Non sapete come pulire i tappeti? Ecco qui la guida

Scritto da miriam leone il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Hai comprato un bel tappeto per decorare la tua camera? Ottima scelta. Ma adesso penso proprio che ti troverai davanti un piccolo grande problema: come lo tengo pulito questo tappeto? No, la risposta non è sbatterlo fuori casa per eliminare la polvere e basta. E le macchie? Bisogna saperlo pulire un tappeto. Ecco perché è stata creata la guida “come pulire i tappeti” proprio per aiutare le persone che, come voi, non hanno idea da dove cominciare. Quindi vi starete chiedendo da cosa inizamo. Iniziamo dicendo che ci sono vari tipi di lavaggio per i tappeti, da quelli più superficiali a quelli più approfonditi che, per essere così di natura, richiedono sia più tempo sia più prodotti. Perciò quando leggerete questa guida intanto pensate agli strumenti che già avete in casa e se in caso volete spendere, decidete subito quanto siete disposti a spendere per prendere i prodotti adatti e specifici per pulire i tappeti. Una volta che avrete fatto e finito l’inventario delle cose che vi servono e le avrete tutte, potrete finalmente cominciare col lavoro. Non sarà una passeggiata soprattutto perché avete scelto di pulire un oggetto molto delicato e che si può rovinare: i tappeti.

Come pulire un tappeto? Scopriamolo adesso insieme

Gli utensili che dovete assolutamente avere sono: una scopa di saggina oppure un’aspirapolvere. L’aspirapolvere poi non devono assolutamente avere spazzole circolari. Il motivo non è scontato: le spazzole circolari succede che possono sciogliere i nodi dei tappeti moderni rovinando in maniera irreversibile il tessuto. Quindi banniamo le spazzole circolari nelle aspirapolveri altrimenti danneggerete i vostri tappeti. Un’altra cosa importante è non usare l’aspirapolvere a velocità massima, la velocità ideale è la velocità media per pulire i tappeti. Dopo aver assolto questo compito è importante anzi molto importante, direi fondamentale, sottolineare il fatto che è necessario, almeno una volta al mese, pulire i vostri tappeti nella parte posteriore. La parte posteriore, infatti, è la parte che definisce il disegno quindi è fondamentale per il benessere dei tessuti pulire anche questa parte del tappeto. La parte posteriore, se ci pensate, rimane sempre e costantemente a contatto con il suolo quindi con polvere, acari, terra e frammenti vari che possono danneggiare le fibre dei vostri tappeti moderni. Abbiamo capito quindi che dobbiamo evitare in maniera pestilenziale il battipanni in quanto rovina le fibre rompedole e danneggiando irremediabilmente i vostri tappeti.

E per quanto riguarda il lavaggio dei tappeti: come pulire un tappeto?

Prima abbiamo capito come eliminare la polvere e i residui sui nostri amati tappeti. Tuttavia non è un procedimento che si usa per le macchie. Come fare allora a pulire un tappeto macchiato? In particolare per tappeti persiani faremo così: il tappeto per prima cosa non va lavato in lavatrice ma a mano. Dopo averlo ripulito con aspiratore o scopa dalla polvere. Prima fase: stendere il tappeto su una superficie pulita, usare uno smacchiatore sopra la macchia e poi sciacquare. Poi si procede con la seconda fase: usiamo uno sgrassatore non solo sulla macchia su tutto il tappeto in maniera molto delicata, poi dovremo sciacquare con acqua fredda il tutto. Terza fase: usiamo uno shampoo risciacquando infine tutto il tappeto. Poi è importante farlo asciugare uniformemente al sole. Ecco qui, i nostri tappeti moderni sono puliti!

Tags: , ,