Fondazione Carivit, della Camera di Commercio Viterbo, di Unindustria, della Cassa Edile Viterbo, di Porti di Roma e del Lazio e dell’Enel.

Premio “Pina Avveduto” 2012, il 3 dicembre si terrà la cerimonia di assegnazione

Scritto da inpress il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Cultura

Ispica (RG) – Lunedì 3 dicembre, alle ore 10.00, nell’Aula magna dell’Istituto d’istruzione superiore “Gaetano Curcio” si svolgerà la cerimonia di assegnazione del Premio “Pina Avveduto”.

Il premio, giunto alla seconda edizione, è dedicato alla memoria della preside Pina Avveduto che, in lunghi anni di magistero educativo come docente prima e dirigente poi del Liceo classico, ha profuso le sue energie per un’armoniosa crescita umana e culturale degli studenti.

Ad essere premiati saranno alunni o alunne dell’Istituto che si sono distinti per la preparazione di ampio respiro, per l’eccellenza del percorso scolastico e per le capacità progettuali utilizzabili come risorse per il futuro della collettività.

Il premio, indetto su iniziativa della senatrice Marisa Moltisanti, è organizzato dall’Associazione internazionale dei Critici letterari di Parigi, dall’associazione ambientalista Movimento Azzurro e dall’Istituto “G. Curcio”.

La manifestazione sarà articolata in quattro momenti: l’introduzione e i saluti delle autorità; gli interventi su temi letterari e scientifici affidati a insigni relatori; la presentazione degli elaborati presentati; la consegna degli attestati e la proclamazione del vincitore.

Apriranno la cerimonia gli interventi del dirigente scolastico del “Curcio” Maurizio Franzò e della senatrice Marisa Moltisanti presidente del Premio “Pina Avveduto”, seguiti dai saluti del Prefetto di Ragusa Annunziato Vardè, del sindaco di Ispica Piero Rustico e del Commissario regionale della Provincia di Ragusa Giovanni Scarso. Nel corso degli interventi sarà proiettato il video “Pina Avveduto educatrice”.

Il programma proseguirà con le relazioni di Neria De Giovanni, presidente dell’Associazione internazionale Critici letterari sulla “Letteratura delle donne” e di Franco Andaloro,

responsabile del Dipartimento uso sostenibile delle risorse dell’Istituto superiore per la protezione e ricerca del Ministero dell’Ambiente sulla “Biodiversità dell’area Iblea, zone umide e marine del Mediterraneo”. Concluderà Corrado Monaca, ambasciatore del Movimento Azzurro nel Nord Africa e nell’Europa dell’Est, con una relazione dal titolo “Pianificazione strategica nei progetti di eccellenza”. Modererà Massimo Milza, dirigente della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La cerimonia di premiazione entrerà nel vivo con la presentazione degli elaborati a cura dei docenti

Gabriella Bruno, Rosanna Campo, Carmela Corallo e Giuseppe Micieli. Dopo la consegna degli attestati agli alunni selezionati, il dirigente scolastico Maurizio Franzò procederà alla lettura dei risultati e alla proclamazione del vincitore. Il premio consisterà in uno stage presso un centro di alta formazione e d’eccellenza.

 

Info e contatti

Istituto di Istruzione Superiore “G. Curcio” –

Sede centrale: Via Andreoli, 2 – Ispica (RG)

Tel. 0932 950024