L’intervento di Carlo Malinconico al convegno “La Costituzione: Rileggerla e/o modificarla?”

Scritto da weboffice cm il . Pubblicato in Economia

Il tema della Costituzione e dei suoi principi al centro della lectio magistralis tenuta da Carlo Malinconico nel corso dell’incontro di studio organizzato dall’Università di Salerno.

Carlo Malinconico, avvocato

Carlo Malinconico e l’intervento sulla Costituzione

Avvocato e docente universitario di un corso integrativo di Diritto Costituzionale, Carlo Malinconico è stato chiamato per la sua esperienza nel settore a tenere una lectio magistralis all’incontro di studio “La Costituzione: Rileggerla e/o modificarla?”, organizzato dall’Università di Salerno. Il giurista è intervenuto analizzando i principi fondamentali del testo della Costituzione, molto più avanzata rispetto alla società italiana del dopoguerra . La Costituzione, nonostante i suoi 70 anni, ha mantenuto infatti in questi decenni una notevole attualità, dimostrandosi flessibile al passare del tempo e all’evoluzione sociale e consentendo all’Italia di aderire a importanti accordi anche su scala extra-nazionale come l’UE, senza modifiche costituzionali. Ciononostante, Carlo Malinconico ha individuato all’interno del testo una particolare criticità connessa all’ambito delle autonomie. Si registra, infatti, una scarsa capacità di risposta da parte delle istituzioni e una generale inefficienza della Pubblica Amministrazione nella governance multilivello, se rapportata a un mondo globalizzato, come quello in cui viviamo oggi. Il giurista ha quindi sottolineato come, in taluni casi, la modifica della Costituzione non sia soltanto possibile ma addirittura rappresenti una necessità. Tale operazione richiede, tuttavia, la ricerca del più ampio consenso possibile, evitando forzature di qualsivoglia sorta.

Carlo Malinconico: la fondazione dello Studio Legale e le attività in ambito accademico

Nato a Roma, Carlo Malinconico si forma inizialmente a Trieste e si laurea in seguito in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano. Superato nel 1976 l’esame di abilitazione a procuratore legale e dopo aver vinto i concorsi pubblici in magistratura e a Procuratore dello Stato, viene assegnato all’Avvocatura dello Stato di Milano. Qui rimane per sei anni, dal 1976 al 1985. Nel 1984 supera il concorso pubblico comunemente ritenuto più difficile, quello a Consigliere di Stato, carica che ricopre dal 1985 al 2002. Al termine dell’esperienza, avvia il suo percorso in qualità di docente, insegnando inizialmente nella facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Udine e poi in quella di Roma – Tor Vergata. Del 2003 è la fondazione dello Studio Legale Malinconico, “boutique” della quale va particolarmente orgoglioso. Carlo Malinconico è stato anche capo dell’Ufficio legislativo del Ministero delle Partecipazioni Statali e del Ministero del Tesoro, Capo del Dipartimento degli affari giuridici e legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Direttore Generale dell’Autorità dell’energia elettrica e del gas, Segretario Generale della Presidenza del Consiglio. Dal 2008 al 2011 Presidente della Federazione Italiana Editori Giornali, che lascia per essere nominato Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio nel governo Monti. È autore di importanti pubblicazioni in materia di diritto amministrativo, ambientale, degli appalti e concessioni e del project financing.

Tags: