L’Italia va da Maometto. La Lamborghini Veneno, la canzone romana di Elena Bonelli e i modelli di Giada Curti sulla portaerei Cavour.

Scritto da Marco Di Mauro il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Dal Mondo

Nel porto di Abu Dhabi sulla Cavour, fiore all’occhiello della Marina Militare italiana, si è tenuta una straordinaria serata all’insegna de “Il Sistema Paese In Movimento”, cui hanno partecipato alcune delle eccellenze italiane che esportano con successo il Made in Italy. La Campagna Navale è un intelligente ed interessantissimo progetto che vuole rafforzare la presenza dell’Italia in aree geografiche di alto valore strategico per gli interessi nazionali e far conoscere il meglio dell’Italia in vari settori.

Ed è così che, nella serata del 1° dicembre 2013, dedicata alla promozione del Made in Italy, arrivano a bordo della Cavour, ancorata nel porto di Mina Zayed, accompagnati dalla straordinaria accoglienza dell’Ammiraglio Paolo Treu, che ha fatto gli onori di casa, ed alla presenza di Giorgio Starace, ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti, delle eccellenze non di poco conto. Lamborghini, Fabio Cannavaro ora allenatore della squadra di calcio degli Emirates, la stilista Giada Curti con le sue magnifiche modelle e le sue stupende creazioni di alta moda, lo chef Corrado Corti, il main sponsor Fincantieri nella persona di Gianmaria Gambacorta, la Finmeccanica, la Federlegno, la Ceo Valeria Mangani, e tanti altri nomi dell’industria italiana presenti a bordo ed in “movimento” fino al 7 aprile. Tra loro, l’attrice e cantante romana Elena Bonelli, ambasciatrice artistica dell’italianità nel mondo, scelta da casa Lamborghini per rappresentare la canzone italiana e farla conoscere al gremito parterre di emiri, sultani e grandi imprenditori arabi dal capo “kefiato”. L’artista ha aperto la serata con la versione integrale dell’Inno di Mameli ed ha continuato con un concerto di canzoni romane e napoletane, rivisitate in chiave “arabeggiante” ed è riuscita ad incantare il pubblico in jallabiya non solo con la musica ma anche con le parole…presentandosi, spiegando la sua opera di diffusione della canzone nel mondo e ringraziando tutti…in arabo!

E così…tra canzoni “italo-arabeggianti”, “tableaux vivent” delle modelle della Curti, il bel Made in Italy… Fabio Cannavaro, fotografatissimo dal fotografo internazionale Claudio Villa e la gastronomia italiana di alto livello di Corti, il momento clou della serata è stata l’uscita della Lamborghini Veneno dall’elevatore partito dall’Hangar che ha portato la fiammeggiante ed avveniristica auto sulla rampa di lancio tra fumi, fasci di luce hollywoodiani e musica accolta da applausi e flash dei fotografi presenti.

Lamborghini ha scelto l’esclusivo palcoscenico rappresentato dal ponte di volo della Cavour per la presentazione, in anteprima mondiale, della versione Roadster della Hypercar Veneno e ha presentato agli invitati quella che è una delle auto più esclusive al mondo, non solo per il prezzo di 3,3 milioni di euro, ma soprattutto per il programma produttivo che ne prevede solo 9 esemplari. Mostrata sul ponte di volo della Cavour nella versione in ‘Rosso Veneno’. E pare che tutto abbia già dato degli ottimi risultati e son partiti degli ordini di commessa.

Quindi se Maometto non va alla montagna… l’Italia va da Maometto… promuove le sue eccellenze e… fa buoni affari!! AUGURIII!!!